IT053: Banche venete: terza ondata di una crisi bancaria che ha ragioni ultime ben precise

Di Francesco Carbone , il - 10 commenti

Francesco Carbone ora è in Podcast con Il Truffone

 

Con Giovanni Birindelli cerchiamo di dare spiegazione al fallimento delle banche venete e più in generale di capire e interpretare la tragicommedia della crisi bancaria italiana, negata per lungo tempo da tutte le maggiori autorità di governo e dalle istituzioni di vigilanza e controllo. Insieme però andremo anche a capo del problema fondamentale del settore del denaro e del credito, ovvero di ciò che inevitabilmente e necessariamente sta a monte di ogni crisi bancaria ed economica.

L’ospite della puntata

Giovanni Birindelli (1971) è laureato in Economia presso l’università La Sapienza di Roma e ha conseguito un master in filosofia delle scienze sociali presso la London School of Economics and Political Science di Londra. Ha lavorato come analyst presso la banca d’investimenti Commerzbank Securities (Londra); come responsabile dell’area socio-economica per la società di consulenza strategica Lynkeus Srl (Roma) e come Director della società di consulenza Catallaxy Ltd. (Londra).

Collabora con la rivista Miglioverde e col Movimento libertario. È autore dei libri “La sovranità della Legge” e “Legge e mercato” editi dalla Leonardo Facco Editore. Ha scritto la prefazione a diversi libri e ha tenuto diverse conferenze e lezioni in Italia e all’estero.

Altre puntate con Giovanni Birindelli

IT011: La legge: strumento di potere o limite al potere?

IT012: Quale è il nesso tra Truffone Monetario e Truffone Politico?

Puntate correlate

IT018: 7 clamorosi errori insegnati nei corsi di economia, puntata a monologo

IT051: Analisi comparativa tra oro e bitcoin, con Aurelio Mustacciuoli

Link e fonti sugli argomenti trattati nella puntata

Indipendenza, denaro e credito. Un saggio di Giovanni Birindelli su moneta e libertà, di Giovanni Birindelli, (link al pdf)

Quali banche europee hanno ricevuto più aiuti pubblici? Tra il 2008 e il 2014 spesi 800 miliardi di euro, 16 febbraio 2016

Italia burla a la UE y da más ayuda que a Bankia, Carlos Segovia, 27/6/2017

Banche venete, tutti gli orrori di un disastro che si poteva evitare, di Fabrizio Patti, 27/6/2017

Il salvataggio delle banche venete, 26/6/2017

Il fallimento delle banche venete: gli errori sono sempre gli stessi, di Enea Franza, 27/6/2017

Libri menzionati

Murray N. Rothbard, Il mistero dell’attività bancaria, USEMLAB,

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • andrea pippo
    • Ronf Ronf

      Quando c’era Silvio, il PD diceva che tutto il mondo rideva di Berlusconi e quindi dell’Italia: tolto Silvio, però, il mondo ha iniziato a ridere direttamente dell’Italia…

      • andrea pippo

        non ti preoccupare, il pd, come si è visto a trapani, perde anche da solo.
        E’ già fuori dai giochi e non c’è da preoccuparsene. basteranno altri 4 mesi di sbarchi per convincere anche i più sinistroidi che al pd ci sono dei traditori della patria. il conto con la sinistra è chiuso con le prossime elezioni. Il nostro vero problema è chiudere il conto con berlusconi, che non si decide a morire. vero che era meno peggio della sinistra, ma è anche vero che deve andarsene perchè ha rotto.

        • Sergio Andreani

          Ormai è buono solo a masturbare gli agnellini.

  • Annibale Mantovan

    La crisi delle banche venete e di tutte le banche italiane deriva dagli effetti del trattato di Maastrich. Nel ’92 alcuni TRADITORI italiani firmarono per la fine dell’ industria italiana e delle piccole imprese. Al seguito, logicamente, deduzione da bambino di 3^ elementare visto il calo del reddito, finì in crisi tutto il settore dell’ immobiliare. Le quotazioni crollarono (e non è finita!)…come farebbero le banche i cui crediti sono garantiti da ipoteche a salvarsi? I cattivi amministratori centrano per il 50%, l’ altro 50 è causato dall’ economia che sta morendo…la colpa di chi ha firmato Maastrich!

  • winston-universe

    Voglio far presente che le NPL delle banche italiane nel 2008 amontavano a 40 Mrd. ed erano perfettamente gestibili. Il sistema bancario italiano in quel periodo era messo meglio di tanti paesi cosidetti virtuosi, si virtuosi del cazzo. In quei paesi ci fù bisogno di un intervento statale di dimensioni mai viste, altrimenti sarebbe saltato in aria tutto. Poi nel 2011 venne Monti e cosa fece Monti ? Monti distrusse la domanda interna italiana e questo era la principale causa del disastro italiano. Distruggere la domanda interna di un paese il cui PIL dipende del 75% della domanda interna equivale ad un suicido economico. Le piccole banche regionali italiane sono strettamente interconnesse con le PMI regionali.
    La cura Monti ebbe l’effetto che centianaia se non migliaia di PMI italiane andarono in default che provoccò ca. 1.5 Mio. di disocupati. Una PMI andata in bancarotta o un disocupato non sono più in grado di ripagare i loro debiti, logicamente.

    Certamente ci furono anche casi di corruzzione i cosidetti amici degli amici, ma mai e poi mai avrebbero creato una devastazione del genere. Tra l’altro non pensate che questi casi di corruzzione sia una specialità esclusivamente italiana.

    Quindi se l’Italia rimane nel euro e continua con le sue deliranti rigette dettate dal UE, la situazione non migliorerà ma può solo peggiorare.
    Ormai mi sembra chiaro che il PD non lavora assolutamente nel interesse del Italia ma per la sua distruzzione. Non credo che l’Italia reggerà altri 5 anni di governi PD. Sono già meravigliato che l’Italia ancora regge dopo 6 anni di gestione delirante del paese.

    • andrea pippo

      lo sappiamo che monti ha fatto questo per risollevare la bilancia dei pagamenti e nel contempo generare una sicura crisi interna al fine di portare l’italia a devolvere sovranità all’europa. monti non aveva fiducia nella politica italiana, quindi era questo per lui l’unico modo per distruggerla.
      In questo non prevedendo la reazione contraria, cioè la forte ascesa dei partiti no eu. In realtà ce la sta quasi per fare, perchè ha comunque tenuto in conto la coglionaggine italiana.

      Questa era la versione benevola della favola.
      Ora ti do quella vera:
      in italia si fanno solo le cose urgenti e all’ultimo minuto, senza pensare affatto alle conseguenze. monti ha fatto quello che riteneva urgente a suo tempo, senza prevedere alcun che di conseguenza. la solita differenza tra politici e statisti che pensano a 20 anni. monti ha pensato a 2 anni, tutto qui.

      • Sergio Andreani

        E poi ha creato pure il suo partitino di merda, Monti il ” tecnico”…

        Vero Alfano?

  • Annibale Mantovan

    Vorrei sottoporre ai lettori di RC un altro punto di vista sul “fallimento” di BPVI e VB…e se fosse…e se fosse… e se fosse che il “fallimento” delle venete sia un piano ben programmato da parte del governo centrale per RICAPITALIZZARE B. INTESA? Il sacrificio delle venete quindi per salvare B. INTESA!!! In fondo in fondo: 1) Com’ è possibile che le 2 principali banche territoriale venete della zona cioè più benestante d’ Italia presentino conti fallimentari mentre B. Intesa abbia i conti in ordine? Sarebbe più logico pensare il contrario; 2) I passaggi legislativi 2015 concordati con il governo centrale per trasformare l’ azionariato popolare in soci comuni SPA; 3) Zonin non parla e sembra godere di immunità. Credo che questa sia la chiave di lettura più realistica.

  • what you see is a fraud

    Mentre qui in Italia il governo finge di non vedere e non sentire cio’ che tanti pensano al riguardo della immigrazione selvaggia voluta dai traditori al comando . In altri paesi i leader pensano al benessere e la salvezza dei cittadini .
    The 2nd Amendment Comes To Europe: Czech Republic Expected To Enshrine Right To Bear Arms In Constitution.
    Il secondo amendamento ( della costituzione ) arriva in Europa . La repubblica ceca sancira’ il diritto di portare armi nella costituzione .
    http://www.shtfplan.com/headline-news/the-2nd-amendment-comes-to-europe-czech-republic-expected-to-enshrine-right-to-bear-arms-in-constitution_06292017

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi