Washington ha più paura di Kim che di Putin. Perché?

Di Maurizio Blondet , il - 279 commenti

“Fuoco e furia come il mondo non ha mai visto”, ha strepitato The Donald. Dunque la guerra  alla Corea del Nord  è vicina?

McCain: “I grandi leader non minacciano se  non sono pronti ad agire”. Il capo del Pentagono generale  Mattis, detto Mad Dog: “Kim non inviti alla distruzione del suo popolo”. Poche ore dopo però, Mattis “apre uno spiraglio alla trattativa.  ”Stiamo lavorando a una soluzione diplomatica” , basta che Pyongyang smetta di perseguire il suo programma nucleare.

Lunedì 7, Tillerson aveva lanciato: “Il segno migliore che la Corea del Nord può mandarci per provarci che è pronta a negoziare sarebbe arrestare i suoi test missilistici”: Insomma, quel che si dice un assist al dittatorello, e molto sbilanciato da parte del segretario di Stato dell’unica superpotenza rimasta. Kim ha risposto minacciando di nuclearizzare la base di Guam, Trump ha replicato “fuoco  e furia”.E così adesso al Pentagono davvero devono preparare un attacco. Forza, che ci vuole?

Ma no, un momento. E’giusto ora uscito un rapporto della DIA (Defense Intelligence Agency, la Cia dei militari, ma più seria)  che rivela che le capacità nucleari della Corea del Nord sono state grossolanamente sottostimate. Che ha miniaturizzato le sue bombe in modo che può inastarle sui suoi missili intercontinentali. Che  ne ha  forse  una sessantina, molte più di quelle   che si credeva.

Ebben, se anche fosse? Su istigazione degli Usa, la NATO sta provocando senza Alcun timore la  Russia, che di testate ne ha, diciamo, almeno 7 mila. Anzi il Pentagono ha già fatto avere ai nazisti di Kiev armi anticarro per sconfiggere i carri armati di Mosca.

Che ci vuole a vincere lo stato più povero del mondo, e tanto tanto lontano, che in realtà non configura davvero una minaccia, come ha spiegato Tillerson?

Eh no, andiamo piano, come si legge spulciando qua e là i media americani.  Le forze convenzionali nord-coreane constano di 700 mila uomini sotto le armi, e  decine di migliaia di pezzi d’artiglieria puntati su Seul, che  dista solo 50 chilometri dal confine:  sono 10  milioni di vite in pericolo. E poi, bisogna prima evacuare il personale americano civile, le famiglie dei militari, far convergere la potenza di fuoco schiacciante della superpotenza, l’ unica rimasta. “E ogni segno  di imminente attacco, come la mobilitazione del Sud Corea o del Giappone  e l’evacuazione dei cittadini americani può  indurre la Corea del Nord all’attacco preventivo. Con Cina e Russia trascinate nel gorgo”.

Per la prima volta, si sente a Washington fare i conti di quanti danni fa la  guerra all’economia. Posto che – apprendiamo- “la guerra in Siria ha prodotto un crollo del 60% del Pil del paese”, “una  caduta del 50% del Pil sudcoreano spazzerebbe via un 1% del Pil globale, aggravando la crisi economica mondiale.    Poi, scherziamo?, la Corea del Sud produce il 40 per cento degli schermi piatti a cristalli liquidi del mondo, e il 17% dei semiconduttori;  il blocco bellico di quelle forniture priverebbe le industrie elettroniche del pianeta di quel ben di dio.

Insomma, stavolta non si precipitano  a guerreggiare, anzi  siedono al tavolino e fanno i conti: non è che danneggiamo troppo l’economia mondiale?  . Tanto più che è appena uscito un altro studio , stavolta dell’US Army War College, intitolato “At Our Own Peril: DoD risk assessment in a Post-Primacy World”, ossia “A nostro rischio – la valutazione del rischio al Pentagono in un mondo di post-supremazia”,  dove si ammette che  l’ordine internazionale governato dagli Usa dalla seconda guerra mondiale sta “logorandosi” e anzi “collassando”, che la dottrina del “New American Century”  va forse  messa nel cassetto.

Per New American Century si intende una cosa precisa: la dottrina militare emanata dai neocon del governo Bush  jr.  dopo e col pretesto dell’11 settembre,  che dettava: “il fondamento di un mondo pacifico poggia sulla capacità delle forze armate Usa di mantenere un sostanziale vantaggio sugli altri, onde impedire l’emergere di competitori militari” capaci di sfidare la suprema zia indiscussa Usa. Adesso, dice ,lo studio, che non solo Cina e Russia, ma anche Turchia e Iran, India e perfino Germania e Francia rappresentano “nuove competizioni funzionali militari”, gli Usa non sono più in grado di “gestirli”,  per cui è meglio che  ci decidiamo di convivere con tali “rischi”.     Dall’insieme, emerge una certa qual paura: non siamo  sicuri di vincerla,  una guerra seria.  Lo studio potete leggerlo qui:

https://ssi.armywarcollege.edu/pdffiles/PUB1358.pdf

E poi c’è un accurato riesame del voto americano, condotto dall’università del Minnesota e quella i Boston, Dipartimento di Scienze politiche, che ha stabilito quanto segue:  le circoscrizioni, le  contee e le cittadine dove i democratici vincevano ed invece hanno pesro, sono quelle  che hanno visto arrivare più soldati morti e mutilati dei 15  anni di guerre americane.

(vedi Battlefield Casualties and Ballot Box Defeat: Did the Bush-Obama Wars Cost Clinton the White House?

https://papers.ssrn.com/sol3/papers.cfm?abstract_id=2989040)

Hanno votato Trump gli americani stanchi di guerra, perché Hillary ne prometteva un’altra.  Dunque  non è proprio il caso che Donald   si metta la mimetica di commander in chief..

Brian Williams, anchorman della MSNBC, durante il talk show “The Eleventh Hour”,   ha buttato lì una frase istruttiva: “Il nostro compito stasera è in fatti di spaventare la gente fino alla morte sulla Corea delk Nord”  (“our job tonight actually is scare people to death’ about North Korea”),  il che conferma ancora una volta come i media in Occidente siano diventati dei sistemi di manipolazione in mano al Deep State. Ma insomma rivela una vera paura.

Ragionevolezza contro follia

Quindi evidente prudenza con la Corea del Nord. Ma allora, perché tanta provocazione contro la Russia? Tante minacce guerrafondaie  a Mosca? Che cosa fa la differenza tra Putin e Kim?

Ebbene: è la ragionevolezza dell’uno contro la pazzia dell’altro.  Essi sanno che Putin è uno  statista responsabile, avulso dai colpi di testa, civile, pronto al negoziato; quindi lorsignori possono permettersi rischi e  provocazioni all’ombra delle sue testate nucleari. Su Kim, temono le sue sorprese e follie, l’imprevisto colpo di testa; lo ritengono cpacissimo di sparare bombe atomiche,  quindi sono loro ad andare  con la testa sul collo e i piedi di piombo. Rischiando che Putin un giorno sia sostituito da uno dei suoi più incline a  reagire.

In altro articolo, avevo scommesso che gli Usa  non scateneranno la guerra  contro Pyongyang anche per un altro motivo: “Non interessa ad Israele”, che vuole da Trump la guerra contro l’Iran, anche a costo di sfidare la Russia. Alcuni lettori hanno creduto di smentirmi, riportandomi varie valutazioni del ministro israeliano della guerra, Avigdor Lieberman, il quale “ha dimostrato”  che la Corea del Nord è  complice dell’Iran nella fabbricazione della bomba atomica, e Teheran ha assistito Kim   anche nella  produzione dei missili intercontinentali.

In realtà, cari lettori, questo conferma la mia tesi. Con queste “prove”, Israele vuole dire agli americani: incenerite l’Iran e risolverete anche  la questione nord-coreana,  è a Teheran la testa del serpente da schiacciare, non a Pyongyang.  Se non avete la memoria troppo corta, ricorderete cosa propugnarono i neocon, i Wolfowitz, i Perle, dopo l’11 Settembre: sì, ad abbattere le Twin Towers  è stato Osama Bin Laden, ma bisogna attaccare l’Irak, perché Saddam Hussein   è lo sponsor di Al Qaeda.   Sadam era allora il  bersaglio della paranoia e fissazione israeliana, come oggi l’Iran. Non è che rinnovino molto i vecchi trucchi. Tanto, voi dimenticate presto.

L’articolo Washington ha più paura di Kim che di Putin. Perché? è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Disca

    In pratica, se vuoi salvarti da una pioggia di bombe non installare sistemi di difesa, ma impianti di produzione LG e Samsung.

    • Podeanu

      “Vecchi trucchi”…
      Citazione fine ed istruttiva, zio Olinto. Complimenti.
      Io non dimentico, no.

  • ws

    Come già nelle altre due WW .in conseguenza di una crisi socio-economica causata da una eccessiva finanziarizzazione gli U$A hanno bisogno di una guerra in casa d’altri dper distruggere la massa dei crediti inesigibili e per fa riprendere l’economia dalla posizione ancora più vantaggiosa visto che alcuni concorrenti saranno rimasti devastati .
    Ma c’ un problema, oggi c’è la bomba. però si può ancora ottenere questi vantaggi con una guerra “limitata” contando sulla ” ragionevolezza” altrui.
    Si tratta sostanzialmente di un bluff, e tutti i bluff alla fine vengono visti, ma si puo’ ritardare questo spiacevole evento alzando la posta finché l’ avversario si spaventa e “concede ” la vittoria. ( come fece gorby )
    In questo possono contare sulla “ragionevolezza” di cina e russia ma non della NK, quindi che fanno ? Rischiano un conflitto con la NK ai danni di SK e giappone convinti che cina&russia saranno “ragionevoli” e strangoleranno la NK per conto degli U$A.
    La mia domanda invece è questa : forse invece Russia&cina si sono rotte le scatole e tranquillamente spingono il bullo” a calare le sue carte datosi che il “cane pazzo” Nord koreano puo’ fare parecchio male al “bullo” ?

  • LucaF.

    In realtà sarebbe più facile schiacciare la testa del serpente (Iran ed Hezbollah) se prima gli si estirpa il veleno (aka se gli si toglie la capacità di rifornimento missilistico e di eventuale potenziale deterrenza nucleare), ecco perché la Corea del Nord viene considerata da Lieberman e da una parte dei neocon come una priorità rispetto ad un intervento diretto immediato contro l’Iran.
    Ad ogni modo i neocon non sono attori razionali, ergo ha poco senso fare riferimento ad una valutazione di preferenza geostrategica militare o di priorità sulla base della loro mera propaganda.
    L’Iran è la loro ossessione, ma fino ad oggi non l’hanno attaccato.
    Nemmeno dopo l’11 settembre 2001, Bush jr ha attaccato direttamente l’Iran, ha preferito attaccare l’Iraq, benché storicamente Saddam fosse un nemico storico degli sciiti (peraltro armato dagli stessi americani che lo hanno attaccato, vedi Rumsfeld), per impedire la “mezzaluna sciita” (anche se in realtà il caos l’ha indirettamente creata a tutto svantaggio di Israele).
    Ad ogni modo, Bush jr elencò la Corea del Nord assieme ad Iran e Iraq nel famoso “asse del male”, sulla base della dottrina Wolfowitz, quali elaborazioni teoriche del 1992 nel Defense Planning Guidance per il Pentagono (il quale prevede una guerra contro la Corea del Nord, oltre che contro Iraq e Russia): http://www.nytimes.com/1992/03/08/world/us-strategy-plan-calls-for-insuring-no-rivals-develop.html?pagewanted=all
    Ovviamente che una guerra con la Corea del Nord sia più ostica di una contro l’Iraq o la Libia, è evidente, ma tutto dipende da quanto si è disposti a sacrificare e a guadagnare (se viene distrutta Seul, la Samsung sparisce dal mercato, ergo la Apple guadagnerebbe una grossa fetta del mercato dei monitor Lcd, della telefonia, dei televisori, dei tablet, con ricadute positive per Wall Street e gli azionisti) e quali sono le finalità di fondo di un eventuale esercizio della forza nucleare paventato anche da Trump.
    La Corea del Nord aldilà delle sottostime sulle sue bombe o missili, resta una mini potenza nucleare (con tecnologia e relativa affidabilità di gittata missilistica tutta da verificare) rispetto alla Russia e anche alla Cina (potenze nucleari con tecnologia notevolmente sviluppata e affidabile quanto a letalità), questo rende Pyongyang un bersaglio potenzialmente “ideale” di relativa facile “portata” per gli Usa (all’interno della logica del first strike e della guerra nucleare preventiva postulata dai neocon) rispetto alla Russia o alla Cina (potenze comunque nel mirino del Deep State ma che risultano assai più ostiche da combattere).
    E’ probabile che il Deep State ritenga conveniente agire militarmente contro una mini potenza nucleare rispetto a una grande potenza nucleare per verificare l’effettiva capacità di offesa e di difesa da un attacco con Icbm.
    Inoltre, Mosca e Pechino potrebbero essere dissuase o riportate a “miti consigli” in caso di esercizio della forza nucleare statunitense contro la Corea del Nord (il che spiegherebbe anche il senso delle recenti affermazioni/minacce di Trump e Mattis) anche su altri dossier (Siria, Ucraina, e Iran).

    • ws

      E’ probabile che il Deep State ritenga conveniente agire militarmente contro una mini potenza nucleare
      Se però la “minipotenza” ti fa sparire qualche grossa citta’ ( ad esempio los angeles con la sua fabbrica della propaganda) hai perso sia all’interno ( come obbedienza al sistema ) che all’ esterno ( come “immagine&deterrenza” ) molto di più di quanto credevi di guadagnare aggredendola

      • LucaF.

        E’ un azzardo morale, come tutte le guerre, ma d’altronde gli americani peccano di presunzione ed è probabile che ritengano di essere invincibili contro Pyongyang e in grado di distruggere gli Icbm con il loro famoso “scudo”.
        In ogni caso se dovesse sparire Los Angeles e mezza California per Trump sarebbe un vantaggio sul piano politico interno in vista del 2020 (sempre che lui ci arrivi…). 😀

        • LucaF.

          Mattis ha già dichiarato che Pyongyang perderebbe qualunque conflitto contro gli Usa. https://uploads.disquscdn.com/images/7d039a1c6202302e9241de0b57a48f7ae58c3fb1ebd8eb2f3046e15c9e0b92ed.png

          • ws

            che la NK “perderebbe” è ovvio; la questione è il danno che ne riceverebbero gli U$A indirettamente ( tramite i danni subiti dall’ “alleato” SK ) che direttamente ( se il loro antimissile non funziona)

          • LucaF.

            Ovviamente la Corea del Nord verrebbe spazzata via a prescindere dalla sua capacità di colpire realmente gli Usa con i propri missili.
            Se però un solo Icbm nordcoreano dovesse colpire gli Usa, oltre alle perdite di civili, Washington perderebbe la faccia e quel senso di presunta onnipotenza davanti al mondo.
            E’ chiaro che il contraccolpo sarebbe enorme dinnanzi ai suoi alleati (specie davanti a quelli russofobi dell’Europa dell’est, i quali contano sullo scudo antimissile statunitense come arma contro eventuali attacchi russi).

          • LucaF.

            Peraltro se lo scudo statunitense dovesse fare cilecca, è probabile che la Lockheed Martin crollerebbe a Wall Street.
            https://www.rt.com/usa/399028-lockheed-martin-defense-missile-systems/

            Post: Spero che il primo commento si veda ancora dato che Disqus lo calcola come spam per aver modificato un errore di battitura.

          • marcoferro

            sicuro che vincerebbero contro la corea del nord ? ricordiamoci che i merighi hanno perso contro i deboli e male armati vietnamiti con le scarpettine da mare come calzature, nonostante gli abbiano scaricato addosso più bombe che in tutta la seconda guerra mondiale, l’agente arancio, il napalm, etc…

          • LucaF.

            Penso che Trump non manderebbe soldati in Corea del Nord per evitare parecchi morti (che come Blondet ha scritto, gli inimicherebbero alcune contee che lo hanno eletto) ma punterebbe ai bombardamenti a tappeto anche con l’atomica.

          • LucaF.

            Qui un breve confronto tra le forze armate nordcoreane e quelle statunitensi: https://youtu.be/w10dgthpDqY

          • marcoferro

            io non mi fiderei lo stesso, certo sulla carta i merighi sono superiori. ma anche la francia in indocina fu sconfitta, come lo stesso piccolo e povero vietnam sconfisse sempre il gigante americano. poi solo bombardando le guerre non si vincono, servono sempre gli scarponi sul terreno. e poi quel paese la corea del nord potrebbe avere una contraerea pericolosa, avranno sicuramente tunnel e bunker per difendersi e la cina è attacca a loro e potrebbe aiutali…

          • LucaF.

            Vero, ma è probabile che dopo i bombardamenti, gli Usa appalterebbero a quel che resta della Corea del Sud (oppure alla stessa Cina) il compito di ripulire eventuali sacche di resistenza nordcoreana.

          • ws

            ma figurati ,”quel che resta della Corea del Sud ” non avrebbe nemmeno gli occhi per piangere . FORSE le aotomicher NK non arriverebbero in america , ma la SK se le ciuccerebbe tutte

          • LucaF.

            Vero, ma gli Usa sarebbero capacissimi di farlo, dopodiché tutto dipende dalla leadership politica e militare sudcoreana se è in grado calcolare il rischio a cui andrebbe incontro.
            Tuttavia, non è improbabile pensare che possa fare la fine di quella del Vietnam del Sud data la scarsa autonomia d’operato dai voleri di Washington.

          • Caio Giulio

            Non ti preoccupare che la stanno armando fino ai denti 😉 E poi parliamo di una nazione all’avanguardia, con tutto quello che comporta, contro un branco di contadini tenuti al guinzaglio.

          • ws

            Si come i “contadini” vietnamiti.
            In ogni caso i sud-koreani moriranno a milioni , e chissà forse saranno anche felici di farlo a “maggior gloria ” degli U$A
            Gli americani sono specialisti per fottere i loro “amici” ,😎

          • what you see is a fraud

            Vedo che la propaganda occidentale su quanto e’ arretrata e brutta la Korea del Nord ha lavato il cervello . Tutte balle .

          • Caio Giulio

            Senti, sarà propaganda, ma quella del sud è cento volte più evoluta, o anche questa è una stronzata? Qui la chiudo, perchè io dei sinistri, mascherati o meno, NON NE POSSO PIU’!

          • silvia

            ” un branco di contadini tenuti al guinzaglio” Mi sembra di sentire un sionista quando parla dei goym. Attento a non essere tu al guinzaglio di certa propaganda ….

            Ad ogni modo, Il nuovo capo del governo sud-koreano mi pare abbia espresso la sua contrarieta’ all’interventismo Americano. Come e’ giusto, ritiene che le due Koree debbano sbrigarsela tra di loro, coem si fa tra popoli SOVRANI…anzi, se non fosse per la “presenza” americana una mediazione Russo-Cinese potrebbe portare ad un accordo vantaggioso per nord e sud.

          • Caio Giulio

            Se invadi perdi, ma ormai li puoi distruggere a “distanza”, i tempi sono cambiati da allora.

          • ws

            C’ è sempre qualcuno in U$A che sogna le “guerre indiane”. Ma stavolta non sarà così.

          • LucaF.

            La Corea del Nord ha un numeroso esercito terrestre, parecchi carri armati e molta artiglieria.
            Inoltre la geografia e la posizione di Pyongyang a soli 50 km da Seul giocano un effetto deterrente in grado di provocare ingenti danni ai sudcoreani in caso di attacco statunitense (ma tutto dipende se il Deep State ritiene “accettabile” sacrificare la Corea del Sud per mettere paura a Russia e Cina).
            E’ chiaro che se gli Usa dovessero mettere gli stivali sopra il 38° parallelo le prenderebbero come nel precedente confronto, ecco perché è probabile che Trump opterebbe per i bombardamenti a tappeto e le atomiche per distruggere i bunker e le caserme.

          • Caio Giulio

            La Corea del sud è ormai un competitor all’avanguardia per molti prodotti ex made in USA. Does it ring a bell?

          • LucaF.

            Infatti, la distruzione di Seul e la scomparsa della Samsung (che peraltro ottiene parecchi sussidi governativi) sarebbe cosa positiva per la Apple, la quale è da tempo un titolo guida di Wall Street.

          • Caio Giulio

            La lista è lunga, e ormai la samsung e la kia operano a 360° gradi anche contro i nippon e i cinesi ,-)

          • LucaF.

            Per non parlare poi delle aziende giapponesi come la Sony e Toyota. 😉

          • LucaF.

            Pure Hyundai rischia di sottrarre quote di mercato alle case automobilistiche cinesi.

          • Epiphanius

            E’ da un po’ di tempo che le riflessioni su questo punto si consolidano..Non solo: compete anche con l’Europa, Taiwan, Giappone, eccetera.
            Daewoo, SSangyong, Samsung, eccetera.

            Ricordo il film del “democratico” Michael Moore, “Fahreneit 9/11” quando parlava dei convegni organizzati dalle corporations per stabilire quali attività economiche e ritorni ci sarebbero stati dopo un attacco all’Iraq. Ricordo John Kleeves (Alias Anelli S.) che parlava spesso di “guerra per il dopoguerra”..

            Insomma il quadro è complesso e la Corea del Sud è un’economia che più o meno è (era?) ai nostri livelli, intorno alla decima posizione. Inoltre è una nazione abbastanza giovane e intraprendente, come sta dimostrando da tempo.

            La vera e prima azione o reazione di KIM riguardarebbe loro e anche il Giappone probabilmente.

          • ws

            il ” sacrificio della SK ” innescherebbe solo il panico tra gli “alleati” del bullo …😈

          • Caio Giulio

            Ma quali alleati nella zona?

          • ws

            Tutti sapranno che sono “spendibili” per una guerra in casa propria..Una consapevolezza che il controllo masmerdiatico ,questa, non riuscirà a nasconderla

          • Caio Giulio

            A nessuno fotte delle due coree sinceramente, anzi molti le vogliono entrambe fuori dalla palle, detto tra noi nella zona.

          • ws

            eh certo la fine della corea e i “problemi ” del giappone non spaventara’ nessuno in europa
            Anzi come cina e russia staranno solo a guardare come nei “dieci piccoli indiani” ..😎

          • LucaF.

            Magari è ciò che vuole segretamente Trump come riflesso in Europa. 😀

          • ws

            mai spaventare troppo i conigli , specie quando li vuoi portare in pellicceria …..😎

          • Caio Giulio

            Io posso anche capire l’odio verso una certa politica neocoglion, ma veramente credi che oggi come oggi il ciccio bellicapelli scuoia qualcuno?

          • ws

            sono gli U$A che hanno bisogno di spogliare TUTTI i loro “alleati”

          • what you see is a fraud

            Citazione “è probabile che Trump opterebbe per i bombardamenti a tappeto e le atomiche per distruggere i bunker e le caserme. ”
            sperando nel frattempo che CiccioKim stia con le mani in mano senza reagire ? Non ci credo .

          • Caio Giulio

            Ma dai, il Ciccio al massimo attacca la Corea del sud e firma la sua condanna a morte. Due piccioni con una fava.

          • ws

            sicuro , sicuro ?

          • Caio Giulio

            Ma dai…

          • ws

            lo sai che la NK ha implementato su diversi sub il sistema di lancio di missili che stava sui boomer russi ‘anni 60 ?

          • Caio Giulio

            Se esagera, stavolta ci pensano i cinesi.

          • LucaF.

            Probabile che Trump voglia fare un do ut des con Pechino: regime filocinese sopra il 38° parallelo in cambio di ricostruzione appaltata a ditte americane (oppure una qualche modifica nelle politiche commerciali e monetarie cinesi).

          • ws

            ma tu credi davvero che trump possa dare “indicazioni ” a pekino? Tii sei già dimenticato il “perculamento” di mar-o-lago ? I cinesi ti sorridono sempre ma fanno sempre quello che gli pare

          • Caio Giulio

            Troppi dollari in pancia, che ancora sono “boni”, nonostante i sogni dei bricss andati a puttane da tempo, e proprio perchè non sono stupidi, del coglionazzo pezzente vicino di casa se ne fottono.

          • ws

            Ho già spiegato che gli u$A necessitano di una guerra per cancellare tutti i loro debiti ,e tu pensi che a pekino non lo sappiano ?

          • Caio Giulio

            Vedi, non sono gli USA, sono i soliti noti che con gli americani c’entrano poco o niente. Tant’è che la loro fottuta guerra mondiale non l’avranno, ne sono certo.

          • LucaF.

            Vero, Trump aveva cercato di convincere Xi a fare il primo passo contro Kim, glielo ha pure ripetuto in vari tweet, ma Pechino non ha interesse a rimuoverlo.
            Ora forse gli toccherà fare lui il lavoro sporco anche per distogliere l’attenzione dal Russiagate e rilanciare il suo consenso presidenziale (come già avvenuto con il bombardamento siriano)…

          • ws

            togli il “forse”,.
            Trump si è messo nell’ angolo da solo ed è probabile che qualcuno abbia colto l’ occasione per “cucirgli un cappottino” perché trovo molto improbabile che putin e Xi siano “servizievoli ” alle sue “necessità”

          • Caio Giulio

            Appunto, lo vedi? Nel lungo termine i pretesti per sanzionarli ci saranno, e pure” inappuntabili”.

          • ws

            ” il debitore” che sanziona ” il creditore” ?..Sarà certamente uno spettacolo che non si era mai visto 😎

          • Caio Giulio

            Basta poco sai, visto il controllo totale su certi meccanismi tipo swift etc. Oppure il congelamento di assets vari etc. Non ti scordare che è la finanza, in loro mani, che comanda.

          • ws

            sto appunto aspettando qualche multa miliardaria americana alla cina “disobbediente ” , di quelle ( VW , sansung ect ) che gli U$A applicano sempre agli “amici” 😎

          • Buon Giorno

            La Cina ha un economia enorme, a parità di potere d’acquisto già piú grande di quella statunitense e sta creando la propria alternativa a swift.

            Congelare gli asset cinesi? E tutti gli asset statunitensi (fabbriche) in Cina che fine farebbero?

          • silvia

            Seeee: e i Cinesi ci cascano!

          • what you see is a fraud

            E dove lo metti il Giappone e le basi USA in Korea ?
            Pensi che il danno al Giappone sara’ lieve ? Quando le bare dei marines ritornano negli USA torneranno , come al solito a notte fonda in aeroporti militari lontano dalle video camere .

          • Caio Giulio

            Forse non hai capito che se il ciccio stavolta esagera, non ci saranno marines sul campo, ma l’intera area circostante che se lo leva dalle pallle.

          • ws

            ancora nell’ illusione americana che pekino gli faccia il lavoro gratis ? Ma tu ti sei mai domandato da dove venga la straordinaria accelerazione della tecnologia militare Nodkoreana di questi ultimi due anni ?

          • LucaF.

            Per non parlare poi dei fondi per costruire lo skyline di Pyongyang…

          • what you see is a fraud

            Se lo dicono i Vaccari o i Kazzari che Ciccio KiM esagera allora sono solo balle !

          • Caio Giulio

            Ma i missili li tira o no?

          • what you see is a fraud

            Lui e’ libero di sperimentare con i missili come ogni altro paese non occupato .

          • Caio Giulio

            Quindi fammi capire: tu mi spari dentro il mio terreno con il tuo cazzo di fucile, ed io ti dico ripetutamente di non farlo, ma tu continui perchè sei un bulletto del cazzo. Alla fine che si dovrebbe fare con uno stronzo del genere al confine? Dimmello?

          • Buon Giorno

            I nordcoreani testano i missili in acque internazionali.

          • Ronf Ronf

            Certo, ma non deve tirarli dentro lo spazio aereo e marittimo del Sud Corea e del Giappone: lo dice il diritto internazionale. Kim deve stare dentro il proprio spazio aereo e marittimo del suo paese, il Nord Corea

          • Caio Giulio

            Usa il mio esempio, che forse lo capiscono meglio per immedesimazione 😉

          • silvia

            gli americani li hanno tirati sui civili Giapponesi a fine guerra …non illuderti che gli Asiatici se ne siano dimenticati. Il risentimento cova da 100 anni. Adesso, la supremazia economica sta risvegliando l’Asia nel suo complesso. con conseguenze impevedibili.

          • Buon Giorno

            Kim lancia i suoi missili in acque internazionali: il Mar del Giappone non appartiene al Giappone.

          • LucaF.

            Se i nordcoreani dovessero colpire qualche località giapponese, verrebbe meno la capacità statunitense di difendere il Giappone.
            A quel punto Tokyo potrebbe avere tutto l’interesse a togliere le basi militari Usa da Okinawa e ad agganciarsi energeticamente alla Russia ed economicamente alla Cina.

          • Caio Giulio

            I Nippon sono “vincolati” ufficialmente fino al 2025 se non ricordo male, contro lo sviluppo di determinati armamenti: ma ci credete veramente, visto che sono il miglior alleato americano dal dopoguerra?

          • LucaF.

            Ai giapponesi conviene ancora essere il miglior alleato di una potenza in declino, ritrovandosi tagliati fuori dalle nuove vie commerciali ed energetiche dell’Asia?. Tokyo aspetta solo che gli Usa commettano il passo più lungo della gamba in Corea del Nord per sganciarsi.

          • Caio Giulio

            Fantapolitica se permetti, loro con un debito pubblico del 300 e passa percento. Stanno in piedi solo grazie a zio sam ,-)

          • LucaF.

            Vero, ma chi fa stare in piedi lo zio Sam con il debito?. 😉

          • what you see is a fraud

            La stampatrice di denaro .

          • LucaF.

            Anche, ma soprattutto la Cina che detiene i titoli di Stato Usa e che al momento garantisce una manodopera a basso costo per le aziende americane delocalizzate nella Repubblica Popolare.

          • Caio Giulio

            Lo zio sam il debito lo ripudia molto presto, ed ecco spiegate certe politiche sempre più nazionaliste. E’ semplicemente quello che tanti lì hanno compreso, levati i neo coglion,
            Comunque sono ormai svariati anni che i cinesi non comprano più bond, e come vedi non è cambiato molto.

          • LucaF.

            Mah, per ripudiare il debito bisogna vedere anzitutto quanto oro effettivo hanno a Fort Knox.
            Dubito che ne abbiano per poter coprire tutti i biglietti verdi stampati negli ultimi cent’anni.

          • Caio Giulio

            Ma se i cinesi si sono comprati tonnellate di tungsteno placcato!
            Ma ancora con l’oro? Ma “mi faccia il piacere” cit.

          • ws

            Cina e russia si fanno cambiare la cartaccia verde in ORO VERO , il “tungsteno” è per gli “alleati” 😎

          • marcoferro

            il famoso oro di bologna…

          • ws

            No semplicemente contano di poter dire “NON TI PAGO” appoggiandosi al loro nodoso bastone militare .
            Al che però gli altri ( Tutti ” conigli alleati ” compresi) diranno ” NON TI VENDO”.
            Fine del dollaro e dello “stato commerciale armato” che gli era stato costruito intorno .

          • what you see is a fraud

            A Fort Knox non c’e’ oro . ve lo garantisco . Se ci fosse perche; non hanno restituito alla Germania il loro oro un paio di anni fa ?
            Perche’ i vaccari ahanno derubato la banca nazionale Libica di decine di tonnellate di oro ? Perche; dopo il colpo di stato in Kiev hanno derubato l’Ukraina di 50 tonnelate di oro ?

          • LucaF.

            L’oro della Germania dovrebbe essere alla Fed di NY non a Fort Knox.

          • LucaF.

            Berlino ha già fatto rientrare metà delle riserve auree tedesche all’estero: https://sputniknews.com/europe/201708031056150413-where-german-gold-stored/

          • marcoferro

            e non dimenticare l’oro del kuwait , tonnellate di oro scomparso sotto le torri gemelle. ma in realtà lo caricarono i servizi segreti sui camion e lo portarono chissà dove..

          • LucaF.

            Se la Cina è in grado di sostenere gli Usa, possono fare altrettanto con il Giappone (e con il cambio ci guadagnerebbero). 😉

          • Ronf Ronf

            Il debito giapponese è tutto interno: il problema quindi non c’è.

          • LucaF.

            Parlavo a livello di scambi commerciali.

          • Ronf Ronf

            Il debito giapponese è tutto interno, quindi non è un problema.

          • Caio Giulio

            No, il problema è che la loro moneta totalmente svalutata viene scambiata senza problemi nel circuito. Io lo so che queste cose magari ti sfuggono, ma il valore lo da solo ed esclusivamente l’accettazione, che è solo una convenzione, e questo vale per ogni moneta 😉

          • Ronf Ronf

            Guarda che difficilmente i cittadini giapponesi creditori del loro governo smetteranno di usare la propria moneta nazionale: aggiungi poi che la BOJ (Bank of Japan, banca centrale giapponese) acquista il debito…

          • Caio Giulio

            Che vuol dire :))) Il problema diventa il commercio estero, se non te la prendono ti mangi il bamboo.

          • alex

            Lontano dalle video camere, vero. Solo che al buio “brillerebbero”, dato il tasso di radioattività.

          • alex

            La fava, ho paura che “dopo”, sarebbe indigesta e amara. Gli USA se la dovrebbero vedere con la Cina e Russia, nonché Giappone, con radioattività per un 500 anni in tutta quell’area. Solo se sono pazzi, attaccano la Corea del Nord. Il materiale nucleare c’è e pensate prima di morire, il Cicciobello, non lo esplode? Anche se lo fa in casa propria, il Fall-out e conseguenze, sarebbero catastrofiche in larga scala.

          • silvia

            E non si tiene conto della reazione di Russia e Cina: in fondo, Trump gli darebbe il casus belli per provare a buttare fuori gli americani dal Pacifico.

          • LucaF.

            Vero, ma è probabile che Trump conti sull’effetto a sorpresa di un attacco preventivo statunitense e sulla scarsa affidabilità della tecnologia missilistica nordcoreana sulla lunga distanza.
            D’altronde se Trump è arrivato con le minacce fino a questo punto, significa che lui o il Deep State stanno già dando per scontato che la Corea del Sud dovrà pagare un prezzo per il loro intervento.

          • alex

            Comunque quando si parla di missili o armi nucleari, bisogna prestare attenzione al fatto che, anche centrando un missilotto, quando non è proprio sull’obiettivo, le radiazioni & Co, creerebbero non pochi casini agli USA, Giappone, Russia, Cina, etc … Immaginate se poi, per sorte o altro, i NK riuscissero a distruggere delle portaerei USA o comunque a rimandare a casa, migliaia di “black bags radioattive” con la bandierina a stelle e strisce. Morire per mano nemica, sarebbe quasi un onore in Corea del Nord, non tanto negli USA. Senza invadere la Corea del nord, nessuno sarebbe sicuro che spunta qualche missile atomico, devi andare a ripulire posto per posto, radioattivo e contaminato, ed in questo gli ammerigani, sono un disastro.

          • Pieretto

            Veramente il precedente confronto finì in pareggio e solo grazie all’intervento dei Cinesi ( che secondo le stesse fonti di quel paese, non so quanto attendibili, ebbero perdite 3 o 4 volte superiori rispetto agli Americani ), alla fine della faccenda diciamo che visto come si sono sviluppate le cose a quelli rimasti a nord andò di sfiga mentre ai loro cugini del sud le cose sono andate, anche per loro merito ( mi sembrano un gran popolo ), millemila volte meglio, il tutto al netto di problemi e vicissitudini varie che anche loro hanno vissuto.

            Riguardo il presente non sapendo ovviamente nulla di come stanno veramente le cose posso solo fare previsioni da bar come tutti qui dentro, secondo me gli Americani non inizieranno le ostilità a meno di non essere sicuri che le conseguenze siano di davvero piccola entità non solo per loro ma anche per gli alleati ( poi leggo di convenienza per via della concorrenza Samsung-Apple ecc. ma mi pare fantascienza ), a naso mi sa che comunque le conseguenze di cui sopra sarebbero invece molto, molto serie e quindi non se ne farà nulla.
            Il ciccione demente penso non avrebbe nessuna remora a far subire al suo paese danni devastanti ma penso che i Cinesi un certo controllo sul suo regime ce l’abbiano, certo che, restando nell’ ambito delle trame da film, così come lo possono frenare allo stesso modo lo possono tenere come arma di riserva contro gli Americani stessi.

          • Caio Giulio

            Ma è chiaro che gli tirerebbero contro una marea di missili convenzionali nel giro di qualche ora, distruggendo la catena di commando. Mai e poi mai la invaderebbero, lasciando al limite il problema ai confinanti in via convenzionale sul terreno

          • marcoferro

            si ma è tutta teoria, a lanciare missili nucleari è un attimo e chi li ferma dei razzi che viaggiano a migliaia di chilometri all’ora ?

          • Caio Giulio

            Non parlo di nucleare, parlo di convenzionale, e solo con quello il ciccio lo fanno nero.

          • marcoferro

            io non lo farei lo stesso…

          • Caio Giulio

            Ma sinceramente non mi sembra che mr. orange lo voglia fare, ma il demente cicciobomba alza sempre più l’asticella.. Tira, tira, poi la corda si spezza, e stavolta non mi parlate di provocazioni americane!

          • what you see is a fraud

            Perche’ descrivi ” demente ” il Ciccionomba quando tante persone sanno che i dementi sono solo a Washington ?
            Sono dei malati di cervello fanno le poliche estere di boicottaggio ,sanzioni economiche e provocazioni militari come i vaccari e si aspettano che CiccioBomba abbedisca i deficienti di Washington . Nelle stesse condizioni nessuno lo farebbe .

          • Caio Giulio

            Senti, a lui personalmente non lo toccavano di fatto fin quando non ha cominciato a rompere i coglioni. Ma poi spiega ma come puoi simpatizzare con un regime di merda del genere? Ma fosse che anche tu sogni il comunismo?

          • what you see is a fraud

            Io simpatizzo con lui perche’ le politiche dei Kazzari USA sono politche dei Pirati dei Caraibi .

          • what you see is a fraud

            Perche’ il regime in cui viviamo oggi non e’ pure esso di merda ?
            Siamo un paese occupato da oltre 70 anni e i cittadini non sono neanche liberi di esprimersi su qualche soggetto , la pena e’ la galera . Siamo solo marginalmente piu’liberi che nella Korea del Nord .

          • Caio Giulio

            Ma scherzi vero?

          • what you see is a fraud

            E’ la verita’ , Guardati attorno e fai una ricerca su Hocaustianita’ e la nuova legge approvata con l’aiuto delle 5 stalle che prevede la galera per il reato di negazionismo .

          • Winston Smith

            Guarda che negli USA non esiste il reato di negazionismo…

          • Angeles Negre Cuevas

            Abbiamo solo più TV che in Nord Corea e più Iphon!

          • marcoferro

            si ma quel poveretto, orfano di padre e di madre, tra l’altro, cosa ha fatto di male ? cosa sta facendo per essere rotto i koglioni tutti i giorni dai merighi ?

          • Caio Giulio

            Magari farsi i cazzetti suoi e morire di vecchiaia 🙂

          • Caio Giulio

            Non è teoria, è chiaro che con l’assenso di russia e cina confinanti, sarebbe l’unica opzione, e guarda che il carciofino poi lo impiccano alla stazione di benzina locale più vicina: anzi loro sono molto peggio di noi.

          • Corrado

            Hanno tutti la memoria corta,pensano che gli ameri-cani veri siano i vari rambo dei film…ma a meno che non sgancino decine di bombe atomiche sulla nord corea (sterminando centinaia di migliaia di innocenti) la vedo dura che vincano agevolmente

          • marcoferro

            lo penso anche io e poi la cina che è vicinissima non credo prenderebbe bene lo scoppio di qualche ordigno atomico con quello che ne deriverebbe..

          • Caio Giulio

            Lì si voleva occupare mentre oggi..

          • marcoferro

            mentre oggi….? io non ho capito cosa vogliono fare, giuro…

          • Caio Giulio

            Ma gli possono tirare centinaia e centinaia di missili devastanti senza nemmeno avvicinarsi: siamo nel 2017 e poi immagina la goduria dei neocoglion e sodali 🙂

          • marcoferro

            ho capito questo, ma perche dico ? non c’è uno scopo, ne una strategia, ne materie prima da rubare.

          • Caio Giulio

            Leggi sopra.

          • LucaF.

            In Corea del Nord c’è uno dei più grandi giacimenti di ossidi di terre rare:
            http://www.metallirari.com/scoperto-un-vasto-giacimento-di-terre-rare-in-corea-del-nord/

          • Caio Giulio

            Quello lo prendono i cinesi, tanto l’accordo sarà per un cambio indolore per loro.

          • silvia

            Sottovaluti il nazionalismo del popolo Cinese. Se la Korea del Nord viene attaccata e il governo Cinese non fa nulla, il popolo si incazza a morte. Quindi Xi e compagni sono costretti ad intervenire. Inoltre non stanno facendo tutto il casino nel mar cinese meridionale per poi trovarsi gli americani incuneati tra loro e i Russi.

          • marcoferro

            ecco spiegato i loro missili allora, fanno il baratto con i cinesi…

          • Etrusco

            A mio parere il loro target finale è sempre la Russia, se la NK non ci fosse avrebbero un’eventuale altro fronte a est.

          • marcoferro

            comunque i merighi già le hanno prese sonoramente sia in corea nel 53′ e poi in vietnam. ma ancora vogliono insistere, l’esperienza non gli insegna nulla. quello è un nido di vespe meglio lasciarlo in pace…meglio attaccare Granada, o panama….

          • silvia

            Ottima domanda: credo che gliamericani stiano compiendo un errore di valutazione clamoroso. Cicciokim non fa nulla senza consultarsi con gli alleati. Mi viene quasi da pensare che cicciokim faccia da esca per attirare gli americani smaniosi di guerra in un bel pantano

          • marcoferro

            ieri mi hanno detto che la corea del nord è ricca di TERRE RARE importantissime per ‘industria aerospaziale e per l’elettronica. forse adesso si capisce la tecnologia nucleare da dove sta arrivando. da qualcuno che sta facendo il baratto con loro. forse la cina , o la russia, o altri…

          • silvia

            Un’idea che ho avuto leggendo quello che scrive Nuke: metti che in realta’ I Russi siano molto piu avanti di quello che si crede, metti che stiano pensando di liquidare una volte per tutte gli Americani bombardandoli con qualcosa che li metta in ginocchio. Pero non possono lanciarlo loro perche gli Americani spedirebbero una gragnuola di bombe nucleari. Invece Cicciokim e perfetto: tra le sue bombette che tira in casa sua si mette il pacco micidiale che per un errore di traiettoria fa centro se gli americani reagiscono colpiscono kim, non la Russia.

          • marcoferro

            il piano ha solo un neo, cosa ci guadagna ciccopazzo a farsi bombardare il paese per ritorsione dopo ?

          • silvia

            eppure,se leggi tra le righe molti indizi vanno in questa direzione

            http://www.ilgiornale.it/news/mondo/caso-attacco-preventivo-usa-cina-difender-corea-nord-1430109.html

            Leggendo con attenzione ” Se la Corea del Nord dovesse lanciare preventivamente missili contro gli Stati Uniti, la Cina rimarrà neutrale alla ritorsione statunitense.” MA “Se gli Stati Uniti e la Corea del Sud dovessero attaccare preventivamente la Corea del Nord o se tentassero di rovesciare il regime nordcoreano e cambiare il modello politico della penisola coreana, la Cina interverrà a difesa di Pyongyang.!!!” E’ qui il punto… Cicciokim non provoca a caso secondo me: usrael sta incominciando a traballare, Russia e Cina e Iran se ne sono accorti e li provocano perche’ si scaglino all’attacco …Trump manda il vice di MAcCain ad armare gli ukronazi? La NATO blinda il confine con la Russia? Non c’e’ problema perche sul lato Pacifico gli amerighi sono molto piu’ esposti e qui possono essere colpiti fatalmente. Cicciokim e’ l’esca, basta che gli amerighi sparino anche solo un colpo di avvertimento e i Cinesi hanno la scusa per rispondere.

          • marcoferro

            ci sono vari scenari in effetti, alcuni dicono che cicciopazzo sia in combutta con trump perche grazie a lui hanno potuto piazzare basi in quella zona. altri dicono che dietro ci sarebbe la cina e la russia per usarlo come esca. potrebbe pure essere che faccia il doppio gioco, servo di più padroni.. ma lo scopriremo presto visto che ha detto che a metà agosto vorrà fare un nuovo lancio.

          • ws

            Washington perderebbe la faccia e quel senso di presunta onnipotenza davanti al mondo.
            e sarebbe stata l’ aggressione di un bullo contro un debole che si è difeso disperatamente.

          • what you see is a fraud

            Washington ignora il fatto che la Korea del Nord ha risolto il problema della accuratezza dei vecchi missili che non erano precise per niente . Ora lo sono . Quindi I vaccari avranno delle sorprese inaspettate .

          • ws

            Anchio sono sorpreso dei recenti ” miracolosi ” sviluppi della tecnologia militare dell NK .
            In due anni hanno fatto lo sviluppo che costò 20 anni a russia e cina

          • silvia

            Parole al vento: mattis sa benissimo che Cina in primis e quindi Russia non starebbero a guardare.

          • Etrusco

            Già e oggi hanno anche avvertito

          • Buon Giorno

            Se tu mi uccidi ma io ti ho sparato nelle palle, hai perso lo stesso.

          • silvia

            Definizione perfetta!

      • Ronf Ronf

        Ma senza Los Angeles i Dem perdono in California, quindi…

        • Winston Smith

          🙂

  • Caio Giulio

    Il problema serio è che i nostri “fratelli maggiori” come da troppo tempo sento dire dagli omini bianchi vari che si sono alternati nei decenni, non è più tanto monolitico anche verso gli USA: quando vedo e leggo che Trump deve intervenire per difendere McMaster, oppure rileggo quello che ha firmato il servile abbronzato con l’Iran ( i due sono indubbiamente due statuine neocon), mi sorge il dubbio che almeno non tutti, J compresi, siano tanto d’accordo.
    Il vero problerma invece con il cicciobomba è che qualcuno, dico il dragone?, lo sta mandando fin troppo avanti giusto per mettere alle strette il loro vero nemico, ovvero la politica protezionista di trump & C. e mi meraviglio che una persona acuta ed intelligente come lei non riesca a vederlo chiaramente, per quanto mi riguarda.

    • luis

      se prima di pubblicare, si rileggesse quello che si è appena scritto …… forse gli altri potrebbero capire di più

      • Caio Giulio

        Fatto, adesso lo capisci, viste le tastiere di oggi.

  • Gli americani sono totalmente assuefatti all’idea di poter fare guerre senza subire significative perdite militari, e senza nessun danno sul proprio territorio. Sono convinti di avere in mano l’arma assoluta per destabilizzare chiunque (i mussulmani, cioè gli utili idioti). Sono convinti di non correre nessun rischio di destabilizzazione, né loro né i loro satelliti (noi) grazie alla strategia della paura instillata dai media. Queste sono le loro convinzioni, consolidate grazie a tuttevle guerre asimmetriche che hanno fatto finora. Sicuramente non sono così anacronistico da credere che i loro avversari possano fare altrettanto ricorrendo a “utili idioti” che ormai non esistono più: partiti comunisti, guerriglia maoista, terroristi rossi. Ma mi domando, cosa succederebbe se qualcuno fornisse soldo, armi e soprattutto indottrinamento a soggetti come, che so, gli estremisti neri americani. Non dimentico cosa successe coi prigionieri tedeschi, che col lavaggio del cervello furono trasformati nell’impalcatura della temibile DDR.

    • marcoferro

      credo che con la corea del nord e l’iran hanno poca presa le presstitute. non possono manipolare la loro opinione pubblica. comunque i due paesi sono due brutti clienti, sai come quegli scorpioni velenosi che non sai come prendere e neppure puoi schiacciare….meglio lascirali in pace

  • marcoferro

    credo che le azioni della casa farmaceutica che produce il malox saranno salite alle stelle…i merighi ne staranno consumando a vagonate. poveretti però e divertente vederli alle prese con un pazzo come loro e non ci sono abituati perche i pazzi di solito sono loro. comunque se cicciopazzo lanciasse i missili su Guam la raggiungerebbero in 20 minuti. la corea non deve mandare nessun segnale a lor signori fa il kazzo che vuole e l’atomica è la migliore assicurazione che hanno di non essere attaccati. quindi che la lasciassero in pace.

  • televisione falsa

    Grande e coraggiosa Nord Corea che si fa rispettare, magari avessero avuto l’ atomica Saddam Hussein , Gheddafi e la Siria di Assad

    • ws

      appunto , la “lezione” è stata imparata

      • what you see is a fraud

        Esatto la lezione e’ imparata comunque vada con la Corea del Nord e anche L’Iran , la Turkia e altri stanno osservando attentamente .
        L’Iran sono sicurissimo puo’ comperare una atomica se ne ha bisogno dalla Corea del Nord in 5 minuti spero che i mentecatti Israeliani lo capiscano …… che il gioco di usare gli USA come cane d’attacco e’ finito per sempre .

  • Lucio

    Stavolta volano parole molto grosse… ma pur sempre parole.
    Israele premerebbe per un attacco all’Iran ma le bombe ed i missili li lancia Kim. Quindi come giustificare ai popoli un attacco all’Iran ed il lasciar perdere la Corea del Nord?

    Io credo che Kim, controllato dalla Cina, provocherà gli americani quel tanto da rimanere entro il limite ma fare ammattire gli americani.
    Gli Usa non potranno iniziare una guerra se non proprio perchè trascinati ben bene. Del resto lo sconquasso economico e sociale se Seoul venisse rasa al suolo non sarebbero facilmente affrontabili. A meno che gli americani non vedano l’ora di ritrovarsi con dei Paesi distrutti su cui applicare un nuovo piano Marshall.

    • Caio Giulio

      Per la Cina trump è una minaccia, sia economica che “globalista”, Lui sa che la vera guerra non è con Putin, ma con loro ed è costretto dal russiagate e il congresso di puttanazze a tacere. Per questo sono certo che invece con la Corea, se continua l’escalation, non finisce a tarallucci e vino, ma anzi il contrario per sviare una volta per tutte dalla russofobia 😉

    • ws

      si, con la stamperia …😈

  • a chi sta simpatico Kim?
    P.S.
    cito dall’articolo : (…) suprema zia (…)
    XD
    Buonasera RC

    • marcoferro

      di sicuro non al suo barbiere…

    • what you see is a fraud

      A chi sono simpatici I controllori Kazzari che circondano Trump ?

      • marcoferro

        credo solo ai loro psichiatri che si sono arricchiti, con quei pazienti…

  • Caio Giulio

    Concludendo, visto che l’antiamericanismo viscerale porta a tifare addirittura per un regime di merda al cui confronto 1984 è una favola per bambini; e poichè non voglio più discuterne con tanti con cui sono spesso d’accordo: vogliamo scommettere che se lo stronzetto fuori di testa continua così sparisce presto, e giustamente fuori di scena? E magari senza i cattivi cowboy?

    • ws

      io tifo sempre per il debole coraggioso che respinge le minacce del bullo.

      • Caio Giulio

        Stavolta sbagli, e se ti piacciono tanto, vai a fare il volontario per la loro causa persa. Cazzo la Cina stessa si sta evolvendo, e voi ancora con questi avanzi rifiuti della storia sinistronzi come impavidi eroi. Ma mettevi in pace con il vostro cervello e smettete di simpatizzare con la brutta copia del fidel del cazzo dei tempi odierni.

        • ws

          stai parlando con uno che credeva di essere liberale quando i libberali di oggi giravano con hazel 36… 😎

          Ovviamente ero giovane e non avevo capito un kazzo, ma una cosa l’ avevo già capita : in genere i “deboli ” che si fanno i kazzi proprii hanno più ragione dei “forti” che si fanno i kazzi degli altri .

          • Caio Giulio

            No, in questo caso, forse l’unico, se qualcuno ha cominciato a fare il bulletto, non stati stati certo gli americani.

          • ws

            ah no ? ” superior stabat lupus” ti ricordi la favola ?

          • Caio Giulio

            Lasciamo perdere, anzi domani vai a richiedere un bel visto, se mai te lo danno, ed unisciti alla lotta contro il lupo cattivo .

          • ws

            andando “ad personam” , si potrebbe risponderti “domani vai a richiedere un bel visto, se mai te lo danno, ed unisciti alla lotta contro il dittatore cattivo” .😎
            La geopolitica invece è un altra cosa , certo parlarne non serve a molto ( sono ALTRI che comandano ), ma almeno non si fa la figura dei fessi .

          • Caio Giulio

            Per quanto mi riguarda, certi nemici del mio “nemico”, non potranno mai essere miei amici per principio. Ma poi io conosco il mio nemico da tempo, e non sono gli “americani” , ma taluni che saranno forse un 2-3%.

          • ws

            se temo la testa non per questo simpatizzo con la mano che mi batte al suo comando. Anzi è proprio della mano che mi devo preoccupare , se non posso eliminare la mano che la difende , figuriamoci quando mai potrei sbarazzarmi della testa.

          • Caio Giulio

            Senti meglio una testa di cazzo USA che quel coglione con il carciofino in testa dove la gente piange a comando altrimenti sono cazzi. Per quanto tu ti possa lamentare, amico mio, lì saresti sparito da un pezzo senza se o ma.

          • ws

            Beh in ogni caso i padroni non mi piacciono mai , non mi sento un “essere inferiore ” e preferirei vivere in uno stato sovrano che in una colonia di uno “stato buono”.

          • Caio Giulio

            UhmmMMMM! Belle parole, ma ringrazia che per fortuna non ci sei 😉

          • silvia

            Guardati intorno, guarda quello che succede in Italia e in Europa: tu stai gia vivendo in una situazione che sta assomogliando sempre di piu’ ad un regime dittatoriale ancora peggiore della Korea del Nord perche si maschera dietro la “democrazia” e il consenso.

          • silvia

            Applausi

          • silvia

            Cicciokim non sta facendo il bulletto: sta seguendo la dottrina Americana in Vietnam, farsi considerare pazzo e vendicativo. Inoltre, e’ impossiible che cicciokim faccia qualcosa senza previa consultazione con Pechino e Mosca, non e’ solo usrael a saper fare le recite.

        • marcoferro

          secondo me non è fare il tifo per questo regime. ma perche i merighi stanno sulle palle ancora più di cicciopazzo…

          • Caio Giulio

            Ma ti ci metti pure tu? Ma siete tutti in un delirio o cosa?

          • marcoferro

            ma perche tu fai il tifo per gli americani ? per curiosità..

          • Caio Giulio

            Certo che contro una testa del cazzo sinistronza del genere faccio il “tifo” per gli americani. Ma nemmeno a parlarne se permetti, o anche tu sei un comunista che rimpiange il baffone reicarnato in un coglioncello nipotino in versione wok?

          • marcoferro

            ma no, oggi il comunismo non esiste più neppure in cina. è proprio la sinistra che è morta, forse salvo in qualche paese del sud america. per me la corea del nord può fare quello che vuole è un paese libero e sovrano, dovrebbero lasciarla in pace semplicemente. neppure a me sta simpatico il ragazzone con la sfumatura alta ma la tensione è cominciata quando trump mandò la portaerei e le navi, quello non si fa non sta bene minacciare in quel modo, poi gli hanno messo il thaad è questo è inaccettabile non si può minacciare un paese in questo modo, non è un loro stato vassallo. facendogli poi capire che era meglio armarsi contro quei dementi. probabilmente se gli avessero dato aiuti alimentari, teso una mano, facendo anche una piccola collaborazione, insomma non isolandoli, etc robe di questo genere, si sarebbe evitato tutta questa escalation.

          • Caio Giulio

            “Ha stato trump”: cazzo peggio della clown (ex clinton) news network :))) Ma seriamente: ma che cazzo si tira i suoi missiletti a fare? Vediamo se riesci a spiegarmelo?
            PS ma poi pensi veramente che un programma missilistico si lancia in qualche mese?

          • Caio Giulio

            Beato a te che non esiste, per voi basta che siano contro gli americani, alla maduro etc, e sono tutti vittime innocenti, o meglio dei martiri che di sinistro non hanno mai nulla.

          • fnatile

            Quello nord-coreano e’ un regime di tipo iper-etno-nazionalista, di comunista ha ben poco, persino le referenze al marxismo sono state ufficialmente rimosse. E se continua sulla strada delle riforme economiche, che sembra siano state avviate, tra qualche anno potrebbe diventare irriconoscibile, basta vedere l’abisso che c’e’ tra la Cina di Mao e quella odierna

          • marcoferro

            la corea del nord è un buco nero nella società di oggi. letteralmente. se vedessi dallo spazio la terra è tutta illuminata ma quando il satellite passa su quel paese c’è solo buoi, tra la corea del sud e la cina esiste solo il nero..

          • fnatile

            Ho presente l’immagine satellitare, si vede solo una macchietta luminosa in corrispondenza della capitale dove solo i privilegiati possono vivere, cmq la situazione economica delle coree era piu’ o meno la stessa sino ai primi ’60, poi il sud prese il volo. L’Asia ci ha abituato ai miracoli pero’, non dispero per il futuro

          • silvia

            L’Asia e’ il futuro: per noi europei non fa un gran differenza, ma per gli Angli e’ un incubo geopolitico che si avvera.

          • silvia

            e tu credi a un satellite? 😉

          • Caio Giulio

            Ma magari che fosse.. ma le fonti?

          • silvia

            Forse e’ quello che gli Americani non vogliono…

          • LucaF.

            La Corea del Nord nel 2016 ha avuto un PIL annuo del 3,9%: https://tradingeconomics.com/north-korea/gdp-annual-growth-rate

          • LucaF.

            Nell’ultimo decennio la popolazione in Corea del Nord è aumentata di 1 milione di abitanti, e nonostante le carestie (vere o presunte) negli ultimi 50 anni sono quasi raddoppiati di numero:
            https://tradingeconomics.com/north-korea/population

          • LucaF.

            L’IVA in Corea del Nord è al 15%: https://tradingeconomics.com/north-korea/sales-tax-rate

  • Flavio Bosio

    Prezzo del petrolio in discesa, spiacenti per tutti coloro che speravano in una bella guerra per risanare i propri bilanci…

  • LucaF.

    L’armistizio coreano del 1953 impedisce l’introduzione di armi nucleari nella penisola, ma gli Usa lo hanno infranto unilateralmente dal 1956: https://www.lewrockwell.com/lrc-blog/u-s-broke-korea-armistice-nuclear-weapons/

  • ZeitGeist80

    Rimangono dell’ opinione che la Nord Korea sia solo un enorme arma di distrazione di massa per gli Stati Uniti. Quando il fumo mediatico si alza sulla tensione USA-Nord Korea per me vuol dire che c’è qualcosa di ben più’ grave che si vuol nascondere. Qualche idea!?

    • Caio Giulio

      No, stavolta non sarà fumo, ci sono molte ragioni per cui ormai si arriverà al confronto sul serio, e detto tra noi, sarebbe una fortuna.

      • silvia

        Per chi? Guarda che lo stesso pensavano le grandi potenze alla vigilia della prima guerra mondiale …ne venne fuori una tragedia che duro’ 4 anni. Seguito da un secondo massacro durato quasi 5 anni. O sei davvero convinto che tu non subirai conseguenze?

    • marcoferro

      invece io dico che non succederà nulla perche non è interesse di nessuno quel conflitto. non dimentichiamoci delle armi ai nazisti di kiev, il venezuela, l’iran e la siria stessa…insomma quei vaccari psicolabili hanno l’imbarazzo della scelta…

      • Caio Giulio

        A Mr. orange conviene, e anche alll’apparato bellico industriale dietro il deep state; quasi una combinazione magica, con l’aiuto indispensabile di un folle cazzone bimbominkia dissociato fuori controllo.
        Conseguenze all’atto pratico:
        1) Siria Iran etc (quindi Russia) in subordine;
        2) miliardi per finanziare l’attacco, con somma gioia dei finanziatori del deep state;
        3) chiaro segnale alla Cina che hanno “toppato” nonostante i ripetuti avvertimenti;
        4) Aumento di popolarità di Trump a livello locale.
        Insomma, potrei continuare, ma ormai secondo me “alea iacta est”.

        • marcoferro

          certo che i focolai sono tanti, e noi non sappiamo niente poveracci di cosa frulli in quelle zucche vuote e cosa vogliono fare veramente..

          • Caio Giulio

            Certe zucche non sono tanto vuote: ma che pensi veramente che si comanda il mondo con la coca cola e i mc donalds?

        • Pieretto

          Detto che se avessi la bacchetta magica eliminerei il regime del bimbominkia in tempo zero dipende dalle conseguenze, come detto sopra noi non ne sappiamo nulla ma a occhio non sarebbe una passeggiata ( grande eufemismo ), poi è la zona forse più importante e delicata del pianeta sia dal punto di vista militare che economico viste le nazioni eventualmente coinvolte, sicuramente più dello stesso Medio Oriente, se fanno qualcosa del genere è perchè pensano di andare sul sicuro visto che se toppano viene fuori un casino inenarrabile, poi non so, non sarebbe la prima volta che fanno figure da cazzoni riguardo la giustezza delle info di cui sono in possesso ma qui la posta in gioco è molto alta quindi andranno con i piedi di piombo.

      • silvia

        La semplice verita’ e’ che Russia, Cina e persino Korea del Nord sanno fare i propri interessi. Gli Americani non sanno piu’ farli. Una guerra alla Korea del Nord e’ il classico conflitto da cui nessuno esce vincitore: andare a mettere il dito nel punto focale delle tensioni tra Cina, Korea del Sud, Giappone Taiwan e Russia e’ da imbecilli, e potrebbe costare agli USA la supremazia relativa nel Pacifico. Idem per l’Iran.E se in Italia al governo ci fossero degli statisti cercharebbero fin d’ora di procacciarsi nuove alleanze ad Est e nel Mediterraneo. Purtroppo, al governo abbiamo madama sboldrina, il conte tacchia, e il savoiardo napoletano e quindi subiremo le conseguenze della nostra mancanza di palle

    • o’ shtipenddio dei parlamentari che guadaGNIano 10 miliardi di euri al giorno più autobbblu e privileGGi (direbbero i più)
      O_o

      • silvia

        Io credo che l’analisi di Blondet abbia senso: sbraitare contro la Korea del Nord per poter poi accusare l’Iran. Il problema degli USA e’ che agli Americani buoni non ci crede piu’ nessuno

  • Mikahel

    Mah, io ho solo detto che ci si sbaglia a sottovalutare il pericolo NK, la tensione è reale e la minaccia serissima. chs non interessi il deepstate ci può anche stare, anche se ritengo che il loro principale obbiettivo è il chaos, ovunque e comunque, ergo di certo spingono anche in quel senso (e che dire degli aiuti umanitari sotto l’amministrazione Obama ed il fatto che più navi americane sbarcavano “cibo” in NK, più questi diventavano bravi a lanciare missili?… coincidenze!).

    • Buon Giorno

      Trump ha bisogno di distogliere l’attenzione dal suo fallimento interno ed i suoi avversari russofobi di colpire il vassallo della Cina, alleata della Russia e dell’Iran.

  • Doris

    “Gli analisti indipendenti valutano che gli ICBM coreani del nord possono essere in grado di colpire New York, Washington, DC e Miami – l’intera nazione.
    La Corea del Nord probabilmente potrebbe già colpire la terraferma americana con un attacco a impulsi elettromagnetici nucleari (EMP) ad alta quota che sconvolgerebbero la rete elettrica nazionale e uccidere milioni di americani. Le avvertenze della commissione EMP del Congresso sono anche apparentemente ignorate dalla comunità di intelligence.”
    E’ quanto scrive l Dott. Peter Vincent Pry Direttore Esecutivo della Task Force sulla Sicurezza Nazionale e Homeland e Direttore del Forum per la Strategia Nucleare degli Stati Uniti,
    http://www.familysecuritymatters.org/publications/detail/surprise-surprise?f=north%20korea

    • Flavio Bosio

      Colpire New York dalla Corea del Nord con un ICBM…
      Analisti indipendenti mah! Secondo me qualche dipendenza ce l’hanno, non so da quale sostanza…

      Se volessi colpire New York dalla Corea del Nord penserei ad una nave cargo, c’è molto più spazio per stivare e schermare il materiale fissile e non devo sorvolare tutti gli USA per raggiungere l’obbiettivo.

      • Doris

        Mi stupirebbe assai se il Dr Peter Vincent Pry, vista la sua competenza in materia, non avesse controllato la veridicità degli analisti indipendenti.
        Quando uno Stato si ritiene superiore a tutti, e in tutto, tende a sottovalutare l’avversario. E’ quello che, purtroppo, hanno fatto gli U.S.A, nei riguardi della Corea del Nord.
        Hanno sottovalutato, a quanto pare, l’EMP, e lo scopo reale dell’ultimo satellite coreano lanciato in orbita a febbraio 2016.
        Ora non ci resta che aspettare e sperare che qualcuno rinsavisca.
        .

  • Jean-Charles

    Innestando attacchi nucleari si apre uno scenario senza conoscerne la fine.

    Il disprezzo per le vite umane lo pagheremo caro in fin dei conti.

    Tutti insieme.

  • Sergio Andreani

    Gli USA hanno bisogno di incappare in un popolo simile a quello vietnamita che gli diede una lezione che si rammentano ancora.

    Magari i nord coreani.

    • silvia

      Anche se eliminassero cicciokim, il rischio e’ di generare una reazione a catena che potrebbe concludersi con la perdita del controllo sul Pacifico. Pochi capiscono che il fulcro del potere USA non e’ il medio oriente ma il controllo delle rotte commerciali e militari nel Pacifico. Perso quello vengono automaticamente retrocessi a potenza regionale. Quanto all’Iran sarebbe un osso ancora piu’duro della Korea del Nord. Perdipiu’, gli Iraniani non hanno un comportamento “da fuori di testa” come cicciokim. Quindi gli USA non avrebbero motivazioni sufficienti per un attacco e se pure attaccassero, Russia e Cina avrebbero tutte le ragioni per appoggiare l’Iran.

  • Alberto Capece Minutolo

    Com’è ovvio e come invece non dovrebbe essere, anche qui risuonano in sottofondo le parole d’ordine occidentali facendo della Corea del Nord uno dei paesi più poveri del mondo. Ma in realtà il Paese ha un’economia abbastanza vivace con industria pesante, discrete produzioni minerarie e un’agricoltura che le permette di essere tra i più grandi esportatori mondiali di frutta. Il reddito medio è paragonabile a quello di molti Paesi dell’est europeo, ma tutto questo non va detto perché tutto lo spazio deve essere preso dalla demonizzazione

  • Rifle

    È chiaro che in un confronto USA-Corea del Nord la seconda perderebbe ma trascinerebbe con sè anche i cugini di Seul e forse anche Tokyo.

    Questo porta i due , con la loro importante economia, a fare pressione sull’ “alleato americano” perché se ne stia buonino.

    A meno che il “America first” di Trump non preveda di riportare in America anche la fabbricazione di componenti elettronici, allora la sparizione di Seul e Tokyo gli farebbe anche piacere.

    • silvia

      Se attaccano la Korea del Nord le conseguenze saranno imprevedibili e potrebbero risultare fatali alla supremazia USA. Lo stesso vale per l’Iran.

      • cagliostro

        lavoro straordinario x fabbriche di sacchi neri e drappi gialli, rimpatrio di salme, e tutto a spese dello zio sam.

        • silvia

          Il problema e’ che a pagare non sarebbe solo lo Zio Sam

          • cagliostro

            esatto, ma fino ad oggi erano sempre gli altri a sostenere i peggior costi in vite umane, vedi vietnam, corea, iraq, afganistan, e siria, yemen, e ucraina, senza contare iugoslavia libia e tante altre,

          • silvia

            E’ per questo che dico che inizieranno la guerra ma non potranno finirla: Russi, Cinesi, Nord-Koreani…tutta gente con il pelo sullo stomaco, non si faranno impressionare dalle body bags…ma gli Americani?

          • cagliostro

            le truppe ameri-cani, sono x la stragrande maggioranza ispanici e afro, non troppo interessati a farsi ammazzare x il piacere dell’uomo bianco con la lingua biforcuta.

          • silvia

            Appunto: se fanno la guera, c’e’ il rischio di un conflitto civile in america, neri e ispanici si incazzerebbero e stuferebbero di andare a comabttere per i femminielli wasp 🙂

          • Pieretto

            Soliti luoghi comuni, vedo che anche voi vi fate turlupinare dalla propaganda sinistro- progressista-terzomondista, forse perchè vi stanno sulle balle gli Americani a prescindere

            http://www.thegatewaypundit.com/2008/03/us-military-fatalities-in-iraq-by-race-ethnicity/

            E poi quali femminielli wasp, tra l’altro nei posti di elite come piloti, Navy Seal o Delta Force i bianchi sono quasi la totalità, e se vogliamo parlare di fighette di sicuro come % di gente tosta ne hanno più loro considerando la massa di tizi tutto football, fucile e lavori pesanti che ancora c’è soprattutto nel Midwest e nel Sud che gli europei dell’ovest, si salvano giusto certe zone dell’UK, ovviamente fatte salve tutte le eccezioni del caso, e lo dico senza voler per forza esaltare certe abitudini e attitudini a scapito di altre, è un semplice dato di fatto.

  • ThreeFiddy

    non c’è modo di colpire il nord senza che il sud venga devastato, e forse anche un po’ di giappone.

    fin dagli anni 90, primi 90, le due coree e il confine indo-pakistano venivano considerati gli scenari più plausibili per lo scoppio della WWIII.

    niente siria, capito? meditate

    Ahhh… i primi 90

    c’ho anche la colonna sonora giusta, aggratis

    https://www.house-mixes.com/profile/JeffNec/play/2017-canarsie-reunion-mix

    (cliccare il grosso bottone rosso in alto)

  • Rifle

    Anch’io avevo pensato che Washington fa la spavalda con i ragionevoli, perché sa che riflettono prima di reagire, e si spaventa si fronte ai teste di c***o, perché sa che sono indifferenti alle conseguenze.

    Questo è un atteggiamento da mediocre bullo di periferia.

  • giuseppe

    La prima (e per il momento) unica guerra di Corea scoppio’ nel 1950 a causa dell’invasione della Corea del Sud, da parte dell’esercito nord coreano. Quel conflitto combattuto con “armi convenzionali” tra gli Stati Uniti (su mandato ONU, piu’ una schiera di 17 paesi alleati), che intervennero militarmente nel tentativo di liberare il paese occupato e, alla fine, rovesciare il governo nordcoreano. Il numero delle vittime causate dal conflitto è stimato in 2.800.000 tra morti, feriti e dispersi, metà dei quali civili.
    Ora a quanto ammonterebbe il numero di vittime totali, tenuto conto della possibilità da parte nord coreana di colpire gli yankee in casa loro?
    Se prima la “scusa” era di prevenire e combattere il comunismo, adesso qual è il pretesto? Quello che dice Blondet, oppure è ancora peggio?
    Che il “Deep State” voglia davvero attaccare l’orso russo, facendo prima le prove contro il “dittatore bambino” nord coreano?
    La storia insegna che mai nessuno ha sconfitto la “Santa Madre Russia”.
    Nel 1812 l’esercito napoleonico termino’ l’invasione con una disastrosa sconfitta
    Poi nel 1941, provo’ Hitler con l’operazione Barbarossa, alla ricerca dello “spazio vitale” ad est.
    Quindi non c’è due senza tre…?

    • silvia

      Dio fa impazzire coloro che vuole perdere, cercheranno di fare la terza guerra ma non riusciranno a finirla

    • silvia

      Inoltre, non tengono conto del fortissimo nazionalismo delle masse Cinesi. Se kim viene attaccato, il governo cinese non potra’ esimersi dall’intervenire, o si rischi la rivolta interna!

    • davide

      Infatti come ho già scritto il punto non è penetrare con truppe in Russia. Storicamente per i gia citati il problema grosso grosso fu ritirarsi dalla Russia.

    • Rifle

      Già, la (prima?) guerra di Corea ha visto gli americani sperimentare quanto sono coriacei i coreani.
      Sanno che se ci riprovano vedranno tanti soldati tornare a casa nelle bare, perciò ci penseranno due volte prima di attaccare.

      L’alternativa è un pesante attacco nucleare che annichilisca la Corea del Nord.
      Piccola controindicazione: devasterebbero pure la Corea del Sud e la Manciuria cinese.

      In conclusione questa volta non possono fare alcuna frittata senza rompere un bel po’ di uova.

  • Lila

    La guerra alla Korea del nord è tutto sommato ancora una guerra alla Russia, visto che la Korea del Nord confina con la Russia . Non vedono l’ora gli ami di fare una specie di Bondsteel per rompere le palle lungo il Tumannaja del Chasanskij .

    Peccato che gli andrà male.

    Poi francamente non so se Kim, è veramente scemo o semplicemente al soldo degli ami, tipo un Komeini.
    In fondo, l’unico punto vulnerabe dell’asse sino russo è proprio la Corea del Nord.

    Colpire(l’insignificante ) Kim, significa semplicemnte compire Putin…lungo il confine russo.

    • televisione falsa

      Si , agli anglo-sionisti serve un fronte aperto nell’ est di Cina e Russia ( i veri nemici ) , le minacce tra kim è Trump potrebbero essere solo una sceneggiata

      • silvia

        Corretto: gli americani vogliono costringere Cina e Russia alla guerra prima che queste li superino militarmente.

      • ws

        quindi per cina&russia vedere ( l’ eventuale) bluff koreano sarebbe la cosa migliore

    • kikko19

      confina per 10 km… magari confina di piu’ con la cina??? un occhiata alle mappe prima di scrivere farebbe bene.

  • aiccor

    proviamo invece ad immaginare una versione diversa: una bella guerretta, magari con una punta di nucleare qb, condita con una visibilità mediatica mai vista, (ovviamente!) e conseguente, ovvia, caduta libera di tutte le borse mondiali….
    …beh, ovvio che crollano, sai, è la guerra bellezza! non è mica per il fatto che il mondo è irrimediabilmente indebitato per le prossime 3 generazioni, noooooo, non è mica perchè ormai anche i bambini hanno capito che a forza di stampare banconote tutto il mondo le sta usando come come carta igienica, e via una bella ripulita ai bilanci un po in giro per tutto il mondo, tanto la colpa è di Kim, il bombarolo, che ci vuoi fare, anzi: va già bene che ci sono gli USA a fare i poliziotti…

    • silvia

      Non sara’ una guerretta: e’ li che si sbaglia. Attaccando la Korea del nord si mette in moto una reazione a catena incontrollabile

      • davide

        Infatti….Sarajevo 1914 docet…pareva uno scontro locale contro un piccolo protettorato di Vienna.

        • silvia

          Appunto…

          • kikko19

            tutti strateghi di risiko mo’!
            la cina non permettera’ mai un attacco che porti alla fine del regime del nord corea, non vogliono gli yankees sullo zerbino di casa.

          • silvia

            E’ quello che dico anche io

  • aiccor

    Kim …il più grande capro espiatorio della storia della finanza! suggestiva, no?

  • Davide

    Lo spettro della recessione incombe sul sistema economico e vediamo i venti di guerra e i conseguenti armamenti per sostenere il PIL mondiale ma forse necessita anche una guerra con i fiocchi per coprire tutte le porcate fatte della grande finanza.

  • nathan

    Io prendo appunti..
    E’ un peccato sprecare cotanto sapere gratis sotto, da tecnici specializzati.

    • Spero che ti invece rispetti il nostro di lavoro. Ho già parlato della singolare collaborazione tra Iran, Corea del nord e Cina in ambito missilistico, collaborazione iniziata circa trenta anni fa. E culminata nella serie di test missilistici in Yemen, dove tanti militari sauditi ne hanno fatto le spese.
      Uno fra tanti, vecchi Scud prodotti negli anni 80 che diventano micidiali sistemi di demolizione a lunghissima distanza, e precisissimi.
      e che bucano lo “schermo” di intere batterie di Hawk e Patriot sorvolandole per centinaia di chilometri.
      Strano che gli ammerregani se ne siano accorti solo adesso.
      l’unica nazione che non partecipa a questo singolare Brainstorm è la Russia, che, avendo una tecnologia decisamente superiore, non rischia di cederla ad altri. Personalmente ritengo un attacco alla Corea del Nord convenzionale una follia, troppi problemi logistici e Cina e Russia che non vogliono eserciti americani intorno. Forse un attacco nucleare preventivo…
      Ma gli ammerregani avranno davvero i coglioni di farlo?

      Viviamo in tempi interessanti.

      • kikko19

        manderanno un drone o un commando suicida a cercare ciccio, altrimenti non hanno speranze.

        • Lila

          Kim assomiglia molto a Komeini… un finto rivolzionario religioso ( allevato tra Turchia, Iraq e Parigi …ed appoggiato per fare fuori Reza Palevi reo di avere portato la Persia ad essere un paese forte nell’area e con il volere di essere da riferimento nel MO… una guerra per fare tornare la Persia all’età della pietra non era semplice, quindi, fu tirato fuori dal cilindro la rivoluzione religiosa capeggiata dal “parigino Komeini” con i compagni .. Fedayyin-e khalq e gli allora poco conosciuti mujaheddin islamici.
          L’incendio del Rex, ( miccia per la rivoluzione ) falsamente ed artificiosamente attribuita a Palevi, era invece fatta dai sostenitori dell’ayatollah che come un Bin Laden quasisi, da Parigi inneggiava alla rivoluzone. Ovviamente Komeini prese soldi e armi dagli ami, per fare la guerra all’Iraq di Saddam (Iran Contras ) per la gioia di Israele. Il modello delle rivoluzioni religiose fu poi ripreso in af-stan e , come si puo’ ederee in gran parte del MO ( in primis Egitto ).

        • Questa è una ipotesi interessante, anche se non so se funzionerebbe, la vita è diversa da un film, e pure i nordcoreani hanno servizi in occidente. Mi sa che se ne accorgerebbero, e l’attacco equivarrebbe ad una dichiarazione di guerra. Occorrerebbe essere sicurissimi di ucciderlo al primo colpo, altrimenti i sud coreani sarebbero spacciati, insieme a parecchie migliaia di soldati americani con le lor famiglie, stanziati a qualche decina di chilometri dal confine nordcoreano.

          • kikko19

            Si il commando suicida è più improbabile. Magari dare una boccetta di guttakax potenziato al cameriere dissidente… Senza qualcuno dentro la vedo dura pure io. Comunque una volta fatto fuori gli altri scenderanno a patti col parrucchino.

  • Lila

    La guerra alla Korea del nord è tutto sommato ancora una guerra alla
    Russia, visto che la Korea del Nord confina con la Russia . Non vedono
    l’ora gli ami di fare una specie di Bondsteel per rompere le palle lungo
    il Tumannaja del Chasanskij .

    Peccato che gli andrà male.

    Poi francamente non so se Kim, è veramente scemo o semplicemente al soldo degli ami, tipo un Komeini.
    In fondo, l’unico punto vulnerabe dell’asse sino russo è proprio la Corea del Nord.

    Colpire(l’insignificante ) Kim, significa semplicemnte compire Putin…lungo il confine russo.

    • Veramente la Russia confina con la Corea del nord per circa un chilometro e mezzo. Semmai è la Cina ad essere interessata al conflitto, la Corea del nord fornisce manodopera a basso costo e semilavorati per la Cina.
      Inoltre come già espresso nei miei post precedenti la collaborazione missilistica tra Cina, corea del nord e Iran è attiva da decenni , es ta dando risultati molto interessanti, dato che le tre nazioni, con culture molto diverse hanno un approccio alla progettazione molto peculiare. Forse gli ammerregani avrebbero dovuto preoccuparsi decine di anni fa.

      • kikko19

        tra l’altro km di campagna, ho fatto un “giro ” su google street view.

        • Lila

          è un punto strategico

          • kikko19

            Si per i picnic e le gare di pesca nel laghetto li vicino…. Magari c’è qualche agriturismo dove se magna bbene…

          • Lila

            non ho capito se ci sei o ci fai…e se kikko è la misura del tuo unico neurone

          • kikko19

            Intanto torna a scuola a studiare geografia, poi torna a commentare.

        • C’è una strada tra si e no, l’unico vero collegamento è un binario ferroviario, dedito al traffico merci…

      • Lila

        confine comunque a 130 km da Vladivostok 630.400 abitanti

        • Buon Giorno

          Vladivostok, unico porto russo sul Pacifico e sede della Flotta del Pacifico.

          • Lila

            appunto

      • Lila

        e’ un corridoio d’entrata per Vladivostok

      • Buon Giorno

        La Corea del Nord fa da buffer tra le forze americane in Corea del Sud ed il territorio della Cina: il 99% della sua utilità per i cinesi é questa.

        La Cina non ha certo bisogno di manodopera a basso costo o di importare semilavorati.

        • veramente la Cina importa tantissimi semilavorati, e ormai necessita come il pane di manodopera a basso costo, ormai gli operai nelle coste, le zone più ricche, guadagnano parecchio.
          Anche più dei neoassunti italiani, a volte.

  • what you see is a fraud

    North Korea versus the United States: Who are the Demons? North Korea Lost 30% of Its Population as a Result of US Bombings in the 1950s.

    La VCorea del Nord verso gli USA . Chi sono o demoni ? La Coread el Nord perse il 30 % della popolazione come risultato dei bombardamenti negli anni 50 .

    http://www.globalresearch.ca/north-korea-versus-the-united-states-who-are-the-demons/28342

  • kikko19

    ovvio, il banana fa’ il duro con cicciobello, si fa’ i bulli sempre con i piu’ deboli. e comunque cicciobello ha rotto le palle di lanciare missili a destra e a manca.

    • alfvanred

      Può non piacere ma la RPDC o detta altrimenti Nord Corea ha tutto il diritto di sperimentare e lanciare tutti i missili che vuole. Sempre che non colpiscano e distruggano niente e nessuno. Gli amerdecani invece quelli si hanno rotto i coglioni.
      Saluti

      • kikko19

        ma anche no’! ci sono accordi internazionali da rispettare. poi siamo d’accordo sul resto.

        • Buon Giorno

          USA e UK lanciano missili per testarli. Perché loro si e la Corea del Nord no?

          • kikko19

            Perché loro sono loro e Ciccio non è un cazzo!

        • Lila

          accordi che gli USA non hanno firmato

  • Danuta Ewiak

    Purtroppo, la terza guerra mondiale è inevitabile, come la morte, ma non ancora. Quando accadrà questo? La Bibbia dice: “[il re del nord = Russia a partire dalla seconda metà del XIX secolo. Daniele 11:27)] ritornerà nel suo paese con grandi ricchezze [1945], e il suo cuore sarà contro il patto santo [l’ostilità nei confronti dei cristiani. L’Unione sovietica ha introdotto l’ateismo di stato], e agirà [attività in ambito internazionale], e tornerà al suo paese [1991-1993. La disintegrazione dell’Unione Sovietica e del Patto di Varsavia. Le truppe russe restituito alla paese]. Al tempo fissato [il re del nord] tornerà [questo significa anche il disgregazione dell’Unione europea e della NATO. Molti paesi dell’ex blocco orientale tornerà nella sfera d’influenza della Russia]. Ed entrerà a sud [questo potuto essere Georgia, proprio come nel 2008], ma non sarà come la prima volta [2008 – Georgia] e come l’ultima volta [Ucraina].” (Daniele 11:28, 29)

    Ma la terza volta sarà l’intervento degli Stati Uniti. (Daniele 11:30a)

    Mosè scrive: “E delle navi dalla direzione di Kittim [dall’Occidente], e affliggeranno Assur [Russia] e affliggeranno Eber [nemici rimasti, compreso l’Iran e la Cina].” (Numeri 24:24a)

    Questo sarà una guerra nucleare. (Rivelazione 6:4) Questo non sarà Armageddon. Questo sarà “l’inizio delle doglie del parto”. (Matteo 24:7, 8)

  • Covpepe

    Intanto, sono arrivati gli avvertimenti di Russia e Cina agli yankee.
    La Russia ha elevato allo stato di massima allerta i sistemi missilistici nell’Estremo Oriente, e che rappresentano un deterrente anche verso gli Stati Uniti:

    https://it.sputniknews.com/mondo/201708114883096-antiaerea-russia-guerra/

    Nel frattempo la Cina ha detto che se gli USA attaccheranno la Corea del Nord per primi, loro interverranno direttamente nel conflitto:

    https://www.rt.com/news/399310-china-prevent-us-strike-nkorea/

  • Caio Giulio

    Ma ancora sognate sul ciccio bomba? Non sarà certo lui a far fuori gli americani e tenete anche conto che i cinesi hanno da tempo blindato le frontiere per evitare profughi sgraditi, ed anche lo zio vlad, di un ditino al culo ai confini, ne farebbe volentieri a meno, e non per niente non hanno opposto nessun veto alle sanzioni in sede ONU. Il carciofino finisce male PUNTO.

  • Luca Arrighi

    Nessuno farà mai una guerra contro una nazione dotata di armi nucleari, pochi esemplari ma attivi e letali….Gli usa ormai vacillano tra un enorme debito insolvibile, una nuova bolla speculativa e la vecchiaia del tempo che non li rende ormai piu’ i poliziotti sfigati del mondo, con le loro pseudo democrazie e rivoluzioni colorate che tanti danni hanno fatto a paesi poveri ma, caso strano, ricchi di materie prime (chissà perchè)……E’ un sistema che sta crollando velocemente e uno nuovo sta arrivando, correndo con la tipica marcia cinese che, grazie agli appoggi politici e geo politici di nazioni ormai forti ed indipendenti come Iran, Russia, India, oltre a molte nazioni africane, trarranno troppi vantaggi e benessere dei propri popoli dalla nuova via della seta, e non faranno nulla per impedirne la realizzazione….Un popolo ignorante e violento come quello americano deve starsene oltre l’oceano, guadagnarsi il rispetto delle altre nazioni con fatti concreti e giusti per tutti, “l’illuminismo americano” e i suoi falsi ideali non sono più attuabili oggi…… 🙂

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.