Israele è agitata, a fine ottobre il re saudita andrà da Putin. E se saltano i “proxy”, salta anche Bibi

Di Mauro Bottarelli , il - 194 commenti


Cominciano davvero a fare tenerezza. Mercoledì la Commissione ONU sui crimini in Siria ha reso noto che l’attacco chimico dello scorso aprile nella provincia di Idlib era da attribuirsi al governo di Assad, il quale per perpetrare l’atto avrebbe utilizzato un aereo di fabbricazione russa. Stranamente, questa risultanza è emersa ad orologeria 24 ore dopo l’ingresso delle forze governative siriane a Der ez-Zor, ponendo fine all’assedio pluriennale dell’Isis nella città. Ancora più strano il fatto che, a due ore dalla pubblicazione del report ONU, Facebook abbia reso noto di aver ha venduto spazi pubblicitari politici a una società russa durante le elezioni presidenziali USA del 2016. Il social network ha sottolineato di aver rinvenuto circa 100mila dollari di spese pubblicitarie legate ad account falsi, riconducibili probabilmente alla Russia.

Nei messaggi pubblicitari non si faceva espresso riferimento al voto (ma no!) ma la maggioranza delle pubblicità è stata sfruttata fra il giugno 2015 e il maggio 2017 ed era legata a circa 470 falsi account e pagine Facebook: “Le nostre analisi indicano questi account e queste pagine erano legate le une alle altre e probabilmente operate dalla Russia”, affermava Facebook, la quale – da brava bambina – ha immediatamente fornito quanto rinvenuto alle autorità. Ma guarda, l’azienda che più di ogni altra vive di news e comunicazione in tempo reale, che se scrivi “Boldrini” in un post è pronta a bloccarti e bannarti dopo un nanosecondo, ci mette un anno a scoprire le presunte evidenze legate a uno scandalo di cui tutta l’Ameria parla a almeno sette mesi e che vede le autorità vagamente nella merda nel tentativo di tenere in piedi quel baraccone chiamato Russiagate. Davvero strana la vita.

Infine, dopo aver resi noti i particolari della mega-esercitazioni anti-Hezbollah che partirà matedì prossimo, ieri Israele ha ben pensato di attaccare con quattro jet partiti dal Libano un’infrastruttura militare siriana, indicata – guarda caso – come centro per la produzione di armi chimiche. L’esercito di Assad ha subito minacciato “pericolose ripercussioni di questa azione aggressiva sulla sicurezza e stabilità della regione” e ha affermato che “questa aggressione giunge nel disperato tentativo di innalzare il morale crollato dei terroristi dell’Isis dopo le vaste vittorie riportate dall’esercito siriano su più di un fronte e, quindi, conferma il diretto supporto fornito da Israele all’Isis e ad altre organizzazioni terroristiche”. Al riguardo, un ex capo dell’intelligence militare israeliana, Amos Yadlin, ha scritto su Twitter che non si tratta di routine e che quello preso di mira è un centro scientifico militare: “La struttura a Masyaf produce anche armi chimiche e barili esplosivi che hanno ucciso migliaia di civili siriani”, ha scritto. Olé, riparte la tarantella.

O forse no. Perché al netto del palese atto di aggressione bellica verso uno Stato sovrano e all’allarme che le esercitazioni della prossima settimana pongono a livello di potenziale provocatorio in un’area e in un momento caldissimo, le notizie nel mondo circolano. Anche se si vuole censurarle. Ricorderete come due settimane fa, Benjamin Netanyahu fu protagonista di un’improvvisata visita a Sochi per incontrare Vladimir Putin, al quale il premier israeliano non solo ribadì la preoccupazione israeliana per l’attivismo dell’Iran in Siria ma minacciò addirittura di bombardare il palazzo presidenziale di Damasco se questo non fosse cessato e o se si fosse palesato come chiaro atto di supporto a Hezbollah. Ricorderete, altresì, il gelo di Putin al riguardo: nessuna dichiarazione in merito trapelò dalla dacia di vacanza del presidente russo.

Strano, visto il livello del meeting, ancorché informale. Bene, la Pravda l’altro giorno ha offerto qualche particolare in più su quell’incontro. Primo, Benjamin Netanyahu era in visita a Washington con un delegazione di ufficiali senior dell’intelligence, quando decise di incontrare Putin ed ecco come il giornale russo inquadra l’avvenimento: “Stando a testimoni oculari della parte non strettamente privata dell’incontro, il primo ministro israeliano era estremamente nervoso, a tratti addirittura al limite del panico. Ha descritto al presidente russo un quadro della situazione al limite dell’apocalittico per il mondo, se non si fossero bloccati gli sforzi iraniani nell’area. Questo perché, alla base di ogni suo discorso, rimane la convinzione che Teheran voglia distruggere lo Stato ebraico”.

Il quadro è stato confermato da un commentatore israeliano sotto anonimato e ci apre un quadro molto netto: Benjamin Netanyahu è volato sia a Washington che a Sochi per bloccare l’Iran e le sua attività in Siria ma nessuna delle due controparti gli ha offerto non solo collaborazione ma nemmeno rassicurazioni in merito. Nessuna garanzia, nemmeno una pacca sulla spalla o una strizzatina d’occhio. Da più parti, il panico di Netanyahu viene letto in due modi. Primo, il timore dell’isolamento internazionale, soprattutto alla luce della campagna di accuse interne nei suoi riguardi per corruzione. Secondo, la consapevolezza di aver sposato la causa sbagliata in Siria, oltretutto muovendo non poche pedine “visibili” e aver alla fine perso.

Vero? Falso? Davvero Israele fa la voce grossa in Siria solo per il panico politico e personale del suo premier? Davvero il raid dell’altro giorno è stato più un messaggio in codice a Trump e Putin che un avvertimento diretto ad Assad? C’è una quarta persona da contemplare nel quadro, capace di dare una possibile spiegazione all’atto davvero poco ragionato di Tel Aviv. Dopo settimane di rumors al riguardo, ieri da Mosca è arrivata la conferma che in molti attendevano: alla fine di ottobre, il re saudita Salman Bin Abdulaziz Al Saud sarà in Russia per incontrare Vladimir Putin: , ha confermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. Si tratta della prima visita di un regnante saudita in Russia e, soprattutto, un potenziale cambio di paradigma in uno degli assi proxy più strategici di sempre: quello fra Ryad e Tel Aviv in chiave anti-Assad.

E anti-sciita. Ma, soprattutto, anche di un potenziale game changer in fatto di equilibri energetici. Il tutto con il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, che visiterà l’Arabia Saudita nei prossimi giorni, di fatto per preparare il grande evento nei minimi dettagli con i funzionari e i dignitari sauditi. In ballo non c’è soltanto la Siria e il grande risiko mediorientale ma anche l’interesse di Rosneft, la compagnia petrolifera di Stato russa, per Aramco, la controparte saudita che verrà privatizzata in parte l’anno prossimo, un’operazione che ha già avuto il via libera di massima delle due parti al Forum economico internazionale di San Pietroburgo dello scorso maggio.

Nello stesso mese, il principe saudita Mohammad bin Salman visitò la Russia proprio in seno a iniziative a latere del Forum e in questa occasione ha incontrato personalmente Vladimir Putin, con il quale ha siglato sei accordi commerciali, tra cui uno legato al programma nucleare, in base al quale la Russia aiuterà Ryad nella costruzione di 16 impianti nucleari nel Regno. Inoltre, con sublime scorno degli americani che qualche mese dopo avrebbero siglato accordi miliardari durante la riunione della cosiddetta “NATO araba” a Ryad, durante quei giorni di primavera, Putin e Mohammad bin Salman si accordarono anche per contratti relativi a infrastrutture e armamenti: un totale di oltre 10 miliardi di dollari di controvalore solo nella parte preventiva dell’accordo, cui sarebbero seguite discussioni legate a un joint venture per costruzioni e ferrovie.

Ma, soprattutto, Russia e Arabia Saudita stanno lavorando a un progetti congiunti nell’industria petrolchimica, nel campo delle energie rinnovabili e in quello legato alle tecnologie per il gas naturale liquefatto, con Ryad interessata ad entrare nel business legato a quest’ultimo settore nell’Artico. Inoltre, la collaborazione fra Aramco e Rosneft dovrebbe essere prodromica a un progetto di rilevanza epocale, ovvero l’ampliamento della collaborazione fra Paesi OPEC e non OPEC proprio nel campo del gas oltre che del petrolio, integrando così il Gas Exporting Countries Forum (GECF) e creando un nuovo, potentissimo cartello del mercato energetico. Cui Mosca punta ad essere leader. Sarà per questo che Israele si agita tanto? Difficile dirlo con certezza. Ma se, casualmente, nelle prossime settimane la Tangentopoli che vede protagonista Benjamin Netanyahu subirà una netta accelerazione e un aggravamento dei toni, una risposta indiretta ci sarà stata fornita.

Una cosa è certa, gli USA non possono accettare un patto Mosca-Ryad senza colpo ferire. Qualche tipo di risposta dovrà essere recapitata: magari usando un altro proxy in questa stagione di alleanze che si disfano e si creano ogni giorno. Magari con una bella provocazione o false flag nel corso delle esercitazioni israeliane. D’altronde, l’Isis è in rotta e in fuga dalla Siria ma ben protetto dagli USA, i quali hanno sgomberato i capi militari dello Stato Islamico da Deir ez-Zor prima della disfatta. Sul campo, qualche agente provocatore c’è ancora. E potrebbe risultare molto utile.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Goffry

    Come già dicevo qualche giorno fa, nessuno premerà il bottone nucleare fintanto che non si sarà consultato con i propri colossi economici nazionali. E difatti la Russia continua nell’ottima strategia di contenimento, muro militare e relazioni commerciali, tramite il Caucaso, verso Siria, Iran e ora Arabia Saudita. Onestamente, Israele di risorse commerciali alla grande Russia ha poco da offrire – se non un’isterica islamofobia…

  • Giovanni Netto

    la lista si accorcia (dei vivi) e si allunga (dei morti) …..

    https://southfront.org/isis-minister-of-war-is-eliminated-by-russian-airstrikes-russian-mod/

    The Russian Aerospace Forces have destroyed an ISIS command center and a communication hub eliminating about 40 ISIS members, including the terrorist group’s minister of war, Gulmurod Khalimov, the Russian Defense Ministry said on Friday.

    The ISIS facilities were located near the city of Deir Ezzor. In total, 4 ISIS commanders were killed in the air strike.

    “It has been confirmed that there are four important field commanders among the eliminated militants, including the so-called ‘Emir of Deir ez-Zor’ [Deir Ezzor] Abu Muhammad al-Shimali,
    who was responsible for financial affairs and the transfer of recruits
    to the IS [ISIS] training camps. It has also been established that the
    so-called ‘minister of war’ of the Islamic State terror group, Gulmurod
    Khalimov, was present at the meeting and died of fatal wounds,” the
    ministry said.

    forse questo non era un TOP COMMANDER come quelli evaquati dagli UH-60 americani? o nella fretta lo hanno (magari volutamente) dimenticato

    NO USA TOUR ???? AHI AHI AHI…..

    • Sono sollevato per l’eliminazione di questo pericolosissimo personaggio; in grado, questo si, di mettere in piedi un vero terrorismo internazionale. Gli USA hanno evacuato la loro gentaccia – che comunque ha l’avvoltoio sul collo – i Russi stanno eliminando scientificamente tutti i personaggi provenienti dalle ex repubbliche sovietiche. Invece i foreign fighters europei sopravvissuti rientreranno tranquillamente qui a fare casino…

    • ws

      hanno recuperato solo gli “assets” cresciuti ed addestrati in occidente e forse anche gente da impiegare nei nuovi “focolai” islamisti nel sud-est asiatico. Gli altri possono essere tutti eliminati.

  • killerclown

    mah…

    il raid dell’altro giorno mi sa che è solo l’ennesima dimostrazione che israele fa quello che gli pare, e se vuole bombardare il palazzo presidenziale di assad lo fa e basta. con buona pace dei russi e della faccia di gelo di putin. di conseguenza temo che l’articolo contenga un sacco di seghe mentali di alistair crooke e daniel levy…

    • Giovanni Netto

      la situazione è questa: la Russia lascia sfogare lo sparring patner tanto che non potrà fare alcun male….

      gli isrealiani sono disperati non c’è dubbio….queste bombette non comprometteranno la vittoria finale dell’ASSE della REsistenza anzi……

      • killerclown

        sarebbero disperati se non potessero fare quello che vogliono….

        • paolinks

          Se arrivano a buttare la maschera in quel modo e’ perche’ sono disperati.

          Ma e’ chiaro che la Russia prima o poi dovra’ tracciare la mitologica linea rossa e rischiare il conflitto mondiale pur di farsi rispettare. I sovietici non vollero la terza guerra mondiale e l’hanno pagata a caro prezzo. Se Putin e’ davvero convinto che il crollo dell’URSS sia stata la piu’ grande tragedia umanitaria del ventesimo secolo, presto dovra’ andarci con la mano pesante.

          • ws

            “altri” ci andranno per lui .. in MO israele non è molto “popolare” .
            E lo stato ebraico ci deve pensare bene prima di opporsi con atti di guerra alla “pax russa” in MO , perché ormai dovrebbe essere chiaro a TUTTI che quelle di putin sono sempre offerte ” ragionevoli” che non conviene mai rifiutare.

          • killerclown

            non hanno gettato alcuna maschera. semplicemente fanno quello che hanno sempre fatto ovvero combattere hezbollah. solo che dopo che il tentativo proxy sembra fallito, tornano old style. dopo la guerra in siria sono addirittura leggittimati a linkare hezbollah a saa, quindi…

            putin ha già tracciato linee rosse tramite konashenkov…poi puntualmente violate sia dagli usa che dagli israeliani….

          • Gengis Cane

            Ma tornano in che senso? Ok, hanno fatto un raid qualche giorno fa. E un altro credo a giugno. E dunque?

          • killerclown

            tornano ad occuparsi della faccenda in prima persona…

          • Gengis Cane

            Un raid vuol dire occuparsi della questione? Non hai idea di cosa comporti a livello tattico uno scontro a tutto campo.

          • killerclown

            sì, vuol dire quello. i raid israeliani in violazione delle leggi internazionali sono sempre stati una tradiizione consolidata da quelle parti. e visto che lo fanno nonostante la controinformazione mi racconti un giorno sì e l’altro anche di come lo spazio aereo siriani gli sia interdetto, s-300 di qua s-400 di là, beh, non mi meraviglierei più a questo punto se lanciassero una nuova guerra stile quella 2006 o una sorta di operazione piombo fuso verso la siria per prendersi il cuscinetto di sicurezza. ripeto che sarebbero legittimati a farlo visto che hezbollah oramai fa rima con saa. e tutta questa cagnara sull’iran alle porte non fa che aggiungere funzionalità allo scopo. e così i furboni ingrandirebbero il loro staterello, e di molto anche.

            insomma, qua tutti tutti a discettare su israeliani impanicati, impossibilitati, a mo di gatto nell’angolo, mentre magari questi stanno tirando su lo smokescreen ideale per potersi ingrandirei lo staterello con gli applausi della comunità internazionale.

          • Gengis Cane

            Infatti lo spazio siriano è interdetto Non osano volarvi e i lanci avvengono dal Libano o dall’interno di Israele. Da dove sei vedi la scena della Siria che si becca una pietra in testa. Se allarghi un po’ lo sguardo ti accorgi che Israele è il bambino che piange mentre i grandi discutono, e che frustrato dal fatto che non lo caghi nessuno, tira una pietra per attirare l’attenzione,

          • killerclown

            spiacente ma temo di dovermi ripetere. purtroppo i fatti occorsi ad oggi non corroborano la tua visione. gli israeliani hanno dimostrato di osare violare lo spazio aereo siriano eccome. è accaduto in almeno due occasioni, con vittime da parte siriana. è chiaro che non lo violano se l’obbiettivo è raggiungibile dal proprio territorio, o da quello libanese, come ieri. del resto perché dovrebbero? ma quando vi è necessita, lo fanno, come hanno dimostrato.

            ma se tu preferisci ignorare i fatti e cosiderare israele come un bambino che piange, fai pure. anch’io ho cercato di vederla così.

          • Gengis Cane

            Certo che la vedo così. Da quando hanno iniziato i raid la vittoria dei siriani e di hezbollah sul campo è stata totale. Fai un po’ tu…

        • Gengis Cane

          E che hanno fatto in pratica? Dico dal punto di vista tattico. Ok, hanno bombardato un arsenale o un sito scientifico di notte. Ok, e dunque? Questo cosa cambia sul campo?

          • killerclown

            che sul campo non ci sono più né quell’arsenale né quel sito scientifico.

          • Gengis Cane

            Mah, han fatto più danni i ribelli turcomanni di Erdogan che tutti i raid sionisti messi insieme dall’inizio della guerra.

    • ws

      Si Israele provoca ( blandamente) e puo’ accendere una guerra peggiore di quella del 2006 ma gli conviene veramente ?
      Perché quando duramente provocati gli Hez anche se non “pagano subito” “pagano sempre” e per informazioni chiedere al defunto generale comandante della brigata Golani e alla sua scorta.

    • Gianox

      Israele è pur sempre una potenza atomica.
      È un paese molto pericoloso.
      La loro dottrina militare si basa sulla cosiddetta operazione Sansone.
      quelli sono capaci veramente di distruggere il mondo se si sentono in pericolo.

      • killerclown

        avrei dei dubbi sul fatto che abbiano l’atomica. hanno sempre portato avanti una politica ambigua in proposito, non ammettendo mai di averle, ma nemmeno negato. il caso di vanunu sembra una psy-op funzionale al bluff. i supposti esperimenti sono stati due, o addirittura solo uno(ora non ricordo) e pure quelli un proxy mezzo misterioso sull’atlantico qualche decennio fa. del resto solo così si spiega una paura altrimenti irrazionale di un’eventuale atomica iraniana….

        • non dicono quante ne hanno è ben diverso dal non averle del tutto.
          Non lo dicono perché sarebbe un numero che farebbe impallidire il pianeta

      • Gengis Cane

        Ma cosa devono distruggere? Secondo te la Russia, ma gli Usa stessi, si lasciano distruggere per la vendetta teatrale di uno staterello semi-abusivo?

        • Gianox

          Ma già l’hanno lasciato succedere, gli USA.
          Sono 20 anni che fanno guerre per Sion.
          Hanno speso tanti di quei soldi per queste guerre che avrebbero potuto arricchire tutta la loro popolazione.
          Invece hanno 50 milioni di abitanti che vivono di food stamps, centinaia di migliaia di reduci che sono invalidi o matti, infrastrutture fatiscenti che, se fossero state ammodernate, avrebbero potuto generare un’enorme ricchezza.
          Senza contare che queste stesse strutture fatiscenti costeranno loro molte vittime e miliardi e miliardi di danni a seguito di questi uragani che stanno capitando ed i cui effetti nefasti potevano essere mitigati se avessero fatto un’adeguata manutenzione.

          • Gengis Cane

            Ok, ma la distruzione del mondo intero sarebbe un tantino esagerata anche per loro. Gli effetti che tu citi alla fin fine ricadono sui poveracci. Tutta gente sacrificabile, un olocausto nucleare mi sembra un tantino più pesante.

          • nessuno vuole uno scenario simil Ken il Guerriero, nemmeno loro ma se fossero costretti non ci penserebbero due volte.
            Pensa all’arca di Noè e a ciò che avvenne al mondo

      • concordo al 100%
        i miei rispetti Gianox

    • Gengis Cane

      Fa tanto quello che gli pare che ogni giorno iraniani e hezbollah si rafforzano e fortificano in patria e in Siria.

      • killerclown

        non sono un indovino. per ora mi tocca constatare che bombardano il cazzo che gli pare e chi s’è visto s’è visto….

  • Austrian school

    Ormai si può dire che USA ed Israele hanno perso la campagna di Siria combattuta con la maschera dell’ISIS.
    Il rafforzamento della Russia nella regione è un dato di fatto con il quale anche i sauditi devono fare i conti.
    Immagino le vagonate di pop corn che ha ricevuto Putin in seguito allo svolgersi degli eventi.
    Israele fa bene a preoccuparsi, l’asse israelo-americano esce profondamente indebolito prima dalle folli primavere arabe e poi da una guerra folle contro la Siria scatenata al solo fine di indebolire la Siria ed evitare che l’Iran prendesse più potere. Hanno ottenuto solo l’effetto opposto ed ora il medio oriente è fortemente in mano alla Russia.
    Come diceva FK è ciò che succede quando un giocatore di scacchi si scontra con un giocatore di baseball……

  • Giovanni Netto

    Gerusalemme: passi notti insonni per ANNI a fare intigri e poi capisci che è stato tutto INUTILE……….

    https://uploads.disquscdn.com/images/b1f2f307111634996d33ffc69edbde44243ee8f21fd45df49231526224e46f0c.jpg da reltà

    • what you see is a fraud

      Cittadini di Israele preparate le valigie , c’e’ un posto in Siberia preparato per voi . Si chiama ZIONIST OBLAST , non ritornate in Europa , nessuno vi vuole meglio che andite in Siberia . Mi raccomando non andate nella Russia europea anche li sanno che voi ammazzaste al tempo dei bolshevici , decine di milioni di cittadini innocenti . Quello fu’ un vero olocausto ! la gente ora sa che truccate la storia e truccate la realta’ con i giornali comprati e e la finanza satanica . Scappate prima che Hetzbollah vi tagli la gola ….. il mondo intero danzera; per la gioia ……

      • televisione falsa

        Bisogna dividere gli ebrei : ci sono gli ebrei normali che sono quelli che vanno anche d’accordo con i musulmani e ci sono gli ebrei-sionisti che sono quelli che si sentono al di sopra del resto dell’umanità

        • what you see is a fraud

          Verissimo , Purtroppo i satanici controllano l’occidente .
          Se si facessero i cazzi loro come Gilad Atzmon tutto sarebbe semplice
          http://www.gilad.co.uk

          ma siccome hanno la tendenza di essere leali prima di tutto allo stato canaglia di israele e infine allo stato che gli da’ da mangiare , allora siamo a questo punto . Tutta colpa dei rabbini che gli mettotono in testa tante cazzate ……. come :loro sono iprescelti del dio canaglia ,,,,,,,, uccidere , derubare , stuprare i gentitli ( noi ) non e’ un crimine …….e tante altre cazzate .

        • i normali sono pochissimi. Il sionismo non è altro che l’esaltazione dell’Ebraismo stesso. herzl avrà preso spunto dal libro di isaia o dal deuteronomio

      • Lei allude all “Oblast’ Autonoma Ebraica”, nell’estremo oriente russo, ma dove gli ebrei sono meno del 5% della popolazione.

  • johnny rotten

    Il mondo intero continua a viaggiare sul filo del rasoio, ma non è una novità, mentre c’è molto di nuovo oggi in medioriente e nelle sue correlazioni con il resto del mondo, giustamente Bottarelli mette in risalto la questione saudita, è una questione cruciale, se i sauditi non si danno una mossa nel breve rischiano di fare una fine ingloriosa, il più grande cliente di petrolio e gas, la Cina, inizia a chiedere, e più avanti sarà condizione irrinunciabile, di pagare in Yuan che adesso sono garantiti in oro, possono i sauditi starne fuori?, ho seri dubbi al riguardo e a maggior ragione se “devono” starne fuori hanno bisogno di rientrarci da qualche altra porta, e qual’è la via migliore? Gazprom ovviamente, da cui i recenti bilaterali con la Russia. Poi ci sta anche il fatto che dopo settanta anni di scassature a tutto il mondo dai psicopatici isisraeliani, tutti inizino anche a non poterne più, e anche se i sionisti non sono capaci di ammetterlo non può girare tutto intorno a loro, per eseguire il piano del grande isisraele il mondo occidentale sta perdendo la faccia, anche nei confronti dei propri cittadini, alla fine dei giochi è possibile ipotizzare che sarà isisraele a venire ridimensionato e dovrà, come minimo, rassegnarsi alla nascita di uno stato Palestinese, con buona pace dei suoi corrotti sostenitori, ma con non poca soddisfazione nel resto del mondo.

    • Ronf Ronf

      Israele doveva limitarsi a risolvere il problema della demografia palestinese invece di andare a far casino negli Stati arabi confinanti che erano tutti laici…

  • Semplice

    Gli israeliani hanno più nemici nelle loro fila che nel resto del mondo. Sono come gli italiani, pieni di traditori e criminali.

    Ricordarsi dell’Ucraina e del ricco banchiere con truppe nazi al seguito.

    La stessa cosa è avvenuta in USA, con governanti che mandano/mandavano a crepare i soldati USA contro quegli stessi individui da loro finanziati e armati.

    Ricordarsi cose successe quando dumbo voleva bombardare la Siria, militari USA di truppa e qualche ufficiale si fecero sentire…visto che avrebbero aiutato gli stessi che combattevano in Afganistan.

  • johnny rotten

    Breaknews: il SAA ha liberato Al Shoula, ultima roccaforte in mano all’isis sulla M20 la superstrada che da Palmyra porta a Deir Ezzor, da adesso in poi non ci sarà più alcun ostacolo alla logistica per fiondarsi su tutto l’Eufrate, botta mortale per l’isis e co.
    https://twitter.com/watanisy/status/906093741731139584

    • Covpepe

      Ottimo! Adesso possono avanzare verso l’aeroporto assediato, per chiudere con una manovra a tenaglia l’intero perimetro cittadino di Deir Ezzour.

  • Mauro Rossini

    Se ho letto bene due dei topi di fogna inceneriti (o spiaccicati, dipende da che cosa hanno usato) avevano complessivamente sulla testa 8 milioni di US$ di taglia, da parte degli USA.

    Ora che succederà, Lavrov presenterà il conto a Tillerson dando l’IBAN del contocorrente dell’aviazione russa??

    Da RT
    ‘Emir of Deir ez-Zor’ among ISIS commanders killed in bunker by Russian airstrike”

    • ittymixe

      Lavrov accetta solo pagamenti in oro fisico

      • Ronf Ronf

        Nessuno gli vieta di prendere i soldi per poi darli ad altri per avere l’oro

      • Ihihihihihi, grande!

  • what you see is a fraud

    la Commissione ONU sui crimini in Siria ha credibilita’ ZERO . Vedono solo cio’che non fu fatto da Assad ma cio’ che fa Israele ogni giorno lo ignorano . Questo e’ il comportamento di una agenzia buffonesca e partigiana . Spero che un giorno qualcuno gli metta una bomba nel culo . E” una speranza . Il mondo non ha bisogno di partigiani che lavorano per far piacere a uno stato criminale condannato a voce numerose volte dalla stessa ONU per crimini contro la popolazione Palestines senza ulteriori conseguenze . Se fosse stato Assad gli avrebbero dichiarato guerra ….. ONU muori presto !
    https://www.unwatch.org/today-un-condemned-israel-10-times/
    http://www.independent.co.uk/news/world/middle-east/un-security-council-condemns-israeli-settlements-palestinian-territories-us-refuses-use-veto-a7493351.html

  • erik

    Che piaccia o meno Israele è rimasto l’unico stato a difendere l’Occidente e i suoi cittadini. Qui c’è gente che non fa altro che parlare di invasione islamica e poi da contro a l’ultimo samurai rimasto in piedi nella battaglia. Fate pace con il cervello. Per quanto mi riguarda Israele ci va anche con la mano troppo leggera con quei cammellari trogloditi. Fuori Israele in quella regione c’è solo merda.

    • Lucio

      Peccato solo che Israele sia ossessionata dall’Iran al punto di considerare amici i saud.
      Il terrorismo in Europa e Usa è sunnita, non sciita. Con gli sciiti hanno problemi solo gli israeliani.

      • erik

        Amiconi proprio…ah capisco con gli sciiti invece tutto bene…se li prenda a casa sua o meglio se ne vada lei in Iran, troverà sicuramente il progresso.

        • Ronf Ronf

          Qui in Emilia dove sto io gli iraniani non hanno mai fatto casino, i sunniti invece hanno sempre fatto pien di casino: coincidenza?

        • Lucio

          Ossessionato anche lei? Io non mi prenderei in casa nessun dei due ma mi fa pensare il fatto che sia l’isis che il terrorismo in UE siano opera dei sunniti wahabiti.

        • Gengis Cane

          Ma sciacquati la bocca prima di paragonare gli iraniani ai beduini sunniti e ai sionisti.

    • Buon Giorno

      I trogloditi erano tenuti a freno da regimi laici di orientamento socialista che il pupazzo di Israele, soprannominato Stati Uniti, ha distrutto (Iraq, Libia), cercato di distruggere (Siria) o sovvertito Egitto).

    • Ronf Ronf

      Ma infatti il problema è che Israele si concentra su cose inutili (Siria, Iraq e Iran) invece di affrontare il vero problema (la demografia dei palestinesi).

    • televisione falsa

      Siccome gli ebrei sionisti comandano tutto l’Occidente potrebbe essere che è Israele che vuole l’invasione musulmana e africana dell’Europa

      • erik

        Si come no e hanno convinto la gente a votare pd o inzozzare i muri di mezza Europa con scritte del tipo: no borders o refugees welcome…siete davvero forti

        • televisione falsa

          Questa immigrazione viene attuata dalla popolazione perché fa fare tanti soldi ….siccome contano solo i soldi , ognuno pensa a sé stesso e non siamo un popolo

        • Ronf Ronf

          Soros paga i manifestanti e De Benedetti possiede i giornali che sostengono il PD e che calunniano sia il M5S che il centrodestra

          • concordo ma in parte, il 5s e benvoluto soprattutto dal club debenedetti e co, non a caso sono molto amici di mortadella…
            rifletti Ronf, rifletti, non fare sempre la nanna

          • Ronf Ronf

            Ma per far capire agli elettori che il M5S è la fotocopia del PD, prima bisogna smascherarlo: l’unico modo per smascherarlo è mandarlo al governo. Mi spiego: hai notato che Rifondazione Comunista (PRC) è sparita dopo essere stata al governo nel 2006-08? Risposta: perchè i partiti estremisti (vedi il PRC ieri e il M5S oggi) hanno bisogno di andare al governo per auto-screditarsi (vedi il PRC) e poi gli elettori scappano via. C’è da sperare che il M5S non faccia troppi danni, ma con il proporzionale difficilmente il M5S governerà da solo: esiste però una via alternativa per demolire il M5S e NCD in 1 solo colpo. Regionali in Sicilia del 5 novembre 2017, precisamente: se NCD finisse sotto la soglia del 5% dei voti e se il M5S perdesse malamente (terzo posto con una percentuale mediocre) poi sai che cosa succederebbe? La stessa cosa che è successa al FLI (Futuro e Libertà per l’Italia) di Fini proprio alle Regionali in Sicilia dell’ottobre 2017, cioè il FLI era finito SOTTO lo sbarramento e quindi DOPO il flop alle Regionali c’è stato il crollo totale: NCD di oggi = FLI del 2012 = se finisce sotto la soglia nel voto regionale siciliano poi finisce malissimo a livello nazionale alle Politiche. Per quanto riguarda i grillini, dopo il disastro totale delle Comunali di giugno 2017 (in cui il M5S è crollato al 11-12%, cioè al livello del maggio 2012) un altro flop in Sicilia potrebbe essere fatale (l’ideale sarebbe un trionfo del centrodestra che riesce a ottenere la maggioranza dei seggi in Consiglio Regionale da solo, con NCD sotto la soglia e con il M5S molto ridimensionato rispetto alle ENORMI aspettative dei grillini).

          • insomma, secondo te per guarire dal veleno bisogna immergersi dentro 😀
            non è una strategia del tutto sbagliata dar loro la patata bollente, infatti nel 2013 auspicavo una vittoria TOTALE del 5s così si ritrovavano con la patata bollente in mano e pure senza maschera…
            Hanno vinto come partito ma il pd più le coalizioni lo hanno superato…
            E’ andata male insomma

          • Ronf Ronf

            Invece è andata bene: il PD ha bruciato Bersani, Letta, Renzi (Gentiloni non lo considero neanche visto che lui non è mai stato ne un Leader ne un Capocorrente) e quindi tramite questi tre il PD ha bruciato la linea di sinistra (Bersani), la linea di centro (Letta) e la linea nuovista-blariana (Renzi); i grillini si sono bruciati da soli alle Comunali 2017 dopo 4 anni di permanenza in Parlamento (io ho il vago sospetto che i sondaggi con i grillini sopra al PD siano come quelli immediatamente prima delle Europee 2014, ovvero una manovra per spaventare i moderati al fine di indurli a votare PD e non FI. Notare che ultimamente FI, grazie alla svolta centrista suggerita a Silvio da Tajani, sta in un certo senso “pescando” tra i centristi che avevano votato Monti nel 2013 – e in precedenza UDC – e per Renzi nel 2014, quindi il PD si sta indebolendo troppo, perciò il governo PD+FI vedrà il PD assai più debole rispetto a oggi e certa gente NON tollera che FI abbia voce in capitolo governativo). Poi, non so il motivo, ma a sensazione ti dico che alle prossime elezioni sarà già un miracolo se il M5S si dimostrasse in grado di superare il valore delle Politiche 2013, quindi secondo me ci sarà una salita forte della Lega (SWG nel suo 1° sondaggio di questo mese – settembre 2017 – mette Salvini al 16% e quindi notare che sia EMG di Masia per Mentana che IPSOS di Pagnoncelli per il Corriere mettono la Lega al 15% – notare che SWG storicamente è sempre stato il più ostile verso le destre e la Lega) e quindi la Meloni se la caverà attorno al 5% (il suo problema è la forte presenza di FI e M5S al Sud)

          • in soldoni, caro Ronf, si ripete il solito scenario da elezioni post ideologiche : nessun vero vincitore e nessun vero perdente (a parte il Popolo) per cui continueranno a vivacchiare nascondendosi uno dietro l’altro facendo a turno su chi deve stare davanti…
            e gli anni passano…
            e gli immigrati si moltiplicano

          • Ronf Ronf

            Ma se il M5S diventasse il primo partito, o va al governo oppure poi sparisce perchè tutti daranno a loro la colpa della non-formazione di un nuovo governo: inoltre se il M5S si spaccasse in tanti pezzi, stai sicuro che poi il M5S crollerebbe perchè nessuno vuole votare per un partito che perde in giro i suoi parlamentari… immagina Di Maio che cerca di formare un governo con Salvini e Meloni, però il gruppo parlamentare del M5S si spacca tra favorevoli e contrari, quindi fallisce il tentativo del M5S, cioè di Luigi Di Maio, di formare un governo. Secondo te poi che succede? Che il M5S sparirà e molti dicono che gli USA faranno in modo di far saltare in aria il M5S (in caso di spaccatura non ci sarebbe nessun governo, quindi si tornerebbe subito a votare perchè un governo fatto da PD con FI e i pezzi del M5S sarebbe instabile… e sappiamo tutti che gli USA hanno moltissimi “strumenti di pressione” da usare su Mattarella) per riportare al governo il centrodestra (ma se ci sarà ancora FI tra le palle a rompere, allora il prossimo governo di centrodestra fallirà peggio dei precedenti governi di Silvio…)

          • Ronf
            a me i 5s stanno sulle palle in particolar modo perché sono i più ipocriti di tutti, desidero tanto che spariscano ma dubito che succederà considerando l’albero genealogico dei loro esponenti dato che parliamo di persone che la politica l’hanno sempre trattata o comunque influenzata, di fatto non vengono dalla montagna anzi sono sistemici esattamente come qualsiasi altro partito.
            E poi morto un papa ne faranno un altro, non lo so, si chiameranno formichini, fagiolini, cazzellini e prenderanno milioni di voti

        • prova il contrario di quanto hai scritto

    • ettore,

      Per la verita’ se non proprio lo Stato d’Israele si trovano sempre moltissimi ebrei della diaspora dietro l’invasione musulmana e africana dell’ Italia e del resto di tutti le altre nazioni europee.

    • marcoferro

      israele odia sia l’occidente cristiano che i mussulmani. ma l’odio è ricambiato.

    • qui se c’è qualcuno che deve fare pace con il cervello sei tu…

  • Lucio

    Anche Mosca a lavorare con i sauditi? Per me solo profonda delusione. Per me i sauditi andrebbero spazzati via e speravo che almeno Mosca puntasse ad isolarli.
    Sempre questione di soldi o si punta a qualcos’altro?

    • Ronf Ronf

      Entrando in Aramco, si entra nello Stato saudita che farà nelle sue isole sul Mar Rosso “la nuova Dubai”. Io andrei subito ad investire, tu?

      • Lucio

        Se per profitto non si vendesse anche gli ideali forse il mondo sarebbe un posto migliore.

        • Ronf Ronf

          Ed è qui che tu ti sbagli: nell’accordo Mosca-Ryad la parte più debole sono i sauditi perchè questi non hanno le capacità di costruire le strade (tanto per fare un esempio banale: l’Italia, se fosse furba, dovrebbe andare a Ryad per proporre i suoi industriali come costruttori di strade per creare lavoro per i NOSTRI lavoratori e per le NOSTRE aziende, ma l’Italia è guidata dagli asini)

          • Dogui

            A Ryad sono andati a litigarsi i rolex ! Come fanno i bambini con le caramelle. Idioti allo stato dell’arte

          • deadkennedy

            sono coglioni kattokomunisti

  • Sergio Andreani

    Facebook?
    Guarda caso il suo fondatore è un ebreo.

    • Ronf Ronf

      Prestanome della CIA, non fondatore: infatti alla sua morte tutti i suoi soldi NON andranno ai figli (ammesso che ne abbia e che ne avrà in futuro), bensì ad una “fondazione benefica” (controllata dalla CIA per finanziare certe robe)

      • Gianox

        Giusto.
        Facebook ha preso il largo come società con capitale di dubbia provenienza.
        Lo stesso dicasi per Amazon.
        E sono società con quotazioni borsistiche assurdamente alte, benché non producano proprio nulla.
        ma il denaro stampato dalla Fed serve per comprare le loro azioni e mantenerle elevate.
        La cosa puzza troppo di CIA.

        • deadkennedy

          guarda caso con le banche anglosioniste che pompano i prezzi

        • Goffry

          Facebook è un perfetto serbatoio di informazioni a costo zero per la NSA, non ci vuole un genio.

          • what you see is a fraud

            Una operazione di miniera ( collezione di dati personali gentilmente offerti gratis alla CIA dai polli che sono membri di FACEcrook .

          • Goffry

            Mettici pure dentro Whatsapp, Twitter e Linkedin…

          • feiscrukk
            XD

          • Infatti non lo uso fakebook, non uso i social per partito preso. Bella merda per il cervello, ottime catene per l’immaginazione.

      • Sergio Andreani

        Interessante.
        Hai qualche articolo da sottopormi?
        Grazie.

        • Ronf Ronf

          Dunque, la storia del testamento a fine benefico l’ha detta il “fondatore” di Facebook in persona e ovviamente tutti i mass media lo hanno elogiato per la sua generosità. E se io fossi suo figlio mi sentire oltraggiato… per la storia delle fondazioni basta usare il cervello: la deduzione è facilissima da fare 😉

          • Goffry

            In generale hanno detto che devolveranno il 99% delle loro azioni Facebook alla fondazione benefica di famiglia, che ovviamente è dedicata all’istruzione delle popolazioni povere (africane)…

          • Ronf Ronf

            Beh, almeno i figli (attuali e futuri. Oggi dovrebbe averne uno solo, se ben ricordo…) avranno un 1% per poter mantenersi 😉

          • Goffry

            Tu credi che un paio di miliardi di $ gli possano bastare? 🙂

          • Ronf Ronf

            Credo che attualmente c’è solo un figlio, quindi direi di sì. Ma il 100% di Facebook quanto vale oggi? E la quota percentuale del fondatore a quanto ammonta e quanto vale in Dollari USA oggi?

          • Goffry

            No, è da poco nata la secondogenita.
            La coppia possiede 400 mln di azioni, per un controvalore di circa 60 miliardi di $…

          • Ronf Ronf

            Quindi presumo che i figli avranno solo il 1% di quei 60 miliardi di Dollari (cioè il 1% delle 400 milioni di azioni), ho capito bene?

          • Goffry

            Ci sono anche altri guadagni in mezzo… e poi il tizio ha solo 33 anni…

          • Ronf Ronf

            Certo, ma era per capire: si tratta dell’1% del numero di azioni (pari a 400 milioni di azioni) come “base minima” per gli eredi, quindi i guadagni futuri non li possiamo stimare… comunque gli altri guadagni cosa sarebbero? Intendi i dividendi attuali e futuri?

          • Dogui

            Io non ho le informazioni necessarie per fare un calcolo , nemmeno approssimativo, ma sento parlare con cognizione di causa di fondi dedicati all’Africa da almeno 30 anni. Va bene che è grande, ma cristo di un dio , non è che ci stanno prendendo un po per il culo ?

          • Goffry

            Si chiama defiscalizzazione. Un contributo filantropico ti fa abbassare di brutto la tassa di successione. Secondo te perché hanno inventato proprio un movimento apposito, il Giving Pledge?

          • Ronf Ronf

            Cosa sarebbe quel Giving Pledge di cui parli? Comunque molte fondazioni di fatto sono controllate e possedute dagli eredi dei fondatori e di fatto servono soltanto per non pagare le tasse…

          • Goffry

            Un movimento USA di munifici benefattori e filantropi… attualmente ha 158 membri tra cui ovviamente Zuckerberg, Bill Gates, Elon Musk, Larry Ellison, Richard Branson, Warren Buffett ecc…

          • Ronf Ronf

            Io sono a favore della beneficenza. Per me stesso ovviamente.

            E comunque mi sa che questa gente di fatto usa le fondazioni per NON pagare le tasse tenendosi però il patrimonio a totale propria disposizione (personale e degli eredi), ho indovinato?

          • Goffry

            Non pagare no… ma hanno generose deduzioni fiscali per chi fa beneficenza… e ovviamente la fondazione benefica (che ha a sua volta forti sgravi fiscali) gioca anche un grosso ruolo di marketing e auto-promozione.

          • Ronf Ronf

            E ho come l’impressione che la fondazione serve in realtà per pagare le spese personale dei fondatori e degli eredi, giusto?

          • Goffry

            Esatto. Essendo fondazioni “di famiglia” (mi sto già mettendo a ridere), il fisco americano ti obbliga a spendere almeno il 5% dei fondi donati che casualmente vengono sempre etichettati come spese e stipendi. E i dipendenti della fondazione sono spesso i figli.

          • Ronf Ronf

            Non ho capito: il 5% di spesa obbligatoria riguarda i soldi che si spendono per fare beneficenza oppure i soldi per i benefit delle famiglie? Cioè, su 100 Dollari di spesa, la beneficenza vera è 5 oppure è 95? Notare l’enorme differenza… perdonami la sciocca domanda, ma mi è sfuggito un pezzo del tuo discorso sul 5%

          • Goffry

            Se la fondazione benefica riceve in un anno mettiamo 1 milione di $ di donazioni, per il fisco deve dimostrare che l’anno successivo ne spende almeno 50.000 per opere di bene e attività di “gestione” e attrezzature…

          • Ronf Ronf

            E quindi il 5% include sia la beneficenza che le spese degli eredi oppure le 2 cose sono separate? Si presume che le spese per gli eredi siano separate dalla gestione, attrezzature e beneficenza oppure è tutto mescolato? Perdonami l’insistenza, ma non riesco davvero a capire come è possibile… cioè, mi sembra decisamente assurdo (non è colpa tua ovviamente) un sistema del genere. Se ho capito bene, io creo una fondazione che possiede le azioni della mia azienda, quindi gli utili dell’azienda vanno alla fondazione che NON paga le tasse perchè basta usare il 5% degli utili per fare le opere di bene (incluse le spese di funzionamento della fondazione?) in modo da avere l’esenzione fiscale su tutto il resto che posso usare per pagarmi la villa con piscina dove vivo e l’auto di lusso che uso io?

          • Goffry

            Tu ti fai bello perché crei una fondazione benefica, fai del bene e tutta la retorica e i sorrisi dei giornalisti di contorno… ci appoggi un bel po’ dei tuoi soldi e delle tue proprietà (che puoi dedurre), e di tutte le donazioni ne spendi al massimo il 5%… il resto chissà… e intanto la fondazione di per sé paga pochissime tasse… è uno schema perverso che ogni volta che viene affrontato al Congresso viene abbattuto dalle lobby… e basta vedere chi sono i grandi filantropi per capire che è un gioco win-win…

          • Ronf Ronf

            Chissà come mai le lobby fanno pressione… ovvio, pagano loro le campagne elettorali ai politici di entrambe le parti! Ho capito tutto, tranne un dettaglio: “di tutte le donazioni ne spendi al massimo il 5%” intendi le spese per fare beneficenza nel vero senso della parola? Insomma… se è così il 95% delle spese me le posso intascare, ho capito bene? Scusa per la domanda, ma mi è sfuggito il quid.

          • Ronf, tu che sai tutto mi spieghi una cosa per favore?
            Mentre navigo fra i commenti non riesco a vedere quelli che ho scritto io…
            Come mai?
            Ringrazio anticipatamente per la tua risposta

          • Ronf Ronf

            Normali malfunzionamenti di Disqus. Sia mai che Disqus riesca a funzionare in modo decente, eh 🙂

          • mi aspettavo di peggio sinceramente, meglio così, mi fido del tuo parere di tuttologo XD

          • Goffry

            Esatto, almeno il 95% rimane fermo a disposizione della fondazione…

          • Dogui

            No era per dire che oramai per l’africa tra una balla e l’altra sono stati regalati tanti di quei soldi che si potrebbero fare le strade lastricate di oro

          • Gianni Iannelli

            saranno i fondi con i quali gli africani si pagano il viaggio per l’europa?

        • Ronf Ronf

          Dunque, la storia del testamento a fine benefico l’ha detta il “fondatore” di Facebook in persona e ovviamente tutti i mass media lo hanno elogiato per la sua generosità. E se io fossi suo figlio mi sentire oltraggiato… per la storia delle fondazioni basta usare il cervello: la deduzione è facilissima da fare 😉

    • nathan

      Anche un pò rettiliano, no?
      Siete irresistibili.

      • televisione falsa

        In effetti ha una faccia molto strana

        • marcoferro

          nasone riccioluto e con le occhiaie. non puoi sbagliare, appartiene a quella razza la..

      • deadkennedy

        se è rettiliano non so… certo che a simpatia è meglio un gatto aggrappata alle palle!

      • Sergio Andreani

        Anche tu.
        Spiegami come mai quando Israele bombarda la Siria, i media non dicono un cazzo mentre quando accade il contrario succede un macello?

      • ThreeFiddy

        dimentichi haarp, my friend…

        guarda in alto, come cantava Alioscia BBDAI

      • è comportamento tipico dei rettiliani paraculare @[email protected]

    • anche nathan XD

  • Il magnetismo degli iraniani non smette di colpirmi.

  • ThreeFiddy
    • televisione falsa

      HAARP ? TERREMOTO ARTIFICIALE ?

      • marcoferro

        in effetti quelle luci azzurre e verdi sono sospette. i messicani hanno detto che potevano essere trasformatori oppure fulmini data la stagione degli uragani. però hanno detto che quelle luci si sono viste in tutto il paese…

        • ThreeFiddy

          buttare un amo e vedere in quanto tempo il pesciolone abbocca:

          https://it.wikipedia.org/wiki/Luce_tellurica

          e vai di frittura, è pure venerdì!

          • marcoferro

            oggi non si è sicuri più di niente ormai. ma la spiegazione è plausibile e poi ho solo riportato quello che dicono i messicani sui vari siti al momento. inoltre poi perche usare l’haarp contro il messico che è una colonia americana ? contro altri avrebbe più senso…

          • ThreeFiddy

            l’hai scritto tu Marco, mica io, le balle complottistiche sono messe in giro dalla cia e dal mi6, che sono i servizi padroni.

            più la gente pensa a rettiliani, haarp, scie chimiche e complotti vari, più si allontana dalla pillola rossa, la verità è sotto gli occhi di tutti se si fa lo sforzo di imparare la storia e guardarla da un punto di vista logico.

  • Nicola Albano

    Se la Siria avesse lanciato qualche missile contro Israele come avrebbero aperto giornali e tg oggi ?

  • alfvanred

    Io sarei curioso di sapere come mai i sistemi russi non hanno intercettato questi aerei o missili? Sembrava che dall’abbattimento dell’ultimo aereo siriano, non dovesse più volare niente e nessuno se non espressamente autorizzato dal comando russo. Gli israeliani dispongono di sistemi in grado di “bucare” l’S400? C’è stato qualche accordo sottobanco tra Putin e Netamiao? Cosa è successo veramente ? Speravo che il solitamente ottimo Bottarelli sapesse qualcosa o avesse qualche idea in proposito.

    • marcoferro

      sono disperati e in quelle condizioni sarebbero capaci di fare di tutto. si vedono circondati da nemici e ancora più agguerriti di prima. i russi e i siriani credo non abbiano risposto, almeno in apparenza, semplicemente per non dare un motivo di escalation ai nazi-ebrei e ai merighi, che con la propagando sempre pronta avrebbero ingigantito la cosa dicendo che i siriani hanno attaccato israhell, come se non li conoscessimo..

      • Carlo Robotti

        sempre di meno si ricordano che esiste il gioco degli scacchi (per di piu’….cinese)

        • marcoferro

          intanto questa notte i russi hanno fuori in un attacco aereo altri 40 ciabattanti, tra cui 4 comandanti e il ministro della guerra dell’isis.. si vede che non hanno fatto a tempo a scappare negli elicotteri merighi…

    • Johnny Palomba

      Perché i bastardelli hanno lanciato i missili dal territorio libanese.

      • ws

        e il bersaglio scelto non era abbastanza importante da essere difeso ” puntualmente” con i Pantsir.
        Insomma una semplice provocazione.

  • marcoferro

    povero zio Putin, dopo aver dovuto dare la mano al genocida, assassino, nazista e razzista netanihau, sopportarne la presenza e soffrire come se guardasse un programma condotto da davide sionista parenzo, ora dovrà ricevere l’altro psicolabile, pazzo e sanguinario dittatore saud. che sfiga. ma poi mi chiedo perche mai l’arabia saudita dovrebbe costruire delle centrali atomiche.

    • Gianni Iannelli

      per dare soldi ala russia

    • ThreeFiddy

      tutto quello che sai, dal 1930 in poi, è falso.
      ti basta?

      ti do un aiuto, la WWII l’hanno vinta i seguenti paesi:
      u.s.a. totale trionfo,
      u.k..
      francia,
      itaglia,
      germania,
      e tutta l’europa.

      l’hanno persa:
      russia,
      cina,
      ebrei, ma poi hanno vinto una nazione per loro e pure dove la volevano.

      l’ha pareggiata:
      giappone.

      pensa il livello di perfezione che hanno raggiunto per farti credere che la guerra la russia l’ha vinta e la germania l’ha persa

      • marcoferro

        di qualunque cosa ti fai smetti, che ti male al cervello.

        • ThreeFiddy

          controlla quando l’america è entrata in guerra…
          giusto in tempo per evitare che la russiacomunista invadesse l’europa, dopo che la germania, il grande alleato uncinato aveva fallito.
          dio benedica lo zio sam.

          se muoio, è colpa tua. ci dovevi arrivare da solo.

          • marcoferro

            il grande alleato uncinato cosa ? non sono d’accordo, primo perche nessuno ha detto a Hitler di attaccare l’unione sovietica, esisteva il trattato di non aggressione molotov-von rimbentrop e si dovevano spartire pure la polonia, poi fece l’attacco assurdo a Stalin semplicemente perche era un megalomane.
            mentre i merighi furbescamente entrarono in guerra con la scusa di pearl harbor quando già si sapeva che il vento era cambiando per la Germania. infatti se ne guardarono bene di entrare in guerra nel 39′-40′

          • ThreeFiddy

            sneto rumore di unghie sul vetro, attaccati dai giappo e sbarcano in europa?

            chissà perchè, invece di puntare berlino, deviano e vanno verso la baviera, verso il nido delle aquile. e nelle miniere di sale di Merkers, che non sono poi lontane da Berlino

            (strano anche qui, niente pagina wiki)

            http://www.lettera43.it/it/articoli/economia/2013/09/30/germania-caccia-al-tesoro-di-hitler/99549/

            chissà cosa dovevano recuperare.

            ” non sono d’accordo, primo perche nessuno ha detto a Hitler di attaccare l’unione sovietica, esisteva il trattato di non aggressione molotov-von rimbentrop e si dovevano spartire pure la polonia, poi fece l’attacco assurdo a Stalin semplicemente perche era un megalomane. ”

            ecco, ora prova ad applicare un poco di logica miltare, ti aiuto, fai un patto con il tuo nemico per fare in modo che abbassi la guardia, poi lo fotti. solo stalin poteva cascarci.

          • marcoferro

            secondo me semplicemente, gli usa hanno attaccato la Germania per due motivi. uno per non lasciare l’europa sotto ad una probabile influenza russa, non occupazione, influenza. secondo perche gli alleati inglesi avevano bisogno di loro e insieme ci sono riusciti. mentre nel pacifico ebbene l’egemonia giapponese doveva essere ridimensionata fortemente, ecco il perche dei due fronti.

          • Gianox

            Mah, la cosa non è così chiara.
            Leggevo qualche giorno fa un interessante link postatomi da un altro utente, in cui si racconta una cosa che non conoscevo e sui occorrerebbe fare approfondimenti.
            Pare che uno studioso di storia miliare russi, analizzando alcuni vecchi documenti, abbia scoperto che i sovietici veramente si stavano preparando ad invadere l’Europa e che i tedeschi, sapendolo, li abbiano solo anticipati.
            La convinzione di questo studioso nasce dal fatto che ha scoperto che i vertici militari sovietici, alla vigilia dell’inizio dell’operazione Barbarossa, avessero predisposto solo piani per invadere l’Europa, e non il contrario, cioè piani offensivi.
            Questo sarebbe anche il vero motivo per cui inizialmente l’avanzata tedesca fu molto rapida in territorio russo: i sovietici non erano pronti ad una guerra difensiva, ma ad una guerra offensiva.

          • ThreeFiddy

            SIGNORI E SIGNORE:
            IL TERZO SEGRETO DI FATIMA!

            P.S.guarda i link che ho postato su Stark, un “vecchio complottone” come te non potrà che sbavare!
            (scherzo eh lo dico con simpatia, so che hai lo scibile per capire cosa c’è scritto, ciao)

          • Gianox

            Grazie. Ci darò un’occhiata nel week end.

          • marcoferro

            si ma questa è fantapolitica. di questa storia non ne hai mai parlato nessuno, neppure in un solo documentario e si che ne ho visti centinaia. ne si è menzionata una cosa simile in nessuna trasmissione fino ad ora. anche perche l’unione sovietica perche avrebbe dovuto invadere l’europa, a che scopo ? con tutto l’immenso territorio che avevano a disposizione, e anche perche militarmente non credo che ne avrebbero avuto la forza di farlo.

          • valentino
          • marcoferro

            abbastanza lungo devo dire. però è molto interessante il discorso hitler condito anche da tanta retorica. ma siccome lui era uno noto megalomane, bravo nel manipolare le masse e che ha fatto anche gravi errore di tattica nella guerra, io la vedo così: lui ha fatto proprio un bel discorso per far credere che l’unione sovietica volesse attaccare loro per prima e che quindi qui si sta giustificando per un eventuale firt strike come si dice oggi e che effettivamente fece. la colpa non è la nostra sono loro che volevano fotterci per primi….bella scusa secondo me, ma non credo che l’unione sovietica volesse fare quella guerra è solo una sensazione la mia. herr hitler odiava ferocemente i bolscevichi, al limite del patologico…

          • valentino

            Al di là dell’attacco alla Russia e della “retorica”in salsa krukka, quando descrive le democrazie occidentali e la stampa occidentale nonchè il male di tuti i mali, non mi sembra che la realtà quotidiana sia tanto diversa da come la descrive Hitler nel 1941, se tanto mi dà tanto…

          • Verklarte46

            Vedi sopra la risposta a Gianox

          • ThreeFiddy

            DA:
            “di qualunque cosa ti fai smetti, che ti male al cervello.”

            A:
            “si ma questa è fantapolitica. di questa storia non ne hai mai parlato nessuno, neppure in un solo documentario e si che ne ho visti centinaia. ne si è menzionata una cosa simile in nessuna trasmissione fino ad ora”

            In meno di 3 ore? era meglio la bistecca finta o il pappone vero post risveglio?

            p.s. dubito che mai ne sentirai parlare in un documentario o in una trasmissione.

            toh ti regalo un articolo di una vera giornalista (che Dio la protegga)

            http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/america-fatta-maglie-miglior-giorno-presidenza-trump-155788.htm

          • ws

            La “rivoluzione mondiale ” era un “pregiudizio” ideologico del bolscevismo a cui stalin aveva poi dato una forte correzione con il suo “socialismo in un solo paese” ma che dominava ancora entrambi i campi , “capitalista” e ” socialista”, entrambi convinti di uno scontro inevitabile che avrebbe lasciato solo uno in vita.
            Nella fattispecie Stalin aveva correttamente capito che il “grande capitale” gli avrebbe tirato contro i “fascismi” in auge dopo la crisi del ’29 e dopo aver inutilmente cercato di evitare lo scontro riuscì a deviarlo in uno scontro interno al “campo capitalista”, dal quale però si preparava a cogliere dei vantaggi geopolitici .
            Non fu infatti per “sbadataggine” che i tedeschi sorpresero nel 1941 il dispositivo militare sovietico in posizione “avanzata”

          • marcoferro

            certo che i tedeschi nei primi anni di guerra erano formidabili, inarrestabili. hitler ci mise del suo facendo alcuni errori madornali come per esempio permettere di fuggire a 400 mila soldati inglesi da dankerque. hanno fatto pure il film in questi giorni. ma anche attaccare l’unione sovietica, mai attaccare la russi è la prima lezione. me lo confermò pure il nonno della mia ex tedesca che combattè a stalingrado col generale von paulus…..

          • Verklarte46

            Lo storico ed ex-spia del kgb si chiama Viktor Suvorov e il libro si chiama “Hitler-Stalin, la rivoluzione bolscevica mondiale”. E’ il primo libro di una trilogia dedicata all’argomento. Un libro ancora poco conosciuto. Non ho ancora letto i successivi.

          • Gianox
          • Verklarte

            Molto interessanti

          • Gianox

            Non so se ha attinenza col libro che mi menzionava sopra.
            Forse sì.

      • gli “eletti” sono gli unici vincitori

      • Carlo Robotti

        L’osteria era chiusa e sei veuto qui a ruttare?

        • ThreeFiddy

          ti svelo un segreto-segreto.
          sai perchè ancora oggi lasciamo fare qualsiasi cosa ad israele (ed anche perchè i missili nucleari israeliani sono puntati sulle capitali europee)? perchè in quegli anni l’equazione comunista=sionista andava per la maggiore, a torto o a ragione.

          tutti i paesi che hanno vinto, chi più chi meno, hanno contribuito al genocidio. la WWII doveva ripulire il mondo dai comunisti. fu un errore e continiamo a pagarlo. non la mission, quella era giusta, ma la cura fu sbagliata e la russia addirittura aumentò la sua sfera d’influenza.

          pochi sanno che dopo l’invasione dei sudeti la polonia invase il nord della cecoslovacchia, non viene raccontato spesso perchè nuoce alla narrativa, paese che minacciava di finire sotto l’influenza comunista. è un discorso talmente lungo che non è possibile affrontarlo qui. e probabilmente non con te.

          chiediti perchè gli alleati non si sono mai presi la briga di bombardare le ferrovie che portavano ai lager.

          inutile ricordarti che la farben non era che una divisione di un’azienda americana… poi nazionalizzata, ovvio erano nazional-socialisti. evviva la storia, e chi la conosce.

          altre cose che non sai.

          la p2 era formata da VERI patrioti che cercavano di riguadagnare la sovranità del paese.

          ogni strage avvenuta in itaglia da portella della ginestra in poi era opera di cia e mi5 (e poi 6).

          moro è stato un bene che sia morto.

          napolitano era il referente della cia per le br.

          questo personaggio:

          http://belhistory.weebly.com/ronald-stark.html

          è dietro alla strategia post 76 delle br. quella più sanguinolenta ed illogica

          PER GLI AMICI AMERICANI CHE LEGGONO, APPOGGIO IN PIENO LA VS STRATEGIA ED I VS PIANI. CONTINUATE COSì.
          tengo famiglia.

          • Carlo Robotti

            La narrativa manca di qualche bella gnocca in costume aderente, uno sfondo stellare artificiale e poi puoi vendere la sceneggiatura per il prossimo StarTrek
            (è della CIA anche quello….fidati, lo ha detto Attivissimo che c’ha lavorato dentro, ma e’ un discorso talmente lungo che non è possibile affrontarlo qui)

          • ThreeFiddy

            continua credere ciò che ti rende più felice, non è certo un mio problema. ma mi incuriosisce che cosa ti irrita al punto di diventare maleducato, sei forse giapponese e odi i pareggi?

            prova a cercare la pagina di ronald stark su wiki. dici che non c’è? strano, c’è quella del gabibbo

            (pagina wiki del gabibbo)
            https://it.wikipedia.org/wiki/Gabibbo

            ma non quella di Stark.
            (nessuna pagina wiki di stark)

            http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1985/01/25/misteriosa-morte-di-stark-uomo-della.html

            http://www.archivio900.it/it/documenti/doc.aspx?id=154

            http://www.beppegrillo.it/2010/03/1943_cosa_nostr.html

            https://stragedistato.wordpress.com/tag/ronald-stark/

            p.s. guarda di che anno è l’articolo di repubblica.

          • Carlo Robotti

            Irritato? per nulla, le farneticazioni, soprattutto quelle basate su repubblica mi fanno ridere.
            Hai solo ragione sui falsi nella storia raccontata oggi ma devi risalire a molto piu’ indietro, molto.
            PS
            ahhh allora il Piano Rinascita è robbba buona da patrioti…ahh

            PS2
            la tipa non va bene sulla Enterprise, ballano troppo.

          • ThreeFiddy

            repubblica del 1985, non di oggi.
            dai, non conoscevi stark ed ancora ti devi riprendere. la verità fa quell’effetto. prima ti sei arrabbiato, ora sei al rifiuto, arriverà l’accettazione.

            il magistrato che rilasciò stark ha fatto una grande carriera. il poliziotto che indagava su stark è morto. incidente stradale.

          • dimmi una cosa TF, chi erano i soviet, mi è d’obbligo ricordarti che circa il 90% dei personaggi chiave avevano tutti il taglietto al pisello…

          • marcoferro

            il taglietto lo potevano avere anche alla testa è la stessa cosa…

          • bella questa XD

          • ThreeFiddy

            appunto, è quello che ho scritto io. la guerra era al comunismo.
            ma gli ebrei americani, ad esempio non lo erano. era, appunto un errore. se metti l’acqua dentro ad un bicchiere piglierà la sua forma. capisci? l’acqua di per se, non ha forma, il contenuto prende la forma del contenente.

          • il comunismo si fonda sui principi rabbinici che levi ha preso in prestito dallo zio moses hess.
            DI fatto levi non ha inventato un bel nulla, ha solo fatto sua un’ideologia più vecchia di Matusalemme

          • Gianox

            Non sono d’accordo. O meglio, secondo me occorre fare una precisazione: la seconda guerra mondiale è stata combattuta non contro il comunismo, ma per il comunismo.
            La prima guerra mondiale è servita per distruggere le monarchie cristiane che erano il principale ostacolo alla diffusione del comunismo, la seconda è stata fatta per far vincere il comunismo, attraverso le lotte partigiane.
            La Germania, come suo solito, ha svolto la funzione di utile idiota, cioè del cattivo cui addossare tutte le colpe per rendere il comunismo come qualcosa di desiderabile.

          • ThreeFiddy

            conta i morti comunisti, russia+cina+ebrei (poveracci, lo dico davvero senza ironia. centravano davvero poco)

            e quelli non comunisti.

            chi ha vinto?

            l’utile idiota l’ha fatto il giappone. e si è beccato l’atomica.
            la spagna ha fatto da miccia. e da spauracchio.
            dio benedica francisco franco.

            germania e giappone già alla fine dei 50 erano più che rampanti, l’itaglia poco dopo.

            la russia non si è mai definitvamente ripresa, la cina è uscita dal medioevo negli anni 90.

            p.s. PIO XII è stato uno dei Papi più importanti della storia. Se non siamo (stati) comunisti, lo dobbiamo a Lui. (ed allo Zio Sam)

          • Gianox

            Hanno vinto loro, i comunisti.
            D’altronde, che cosa è mai un olocausto?
            In termini tecnici, l’olocausto è un sacrificio di animale: l’animale viene ucciso e quindi bruciato, immolandolo così ad una divinità per ottenere delle grazie.
            E cos’altro è la Shoah se non un sacrificio, non di animali ma di umani, con tanto di roghi in forni crematori, per ottenere una qualche grazia?
            Ecco, in questo caso gli olocausti sono serviti a far vincere il comunismo.

          • ThreeFiddy

            nope my friend, nope.
            paesi comunisti oggi?
            1, se non sbaglio, la NKV.
            i cosacchi bolscevichi non hanno abbeverato i cavalli a san pietro. la russia è stata riconvertita al Sacro Cuore di Maria, la profezia non si è avverata per intercessione divina.

            ancora oggi i commie sbavano rabbia contro Pio XII e lo Zio Sam. è la rabbia degli sconfitti.

          • Gianox

            Eh, ma la Russia si è salvata perché Stalin, vedendo Stalingrado, e con essa l’intera Russia, sul punto di crollare, si è preso paura e si è ricordato di aver studiato in seminario in gioventù.
            Così, ha fatto tirare fuori da chissà quale magazzino polveroso una vecchia icona (non ricordo se una vladimirskaya), l’ha messa su un aereo e l’ha spedita a vegliare sul campo di battaglia.
            Inoltre, tieni presente che a quei tempi in USA spadroneggiava un certo FDR: un vero socialista, perché il New Deal era socialismo, e servo della FED che non esitava a fare un uso spregiudicato dell’IRS pur di far fuori i suoi avversari politici. E quando neanche l’IRS bastava più, si ricorreva a metodi più spicci: colui che avrebbe dovuto essere l’avversario di Roosevelt alle elezioni del 1936, il senatore Huey Long, che avevo accusato FDR di essere servo della banche, morì assassinato prima che potesse iniziare ancora la campagna presidenziale.
            E guarda caso l’assassino portava un nome ebreo.

          • ThreeFiddy

            E guarda caso l’assassino portava un nome ebreo…

            qui si entra in un campo davvero pericoloso, quando vuoi qualcosa con tutte le tue forze, da 2000 anni, sei disposto a sacrificare molto. mi fermo qui.

            sono discorsi veramente pericolosi… per chi li fa.

          • Gianox

            Ti devo contraddire: avevo già segnalato io un paio di giorni fa a Bottarelli il continuo sciame sismico in Idaho.
            Monitoro quasi tutti i giorni i terremoti del mondo, ed i terremoti avvenuti nel sud est dell’Idaho negli ultimi giorni si contano a decine.
            Tra l’altro, segnalo che in Messico, poche ore prima che vi fosse quello spaventoso terremoto di oltre l’ottava grado della scala Richter, sono state avvistate strane luci nel cielo.

          • ThreeFiddy

            no gianox, nooooooo!
            http://www.riverjournal.com/vivvo/news/2208-idahonowopen_fracking_noell_072011.html

            http://www.latimes.com/nation/nationnow/la-na-nn-idaho-quakes-20140415-story.html

            https://sputniknews.com/us/201501041013420131/

            magnitudo comprese nei limiti dei terremoti da fracking, composizione del terreno adatta a generare terremoti da fracking, come in emilia.

            le luci? a quello era dovuto il noooooo:

            https://it.wikipedia.org/wiki/Luce_tellurica

          • valentino

            Sì ma chi creò, aiutò e finanziò il comunismo? Sempre “loro” a quanto pare:http://www.centrosangiorgio.com/piaghe_sociali/comunismo/pagine_articoli/rivoluzione_d_ottobre_e_supercapitalismo.htm

          • Gianox

            Posto anche a lei queste immagini:
            https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/21077671_1525020870890890_4102492094254853803_n.jpg?oh=53750e6ecf16b6fe1b2bb0f26d99d6e4&oe=5A533077
            Verrebbe da pensare che i due campi pur apparentemente così avversi siano stati finanziati dagli stessi attori, a giudicare da queste immagini così somiglianti.

  • 73stema

    Mah . . mi guarderei dagli investimenti delle petromonarchie. Pecunia olet.

  • paolosenzabandiere

    STAVOLTA NON SONO D’ACCORDO. NOTIZIE DISCORDANTI.

    I sauditi sono sempre stati la terza gamba di quell’alleanza con Usa e Israele che ha combattuto come la peste ogni tentativo di democrazia tra I mussulmani. A questo è servito il golpe contro Mossadeq e la “disperazione” voluta del popolo palestinese. I sauditi hanno offerto petrolio agli usa e terrorismo prima palestinese e poi isis ad Israele e poi a usa/ Israele. In cambio hanno potuto regnare indisturbati per 70 anni, cosa che con la democrazia tra gli arabi si sarebbero sognati.

    Come Israele si sarebbe sognato di esistere se non avesse saputo usare il terrorismo palestinese per i suoi fini e per fronteggiare la bomba demografica palestinese inducendo molti ebrei, con il terrore, a rifugiarsi in Palestina.

    È vero che i tempi cambiano Ma gli Usa hanno dato oltre 100 miliardi di armi ai sauditi poche settimane fa e per I russi aiutare il programma nucleare di chi ha finanziato l’isis raffreddando di fatto i rapporti con l’Iran mi sembra una tale sciocchezza

    • valentino

      Se Putin si porta via l’Arabia Saudita di fatto chiude il rubinetto dei petrodollari americani. Senza sparare un colpo fa saltare in aria gli USA, se gli riesce una cosa simile da un lato avremmo un’occidente rappresentato dalla carta, dall’altra un oriente rappresentato da risorse naturali ed immense quantità d’oro

      • paolosenzabandiere

        Ovviamente spero che tu abbia ragione anche se mi è chiaro chi sono stati I sauditi.

  • ThreeFiddy

    dimenticavo Botta,
    che l’altro giorno lavoravo e non avevo il tempo.

    terremoto in idaho, fracking
    come per l’emilia. (sarà uno sciame sismico che durerà mesi, forse anni. potrebbe risalire al pianura padana … finito in 3 settimane)

    https://www.rt.com/usa/central-idaho-rocked-hundreds-earthquakes-992/

    ma no dai, sarà un complottone anti trump.

  • Rifle

    L’Arabia Saudita è semplicemente un sistema dittatoriale plutocratico che deve continuamente guardarsi le spalle, temere paesi vicini e anche il proprio irritabile popolo mantenuto in modo assistenziale.

    Riad ha preso atto che gli USA, particolarmente in M.O. e generalmente nel mondo, stanno perdendo terreno e perciò comincia a venire a patti con i nuovi vincenti, tra questi i russi.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi