Distruzione di statue e monumenti negli USA, una forsennata corsa verso il nulla.

Di Nuke The Whales , il - 66 commenti

Dichiaro che non parlo e non ho mai sostenuto l’introduzione di qualsiasi forma di uguaglianza sociale e politica per le razze bianche e nere, che non parlo e non ho mai sostenuto il diritto di diventare elettori, giudici o funzionari dei negri, il diritto di Matrimonio con persone bianche; Inoltre, aggiungo che esistono differenze fisiologiche tra le razze nere e bianche che, a mio parere, non permetteranno mai loro di convivere in condizioni di uguaglianza sociale e politica. E poiché tale coesistenza è impossibile, eppure sono affiancate, devono essere mantenute le relazioni del superiore e del basso e, come ogni altra persona, sostengo che la posizione suprema dovrebbe appartenere alla razza bianca. A questo proposito, devo dire che non credo che, a causa della superiorità dell’uomo bianco, i negri debbano essere privati ​​di tutto.

-Abraham Lincoln- “liberatore degli Schiavi”, mentre parla al Congresso.

Preso da altri progetti avevo sottovalutato la forsennata corsa “buonista” negli usa, che a colpi di politicamente corretto vuole modificare per sempre la cultura statunitense.

E tutto parte dalle università americane, dove ai giovani viene insegnato che “i diritti delle minoranze” sono sacri e “devono essere rispettati”. Se sei minoranza devi soggiacere alla maggioranza e non devi rompere le palle, così funziona in teoria la democrazia,. Perlomeno così dovrebbe essere: Da qualche parte il meccanismo si è inceppato, da tempo vi parlo di corsi universitari dove si insegnano i miti africani e quelli indiani, dato che i miti anglosassoni e la letteratura inglese sono “razzisti”. Dove si insegna ai ragazzi a parlare l’inglese delle minoranze, ovvero il dialetto delle persone di colore, dato che parlare inglese perfetto è segno di “snobismo” e di “superbia bianca”.

Davvero.

Il risultato è una massa di coglioni, tutti bianchi e di buona famiglia che lottano per i diritti delle persone di colore e delle altre minoranze.

Il governo Trump è stato un trauma per questa gente, e dopo essersi ripresi dallo Shock i militanti “buonisti” si sono attivati in tutta l’America, alla ricerca di monumenti da demolire.

Ovviamente i politici democratici e parte di quelli repubblicani sono felici di partecipare, e gettano benzina sul fuoco.

Elenchiamo quello che sta succedendo solo negli ultimi giorni, e notiamo l’escalation, pensate che per ottenere risultati simili in Ucraina, ovvero la demolizione di statue e targhe riferenti al passato sovietico.malgrado un governo golpista filoamericano, fascisti al potere e una guerra tutt’ora in corso ci sono voluti un paio di anni.

Io trovo questo fenomeno molto interessante.

  • Zitti zitti ad Annapolis Rimuovono la Statua di RogerB. Taney, vecchia di oltre 140 anni. Il personaggio , giudice della corte suprema era un fervente filoschiavista.

  • Gold Canyon, Arizona una targa intestata a Jefferson Davis viene ricoperta di pece e piume.
  • Portland, Oregon, le tre  scuole dedicate a Patrick Lynch, benefattore che donò del terreno all’amministrazione comunale, sono state rinominate. Pare che alcuni abbiano fatto notare che  il cognome richiamava quello del famigerato giudice Charles Lynch. Peccato che dalla fine dell’ottocento, periodo della donazione, nessuno abbia mai sollevato la questione, fino ad ora. I 18 Charles Lynch che vivono attualmente a Portland sono avvisati.
  • I libri di Mark Twain e di Thomas Reed sono quest’anno spesso esclusi dagli studi di letteratura o fortemente sconsigliati, in quanto la parola “negro”  vi appare spesso: peccato che entrambi gli autori fossero ferventi antischiavisti. la “capanna dello Zio Tom” è da tempo esclusa dagli studi per lo stesso motivo. Beh, quello almeno è veramente un libro di merda.

  • Pittura rituale del monumento dedicato a John Castelman a Louisville, Kentucky

  • Arizona, monumento ai Confederati, simpatica aggiunta.

  • Franklin, monumento alla confederazione: Fatto.

  • Boston, monumento alla confederazione chiuso dentro una cassa in attesa di decisioni.

A Seattle la situazione è un filino più complessa, oltre a  dover rimuovere i monumenti confederati pare che la stessa sorte debba arridere alla Statua di Lenin, giunta chissà come dall’ucraina dopo la fine dell’impero sovietico. Anche essa è “un terribile ricordo del passato“, secondo il sindaco. Alcuni artisti hanno già provveduto ad eseguire la “pennellata” rituale con la vernice rossa, segno di una futura demolizione.

E potrei andare avanti per un bel pezzo, credetemi, e solo con i fatti degli ultimi due o tre giorni.

Si sta discutendo seriamente anche di Thomas Jefferson e Washington, entrambi proprietari di schiavi,per non parlare di Lincoln, che, come avete visto aveva una concezione delle persone di colore abbastanza diversa da quello che si pensava.

L’importante è cominciare, come si dice, poi il resto andrà avanti da sé, statua dopo statua.

Non so voi, ma mi risulta che tutte le civiltà o i regimi che si sono messi a bruciare libri o a demolir statue siano andati a finire male, anzi, malissimo.

Popcorn per tutti!

By Nuke di Liberticida

P.s: quando tutto sarà finito andremo presso i Klavarieri del Texas, nei territori Indiani o nella Libera repubblica del Montana a fare un bel monumento agli hakerussi. cosa ne dite?

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • johnny rotten

    Questi fulminati sono, come si diceva una volta, come quelli che per far dispetto alla moglie si tagliano i coglioni, dici bene, il loro destino è segnato, faranno una brutta fine, al pari di tutti coloro che rifiutano le proprie radici, e perdono del tutto la capacità di contestualizzare gli eventi storici, è folle anche l’idea di poter cancellare il passato cancellandone alcuni simboli, il passato rimane perchè è quello che ha dato forma al presente, questo pazziare da parte di codesti psicolabili è un menare superstizioso, come chi lotta contro i mulini a vento scambiandoli per draghi, e alla fine la storia aggiusterà da sè le cose.
    P.S. anche lo stato terrorista isisraeliano è anni che sta facendo lo stesso percorso, cercando di cancellare ogni traccia di chi ha abitato la Palestina per secoli e secoli, nell’illusione di crearsi una storia come popolo che però nei fatti non è mai esistita, oggi che la chirurgia se lo può permettere anche le troie possono rifarsi una verginità, ma non potranno cancellare le migliaia di cazzi che hanno dovuto prendersi per potere pagare la plastica dell’imene, mi auguro che anche lo stato occupante abusivo faccia la stessa fine di tutti gli altri falsificatori della storia, che li hanno preceduti.

    • Ronf Ronf

      Non a caso i fascisti nacquero da una scissione di 1 delle 2 ali massimaliste del PSI: notare che l’altra ala massimalista del PSI è quella che ha partorito il PCI

      • johnny rotten

        É lo stesso schema che condanna i sedicenti portatori di verità, la secessione e la suddivisione in diverse parti è immancabile e fatale, guarda dalla superstizione ebrea quante varianti sono venute fuori e quante guerre “fraticide” hanno avuto luogo, lo stesso è per il marxismo, inteso dai più come una “verità” e una “fede”, anch’esso ha dato vita a miriadi di interpretazioni tutte in conflitto tra loro, non per caso marx era ebreo, deve essere nel loro dna l’idea di possedere una qualche verità assoluta, peccato per loro che la storia ogni verità presunta la scinde in migliaia di versioni contraddittorie a dimostrazione che nulla era vero.

  • Giovanni Netto

    la notizia più preoccupante invice viene dalle siria:

    secondo soutfront e al masdar aerei non identificati (quelli dei Klingon?) AVREBBERO colpito le forze siriane (e più specificatamente quelle dei commandos Tigre del generale Hassan) . con conseguente avanzata dell’isis per tenere aperta la via di fuga verso deir Ez Zor a cui però è succeduto un ammassamento ancora più grande di truppe siriane.

    domanda: ma i russi non aveva imposto una “no area bombing ” ad ovest dell’eufrate?

    mi vien da pensare:

    – i russi non valgono un cazzo
    – gli americani sono disperati e come tali le stanno cercando tutte pur di buttar benzina nel fuoco nell’incendio Siria che i pompieri russi – siriani – iraniani – libanesi stanno celermente spegnendo

    – gli americani sotto sotto stanno facendo il doppio gioco: attaccano i siriani in modo da far avanzare l’ISIS così mentre questi s’ammassano al fronte i siriani e russi (ancora più incazzati) ne fanno una strage come in una tonnara

    https://southfront.org/us-led-coalition-warplanes-bomb-syrian-army-in-kadir-vilalge-in-central-syria-isis-attack-follows-reports/https://www.almasdarnews.com/article/breaking-us-coalition-bombs-syrian-army-near-isil-lines-southern-raqqa-unconfirmed/ https://uploads.disquscdn.com/images/79016136402d72f9db7de1cb8bf5e864eb7a42e4d2215db6ec0d75f3425f86a0.jpg

    https://uploads.disquscdn.com/images/3209c13344d4dc98b679be5a9cf7672b8cd9be2ac0631d9b1104d9e4e896e385.jpg

    • Non ti do dite cosa sia successo davvero. La nazione più agitata in zona è Israele, che rischia vedersi arrivare gli iraniani fin sotto casa. Ormai è noto che a molti iracheni piacerebbe farsi assorbire o diventare uno stato satellite di teheran. Già adesso armi e uomini passano indisturbati tra Iran e Siria.

    • johnny rotten

      Prima di dare per buone certe notizie è necessario aspettare qualche giorno, south front e al masdar news seppure accurate sono fonti nord amerikane e già molte volte hanno preso delle cantonate pazzesche, è evidente inoltre che sono sbilanciate a favore dei ribelli, e pubblicano senza neanche una verifica qualsiasi notizia o dichiarazione dei nemici della Syria, io tendo a prenderle con le pinze le “notizie” che pubblicano, sulla Syria c’è una disinformazione da paura in giro per internet, aspettiamo e vediamo cosa è successo davvero.

      • Giovanni Netto

        southfront è molto attendibile

        e questo sito ancora di più visto che l’admin del sito tale Kahani (al secolo dott. Paolo Marcenaro di genova e d’intorni) non ne hai mai sbagliata UNA e sottolineo UNA di notizia dalla Siria (ci ha fatto velatamente capire che in loco (siria) ha informatori MOLTO AFFIDABILI.

        http://palaestinafelix.blogspot.it/2017/08/jet-americani-aiutano-ancora-una-volta.html

        a proposito QUI trovate gli scontri tra esercito cinese e indiano

        https://twitter.com/ThePrintIndia

        poi video e notizie sulla guerra in Siria

        https://twitter.com/ivansidorenko1

        • johnny rotten

          Seguo da anni ogni fonte, e trovi i miei commenti come gianus, la mia impressione di inaffidabilità mi viene dal notare che troppe volte al masdar e south front si citano vicendevolmente, e per notizie come quella che tu hai citato io tendo ad aspettare che si pronuncino ufficialmente, il Governo Syriano o quello Russo, o al limite Hetzbollah, cioè chi sta sul campo, non chi cita fonti imprecisate.

          • Giovanni Netto

            mah … southfront è abbastanza imparziale e veriterio

            al masdar (leith Fadel – il il boss) invece è sempre stato un “giornale” secondo alcuni catastrofista (leggi pro delinquenti filo USA) per altri filo assad

            https://en.wikipedia.org/wiki/Al-Masdar_News

            ultimamente però – visto che facendo sempre l’uccello del malaugurio e venendo regolarmente sbertucciato dal Kahami – il quale a sua volta è a onor del vero spudoratamente di parte (pro Assad), dicevo al masdar si è un pò riallineato perché visto che veniva preso per il culo per le balle che diceva ha pensato di cominciare dare notizie abbastanza VEROSIMILI….

        • Proxima8

          Dal video i soldati cinesi e indiani si prendono a sassate (!).

    • silvia

      Se e’ vero la seconda che hai detto gli americani sono disperati e come tali le stanno cercando tutte pur di buttar benzina nel fuoco nell’incendio Siria (e di riflesso in altre zone) che i pompieri russi – siriani – iraniani – libanesi stanno celermente spegnendo

    • Covpepe

      Molto più semplicemente, dato che quel bombardamento è stato inutile, i russi hanno chiuso un occhio.
      Tieni sempre a mente che i russi ragionano come i cinesi. Non si fanno coinvolgere dagli impulsi del momento, ma guardano sempre il disegno più grande ed esteso nel tempo.

      • Giovanni Netto

        quoto in pieno la risposta.

        E’ innegabile che le menti degli ex rossi (ex comunisti sia russi o cinesi)
        sono abituati a ragionare per (minimo) piani quinquennali mentre i nostri coglioni di politici quando ragionano dal mezzogiorno per la sera è già anche troppo per i loro cervelli..

        e (purtroppo per noi) come diceva il refrain della Filodoro:

        la differenza SI VEDE; SI SENTE; SI TOCCA….

  • fnatile

    Dunque ricapitolando Lincoln era un razzista, Washington e Jefferson possedevano schiavi, a quando la distruzione di Mount Rushmore?

    • Tu scherzi, ma davvero….

      • fnatile

        Dialogare con te e’ per me un onore, in questo mondo di pazzi ormai non mi stupisco piu’ di niente. Molti anni fa andai coi miei genitori ad Atlanta in Georgia e vidi quello che e’ considerato il Mount Rushmore della Confederazione, lo Stone Mountain con le effigi di Jefferson Davis, Generale Lee e Stonewall Jackson. Temo che il suo destino sia ormai segnato

        • Ci sono già petizioni in merito. Ma se lo facessero sarebbero uguali ai talebani

          • fnatile

            O forse il segno di un impero che crolla, mi ricordo ancora la distruzione dei monumenti durante il collasso dell’impero sovietico

  • lupodeicieli

    Ricordiamoci che anche da noi è stato chiesto di cambiare il nome di un liceo classico intitolato a Giovenale : il motivo è che era un noto tangentista. Il liceo mi pare fosse a Roma , su repubblica ovviamente si troverà materiale : non ricordo come è andata a finire. Se usassero gli stessi parametri per tutto butteremo dischi e libri nella spazzatura , e certi film con attori e registi farebbero la stessa fine.

    • what you see is a fraud

      Buttare via oltre mille anni di storia per tornare allo stasso livello dei selvaggi mussulmani che hanno idee che esistevano nel 7 mo secolo DC. . Brillante pensata ( scherzo ) dei buonisti . Allora buttate anche i computers , le auto , le radio , i telefoni , le lavatrici , le stufe , tutti gli elettrodometici , le lampadine , il riscaldamento elettrico o con termisifoni …… e vediamo come ve la caverete .

  • Tex42

    Se vogliamo fare il parallelo con l’impero romano, la profanazione dei simboli e dei luoghi pagani iniziò in modo “spettacolare” alla fine del IV secolo.
    Il sacco di Roma arrivò pochi anni dopo, nel 410.

    • Scrillo

      212 editto di Caracalla
      313 editto di Costantino
      380 editto di Tessalonica
      476 caduta impero romano

      Direi che siamo vicini alla fine.

  • Lucio

    Le minoranza. Si riempiono la bocca con parole come “democrazia” e “fascismo”.
    Vedono nella democrazia l’adattamento di tutti ai loro bisogni. Danno del fascista a chiunque dica qualcosa loro contro.
    Sono loro i primi ad essere nazi-fascisti in quanto vorrebbero azzittire in malo modo ed imporre il loro punto di vista alla maggioranza. In parole povere sono dei CRIMINALI.

    Cina e Russia farebbero bene a finanziare in qualche modo questi scontri in america. Il gigante che si sgretola dall’interno.
    Come mai la nostra società è caduta così in basso? Cosa è successo? Il benessere e la mancanza di guerre ha rincoglionito i popoli?

    Dovremo stare attenti noi in Italia. Tutti i monumenti e simboli dell’impero romano potrebbero essere a rischio in futuro? Verrà richiesto l’abbattimento di tutti i monumenti e gli edifici che risalgono al periodo fascista?

    • what you see is a fraud

      Addio turismo se i talebani nostrani vanno al potere . Abbiamo gia’ i Taliebani nel vaticano ci manca solo che vadata al potere

    • Scrillo

      Quelli dell impero romano furono già distrutti a partire dall’editto di tessalonica. Poi in seguito a caduta dell’impero molti più monumenti furono smembrati per edilizia locale come case.
      Quelli del fascismo già largamente distrutti a seguito caduta del fascismo.
      Non credo che in italia ci sia un impero ancora da abbattere adesso.

  • Scrillo

    Io credo che l’america del XIX secolo che ha dato il la a quella superpotenza del XX è ormai finita, culturalmente parlando. I nuovi americani, un po’ come agli eredi dell’impero romano, non assomigliano per niente ai loro antenati, ma sono solo un miscuglio informe senza idee, senza sostanza e senza senso della storia. In questo somigliano molto al popolo italiota. La domanda che mi faccio è: ok è solo una statua, tanto tutti quei personaggi sono morti da cento e passa anni, ma che cosa ci mettiamo al suo posto? Il matrimonio gay? La libertà di sgozzare gli infedeli, ehm volevo dire religiosa? Un transgender che ha reso grande l’america? Il motivo forse percui hanno perso i liberal è la decadenza e il fallimento a cui il loro presunto progresso li ha portati. Se l’america fa questo, l’europa occidentale non è da meglio.

    • fnatile

      Gli Stati Uniti hanno dato il meglio di se sino a ca gli anni ’60 quando erano sostanzialmente una nazione di heritage anglo-tedesco. Poi il multiculturalismo, la frenesia dei diritti umani, il politicamente corretto gli hanno lentamente erosi. Purtroppo lo stesso virus ha ormai infettato l’Europa Occidentale

      • silvia

        In realta temo sia il loro heritage anglo-tedesco a renderli cosi: razzismo e antirazzismo sono solo scuse per distruggere chiunque non sia come loro…non potendo piu’ scaricare questo istinto su stati-canaglia privi di bombe atomiche sono costretti a scaricarlo contro se stessi.

        • fnatile

          Effettivamente gli imperi Britannico e Tedesco a vertiginose crescite hanno poi opposto altrettanto vertiginosi crolli, non conoscono le mezze misure, o tutto o niente

          • silvia

            Sono barbari

          • Podeanu

            “Tirate! Tirate su tutti! Son tutti barbari!…”. Alfonso 1 Este ai suoi artiglieri alla battaglia di Ravenna, secondo il vescovo Paolo Giovio.

          • silvia

            E’ questo che noi Italiani abbiamo dimenticato: siamo caduti in basso perche veneriamo dei vaccari sbruffoni come liberatori

          • Podeanu

            Beh in effetti la caduta è stata “analoga”… all’epoca stanchi di franza o spagna o alemannia o britannia, prestammo con giudizio la vittoria nel mediterraneo al meno peggio degli extra-europei.
            Altri scelsero di “non allinearsi” sebbene gli armamenti li compravano ad est. Ci andò abbastsnza bene, tutto sommato.
            Ma nel frattempo, come sono cambiati i discendenti dei padri pellegrini, pure noi non siamo più quelli del 1945.

          • silvia

            Purtroppo in molti casi e’ cosi: ma temo che noi dovremo darci una scossa se non vogliamo che ce la diano le risorse.

    • johnny rotten
  • Nexus

    Tornano alla mente queste parole:
    “Un Paese che ignora il proprio ieri, di cui non sa assolutamente nulla e non si cura di sapere nulla, non può avere un domani”
    Indro Montanelli

  • GianAntonio

    Fantastico articolo, Nuke.
    E’ il secondo di fila.. Complimenti !

  • GianAntonio

    Secondo me, questo e’ l’inizio della fine per gli Stati Uniti e degli Stati Uniti.

    Stiamo assistendo all’impazzimento finale di una Societa’ molto malata, che e’ malata da tempo… e che ormai e’ arrivata allo stadio finale della malattia.. alla metastasi finale, che prende tutto, ingloba tutto.. prima della morte del paziente.

    Ricorda da vicino l’impazzimento finale avvenuto all’Impero Romano nei suoi ultimi decenni.. prima del crollo finale.

  • Nexus

    Il modo migliore per continuare a rimanere al vertice della piramide è fare in modo che quelli che stanno di sotto rimangano “ignoranti” e siano in perenne conflitto fra di loro.
    Per ignorante (colui che ignora) si intende povero di conoscenze in materia di economia, storia, geografia, scienze sociali, psicologia ecc.
    I vertici oltre che a rimanere quasi invisibili (alla maggioranza) ottengono il risultato di non essere mai individuati come il nemico da combattere.
    E poi l’informazione mainstream dev’essere fatta di dettagli poco significativi perché
    come disse Maria Montessori: “Insegnare i dettagli significa portare confusione. Stabilire i rapporti tra le cose significa dare conoscenza”.

  • alexzanda

    dal testo qui sopra: “E tutto parte dalle università americane, dove ai giovani viene insegnato che “i diritti delle minoranze” sono sacri e “devono essere rispettati”. Se sei minoranza devi soggiacere alla maggioranza e non devi rompere le palle, così funziona in teoria la democrazia. Perlomeno così dovrebbe essere…..”

    la democrazia NON è libertà se la maggioranza fa quello che vuole delle minoranze. la democrazia è nata per mettere un limite ai poteri assoluti dei monarchi ottocenteschi, poi inopinatamente si è ritenuto che la maggioranza democraticamente eletta ne potesse avere gli stessi poteri arbitrari, e questa visione di democrazia come potere assoluto della maggioranza riportata nell’articolo e qui sopra spiega esattamente perchè nel mondo stiamo lentamente restringendo le libertà, visto che anche gli arguti commentatori di questo sito (ex?) libertario non colgono questo aspetto.

    certamente gli americani hanno colpe e fanno errori ma altrettanto certamente sono l’unico popolo, con gli inglesi, che ancora difende un minimo le libertà individuali e delle minoranze dalla dittatura della maggioranza.
    voi pensate che questo li condannerà, io penso che questo ne farà ancora per secoli il popolo più avanzato e conseguentemente dominante.
    vedremo

    • mkz

      Il fatto è che il loro livello di negazione del passato rasenta livelli patologici ed autodistruttivi, che è ben differente dal rispettare una minoranza

      • alexzanda

        certo che non condivido la negazione del passato e concordo che le rimozioni odierne di statue rasentano il patologico, dico solo che il rispetto delle minoranze e insegnare nelle università che le differenze sono belle e vanno difese come difesa di libertà è intellettualmente mille volte meglio di quello che avviene nel resto del mondo, compreso in questo sito, ove si pretende di cambiare una dittatura (della maggioranza) con un altra dittatura (di un altra maggioranza) senza nemmeno rendersene conto…..

        • chi ha mai parlato di maggioranza?
          L’umanità è composta da pecore per il novanta per cento e il restante da lupi. Togliamo la maschera e facciamo sul serio stavolta. Che il bestiame umano sappia di essere tale.

          • alexzanda

            “Se sei minoranza devi soggiacere alla maggioranza e non devi rompere le palle, così funziona in teoria la democrazia.”
            l’hai scritto tu qui sopra nel pezzo

          • La maggioranza dei votanti, ovvio, io farei votare solo i lupi, se la pecora decidesse di affrancarsi fa un esame e salta di classe. non per censo ma discriminerei per cultura e intelligenza. Gli altri niente diritti civili o altro, per esempio solo i lupi voterebbero , potrebbero possedere armi o avere famiglie numerose, gli altri rigorosamente figlio unico.
            Suona strano, ma se ben implementato funzionerebbe, dato che le elite sarebbero auto-perpetuanti, con continue iniezioni di persone provenienti dalle classi inferiori.
            in america funziona così, ma le classi elevate vengono selezionate per censo, ovvero anche se sei un ereditiero o sei bravo a lanciare una palla diventi milionario e primeggi. Nel mondo che immagino costoro rimarrebbero confusi nel gregge e dovrebbero darsi da fare per eccellere davvero. e i figli dei potenti dovrebbero risalire la china. personaggi come Bill Gates, per esempio potrebbe avere la cittadinanza per meriti evidenti, mentre Trump no. E sarebbe irrilevante il colore della pelle o la religione di partenza, conta solo la capacità individuale.

          • alex

            Ma cosa rispondi e chiarisci, perdi tempo. Con cosa hai esposto, il quale è (per mia visione), l’unica maniera di avere senza fronzoli, una civiltà giusta, sarai tacciato di “bianco, razzista, snob, politicamente incorretto, etc..etc..”. Chi usa il buon senso e la logica, odiernamente, è considerato un terrorista, uno spostato, una persona con problemi di adattamento.

          • alexzanda

            va be, Fahrenheit 451

          • Sbagli, l’unica cosa che sarebbe tutelata sarebbero i libri…

    • Secondo me sbagli di brutto. Il problema americano è legato all’aumento percentuale delle minoranze. Paradossalmente se li schiavismo fosse ancora in voga la loro nazione continuerebbe a dominare la scena mondiale per lungo tempo. Ma così non è. E questo mi sta benissimo. Io auspico il crollo degli States. Questo avverrà quando i vecchi attualmente al potere, fanatici anglosassoni, violenti e pragmatici, verranno sostituiti dagli snowfkakes politicamente corretti.

      • alexzanda

        sul fatto che gli snowflakes conducano al crollo siamo d’accordo, ma per motivi diversi, tu perchè hai un’ideologia diversa dalla loro e come loro la vuoi imporre (chiusura delle frontiere, realismo-cinismo politico), io perchè penso che loro siano uno dei tanti gruppi (un’altro è il tuo e un’altro ancora sono i fondamentalisti) che in un modo o nell’altro vogliono impedire la libertà individuale accettando la dittatura della maggioranza.
        al di la delle antipatie e simpatie verso i vari popoli è innegabile che gli states siano ancora l’unico posto al mondo (eccetto forse la svizzera o altri piccolissimi staterelli) dove sopravvive un minimo di cultura libertaria, e ciò a discapito degli snowflakes non grazie a loro, e per me questo contribuirà al loro successo nei confronti degli altri popoli che magari ne azzeccano qualcuna ma sempre da una posizione di sudditi della maggioranza di turno, il che alla lunga li metterà sempre in condizioni di inferiorità.
        vedremo o meglio vedranno i nostri posteri

        • Credo che vedremo ben prima cosa succede, altro che i posteri.

        • Buon Giorno

          Libertà di fare cosa? Ventanni di galera se non pagano fino all’ultimo centesimo di tasse? Anni di prigione per hate speech? Arresto e prigione per qualsiasi cosa? Essere costretti ad ingoiare l’ideologia politicamente corretta per non essere cacciati da università ed aziende? Essere spiati nelle comunicazioni private? Non poter tenere alla larga legalmente (alias discriminare) gruppi di individui che si detesta o si teme? Essere informati da un oligopolio mediatico? Essere governati da soli due partiti per oltre un secolo?

          Cosa sono liberi di fare?

    • silvia

      La democrazia e’ una grandissima presa per i fondelli, dove la parita’ di diritto al voto viene venduta per parita’ di capacita’ di prendere ed influenzare le decisioni decisive, che vengono sempre prese dietro le quinte almeno nei vecchi regimi tutto era chiaro e il popolo sapeva chi prendeva le decisioni

    • what you see is a fraud

      La finta democrazia nelgi USA apertamente discrimina contro i bianchi perche’ i ” diversamente colorati sono intitolati a speciale trattamento .
      David Duke spiega che certe univerista’ sono controllate dai Kazzari e le univerita” accolgono inprevalenza Kazzari colorati di ongi tipo e infine i Bianchi che sono la maggiornza e hanno piu’ successo nelle scuole superiori .
      https://davidduke.com/duke-collett-expose-zio-led-affirmative-action-racism-against-whites-zio-led-ethnic-cleansing-of-white-nations/

    • zhoe248

      Il fatto è che nella pratica si assiste all’arrogante e prepotente pretesa dei sinistroidi “democratici e progressisti” di voler imporre con ogni mezzo, lecilo e illecito, la loro dottrina sia quando vincono, maggioranza, sia quando perdono, minoranza.

      • alexzanda

        vero

      • Buon Giorno

        La democrazia é questo sin dalla Rivoluzione Francese del 1789
        Democratici = Comunisti = Sinistroidi.

        C’é un motivo per cui gli Stati Uniti NON NACQUERO COME DEMOCRAZIA (con il feticcio dell’Uguaglianza) ma come REPUBBLICA il cui obiettivo era la difesa di poche fondamentali libertà ed a votare erano in pochi: maschi, bianchi e proprietari terrieri.

    • alex

      Probabilmente sintonizzati su “onde diverse”, pur rispettando la tua opinione, senza concordare, decisamente ascoltiamo stazioni diverse. Dove esiste nello stato pratico, ciò che affermi? La maggioranza fa quello che vuole sulla minoranza? Ma dove vivi? Da sempre la MINORANZA (elite, politica, economica, finanziaria, etc..etc..) ha il potere sulla maggioranza (il popolo). Dove vedi e constati che la maggioranza ha il potere? Nel risultato delle elezioni, nella partecipazione che abbiamo in leggi, regolamenti? Chi comanda nel mondo: in Usa 400 persone +/-, chi comanda in Italia sono 100 persone +/-, in Europa forse 200 +/-. Dove ca…o sta, tutta questa maggioranza, che vedi? La cruda realtà, non accettata, perchè dura, viva, cruda, è che, quando le sorti vengono delegate alla moltitudine, il seme del disastro e della inuguaglianza, è già in germoglio e cresce rapido, strangolando qualsiasi parvenza di legittima libertà. Anche i tumori iniziano in silenzio e da una minoranza di cellule.

      • alexzanda

        oggi può essere che come dici tu uno sparuto gruppo, ottenendo o usurpando un investitura da una maggioranza, comandi tutto negli stati moderni, ma questo è possibile proprio e solo perchè permettiamo ad una maggioranza di fare qualsiasi cosa a discapito di una minoranza, esattamente perchè crediamo che la maggioranza democraticamente eletta sia già di per sè un baluardo contro il dispotismo, e non ci accorgiamo che invece può essere ed è più tirranica dei monarchi.
        se la maggioranza dovesse comunque rispettare dei principi a difesa della minoranza (per esempio essendo obbligata a legiferare con soluzioni erga omnes sempre, e non con leggi particolari valide solo per certi gruppi o certi momenti) non potrebbe comandare e regolamentare tutto come fa oggi, e la libertà individuale sarebbe molto più ampia.
        sono principi base del liberalismo, leggi anche su internet rothbard o hayek, la loro vera lezione è questa, non quello che vogliono farti credere di permettere il turbocapitalismo….

  • silvia

    Nulla di strano: per circa trecento anni gli Angli hanno scaricato la loro tendenza a distruggere chi non e’ come loro all’esterno. Adesso, causa mancanza di cattivi sprovvisti di bomba atomica sono costretti a scaricarsi su se stessi.

  • Covpepe

    Dopo i monumenti passeranno a smantellare la Costituzione, per trasformare gli USA in una dittatura neosovietica.
    Già oggi gli Stati Uniti sono un malato terminale, e l’avvento del comunismo rappresenterà il loro funerale. Ma non camperanno per sette decenni come l’Unione Sovietica. Al contrario, avranno un collasso molto rapido.
    E devo dire che se lo sono ampiamente meritato.

  • davide

    La Serva di Dio Teresa Neumann la mistica Bavarese che si nutriva solo di Eucaristia (1898 – 1962) così descrisse la terza piaga la peggiore:

    Nei sogni e nelle percezioni profetiche Teresa indicò il massimo potere e dominio delle incarnazioni sataniche in un periodo che lei aveva chiamato “l’età di Caino”, compreso tra il 1999 e il 2017.
    Disse esattamente che: “…la grande piaga si aprirà nel 1999 e sanguinerà per diciotto anni: sarà questo il tempo di Caino”. Diciotto anni sono la somma del numero della bestia, cioè 6+6+6=18, svelato dall’apostolo Giovanni nel libro dell’Apocalisse……
    “Vedo rovesciare sulla terra una cesta piena di serpenti, che strisciano sulle città e sulle campagne, distruggendo tutto. Sarà in questa età che trionferanno l’ignoranza, il disprezzo per la cultura, l’arroganza, la superbia, la violenza, il materialismo”…..Sul trono più elevato ho visto sedere il serpente dei serpenti. E ho visto l’asino dettare legge al leone… In quel tempo, troppi leoni avranno il cuore dell’asino e si lasceranno trarre in inganno……..Arriverà un momento in cui l’uomo e la terra saranno sporchi e corrotti a tal punto che non ci sarà altra soluzione al di fuori di quella di una pulizia generale, di un diluvio. Ma questa volta sarà un diluvio di fuoco….

    Dai Nuke tempi interessanti ci attendono…dobbiamo attendere veramente poco

    • Rifle

      …tempi interessanti ci attendono…dobbiamo attendere veramente poco…

      Pure troppo poco, il 2017 è ora e sta finendo.

      Forse è meglio così.

      C’è poco da essere contenti, comunque, sarà qualcosa di doloroso che ci coinvolgerà tutti.
      Se non altro, dopo seguirà un’epoca migliore … per chi ci sarà.

      • davide

        Quattro mesi potrebbero essere lunghi come quattro anni

  • zhoe248

    Ma chi è che imbecca sti idioti?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi