Siete 300, Siete l’Ultima Legione e alla Fine Perderete

Di FunnyKing , il - 229 commenti

Leonida e la sua piccola legione, dice la leggenda, si sono battuti da eroi. Tuttavia alla fine sono tutti morti.

Sono convinto che finirà allo stesso modo anche per coloro che si battono per mantenere una identità nazionale davanti al nascente Stato Europeo.

Vorrei premettere che non do alcun giudizio sulla questione, la mia opinione qui non conta nulla ( per la verità temo non conti nulla a prescindere 🙂 ) sto solo osservando da vicino un bello spaccato di giovani e giovanissimi europei.

Mi trovo a Malta, ieri sera mi sono fatto una birra , un Moijto e ottimo Rum caraibico con qualche vecchio amico tuttavia ho dovuto interrompere ad una certa ora perché in realtà il mio ruolo qui è quello di padre. Controllo che la prima esperienza all’estero ( in teoria per studiare inglese…. boh, vabbeh) dei miei pargoli vada liscia e dunque mi sono accomodato in un sobrio Hotel con un po’ di stelle nelle vicinanze il loro.

Nelle mie opprimenti scorribande paterne mi capita dunque di frequentare vari marmocchi e ragazzotti europei mischiati insieme (e molti russi, in fondo vi dico) alla fine un po’ origli, un po’ ci parli e soprattutto li osservi nell’insieme.

La mia diagnosi è la seguente:

  • A questi nuovi europei del loro Stato non gli frega un cazzo ( ai miei figli ancora di meno vista l’impostazione familiare) e per la verità neppure delle istituzioni europee.
  • Della politica gli frega ancora meno.
  • Quello che importa invece è potersi muovere, mischiare, viaggiare facilmente, a basso costo. Importa comunicare (si queste vacanze studio funzionano, non tanto per la grammatica ma per sciogliere le lingua straniera e assimilarla nelle zone giuste del cervello) e appunto mischiarsi.
  • E’ una generazione di apolidi occidentali di origine europea, non gli importa nulla della Patria ne quella nazionale ne quella eventuale Europea. Le leggi degli stati per loro sono vincoli intercambiabili da scegliere. Passare la frontiera è un diritto anzi la Frontiera è buffa archeologia da osservare (i miei hanno visto un doganiere, per la prima volta a Chiasso sul treno)

E dunque temo che le posizioni sovraniste abbiano solo una piccolissima finestra temporale  di opportunità, comunque molto difficile da cogliere.

Prendiamo il Brexit, è passato per un pelo grazie al voto dei vecchietti, i giovani inglesi, i pochi che hanno votato lo hanno fatto in massa per il remain. Non credo che potrà mai più passare una roba del genere in Europa, a meno che per qualche ragione non si vadano a convincere le vecchie generazioni che è meglio l’autarchia. Difficile visto che più o meno il sospetto che pensioni e stipendi pubblici siano appesi alla BCE serpeggia.

E più passerà il tempo, più non avrà molta importanza, queste giovani generazioni viaggianti diventeranno adulti e eserciteranno il voto.

In questo gioco i 300 sono quelli che difendono il loro diritto ad essere italiani, francesi, tedeschi prima di tutto anzi sopra a tutto, i 300 sono quelli a cui non importa nulla di uscire dalla loro piccola provincia, che ci stanno bene o ci stavano bene e vorrebbero starci bene di nuovo e si fottano le frontiere aperte che al massimo vado in città col motorino.

E’ legittimo ma non succederà, non si torna indietro non in questa generazione ne nella prossima io credo.

Ovviamente nulla è irreversibile ma l’inerzia dovuta all’apertura delle frontiere che ha permesso lo scambio culturale di centinaia di milioni di europei a basso costo e a zero burocrazia è una forza enorme. Persino i greci, massacrati, vogliono rimanere e non è solo questione di paura dell’alternativa, si tratta proprio di non volere essere esclusi.

Infine ci sono i giovani russi, moltissimi a Malta, lavorano nelle scuole per studenti e studiano, hanno un ottimo inglese senza inflessione e per quanto ancora legati alla madre patria non fanno alcun mistero di invidiare i loro coetanei europei e di volere anche loro farne parte. Non si fanno ovviamente discorsi politici, si tratta di questioni pratiche ovvero potere passare dal gate per europei all’aereoporto, non doevere rinnovare il premesso, non avere a che fare con le ambasciate, cose semplici che determinano la qualità della propria vita.

Quindi beh, buona battaglia delle Termopili.

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi