Con il suo tweet, Corsaro ha garantito la “santità” a Fiano. Detto questo, non eravate tutti Charlie?

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti


Siccome io sono davvero un sincero democratico e, soprattutto, uno che non nasconde la realtà, questo è il tweet
con cui la presidente della Camera, Laura Boldrini, accusa l’universo mondo di aver equivocato e stravolto il suo pensiero riguardo l’annosa questione dei simboli architettonici fascisti che turberebbero i partigiani e che, quindi, andrebbero abbattuti.


Se avete voglia, leggetelo: qui la parola censura non esiste, quindi è giusto che anche la terza carica dello Stato possa dire la sua, in attesa di una reciprocità che non esiste nei confronti delle voci controcorrente, tacciate di populismo o propalazione di fake news aprioristicamente. Alla dottoressa Boldrini non ho nulla da dire, prendo anche per buona la sua spiegazione e mi auto-accuso di essere uno stronzo, così a gratis. Lascio che siano le parole di Pier Paolo Pasolini, difficilmente tacciabile di simpatie fasciste, a descrivere quale sia il mio sentimento nei confronti suoi e del suo agire politico. A tutto tondo, dai migranti alle deliranti battaglie sulle desinenze fino all’afflato tardo-resistenziale di queste giorni.

Eccole: “Esiste oggi una forma di antifascismo archeologico che è poi un buon pretesto per procurarsi una patente di antifascismo reale. Si tratta di un antifascismo facile che ha per oggetto ed obiettivo un fascismo arcaico che non esiste più e che non esisterà mai più. (…) Ecco perché buona parte dell’antifascismo di oggi, o almeno di quello che viene chiamato antifascismo, o è ingenuo e stupido o è pretestuoso e in malafede: perché dà battaglia o finge di dar battaglia ad un fenomeno morto e sepolto, archeologico appunto, che non può più far paura a nessuno. Insomma, un antifascismo di tutto comodo e di tutto riposo”.

Tanto le dovevo, per quanto mi riguarda cercherò di non citarla nemmeno più, evitando di garantirle un’importanza che – a mio avviso – non merita. Il problema è che siamo a un punto in cui la criminalizzazione di chi dissente è totale, quotidiana, capace di infilarsi in ogni pertugio. E, con essa, arriva il revisionismo di chi non sa vivere senza un nemico o un rancore come stella polare: oggi a Pisa, il Consiglio comunale voterà una delibera di iniziativa consigliare per togliere la cittadinanza onoraria a Benito Mussolini. Immagino i cittadini ne saranno deliziati: poco importa del trasporto pubblico o della raccolta differenziata o della viabilità, compito di chi guida la città è riscrivere la storia. E rilasciare o ritirare patenti di dignità. Se c’è un pericolo fascista, usando la connotazione tanto cara alla sinistra un tanto al chilo, beh questo oggi alberga proprio nelle menti di gente simile. Sempre più spesso, in casa PD. Siamo alle foibe della memoria, siamo a una nuova stagione di negazione dell’agibilità politica a tutto ciò che non rientri nell’alveo del pensiero unico, mutato da socialista in globalista, come spiega magistralmente Jean-Claude Michéa nel suo “I misteri della sinistra”.

Un grimaldello ideologico che oggi può contare su due alleati di ferro: i migranti e le politiche che li riguardano e l’antifascismo, riportato in auge dai sarcofaghi della storia dall’iniziativa del deputato PD, Emanuele Fiano, primo firmatario di una revisione della legge sull’apologia di fascismo che va a integrare parti della Legge Scelba, ampliando il novero del reato anche alla propaganda e alla vendita on-line di idee e merchandising legato al Ventennio, fattispecie inesistenti nel 1952. Insomma, si parifica l’accendino con il volto del Duce alle idee, mettendo entrambi in galera, tanto per non sbagliarsi. E se la pretestuosità di presentare una legge simile a fine legislatura appare chiara – l’iter del provvedimento parte da più lontano, di questo bisogna dare atto a Fiano -, ovvero cercare di silenziare il pasticciaccio brutto sugli sbarchi dei migranti (e sulla presunta accoglienza, in generale), altrettanto palese doveva appare la natura di tranello della stessa.

Non è stato così e, come avrete sentito in ogni dove, è accaduto questo:

il deputato del gruppo di Fitto, Massimo Corsaro, ha pensato che fosse molto intelligente postare questo tweet dedicato a Emanuele Fiano, di fatto scatenando la riprovazione generale per quella che viene vista come una provocazione antisemita, prima che come un insulto. Corsaro, infatti, nel difendersi ha detto che non intendeva fare altro che dare della “testa di cazzo” al deputato PD, senza alcuna connotazione etnico-religiosa ma appare chiaro che, essendo Fiano di religione ebraica, quel riferimento alla circoncisione appare smaccato. E, soprattutto, di un’imbecillità politica senza precedenti. Nel momento in cui la “massa critica” garantita dal “no” del Movimento 5 Stelle al provvedimento, definito “liberticida”, aveva permesso l’apertura di un dibattito ruvido ma nel merito dell’argomento, l’uscita da caserma di Corsaro ha mandato tutto a puttane, garantendo a Fiano una patente di “santità” politica assoluta.

Qualsiasi forzatura si porrà in essere nell’iter del disegno, a partire dalla presentazione degli emendamenti prevista per settimana prossima, chiunque avrà qualcosa da ridire – anche in punta di regolamento o buon senso – verrà accomunato a Corsaro, al suo tweet e alla deriva antisemita in atto nel Paese. Un vero capolavoro di stupidità, fatto immagino per garantirsi quattro pacche sulle spalle, 10 like e 50 condivisioni: davvero complimenti, avanti così e l’auto-estinzione della destra in questo Paese sarà davvero questione di poco. E, temo, ci sarà poco di cui rimpiangere, stante certe uscite, ritenute magari dannunziane da qualcuno ma, nei fatti, degli autogol da quinta elementare.

Detto questo, c’è il rovescio della medaglia. Siccome ho buona memoria, ricordo perfettamente il coro indignato contro i fondamentalismi che negano la libertà di espressione, seguito all’attentato contro la redazione di Charlie Hebdo. In quei freddi giorni di gennaio, erano tutti Charlie: su Facebook, nei discorsi al bar, nella retorica caricaturale del “vietato vietare” in tempi di minaccia jihadista. Bene, negli anni Charlie Hebdo ha superato e non di poco il supposto antisemitismo di Corsaro col suo tweet, basti guardare queste copertine





che si trovano facilmente si Internet, digitando in un qualunque motore di ricerca le parole “charlie+hebdo+juif”. Sono solo alcune, vi assicuro, ce ne sono parecchie altre, oltre ai contenuti delle varie edizioni. Perché quella del settimanale francese è satira, magari un po’ iconoclasta e quello di Corsaro antisemitismo a prescindere? Il principio è lo stesso: cazzate. Lo sono le vignette francesi come i tweet nostrani, però i secondo hanno scatenato una santabarbara di indignazione quasi senza precedenti, con addirittura Matteo Renzi che – dopo aver ricordato l’albero genealogico di Fiano e aver definito Khomeini il “dittatore dell’Iran” – ha chiesto le dimissioni di Corsaro da deputato. Indignazione bipartisan, tra l’altro, perché anche nel centrodestra moderato – quello che oggi sul sito de “Il Giornale” spara la sua versione del Russiagate all’amatriciana per screditare Salvini e i suoi rapporti con il partito di Putin, scoprendo l’acqua calda – le prese di distanze sono fioccate come neve in montagna a dicembre.

Insomma, o la satira – anche scorretta, nera e urticante – è benedetta e va difesa come parte fondamentale del nostro dna occidentale di libertà oppure va condannata sempre: cosa ha dato fastidio, il fatto che Corsaro abbia dato, di fatto, della testa di cazzo a Fiano o il riferimento all’ebraismo di quest’ultimo? Non è cosa da poco, perché nel primo caso l’ipocrisia sarebbe palese, visti i toni che circolano in politica – e ben prima dall’avvento del “vaffanculo” di Grillo, basti ricordare la mitica definizione che ne diede Rino Formica -, mentre nel secondo si configurerebbe come reato di leso semitismo.

Ovvero, se dai a Fiano della testa di cazzo in maniera neutra, tutto bene, al limite ti invitano alla continenza verbale. Se lo fai attraverso una figura retorica riferita alla sua religione, allora sei automaticamente da espellere dal genere umano. Capite che, partendo da questi presupposti, uno potrebbe essere così sospettoso da mettere in dubbio l’equilibrio con cui uno come Fiano possa gestire l’iter della legge sulla propaganda e l’apologia di fascismo in Parlamento, non vi pare? Ma quando gente come Massimo Corsaro è così poco furba da prestare il fianco, ecco che tutto diventa monocorde e monocolore e il deputato PD vittima a prescindere. E non perché colpito nel suo agire politico, nel merito ma nel suo essere di religione ebraica. Cari Charlie Hebdo di tutta Italia, difensori senza macchia e senza paura della libertà di espressione, non è il caso di fare pace con il cervello? Al netto della malafede, ça va sans dire.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Ronf Ronf

    Dunque, all’inizio del 2015 Corsaro ha abbandonato la Meloni accusandola di essere troppo pauperista e salviniana: poco dopo Corsaro è diventato uno dei fondatori alla Camera del gruppo di Fitto (alleato in sede internazionale con i Tory UK e con il PIS polacco). Considerato che Rocco Palese, ex fedelissimo di Fitto, a metà giugno (nel bel mezzo dei ballottaggio che in Puglia sono stati vinti dal PD a causa della guerra che FI ha fatto contro “Direzione Italia” di Fitto) ha tradito il partito per andare con Berlusconi, considerata l’uscita di Corsaro che ha rafforzato il PD (a quando l’iscrizione di Corsaro ad ALA di Verdini? Io non vedo differenze tra lui e Verdini…) e considerato il fallimento catastrofico del partito di Fitto al di fuori della Puglia (i risultati a Genova sono dovuti solo alla presenza del politico locale Enrico Musso, quindi a Padova si è visto il peso reale di Fitto fuori dalla Puglia cioè un bel nulla), mi sa che Fitto deve rassegnarsi a fare soltanto il leader regionale (insomma, un Mastella pugliese). L’uscita da FI è stata sbagliata: Fitto doveva restare dentro FI e far casino tutto il tempo fino a far scoppiare Berlusconi dall’ira e comunque mi sa che la lista unica tra Fitto e Meloni a questo punto è impossibile (già il sottoscritto dubitava molto, poi figurati adesso con lo Scandalo Corsaro) e comunque al massimo Fitto ha consensi in Puglia (e la Meloni per essere certa di superare la soglia a livello nazionale potrebbe unirsi anche solamente con il siciliano ex MSI-AN Musumeci).

    • silvia

      Ora che in Italia e’ arrivato l’ambasciatore G la vedo dura per Salvini e Meloni, anche Bottarelli ha notato che il berlusca si sta riposizionando sulla linea pro-trump e anti putin … meglio cosi: forse si mettera’ fuori gioco da solo, e questo potrebbe aprire qualche possibilita’ per un movimento di destra diverso, e soprattutto che giochi fuori dal parlamento

      • Ronf Ronf

        Umh… i leghisti sono clienti di vecchia data degli USA fin dai tempi di Miglio, quindi la Meloni serve per lo stesso motivo per cui serviva AN (cioè impedire all’estrema destra di emergere e, francamente, meglio la Meloni di quei fascisti ignoranti di Forza Nuova che screditano TUTTA la destra con le loro sceneggiate ridicole: come se non bastasse, Roberto Fiore è un cliente di lunga data dei servizi segreti UK che appunto hanno sempre voluto screditare tutta la destra estrema e non). Ma tu cosa vuoi fare fuori dal Parlamento? I sondaggi danno il 5.1-5.3% alla Meloni, cioè 30 seggi alla Camera: sarebbe cosa utile aumentare la forza della Meloni (la fusione con Fitto doveva servire a questo, ma la vicenda Corsaro non rende praticabile la fusione perchè a fronte di voti certi che arriverebbero dalla Puglia di Fitto si perderebbero molti voti di opinione al Nord come è accaduto alle Europee 2014 quando Giulio Terzi e La Russa dissero alla Meloni di imbarcare Alemanno: in questo modo si bruciarono voti decisivi per il superamento dello sbarramento perchè al Nord la gente non voleva Alemanno, ma senza di lui MAI la Meloni avrebbe avuto il logo di AN. Poi dopo il flop delle Europee 2014 la Meloni cacciò Alemanno dal partito…)

        • silvia

          Caro ronf ronf …il parlamento, come il Vaticano, e’ sempre piu’ delegittimato. Condivido la tua opposizione a forza nuova, che secondo me e’ uno specchietto per le allodole creato dai soliti noti proprio per screditare la destra. Ma occorre che nasca in movimento di popolo che innanzitutto agisca nelle strade e nei quartieri, battendosi al finaco dei cittadini come fa a volte casa pound, in movimento che si rifiuti di accettare alleanze e inciuci con i partiti tradizionali, se si siede in parlamento fa opposizione e basta…finche non verra’ giu il parlamento e non credo manchi molto.

          • Ronf Ronf

            Questa la storia (cit. De Filippi a C’è Posta per te) di un conduttore televisivo greco che ospitò Alba Dorata quando ancora stava allo ZERO VIRGOLA; poi in seguito quel partitino lì approfittando della crisi greca durante il governo Pasok del 2009-2011 salì al 7% (elezioni maggio 2012) rubando così i voti al centrodestra (perchè prima della crisi gli elettori di Alba Dorata votavano Nuova Democrazia che era il rivale del Pasok) portando quindi Syriza alla vittoria nel gennaio 2015 (senza il 7% di Alba Dorata, ND ha perso le elezioni); in seguito Syriza si piegò all’Europa in modo che neanche Pasok e ND avevano fatto (perchè quei due avevano dei dossier ricattatori sull’Europa dicendo “certo, l’ex Ministro X e l’ex Premier Y prendeva tangenti. Ma a pagare le tangenti era l’azienda Z tedesca e la W francese, quindi non rompeteci le palle”; invece Syriza non aveva nulla in mano per trattare con UE e FMI perchè Syriza prima della crisi stava al 4% fisso all’opposizione: inoltre Syriza capì subito che per non tornare all’opposizione doveva piegarsi); nel frattempo l’ex conduttore televisivo greco sai che ha fatto? Ha fondato il partito centrista anti-casta Potami (un incrocio tra il M5S e Scelta Civica) e quindi questa storia ci insegna che l’estrema destra (Alba Dorata in Grecia, Casapound in Italia) di fatto serve solo ad indebolire il centrodestra (Nuova Democrazia in Grecia, la Meloni e Salvini qui in Italia) facendo vincere la sinistra (Forza Nuova infatti è guidata da Roberto Fiore, ex terrorista che a suo tempo era al servizio degli UK apposta per screditare ogni forma di destra in Italia). Lo sai?!?

          • silvia

            Io so che, avendo Trump iniziato a mostrare la sua vera faccia subito dopo l’incontro con Putin, la strada che indichi tu difficilmente sara’ perseguibile. Perche con un vicere’/ambasciatore g. in Italia sono assicurate: l’invasione dal nordafrica, la permanenza dell’eurozona (forse non a guida tedesca ma francese) la crescita delle spese NATO che l’Italia dovra’ pagare, il numero di soldati Italiani che saranno impegnato in missione per conto della NATO. Salvini e Meloni verranno messi a cuccia, mentre Silvio molla l’amico Vladimir per l’amico Donald.

          • Ronf Ronf

            Se l’Italia si dotasse di un esercito degno di un vero paese, avrebbe tutto da guadagnarci visto che le armi NATO si producono anche in Italia. Ergo, io sono a favore dei 15 miliardi di spesa in più: non dirmi che preferisci usare quei soldi per il Jobs Act di Renzi oppure per gli 80 Euro di Renzi, vero? E quindi ti ricordo che la Francia è un paese rispettato nel mondo perchè ha forti forze armate: se tu, come dici tanto, vuoi affrancarti dagli USA e dai tedeschi, allora devi avere forti forze armate (e non so se lo sai, ma la Francia tratta con i tedeschi alla pari proprio per questo motivo: senza le sue forti forze armate, infatti, la Francia sarebbe allo stesso livello dell’Italia che infatti è un paese debole)

        • ws

          i leghisti sono clienti di vecchia data degli USA fin dai tempi di Miglio
          miglio passo’ con beluskazzo già nel ’94.
          E a proposito di ” padroni amerikani “, dove eravate voi di ” “Ri-destra” nel 1999, quando la Nato bombardava la serbia per favorire i tagliagole albanesi ?

          • Ronf Ronf

            I leghisti si erano opposti agli US e c’è mancato poco che la Lega venisse distrutta (il 4.5% alle Europee 1999, cioè un -6 rispetto alle Politiche 1996, fu la punizione che gli US fecero ai leghisti: infatti il -6 ci fu a causa proprio dell’attacco mediatico. Notare che FI salì di ben 5 punti, quindi AN scese di 5 punti e la Bonino fece salire i Radicali di 6 punti). AN e Lega capirono che non si poteva disobbedire agli USA, Berlusconi capì un concetto prezioso: per salvare le aziende lui deve obbedire ai rossi e agli US senza mai fiatare

  • Riccardo

    Che la satira segua nel mondo occidentale una corrente univoca è cosa nota: il comico francese Dieudonne fu arrestato per apologia di terrorismo perché ironizzò sulla strage di Charlie Hebdo mentre i principali leader d’Europa sfilavano a Parigi per la libertà di satira. Ipocriti, falsi, manipolatori.

  • so_matic

    Il partito politico che riesce a mettere d’accordo i suoi ebrei e i suoi musulmani sull’unica cosa che conta: il magna magna.

  • Annibale Mantovan

    Non capisco a cosa serva citare sempre la Boldrini, poverina…c’ ha 56 anni…s’ è trovata lì per caso…nominata da Vendola?!?!…lasciamola stare. Tempo perso.

    • adelmano

      Le oche del Campidoglio sono rimaste famose 2700 anni dopo. L’oca di Montecitorio non lascerà nessuna traccia nella Storia

  • Petra

    ho paura di fiano

  • nathan

    Prendersela per delle vignette, è di per se una premessa all’estinzione sociale.
    Finirà male.

  • redfifer
    • Ronf Ronf

      Occhio che la vicenda di Pertini del 1974 è falsa (a quel tempo al Quirinale c’era Giovanni Leone: infatti Pertini divenne Presidente solo nel 1978).

      • ZapBrannigan

        perdonami, a cosa ti riferisci?

        • Ronf Ronf
          • ZapBrannigan

            mi sfugge il nesso con quanto scritto da redfifer

          • Ronf Ronf

            Il nesso c’è perchè lui aveva postato il link (usando Google) che contiene quella foto di cui nel link che ti ho messo io. Non mi pare tanto difficile da capire… ma forse tu, caro Zap, sei ancora stordito dalla bella Lela detta la mono-occhiuta 😉

          • ZapBrannigan

            boh, vedo solo la foto di Montanelli e il secondo link del blog in cui non si menziona Pertini.

    • adelmano

      Complimenti per le informazioni

  • silvia

    Charlie Hebdo e’ dei rotschild, quindi e’ satira autorizzata, altro che urticante, oltretutto NON fanno ridere neanche le pulci e i pidocchi. Fiano-Corsaro e’ tutta una manfrina concordata in anticipo per far vedere che in Italia c’e’ l’antisemitismo e quindi bisogna combatterlo. La faccia di Fiano e’ una manna celeste: quanti vedendolo non incominceranno a porsi domande sugli ultimi 70 anni di storia?

    • Ronf Ronf

      Guarda il lato positivo: grazie a Corsaro, di fatto sia Silvio che la Meloni si sono sbarazzati del partito di Fitto (nato bene da un’idea buona, è finito in un aborto)

      • silvia

        il punto e’ sbarazzarsi di Silvio…

        • Ronf Ronf

          Ma se l’alternativa è Fitto che prima perde il fedelissimo pugliese Rocco Palese (che infatti a metà giugno è andato in FI dopo ben 25 anni di fedeltà assoluta a Fitto) e ora c’è questo scandalo degli insulti antisemiti fatti da Corsaro a Fiano… capisci anche tu che il Berlusca resta saldamente al comando: i Tory hanno sbagliato a dare a Fitto l’accreditamento e l’alleanza internazionale perchè il fallimento di Fitto consentirà a Silvio di dire “solo il PPE è la via giusta, fuori dal PPE (vedi la Meloni alle Europee 2014) non si è in grado di superare lo sbarramento”. Inoltre alle Europee 2019 il partito di Fitto sarà in automatico presente sulla scheda elettorale perchè Fitto è eurodeputato uscente: ergo, Fitto rischia di rubare voti alla Meloni alle Europee 2019 dove Berlusconi si giocherà le sue ultime carte (e se la Meloni fallisce pure qui, allora è la fine a titolo definitivo della destra italiana fuori dal PPE e non-leghista).

          • silvia

            Mi sa che finisce prima l’Italia …sai quante cose potrebbero succedere da qui al 2019

          • Ronf Ronf

            Ti ricordo che se non sei in Parlamento, allora il PD fa passare le sue leggi senza opposizione: poi ci vai tu a farti sparare dalla polizia davanti a Palazzo Chigi? Io preferisco agire per via parlamentare e quindi ti informo che i grillini urlanti che facevano casino per RODOTA’ ONESTA’ poi in Parlamento, a causa della loro incompetenza, sono andati a implorare Calderoli (l’odiato ex ministro leghista) di insegnare loro come si fa a fare ostruzionismo (i grillini pensavano che bastava gridare ONESTA’ e il PD si sarebbe fermato: invece il PD ha tirato dritto facendo approvare le sue leggi perchè il M5S non faceva ostruzionismo lasciando Calderoli da solo con i suoi 12 senatori su 315; per farti capire cosa intendo dire, se Calderoli avesse avuto 120 invece di 12 senatori e se il M5S si fosse mosso subito e non solo dopo 3 anni di legislatura, credi che certe cose sarebbero andate nello stesso modo? Cioè, le leggi si fanno in Parlamento e quindi per bloccare la legge Ius Soli servono tanti parlamentari e il M5S ha capito che da solo non riesce a far nulla guarda che cosa era successo sulla Legge Cirinnà in cui i grillini si erano rifiutati di aiutare Calderoli… e infatti la legge è passata nonostante il caos che i grillini facevano in Senato: adesso invece sullo Ius Soli si sono messi dietro a Calderoli perchè Grillo ha minacciato i suoi parlamentari dicendogli che “chi vota a favore di quella roba lì verrà espulso”, quindi Grillo sa benissimo che se la legge dovesse passare poi ci sarebbe lo scontro mediatico tra il PD e la Lega schiacciando nell’angolo il M5S che quindi perderebbe voti in entrambe le direzioni…)

    • what you see is a fraud

      Ma certe merde non si domandano mai perche’ c’e’ l’antisemitismo ???!
      Per prima cosa i Kazzari non sono semiti perche’ si convertirono all’ebraismo circa 1000 anni fa . La loro origine e’ della Khazaria una regione al sud della Russia moderna .
      http://www.khazaria.com
      La minoranza ebrea Israeliana comprende i Sefardi che geneticamente sono simili ai Palestinesi . I Kazzari quindi hanno usurpato la definizione di “semitismo ” , Pretendono di essere semiti quando non lo sono .

      http://www.jewfaq.org/ashkseph.htm

      Che le origini dell’anti semitismo abbiano a che fare con i seguenti fatti:
      Oggigiorno controllo dei governi occidentali attraverso il cane d’attacco che sarebbero gli USA che ‘e totalmente controllato dai Kazzari per oltre un secolo . Oggigiorno controllo di Hollywood , le banche centrali , la finanza , la storia recente e imposizione alla popolazione occidentale di molte cavolate politicamente cirrette incluso il concetto di Holocaustianita’ …… ( Tutto e’ sacro se ha a che fare con certe storie legate alla seconda guerra mondiale . )
      Ma ora tanta gente si e’ svegliata e si sta svegliando . E tanti nella popolazione non sono soddisfatti nel notare che mediocri giornalisti diventati famosi solo perche’ membri della Tribu’ . Puo’ darsi che coloro che si offendono per presunto antisemitismo farebbero bene ad analizzare i falsi passi della loro tribu ‘ che causano indigestione alla popolazione .

  • Albert Nextein

    Questi due, fiano e corsaro non contano un tubo.
    Il fascismo mussoliniano è morto e sepolto.
    E se qualcuno lo richiama o lo apprezza, allora si qualifica per un anacronista ottuso.
    Oggi abbiamo il fascismo della democrazia totalitaria.
    Che è anche peggio se possibile , perché ipocrita e politicamente corretto.

  • Fabio Pauselli

    Dici? Secondo me alla fine apparirà più simpatico Corsaro per la battuta (che per la maggior parte degli italiani arriva in ritardo) che Fiano con il suo vittimismo. Corsaro è lui una testa di c…o, ma nella sua battuta non c’era sul serio nulla di antisemita.

    • Carlo Robotti

      Secondo me ha usato quell’artificio per dare un’informazione (l’appartenenza e dipendenza di Fiano ad un gruppo con interessi alieni al nostro Paese e alla nostra cultura)

      che non è diffusa affatto nel lettore medio (spero di sbagliarmi) ma anzi attentamente occultata.

  • Io pensavo che dire: “le sopracciglie nascondono la circoncisione” fosse un modo dotto di dire che FiANO fosse una testa di cazzo.
    Qualsiasi testa di cazzo è libera di essere ebrea ma non capisco il nesso.

    • what you see is a fraud

      ” le sopracciglie nascondono la circoncisione ” . per me e’ un commento molto intelligente . Se a certi non piace , vadano a fan culo .

    • The Observer

      Infatti il nesso non c’è. La battuta di Corsaro ha il significato che pensi tu, né più né meno: il piagnisteo che ci ha imbastito su Fiano è una tipica fallacia logica, senza nesso con la battuta.

  • Alberto

    A me è sembrata una battuta sottile e divertente, al netto che non sapevo che il tipo fosse ebreo e non me ne fregava un cavolo, solo informandomi ho colto la magica ironia.
    Anche quasi tutti gli arabi, mussulmani, sono circoncisi, e quindi? Nessuno che l’accusa di dargli del jadista?
    La circoncisione non è un marchio di fabbrica, non è brevetto. Ma forse per alcuni si, peccato la mancata registrazione, altrimenti sai quanti ebrei al mondo… peccato… non basta il bigolo scappucciato… serve la madre che si sa è incontestabile.
    Una testa di cazzo é una testa di cazzo.
    Se portava la papalina si capiva che o era ebreo o arabo. Non è razzismo, non mi frega di sapere la differenza.
    Forse parlare come si mangia una volta tanto che a fare i fini si da il fianco a quelli che di ste finezze hanno fatto il loro orgoglio e fortuna, di cui magari siamo un po’ stufi.
    Sei ebreo? Cazzi tuoi. Sono italiano? Cazzi miei. Ma chi ti si incul….???? Pensi veramente, ma veramente, che la tua provenienza, la tua origine, ti dia dei diritti?
    Ma va a lavorare, va…

  • Sergio Andreani

    Sì Bottarelli , ma non è che queste teste di cazzo del P.D. possano sempre insultare chiunque e quando tocca a loro ci si deve indignare, cazzo !

    Fiano tu sei un essere ributtante.

    Vaffanculo..

    • Ronf Ronf

      Hai ragione, ma questa cosetta (vedi molto sotto in questa pagina: cerca il primo commento che ho scritto io qui dentro, cioè il primo commento in ordine “dal più vecchio”) ci insegna che la Lega e la Meloni devono fare tutto da soli visto che i fittiani o sono troppo deboli (vedi la vicenda di Rocco Palese) oppure sono solo la protesi della parte più stupida del centrodestra (Fitto ha sbagliato nel prendere l’ex MSI-AN-PDL-FDI Corsaro e l’ex radicale del PDL Capezzone nel suo partito: la Meloni ci aveva visto giusto nel lasciar andar via Corsaro e nel dire no ad ogni accordo con Capezzone). Comunque voi leghisti dovete stare attenti a chi sta in Noi Con Salvini: già intravedo dei potenziali Massimo Corsaro e soprattutto dei nuovi Pierluigi Petrini che tu dovresti conoscere meglio di me…

  • anti-influencer

    Monti letta renzi gentiloni boldrini tutti a piazzale loreto devo finire.

    • Opinionlader

      Il primo commento serio che leggo oggi, finalmente qualcuno con idee chiare…

  • johnny rotten

    Tutti parlano e straparlano, alcuni persino stralegiferano, mentre l’economia langue il trend più positivo di crescita lo troviamo nell’odio, che tutti chi più chi meno alimentano, ognuno convinto di essere assennato e nel giusto, in tutto questo urlare ed accusare la cosa più certa è il disastro, tutti hanno un tizzone di fiamme acceso in mano, ma il vento contrario impedisce il grande incendio, quando le condizioni saranno adeguate solo una grande deflagrazione ci renderà noto che l’incendio è ovunque.

  • Alberto

    Mi bannate sempre come spam, ho fatto o detto qualcosa di boldriniano?? Non mi sembrava…
    A posto così

    • Ronf Ronf

      Se modifichi troppe volte il tuo commento, allora Disqus cancella in automatico

      • Alberto

        Grazie dell’info.
        Non lo sapevo, cercavo solo di esprimermi meglio
        Grazie ancora
        Alberto

  • thomas

    Fiano….ma va a cagare,tu e 3/4 di israele

  • paolosenzabandiere

    I MOSTRI PIU’ MOSTRI

    Uno che vuol condannare qualcuno per un accendino con la faccia del Duce è dello stesso stampo di colui che ammazzava chi portava gli occhiali ritenendolo un bieco intellettuale. I mostri sono sempre mostri, qualsiasi ideologia professino. Invitare bambini a fare la spia dei loro genitori, farli partecipare al plotone di esecuzione, non è meno mostruoso di chi mandava ai forni bambini colpevoli di essere di un’altra religione.

    Fiano avrà il mio plauso quando affermerà di essere dispiaciuto dell’Holodomor in cui i suoi correligionari nell’armata rossa hanno avuto un grande ruolo, quando dirà di non essere d’accordo con quel campo di concentramento a cielo aperto che è Gaza, quando dirà che ogni strage è mostruosità.

    Solo i mostri più mostri, accecati dal loro vissuto o dall’ideologia riescono a parlare di certe mostruosità e non di altre.

    • Teseo T.

      Ho timore che Fiano il tuo plauso non l’avrà mai.

  • ws

    Ormai ne abbiamo viste tante e chi “non porta l’ anello al naso” sa che quando un politico ” dedestra ” fa una qualunque “cosa” che sembra gratuita, in realtà SEMPRE è stato ben pagato da “qualcuno” per farla.

  • lupodeicieli

    Loro, i politici e le cosiddette autorità in genere, sono intoccabili: una volta i compagni si davano del tu. Nostro Signore, quello con la S maiuscola, dava del tu a tutti (motivo che ha spinto a creare, in merito, numerose barzellette, che io , da cristiano sui generis, accetto e aggiungo che mi fanno anche divertire) ma pochissimi danno del tu al vescovo o al Papa. Queste persone, le autorità , siano politiche che religiose, dovrebbero essere oggetto di presa in giro stile “gli epigrammi” di Marziale o similari. Forse con un po’ di autocritica e se questi Fiano o Boldrini, ma anche i Gasparri o i Grillo, non fossero così suscettibili, ne guadagneremo tutti, loro forse per primi. Ci siamo dimenticati di giornali quali “il Male”, poi mi pare ci sia stato anche “fegato”, senza andare troppo indietro nel tempo a ricercare giornali toscani: che dire di quando , proprio il “Male”, quando morì “La Malfa”, scrisse “in fondo era solo una tartaruga”? O di quando Cossiga definì D’Alema “zombie coi baffi” o Maroni “nano balengo”? Non mi ricordo sia stato portato in tribunale, mentre per il carattere di queste due persone, ricordo che il primo, o meglio le sue guardie del corpo, scaraventavano giù dalle scale gli intervistatori di “striscia” (potrei ricordare male, ma se uno cerca i filmati, i video vede se la memoria mi ha tradito). Il nodo è la libertà di espressione oltre che di pensiero e concludo con due pensieri: in un libro della serie “anche le formiche eccetera eccetera”, c’è un pensiero di un americano (ma non ho voglia di ricercare ma mi pare sia nel primo volume o nel secondo) che sintetizzo così: “ognuno di noi può prenderti per il culo e sfotterti in tv; poi ,anche tu, puoi fare lo stesso”. Il secondo è un pensiero del mio vecchio, che ha conosciuto proprio il periodo del fascio , e mi ha detto: ” il fascismo ha fatto un sacco di grandi cose, ma anche un sacco di cazzate che hanno annullato le cose buone” “al che io gli ho detto che, se tu mi metti su un piatto le cose buone e su un altro le cazzate e giudichi tu, la cosa mi sta bene solo in parte, perché vorrei essere io a giudicare, così come lo hai fatto e lo fai tu. Non mi pare giusto, anzi per completezza di libertà di pensiero, vorrei essere io a cercare e vedere (con l’aiuto di biblioteche nazionali e ogni dove ci siano dati verificabili) le cose e ,poi, a poter dare il mio giudizio. Il tuo giudizio lo rispetto, ma voglio poter essere io stesso messo in condizione di giudicare. Se tu lo fai per me, non mi sta bene. A questo punto mio padre mi ha detto che avevo ragione, seppure è bene tener conto di chi ha vissuto il periodo”.

  • ex2sl24

    “Che strana democrazia è mai quella che vieta di rimpiangere un
    dittatore scomparso, e che strano dittatore fu mai quello se trova tanti
    disposti a rimpiangerlo in tempi di democrazia.”
    (Leo Longanesi)

    • Teseo T.

      Bellissima. Davvero un Longanesi d’annata…..

  • marcoferro

    questi piagnistei dei circoncisi sono veramente patetici è hanno rotto la palle, ma basta. poi la porchetta-fiano se ne potrebbe andare a fare in kulo in israele tra i suoi simili invece di rubare soldi e fare danni al popolo italiano.

  • The Observer

    Due riflessioni abbastanza banali.

    1) D’accordo, lungi dalla Boldrini l’idea di radere al suolo monumenti fascisti. Però, innegabilmente, si è fatta portavoce di un certo disagio: “Mi sono limitata a sottolineare il turbamento manifestatomi da coloro
    che hanno dedicato la loro giovinezza a liberare il nostro Paese dal
    nazifascismo.” Viene da chiedersi… come mai questi ormai non meno che novantenni partigiani non hanno mai manifestato PRIMA i loro turbamenti? eppure avrebbero ben potuto, quando al Quirinale c’era un antifascista esemplare come Sandro Pertini. Il quale, da Presidente della Repubblica, non ha mai sentito la necessità di prendere posizioni ridicole come questa della Boldrini. Forse perché Pertini era uno Statista, la Boldrini… lasciamo stare.

    2) Se l’onestà intellettuale non è un optional, Fiano dovrebbe stigmatizzare Moni Ovadia come “antisemita di stampo fascista” e irrispettoso per “coloro che per la circoncisione sono stati torturati, massacrati e uccisi” quando racconta la barzelletta dell’ebreo residente a New York e circonciso a Varsavia.

  • Niko

    Anche io sono circonciso…e sono orgogliosamente cristiano…non sapevo che Fiano fosse ebreo…e questo conferma la sua ostilità verso la Russia di Putin che è cristiana e conferma sempre le mie idee che i mali di questo mondo vengano da un eccesso di potere ebreo…ed io non sono fascista!

  • aiccor

    non c’è niente da fare. Si può insultare qualunque capo di stato, qualunque capo religioso, anche in maniera scorretta, ma se parli degli ebrei sei bollato di antisemitismonazismofascismoecc.

  • lupodeicieli

    Ho visto una persona giovane quest’oggi, che portava i pantaloni così stretti che , non solo si riconosceva il sesso, ma anche la religione. La battuta ,ovviamente, non è mia ma se uno volesse leggerne anche altre, alcune delle quali politicamente scorrette (io, direi, invece “libere”) si fa un giro in libreria e pesca tra le “formiche di Gino e Michele” o le “Locuste” di Daniele Luttazzi , o “le migliori del mondo” di Ragusa e Roversi. Non credo che giusto impedire di dire la propria: già a scuola o in caserma dovevi stare zitto e subire, salvo poi capire che potevi andare in presidenza o metterti a rapporto, con tutte le conseguenze del caso. Oggi se dici la tua cosa succede? Arriva la Digos e ti trascinano via in manette o , dopo qualche nuova legge speciale ti portano a Guantanamo e ti lasciano li vita natural durante e,durante il viaggio, stile Argentina, ti scaraventano in mare? Che poi di leggi simili, detenzione preventiva o misure cautelari o simili, già ai tempi del terrorismo degli anni 70 e poi ai tempi di Mani Pulite, ne abbiamo saggiato il succo. Ci mancano le industrie carcerarie o le industrie che fanno lavorare gratis o quasi i carcerati , stile Usa, cosa che già Forza Italia voleva realizzare a inizio secolo, per completare l’opera: quando hanno bisogno di manodopera, non piacendogli o non essendo qualificata quella africana (ma non erano tutti laureati e superistruiti?) se non paghi le tasse o corri troppo in auto ti sbattono dentro.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi