In Venezuela 13 morti in un giorno, USA indignati. Gli stessi che hanno ammazzato 29 civili in Siria

Di Mauro Bottarelli , il - 47 commenti


Non so se avete mai visto “Nel nome del padre”, il film capolavoro di Jim Sheridan dedicato alla storia vera dei “Quattro di Guilford”, cittadini arrestati, incolpati e condannati per un attentato dell’IRA in territorio britannico sulla base di false prove, poi scoperte dall’avvocato difensore di uno di loro. Bene, la foto di copertina che ho scelto raffigura proprio Emma Thompson nel momento in cui presenta alla Corte la prova di quella manipolazione: un appunto con scritto “Non mostrare alla difesa”, allegato a una testimonianza che dimostrava l’innocenza del suo assistito e dei suoi amici.

Bene, i media mainstream a livello mondiale stanno facendo la stessa identica cosa, le elites è come se avessero scritto con l’inchiostro invisibile quel biglietto e lo avessero consegnato a tutti i direttori di rete e di giornale del mondo: non mostrate questo all’opinione pubblica. Vale per l’impatto devastante della crisi dei migranti sulle nostre società, vale per le norme sul controllo dei capitali che già si stanno discutendo in sede comunitaria in vista dell’autunno, vale per il Russiagate, vale per i conflitti ancora aperti nel mondo, vale per la bolla da Banca centrale del mercati azionario e obbligazionario, vale per le condizioni salariali e di lavoro. La realtà va occultata. La realtà non va mostrata alla difesa. Il mondo, invece, deve vedere questo:


la faccia buona dell’Occidente che si indigna, il gendarme del mondo che fa sentire alta la sua voce contro il “dittatore” Maduro – il quale, tra parentesi, dittatore lo è da un po’ ma, casualmente, solo ora viene denunciato nelle sedi internazionali con tale forza per un voto farsa -, rendendo noto alla popolazione venezuelana che gli USA saranno al loro fianco. Ovvero, che sono pronti a intervenire per ribaltare il governo, in caso se ne creino le condizioni. E se non si creassero da sole, c’è sempre la CIA. Per chi non sapesse chi fosse Nikke Haley, questa fotografia

potrebbe essere utile: si tratta dell’ambasciatrice USA presso le Nazioni Unite, la stessa che emulò Colin Powell con le sue fialette di Gaviscon (proprio oggi l’Alta Corte di Londra ha sancito che nella legislazione inglese non sussiste alcun capo accusatorio in base al quale poter portare alla sbarra Tony Blair per l’invasione dell’Iraq, quindi capite che il concetto di impunità guadagna in precedenti) dopo l’attacco chimico a Idlib dello scorso 4 aprile. Per lei, ovviamente, non c’era alcun dubbio: a usare gli agenti proibiti erano state le truppe di Assad, su espresso e diretto desiderio del presidente siriano. Ovviamente, le smentite – anche di fonte USA e NATO – a quella montatura, resa più credibile dai Carlo Rambaldi del terrorismo salafita, ovvero gli “Elmetti bianchi”, non la videro protagonista di un mea culpa. Ci mancherebbe.

E se questo non bastasse, ecco che il Dipartimento di Stato rincara la dose: “Continueremo a prendere forti provvedimenti contro gli architetti dell’autoritarismo in Venezuela, inclusi coloro i quali partecipano all’Assemblea costituente, frutto a sua volta del risultato delle odierne (di ieri, ndr) elezioni falsate”. In effetti, gli USA negli ultimi sessanta anni non hanno mi sostenuto regimi fantoccio. E, soprattutto, proprio in questi giorni non stanno scannandosi pregiudizialmente sul fatto che le loro stesse elezioni presidenziali sarebbero state falsate da fantomatici hacker russi.

E l’Unione Europea? E’ preoccupata. Molto. Lo confermano le parole del presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani: “In Venezuela è chiaro che l’attuale regime si sta aggrappando al potere. La volontà del popolo è di cambiare il regime. E’ necessario andare a elezioni adesso. E’ un triste giorno per la democrazia in Venezuela, per l’America Latina e per il mondo perché sono stati violati i trattati internazionali, la Costituzione del Paese e, ancora più grave, si agisce contro il volere del popolo. Non è la risposta giusta ai problemi di confronto politico e alla crisi umanitaria che stanno devastando il Paese”.

E ancora: “Nelle ultime 24 ore, la repressione chavista ha raggiunto livelli impensabili. La comunità internazionale non può rimanere in silenzio davanti ad un numero così elevato di morti in Venezuela. Non è stata data la possibilità alla stampa di presidiare e riportare notizie dai seggi elettorali, ulteriore segno di assenza di democrazia del regime in carica… Come presidente del Parlamento europeo, l’unica istituzione direttamente eletta dai cittadini europei, esprimo il mio totale supporto ai rappresentanti del popolo venezuelano: insieme all’Assemblea nazionale non riconosciamo questa elezione”. Insomma, il solco tra buoni e cattivi è stato tracciato e anche le quotazione del petrolio

paiono gradire questa netta presa di posizione del mondo libero. Ora, di certo Maduro non è il mio modello di leader e la sua guida del Paese è stata imbarazzante ma per le strade di Caracas siamo sicuri che circolino soltanto cittadini animati da spontanea e irreprimibile voglia di libertà e democrazia? Sicuri che certi abusi non siano frutto di aperte e pianificate provocazioni? Solo la storia, come quasi sempre accade per l’America Latina, ci darà delle risposte. Qui il problema è un altro: ovvero, che durante il fine settimana – al netto delle cazzate di Tajani sull’impossibilità per i giornalisti di fare il loro lavoro – la grande informazione ha riversato tonnellate di notizie dal Venezuela, tutte ovviamente a senso unico e tutte drammatizzare ad arte sul numero di morti. Già, il mantra è stato quello dei 13 morti nella sola giornata di domenica. Tutti uccisi dalle squadracce di Maduro? Ovviamente sì.

In effetti, cazzarola, 13 morti in un giorno solo sono tanti, meritano i titoli di apertura di giornali e siti d’informazione. Da non mostrare alla difesa, invece, sono gli almeno 29 civili morti causati da una serie di raid aerei compiuti giovedì scorso della coalizione a guida statunitense sulla località siriana di Raqqa: lo hanno reso noto fonti delle organizzazioni siriane per la difesa dei diritti umani, quelle che hanno abbastanza in odio Assad, quindi difficilmente tacciabili di propaganda per il governo. Tra le vittime, stando a quanto riferito dalle ONG (queste però, almeno sull’episodio in questione, non vengono ritenute molto credibili, mica come quelle che salvano i migranti in mare), vi sarebbero anche otto bambini.

Ma non basta, perché ieri – proprio in contemporanea con il voto in Venezuela – sempre gli aerei della coalizione USA hanno colpito un ospedale nel paese di Abukemal, nella provincia strategica siriana di Deir ez-Zor: sei persone sono morte e 10 sono state ferite, stando all’agenzia di stampa SANA, a detta della quale le bombe hanno colpito l’ospedale Aisha e il club sportivo di Abukemal. Si tratta del quarto attacco aereo della coalizione nella provincia di Deir ez-Zor, nel quale sono morti civili. Sabato, poi, è stato reso che dei raid aerei nel sud della città di Mayadin, nel nord della Siria, hanno provocato la morte di dieci persone, tra cui altri cinque bambini. Parliamo, giova ricordarlo, di azioni di fatto illegittime, poiché condotte senza il consenso delle autorità siriane. Eh già, perché il diritto internazionale mica vale solo per incularsi Maduro: o vale sempre o mai.

Come mai nemmeno un secondo di servizio nei tg? Soltanto nel primo raid 29 morti civili, più del doppio di quanti caduti sotto il fuoco di Maduro: perché nel secondo caso sono intervenuti Dipartimento di Stato, Unione Europea, ambasciatrice USA all’ONU e nel primo un cazzo di nessuno? Quanti civili siriani morti per bombe USA ci vogliono per ogni venezuelano? E poi, dov’era Lucia Goracci, la specialista degli attacchi contro gi ospedali in Siria? Forse quello colpito dalle democratiche munizioni del Pentagono non era pediatrico, quindi esula dalla sua competenza specifica? O forse se non si può buttare merda contro i russi, delle vittime civili ci si può allegramente sbattere i coglioni? Anche in RAI vige il principio del “non mostrare alla difesa”? Nè USA, né UE hanno il diritto di dire alcunché, né godono di una superiorità morale per condannare o imporre epiloghi democratici a chicchessia, visto che i primi sono esportatori netti di destabilizzazione e la seconda una servile appendice dell’Impero che tace e acconsente: Maduro sarà anche un brutale dittatore ma rimane comunque un dilettante allo sbaraglio rispetto a Washington.

Il Venenzuela, a occhio e croce, sta per vivere il suo momento della verità: l’opposizione, a fronte dell’ultima stretta del governo su Parlamento e magistrati, già prefigura la guerra nelle strade, di fatto il modo migliore per scatenare la reazione pavloviana della repressione di Maduro e mostrare al mondo, a reti unificate, un bel bagno di sangue. Sembra un copione già scritto: sobillare, sfruttare a proprio favore gli orrori della repressione estrema e poi intervenire per ribaltare il governo, tra il plauso dei gonzi occidentali. Nel frattempo, in Siria si muore e nello Yemen massacrato dai sauditi armati da Washington si sta vivendo la peggiore emergenza umanitaria di sempre, fra colera, mancanza di acqua, cibo e medicinali (grazie all’embargo criminale di Ryad) e sfollati senza più un posto dove potersi nascondere.

“Solo negli ultimi tre mesi sono stati registrati 400mila casi sospetti di colera e 1.900 morti. Infrastrutture essenziali per la salute, l’acqua e lo smaltimento dei rifiuti sono paralizzate da due anni di ostilità, creando le condizioni ideali per il diffondersi della malattia”, hanno dichiarato Antony Lake, a capo dell’agenzia ONU per l’infanzia, Tedros Adhanom Ghebreyesus dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità e David Beasley del programma per la lotta alla fame in una nota diffusa il 27 luglio ad Aden. Dove cazzo sono le ONG, in questo caso? Sono allergiche ai profughi veri? Difficile vincere appalti in Yemen? O del colera hanno una fifa blu, meglio rischiare solo la scabbia o le piattole sulle navi nel Mediterraneo? Gente del genere non ha diritto né di parola, né di critica. Maduro, confronto a loro, è Gandhi.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • what you see is a fraud

    La buffoneria degli USA on ha limiti . Si incazzano per cio’ che succede in Venezuela ma ammazzano civili Siriani senza pensarci sue volte . USA fatevi i cazzi vostri buffoni !

    • aiccor

      forse solo gli americani fermeranno gli americani: i loro debiti, la loro fraudolenza verso tutto e tutti, la loro corruzione morale, la loro incolmabile lacuna culturale, la loro prepotenza, la loro cultura delle armi, gia’ le armi che tutti hanno in casa e forse u giorno le useranno in massa

      • silvia

        Ipotesi plausibile

  • marcoferro

    i merighi sono fatti così, compresa la demente della haley, hanno l’indignazione facile e subito prendono d’aceto se qualcuno interferisce nel loro paese, mentre ovviamente quando loro lo fanno in decine di altri paesi come il venezuela va bene. ovviamente i morti sono tutti a causa dei violenti pandilleros assoldati dalla destra foraggiata dal dipartimento di stato americano. con tanto di prezzario, per ogni poliziotto ucciso, macchina incendiata, etc…ma la cosa che più mi mi incazzare e vedere questa ridicola unione europea, che la storia la sta subendo non la sta più facendo, vassalla e asservita, dare addosso al venezuela senza capirci niente, come un cieco che grida nel buoi. che se ne frega del venezuela ? pensasse a suoi problemi. primo tra tutti i negri e gli altri clandestini, la disoccupazione , il sistema bancario al collasso, etc..
    altra notizi taciuta da tutti, saltiamo di palo in frasca: Scopriamo, infatti, che l’Unione Europea, tramite la Presidenza estone, sta considerando una norma che permetterebbe di bloccare i prelievi dai conti correnti e dai depositi al fine di evitare la corsa agli sportelli delle banche in difficoltà. Praticamente verrebbe dato ai supervisori europei la possibilità di congelare i conti. E non per poco: fino a un massimo di 20 giorni. questa è la conferma che il sistema è al collasso…

    • davide

      calma e gesso. Aspettiamo con fede ottobre…

      • Podeanu

        October surprise? Where?

        • davide

          solo Dio lo sa….

      • marcoferro

        dici per la rivoluzione in russia del 1917 ?

        • davide

          nel nostro calendario avvenne 7 – 8 di novembre. Che nel calendario giuliano allora in vigore in russia era il 25 – 26 ottobre.
          abbi fede….vediamo che succede alla fine dei prossimi tre mesi….

      • silvia

        Concordo in pieno 😉

    • silvia

      Ma sopratutto, caro Marco, la notizia piu importante della settimana non e’ stata commentata neanche qui su RC: il vice ministro degli esteri Russo (non un qualsiasi deputato della Duma) avverte gli Americani che se insistono nel cercare rogne arrivera’ la risposta asimmetrica di Russia e Cina cioe’ abbandonare il dollaro come moneta di riserva
      http://russia-insider.com/en/politics/us-sanctions-push-russia-closer-abandoning-dollar-deputy-fm-sergei-ryabkov/ri20519

      …e questo forse spiega la storia del blocco dai conti correnti

      • marcoferro

        eh si mi sembra che la pazienza sia terminata da quelle parti. se vogliono il gioco duro adesso l’avranno, intanto 755 merighi dovranno lasciare la russia….

        • silvia

          Putin si tutela in vista delle elezioni 😉

          • marcoferro

            col consenso che ha, 80-90%, non ne avrebbe neppure bisogno. ma fa bene perche l’unico linguaggio che capiscono gli psicolabili usa-nato-israhell è quello della forza, quindi randellate sui denti senza pietà. occhio per occhio…

  • anti-influencer

    stameriCani mandati da sion sono veramente delle merde, questi non è che sbagliano la fanno apposta, qualche ospedale, qualche centrale etletricca, poi dopo arrivano con le banchette di zion e li schiavizzano per ricostruire tutto.
    Solo con i droni ne hanno ammazzati 3000 a capocchia comunque compresi i loro tanto pianti bambini, sti satanici di merda e poi fanno i pizzagate, bruciati e impiccati, bruciati e impiccati. Quella halley poi uguale alla boldrino.

  • johnny rotten

    Quando hanno distribuito le divise gli europei e gli amerikani si sono prese quelle del buoni e democratici, agli altri sono toccate quelle dei cattivi, in ukragnia hanno portato al potere delle bande di ladroni e di nazisti, eppure li spacciano per i buoni, quando Aleppo è stata liberata dall’inferno jihadista si sono vestiti a lutto, hanno spento persino la torre Eiffel, ed hanno lamentato la “caduta di Aleppo”, in Libya hanno ucciso il dittatore e adesso è diventato usuale il commercio di schiavi, mentre prima la Libya era lo stato con la migliore qualità di vita dell’Afrika, quando processarono i nazisti a Norimberga venne riconosciuto, ache dagli inglesi, parte attiva in quel processo, come reato inestinguibile il crimine contro l’umanità, su tale base giuridica condannarono a morte molti gerarchi nazisti, seguirono ovviamente le esecuzioni, però oggi gli inglesi dicono che non riconoscono più quel tipo di reato, se questa gentaglia è quella che accusa Maduro, se i fake media che lanciano accuse pesanti sono sempre gli stessi che hanno sorretto tutto l’impianto di menzogne che ha portato, in ordine, al dissolvimento della Yugoslavia, sempre per il solito coro di accuse dei fake media di cui sopra, della distruzione dll’Irak, della Syria, dello Yemen e del tentativo fallito contro la Syria, della riduzione della Somalia ad uno stato così fallito che il selvaggio west gli fa una sega al confronto, come potrebbe essere umanamente possibile credere al loro racconto sul Venezuela e su Maduro?

  • Ronf Ronf

    L’unica notizia che mi interessa del Venezuela è se la Yespica andrà al GF VIP 2 italiano in autunno (2017) su Canale5. Di tutto il resto non mi importa (io sono un neutralista)

  • Caio Giulio

    Maduro e il suo ridicolo regime comunistoide ha comunque i giorni contati, visto che è riuscito a distruggere una nazione di quattro gatti ricchissima di ogni ben di Dio, salvo i negroidi selvaggi che purtroppo la popolano. Fin ora la fossa se lo sono scavata loro con le loro stesse mani, e non credo che nessuno interverrà perchè tanto di scanneranno da soli.

    • deadkennedy

      si si accomoderanno cina e russia… stia tranquillo

    • paolinks

      “salvo i negroidi selvaggi che purtroppo la popolano” e dunque la questione e’? Come al solito il DEMOS!!!

      E’ inutile stare a pontificare sui massimi sistemi. Il problema rimane la cultura di un popolo. Un popolo colto ovviamente riflette ed adotta sistemi economici adeguati al luogo, al periodo storico e alla propria etica. E ovviamente agli obiettivi, possibilmente di medio-lungo termine, che vuole perseguire.

      Ma quando la base e’ composta da una marea di fancazzisti che pensano solo a riprodursi come conigli, che fai? Altro che Maduro, nemmeno Gesu’ Cristo riuscirebbe a farci qualcosa.

    • virgilio

      ascolta mentecatto Maduro lo hanno eletto e adesso hanno dinuovo votato in suo favore e allora tu fascistoide puoi solo andare affanculo,e ritorna a sparare cazzate quando ti sarai liberato della tua dittatura che hai in casa!!

      • Caio Giulio

        I sinistronzi come te lo votano e vedi di non rompermi i coglioni testa di cazzo che non sai nemmemo com’è fatto il Venezuela bamboccio .

        • virgilio

          tu si che sai come e fatto il Venezuela rotto in culo guardati la tua di dittatura coglione

          • Caio Giulio

            Adesso mi ti levo proprio dal cazzo povero inutile coglione demente da centro sociale. Io stronzetto il Venezuela lo conosco più che bene da decenni, mentre tu sei solo una merdaccia indottrinata e vedrai se non finisce male da quelle parti.

    • Luca Arrighi

      Hai capito tutto di geopolitica…Complimenti alla tua sagacia e alla serie di topolino che ti ha dato certe precise informazioni….Oltre che ignorante nel tema sei pure razzista…. 🙂

      • Caio Giulio

        Adesso dimmi tu saputone che cazzo c’entra la geopolitica con lo sfascio economico di una nazione che era la più ricca del sudamerica prima di certe politiche suicide sinistre. Prova a spiegarmelo, vediamo se riesci ad argomentare un minimo, prima che blocchi anche te. E poi, tu che invece non sei razzista, non che me ne freghi un cazzo del tuo giudizio tra l’altro, chi credi che voti Maduro pur ridotto alla fame?

        • Luca Arrighi

          Puoi bloccare chi ti pare, il concetto d’educazione che hai e che tiri fuori verso chi la pensa diversamente da te, ti farà rimanere da solo….Dopo che farai, parlerai allo specchio per lodarti delle profonde riflessioni che riesci a costruire?…..A proposito, la vittoria di questa assemblea nazionale costituente l’hanno vinta gli 8 milioni e passa di venezuelani che sono andati al voto, per cui, che ti piaccia o no la sentenza, hanno vinto gli umili contro il fascismo dei prepotenti, ha vinto l’ideologia bolivarista contro l’ennesimo tentativo di colpo di stato dei mangia spazzatura…..Fatti una tisana e sgombra dalla testa le tue ideologie ristrette fascitoidi…..:)

          • Caio Giulio

            Sono educato con quelli che meritano con interventi pertinenti e non soggetti che vogliono fare i signorini politicamente corretti contro i fassisti razzisti etc. Voi mi state decisamente sul cazzo e credo proprio che quello fuori luogo da queste parti sia proprio tu.

          • Luca Arrighi

            Sei divertente, ma rimani sempre lo stesso un povero uomo che non riesce proprio a condividere pensieri diversi dai tuoi…Non ho bisogno di un censore come te per decidere se stare in un blog o un altro, come anche tu naturalmente, visto che ogni volta che posti qualcosa, fai solo una magra figura da troll, oltre che da tipico commentatore stressato dalla vita…..Dai retta, prenditi una camomilla e pensa che al mondo ci sono tante persone con tante idee diverse….

          • Caio Giulio

            Guarda io posto qui da anni ed invece a te non ti avevo mai visto stranamente.. io semplicemente considero che i tuoi non siano nemmeno dei pensieri, visto che usi solo etichette e non riesci minimamente ad argomentare: sono più volte che ti domando le ragione di una catastrofe economica ed ormai umanitaria, ma tu ci giri intorno perchè non hai argomenti, che come sempre non avete se non la vostra ottusa e cieca fede indottrinata. Se e quando vorrai discuterne in maniera seria, fammelo sapere, altrimenti evita di commentarmi così io eviterò di bloccarti: ok? Questo almeno lo capisci vero?

  • silvia

    Gli Americani non si mettaranno a fare proxy wars in Sudamerica: troppo vicino alle porte di casa. Cosi come nel Pacifico, troppo vicino e poi ci sono la Cina e Cicciokim con l’atomica. In MO Israele non vuole perche’ sudano gia freddo alla vista degli Hezbollah (altro che opzione Sansone, roba da film ammmerigano). Rimane, guarda caso l’Europa. In Ukraina Trump ha gia spedito il braccio destro di MacCain ad armare i naziukri. Basta che ai Tedeschi saltino i nervi per via delle sanzioni e la narrativa per servire la guerra al popolo ammerigano c’e’ gia: bisogna combattere i Tedeschi cattivi e le orde euroasiatiche (Russia e Cina) per salvare la civilta’.

  • Niko

    Immenso Bottarelli, sbattiglielo in faccia a quell’insulso di Mentana…la Rai non fa neanche testo…

  • Mela

    Tra 5 giorni vige l’anniversario di un altro genocidio, bombardamento terroristico su civili inermi, donne, vecchi, bambini, perpetuato dai democraticissimi USA. Giusto per ricordare.

    • silvia

      E la storia potrebbe ripetersi, quando poi si tratta dei mmmerigani, e’ quasi certo: l’ultima impresa di Trump nominare un lobbista delle armi come army secretary

      https://www.youtube.com/watch?v=sH45JUOCr7g

      • deadkennedy

        si ma cina e russia sonp già li con interessi economici e militari.

        • silvia

          Non faranno peggio degli americani…Non mi risulta che negli ultimi 20 anni abbiano massacrato popoli, distrutto paesi, paesi ricattato alleati per fare i loro interessi

          • deadkennedy

            solo x ribadire che è difficile per gli americani aprire un fronte venezuela li gli interessi di cina e russia sono diretti e non solo economici

          • silvia

            Scusa, avevo interpretato la frase in modo diverso. Comunque, quello che dici e’ assolutamente vero …per quello Maduro e’ ancora in piedi.

  • aiccor

    bellissima la provetta di gaviscon…..
    eh certo che la nostra cara informazione è come dire: what you see is a fraud!

  • lupodeicieli

    Se non sbaglio per Tony Blair e George W. Bush c’era stato un processo presso il Tribunale di Kuala Lumpur , una sorta di tribunale internazionale, non riconosciuto dalla famosa “comunità internazionale” o come si vuole chiamare: mi pare fossero stati condannati, riferendosi alla guerra in Iraq. Per cui la signora ambasciatrice potrebbe essere condannata o comunque giudicata da un tribunale come quello. Per quanto riguarda il Venezuela mi fa specie che tanti premier o presunti tali, si siano prodigati nel giudicare quel paese e quel governo, anzi quel regime, giudicandolo illegittimo : e per noi italiani? Nessuno ha mosso un dito quando è arrivato Monti e poi gli altri? Non è forse illegittimo un governo non eletto? Sarà che è un regime o no, il nostro? E se non vogliamo paragonare i morti uccisi con i proiettili o le bastonate, noi abbiamo avuto, e abbiamo i morti per suicidio. Suicidio dovuto a cartelle di Equitalia, a revoca dei fidi, a fallimenti e strozzinaggi vari: queste persone sono morte ammazzate da un economicidio (come direbbe Paolo Barnard) oppure, non è successo niente in Italia e tutto va bene? Di certo l’informazione a senso unico non giova: del resto il fatto che ignorino i suicidi di cittadini , che non parlino del fatto che non si fa niente per creare posti di lavoro dignitosi, che non ci siano progetti per il paese, oltre a parlare in un solo senso del problema dell’immigrazione, spiega perché uno non sappia un tubo del Venezuela, se non appunto ciò che dice il tg (ormai unico seppure trasmesso su mille canali) o sui quotidiani, di fatto la versione stampata dei tg.

  • Luca Arrighi

    Oddio, considerando che i mangia spazzatura ignoranti violenti a stelle e strisce non ne azzeccano più una da 15 anni a questa parte, vedi sberle ovunque nel mondo dal lato militare e calci in c… in fatto di diplomazia da Russia,Cina e Iran, credo che un mondo multipolare sia la cosa più ovvia atta ad eliminare per sempre le dittature colonialiste delle euro-nullità e degli usa, con i loro falsi principi, le loro democrazie rattoppate e una continua perdita di valori, dignità ed evoluzione…..Un’europa unita diversa da questa pagliacciata forse potrebbe sopravvivere al cataclisma che sta nascendo, ma considerando i pagliacci che la gestiscono con i premier delle varie nazioni tutti dello stesso livello mediocre di intelligenza e politica, ci ritroveremo con delle pezze al c…. e sarà solo colpa nostra…..:) 🙂 🙂

    • Caio Giulio

      C’è già chi sta con le pezze al culo, vedi sotto, ed anzi spiegaci secondo te le ragioni del disastro venezuelano tu che non leggi topolino ma il manifesto immagino.

      • Luca Arrighi

        Non leggo ne topolino ne il manifesto, benny hill dei blog, hai già avuto una risposta al tuo post più in basso, ma te la ripeto, hanno fatto una votazione popolare per l’assemblea costituente, hanno votato più di 8 milioni di persone, quasi la metà degli elettori, e ha vinto Maduro e la sua linea ideologica…..Fattene una ragione, non è con le armi, la destabilizzazione di governi eletti democraticamente e lo spoglio di nazioni ricche di materie prime che ci si evolve, questo gli stupidi americani violenti non l’hanno ancora capito dopo più di 200 anni di pseudo valori da esportare….Inoltre gli interessi economici e anche strategici di Russia e Cina in Venezuela sono forti e di spessore, quanto basta per capire ai mangia spazzatura e all’europetta che i giochini delle rivoluzioni colorate di democrazia e libertà dei popoli non funzionano più, possono resistere in nazioni come l’ucraina fallita perchè al governo esistono molti elementi legati agli ideali nazistoidi di bandera….E anche lì, gli americani hanno capito quanto sia difficile oggi prendersi qualcosa che non gli appartiene, gli rode parecchio aver perso la parte buona ucraina, ma purtroppo non sono più i tempi di reagan e bush che comandavano con bombe e portaerei davanti alle coste per impressionare, oggi ci sono nuove realtà globali che non hanno più paura, basta vedere anche la piccola Corea del Nord quanto stia prendendo per i fondelli la poderosa armata dei soldati hollywodiani……. Fattene una ragione anche te, e forse riuscirai ad essere più costruttivo nel linguaggio e nell’esposizione…..:)

        • Caio Giulio

          Come sei brillante “l’hanno votato” e quindi è tutto ok. Naturalmente nemmeno una virgola sul disastro economico che chiaramente nemmeno conosci, dove la gente fa la fila di ore per un pezzo di pane che alla fine nemmeno trova, dove l’acqua e la corrente sono da tempo razionate, dove i bancomat sono contingentati a poche migliaia di bolivares (il cambio attualmente, quello nero o meglio vero è 8000 per 1 USD) e potrei continuare per ore, ma dimenticavo che è tutto OK, tutto democratico con il parlamento esautorato in quanto contrario e per questo l’autista di pullman si è inventato, oltre a una corte costituzionale scandalosa adesso anche la pagliacciata della costituente con votazioni barzelletta con seggi presidiati dai mitra.
          Tu continua a delirare di complotti americani, cia, soros etc che di quelle parti, se permetti, si vede chiaramente che non conosci nulla.

          • Luca Arrighi

            Grande, sai tutto te, attendo con ansia il tuo prossimo commento…..Fatti una tisana riequilibrante, serve in certi casi…. 🙂

          • Caio Giulio

            Tieni sveglione sinistro, eccoti serviti i tuoi otto milioni:
            http://ilmessaggero.it/primopiano/esteri/venezuela_elezioni_brogli_dati_voti-2597589.html
            Naturalmente è un complotto cia, ma in compenso che mi dici del quorum che in ogni parvenza di dementocrazia servirebbe per una costituente? Certo, questi non sono problemi, anche se pure i dati taroccati parlano di un 43%, ma è tutto bono per voi compagni di merende con la panza piena 😉
            PS. a proposito del selfie, ti suggerirei un controllo urgente alla tiroide 🙂

          • Luca Arrighi

            Fatta, inizio Gennaio, mai avuto problemi….Tu, nel frattempo, gira per altri lidi evitando di scocciare con il tuo sapere incerto e maleducato, oltre che razzista….Ciao e buon sole… 🙂

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi