The Korean Puppet – Show

Di Nuke The Whales , il - 53 commenti

Kim Jong-un, il leader nordcoreano, si è dotato della bomba atomica per non fare la fine di altri famosi dittatori (Saddam Hussein e Gheddafi). La Corea del Nord è uno stato cuscinetto strategico tra “Russia-Cina” e “Giappone-Sud Corea inteso come avamposto americano in Asia”. La Corea del Nord possiede già missili balistici e questi suggeriscono che sarà in grado di lanciare armi nucleari contro la terraferma degli Stati Uniti entro pochi anni. E’ ovvio che i nord coreani perderebbero tutta la guerra con gli Stati Uniti e che tutto ciò porterebbe al crollo del regime 1. Quello che gli Stati Uniti desiderano è limitare la corsa nordcoreana alle armi nucleari. Nel frattempo Mosca e Pechino utilizzano la paura delle armi nucleari nord-coreane come mezzo per esercitare pressioni sugli Stati Uniti (nel frattempo emerge che la Russia sta vendendo tonnellate di oro alla Cina per iniziare la seconda fase -pure massiccia – della de-dollarizzazione 2).     Purtroppo questo potrebbe comportare che alla lunga:

  • Corea del Sud e Giappone diventino ancora più dipendenti dagli Stati Uniti dal punto di vista della difesa militare
  • Corea del Sud e Giappone potrebbero diventare detentori di armi nucleari, se così accadesse la penisola coreana e il Giappone si armerebbero fino ai denti con armi nucleari.

UNA VELOCE ANALISI

A) Nessuno si aspettava che la dittatura nord-coreana avesse un così durevole successo, i coreani sono resilienti e la minaccia di guerra ha compattato la popolazione dietro al “caro leader”.

B) Cina e Russia hanno capito che per fermare la Corea del Sud e il Giappone – ovvero avamposti americani in Asia – era necessario avere uno stato che odia ferocemente gli americani: infatti i nord-coreani sono compatti, decisi e coesi.

C) Russia e Cina vogliono eliminare il dominio del dollaro, sono due super potenze che stanno creando due differenti mondi multipolari, e si sono unite in una specie di “santa-alleanza” che è solo temporanea finché una ha bisogno dell’altra.

D) Il Nord Corea è vantaggioso per molte cose: rompe le scatole, è un ottimo spauracchio per i creduloni occidentali.

E) La Corea del Nord serve per deviare lo sguardo dai veri problemi: crisi, bolle economico-finanziarie, può essere utilizzata per ogni mal di pancia.

IL TEATRINO E LA GEOPOLITICA

Se si guarda con attenzione la Corea del Nord si capisce benissimo che è il cardine di una strategia sino-russa, ma il regime di Pyongyang se non ci fosse stato andava inventato, un teatrino americano ad uso e consumo interno, adatto a nascondere i tanti problemi che affliggono gli USA: deficit, debito, economia… Comunque sia far esplodere lì una guerra sarebbe pericoloso, ci sono due vicini molto potenti e molto ben armati, non si può utilizzare nessuna guerra con bombe nucleari tattiche perché dopo i movimenti pacifisti e ambientalisti sarebbero terribili da controllare (emergerebbe anche la folta maggioranza silenziosa occidentale), e l’attuale classe politica favorevole agli Stati Uniti sarebbe indebolita e compromessa. Insomma si aprirebbero nuovi scenari geopolitici, probabilmente tutto ciò è stato preso in considerazione dagli strateghi americani, e non solo da loro. Si sgonfierà tutto come un soufflé. Nel frattempo il teatrino americano ha aperto un nuovo scenario: la Cina ha offerto apertamente alla Russia un’alleanza contro la NATO 3

LA GEOGRAFIA

Se non bastasse, per capire che tale guerra non può essere sostenuta, un importante contributo lo fornisce la geografia 4. La distanza tra il centro di Seoul e la zona demilitarizzata DMZ (che contrassegna il confine con la Corea del Nord) è di 35 miglia. La distanza tra Seoul e Pyongyang è di circa 121 miglia. Tradotto vuol dire che un attacco nucleare inghiottirebbe l’intera penisola coreana, a seconda della dimensioni e della resa esplosiva delle bombe nucleari utilizzate. Pyongyang è vicina al confine cinese e la città di Vladivostok è a circa 100 km dal confine della RPDC. Quindi eventuali esplosioni nucleari interesserebbero cinque paesi: Russia, Cina, Giappone , Corea del Sud e Corea del Nord.

LA BASTARDA REALTA’

E come se non bastasse, visto che in Nord Corea è difficile entrare, come si può ponderare quanto potenziale atomico detiene? In pratica sul campo l’intelligence americana è praticamente inesistente, quindi le valutazioni sono al massimo delle congetture 5. Quindi quando gli americani parlano di capacità nucleare del Nord Corea sono pure speculazioni. Se guerra fosse, solo all’inizio avremmo già una penisola coreana con decine di migliaia di vittime, lo stesso Tillerson dichiara: “We do not seek a regime change, we do not seek the collapse of the regime, we do not seek an accelerated reunion of the peninsula, we do not seek an excuse to send our military north of the 38th parallel” 6 La semplice volontà degli americani è quella di limitare la corsa nordcoreana alle armi nucleari, visto che la nazione è un importante perno dei giochi geopolitici asiatici. Quindi la paura delle armi nucleari nordcoreane sono un semplice mezzo per esercitare pressioni sugli Stati Uniti. Il mancato crollo della dittatura di Kim Jong-un e la mancata riunificazione della penisola coreana sono un forte scontro geopolitico tra TRE forti parti.

Alessia http://liberticida.altervista.org/

1http://eng.globalaffairs.ru/book/North-Korea-Crisis-Serious-Diplomacy-Needed-18890

2http://blog.ilgiornale.it/rossi/2017/07/18/oro-e-criptovaluta-la-guerra-di-putin-al-dollaro/ Sberbank, la più grande banca di Russia, ha iniziato le attività di vendita di oro in Cina; per la precisione, la sua filiale svizzera ha annunciato giovedì scorso un’operazione pilota di cessione di oro alle istituzioni finanziarie di Pechino (attraverso lo Shangai Gold Exchange), che dovrebbe arrivare a 6 tonnellate entro la fine del 2017.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Lila

    Le armi nucleari le hanno date gli ami al nord Corea, per cui non penso che la volontà sia di limitare la corsa agli armamenti. C’è piuttosto una voltà degli amercani di insinuarsi in quel cardine sino russo, che si chiama Corea del Nord, per potenziare già la forte presenza militare ami nella Corea del sud, e Giappone.
    Le mire ami sulla Corea del Nord è Vladivostok, visto che è la sede della Flotta del Pacifico ( russa) ed è per questo che Kim fa le veci di Komeini…
    Ovvero fintamente contro l’America ( Satana) , ma finanziato per togliere di mezzo Reza Palevi, reo di avere fatto diventare la Persia una nazione forte nel Medio Oriente. Nessuno puo’ scordare che Komeini fu finanziato di nascosto dagli americani per fare la guerra all’Iraq di Saddam, ( Iran Contras).

    Lo schema Kim sembra uguale…provocazioni anti americane di facciata, ma con l’intento di rafforzare la presenza americana in un’area cardine sino russa.

    https://comedonchisciotte.org/latomica-della-corea-del-nord-pagata-dal-governo-americano/

    • ws

      beh allora gli U$A ( come già in iran 😎 ) non otterranno nulla.
      L’ impero ha raggiunto i suoi limiti e ogni sua agitazione è “Tafazzismo senza limitismo”.

      • Lila

        Beh hanno distrutto Iraq, Siria e Libia…non mi pare nulla.

        • ws

          beh distruggendo irak e siria li hanno consegnati all’ iran ( e la libia all’ egitto ) e come politica di un impero a me sembra tafazzismo

          • alex

            Concordo. Della serie: non tutte le ciambelle riescono col buco!!

    • Winston Smith

      Ottima analisi….
      Peccato che il bimbominkia NK sia da sempre un ottimo alleato della Cina, dalla quale dipende per il 90% del suo import/export.

  • Nicola

    Una precisazione all’articolo. La corea del Nord è una pena per il culo più per i cinesi che per gli americani. Solo la Cina può disinnescare il pericolo Corea del Nord e in futuro magari guidare una possibile riunificazione, essendo l’unico peso massimo nella regione che ha relazioni diplomatiche con entrambe le coree

    • Winston Smith

      Allora la NK dipende per il 90% delle importazioni dalla Cina….
      Se una mattina a Pechino decidessero che il bimbo minkia NK deve smetterla immediatamente con il suo programma nucleare, alla sera tutti i reattori di Pyongyang sarebbero già spemti.

      • Nicola

        Sta già avvenendo, piano piano. Il sistema bancario nord coreano è ormai soppiantato di fatto dalle banche cinesi che hanno le mani in pasta in ogni settore, con la tacita accondiscendenza della nomenclatura nord coreana. Se gli americani smettessero di reagire alle provocazioni del cicciottello, la Cina potrebbe essere più incisiva nel richiamare all’ordine quel paese, cosa che già fa continuamente. E’ chiaro che in un clima da guerra fredda, la Cina vede i vari sistemi di difesa USA in corea del sud e in giappone come strumenti puntati non contro la corea del nord, ma contro di lei e di conseguenza continua a tenere in piedi quel regime.

        • alex

          Concordo. La Corea del Nord, è quasi un’altra provincia cinese, se non ufficialmente, ufficiosamente.Gli USA con il loro punzecchiare, corrono il rischio che il “Ciccio pazzo”, si alza male e invece che ammazzare un fratello, sorella, zio, etc.. decide di schiacciare qualche bottone. Quando si ha a che fare con uno psicopatico, (dai due lati),la calma, l’agire silente fino al momento giusto, è critico. Quando vai a provocarlo, puoi rimediare una coltellata all’improvviso.

  • Blondet

    Forse comincia la guerra civile in usa…the second best.

    • Giorgio Ansan

      Credo che la provvidenza divina abbia già deciso in proposito come spiega J H Kunstler (The long emergency) già dal 2005……

    • Gianox

      Non so che peso dare a questa notizia, però mi permetto di consigliarle la lettura:
      http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2012/09/la-bufala-di-henry-kissinger-che-pero.html?m=1
      Pare quasi che Trump abbia una missione: quella di portare al collasso gli Stati Uniti ma senza che entrino direttamente in guerra contro la Russia.

    • Alessia la Kazara atea

      Sta bollendo in pentola l’impeachment di Trump, questo lo so. Come cambia la geopolitica? Cosa impone un dollaro che già adesso è carta straccia? Una Europa a trazione franco-tedesca? Comunque vada l’Italia è e rimane fottuta. Vedo grossi casini, ma una guerra civile no. La guerra civile accade solo se avviene un netto e veloce decadimento economico negli states, tipo una bolla molto grossa. Ma qua serve davvero la sfera di cristallo.

      • Winston Smith
        • Alessia la Kazara atea

          Spiegami il senso di linkarmi l’articolo che io stessa ho scritto e in cui stai commentando. Ma almeno il titolo lo hai capito? Il senso dell’articolo è questo: in Corea la guerra non si può fare.

      • eu a trazione franco tedesca???
        nemmeno nelle fantasie più sfrenate è possibile…

      • alex

        A volte la Natura aiuta. Le premesse ci sono tutte, per una catastrofe globale, indotta o “naturale”. Le razze, gli uomini, gli imperi si alternano e susseguono, ed in “mezzo”, durante le “transizioni”, i tempi sono forieri di grandi sofferenze e dolori, per l’uomo normale.

  • Lucio

    can che abbaia non morde.

    Oramai la questione ha raggiunto un livello grottesco, quasi comico. Si susseguono minacce degne di un incontro di Wrestling. Il grande McMahon è dietro le quinte? 😛

  • AnonimoSchedato

    Bell’articolo. Ho apprezzato molto anche i riferimenti. Grazie.

  • silvia

    Bravo! In un certo senso, conferma la mia idea che Cicciokim sia l’esca consapevole usata da Mosca e Pechino per incastrare L’america ledendone l’immagine di superpotenza che esporta la democrazia gia appannata dalla guerra Siriana

    • Alessia la Kazara atea

      Leggi la firma

      • silvia

        cambio di vocale, brav-a

    • Winston Smith

      E non potrebbe essere l’esca lanciata dal Deep State a Trump affinché rimedimla classica figura di [email protected]@@a in campo internazionale per poi costringerlo alle dimissioni ?
      In SK ci sono fin troppi semiconduttori…. e non solo.

      • alex

        No, non con la Cina in gioco. Il Deep State è fatto di fanatici, non di imbecilli e non intelligenti, (anche il male è intelligentissimo), vogliono dirigere, non comandare e quindi fa comodo, un capro espiatorio pronto all’uso. La Russia è il passaggio obbligato per arrivare alla Cina e quindi è li che spingono e vogliono fare. In tutto questo, la Cina e Russia, non stanno a guardare e astutamente hanno aperto un secondo fronte,(per meglio dire, un quinto fronte, Siria, Russia, Yemen, Iran e ora Corea del Nord), molteplici fronti e lontani, dividono pericolosamente le forze, ed indeboliscono il loro potere deterrente e di controllo. Una mossa falsa, uno scacco matto, una sconfitta secca e bruciante (magari con tante black bags USRAELNATO), farebbe insorgere le popolazioni occidentali, come mai si era visto, con possibili cruenti rivolte interne, le quali indebolirebbero letalmente gli USRAELNATO. La storia insegna, quando il conflitto converge o arriva in casa, la situazione precipita per il padrone di casa. Trump è un “imprenditore” e come il Berlusca di italiana memoria, vuole dirigere gli USRAELNATO con la mentalità dell’industriale, padrone, despota, etc.. “comando io e faccio tutto io”, questo, è la sua debolezza mortale. Vi è una differenza sostanziale tra essere un dittatore e essere un padrone. Il dittatore teme in sostanza, solo di perdere la sua persona e vita, il padrone teme di perdere le sue proprietà, oltre alla sua persona.

        • Winston Smith

          É il ‘gioco del pollo’….. due automobili procedono affiancate, a forte velocità su una strada che li conduce ad un dirupo; il primo che sterza perde la gara e la faccia, mentre l’altro vince il rispetto dei pari; oppure, se nessuno dei due sterza entrambi gli autisti finiscono nel precipizio.
          Solo che al posto di James Dean e Corey Allen ci sono ‘Uncle Donald‘ e Cicciobello Kim…. sicuramente quest’ultimo è intenzionato ad finire nel burrone, se necessario; se lo è anche Uncle Donald nel burrone ci finirà l’intero globo.

      • what you see is a fraud

        Obongo l’ex presidente fece tante kazzate, tante brutte figure e il Deep State ( che secondo me sono I Kazzari di AIPAC ) non fece niente al riguardo ……..O lasciano Trump in pace o ci sara’ una guerra civile e ci sono 300 milioni di armi da fuoco . So che ci sono tante persone , che se scoppia la guerra civile daranno la caccia con un AK47 a quelli con il passaporto Israliano .

        • Winston Smith

          Non so se tu hai assistito al massacro sul Russiagate che la CNN faceva quotidianamente a Trump lo scorso Luglio….
          Non so se hai presente la pesante batosta di Donald sull’Obama care tre settimane fa.
          Il punto è che Obanana poteva permettersi di fare tutte le figure di [email protected]@@a che voleva, anche il triplo di quelle che ha fatto, a differenza di Trump.

    • alex

      Come in una partita di scacchi, ora i pezzi sono piazzati, ed il fine è “sempre” lo scacco matto, (o abbandono della parte avversaria, che è lo stesso) o al limite la “patta”, perchè le regole del gioco lo permettono. In questo gioco, non vedo possibilità di “patta”, perchè non esiste, uno delle due parti, deve “morire”, quindi tregua, riposo, attesa, ma prima o poi vi è la mossa che rimette in moto il gioco. La cecità USA & Co, durante decenni, ha fatto si che non si sono posti l’alternativa “neocolonialista”, tipo cinesi, sono andati avanti a pugni, sberle, assassini, tipo bullo della scuola, era inevitabile che prima o poi trovavano un mingherlino “tartassato” che mostrava loro la pistola carica e che ora ha l’appoggio di tutti quelli che a suo tempo, hanno ricevuto legnate dal bullo. Finirà nell’unico modo possibile: con qualcuno che si farà veramente male, potendo essere uno dei contendenti, un passante, un estraneo, un alleato. Speriamo non degeneri in rissa generale, con altre “pistole”, che appaiono all’improvviso.

  • silvia

    Forse si incomincia a capire che non c’e’ trippa per Washington: la Russia e’ tornata tra le grandi potenze e restera’ tale

    http://www.politico.eu/article/vladimir-putin-russia-values-problem-for-united-states/

  • Buon Giorno

    “Nel frattempo il teatrino americano ha aperto un nuovo scenario: la Cina ha offerto apertamente alla Russia un’alleanza contro la NATO”

    http://www.fort-russ.com/2016/08/china-openly-offers-russia-alliance.html?m=1

    Si sa che risposta é stata data dalla Russia?

    • Lila

      Beh..diciamo che gli USA stanno costruendo un centro marittimo im UkrianA

      U.S. Navy Seabees on July 25 started construction of a maritime operations center on the Ukrainian Ochakiv Naval Base.

      e i russi hanno spostato il Krasnodar ( quello che spara missili Kalibr) in Crimea

      per cui gli animi non sembrano calmarsi

      • Winston Smith

        Non credo che la guerra contro la NK verrà combattuta…. troppi semiconduttori.

    • alex

      Di fatto sono già alleati da tempo. Ambedue conoscono molto bene il serpente USA e sono coscienti che lasciandolo “dividere et imperare” saranno fottuti entrambi, quindi nel momento attuale, non esiste alternativa, se non fare fronte compatto ed unito agli USA. Per il domani? Si vedrà, quando hai un ladro e assassino, che sta cercando di entrarti in casa, non ti preoccupi se la tua arma è una 22 o una 38, ti preoccupi di averla carica e pronta a sparare.

  • Mikahel

    Nel frattempo il teatrino americano ha aperto un nuovo scenario: la Cina ha offerto apertamente alla Russia un’alleanza contro la NATO

    Ma perchè i cinesi in Siria erano li per gioco?

    • Lila

      adesso sono li con contratti per ricostruire

      • Winston Smith

        Come ho appena scritto qua sopra, Trump è destinato a rompersi le corna contro la NK.

        • Lila

          I pop corn sono sempre pronti : )

          • Winston Smith

            Con il fuoco nucleare se ne cucineranno in quantità industriali….
            🙂

  • Come esistono i salotti buoni della finanza esistono i salotti buoni per la guerra. Nei salotti buoni si fanno solo accordi. Ci voleva CiccioPazzo per far dialogare Usa,Russia e Cina. Dove non si parla si spara per poi parlare.

    • cito “Dove non si parla si spara per poi parlare.” bellissima questa, bravo CDNS
      ^^

      • Grazie ma non ero ironico. Vedi Siria……. A zio Volodia gli è toccato prima sparare per poi poter parlare. Non c’è peggior sordo di chi non vuole ascoltare.

  • Winston Smith

    Non credo che Trump vincerai la guerra di Corea…
    Non nel senso militare, che anzi non verrà mai combattuta (spiego poi il perché), ma quella che a parole ha iniziato già ad Aprile… e ciò non potrà che significare le sue dimissioni a causa di aver perso la faccia con questa rodomontata.
    Perché non verrà mai combattuta da un punto di vista militare ?
    Semplice:
    -) Deterrrenza della NK;
    – artiglierie convenxionali attorno a Seoul che potrebbero fare moltissimi danni (e ben difficilmente si riuscirebbe ad evacuare dieci milioni di abitanti in pochissime ore ed alla chetichella); possibilità di colpire il Giappone.
    -) Alleanza della Cina che ha già fatto sapere la sua non neutralità in caso di iniziativa statunitense (e non penso che il bimbo minkia NK sia così idiota da voler ‘aprire le danze’).
    -) Intervento della Cina in caso di iniziativa NK: anche se il parruccone NK mi dovesse smentire, non penso che i cinesi stiano a guardare che il loro alleato mentre viene fatto a pezzi dal loro principale competitor militare.
    -) Come lessi ieri, la SK produce il 40% degli schermi piatti e, sopratutto, il 20% dei semiconduttori–> l’impatto sull’economia globale sarebbe devastante (ecco perché un avversario di Trump, il Sen. John McCain, si è dichiarato contrario alla guerra).

  • cito : ” (…) di altri famosi dittatori (Saddam Hussein e Gheddafi)”
    I nostri, invece sono bbbravi e bbbuoni.
    Domando : chi dice che sono dittatori? chi dice che il loro operato è sbagliato?

    • Laura

      Chi dice che tutti i dittatori sono nocivi?

      • tv, scuola e altri organi di propaganda.
        Personalmente non ho mai apprezzato la pagliacciata della x a matita ogni tot anni

      • silvia

        e finalmente qualcuno dice le cose come stanno! 🙂

  • marcoferro

    anche io mi sono chiesto come facessero questi 007 merighi a sapere del potenziale nord coreano che praticamente è un paese chiuso…

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi