Renzi (e Orwell) Non Funziona Più, il Cazzaro è FINITO

Di FunnyKing , il - 169 commenti

Dai che se scrive ancora un paio di libri, il  PD non passa neppure lo sbarramento.

Scherzi a parte Renzi è finito, tolta la scorza fatta di battute, slide, promesse in fiorentino e dopo 3 anni di fallimenti assoluti e debito pubblico ora il problema è lui.

Peraltro il PD non ha leteralmete nessuno da mettere al suo posto, intendo nessuno in grado di fare meglio dell’attuale 24-26%. Renzi con la sua freschezza comunicativa aveva fatto prendere al PD percentuali mai viste ma si è portato dietro una coorte di gente inguardabile e dannosa, gente come Lotti, la Madia e poi lei Maria Etruria Boschi.

Per un pochino scimmiottare Forza Italia con le versioni “de sinistra” dei Verdini, Brunetta, Gasparri aveva funzionato poi però quella stronza della realtà ha presentato il conto.

Poi c’è il libro, le cui anticipazioni hanno fatto il resto. Sarà un successo, un epitaffio di qualche centinaio di pagine.

E ora?

Ora il MoVimento 5 Stelle ha avuto l’ennesima campagna elettorale fatta dagli avversari. Ora Salvini deve decidere cosa fare da grande e Berlusconi ha come unica opzione tentare di contare ancora qualcosa per fare la grande coalizione con Renzi. Anzi probabilmente le sfortune di Renzi sono la peggiore notizia possibile per il cav.

Se putacaso si dovesse formare un governo in cui Forza Italia non è in qualche modo azionista sarà la fine per la famiglia Berlusconi e l’impero Mediaset tragicamente ancorato all’Italia.( le riserve Alfano e Verdini secondo voi cosa sono? Sono i maggiordomi mandati da Berlusconi in cambio di protezione alle sue aziende mezze fallite).

E’ tutto molto interessante. (cit.)

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • AnonimoSchedato

    “E’ tutto molto interessante. (cit.)”
    Non fosse che dietro i cancelli chiusi a chiave della terza classe ci siamo noi.
    Ma bella la musica che suona l’orchestra nel salone delle feste.
    Avremo almeno la soddisfazione di vedere il comandante affondare insieme alla nave?

    • Podeanu

      Primo: la tua salute. Evita fumo sovrappeso superalcolici inquinamento stress. Secondo: la salute di chi sai Ti vuol bene. 3: liquida asset secondari e tieni terreno coltivabile. 4: dopo recintato, sperimenta il coltivarlo. 5: scambia i prodotti con chi ha le stesse priorità da 1 a 4.
      Roncone deriva da ronca. Forcone da forca. Falcione da falce… e nel frattempo hai/avete imparato gli usi dual-role

      • AnonimoSchedato

        Non fosse che i quaranta(milioni?) di ladroni sono ben armati, anche di armi dichiarate non letali, si ritengono i detentori unici del diritto e sono in sovrannumero. Recintare non basta per difendere il frutto del proprio lavoro in tempo di pace, figuriamoci durante una carestia (l’Italia non è autosufficiente per il consumo alimentare) e magari pure in uno stato di polizia. Suggerirei la visione della serie Jericho per averne (di sfuggita) un idea… Faccio parte dei “complottisti” che credono sia stata terminata malgrado gli ottimi ascolti proprio perchè mandava messaggi “sbagliati”.
        Comunque apprezzo il pentalogo, il messaggio è quello giusto.

  • Rifle

    …un governo in cui Forza Italia non è in
    qualche modo azionista sarà la fine per la famiglia Berlusconi e
    l’impero Mediaset …

    Vivendi in arrivo.

    Tra l’altro questa massiva presenza francese nella nostra economia, almeno in quella parte che rende qualcosa, e dove ci sono (erano) i nostri interessi, come la Libia, mi fa pensare che ai livelli alti europei considerino l’Italia un paese inane, indifeso e quindi depredabile.

    Secondo me Francia e Germania si sono “spartiti” l’Europa, l’area centro-orientale alla Germania e l’area mediterranea alla Francia.

    • Ronf Ronf

      Vivendi puntava tutto su Sarkozy alle primarie e poi ha ripiegato su Fillon: ora al potere in Francia c’è Macron, il quale NON è affatto favorevole a Vivendi e comunque in Italia vige il Trattato di Cassibile, quindi gli USA interverranno per salvare i loro mass media (visto che Mediaset NON è Cosa Nostra, ma Cosa Loro: chi creò le 33 società in accomandita in Sicilia negli anni settanta durante l’Amministrazione Dem di Carter? Da quelle famose 33 società in accomandita in Sicilia partì il capitale per fondare le televisioni che infatti sono sempre state pro-USA)

      • Rifle

        Eventualmente in Italia vige il trattato di pace di Parigi firmato nel 1947, il quale supera Cassabile 1943 che era un semplice armistizio.

        Ad ogni modo è vero che l’Italia dal dopoguerra è un semiprotettorato americano.
        Servirebbe capire se l’America ha ancora interesse a mantenerlo.

        • Andrew

          Fino a quando è funzionale ai suoi interessi. Il primo dei quali è l’utilizzo del Belpaese come avamposto militare contro i paese non allineati, contro i quali fomentano venti di guerra.
          Quando porteranno via le armi atomiche dal territorio, saremo (forse liberi) ed …in default.
          Non ti separi dal giogo senza tagliarti la gamba e sanguinare alla morte.
          E la chiave mi sembra non ce l’abbia nessuno purtroppo.

        • anti-influencer

          seeeeeeeeeeee aspetta che mo spostano le basi dall’italia. questi li dobbiamo muovere una guerra se li vogliamo cacciare o puo essere che alla fine ci cacciano loro a noi come stanno facendo già con 200.000 italiani l’anno che emigrano.

  • Fabio Rubino

    era ora

  • Annibale Mantovan

    Ah…perchè il 24 % al PD ed il 12 % a Berlusconi vi sembra un paese normale? Tranquilli comunque, anche il 32% di Grillo mica è tranquillizzante! Credete a me…andate al mare.

    • zhoe248

      Sì, così il piddì arriva al 60 per cento col 30 per cento dei votanti, come minchion.
      Mi pare propaganda propiddì?

  • Fabio Pauselli

    Su Renzi è inutile sprecare altre parole, basta il fuorionda, in tempi non sospetti di Barca. Per il resto, con un M5S al 30%, una Lega al 15% ed un FdI al 5% …..si ride, o piange, dipende dai punti di vista. Certamente è l’unico modo che l’Italia, con il proporzionale, avrebbe per fare un Governo, magari andiamo in default, o ci fanno andare in default, ma almeno ci si leva da quaesta lunga agonia… e magari portiamo giù con noi anche qualche altro bastardetto europeo. p.s. e comunque vorrei accadesse solo per vedere le facec dei vari Napolitano, Renzi, Franceschini, Berlusconi, Casini, Alfano e compagnia bella.

    • Ronf Ronf

      E con il 5% di sbarramento è sufficiente il 42% (44% se la soglia è al 4% e 47% con la soglia al 3%) dei voti per avere il 50%+1 dei seggi in Aula: la Merkel alle Elezioni del settembre 2013 ha ottenuto il 49.5% dei seggi con il 41.5% dei voti con lo sbarramento al 5% e quindi per le prossime elezioni italiane bisogna tirar su la Meloni visto che Salvini e Grillo superano la soglia anche senza il tuo voto

      • Fabio Pauselli

        Però la Merkel si presentava da sola, M5S, Lega e Meloni no, o sbaglio?

        • Ronf Ronf

          In realtà la Merkel si presenta in 15 Land su 16 con il simbolo CDU, invece in 1 su 16 si presenta con il logo CSU. E in Germania si dice sempre che “la sola cosa che importa è che i bavaresi della CSU superino il 5% nazionale” (cioè il 50% dei voti nell’unico Land in cui loro si presentano). Nel caso di Grillo, Salvini e Meloni è sufficiente che TUTTI E TRE vadano al di sopra dello sbarramento: con le dovute differenze (tutti e 3 si presentano in tutta Italia) in un certo senso Grillo e Salvini sarebbero l’equivalente della CDU (il partito grosso) mentre la Meloni invece sarebbe l’equivalente della CSU (il partito piccolo). Infatti se la CSU non superasse la soglia NAZIONALE, allora ci sarebbe un mega collo del numero dei seggi totali del gruppo parlamentare a guida CDU e lo stesso accadrebbe se la Meloni fallisse lo sbarramento (ci sarebbe uno spostamento di 30 seggi a favore di PD e FI, un pò al Nord ma soprattutto al Sud: ergo, capisci anche tu che in tal caso il governo di Grillo con Salvini è impossibile senza la Meloni). Come ha scritto pure il Corriere: la Meloni DEVE superare la soglia (e magari lei dovrebbe fare la lista unica con i siciliani di Musumeci e i pugliesi di Fitto: ripeto, solo i pugliesi, non gli altri del partito di Fitto nelle altre regioni perchè i voti di Fitto di fatto ci sono solo in Puglia. Per farti capire: Corsaro in Lombardia non ha un solo voto che sia uno. Di sicuro la Meloni farà un accordo con Musumeci, non so poi con Fitto…) perchè altrimenti Grillo e Salvini da soli non bastano per avere la maggioranza (senza la Meloni infatti servirebbe un mega-crollo del PD e di FI)

  • Nicola Albano

    Io non voto. Confido nel default.

    • Almeno prova a votare un partito al di fuori dei soliti noti.
      Certo, il default sembra inevitabile, successivamente tutto sta nell’abilità di saper rialzare Cialtronia…

      • yuk yuk

        uno fuori dai soliti? c’è il partito della gnocca?

      • Nicola Albano

        Il default non è un triste destino inevitabile ma la speranza di mettere a nudo il potere… il resto è misera agonia

      • Andrew

        Esatto. Votiamo un partito diverso solo perché diverso.
        Magari è un po’ un duplicato del PD in veste “guardami, io sono puro di cuore”. Poi però ti sostiene il reddito di cittadinanza, lo ius soli manda di Maio al porto a riportare le “condizioni disumane” degli arrivi dei migranti.
        Dai che ormai si è capito il giochino.
        Almeno la si pianti di descrivere il m5s come nuovo e diverso dagli altri.
        È diventato l’esacerbazione della retorica.

        • Evidentemente non ci conosciamo, del m5s avevo detto tempo fa, proprio in questo blog, che sono dei proto-sinistrati di leninista memoria – figuriamoci se mi fosse venuto in mente di votarli (cosa che avevo fatto solo nei lori esordi in politica, in ottica sturacessi, come consigliato da Blondet)

          Non avrà funzionato per vari motivi, ma ritornando a bomba, per votare “un partito al di fuori dei soliti noti” intendevo e sottolineavo proprio al di fuori-fuori (a buon intenditore poche parole)

    • Fabio Pauselli

      C’ho pensato anche io ma non è la soluzione, se non voto c’è chi voterà per me e ci terranno in vita “artificialmente”, in agonia. Per il default bisogna votare come minimo il M5S, a quel punto potrebbero mandarci in default.

      • Andrew

        Finalmente, la ringrazio.
        La appoggio

      • Nicola Albano

        Ok. Voglio vedere con quale autorità con il 30% di votanti verranno a chiedere di pagare ulteriori balzelli per mantenere il loro circo di privilegi.

        • Ronf Ronf

          Con l’autorità giudiziaria-costituzionale-militare dello Stato, ok?

          • Andrew

            Ca va sans dir

          • Nicola Albano

            Tipo i paesi dell’Europa comunista ?

        • Fabio Pauselli

          Pensi si vergognino di fare altre porcate?

      • Enrico Di Bartolomei
        • Andrew

          Eh beh certo, postando la foto di mia moglie nuda faccio vedere che è zoccola.
          A suo avviso la genialata dell’elargizione del reddito di cittadinanza benedetto dai grillini non è uno spreco?
          È qui dove ci porta il M5S?

    • Andrew

      Si faccia un giro in Grecia.
      Veda che cosa provoca una default sulle famiglie, l’apparato statale, la sanità, i servizi essenziali.
      Magari se ha tempo si vergogni un po’.

      • Fabio Pauselli

        In Grecia non è default, è solo “il più grande successo della UE” (cit. Monti)

        • Andrew

          Ahahah. Già, proprio così.
          Tale il successo che pure alcuni miei concittadini lo auspicano ripetersi anche in Italia.

          • Fabio Pauselli

            In Grecia c’è stato il “salvataggio”, in Italia invece si vorrebbe il default. Anche perchè non credo come si possa fare con un debito di 2300 miliardi. magari con un default qualche dipendente pubblico, qualche sindacalista e qualche pensionato di lusso o per meglio dire qualche mantenuto si accorgerebbe in che merda c’ha cacciato per difendere i propri “diritti/privilegi”.

        • Tiziano Capperucci

          ma perché Monti non va a dirlo ai greci, ma per le strade e senza scorta……..

      • Nicola Albano

        Me ne sbatto. Hanno fatto i maiali prima… e ora ne pagano le conseguenze. Io non ricevo soldi dalla politica anzi… verso il oltre il 50 % del frutto del mio lavoro. In caso di default aspetto qualche sicario dello stato sull’uscio di porta… lo aspetto col machete.

        • Andrew

          Che posso dire…la capisco…
          Le chiedo scusa, pensavo fosse l’ennesimo blogger emigrato che augura il male alla madrepatria solo per un supposto sentimento di sicurezza in terra crucca

          • silvia

            Piu’ che emigrati di lusso come gli “svizzeri”, tanti che scrivono qui sono emigrati per forza, specialmente i piu’ giovani, sbattuti fuori dal Sistema. Io mi auguro che prima del default scoppi la rivolta,ma non perche’ voglio il male del mio paese ma perche credo sinceramente che non ci sia altra via se non la forza per liberarsi e ricominciare da capo.

          • Andrew

            Umanamente comprendo tutti i commenti. La delusione, lo sconcerto…
            Ma il default non è la soluzione dei problemi dell’Italia. E nemmeno una terra promessa per ripartire.
            Una Italia in default è quello che fa gioco all’Europa, non agli USA, che pure padroneggiano la nostra (assente) sovranità. Se ci andremo in default, ci andremo per effetti tellurici di carattere geopolitico di lungo termine.
            Quando si parla di default ragionano tutti da investitori, scommettendo che giocando il numero alla ruota si vince.
            Non è così.
            Il default italiano avverrà per volontà degli USA al fine di colpire l’euro causa eventuali derive di potenze europee verso l’asse asiatico, qualora questo accadesse.
            E sarebbe solo un disastro per l’Italia, che verrebbe letteralmente cannibalizzata e sbranata da Germania e Francia.
            Odio l’arroganza USraele ma la geopolitica non è fatta di emozioni.
            La Russia non ha per storica natura veemenze imperialistiche e non avrebbe alcun interesse nell’investire denaro in piani di ricostruzione o rivitalizzazione della nostra economia. Gli USA (mi scoccia ammetterlo) hanno permesso la rivitalizzazione della nostra economia perché gli era necessario.
            Attenzione a stare troppo da una parte, ma anche ad andare troppo dall’altra.
            l’Italia è in mezzo perché la natura l’ha messa lì, a fare naturalmente il mestiere di chi da un colpo al cerchio ed uno alla botte.

          • silvia

            Se dovessero crollare gli usa, te lo immagini cosa direbbe Erdogan ai Turchi che vivono in Germania? E i Turchi non sono i soli ad occupare la Germania… Per non parlare della Francia… O del UK. Tedeschi e Francesi non avrebbero certo il tempo di pensare all’Italia perche’tutto il continente verrebbe coinvolto in una guerra balcanica tra gruppi etnici.

          • Andrew

            In caso di guerra convenzionale sul territorio europeo, quanto descrivi è possibile.
            Ma, a mio avviso, i passi non percorreranno questa via.
            Il crollo del dollaro non equivale a crollo degli USA in termini di potenza militare.
            Il crollo del dollaro caldeggiato emotivamente da molti non è di vantaggio a nessuno, nemmeno alla Russia, Putin lo ha ribadito a più riprese. La Russia cerca solo che potenze straniere non interferiscano nei propri affari. È un gioco a scacchi dove ogni attore persegue il suo scopo ed obiettivo.
            Non vi sarà una guerra nucleare in Europa. La Russia non è stupida, non lo vuole. Si va ad accordi. Ossia uno scenario dove ogni paese debba trovarsi nella condizione di accettare dei compromessi, anche gli USA. La Russia vuole scendere a patti. La paura dei neocon è che Trump possa scendere a compromessi.
            Il problema dell’Italia è di aver completato abbandonato un suo percorso specifico diplomatico, non persegue più propri interessi, ma interessi extra nazionali.
            Non contiamo più nulla e nessuno sente di dover più venire a compromessi con noi.

          • silvia

            Sull’ultimo punto concordo

          • Stemby

            L’Italia non sarebbe mai dovuta nascere. Il default è l’unica strada percorribile per ridare speranza ai popoli della penisola di potersi riprendere in mano il proprio destino. Escludendo l’alternativa della rivolta armata, cosa che mi auguro di cuore non avvenga (e sinceramente vedo difficile, rammolliti come siamo).

      • Stemby

        In Grecia il default non c’è ancora stato. Hanno preferito dare vari calci al barattolo. Quello che si vede è il risultato di un’agonia infinita.

        Bancarotta subito! Subito!!!

    • Tiziano Capperucci

      Caro amico, capisco la tua sfiducia, ma la prossima volta tu e tutti gli altri sfiduciati, dovete andare a votare per mandare a casa una volta per tutte quelli che da 5 anni ci governano e hanno distrutto l’Italia, perché l’Italia possa ricominciare a crescere, libera da questi politici indecenti, così come è stato fatto nel referendum. Se gente non va a votare avvantaggia quelli che adesso governano.

    • Stemby

      Io confido nel default ma al contempo voto. Non le declinazioni socialiste che vanno di moda, ma qualcosa voterò.

  • paolo

    il cazzaro è finito ma le tasse non finiscono mai!!!!!!!

  • Andrew

    Chissà come mai il M5S nasce proprio a cavallo del 2010, quando parte la tempesta mediatica contro il Berlusca e di qui si da avvio ai governi di centro sinistra non votati tramite elezioni popolari.
    Chissà come mai Napolitano ha benedetto questa maggiore “pluralità” partitica.
    Chissà come mai Grillo se ne esce dalla ambasciata americana, con cui non ha mai negato di tenere relazioni di dialogo e confronto.
    Chissà.
    Chissà come mai il M5S è anni che ci sfascia le suddette con il reddito di cittadinanza e lo ius soli.
    Chissà.
    Chissà come è che ci sta così bene un partito grande in mezzo ai 2 schieramenti a fungere da elemento dirompente e spaccare l’elettorato. Non le ricorda la tanto amata (dai poteri americani) DC e tattica del controllo degli estremismi.
    Ed in tutto questo, la maggiore parte dei lettori di questo blog optano per non votare.
    I vostri nonni sarebbero fieri di voi.
    Hanno combattuto per qualcosa.
    Che vergogna

    • Enrico Di Bartolomei

      Il m5s è nato nel 2006

      • Andrew

        Giusto. Grazie della correzione.
        Rimane fermo il mio commento comunque e la sostanza di esso.
        Confesso di averci creduto anche io, il V Day di Bologna a quel tempo mi infuse anche una certa simpatia verso quella che era una novità.
        A Bologna hanno pure conferito una laurea ad honorem a Soros.
        Si presta bene come città, sa mettersi molto bene a pecorina verso i poteri forti.

        • Opinionlader

          V-Day Bologna = 8 settembre 2007, il M5S non esisteva, è nato 2 anni dopo.

      • Opinionlader

        Il M5S è nato nel 2009 con la Carta di Firenze.

    • Annibale Mantovan

      Mio nonno, classe 1888, s’ è fatto 13 anni di soldato raccontava la nonna e fù pure ferito! Ad essere sinceri credo che nessuno in quei tempi abbia combattuto per la “patria”. In ogni caso i primi a disconoscere la patria sono stati i firmatari dell’ 8 settembre ’43, guarda un pò, proprio coloro per i quali combattè mio nonno! I secondi a disconoscere la patria (foraggiati dagli inglesi) furono i partigiani, i terzi l’ assemblea costituente quando firmò i trattati di pace, i quarti il PCI (sai, loro, solo loro, sono internazionalisti!), i quinti (i primi per importanza) la Chiesa Cattolica Romana (anche a loro l’ Italia sta un pochino stretta)…………..i cinquantesimi quelli che firmarono Maastrich nel ’92, i cinquantunesimi quelli che diedero la laurea honoris causa a Soros,….i settantacinquesimi sono coloro che hanno vessato il popolo italiano con il 60-70 % di tasse e angherie varie,…Infine gli ultimi a disconoscere il popolo italiano sono i dirigenti di B. Intesa e B. Italia a far credere ai risparmiatori che BPVI e Veneto Banca fossero fallite per fregare i piccoli azionisti delle popolari salvo poi comprarsi il tutto a 4 lire. Tieni bene in mente ste cose Andrew prima di parlare dei nonni.

      • Andrew

        Cosa c’azzecca il suo commento, perdoni, con la disaffezione dal voto elettorale?
        Che le piaccia o meno esserlo , lei è italiano, come noi no?
        A chi piace la guerra? A nessuno ovviamente, in primis a chi l’ha combattuta, combattuta tantomeno per un concetto di “patria”.
        Ma la storia è curiosa ed alla fine ci siamo saltati fuori dalla guerra, con una patria, che piaccia o meno le è data questa, ed un benessere che i nostri nonni se li sognavano.
        Questo le torna o me lo contesta?
        Ora, di grazia, visto che tutti abbiamo la possibilità di votare, trovo che l’approccio “snob” dei concittadini che non si sporcano di spendere un voto sia una letteralmente una offesa a chi quella possibilità non l’ha avuta.
        Ribadisco, il “nonname” si rivolta nella tomba a vedere gente che non muove il culo per andare a votare

        • Annibale Mantovan

          Non sono “di grazia” e non condivido alcunchè di ciò che hai scritto. Siamo culturalmente di concezioni dello stato diverse. Quanto al benessere tu non conoscevi il benessere dei nonni, relazionato ai tempi, le loro aspettative e comunque mi sembra che il benessere di cui TU hai goduto siano debiti da pagare ora, almeno per alcuni, e per qualche decennio, quelli che da sempre tirano la carretta…come il nonno. Se invece fai parte dell’ altra categoria, quelli che vivono di burocrazia, rendita o dipendente statale-parastatale (rendita appunto) allora sei sul paese giusto e va a votare! Qualsiasi cosa voterai il sistema si perpetuerà.

          • Andrew

            Qual’è è la sua concezione di stato? Non andare a votare?

          • Annibale Mantovan

            Vedo che continui ad essere poco rispettoso e un pochino ignorante. Qual’ è la tua concezione di Stato? Votare i ladri? Ah…scusami, ho capito….non i ladri…tu voti i meno ladri e quindi sei un pochino ladro anche tu!… Va a quel paese …va!

          • Andrew

            Non sia emotivo nelle risposte e provi di rispondere a domanda.
            Mi descriva la sua concezione di stato e se andrà a votare.
            Se lei si aggancia ad un commento non si attenda risposte che non le piacciono o che non condivide.

          • Annibale Mantovan

            Sembri un robot e potresti anche essere un troll. Nei miei commenti ci metto l’ emotività che mi pare…ripeto…và per la tua strada!

          • Andrew

            Si si sono un robot….
            Non vada a votare allora.
            Ci andrò per lei, scelgo io per lei stia tranquillo.
            Si faccia guidare dagli altri.
            È più comodo.

  • Disca

    In Italia, quando muore un Papa se ne fa sempre un altro e quando muore un cazzaro……idem. buona fortuna a tutti.

  • marcoferro

    io ho sentito in tv tra ieri e oggi la diatriba tra quei due stronzi criminali e incapaci di renzi e monti, dove si prendevano a pesci in faccia. ma addirittura la perla l’ha detta il tg1: secondo le stime il pil sarebbe in crescita….ah ah ah ma questi dove vivono ?

    • Epiphanius

      Ricordo che anche in 1984 l’interfono diffondeva assurdi dati sulla produzione di acciao e di cioccolata.

  • Pieretto

    “…Renzi con la sua freschezza comunicativa aveva fatto prendere al PD percentuali mai viste…”
    Freschezza comunicativa?
    A me è sempre sembrato uno sparacazzate arrogante, impreparato, avido di potere, pompatissimo dai media, fautore di politiche incoerenti ed inefficaci in economia, folli in tema di giustizia e immigrazione, che usa un tono insopportabile infilando in ogni suo discorso riferimenti da due soldi ad avvenimenti sportivi, strumentalizzando ogni successo di atleti italiani, o a pop star di dubbia bravura per tirarsela da ciofane, probabilmente consigliato da qualche galoppino, battutista di scarsissimo livello, gestualità ed atteggiamenti irritanti, zero esperienza militare, zero esperienza lavorativa a meno che non si voglia considerare tale l’ insignificante esperienza nella ditta del papi e dulcis in fundo fisico cadente a poco più di 40 anni, solo in Italia, d’altra parte basta vedere la lista dei suoi colleghi, e in qualche paese dittatoriale dove il potere si trasmette per via dinastica, un tizio del genere può avere responsabilità di governo, a scanso di equivoci pensavo lo stesso quando ha preso il 40% nel 2014, cmq non penso affatto sia finito, mai sottovalutare la dabbenaggine di molti elettori.

    • Ronf Ronf

      Renzi aveva l’appoggio, oltre che del solito De Benedetti, anche di Mediaset, cosa che i precedenti leader del PCI-PDS-DS-PD e dell’Ulivo non avevano

    • Andrew

      Quando Bottarelli scrive “in questa battaglia (rif. rottamazione della vecchia guardia..) io sto con Renzi” lei ha capito che tipo di blog di controinformazione è questo , vero.. ?
      Giocare a sparigliare le carte… è una vecchia manfrina ..

      • silvia

        Piu’ della meta’ dei blog di controinformazione funzionano cosi’…ma come dicono a Milano “piutost che nient, l’e’ mei piutost!”

        • Andrew

          Ah ah! Vero anche questo
          🙂

  • andrea pippo

    Stanno aspettando le elezioni siciliane a novembre. In quelle elezioni la lega è fuori gioco, fi ha l’occasione di dimostrare quanto vale al sud (cioè qualche punto percentuale) e i pdiodi si sono resi conto anche loro che sono degli idioti e hanno cominciato a non anadare a votare. siccome il pdiota non vota a dx, al massimo si astiene o vota m5s, quindi, dopo 5 anni di frocetta, penso ci saranno miliardi di liste civiche con i vecchi partiti camuffati e vinceranno i 5s. A quel punto renzi non potrà dire che il voto non conta a livello nazionale e quindi a dicembre si dimetterà. nel frattempo il problema migranti sarà diventato colossale e lui ne è il responsabile, ad amatrice vedranno che non si è ancora mosso un sasso, che a gennaio l’iva sarà del 25, che le scuole sono sempre nelle medesime condizioni, che il probelma bancario vedrà altri disastri (tutta roba che lui aveva già teoricamente risolto). In pratica si tratta dell’effetto argine dell’arno a firenze. dopo alcuni anni che se ne è andato, è crollato. Solo che il tutto è moltiplicato per un milione come gravità, essendo passato da sindaco a presidente del consiglio. Ha cercato di fregarci in tutti i modi. ove era richiesto il consenso del popolo, gli è stato negato, ma dove non era richiesto ci ha inculato alla grande.
    Ora vediamo le cose da fuori:
    1) i tg e giornali raccontano balle a nastro
    2) monti fa crollare la domanda interna e pone le premesse per il crollo bancario
    3) renzi finge di salvare le banche e indebolisce il tessuto sociale iniettando decine di migliaia di “risorse”

    Ora se fossimo in guerra, la prima cosa che farebbe il nemico è sabotare le comunicazioni. La seconda bombardare le fabbriche. La terza è sbarcare in massa o invadere il territorio nemico.

    Tutto questo avviene tramite terzi. in altre parole, ci stanno combattendo tramite terze parti. Inconvenzionalmente, non stanno tagliando le forniture esterne, perchè è il nemico che c’è le da e noi lo sappiamo. In cambio, noi dovremmo lavorare per il nemico. se non ci va, il nemico ci ha fornito le “risorse” che dovranno farlo per noi. O troviamo il modo di sfruttarle o loro ci sostituiranno, perchè entreremo in conflitto diretto con questi arrivati.
    La soluzione italiana, come al solito geniale, non è nello sfruttare le nuove risorse che ci hanno fatto arrivare, ma nel lavorare noi per loro. Siamo o non siamo un popolo fuori dal comune? Cioè li sfruttiamo per quanto è possibile, poi ci indebitiamo noi per loro.
    Cosa succedereà in seguito? semplice: quando il nemico avrà completato la fase di invasione da parte di ignare africani, il nemico arriverà qui a prendere possesso del suo nuovo territorio. E come lo farà? semplicemente facendo capire alle terze parti, da che parte schierarsi e fornendo loro i mezzi da combattimento. In altre parole, pianteranno fabbriche qui, che daranno lavoro principalmente ai nuovi arrivati, che saranno felicissimi di parteggiare per il nemico.
    Volete un esempio? Date un’occhiata chi vi porta a casa i pacchi di amazon, quanti sono gli italiani? Fornitura esterna che fa lavorare stranieri. Proviamo ad andare a vedere nelle grosse industrie quanti sono? Proviamo ad andare nelle piccole industrie? dove si lavorano le lamiere, nelle catene di fast food, grande distribuzione? la sostituzione è in atto da anni. al nemico non interessa il nostro territorio se non per il fatto che sta vicino al suo ed è ottimo per produrre. L’importante che lo faccia a basso costo e senza lamentarsi, le competenze generali, eventualmente, ce le mette il nemico.

    • Ronf Ronf

      Semplicemente il PD vuole impedire ai futuri governi non-PD di governare…

      • andrea pippo

        semplicemente ne abbiamo le balle piene dei trucchi da guitto di renzi.

        • Denisio

          Del Renzismo e del Berlusconismo piegato alla dittatura Europea soprattutto. Merde tutte uguali che vivono di slogan e di tradimenti. Confinarli senza processo nelle ex carceri di pantelleria a pane e acqua sin die sarebbe poco per quello che hanno fatto ste merde.

          • silvia

            Sei troppo buono: io li farei vivere da precari a 500 euro al mese tutta la vita, con vicini di appartamento nigeriani

    • Andrew

      Applausi.
      In linguaggio giudiziario si chiamerebbe anche “circonvenzione di incapaci”….

    • killerclown

      sceneggiatura suggestiva, ma come al solito si casca sempre sul ghiaino:
      in tedeskia, ovvero il nemico, il 20% della popolazione è già composto da “negri”(non tedeschi etnici, per intenderci), molto, ma molto di più che in italia…

      siccome la società del nemico è efficiente, se ne deduce che il nemico voglia farci il favore di trasformare la nostra società in una società efficiente…dunque è nostro amico.

  • Firmato Winston Diaz

    Per quanto riguarda la mia personale esperienza, Renzi e’ stato votato, fra quelli che conosco, da chi facendo parte della “chiesa di sinistra” (una delle due che funestano l’Italia, con buona pace dei clerico-fascisti che rappresentano buona parte della frequentazione di questo gruppo) non avrebbe mai potuto votare il berlusconi del ’94 sebbene fosse del tutto d’accordo con le premesse, e promesse, di “rivoluzione liberale”. Se l’avesse votato avrebbe perso tutti gli amici, e la moglie avrebbe chiesto il divorzio (stile testimoni di geova).
    Il suddetto “elettore tipo”, dopo aver contribuito a massacrare, affossare e neutralizzare l’originale, poi ha votato la brutta copia del berlusca con 20 anni di ritardo, quando ormai era troppo tardi, patetico, ed inutile.

    • giuseppe

      Vota Antonio…vota Antonio…

    • Friendly Cynic

      Moglie ed amici non cosa sanno vota nella cabina elettorale: é solo li dentro.

  • Enrico Di Bartolomei

    Renzi è solo un venditore di fumo,che ha sbagliato ogni cosa.

    • Mario Rossi

      Ma ha trovato un popolo composto al 25% di beoti disposti a votarlo… ed un altro 20% che ha votato i grullini…

  • mau

    Non credo al 30% del M5S che secondo me è in flessione, altrimenti alle amministrative avrebbe certamente racimolato qualcosa di più. I grillini sono il nuovo PD è un vaso comunicante per elettori col cervello in confusione. Comunque non c’è niente da fare, l’italia è spacciata, ci sono in giro troppi idioti.

  • Massimo

    succederanno tante cose prima del voto di primavera
    cose che sicuramente faranno perdere ulteriori voti al pd.

    anche oggi padoan, tramite giornali, ci comunica che la crisi e’ sparita
    cosa volete di piu’???

  • Friendly Cynic

    Siamo ne 2017, 100 anni dopo Caporetto.

    La società italiana sta scivolando verso povertà ed anarchia come 100 anni fa.

    Le istituzioni democratiche sono screditate ed impotenti come 100 anni fa.

    Gli italiani sono stati traditi dai presunti alleati come 100 anni fa.

    Nel 2018, 100 anni dopo il ribaltamento di Caporetto, ci saranno elezioni che potrebbero ribaltare gli ultimi anni di disastrosa politica italiana ma con attori principali già visti e poco capaci.

    Draghi che ha comprato il debito italiano fino adesso, lascerà il suo posto nel 2019, 100 anni dopo l’inizio di un biennio di caos, povertà e disordine in Italia.

    Tra cinque anni sarà il 2022.

    Il Centenario.

    • marcoferro

      il centenario di cosa ? nel 22′ nacque mio nonno se può interessare…

      • valentino

        Marcia su Roma

    • silvia

      A 100 anni dalla rivoluzione d’Ottobre, la Russia e’ il peggior nemico del globalismo sionista, che pure fino a 20 anni fa credeva di averla ingoiata… A 100 anni dalla fine dell’impero Austro-Ungarico, l’Ungheria ha ripreso il ruolo che veniva svolto dal Sacro Romano Impero. A 100 anni da Fatima, la parabola discendente della Chiesa sembra aver raggiunto il punto piu’ basso… ma bisogna aspettare finche’ Bergoglio non provera’ a negare ufficialmente la Presenza Reale nell’Eucarestia…solo allora arrivera’ la Svolta decisiva. E chissa’ che il centenario del 22 arrivi in anticipo

    • FP

      Piano coi i paragoni… Gli italiani del 2022 non sono neanche lontanamente parenti degli Italiani del 1922… Non siamo mai stati un.popolo ma ora abbiamo perso anche l nostra identità nazionale

      • Friendly Cynic

        Lo so ma trovo solo divertente come la storia sembra ripetersi quasi allo stesso modo a distanza di un secolo esatto.

        • FP

          Si ma quel mucchio di smidollati che va in giro con.i.calzoni dell.adidas adesso non.porterebbero nemmeno pulire il.CULO a chi ha fatto la prima guerra mondiale…

    • Epiphanius

      Piano Piano coi paragoni…non avevamo presenze estere sul nostro suolo, trattati e accordi segreti, alleanze internazionali e UE che supervisiona e dirige, scegliendo (insieme ad altri) i nostri vertici.
      E’ più verosimile che i marziani atterrino stasera per cambiare le cose.Ma temo dovremo accontentarci dei nigeriani, gambiani e somali.

      • Friendly Cynic

        Beh, quando un paese finisce nel caos economico e sociale i vincoli esteri non bastano a frenare eventuali rivolgimenti politici.

  • Albert Nextein

    Renzi continuerà a fare danni, perché la gente ha bisogno di illusioni.
    Tutti i politici continueranno a fare danni.

    • FP

      Renzi è l oppio dei popoli… (semicit.)

      • luis

        Di un popolo

        • FP

          Giusto correggo

  • silvia

    E intanto, nel messinese e a Civitavecchia si fanno le prove di guerra civile

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/citt-rivolta-barricate-sui-migranti-1420753.html

    • paolinks

      E arrivera’ Karaboue che ripetera’ a pappagallo: “eh ma sono solo 50”.

      E poi ne arriveranno altri 100, 200, e cosi’ via…

      Speriamo solo che il recente fatto di cronaca spinga gli italiani ad una maggiore presa di coscienza http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sassari-capotreno-aggredita-violenze-gruppo-nigeriani-1420707.html

      • Epiphanius

        Tranquillo li hanno identificati.
        Ma stasera dormiranno sereni nel loro letto. Poi li espelleranno (consegna di un foglio) e forse tenteranno un rimpatrio..Nel caso peggiore li avremo ancora in giro per anni.

        Nel frattempo, mentre le 4 risorse dormono in pace, decine e decine di controllori dei treni, vera categoria sacrificata ogni giorno, dormiranno preoccupati per il turno di stanotte o domani, nell’attesa di morsi, avances, sputi, manate in faccia, collutazioni e via dicendo.

        • silvia

          Ma tu credi a ste favole del rimpatrio? Suvvia! E’ ovvio che col foglio ci si puliscono il sedere 😉

          • Epiphanius

            È come quando han bloccato gli sbarchi per il G7. Questi qua potrebbero riuscire a rimpatriarli, visto il caso mediatico-istituzionale (poteva finire molto peggio) ed il fatto che forse la Nigeria ha più rapporti con noi di molti altri.Però c è un presupposto: serve una condanna penale che impiegherà molto a giungere..verranno in continente a far danni nel frattempo.

      • silvia

        Gli Italiani dovranno fare i conti con l’invasione e piu’ tardi li faranno, piu’ doloroso sara’, l’unica nota positiva e che Francia e Germania saranno messe peggio di noi …

    • Epiphanius

      Il TG2 ha fatto un servizio degno di GOEBBELS sul comune messinese e sui 34 sindaci che protestano…a un certo punto “ma non tutti sono contrari all’arrivo dei migranti..”. Lo spettatore attende di conoscere gli abitanti farevoli agli africani…
      Segue intervista..al parroco! Il quale osserva, con profonda saggezza e originalità, che gran parte delle case del paese sono state costruite da immigrati.
      Non si capisce dove volesse arrivare, ma in ogni caso è valso a spegnere la portata reale della notizia.
      E a screditare, nuovamente, la Chiesa.

      • silvia

        La chiesa non e’ piu’ la Chiesa da tanto tempo Comunque non ti preoccupare, al TG2 non ci crede manco Topo Gigio, anzi, il tono stile Goebbels fara’ incazzare ancora di piu’ gli Italiani

  • FP

    In Italia per vincere le.elezioni basta:
    1 Fondare un.partito
    2 Stare il più zitti possibile. La campagna elettorale te la fanno gli altri…
    Infatti come Grillo , Raggi o Dibba aprono bocca il loro consenso scende.
    Ho detto tutto.

  • biafra66

    Interessanteeeeee?
    È commovente che tu possa illuderti che possa essere minimamente interessante ciò che la politica cialtronesca propone ai suoi sudditi.
    Troveranno, gli elettori illuminati, l’ennesimo cretino ciarlatano da “parcheggiare” a Palazzo Chigi.
    Di questo vi è indubbia certezza. …e con i cretini di strada ne fai poca… e poco interessante.
    È l’Ita-glia bellezza….”e tu non puoi farci nulla” (cit.)

  • lupodeicieli

    Chiunque verrà nominato o incaricato di fare il Presidente del Consiglio, o meglio il di lui ministro dell’Economia, dirà che i conti vanno male e aumenterà iva e tasse varie, taglierà di qua e di là i servizi che una volta erano ritenuti essenziali e gratuiti o quasi, senza dimenticare qualche blocco a incentivi, sgravi, bonus. E sarà detto che è per il bene dell’Italia, o per restare in Europa, per non essere sanzionati: cioè chiunque verrà non dirà e non farà il bene degli italiani, ma quello dell’Italia. Le persone non esistono, chi andrà non si preoccuperà ,se non di striscio, di chi sta male ma vorrebbe stare meglio e mangiare a casa propria e non stare in fila alla mensa del povero. Vorrebbe poter svolgere un lavoro, affrancarsi da una realtà negativa e che ti imbruttisce e ti consuma,ma il mondo italiano dell’assistenza e degli aiuti, lavora soltanto per tenere le persone bisognose in stato di bisogno. Dopo anni di povertà e disagio, potresti mai possedere i requisiti o la credibilità per un prestito , per un fido? Chi cavolo ti affitterebbe un’appartamento o un locale commerciale ?(gliela dai tu, stato o caritas o associazione dei miei stivali, la fideiussione bancaria?) Avrei fatto, giusto per non dire che non parlo di migranti , ad accettare l’invito di chi mi chiese se potessi ospitare o creare la struttura per “i giovani non accompagnati”: Forse sono stato un coglione, almeno sarei da un anno a lavoro e non so, forse avrei anche guadagnato.

    • nemo_propheta_in_patria

      Magari avessero fatto almeno il bene dell’Italia…

  • 24% o 30% o 15% non cambia nulla. Le stesse persone uscite dalle solite scuole pubbliche (che creano non uomini dal pensiero critico ma impiegati nell’anima) possono spostare voti verso questo o quel partito che cmq porteranno l Italia al default. Perché la dirigenza italiana è ignorante e chiusa.
    La crisi in Italia è culturale, di pensiero e di assenza di un humus umano razionale. Quindi che il sig. Rossi oggi voti pd, domani movimento 5stelle e dopodomani FI non cambia nulla. Basta vedere la parabola italiana dal 1992. I politici e confindustria e i sindacati non capiscono un cazzo di quello che sta succendendo.

    La soluzione, mi spiace dirlo, e convengo con FunnyKing dopo 3 anni di tentativi vani di credere nell’azione di rinascita del “popolo”, è individuale e da condividere e perfezionare con poche persone.

    • Epiphanius

      In Francia esiste una cosa retta da un Generale che si chiama ECOLE DE GUERRE ECONOMIQUE. Sono pesantemente infiltrati e attaccati anche loro, ma sono MIGLIORi di noi, specie per strategia.

  • Stemby

    Una cosa è (quasi) certa: io non voterò nessuna delle 5 declinazioni di socialismo proposte dal risultato del sondaggio. Il mio voto andrà perso anche a questo giro? Pazienza, ci ho fatto l’abitudine. Se non altro non mi sento responsabile del disastro totale in cui ci troviamo.

    • Andrew

      Al medesimo livello dei 5 stelle, i quali astenendosi dalla votazione sullo ius soli permettono il via libera alla legge e che le arrivino (o è un espatriato anche lei?) sotto casa.
      Il suo astensionismo decide, al pari del voto.
      Scelga lei se spingere il tasto o farsi impugnare il ditino dal vicino di banco che saprà sicuramente dove farglielo premere.

      • Carlo Robotti

        coerenti con l’essere una gamba del tavolo finaziario-massonico-globalista-apolide.

      • Stemby

        Io non mi astengo. Voto. E se la maggioranza vota diversamente da me, di certo non è colpa mia.

      • Epiphanius

        Infatti quando è stata modificata la Bossi-Fini furono tra quelli che complicemente favorirono il disegno mondialista. Mai dimenticare. MAI. Sono troppo ambigui, falsi e ondivaghi.

    • Ronf Ronf

      E fu così che tu, stando a casa, hai consentito a PD e FI di governare (insieme ai futuri fuoriusciti del M5S) perchè la Meloni a causa tua è rimasta sotto la soglia! E se neanche Crosetto di Fratelli d’Italia ti va bene, allora vai a quel paese e vacci sul serio: perdonami, ma il vaffa me lo hai tirato fuori tu!

      • Stemby

        Io voto sempre (ho forse saltato solo un referendum, in tutta la mia vita).

        • Ronf Ronf

          E fu così che Berlusconi festeggiò! Grazie a quelli come te che ostacolano la Meloni (e il suo co-fondatore, il liberale Crosetto) infatti sai cosa è successo alle Europee 2014? Che i Fratelli d’Italia hanno fallito l’ingresso in UE quindi FI ha conservato il seggio di Barbara Matera (ex attricetta di Carabinieri 7) e questo vuol dire che, a causa dell’immunità parlamentare, la Boccasini non ha potuto rinchiuderla a San Vittore in carcerazione preventiva apposta per farle confessare perchè Silvio nel 2011 le diede 90 mila Euro come bonifico, proprio mentre lei doveva testimoniare nel Processo Ruby. Bisognava dare il voto alla Meloni per far scattare il seggio che (siccome il totale dei seggi è fisso) avrebbe impedito a FI di far rieleggere Barbara Matera: se neanche la mia analisi ti convince, allora vuol dire che sei TU il miglior amico di Silvio e dello statalismo (il liberale Crosetto – che tu dovresti sostenere visto che tu dici di essere un liberale… o no? – ha fallito la carriera a causa del mancato superamento della soglia) perchè nella vita bisogna saper essere flessibili e bisogna saper fare i compromessi, cioè la politica del “un passo alla volta” ma voi siete abituati al “o si fa tutto e subito come dico io oppure nulla” 🙁

          • Stemby

            Crosetto diventa invotabile facendo parte di quel partito. Punto. Come sarebbe invotabile se fosse esponente di PD, FI o Lega.

            Dei voti di Berlusconi si prenda la responsabilità chi quei voti li ha dati. Il “voto utile” è una puttanata che non voglio più sentire finché campo.

          • Ronf Ronf

            Berlusconi ride di te. Berlusconi voleva eliminare Crosetto e ci è riuscito grazie al tuo aiuto. Berlusconi ride di te. Pensaci prima di scrivere cavolate… ah, ecco: tu sei il solito grillino talebano che fa i discorsi del “tutti a casa”. Peccato che grazie a Berlusconi sono andati a casa gli ex MSI-AN come l’ex deputato Tommaso Foti di Piacenza (che non aveva votato la fiducia a Monti) perchè voi nel voto politico del 2013 non avete votato per Fratelli d’Italia, quindi i leccaculo di Monti sono stati tutti rieletti nelle liste del PDL oggi FI e quindi io ti chiedo una cosa: Foti ha fatto bene o ha fatto male a non votare la fiducia a Monti? Seguendo il tuo ragionamento, Foti che NON ha votato la fiducia a Monti è uguale all’allora senatore Pisanu che l’ha votato SI a Monti con un entusiasmo degno della gioventù hitleriana durante i comizi di Hitler… continua a fare sia il talebano che l’insoddisfatto e poi scoprirai che il PD vince grazie a quelli come te che si astengono danneggiando le destre: Silvio prospera grazie a quelli come te. Non dirmi che sei un nostalgico di Giannino… il suo liberismo era finto: non conosci i retroscena?

          • Stemby

            Il socialismo fascistoide sempre socialismo è. Con l’aggravante del tricolore. Per quanto mi riguarda, invotabile. Non c’è altro da aggiungere.

            Si può rimproverare a Grillo di tutto, ma non si può dire che la politica del “nessun compromesso” non abbia fruttato: dal “si faccia il suo partito” di Fassino è arrivato ad essere primo partito. Direi che in questo gran parte dei politici (in particolare di stampo liberale) ha solo da imparare.

          • Ronf Ronf

            Primo partito? Dove? Nei sondaggi che Arcore manipola? Quel 30% per il M5S non sondaggi non ha alcun riscontro: voi altri vi state convincendo di una cosa che non esiste. Voi state di nuovo facendo l’errore che avete fatto poco prima delle Europee: io mi voglio confessare con te. Pure io ci avevo creduto al “M5S testa a testa con Renzi” (pur non dando il voto al M5S perchè non mi sono piaciute certe cose accadute al Meet Up locale: persino la Quagliarioli, candidata nel 2012 a Sindaco di Piacenza per il M5S a cui il sottoscritto aveva dato il voto, ha detto – poche settimane fa – che il Meet Up ha fatto casino tutto il tempo contro di lei: ora, ti pare normale questa cosa? Io non so chi ha ragione tra lei e il Meet Up, ma ti assicuro che questa cosa ha distrutto la credibilità del M5S piacentino e non parliamo dei casini accaduti a Parma) e ti assicuro che mi ha fatto malissimo scoprire dopo il voto che tutti i sondaggi erano taroccati. Il piano di Mediaset era quello di dare a Renzi i voti dei centristi e l’unico modo era spaventare i centristi dicendogli “Grillo sta per vincere”. Mi dispiace caro…

      • iuter andrea

        il problema è che anche votare “il meno peggio” sono tutti m3rda, perchè: -se voti m5s questo non vuole governare e andando volutamente in opposizione manda gli alti al governo (come è successo in questa legislatura), e se arrivasse al punto in cui è obbligato altrimenti diventa palese il non governare resta un partito di ignoranti che appunto vanno avanti facendo omissioni, disinformazione, vere e proprie bugie.
        -se voti lega è quasi uguale al m5s. nel caso questi due si coalizzassero per governare conviene espatriare subito.
        -se voti pd è la solita m3rda
        -se voti forza italia è come il pd ma fanno ancora più leggi ad personam.

        se le uniche scelte son queste quando ci sarà da votare, anche io sarei più per l’astensione (non che cambi qualcosa ma forse se arrivasse a più del 50%…) oppure faccio voto disgiunto cioè voterò un partito in camera e uno opposto in senato sperando che si crei la stessa situazione successa in spagna.

        • paolinks

          Occhio che la logica del “non vado a votare il meno peggio” e’ la stessa logica delle risorse che “scappano” dai loro Paesi e dai loro governanti. Risorse che mi pare in questo forum un po’ tutti disprezzano, proprio per la loro predisposizione alla fuga facile.

        • Epiphanius

          Astenersi? L’errore peggiore degli italiani. L’astensione del voto equivale ad astensione dall’esercizio delle facoltà mentali. Quelli che si disinteressano e non partecipano meritano quello che vediamo, al pari di quelli che votano il PD.

          • iuter andrea

            si ok, quindi tu cosa voteresti tra quei 4?
            tutti in un modo o nell’altro portano al fallimento italiano con default, tra loro cambia solo la velocità di declino.

          • Ronf Ronf

            Esistono altri partiti, precisamente Fratelli d’Italia-AN della Meloni (ma prevedo che già sentirò la cantilena del “non è abbastanza a destra, non è abbastanza liberale” e quindi ti racconto una cosa: i liberali di Crosetto stavano in quel partito, ma voi altri NON avete dato il voto a Fratelli d’Italia alle Europee 2014 quando si poteva far eleggere Crosetto – 1 eurodeputato sui 3 che il partito in caso di superamento dello sbarramento avrebbe ottenuto – ma voi tutti cosa avete fatto? La solita cantilena. Per fortuna adesso Crosetto sta lavorando dietro le quinte per convincere Mediaset a puntare sulla destra, ma prevedo che voi altri farete la cantilena). Ma cosa avete ottenuto voi altri non votando per la Meloni? FI ha conservato il seggio di Barbara Matera (ex attricetta di Carabinieri 7) e questo vuol dire che, a causa dell’immunità parlamentare, la Boccasini non ha potuto rinchiuderla a San Vittore in carcerazione preventiva apposta per farle confessare perchè Silvio nel 2011 le diede 90 mila Euro come bonifico, proprio mentre lei doveva testimoniare nel Processo Ruby. Bisognava dare il voto alla Meloni per far scattare il seggio che (siccome il totale dei seggi è fisso) avrebbe impedito a FI di far rieleggere Barbara Matera. Il voto va usato in modo tattico e quindi bisogna far fuori FI il prima possibile (e quindi l’unico modo è quello di colpire i simboli del berlusconismo)

          • Epiphanius

            Amico mio…quei 4 nessuno…Forse giusto uno.Rivolgi lo sguardo altrove..A chi mantiene la testa alta. ALCUNI ITALIANI NON SI ARRENDONO.

          • Epiphanius

            Vota quelli che combattono per la Tradizione.Non è difficile.

          • Epiphanius

            Cerca la Tradizione..capirai.

        • Pieretto

          “se voti lega è quasi uguale al m5s”
          Non proprio.

          • iuter andrea

            cambia qualche sfaccettatura ma anche la lega, in 20 anni e quando faceva parte del governo, non ha mai fatto i punti principali del suo programma a partire dal federalismo fiscale. anzi a livello europeo ha fatto anche peggio perchè ha firmato il trattato di dublino che blocca gli immigranti in italia.

          • Stemby

            Lega, il partito ITALIANO più antico tra quelli esistenti. Nasce indipendentista (a modo suo, inventandosi una patria senza storia né radici comuni), si trasforma in federalista (senza ottenere anche stavolta alcun risultato), e infine si ricicla in versione salviniana tricolorita. L’unico filo comune è il linguaggio da bar con cui sono soliti comunicare.

            Bilancio: ogni movimento indipendentista è azzoppato da decenni; ma intere generazioni di politicanti hanno potuto vivere a sbaffo dei contribuenti.

          • Ronf Ronf

            Falso (e te lo dice un emiliano di destra che MAI ha votato Lega); Calderoli aveva ottenuto nel dicembre 2005 il federalismo con la riforma Costituzionale, ma nel giugno 2006 il referendum ha visto il NO vincere con il 60% (Renzi era nel comitato giovanile del NO creato dalla Margherita di Rutelli). Il trattato di Dublino risale alla gestione di Beppe Pisanu (ex DC-FI-PDL-FLI-Scelta Civica), non di Maroni che nel 2003 era Ministro del Welfare: ma stranamente tu difendi il berlusconismo sabotando le destre che cercano di far nascere un’alternativa (ti ricordo che Silvio possiede le televisioni e quindi è in grado – vedi cosa nel 2010 è successo a Fini che se l’è andata a cercare tradendo la destra – di distruggere chiunque con un solo cenno). Dublino inoltre è una cosa ben diversa dalla tua storiella: infatti Dublino dice che “chi non ha i requisiti per fare il rifugiato deve essere IMMEDIATAMENTE rispedito a casa sua” e stranamente questo tu non lo dici (e quindi tu favorisci il PD). Mi pare una cosa ragionevole espellere chi non ha diritto… oppure li vuoi lasciare in Italia e (peggio ancora) in giro per l’Europa?!?

          • iuter andrea

            [ma nel giugno 2006 il referendum]

            nel 2006 non c’è stato nessun referendum. in before di “ho sbagliato data” non c’è mai stato un referendum per il federalismo.

            [Il trattato di Dublino risale alla gestione di Beppe Pisanu]
            è stato firmato ANCHE dagli europarlamentari della lega.
            un partito che dice una cosa a livello nazionale ma a livello europeo dice e fà tutto l’opposto.

            [ma stranamente tu difendi il berlusconismo]
            non ho mai difeso nessun tipo di personalismo, anzi l’ho sempre criticato. ecco perchè il m5s attuale mi fà schifo e ogni volta che cercod i discutere con un grullini finisce semrpe che non sapendo argomentare parte col solito benaltrismo/insulti vari ecc.

            [Dublino dice che “chi non ha i requisiti per fare il rifugiato deve essere IMMEDIATAMENTE rispedito a casa sua”]
            principalmnete dice che qualsiasi immigrato che mette piede nel primo paese europeo ci deve restare, e questo vale anche se ha il eprmesso di soggiorno non può andare a vivere in altre nazioni.

            riguardo rimpatri e respingimenti non c’è nessun trattato internazionale che ce lo impedisce. ripeto: TUTTI i partiti italiani non vogliono realmente farli.

          • Ronf Ronf

            21 giugno 2016, Referendum Costituzionale sulla Devolution. Me lo sono inventato io? Gli eurodeputati leghisti votarono contro (e i trattati di quel tipo sono accordi tra i governi… e quindi tu non sai manco le basi del diritto europeo: ora capisco come fa Berlusconi a raccogliere voti…) e quindi ti chiedo di tirar fuori il link dei voti al parlamento UE. Ma dimmi te se devo difendere io i leghisti… poi, tu accusi me di dire balle? Non sai neanche che ci fu il voto sulla Devolution e poi tu vuoi insegnare a me la storia della politica? Mi sa che tu sei il classico italiano che non sa nulla, ma che parla ad cazzum apposta per farsi notare! E il Trattato di Dublino dice una cosa ovvia: il clandestino deve restare nel posto dove sbarca per un motivo semplice. Bisogna identificarlo e quindi espellerlo: se il clandestino potesse girare per l’Europa, poi come fai a fare la sua identificazione? Il problema non è il Trattato di Dublino, il guaio è che l’Italia non espelle nessuno! Persino l’ex governo Berlusconi faceva le espulsioni grazie all’accordo con Gheddafi che il PD di Bersani ha sempre avversato in tutte le piazze italiane

          • iuter andrea

            cosa centra il referendum per modificare le camere col referendum sul federalismo?

          • Ronf Ronf

            Quel referendum conteneva la riforma del Titolo V e infatti sia la Margherita che il PDS-DS dicevano che “non si può fare la mega riforma costituzionale mettendo insieme il Titolo V, la riforma del Senato e il premierato”. Cazzarola, neanche vai a controllare ne sul sito della Camera ne su Wikipedia… e fai tu la predica a me: davvero non ti ricordi del referendum e di cosa conteneva? Nel 2005 a dicembre ci fu l’approvazione finale del federalismo dopo 4 anni di iter parlamentare, quindi il 21 giugno 2006 c’è stato il referendum costituzionale (Renzi era nel comitato del NO e poi 10 anni dopo ha cercato di attirare i voti del centrodestra… eh, no mio caro: prima ci insulti e poi ci corteggi? Ma vai a quel paese: il comportamento di Renzi nel 2006 spiega l’odio che si è attirato 1 decennio dopo). Poi nel 2008-2011 Calderoli decise di fare NON la riforma costituzionale, ma i decreti sul federalismo fiscale: Fini ovviamente ha sabotato tutto per prostituirsi alla sinistra e all’UE, quindi mi pare evidente che la colpa non è di Calderoli. Ma se tu non studi la Storia, non so cosa fare e non so cosa dirti: ciao caro

          • Stemby

            A quel referendum votai sì. Ma il fatto che non sia passato è un fallimento pieno della Lega. Proporre un quesito del genere agli abitanti di Cialtronia o è stata un’ingenuità imperdonabile, o totale imbecillità politica (e forse non solo politica).
            Ce ne si faccia una ragione: in un terzo di secolo hanno ottenuto zero tondo, se non un gran magna magna (intere generazioni di politicanti vissute e prosperate a spese del contribuente) e l’annientamento dei movimenti realmente indipendentisti.
            In un’azienda privata risultato simili porterebbero al licenziamento. Ma in 5 anni, non in 30.

          • Ronf Ronf

            Le ricordo che la Costituzione della Repubblica dice che è OBBLIGATORIO fare il referendum se non si ottiene dal Parlamento i 2/3 di SI, quindi tu che cosa avresti fatto? Visto che l’Ulivo faceva ostruzionismo totale, solo per via referendaria si poteva agire… casomai è stata Mediaset a far fallire tutto: se Mediaset avesse sostenuto Calderoli, allora il SI avrebbe vinto facilmente e comunque chiedere l’indipendenza significherebbe uscire dalla sfera USA di geopolitica per finire in quella tedesca; le ricordo che il Veneto era per il governo degli Asburgo d’Austria semplicemente una terra da sfruttare: voi volete l’indipendenza da Roma per finire sotto la sfera geopolitica tedesca uscendo da quella USA? Oddio, in questo modo voi fate persino un favore al Sud Italia che quindi sarebbe beneficiato dagli inevitabili aiuti USA (con l’indipendenza del Nord ci sarebbe il tracollo del Sud che però gli USA non possono permettersi perchè lì ci sono i tralicci di Telecom Italia che gli USA utilizzano per le comunicazioni loro e della NATO per le operazioni nel Sud Europea e nel Mar Meditterraneo, per non parlare poi delle basi militari e di tutto il resto… e il Nord quindi farebbe una brutta fine fuori dalla sfera USA)

          • Stemby

            Sì, io avrei puntato senza indugio all’indipendenza del Veneto. E sì, sono anch’io convinto che il sud ne trarrebbe enorme beneficio.

          • Ronf Ronf

            Ok, ma sappi che il Veneto indipendente è costituzionalmente impossibile sia per quanto riguarda il diritto costituzionale italiano sia per le normative UE, quindi per avere l’indipendenza resta solo l’ONU ma dubito che l’ONU (in cui gli USA sono uno dei membri predominanti) ve la concederà. E pure se la otterreste… beh, la vedo male: ci vorrebbe la demolizione dello Stato tedesco per essere certi che il Veneto non finisca nella sfera geopolitica del governo tedesco. Ergo, ci vorrebbe il Piano Morgenthau contro la Germania

          • Stemby

            La costituzione italiana la si deve ignorare, essendo in gioco un diritto ante-costituzionale. Le normative UE possono entrarci unicamente in riferimento alla permanenza di un Veneto indipendente come stato membro (“allargamento interno”, questione dibattuta e opinabile): vedremo a breve (credo e spero) il precedente catalano.
            Riguardo allo scacchiere internazionale, auspico un’impostazione elvetica: neutralità assoluta e non interventismo.
            Se governato seriamente, il Veneto ha tutte le carte in regola per tornate ad essere una piccola potenza mondiale. Certo, rimediare a 150 anni di italianate non sarà facile.
            Per la cronaca, non sono veneto, anche se mi attiverei quasi di sicuro per ottenere la cittadinanza marciana.

          • Ronf Ronf

            Cittadinanza marciana? Cosa sarebbe? Io sono emiliano ad un passo dal Po (confino con la Lombardia e, andando verso l’Appennino, con la Liguria) e ti dico una cosa: chiedere l’indipendenza del Veneto da Roma (cioè dagli USA per interposta persona) per restare in UE e nell’Eurozona (non penserai che ti consentiranno di restare in UE uscendo dall’Euro, vero caro?!?) vuole dire farsi solo del male: per farti capire, sarebbe come tornare al Veneto che era sottomesso dagli Asburgo; le fantasie da te descritte sono soltanto fantasie e quindi ti dico una cosa: facciamo prima a sognare un’Italia gollista con la sua force de frappe in stile francese… ecco, questa è un’altra bella fantasia: insomma, tornando alla realtà, il caso Catalogna finirà male per voi altri e il motivo è facile da capire. Il governo spagnolo mai rinuncerà a usare il veto, quindi persino gli scozzesi lo dicono e loro se ne intendono di indipendenza e comunque il Veneto indipendente o si unisce alla Svizzera (e allora non è indipendente) oppure si sottomette ad un padrone regionale (meglio gli USA che però a quel punto ti diranno “resta nell’Italia e facciamo prima: i tedeschi nel 1996-1998 volevano l’indipendenza della Padania perchè…)

          • Stemby

            Marciano = “di S. Marco”. Ma chi lo ha detto che si debba subire le ingerenze straniere? Perfino S. Marino, Andorra o Monaco si fanno i cavolacci loro. Lussemburgo, Svezia, Paesi Bassi, Belgio, Slovacchia, Ungheria, Austria, Cerchia, Finlandia, … avrebbero tutti un peso economico di gran lunga più marginale di un Veneto indipendente. L’importante è che le decisioni (stare o meno nell’UE, ad esempio) vengano prese dai cittadini, e poi rispettate (non come si fa qui in Cialtronia).

          • Ronf Ronf

            Certo… ci vai tu a spostare le basi NATO dal Veneto? Se le sposti, allora esci dalla sfera USA per finir dentro a quella tedesca: se non le sposti, resti nella sfera USA (e allora non puoi uscire dall’Italia) e quindi ti ricordo che i piccoli paesi da te citati sono paradisi fisciali (San Marino, Monaco, Andorra), quindi gli altri paesi o sono lontani dal Mediterraneo (e quindi non sono interessanti per gli USA) o sono in mezzo alla zona contesa tra l’ex sfera sovietica e la nuova sfera tedesca. Ti serve l’atomica, cosa che il Veneto non può avere, per non essere sottomesso agli altri: chiedilo a Gheddafi come è stato rinunciare, su consiglio dell’allora governo di Berlusconi, nel 2003 all’atomica. Poi c’è un’altro dettaglio che tu dimentichi: l’ISO 9362, meglio noto come codice SWIFT o codice BIC, è lo standard che definisce i bank identifier codes (codici d’identificazione bancaria) approvato dall’International Organization for Standardization (ISO); questi codici vengono utilizzati per i trasferimenti di denaro tra banche, specialmente nelle transazioni internazionali, per le quali è spesso ancora necessario nonostante l’entrata in vigore dell’IBAN. Papa Benedetto XVI si dimise perchè gli USA di Obama avevano bloccato lo SWIFT del Vaticano (questa misura di solito su usa solo contro gli Stati che fanno il terrorismo). Sicuro che il Veneto avrebbe accesso allo SWIFT? E ti ricordo che Berlusconi dovette rinunciare all’uscita dall’Euro perchè la nuova Lira non avrebbe mai avuto accesso allo SWIFT (senza di esso sei finito) e quindi pochi giorni dopo Monti divenne Premier.

          • Stemby

            Gli svizzeri sono succubi della Germania? No. Gli austriaci? Nemmeno. Gli sloveni? Neppure. Stessa cosa dovrebbe essere per il Veneto. Fuori dalla NATO, chiaramente, e pienamente sovrani.

            Sull’utilità dell’atomica mi trovi alquanto scettico: dubito che sloveni, lombardi, emiliani, romagnoli, svizzeri e austriaci possano tollerare l’idea di spargere radiazioni da quelle parti. Soldi sprecati.

          • Ronf Ronf

            Certo caro… davvero ti lasceranno fare il Veneto indipendente e pacifista esattamente come hanno lasciato a Gheddafi la sua Libia quando lui voleva fare l’indipendenza dal FMI con la moneta unica africana e il pacifista rinunciando all’atomica nel 2003 su consiglio di Berlusconi… De Gaulle fece il nucleare perchè aveva capito che senza di esso non si conta nulla: pensaci sopra mio caro… senza i cari armamenti atomici, infatti, la Francia sarebbe ridotta peggio dell’Italia come credibilità (vedi il bilancio dello Stato che in Francia MAI ha avuto un avanzo primario che invece l’Italia ha dal 1991 e ti faccio notare che NESSUNO osa andare contro la Francia proprio grazie alla force de frappe) e mi sa che tu sogni mio caro… Austria e Slovenia ruotano attorno alla sfera geopolitica della Germania: l’Italia invece è succube, notare la differenza. Gli svizzeri hanno l’oro che le famiglie delle elites dei tedeschi hanno spedito lì durante la seconda guerra mondiale (cioè, come credi che hanno fatto a ricostruire i loro patrimoni dopo la guerra? Ti ricordo che il III Reich era raso al suolo, vedi Dresda), il che spiega come mai la Svizzera è autonoma (anche se oggi il grado di autonomia è calato molto)

          • Friendly Cynic

            Ma stai scherzando? Gli USA avrebbero bloccato lo Swift all’Italia se usciva dall’Euro? Ad un paese con oltre 2000 miliardi di debito pubblico che lo rende l’equivalente di un potenziale buco nero finanziario, che ingoierebbe l’economia mondiale in caso di bancarotta? Ad un paese strategico della NATO (senza l’Italia non controlli il Mediterraneo) che ospita alcune delle loro basi piú importanti tra cui la loro Sesta Flotta ed il comando europeo della loro Marina, nonché una delle loro piú grandi basi aeree fuori dagli USA, Aviano? Il paese dove sono collocate oltre 100 delle testate nucleari statunitensi (Ghedi + Aviano)?

            É inoltre inesatto scrivere che senza lo swift un paese é finito: l’Iran ha vissuto per decenni senza ed é il paese piú industrializzato del Medioriente.

          • Ronf Ronf

            Beh, vallo a dire al proprietario di Mediaset (e quindi a tutti i soci di ABI e Confindustria) che l’Italia può fare come l’Iran: auguri… la minaccia dello SWIFT era ovviamente un bluff, però Berlusconi ha dovuto cedere perchè Obama gli garantì che Monti non avrebbe distrutto le sue aziende e che lui (il Berlusca) non sarebbe stato assassinato (fosse stato per Sarkozy e la Merkel, ti lascio indovinare la sorte di Silvio…) e soprattutto Obama garantì a Berlusconi che gli USA avrebbero ordinato a Monti di non chiamare il FMI (Sarkozy pensava che Monti avrebbe chiamato il FMI: alla Merkel interessava avere Monti come Premier, il resto a lei non interessava più di tanto perchè lei sapeva che di Monti lei si poteva fidare molto più di Sarkozy – che è rimasto fregato dalla manovra di Obama e di Silvio).

      • Peppino Prisco

        ah ah aha ah aha la meloni che ha votato tutte le porcate del nano quando era al governo? e tu vorresti farci votare sta gallina?

        • Ronf Ronf

          Quali porcate? Potresti fare l’elenco? Guarda che io conosco l’attività dei 4 governi (1994-95, 2001-05, 2005-06 e 2008-11) di Berlusconi, quindi mi sa che tu ti sbagli: la Meloni prima del 2006 non era mai stata parlamentare, poi nel 2008 diventa (su indicazione di AN) Ministro della Gioventù (che di fatto non conta un tubo: nello stesso governo Fitto, forte del suo consenso in Puglia dentro FI-PDL, diventa Ministro delle Attività Regionali che di fatto non conta un tubo. Fitto e Meloni sono Ministri senza portafoglio: sai cosa vuol dire? Ecco, se lo sai… spiegamelo: così posso valutare se lo sai o se tu parli solo per dare fiato alla lingua…) e nel 2011 termina il mandato perchè cade il governo: nella Direzione Nazionale del PDL convocata da Alfano per dare l’appoggio a Monti succede che LaRussa e la Meloni votano NO a Monti. Tommaso Foti, deputato piacentino, non vota la fiducia a Monti e a luglio 2012 dice alla Meloni che bisogna fare la scissione, ma LaRussa però dice di NO perchè lui ha un piano. Se passa la legge elettorale con le preferenze (all’inizio Bersani era a favore, ma poi disse di NO perchè in autunno ci fu il tentativo di scalata di Renzi al suo PD e quindi Bersani temeva che le preferenze potessero aiutare Renzi a scalare il PD) allora gli ex AN avrebbero ottenuto il controllo del PDL: Foti invece è per la scissione, ma la Meloni da retta a LaRussa, poi lei decide di correre alle primarie del PDL che poi Berlusconi ha annullato a inizio dicembre (Berlusconi temeva che Alfano, pro-Monti, perdesse contro la Meloni, anti-Monti) e quindi nasce Fratelli d’Italia con 6 mesi di ritardo.

  • silvia

    poveri illusi coloro che pensano di poter cambiare le cose col voto.
    Illusi anche quelli che pensano che ci faranno votare nel 2018.
    Non si tratta piu’ di politica, ma di selezione naturale

    • prof

      Non si può che affidarsi alla protezione dell’Arcangelo Gabriele …

      • Epiphanius

        E Michele, “terror de’demoni”..Una volta ho scoperto che a fine messa si recitava una preghiera per lui.
        “Defende nos in proelio”

        • prof

          Esatto: era una vera e propia preghiera di esorcismo che il Concilio Vaticano II ha semplicemente cancellato.

          • silvia

            Avevano paura non lasciasse entrare Bergoglio

          • prof

            hahaha … molto carina questa! Complimenti

        • silvia

          Io la recito ancora e funziona

  • prof

    Ci voleva giusto l’Onorevole Senatore Fiano a risvegliare negli italiani la mai sopita nostalgia della Buonanima: si è assicurato di diritto l’ingresso nella storia.
    Imperativa a questo punto la rilettura del più’ grande scrittore del ‘900 italiano, colpito dalla damnatio memoriae di un regime che a lui ha imposto nullità quali Calvino, Moravia e porcherie varie. Un uomo che sotto il Duce è persino finito in galera ma che ha saputo descrivere come nessun avrebbe potuto mai il vero carattere dell’italiano, quelle dimostratosi plasticamente nella fetida, vigliacca e schifosa mattanza del distributore di P.le Loreto. Curzio Malaparte

  • Storie Postali

    Se trovo qualcuno davvero a favore del libero mercato, delle libertà individuali (tutte!) e della riduzione del ruolo dello Stato in tutti gli aspetti della nostra vita, lo voto. Non voto più “meno peggio”!

    • paolinks

      Se non voti stai regalando voi alle teste di cazzo idiote che votano per il peggio del peggio. Occhio, il tuo voto, anche quello per il meno peggio, puo’ cambiare le cose.

    • prof

      Capisco perfettamente quanto lei scrive, dettato da una frustrazione che appartiene a tutti noi (mi permetto questa generalizzazione). Tenga però presente che il libero mercato è più’ un’astrazione che altro: una buona e saggia politica che sappia contemperare il pubblico (nei settori strategici che nessun privato potrebbe mai affrontare, dati gli alti investimenti che sarebbero necessari) e il privato sarebbe quanto mai utile ad uno scenario industriale come quello italiano. Nulla a che veder con il socialismo.

    • Minamoto no Yoritomo

      non voterai nessuno allora :(((((

  • GianAntonio

    Nessun partito, neanche il M5S potra’ salvare l’Italia e gli italiani dal progetto delle Elite mondiali denominato “operazione Ghiaccio Nove” (Ice 9).

    E a dirlo non sono io ma James Rickards.

    Ormai tutto è pronto. Le Elite lavorano al progetto da molto tempo e non permetteranno a nessuno di bloccarlo.

    https://www.youtube.com/watch?v=eRTTDimIzWU

    • Davide

      Otttimo

  • Lucio

    Forse Renzi, senza la famiglia Boschi, non sarebbe nemmeno mai esistito.

  • Filippo Candio

    mah , sono convinto che porteranno l’italia in una situazione tale che nessuno sano di mente vorrà andare al governo. Ci faremo governare da un direttorio europeo-americano direttamente…..

  • gianluca pointo

    berlusca non ha nessun bisogno di quella pulce

  • Peppino Prisco

    Ancora un legislazione targata partito unico e l’italia fallisce, poi il M5S governerà col 100% dei voti, come profetizzato da Grillo. Si accettano scommesse.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi