Da bitcoin ad ether: le basi odierne della blockchain

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Billy Silva

Bitcoin e la tecnologia sottostante della blockchain sono tecnologie rivoluzionarie che stanno rivoluzionando l’economia mondiale.[1]

Spesso nascosto dietro l’incremento del valore di mercato di bitcoin e la promessa tecnologica della blockchain, c’è una comprensione fondamentale di ciò che rappresentano queste due tecnologie e da dove provengono.

Questo breve articolo esamina due valute digitali, bitcoin ed ethereum e introduce al concetto di blockchain, la tecnologia che facilita il trasferimento digitale del valore e molto di più.

Bitcoin: l’inizio?

“Penso che Internet sarà una delle principali forze per ridurre il ruolo dello stato. L’unica cosa che manca, ma che sarà presto sviluppata, è una e-cash affidabile.” — Milton Friedman, ’99’

Nel 2008, una persona o un gruppo di persone che agiscono sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto ha pubblicato un cosiddetto white paper intitolato, Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System.[2] Il paper ha introdotto una soluzione a due questioni ostiche.

La prima è la nostra incapacità di trasferire denaro digitalmente senza la necessità di una terza parte affidabile. La seconda è la necessità di una funzione per trasferire denaro digitalmente con la capacità di stabilire l’ordine delle transazioni ed evitare doppie spese.

Nakamoto ha proposto due soluzioni:

  1. Una valuta peer-to-peer in grado di mantenere il suo valore senza un’autorità centrale.
  2. Un registro digitale decentralizzato in grado di stabilire l’ordine delle transazioni.

Il libro mastro funzionerebbe allo stesso modo di qualsiasi altro, eccezion fatta che le transazioni registrate sarebbero distribuite a computer in tutto il mondo.

Nel 2009 la capacità di trasferire valore digitalmente è nata in quello che è ampiamente conosciuto come bitcoin. Tuttavia è la seconda capacità, ora conosciuta come blockchain, che sta dimostrando di essere di grande importanza.

Sebbene la blockchain abbia trovato difficoltà nel penetrare il pensiero ed i discorsi mainstream, sta, come detto, rivoluzionando l’economia mondiale.

Bitcoin ed ethereum

Sin dall’inizio, bitcoin ha catturato l’attenzione di un numero sempre crescente, seppur relativamente piccolo, di investitori, appassionati, aziende e altre figure professionali in tutto il mondo.

Man mano che è cresciuto, ha ricoperto la duplice funzione di agire come prova del concetto “versione peer-to-peer di denaro elettronico” e contemporaneamente dare origine a migliaia di altre valute digitali.

Le più conosciute di queste valute per valore di mercato sono bitcoin ed ethereum. Il valore di mercato corrente di Bitcoin è di $37 miliardi, mentre quello di ethereum è di $16 miliardi.

Qualunque tentativo di confrontare le due criptovalute non può essere descritto in modo preciso come un confronto tra mele e mele. In primo luogo, cerchiamo di capire cos’è bitcoin.

Bitcoin

Bitcoin è una moneta elettronica decentrata peer-to-peer che conserva il suo valore senza supporto o valore intrinseco. Consente il trasferimento di denaro digitalmente senza passare da terze parti, come una banca o una carta di credito.[3]

Il primo valore standardizzato di bitcoin è stato fissato il 5 ottobre 2009 a $0.0008, calcolato utilizzando $1 pari a 1309.03 BTC. Attualmente è scambiato a più di $2,300. Ciò rappresenta 2.9 milioni il suo valore iniziale.[4]

Secondo il Washington Post, se aveste comprato $100 in bitcoin sette anni fa, quelle monete oggi varrebbero più di $73 milioni. Per dare una prospettiva migliore a tutto ciò, se aveste investito $100 in Amazon.com quando è stata quotata in borsa nel 1997, il vostro investimento varrebbe oggi poco meno di $64,000. Val la pena di notare che le valute digitali sono significativamente più speculative di Amazon.[5]

Poiché il prezzo di bitcoin va più in alto, una domanda che naturalmente viene alla mente è: da dove vengono i bitcoin?

Mining

Da dove vengono i bitcoin se per definizione non sono supportati da alcuna autorità centrale? I bitcoin sono in realtà “minati” da minatori.

Il modo più semplice per pensare a questo concetto è immaginarli come minatori d’oro. I minatori d’oro lavorano per estrarre l’oro dalla terra. Poiché viene estratto, entra nell’economia; per bitcoin vale lo stesso.

I nuovi bitcoin vengono generati attraverso un processo competitivo denominato mining. Ai minatori vengono dati bitcoin come ricompensa per le loro operazioni di elaborazione delle transazioni e sicurezza della rete utilizzando hardware altamente specializzato.[6]

Investopedia offre una spiegazione più approfondita del processo di mining.

Come vengono utilizzati i bitcoin?

Dopo che i bitcoin sono minati, come vengono utilizzati e per cosa?

I bitcoin sono negoziati come azioni, obbligazioni e valute, e vengono utilizzati anche come valuta nello scambio di beni e servizi.

Il numero di venditori e commercianti che accettano bitcoin per lo scambio di beni e servizi dovrebbe crescere dai 1,000 a 100,000 ora che il Giappone sta accettando bitcoin come valuta.

Il Giappone è la prima nazione ad aver accettato ufficialmente bitcoin per i pagamenti. Più di 300,000 commercianti inizieranno ad accettare i pagamenti in bitcoin solo in questo paese.[7]

Ecco un elenco di 100 principali rivenditori statunitensi che attualmente accettano bitcoin.

Bitcoin, tuttavia, non è l’unica moneta digitale che cresce di valore e cattura l’attenzione globale. Ethereum condivide molte di queste caratteristiche con bitcoin e possiede anche diverse qualità uniche.

Ethereum

“Vorrei dire che ethereum vanta caratteristiche e opportunità che bitcoin non ha. È come dire che un telefono possa battere un’arancia.” — Vitalik Buterin, 2014[8]

Mentre bitcoin è stato il primo ad avere un mercato e ha attirato gran parte dell’attenzione dei media, molti credono che la blockchain di ethereum e la relativa moneta ether siano uno strumento molto più potente.

Nel 2013 Vitalik Buterin, allora diciannovenne, propose il white paper di ethereum intitolato “Ethereum White Paper: A Next Generation Smart Contract and Decentralized Application Platform”.[3]

Lo sviluppo del protocollo è entrato in vigore nel 2014, raccogliendo oltre $150 milioni. Il sistema stesso è stato lanciato il 30 luglio 2015.

Ethereum è una piattaforma open source e la sua contesa fondamentale è questa: le blockchain possono essere utilizzate per più di un semplice trasferimento di denaro, ovvero, valute, strumenti finanziari, proprietà, nomi di dominio, nonché casi più sofisticati come exchange, derivati, giochi d’azzardo peer-to-peer e sistemi di identità e reputazione.[3]

Smart contract

Gli “smart contract” sono uno dei contributi più importanti di ethereum all’universo in rapida espansione delle valute digitali e delle blockchain.

Possono essere considerati come mezzi digitali per facilitare lo scambio di qualcosa di valore in un modo trasparente e rimuove gli intermediari come avvocati, notai e altri. Gli smart contract eseguono questa funzione processando i termini del contratto digitale stesso.[9]

Un’altra delle caratteristiche uniche di ethereum è la sua moneta digitale chiamata ether.

Ether

Ethereum, come bitcoin, è una valuta digitale. Tuttavia, a differenza di bitcoin, è anche una piattaforma blockchain. La valuta di ethereum, ether, viene utilizzata principalmente per accedere alla rete ethereum.

La Ethereum Foundation definisce ether come il propellente o una forma di pagamento che viene utilizzata dai clienti della piattaforma ethereum per pagare le macchine che eseguono le operazioni richieste.[10]

A differenza di bitcoin, ethereum ha due valute commerciali digitali sul mercato. La prima è ethereum che viene negoziata col simbolo ETH. Mentre l’altra, conosciuta come Ether Classic, viene negoziata sotto il simbolo ETC.

A giugno del 2016 un grande scandalo ha scosso la comunità di Ethereum. Un hacker ancora sconosciuto ha tentato di rubare più di $50 milioni grazie ad un bug nel software. Il risultato finale è stata la creazione di una seconda valuta ether.

Qui ci sono due articoli che spiegano più dettagliatamente l’hackeraggio: Articolo 1 & Articolo 2. Per una spiegazione più tecnica leggete questo articolo di Maria Paola Gelvez Gomez, ex-capo di Coinbase in America Latina.

Da dove viene ether e per che cosa viene utilizzato?

Simile a bitcoin, anche ethereum è minato. Gruppi di “minatori” lavorano per convalidare ed immagazzinare le transazioni che si svolgono sulla piattaforma ethereum. La rivista Huffington Post ha presentato un articolo chiaro e coerente sul mining di ethereum.

Mentre bitcoin e altre valute digitali possono essere utilizzate per l’acquisto di beni e servizi, come menzionato, ether è utilizzato principalmente per operazioni connesse all’accesso alla rete ethereum e al trading.

Quello che è più importante ricordare di ethereum è che non è solo una moneta digitale, ma è anche una piattaforma blockchain con smart contract e consente la realizzazione di applicazioni, di cui le monete digitali sono solo un’espressione.

Blockchain

“La blockchain è un registro digitale incorruttibile di transazioni economiche che può essere programmato per registrare non solo transazioni finanziarie, ma praticamente tutto ciò che è di valore.” — Don e Alex Tapscott[11]

Che cos’è una blockchain?

La descrizione iniziale di Satoshi Nakamoto, la necessità di facilitare il movimento dei pagamenti online tra due individui senza un intermediario, è diventata nota come blockchain.

Nella sua forma più semplice la blockchain è un registro decentralizzato. Tuttavia le implicazioni della blockchain sono molto più grandi.

La blockchain facilita il trasferimento digitale del valore stesso. Sally Rivers, editorialista sul Financial Times, descrive il rapporto tra blockchain e valute digitali come bitcoin: “[Blockchain] sta al bitcoin come Internet sta alle e-mail.”

Così come Internet facilita il trasferimento digitale delle informazioni, la blockchain facilita il trasferimento digitale del valore.

Le industrie in cui la tecnologia blockchain viene rapidamente esplorata e implementata includono i mercati dei capitali, i servizi finanziari, i pagamenti, i derivati, la gestione dell’identità e della reputazione, la governance, la condivisione dell’economia, la catena di approvvigionamento, il commercio di beni, l’assicurazione e altro.

Conclusioni

Le valute digitali e la tecnologia della blockchain stanno riformando l’economia mondiale. Tuttavia siamo ancora all’inizio per valutare con precisione la loro importanza o l’impatto finale.

Alcuni pensieri chiave da ricordare:

  • Bitcoin è stato fondato nel 2008 e lanciato nel 2009, dando il via alle valute digitali e alla tecnologia sottostante, la blockchain.
  • Ci sono migliaia di nuove valute digitali di cui bitcoin ($30 miliardi) ed ethereum ($16 miliardi) sono i più grandi in termini di valore di mercato.
  • Queste valute sono create attraverso un processo di estrazione digitale simile all’estrazione dell’oro.
  • Molte di queste valute sono scambiate come le azioni e utilizzate per l’acquisto di beni e servizi.
  • Le blockchain di ethereum possono essere utilizzate non solo per le valute digitali, ma anche per gli smart contract.
  • La blockchain sta al bitcoin come Internet sta alle e-mail.

Una delle presentazioni migliori e più intuitive sulla blockchain è un video di 30 minuti creato da Farzam Ehsani. Lo consiglio vivamente a tutti.

Riferendosi a questo nuovo sviluppo tecnologico, in un tono educato e leggermente profetico, Ehsani ha detto nella sua dichiarazione conclusiva: “Siamo in viaggio e non possiamo tornare indietro”.

È vero. Siamo in un nuovo viaggio digitale, e no, non possiamo tornare indietro!

[*] traduzione di Francesco Simoncelli: http://francescosimoncelli.blogspot.it/

_________________________________________________________________________________

Note

[1] How blockchains could change the world, McKinsey&Company: http://www.mckinsey.com/industries/high-tech/our-insights/how-blockchains-could-change-the-world

[2] Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System: https://bitcoin.org/bitcoin.pdf

[3] Ethereum White Paper: A Next-Generation Smart Contract and Decentralized Application Platform: https://github.com/ethereum/wiki/wiki/White-Paper

[4] History of Bitcoin: http://historyofbitcoin.org/

[5] If You Had Invested Right After Amazon’s IPO, Investopedia, 26 maggio 2017: http://www.investopedia.com/articles/investing/082715/if-you-had-invested-right-after-amazons-ipo.asp?lgl=rira-baseline-vertical

[6] What is Bitcoin: https://worryandpeace.com/cyber-insurance/what-is-bitcoin/

[7] By This Summer, Bitcoin Will Be Accepted at More Than 260,000 Stores in Japan, Futurism: https://futurism.com/by-this-summer-bitcoin-will-be-accepted-at-more-than-260000-stores-in-japan/

[8] Ethereum’s Blockchain | Trust Disrupted: Bitcoin and the Blockchain S1:E5: https://youtu.be/WfULutvxvzY

[9] Smart Contracts: The Blockchain Technology That Will Replace Lawyers: https://blockgeeks.com/guides/smart-contracts/

[10] Ether: The crypto-fuel for the Ethereum network: https://ethereum.org/ether

[11] SXSW Preview: What’s the Next Generation Internet? Surprise: It’s all about the Blockchain!, Don Tapscott, Linkedin, 12 marzo 2015: https://www.linkedin.com/pulse/whats-next-generation-internet-surprise-its-all-don-tapscott

_________________________________________________________________________________


BLOCKCHAIN TOP
Investire in Ƀitcoin, Ethereum e le altre criptovalute, in modo semplice, veloce e pratico. Ora puoi!

⇒ Scarica GRATIS il piano d’azione ⇐


Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi