Fa Caldo

Di FunnyKing , il - 219 commenti

Come sapete ho una particolare predilezione per gli argomenti che la propaganda e i soldi hanno fatto diventare controversi anche di fronte sia a palesi evidenze scientifiche che all’esperienza di tutti i giorni. Il mostruoso e rapidissimo cambiamento climatico in atto è uno di quelli. Qui in Svizzera i ghiacciai si stanno sciogliendo velocemente provocando disastri come quello avvenuto di recente fra i Grigioni e la Valtellina e ieri un paesello delle svizzera interna è stato evacuato perché il ghiacciaio sovrastante si sta spezzando, i sensori nel ghiaccio indicano una situazione critica. In Italia mi pare che ci siano episodi di tropicalizzazione dei mari e di precipitazioni inusuali nonché siccità e in certi casi desertificazione. Il Po rischia di diventare un torrente con buona pace (E NON MI MANCHERA’ VISTO IL GRADO DI CONTAMINAZIONE INDUSTRIALE) delle produzioni agricole della pianura padana.

Nel mondo i disastri legati alla cattiva posizione degli agglomerati urbani in relazione alle nuove zone di criticità climatica sono cronaca da terza pagina ormai.

Quindi il dibattito si è spostato da :

  • Se esista un cambiamento climatico devastante e fuori da ogni rilevazione storica

a

  • da cosa sia originato

Se vi ricordate la propaganda che trae profitto da comportamenti antropici che cambiano il clima prima ha cercato di negare il cambiamento climatico, ora invece si cerca di dire che è un fenomeno naturale. Ovviamente a dire che è un fenomeno naturale è la solita minima minoranza di “esperti” gli stessi che a suo tempo dicevano che il fumo fa bene o altre puttanate del genere. Basta pagare e fare campagna social, le scimmie a cui piace avere il SuV oppure che vorrebbero averlo accorreranno in massa.

Io qui dichiaro la mia opinione: si è di origine antropica e si il problema di usare la tecnologia per diminuire le emissioni che cambiano il clima sono necessarie.

Magari non sono affatto d’accordo con le ricette, ad esempio la mobilità elettrica così come è congegnata oggi è una truffa bella e buona per spendere soldi pubblici e tuttavia mi piacerebbero politiche intelligenti di ottimizzazione delle tecnologie che effettivamente hanno effetti nel breve periodo. Se parliamo di automobili magari focalizzarsi sul peso dei veicoli, sull’efficienza dei propulsori endotermici, sui sistemi di recupero dell’energia in frenata (ibrido e basta con piccole batterie) da risultati che sono di ordini di grandezza superiori alla moblità elettrica ad una frazione del costo e dunque pronte per una adozione di massa.

Quello che voglio dire è che un conto è riconoscere l’esistenza di un problema e delle sue cause, un altro è trovare e applicare soluzioni efficaci. Vedremo intanto fa caldo.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Alcoor26 .

    Funnyking, pensavo che dopo la negazione dell’utilità dell’auto elettrica fossi rinsavito sul tema ambientale. Mi sbagliavo.
    Come caxxo può uno dire che il riscaldamento è di origine antropica, se nel 1100 faceva più caldo???
    Come caxxo fa uno a sostenere se ci sia un riscaldamento perenne o se è la normale fase di un ciclo, se le ere glaciali-meteorologiche sono nell’odrine di decine di millenni??
    E si è in possesso di dati degli ultimi 1000 anni, forse 2000 con lo studio di reperti-rocce etc.

    • milano1954

      per chi non lo ricordasse, fra il 1350 e il 1800 (circa) ci fu una piccola glaciazione. Viceversa, fino ad allora SI COLTIVAVA LA VITE fino in Groenlandia (dove non c’erano ghiacci , per lo meno nella parte meridionale dell’isola). Infatti le colonie vichinghe furono sterminate a fine 300 dal calo delle temperature… (e fino al 1350 la coltura dell’olivo era ampiamente diffusa anche a nord delle Alpi).
      Quindi i dati riportati dalla vulgata ambientalista sono del tutto inattendibili, servono a imporre tasse deliranti per distruggere i business europei e sviluppare pseudo imprenditori specialisti in contributi pubblici come Tesla.
      E comunque le emissioni di gas serra sono in gran parte prodotte in Cina e India ,mentre legislazioni assurde sono imposte-guarda caso- in Europa Occidentale e soprattutto in Italia, che è uno dei paesi al mondo con maggiore efficienza energetica (e questa NON è una barzelletta, è un dato oggettivo che va per lo meno per gli ultimi 50 anni). I consumi energetici per unità di PIL prodotto sono molto inferiori in Italia rispetto a tutti i paesi europei (Svizzera inclusa), per non parlare ovviamente degli USA.

      • Tex42

        Senza contare che fino al boom economico l’Italia produceva il 90% della sua energia con idroelettrico, senza inquinare nulla, al contrario dei civilissimi paesi anglosassoni che andavano a carbone.

        • zioru

          Già, il guaio è che poi c’è stato il boom, e l energia idroelettrica non bastava più. Niente è più inutile dei confronti tra epoche diverse.

          • Tex42

            Non è un confronto tra epoche diverse, ma la constatazione del fatto che, fino al 1960, l’Italia NON ha inquinato.
            Dopo abbiamo recuperato il gap.

    • Tommasodaquino

      post acchiappaclick

  • Pareggiamoiconti

    L’origine antropica del riscaldamento è una questione alquanto controversa

    In realtà, la maggior parte degli scienziati è lautamente pagata per dire che sussiste: la lobby del riscaldamento è assai ricca quindi quanto meno sono pagati quelli di entrambi i fronti

    Forse bisognerebbe valutare i dati disponibili con maggiore senso critico…

    ad esempio, questo:

    https://it.sputniknews.com/mondo/201709084994846-sole-forte-esplosione-planetario-osservatorio-tempesta-magnetica/

    Credo sia incontrovertibile che se il sole fa una scureggina, noi andiamo arrosto…

    • Tex42

      Infatti. Non ci si rende conto che basta una variazione minima di un numero sterminato di fattori (inclinazione terrestre, attività solare ecc.) per scatenare glaciazioni e cambiamenti epocali.
      L’uomo per provare la “variazione minima” ci si deve mettere d’impegno per decenni o secoli, il Sole ci impiega un istante.

      • Tex42

        provocare, non provare

  • johnny rotten

    Personalmente mi sono fatto un’idea che i cambiamenti climatici siano ciclici, ma nell’ordine delle decine e anche più di migliaia di anni, partendo dal fatto esemplare che quando la Sardinya venne popolata, dagli antichi avi dell’attuale popolazione sarda, si parla di oltre 23.000 anni fa, la distanza marina con la penisola era intorno alle 5 miglia, prova evidente che il livello del mare era di decine di metri più basso di quello attuale, così come provato anche dallo “sprofondamento” in mare di molte citta costiere fondate e abitate lungo il corso della storia Greco-Romana, è anche vero che durante questi lunghi cicli sono capitati periodi di raffreddamento anticiclico, però mi sembra abbastanza sicura l’affermazione che il clima si stia riscaldando da lunghissimo tempo, cioè tra l’ultima glaciazione ed oggi, può anche essere che la specie umana abbia una durata persino non estendibile oltre questo ciclo, ma vallo a sapere, comunque queste osservazioni non possono escludere che la mano dell’uomo possa aggravare queste tendenze, quindi alla fine penso, con Funny, che sia necessario porsi il problema seriamente, riducendo completamente l’incidenza umana, e questo lo si può fare in maniera sostanziale solo rivedendo il modello di sviluppo e di consumi sino a qui seguito, che dovrebbe partire dal livello minimo, quello individuale, sino a quello massimo delle politiche industriali e che riguardano i consumi di massa, cosa comunque inattendibile perchè il governo mondialista basato sulla finanza viaggia in direzione diametralmente opposta.

  • ThreeFiddy

    O.T.

    ThreeFiddy • 21 giorni fa

    (parlando dell’attentato di barcellona)

    Milano, intorno al 12 settembre…

    … 40 giorni prima del “nostro” referendum…

    se ci sarò ancora, passerò all’incasso.

    http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_settembre_11/milano-rubati-tre-furgoni-dhlmezzi-trasporto-a-rischio-allarme-attentati-fdc7bfb0-96bd-11e7-8f2d-841610cb6f6e.shtml

    L’AVEVO DETTO CHE SAREI PASSATO ALL’INCASSO, NO?

  • Proxima8

    I dati sull’aumento considerevole del biossido di carbonio dall’inizio dell’era industriale sono fatti, tutto il resto pugnette.

    Casa mia si sta riempiendo di crepe a causa dell’abbassamento della falda acquifera, in questo il così detto “governo mondiale” non c’entra una fava.

    • Tommasodaquino

      “I dati sull’aumento considerevole del biossido di carbonio dall’inizio dell’era industriale sono fatti, tutto il resto pugnette”
      diciamo che ha ragione sulla correlazione, ma come dimostriamo la causalità?

      • Proxima8

        Sulle evidenze climatiche.

        • Massimo Decio Meridio

          Le evidenze climatiche sono il presunto effetto. L’effetto di per se non dimostra la causa ….

          • Proxima8

            Le evidenze sono tante e per chi le subisce sulla propria pelle sono pure troppe. E’ cronaca… bellagente.

          • Proxima8

            Sta di fatto che il biossido di carbonio e la temperatura stanno aumentando da quando è iniziata la rivoluzione industriale, coincidenza?

        • Pareggiamoiconti

          devi correlare le evidenze climatiche al biossido di carbonio, altrimenti sono pugnette

          • Proxima8

            In questi ultimi decenni nell’atmosfera l’energia sotto forma di calore è aumentata, ergo i fenomeni atmosferici si sono estremizzati.

          • Pareggiamoiconti

            E’ vero, ma non è questo il punto

            Il punto è la correlazione tra l’aumento di energia e l’attività umana

          • Proxima8

            I dati che correlano le due cose ci sono, questo è evidente.

          • Pareggiamoiconti

            Ok, ad esempio quali?

            Possibilmente al netto della componente di immissione co2 naturale (vulcani, incendi), grazie

          • Proxima8

            Fatto, l’aumento della temperatura e biossido di carbonio sono sincronizzati, lo dicono i dati.

          • Pareggiamoiconti

            Davvero impressionante.

        • Tommasodaquino

          cavolo, lei è proprio sveglio, pensare che altri lettori hanno perfettamente capito il ragionamento che lo ribadisco è la base della scienza naturale, l’abc della logica.
          Il concetto glielo spiego diversamente. Posto che il biossido di carbonio sia aumentato e che la temperatura globale sia aumentata (in realtà andrebbe computata l’intensità dei due fenomeni) come dimostra che sia quell’aumento del biossido di carbonio ad avere aumentato quella temperatura e non invece la temperatura ad aver aumentato il biossido di carbonio?

          • Proxima8

            L’aumento dei PPM del biossido di carbonio è di origine antropica, basta guardare i dati, ergo l’aumento della temperatura è correlata anche a questo gas serra.

          • Tommasodaquino

            si allora perché nel XI secolo era più caldo di adesso e nel XVI era più freddo di adesso ? PPM quasi certamente uguali, sicuramente dal punto di vista antropico…

          • Proxima8

            I dati parlano chiaro, l’aumento del biossido di carbonio e temperatura globale sono sincronizzati e correlati, stai negando l’evidenza.

          • Tommasodaquino

            di dati parlano di correlazione non di causalità

          • Tommasodaquino

            ha detto bene “correlata” non vuol dire “causata”, dal punto di vista statistico e scientifico sono due concetti COMPLETAMENTE DIVERSI.

          • Proxima8

            I dati parlano chiaro, l’aumento del biossido di carbonio e temperatura globale sono sincronizzati e correlati, stai negando l’evidenza.

          • Proxima8

            Lo dicono i dati!

          • Tommasodaquino

            di dati parlano di correlazione non di causalità.

      • Proxima8

        Causa-effetto, questo sconosciuto.

        • Tommasodaquino

          scusami genio e il concetto di “CAUSALITA’ ” cosa vorrebbe dire invece?… lingua italiana questa sconosciuta

          • Proxima8

            I dati parlano chiaro, l’aumento del biossido di carbonio e temperatura globale sono sincronizzati e correlati. Non mi definisco un genio, sono un tipo modesto MA che non nega le evidenze.

        • Pareggiamoiconti

          Davvero

      • Proxima8

        E il sesso degli angeli? 🙂

        • Tommasodaquino

          da questi interventi si capisce che lei di ricerca e scienza non ne sa nulla, esattamente come tutti i sostenitori del global warming di origine antropica. I nessi di causalità permettono di distinguere le bufale, come la sua tesi, dalla ricerca scientifica seria

  • Tommasodaquino

    I nessi di causalità sono il problema principale degli scienziati perché devono conoscere TUTTE le variabili in gioco e poi cosa ancora più difficile DIMOSTRARLI. Un fenomeno fisico così complesso come il clima anche nell’anno di Grazia del Signore 2017 fare affermazioni perentorie e assolute si rischia di fare brutte figure. A mio personale avviso il riscaldamento globale è un fenomeno che ha sia una componente antropica sia una componente naturale. Ci sono stati periodi storici che erano più caldi di quello odierno, viceversa ci sono stati periodi più freddi senza che l’attività umana potesse essere significativamente diversa. Mettendo a paragone il secolo XI che è stato molto caldo con il periodo della cosiddetta piccola era glaciale bhè si fa fatica a vedere quello che è stato dimostrato come inconfutabile nell’articolo, l’attività umana non era molto diversa e sicuramente la produzione di combustibili fossili non era variata granchè. L’attività antropica influenza certamente ed anche in maniera non trascurabile il CLIMA LOCALE, oggi più che mai. Se togli gli alberi e cementi tutto, in più accendendo i climatizzatori in estate e riscaldamenti in inverno per tutto il giorno, non mi stupisce se in quella città faranno 2-3 gradi in più. Ma non ci vuole uno scienziato per arrivarci. Qui si criticano i “confutatori del riscaldamento globale”, come se ci fosse solo una lobby all’opera….La cosa certa è che ambientalisti e sostenitori del riscaldamento globale hanno fatto affari d’oro sulle nostre tasche appesantendo i bilanci pubblici e derubando i contribuenti con le agevolazioni per le energie rinnovabili. Se l’uomo può plasmare il clima allora è veramente onnipotente, ho diverse riserve per non credere ad una sciocchezza del genere.
    p.s. ottima strategia acchiappaclick

    • Svicolone61

      Concordo in pieno.

  • Lila

    https://www.youtube.com/watch?v=YUGUF_8UPqc

    Beh, pensare che i cambiamenti climatici dipendono dll’uomo, è om pensare che la Terra è piatta e che la Sole gira intorno.

  • Flambeau

    Bravo, con questo post superi di sicuro click e commenti di quello della scimmia.
    questo il mio contributo.

  • Sick boy

    Vabbè Funny dillo: i miei nuovi affari e la gente che frequento mi obbligano ad essere un po’ più mainstream e a prendere le distanze dai matti che frequentano il mio blog.
    Ci sta, gli affari sono affari.

    • Goffry

      Crypto valute, il nuovo nero.

      • Sick boy

        Ma credo che centri di più col fatto di farsi magari degli amici “normali”, stimati professionisti del Canton Ticino immaginiamo, e a non poter dire che ha un blog perché si vergogna. Quando arrivano i soldi uno non ha mica tanta voglia di fare il criticone del sistema.

        • Goffry

          Più in generale, non vedi un leggero “bias” verso Cryptovalute e investimenti di altro tipo? Lui non fa il consulente e trader? Idem il suo omologo Stefano Bassi (Bigbit) che spinge crypto come se non ci fosse un domani??

          • Sick boy

            Bah sì ma è a carte scoperte, argomentato, non ci vede NULLA di male

          • Goffry

            E infatti molti post sono condivisibili, ma appunto non bisogna dimenticare i suoi “interessi” e anché magari la fatica a tenere vivo un blog…

  • mau

    Occorre creare in pianura padana riserve di acqua dolce (cave a margine dei fiumi),
    migliorare l’efficienza delle tecniche di irrigazione in agricoltura (vedi israele nelle terre aride), diminuire la popolazione mondiale soprattutto nei paesi in via di sviluppo con sterilizzazioni di massa forzate dopo il secondo figlio. Le automobili non c’entrano nulla sono solamente uno strumento per far soldi e obbligare la gente a spendere per nuovi modelli.

    • Tommasodaquino

      “diminuire la popolazione mondiale”
      perfetto se la prende se iniziamo da lei? per accelerare i tempi? Non la prenda dal verso sbagliato si tratta solo di applicare la sua teoria….

      • zioru

        Cominciamo da lei… un po come quando si devono pagare le tasse, no?

        • Luigi za

          Come diceva quel tale? Beati gli ultimi.
          Vada pure avanti lui.

          • Tommasodaquino

            se lei è d’accordo con la teoria che occorra la riduzione della popolazione mondiale può iniziare. Io sono contrario e mi comporto di conseguenza, se lei è favorevole faccia pure, le assicuro che non mi offendo.

        • Tommasodaquino

          e perché mai? mica sono favorevole alla diminuzione della popolazione.

      • Buon Giorno

        Lui appartiene a quella parte della popolazione mondiale che non arriva nemmeno al secondo figlio e rischia di essere travolta e rimpiazzata da quella che ne fa cinque, grazie all’enorme flusso di cibo, medicine, fertilizzanti ed altri ritrovati della tecnica che i ritardati (spesso cristiani) favorevoli all’esplosione demografica inviano come aiuti ed esportazioni alle masse di cinque figlianti.

  • zioru

    Bisogna ridurre la popolazione mondiale almeno di un 30/40%, è idiota pensare che basti che noi modifichiamo le nostre abitudini. Siamo in troppi e consumiamo troppo, vedete voi.

    • Luigi za

      @zion

      Ridurre la popolazione mondiale?
      Ma cosa dici, non sai che il Sinodo dei Maestri di Raglio, era allora regnante e pure ragliante l’Asdrubale-Annibale II, detto chissà perchè Papa, affermava che il pianeta Terra era in grado di sostenere ben 16 (sedici) milardi di umani?
      Cacchio siamo neppure ad 8 (otto)? Hai voglia di ingravidare portatrici di utero su gambe prima di arrivare a 16.
      Dateci dentro gente, fatelo per Yawe, per Allah e pure per Pepè.

      • Ronf Ronf

        Esiste una stima certa (fatta con metodo scientifico) dei 16 miliardi?

        • Goffry

          Stima? Ha guardato il mappamondo, considerato le zone più desertiche e ha detto “ma sì, ce ne stanno il doppio di oggi”.

          • Ronf Ronf

            E come fai ad abitare e vivere civilmente in mezzo al deserto?

          • Goffry

            E’ il Papa che lo pensa, mica io 🙂 e d’altronde basta guardare dove sono gli indici di natalità più alti.

          • Ronf Ronf

            Dove sono gli indici di natalità più alti? Di sicuro non nel deserto

          • Goffry

            Azzo… devo imboccarti in tutto… dove sono le natalità più elevate? In Africa… non ci sono due deserti belli grossi in Africa (Sahara e Kalahari)? Con altre belle sovvenzioni ONU e FAO ci stanno altri miliardi di persone abbronzate… un po’ di ironia…

          • Ronf Ronf

            Sapevo pure io che ci sono elevate natalità in Africa, ma non nelle zone desertiche (bensì nelle zone della savana) o no?!?

          • Goffry

            Appunto… con il beneplacito del Vaticano e coi soldi a pioggia della FAO ce li facciamo stare pure nel deserto… 🙂 un po’ lì e un po’ in qualche condominio in Europa occidentale…

    • televisione falsa

      E siccome con una terza guerra mondiale fatta con armi nucleari si fanno troppi danni meglio una guerra climatica fatta con scie chimiche e HAARP

      • Pippo Pelo

        Non credo. Bastano 5 o 6 bombe e si riparte tranquilli

        • Ronf Ronf

          E dove le faresti scoppiare queste bombe? Sono proprio curioso

          • Pippo Pelo

            Scegli tu una città vale l’altra. Dipende da quanti morti vuoi fare.
            Si potrebbe iniziare con l’Ucraina scendere poi fino in siria. 6 bombe non sono tante. Fin ora ne hanno fatte esplodere 2.000 per cui….

          • Ronf Ronf

            Mah… per ridurre la popolazione mondiale basta far cancellare il 100% del famigerato World Food Program dell’ONU che ha fatto esplodere la demografia africana: altro che le bombe atomiche…

          • Pippo Pelo

            Concordo. Ma poi non ci sarebbe la corsa ai sistemi di difesa taahad e mancherebbe il lavoro alle ong.

          • Sick boy

            Si ma le hanno fatte esplodere in quota! E farle esplodere in quota vuol dire che le particelle radioattive decadono e “muoiono” in qualche frazione di secondo. Se invece le fai esplodere vicino alla terra la radioattività si mescola alle altre molecole e le particelle radioattive non decadono. L’enorme calore spara il tutto stratosfera e poi ricadendo si ha il cd. fallout radioattivo.
            Perché uno parla se non sa??

          • Pippo Pelo

            Non tutte sono state fatte esplodere in quota. Molte nei deserti americani e altre nelle isole della polinesia. E poi abbiamo avuto anche Chernobyl….. un po di radioattività farà aumentare solo i tumori, ma cmq si sopravvive.
            Cmq io colpirei zone strategiche tipo dighe o grosse centrali elettriche. Chi resta si ritroverà nel 1800 e faranno un ulteriore taglio alla popolazione.

          • Guido Sogliani

            comunque io colpirei montecitorio, non sono tanti ma di qualità…

        • Massimo Decio Meridio

          Non servono bombe nucleari che hanno la fastidiosa controindicazione delle radiazioni. Bastano delle bombe ad impulso elettromagnetico sufficente a mettere fuori uso ogni mezzo elettrico ed elettronico e le centrali di produzione dell’energia elettrica per almeno un mese.
          Poi la popolazione si ridurrà da sola nel breve lasso di tempo…

          • Pippo Pelo

            Si ma le bombe nucleari hanno un grosso impatto emotivo. A quel punto puoi ordinare anche fucilazioni di massa. La gente deve vedere l’orrore e la tragedia negli occhi dei sopravvissuti. O fai le.cose per bene o lasci stare.

          • Massimo Decio Meridio

            Niente impatta più emotivamente che stare al buio e dover difendersi da altre persone che vogliono la tua roba, il tuo cibo, le tue donne ..
            La bomba scoppia, muori, fine.

          • Pippo Pelo

            No…. che muori…. quelli sotto la bomba muoiono (10km) per una mini bomba. Gli altri restano e rimpiango di non essere morti. Poi per gli altri è come dici tu.

          • Pippo Pelo

            https://it.sputniknews.com/mondo/201709115005143-usa-riflettono-creazione-nuovo-tipo-armi-nucleari-sviluppo-obama-trump/
            Ops…. ecco qua….. ripeto se devi pulire o lo fai bene o lasci stare. Il bene si fa goccia a goccia il male tutto insieme….

      • ThreeFiddy

        e rettiliani e lady gaga che uccide lou reed e la terra è piatta e gli alieni ed i paleo contatti e vespa figlio di mussolini e…. e basta, direi che c’è tutto.
        no aspetta, dimenticavo buonanno ucciso dai servizi perchè era pericoloso.

    • Massimo Decio Meridio

      Credo sia fondamentale sapere però a priori da quale parte della popolazione dovremmo essere, se quella da ridurre o meno …..

      • Semplice

        Noi siamo già ridotti, se il resto del mondo invece di procreare come conigli seguissero l’esempio italiano, questo problema non esisterebbe.

        Invece ci scassano la minchia a noi che non procreiamo e da qui “ci vogliono le risorse”.

        • Massimo Decio Meridio

          Oh anche io sono concettualmente d’accordo che in troppi si sta male … il problema è che automaticamente mi pongo tra quelli che devono rimanere … e così fa ciascuno degli 8 miliardi di persone su questa terra … il che capisci costituisce un insormontabile problema che non può essere risolto del tutto … diciamo .. pacificamente …

          • Semplice

            Non serve togliere di mezzo nessuno, serve imporre un limite alle nascite e questo lo si può fare visto che a noi viene naturalmente.

          • Massimo Decio Meridio

            A noi viene naturalmente, agli altri va imposto ? Chi lo impone e a che titolo ?

          • Semplice

            E allora crepiamo e stiamo zitti.

          • Massimo Decio Meridio

            No no che crepiamo … se qualcuno deve crepare che crepino gli altri …

          • Uto Uto

            succederà ma non saremo noi a decidere chi come quando.

          • Massimo Decio Meridio

            Ed infatti sta cosa me fa un pò incazzà …

    • Pareggiamoiconti

      ok, chi comincia?

      • Ronf Ronf

        Per ridurre la popolazione basta cancellare tutto il famigerato World Food Program dell’ONU che ha fatto esplodere la demografia africana

        • Dogui

          Anche con i profilattici in Africa si ottengono ottimi risultati

        • Dogui

          Anche con i profilattici in Africa si ottengono ottimi risultati

          • Ronf Ronf

            No, la cultura africana dice che se una donna vuole far usare dal maschio il condom vuol dire che la donna è una prostituta e per non essere picchiata dal maschio quindi la donna rinuncia a far usare il condom al suo partner (ecco spiegate le malattie che si diffondono moltissimo in Africa). Spiacente, caro… è impossibile

  • aiccor

    …ma Carlo Rubbia non sostiene che la temperatura è CALATA sulla terra negli ultimi 15 anni? se non sbaglio se ne è parlato anche qui con grande enfasi di FK

    • Goffry

      Sì, l’ha detto… sbagliando completamente l’interpretazione dei trend e dei grafici…

      • Carlo Robotti

        ah beh si beh… ho visto un re…

    • Carlo Robotti

      Anche Lord Monckton è uno sempre presente a ogni conferenza e si traovano parecchi interventi.
      Ytube è pieno di versioni alternative

  • Lila

    Comunque, non pulire i tombini, e sotterrare riali, non signifca che c’è cambiamento climatico, ma solo una diminuzion dl Qi a livello globale

    • Tommasodaquino

      Questa è bellissima

    • Il mio criceto (di razza…. è un lemming discendente da quelli di Rubia) sta dimostrando scientificamente che all’elevarsi del tasso di CO2 si abbassa drasticamente il quoziente intellettivo degli italopitechi. La specie piteca itaGliens è recente nel panorama tassonomico e ancora poco studiata, si sospetta un difetto genetico che inibisce la proteina “quellastronzadellarealtà” il quale compito è regolare l’attività dell’ormone “gombloddoneKruKKo”.

  • Filippo Candio

    SOS Mediterraneo: una crociera inquina come 5 milioni di auto

    Il report «Facciamo respirare il Mediterraneo» denuncia emissioni
    navali ormai ad un livello critico. Nel porto di Genova, polveri
    ultrafine 40 volte superiori agli standard

    http://www.lastampa.it/2016/12/09/scienza/ambiente/attualita/sos-mediterraneo-una-crociera-inquina-come-milioni-di-auto-ELYU2khHUegNOz0dtGsTzH/pagina.html
    Questo tanto per dire.Una portacontainer ha serbatoi contenenti 3 milioni di litri di olio combustibile.E mi pare non adottino marmitte catalitiche.Come pure le migliaia di aviogetti in cielo.Di che cazzo sti sta parlando quando si vuole ancora più efficienza nei motori automobilistici??? Forse invidia per Bottarelli che nei post accumula centinaia di commenti?

    • Carlo Robotti

      Ma anche Blondet aveva riportato lo stesso concetto applicato alle portacontainer che bruciano ‘di tutto’ con gli stessi rapporti nave/automobile.

      La regione EmiliaRomagna ha stanziato 10 milioni a f.p. da distribuire ai proprietari terrieri (3500 eu/ettaro) per opere di rimboschimento ‘cattura CO2’
      cioè soldi dal pubblico al privato.
      Questo è l’obiettivo, poi lascio a voi ogni considerazione su:
      – rapporto tra ammontare contributo e opere effettuate (chi, come, cosa..)
      – controlli di spesa
      – controlli su stato terreni ante e post opere, eccetera….. mi capite vero?

      Amplificatelo su tutto il globo…

  • ThreeFiddy

    microplastica, la nuova parolina magica…

  • Massimo Decio Meridio

    Antò .. fa caaldo ….

  • Semplice

    E si, ancora con ste balle che è colpa dell’auto l’inquinamento. Diamo la colpa a quella cosa che negli ultimi decenni, sebbene sia la più difficoltosa, ha dato maggiori frutti e chiederne altri in breve tempo è da pazzi, sarebbe come guardare il dito e non la Luna.

    Le auto hanno già dato, i consumi e l’inquinamento sono ridicoli ed infatti quando le hanno fermate nelle città non si è avuto nessun miglioramento, solo propaganda per venderne di nuove. Viva la truffa €0,1,2,3,4,5,6 ecc….

    L’Italia avrebbe tutto l’interesse a sviluppare fonti energetiche diverse ovvero non provenienti da fossili, e dall’altra parte lavorare sull’efficentamento. Questo non si fa perchè prima non è un paese sovrano e secondo perchè ENI & C non hanno alcun interesse a sviluppare altro.

    Seconda cosa, vediamno anche di smetterla di credere che sia l’uomo l’artefice di tutto, i cambiamenti ci sono sempre stati, sempre, anche prima che l’uomo incominciasse a scendere dagli alberi.

    • Goffry

      Come mai le temperature sono aumentate anche in Africa di almeno 1 grado di media in 15 anni? Troppe auto??

      • Semplice

        Troppi culi scoreggianti come nelle città. Viviamo in tempi dove si accusano le mucche di essere concausa del gas serra e nessuno dice niente sui nostri di culi.

      • Pippo Pelo

        Colpa dei negri. Non riflettono la luce per cui si scaldando

    • paolinks

      La verita’ non verra’ mai detta. Troppi gruppi interessanti a fare lobbying e raccontare fesserie. Io posso essere d’accordo sul fatto che fattori antropici incidano sui cambiamenti climatici. Ok, ma in che misura?

      E i fattori esterni? Pochi giorni fa c’e’ stata un esplosione coronale sul Sole da far paura. La NASA ha diramato un’allerta per la conseguente tempesta geo-magnetica che ne e’ derivata. Quindi? L’attivita’ solare incide? Quanto?

      C’e’ qualcos’altro che incide? Perche’ la geologia ( e in parte la storia ) ci dicono che periodicamente avvengono queste catastrofi? Sappiamo che il sistema solare si muove nella galassia con un periodo di circa ventimila anni. Non e’ che magari c’entra? Magari in certi periodi ci troviamo in una zona della galassia che, che so, e’ satura di neutrini o altre cose simili, che producono cambiamenti di vario genere sul sistema solare?

      Ecco, su questo non s’indaga minimamente. Si preferisce ripetere che e’ SOLO colpa dell’uomo, che sono le auto, le industrie, gli aerei, i posteriori dei neri del Congo.

  • nathan

    Sono bastate ridicole pioggie e tre scossette di terremoto per mettere in ginocchio Pitechia e far piagnucolare ai microfoni l’esercito di pitechi aventi inspiegabilmente diritto di voto, surreale.
    Se transitava Irma in zona italiana od un tellurico 8.2, sarebbe stato un default psico-socio-economico totale.
    Un popolo patetico che genera politici patetici, da qualsiasi angolazione la si guardi.

    • ThreeFiddy

      8,2 in italia, qualche milione di morti.

      se 9,0 e tsunami del giappone fosse sucesso nel tirreno, tipo marsili, o campi flegrei, ma forse basterebbe un vavilov, la previsone più rosea parla di circa 20 milioni di morti.

      Dio ci vuole bene.

      • Semplice

        Solo per puntualizzare, il terremoto giapponese e messicano è avvenuto in mare ad alta profondità. I nostri accadano sulla terra ferma a bassa profondità !!!

        Se il terremoto in Messico fosse avvenuto con le stesse condizioni dell’abruzzo….sarebbe stato sterminio.

        Ora, va bene tutto, che siamo caproni ecc…ma esagerando non si fa altro che diventare ciò che si critica.

        • ThreeFiddy

          https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_e_maremoto_del_T%C5%8Dhoku_del_2011

          “Sulla terraferma, circa 100 km dall’epicentro, si è rilevato un valore di scuotimento sismico massimo (Intensità Mercalli Modificata), corrispondente al nono grado”

          ancora:
          “L’accelerazione del suolo ha raggiunto picchi di 2.99 g.”

          e poi :

          La grande energia del sisma potrebbe aver causato, secondo alcuni calcoli, LO SPOSTAMENTO dell’asse terrestre di circa 17 centimetri (inizialmente stimati 10 cm) e spostato le coste del paese di 4 metri verso Est causando anche mutazioni del fondale marino.

          il grosso punto giallo è l’epicentro:

          https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_e_maremoto_del_T%C5%8Dhoku_del_2011#/media/File:Map_of_Sendai_Earthquake_2011.jpg

          DICEVI?

          p.s.: “Ora, va bene tutto, che siamo caproni ecc”
          qui concordo, specialmente chi crede alle cose che hai scritto.

          • ilDemiurgo

            Sei un minus habens: copi&incolli senza capire gli interventi altrui. Sei ben descritto dall’ormai celebre intervento-sfogo di FK: bravo.

          • ThreeFiddy

            ah si?

            “Sulla TERRAFERMA, circa 100 km dall’epicentro, si è rilevato un valore di scuotimento sismico massimo (Intensità Mercalli Modificata), corrispondente al nono grado.”

            Fammi capire demiurgo esiste una scala richter ed una scala richter per terremoti itaglioti? no, giusto?

            nono grado è nono grado. PUNTO.

            nono grado è qualcosa come decine di migliaia di volte più intenso rispetto a 5, non poco meno di 2 volte.

            torna a parlare di scie chimiche, lì sei, appunto, un demiurgo

            ah, no aspetta, sei un demiurgo anche dei terremoti:

            da un tuo commento:

            “2) Le carte geologiche italiane, che peraltro vengono cambiate ad ogni nuova “sorprendente” scossa, sono o incomplete o frutto di ignoranza o incompetenza (anche) dolosa. Ad esempio, fino al 2012 la zona bassa-padana (epicentro del terremoto di 4 anni fa) era indicata a
            bassissimo rischio: in base a quali “scientifiche” valutazioni, dato che già nel 1570 (non preistoria, insomma…) proprio Ferrara fu teatro di un grave e prolungato evento sismico che mise in crisi (sembra) il secolare potere estense? Ma anche zone come Milano e Torino, a rischio sismico quasi nullo, siamo sicuri che siano adeguatamente valutate, se
            -per esempio- zone considerate non sismiche (come la Francia centrale) sono state teatro di eventi anche rovinosi nel ‘300 e all’inizio del ‘900? Le normative si basano su queste carte geologiche, e non è un problema secondario: se so di essere in zona sismica e non costruisco a norma è colpa mia, ma se non lo so (non posso saperlo, se gli “esperti”
            dicono il contrario) non posso costruire per -eccesso di- prudenza “antisismico fino all’X grado” perché poi non risulto concorrenziale con gli altri competitor che costruiscono (rispettando la legge!) “a norma” senza criteri antisismici.

            al punto 3 parlavi dei morti, pochi, in giapppone e california perchè sono stati avanzati

            https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_earthquakes_in_Mexico

            a meno di 10km di profondità, 7,2 tra i 2 e 4 morti.

            https://en.wikipedia.org/wiki/2010_Baja_California_earthquake

            ciao demiurgo salutami il bidello abruzzese che predice i terremoti.

          • ilDemiurgo

            Mi fa piacere che dimostri, se non di saper scrivere né di saper comprendere, almeno di saper leggere.
            Grazie per le citazioni.
            Un solo appunto: la scala Richter misura l’intensità reale di magnitudo, la scala Mercalli gli effetti sul territorio e le costruzioni.
            Non sono paragonabili: un 9 Richter nel deserto può essere un grado Mercalli insignificante; un 4 Richter in zone con terreni incoerenti e case costruite col tufo (v. Ischia) può avere un grado Mercalli elevato.
            Dopodiché, anche un bambino capisce che un terremoto avvenuto a 100km di distanza dalla costa e a 35km di profondità, è molto attutito rispetto a uno avvenuto a 1km e a 1,75km di profondità.
            Un bambino intelligente, però.

          • ThreeFiddy

            no demiurgo, non ci siamo

            terremoti supeficiali 0-65 km
            terremoti medi fino a 250300km
            profondi fino a 700km

            scrivi “un 4 Richter in zone con terreni incoerenti e case costruite col tufo (v. Ischia) può avere un grado Mercalli elevato”

            quindi confermi ciò che ho scritto il problema sono gli itaglioti, non i terremoti, comunque ho parlato di un’ipotetica scala richter itagliota, perchè la scala mercalli è già di fatto itagliota.

            vuoi altri esempi :

            https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Bam_del_2003

            https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Christchurch_del_2011

            il secondo (più debole ma più vicino come profondità) causa morti perchè le costruzioni erano danneggiate, in Nuova Zelanda si sono ripromessi mai più una sottovalutazione come quella del 2011.

            e sono sicuro che non li sottovaluteranno più.

            mentre in itaglia… devo andare avanti demiurgo?
            davvero?
            e gli tsunami, come mai glissi sugli tsunami?
            esiste un sistema di allarme per i centri abitati costieri del tirreno che ospitano marsili e campi flegrei, giusto per citare i 2 più pericolosi?
            nel 2004 quando stromboli ha fatto crollare una parte della parete finita poi in mare, qualcuno ha avvisato lipari dell’onda anomala?
            se non fosse stato il 28 dicembre, ma il 28 luglio, quanti morti a canneto di Lipari?

            p.s. fammi un esempio di terremoto avvenuto in itaglia a meno di 2km di profondità, pls.

          • Goffry

            Basta cercare su IGNV… ce ne sono a decine sotto i 2 km… tutti cmq di bassa intensità…

          • ThreeFiddy

            BINGO! fatemi un esempio ora di terremoto oltre gli 8 gradi a meno di 10km di profondità…

            …magari, passo passo, vi porto a capire come funzionano i terremoti. swe mi leggessero tutti gli itaglioti, sarebbe un inizio.

            MA 9 RIMANE 9 A QUALSIASI PROFONDITà!

            la situazione in itaglia riassunta in una foto:

            [img]https://i.imgur.com/HmVfhQo.jpg[/img]

          • Goffry

            Guarda che forse hai sbagliato persona…
            Cmq, ti completo la statistica… worldwide negli ultimi 12 anni ci sono stati 112 terremoti con magnitudo >7.0 e solo 7 hanno avuto profondità inferiori ai 10 km… tutti gli altri da 10 in su…

          • ThreeFiddy

            si pensavo fosse il demiurgo, ho comunque corretto il messaggio prima di quest tua risposta, sorry

            “Cmq, ti completo la statistica… worldwide negli ultimi 12 anni ci sono stati 112 terremoti con magnitudo >7.0 e solo 7 hanno avuto profondità inferiori ai 10 km… tutti gli altri da 10 in su…”

            esatto, fortunatamente i terremoti funzionano così.
            ma non dirlo agli itaglioti, teniamo il segreto.

          • Semplice

            Ripropongo solo per precisare : Amatrice 6.5 e 8 km di profondità sulla verticale dei viventi.

            Ora la discussione è nato perchè la persona sopra, che dà degli ignoranti a tutti, intendeva paragonare un evento avvenuto a 100Km di distanza ed a una profondità di circa 40K con quelli che avvengono da noi.

            Ho fatto seplicemente notare che se il terremoto in Messico fosse arrivato con le caratteristiche di Amatrice, delle zone colpite non ci sarebbe rimasto nulla o quasi. Forse in Giappone sarebbe stato diverso ma non in Messico.

          • ThreeFiddy

            mistificatore, rispondi alle due domande di cui sopra.

            Date
            April 4, 2010

            Origin time
            22:40:41 UTC

            Duration
            89 seconds

            Magnitude
            7.2 Mw

            Depth
            10 km (6.2 mi)

            Epicenter
            32.13°N 115.30°WCoordinates: 32.13°N 115.30°W

            Type
            Oblique-slip[1]

            Areas affected
            Mexico, United States

            Total damage
            $1.15 billion[2]

            Max. intensity
            VII (Very strong)[3]

            Tsunami
            No

            Landslides
            Yes

            Aftershocks
            Yes

            Casualties
            2–4 dead[3][4]

            100–233 injured[3][4]

            DEPTH = PROFONDITA’

            10 KILOMETRI 10
            non 100, 10

          • Semplice

            Inutile, ci ho provato a spiagare due cose ragionevoli, ma quando ti trovi davanti l’urlatrice non ci puoi fare nulla.

          • ThreeFiddy

            ecco bravo, spalleggiatevi fra itaglioti-beoti.
            mi commenti i dati tecnici del terremoto di baja california del 2010?
            mi segnali un terremoto attorno agli 8 avvenuto a meno di 10km di profondità? (e 3)

            devo chiedertelo una 4 volta?

            dati postati dal semplice = 0

            dati postati da me = valanghe.

            mio Dio che paese.

          • Semplice

            Ma perchè ti vuoi rendere ridicolo ?

            Amatrice, 6.5 con profondità 8km sulla verticale…..

            Se in Messico avessero avuto le stesse caratterische sulla verticale ora non ci sarebbe più nulla.

          • ThreeFiddy

            6 momento
            6,2 richter. siamo già al tarocco dei dati.

            mi rispondi sulle due domande che ti ho fatto?

          • Semplice

            Ma quali domande ? Io non ho letto alcun tipo di domanda, solo uno che plotta dati presi qua e la nel web.

            Quali domande ?

          • ThreeFiddy

            e 7
            mi commenti i dati tecnici del terremoto di baja california del 2010 che ho postato (4 volte 2 in link 2 integralmente)?
            mi segnali un terremoto attorno agli 8 avvenuto a meno di 10km di profondità?

          • Semplice

            Ma non arrampicarti sugli specchi, stiamo parlando della sparata di paragonare il terremoto del Messico a 100Km di distanza ed una profondità di 40 contro quello avvenuto ad Amatrice a 8 Km sulla verticale dei paesi.

            Allora lo ribadisco, CI STAI DICENDO che se in Messico fosse venuto quel terremoto alle condizioni nostre, Amatrice, ovvero 8Km dalla superfice in luoghi abitati, non avrebbero avuto i nostri morti e i nostri danni ?

            Se si…bene, sappiamo con chi stiamo parlando.

          • ThreeFiddy

            7,2 a 10 km 4 morti 2 per infarto dove leggi 100km? perchè continui a cambiare discorso e non rispondi?

            seconda domanda a cui non rispondi:
            mi segnali un terremoto attorno agli 8 avvenuto a meno di 10km di profondità?

            guarda, vado anche avanti tutto il giorno. siamo all’ottava richiesta di una risposta q ueste due domande.

            e continui a scrivere 100km… sei un patetico itagliota, leggiti i dati del terremoto del 24 agosto 2016 che ho postato, dati ingv, dimmi dove si parla di direttrice verticale?

            alla prossima ti giro il pdf di 49 pagine. sempre dell’ingv.

            buffone.

          • Semplice

            Va bene, hai ragione.

            Serena vita.

          • ThreeFiddy

            6,0 a 8km 299 morti, itaglia.
            7,2 a 10km 2 morti + 2 per infarto, messico, baja-california.

            NON E’ CHE MI DAI RAGIONE, HO RAGIONE.

            coraggio. dimmi, ed il terremoto di circa 8 o oltre a meno di 10 km?

          • ThreeFiddy

            itagliota, 100km è la distanza dall’epicentro dalla costa del giappone, e non del messico, non la profondità. la profondità è a 30 km, quindi superficiale.

            quello del messico di pochi giorni fa 65, ancora superficiale.

            quello che ho postato io 10km.

          • ThreeFiddy

            e 6
            mi commenti i dati tecnici del terremoto di baja california del 2010 che ho postato (4 volte 2 in link 2 integralmente)?
            mi segnali un terremoto attorno agli 8 avvenuto a meno di 10km di profondità?

          • ilDemiurgo

            Sì, infatti.
            Certa gggente è meglio ignorarla.
            Intendiamoci: tale gggente è pur sempre meglio che perda il proprio tempo a sparare corbellerie al pc che ad andare in giro per strada… sarebbe molto più pericolosa!
            Però se penso che gggente così vota… ecco, capisco perché il Paese è governato così.

          • ThreeFiddy

            soprattutto quando ti sbugiarda per la capra che sei e non hai modo di rispondere, aspetto ancora fiducioso che i due piccioncini rispondano alle due domande, sempre quelle.

            azimut del terremoto di amatrice 360. direttrice nord-nord-ovest.

          • ilDemiurgo

            La capra ha una sua dignità; la scimmia urlante che tira i propri escrementi, no.

          • ThreeFiddy

            ultima risposta, hai tutti i link che ho postato, hai magnitudo, profondità, azimut, lascia pure la testa nella sabbia.

            e quello con cui costruiscono le vostre case, itaglioti.

            buona estinzione

          • ilDemiurgo

            Non sai neanche di cosa sproloqui: taci, che fai miglior figura.

          • ThreeFiddy

            e che quindi tutto questo delirio di negazione di dati degli istituti di rilevazione, tipo ingv, nasca dal fatto che, essendo coglione, hai davvero pensato che in un altro post funny mi abbia dato della scimmia, sono qui da 5 anni con 3 diversi nick, e quindi, per farti bello con gestore, da buon itagliota se non baci il culo di qualche signorotto ti senti mancare, hai ignorato la mole di dati postati, l’evidenza delle cose, financo il semplice istinto di sopravvivenza, pur di baciare il culo a funny, che magari mi darà della scimmia, ma non l’ha fatto, era semplice autoironia, la mia.
            ricordati che il sottoscritto 21 giorni fa ha scritto questo:

            ThreeFiddy • 21 giorni fa

            (parlando dell’attentato di barcellona)

            Milano, intorno al 12 settembre…

            … 40 giorni prima del “nostro” referendum…

            se ci sarò ancora, passerò all’incasso.

            http://milano.corriere.it/n

            L’AVEVO DETTO CHE SAREI PASSATO ALL’INCASSO, NO?

            LINK https://www.rischiocalcolat

            ciao. da una altro ex lettore di effedieffe.

          • ilDemiurgo

            Te l’avevo detto: se avessi taciuto, avresti fatto miglior figura. Ma tu hai preferito sproloquiare, per l’ennesima volta, dimostrando (per l’ennesima volta) che non capisci un turgido tarello.
            Ah, e dimostri di essere il classico trollazzo, confessando di usare altri nick: c’hai qualcosa di utile da fare, nella tua controproducente esistenza da… trollazzo?

          • ThreeFiddy

            mai contemporaneamente, idiota, solo che non mi segnavo la pwd e dopo la dimenticavo.

            aspetto il terremoto attorno all’ottavo grado a meno di 10 km.
            ed il commento sul terremoto del 2010 in messico, baja california.

          • ilDemiurgo

            Ti ridicolizzi da solo.
            Vai a nanna e prova a dar tregua alle tue usurate sinapsi terremotate, dai.

          • ThreeFiddy

            rispondi alle due domande, e 12

          • ilDemiurgo

            Non è che se una richiesta insulsa la ripeti 12-13-14-15 volte, la gente si senta obbligata a risponderti, sai.
            Sei sgrammaticato nei pensieri, prima ancora che nella scrittura.
            Ripeto: hai bisogno di un prolungato riposo.

          • ThreeFiddy

            1 commenta i dati del terremoto baja california del 2010, li trovi nel forum, li ho scritti mille (con la voce del ing. cane) volte

            2 segnalami un terremoto attorno all’ottavo grado a meno di, alzo il tiro, 15 km di profondità

            sarebbero richieste insulse? e perchè? perchè non sai come uscirne?

            siamo all’abc della sismologia.

            aspetto fiducioso e fanno 13

            azz hai già letto le 49 pagine del pdf dell’ingv sul terremoto del agostoo 2016? fenomeno.

          • ilDemiurgo

            Tu stai alla sismologia quanto Platinette sta all’eleganza: quindi di cosa stai blaterando?

          • ThreeFiddy

            rispondi e 14

          • 3 nick? azz allora sei ubiquo/a
            @[email protected]

          • ThreeFiddy

            no è che prima non mi scrivevo la pwd e ognitanto disquis mi chiedeva di rimetterla.

          • TF è una lei?
            ò_ò

          • ThreeFiddy

            nope

          • ok ^^

          • Semplice

            Ma veramente credi che in Messico se quel terremoto fosse arrivato con le caratteristiche nostre, le città sarebbero rimaste in piedi ? Sai cosa vuol dire avere un terremoto sotto il culo ad una distante pari o inferioe ai 10 km ?

            Mi sa che non hai capito quello che hai riportato.

          • ThreeFiddy

            senti, ma almeno leggere i miei post prima di rispondere corbellerie, perdindirindina?

            ti riposto il link
            https://en.wikipedia.org/wiki/2010_Baja_California_earthquake

            c’è scritto 2-4 morti perchè sono due morti per crollo e 2 per infarto, leggiti dati e finiamola lì. e prima di ripeterti, leggi sotto le baston… ehm risposte al demiurgo.

            giusto per essere sicuri
            https://en.wikipedia.org/wiki/2010_Baja_California_earthquake

          • Semplice

            Allora, ora te lo spiego piano piano e in maniera semplice.

            Terremoto italico : pochi km dalla superifce, in verticale sulle zone abitate.

            Terremoto messicano : 100Km di distanza, in mezzo al mare e a circa 40K di profondità.

            Facciamo, in modo sbagliato, una somma di circa 140Km di roccia da sconquassare contro i pochi km nostri, meno di 10.

            Ecco, ora capisci perchè in Messico ci sono stati pochi morti mentre se lo stesso fosse venuto con le nostre caratterisctiche, forse buona parte del Messico non esisterebbe più.

            Mi sono scordato poi di indicare la durata, cose che ora i geologi incominciano a calcolare per essere sommata ma che sul Messico disconosco.

            Capisci ora ? Alle volta dare del caprone ad alcuni solo per il piacere di farlo….si rischia di fare brutte figure.

            Ciao

          • ThreeFiddy

            “Capisci ora ? Alle volta dare del caprone ad alcuni solo per il piacere di farlo….si rischia di fare brutte figure.”

            cazzo ma sai leggere?
            ah già era in inglese….

            Date
            April 4, 2010

            Origin time
            22:40:41 UTC

            Duration
            89 seconds

            Magnitude
            7.2 Mw

            Depth
            10 km (6.2 mi)

            Epicenter
            32.13°N 115.30°WCoordinates: 32.13°N 115.30°W

            Type
            Oblique-slip[1]

            Areas affected
            Mexico, United States

            Total damage
            $1.15 billion[2]

            Max. intensity
            VII (Very strong)[3]

            Tsunami
            No

            Landslides
            Yes

            Aftershocks
            Yes

            Casualties
            2–4 dead[3][4]

            100–233 injured[3][4]

            DEPTH = PROFONDITA’

            10 KILOMETRI 10
            ADDIO

            anzi no fammi un esempio di un 8 gradi almeno a meno di 10km di profondità, aspetto…

        • danielocc

          Pare che la centrale nucleare messa sulla spiaggia non è stata proprio una buona idea!!

    • se crolla casa tua dai una festa?
      O_O

    • danielocc

      250 mm di acqua in 2 ore la chiamo pioggerella?

  • Mario2

    Leggo solo Bottarelli e Nuke e dopo questo articolo ho capito che faccio bene, molto bene.

  • Il_disturbatore

    https://youtu.be/2G-7xykTO14
    Non serve altro, e lo dice uno che ha investito una vita sul termodinamico

    • Albert Nextein

      Rubbia ha un cervello che gira molto bene.
      Parla di cose pratiche.
      La politica è solo teoria e guazzabuglio ignorante.

    • Forza-Karolina

      Funny… per te anche lui è una “scimmia” da censurare? Non ti è MAI venuto il minimo dubbio che magari vedi solo una PARTE del problema?

      • Semplice

        I gomblotti sono buoni solo quando ci piacciano 😀

      • Tommasodaquino

        Ragazzi è un post acchiappaclick, dubito che rappresenti il vero pensiero di FK

      • Veramente vede una parte alla volta, una volta dice una cosa e poi una volta ne dice un’altra ihihihihihi, adoro le pecore e sono peloso come una scimmiahahahahah

  • Tommasodaquino

    i padroni del mondo sono talmente potenti che riescono anche ad andare indietro nel tempo e corrompere altre popolazione della preistoria. La fredda Svizzera di qualche anno fa.

    http://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/conferme-del-caldo-del-passato-in-epoca-romana-/47478/

  • Andromeda

    Conferme del CALDO del passato in epoca romana!
    Dalla Svizzera la conferma di un clima più caldo dell’attuale in epoca romana.

    Frammenti di vestiti preistorici di cuoio e rafia, una faretra e delle frecce, spille di bronzo e chiodi di calzature d’epoca romana. Le estati sempre più calde provocano fusioni sempre più drammatiche dei ghiacciai.

    Nell’Oberland bernese la fusione del Wildhorn ha dato alla luce oggetti che risalgono fino al terzo millennio avanti Cristo.
    I reperti, le cui analisi sono state rese note solo recentemente, forniscono preziosi indizi sul superamento delle Alpi fin dalla preistoria, rileva l’ufficio stampa del Cantone di Berna in una nota. Il luogo di ritrovamento si trova tra il ghiacciaio principale del Wildhorn e lo Schnidejoch, al confine tra i cantoni di Berna e Vallese, a 2756 metri di quota.

    Due coniugi di Thun hanno consegnato al Servizio archeologico cantonale un oggetto in scorza di betulla trovato durante una passeggiata ai margini del tratto di ghiacciaio.

    Sorpresa: la datazione con il carbonio 14 ha rivelato che l’oggetto aveva quasi 5000 anni. Il Servizio archeologico ha dunque esaminato la zona in mondo approfondito.
    Negli ultimi due anni il ghiaccio ha consegnato ai ricercatori numerosi oggetti preistorici e protostorici. Dai ritrovamenti emerge che l’uomo ha utilizzato lo Schniderjoch, passo da tempo dimenticato che collega l’Oberland bernese con il Vallese, in modo regolare in epoche in cui il clima era favorevole. Tra il terzo millennio e il 1750 a.C. il clima era piuttosto mite: si suppone che le temperature fossero da 0,5 a 2 gradi superiori a quelle odierne. Gli archeologi hanno trovato numerosi resti dispersi di vestiti e di attrezzi risalenti a questa epoca.
    La scoperta prova che i ghiacciai si erano gia’ allora ritirati e che gli uomini potevano transitare per il passo. Particolarmente preziosi sono giudicati gli oggetti in materia organica, conservati durante millenni perche’ dopo essere stati smarriti sono rimasti presto protetti da neve e ghiaccio. Un frammento di cappa e’ giudicato particolarmente interessante: Otzi, la mummia di cinquemila anni fa trovata sul ghiacciaio del Similaun al confine tra Austria e Italia, ne portava una simile. Dopo l’850 a.C. sopravvenne un raffreddamento del clima e un avanzamento dei ghiacciai. Solo dopo il 150 a.C. si riebbe una lunga fase di clima piu’ caldo, che duro’ durante tutta l’epoca romana dal 15 a.C. al 40 d.C.
    Nell’insieme, gli oggetti scoperti d’epoca romana fanno pensare ad un uso intenso del passo dello Schnidejoch. Esso costituiva uno dei passaggi piu’ brevi tra l’Italia del nord e l’Altipiano svizzero.

    Fonte:http://www.meteolive.it/news/In-primo-piano/2/conferme-del-caldo-del-passato-in-epoca-romana-/47478/

    • Ronf Ronf

      Evidentemente i romani avevano le industrie che inquinano… ovviamente, no?

  • Pippo Pelo

    La settimana scorsa su scenari economici ho letto che siamo in un periodo freddo del.clima…..
    https://scenarieconomici.it/uragani
    Quindi non fa caldo sono bufale….. -.-

  • Luigi Lucato

    http://i.l43.cdn-news30.it/blobs/variants/7/b/5/1/7b51b5c3-b72f-4ae6-9522-0f855c124a36_large.jpg?_636151733595039334

    la CO2 continua a salire , la temperatura NO .
    Nessuna relazione, la CO2 è quella TOTALE non solo la parte Antropogenica.

    • Goffry

      Mancano almeno 6 anni di dati in quel grafico…

    • Johnny Palomba

      E’ già stato ampiamente dimostrato che i vecchi modelli dell’effetto serra non tenevano conto di fattori molto importanti, quali la maggiore riflettività delle nuvole in presenza di più CO2, cosa che tende ad abbassare le temperature. Ma il problema attuale non c’entra una fava con le teorie degli anni ’60, l’impatto delle attività umane sul clima non si riduce ad un mero calcolo della percentuale di CO2 nell’atmosfera.

    • Dogui

      La temperatura non sale ? Se guardi il tuo grafico c’è un delta di quasi un grado tra gli anni 7 e picchi di fine anni 90.

      Alla terra servivano circa mille anni per un grado senza intervento dell’uomo.

    • Feuerbach J

      https://uploads.disquscdn.com/images/d32ba082b14393a45c2cc292fea7a234c733acd7d5979d694b9cd20bc674c2e9.jpg
      A me pare invece che salga, soprattutto considerando un grafico aggiornato con gli ultimi anni

  • funnyking

    si decisamente, ottima idea ridurre le scimmie nei commenti

    • Flavio Bosio

      Propongo di cambiare anche nome al blog, io lo chiamerei
      Zero Banane

      • paolinks

        Poi si becca una denuncia dalla Boldrini che ha interpretato quel titolo a modo suo 😀

      • A me piace 😀

      • Davide

        Voto si.

    • ThreeFiddy

      qualche nome, oltre al mio?

    • ThreeFiddy

      qualche nome, oltre al mio?

    • scimmia

      Ah. Grazie, ma io cosa ho fatto di male? 🙂

  • Lucio

    Io il dubbio me lo tengo.
    Riguardo alle soluzioni sono d’accordo con te. Comunque l’errore è vedere il problema nelle automobili e tralasciare gli altri trasporti (navi, aerei e camion) e le industrie. (per non dire che io occidentale con una euro 6 devo sentirmi in colpa quando in India, Cina, Messico, Brasile ecc ecc girano con le euro 0)
    Io mi preoccuperei più degli inquinanti che dei gas serra. Inutile preoccuparsi di un possibile acquazzone che ci affoghi se intanto poi mangio carne anabolozzata, lievito di merda, verdura e frutta contaminata.

    Volete l’ecocompatibilita dell’uomo? Beh, mettiamoci in testa che siamo già in troppi ora. Altro che voler aumentare di numero.

  • GrimReaper

    Caro FK, non sei dio. Non lo sei tu e non lo è nessuno. il GW antropico NON esiste. Gli abbiamo dato una mano, è indubbio, ma è assolutamente un ciclo naturale.

  • cucusettete

    Guardatevi COwspiracy, vi farà strabuzzare gli occhi…
    La prima fonte di inquinamento al mondo? Gli allevamenti intensivi
    per chi non lo sapesse una vacca emette a partire dai 300 l. di metano al giorno, che è ca. 60 volte più deleterio in termini di effetto serra della CO2, di vacche ce ne stanno 70miliardi.
    E questi sono solo dati x l’inquinamento, per non parlare di consumo di risorse &co.

    • Lucio

      70 miliardi di vacche?
      Sinceramente mi stupirei se ce ne fossero anche 1miliardo.

      • Dogui

        70 miliardi è un numero impossibile , ma è vero che gli allevamenti sia di vacche che di maiali producono sia metano che Co2 in abbondanza. Non c’è bisogno di scomodare nessun scienziato , basta chiedere a un contadino.

    • ThreeFiddy

      vediamo, il metano a 25° prende fuoco anche solo per una piccola scintilla… quindi è meglio non parcheggiare la propria mucca al -1 dell’esselunga, giusto?

      credo che non guarderò cowspiracy.

    • Da anni e anni che lo sostengo anche perché fino a prima del duemila era una cosa ancora ufficiale che potevi leggere nei documenti dell’ONU.
      Ora non più, le vacche sono euro 6 e alcune sono senza coda e scrivono trattati scientifici.

  • marcoferro

    dicono in molti che l’attività solare sia la causa dell’aumento della temperatura del mondo. ma io ho addirittura trovato questo articolo in rete che dice ben altro…https://www.attivitasolare.com/35-nuovi-studi-affermano-calore-lelevata-co2-fattori-positivi-pianeta-suoi-abitanti/

    • Caio Giulio

      Ma è chiaramente il sole, comunque è chiaro che più aumenta la CO2 e più aumenta la vegetazione, se non ci fosse un problema con tutta la merda che spruzzano per “bloccare” il cd. effetto serra, che di fatto riduce l’irradiazione solare sulla superficie. In pratica, i soliti fulminati, invece di risolvere il problema, lo aggravano come sempre.

      • marcoferro

        il famoso sbiancamento del cielo…

    • Davide

      Articolo interessante.

      • marcoferro

        non si sa più a cosa credere ormai…

  • Fabrizio de Paoli

    Penso anch’io che il clima sia ciclico, come dimostra Andromeda nel suo bellissimo commento poco sotto.
    Ma voglio venirti incontro perché è utile e strumentale alla mia causa.
    Facciamo finta che sia vero che la causa del caldo sia l’uomo e le sue attività. Facciamo questo ragionamento che può stare in piedi: il pianeta ha accumulato calore per milioni di anni e lo ha trasformato sottoforma di idrocarburi, tutto quel calore è stato liberato nell’arco di appena 200 anni, da quando si è iniziato a bruciarli.
    E quindi ora fa caldo.
    Ma praticamente come è potuto avvenire tutto ciò In così poco tempo?
    Naturalmente una grossa mano l’ha data Keynes e la moneta fiat con la complicita’ degli stati, si è creato e promosso un consumismo inutile, come inutile il relativo inquinamento, lo si è fatto a debito grazie alla moneta fiduciaria e ne han tratto vantaggio coloro che hanno il potere di crearla ed importa.
    Ora, ammettendo che l’attuale caldo sia causa dell’uomo, il danno è stato fatto.
    A quel danno si vorrebbe porre rimedio con ulteriori politiche dirigiste che ne son state la causa, senza dunque invertire la rotta monetaria.
    Per fortuna non crede più nessuno al potere divino dello stato e delle politiche monetarie, e sarebbe opportuno per evitare futuri inutili ladrocinii di ricchezza ed energia, tornare ad una onesta moneta di mercato.
    In quel modo perlomeno si otterrebbe un andamento produttivo e relativo inquinamento piu’ equilibrato oltreche’ giustizia economica.

    Poi, se In un regime di moneta libera e mercato libero l’auto elettrica riesce a stare in piedi economicamente, niente di male…

    • Ronf Ronf

      Semplicemente la sinistra crea i problemi per poi dare tutte le colpe alla destra e soprattutto la sinistra usa i problemi creati per proporsi come unica soluzione

  • Antó, fa caldo!

  • E poi Annibale aveva attraversato le Alpi con gli elefanti. Rubbia disse chiaramente che ai tempi dei romani la temperatura in Italia era di due gradi superiore a quella di oggi.

  • Rifle

    Il clima ha sempre oscillato per i fatti suoi.

    Per esempio la Goenlandia (Greenland in inglese) era stata battezzata così dagli scopritori norvegesi del XIV secolo perché era verde, o almeno lo erano le sue coste.
    Guardate com’è ora.

    Inoltre sembra che ci ria correlazione tra il numero medio di macchie solari e le glaciazioni o periodi freddi della terra.
    Il numero attuale indicherebbe che stiamo andando verso un periodo freddo.

    Non mi stupirei se tra 5-10 anni ci trovassimo qui a discutere di miniglaciazione e a ricordare i “bei tempi quando faceva caldo”.

  • fk, dimmi una cosa, dato che ti occupi di qualsiasi argomento,adesso persino all’ambientalismo, perché non ti dai all’ippica?
    U_U

  • Caio Giulio

    Esiste il vecchio dio sole che comanda, altro che pannelli solari e stronzate varie. Ere glaciali e foreste che sono ora deserti sono la norma da ben prima che inventassero l’energia pulita, quella sì buona per le scimmie speculatrici.

  • Massimo Decio Meridio

    Un interessante punto di vista :
    http://www.rense.com/general96/irmagreatest.html

    • Giulio De Vecchi

      Stavo per postarlo io 🙂

  • Peppino Prisco

    il valore aggiunto della mobilità elettrica è che si sposta tutto l’inquinamento in piccole zone dove si producono auto e batterie e lì in loco dovrebbe essere più facile purificare.
    inoltre, avendo emissioni zero, dove si circola con auto cioè in città l’aria sarebbe sicuramente più respirabile.

    • Marco Dal Prà

      Per quale motivo dove si producono “auto” e “Batterie” ci dovrebbe essere più inquinamento ? Penso che l’industria conciaria faccia molti molti più danni.

  • Giulio De Vecchi

    Visto che qualcuno ha pubblicato grafici sugli ultimi 50 anni, io aggiungo quello sull’ultimo milione di anni.

    Fonte: https://www.ncdc.noaa.gov/paleo-search/study/11933

    https://uploads.disquscdn.com/images/8ce5ba0997a88f7291c107dbdbe5d98b848a4234ef06198f8533edd2181207ee.jpg

  • Davide Montarsolo

    OT
    Detto questo, signore è signori il dollaro è F-I-N-I-T-O,…
    Lo ripeto, ci metto la faccia e la reputazione OGGI è la data in cui il dollaro si è suicidato!

    FunnyKing , il 13 settembre 2012

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi