“USA perdono? Al complesso militare-industriale conviene”.

Di Maurizio Blondet , il - 136 commenti

Invasi l‘Irak e l’Afghanistan, sostenuti gli alleati nell’aggressione a Libia e Yemen, provocate insurrezioni in Ucraina e in Siria, imprese  finite in impantanamenti con milizia poco fidate,  e noi crediamo di capire che la superpotenza sia in declino, visto che non vince mai…”Ma non sarà che l’impantanamento  sul campo di battaglia sia nell’interesse degli Stati Uniti più  che la vittoria? Il complesso militare-industriale guadagna da queste guerre interminabili”: è la conclusione a cui arriva – finalmente –  un musulmano, Asad Durrani.

 

Il curriculum di Durrani è di tutto rispetto. Nato a Lahore Pakistan nel ’41, generale, formatore di ufficiali nella Military Academy, nel 1975 ha seguito il corso di stato maggiore alla Führungsakademie della Bundeswehr a Amburgo; attaché militare a Bon (980-84), è nominato poi capo dei servizi segreti militari del Pakistan e dal 1990, direttore del potente  “Inter-Services Intelligence” (ISI), l’organo che, in stretta collaborazione strategica con la CIA, ha  – fra l’altro – creato i talebani  per combattere i  sovietici in Afghanistan. Del jihadismo fanatico è uno degli artefici e conoscitori, insomma; ed è stato anche un “amico” degli americani nelle operazioni più inconfessabili. Ha finito la carriera militare come ispettore generale della formazione comandando l’Accademia militare del Pakistan. Poi è stato ambasciatore a Bonn (2000-2002) e in Arabia Saudita; dal 2006 al 2008 è stato ambasciatore in Usa.

“Nel maggio 2006”, scrive con undersatement il Durrani, “ho conosciuto un generale americano a riposo che era divenuto direttore di una società militare privata che era stata incaricata di addestrare l’esercito afghano. Si sa bene che queste compagnie private forniscono spesso alle reclute una cattiva  formazione allo scopo di prolungare i loro contratti. Del resto alcuni di noi sanno che nessun esercito, né afgano né il più potente, può garantire la stabilità di un paese che può essere raggiunta solo per consenso tribale.  Ovviamente i miliardi di dollari stanziati per “aiuti militari” consentono dei bei profitti.  La metà degli 8 miliardi di dollari degli aiuti offerti a Kabul va anzitutto agli attori militari.

Eisenhower aveva messo in guardia contro il sistema militare-industriale

“E le armate mal formate sono una pacchia per costoro. Indovinate  chi aveva “addestrato” le truppe irachene che si sono disintegrate davanti all’attacco dello “Stato Islamico”. La lobby bellicista era entusiasta; scontenta della decisione di Obama nel 2011 di ritirare le ruppe dall’Irak, l’industria dell’armamento ha ritrovato la sua euforia quando la comparsa di Daesh ha obbligato a ridispiegare le truppe.  Nel 2014,in una conferenza, certi  esponenti afghani e americani espressero la loro gratitudine per Bagdhadi [il capo dell’IS].  Che sollievo! Avevano scongiurato il prossimo ritiro della NATO dall’Afghanistan! Chi non capisce come mai le grandi potenze occidentali non riescono a battere lo Stato Islamico, ora può rispondersi.

E questo è niente in confronto ai profitti e mazzette di vendite di armi occidentali al mondo arabo. Gli stati del Golfo non hanno  né le capacità intellettuali né i mezzi reali per usare armi troppo moderne acquistate a miliardi di dollari.  Se il loro possesso ha spinto i sauditi a bombardare i miseri yemeniti, i veri vincitori sono i mercanti  di morte che hanno mantenuto aperta e  ben lubrificata la catena di rifornimento e manutenzione.

[…] quando un conflitto è lanciato, si sviluppa da solo; non occorre intervenire, se  non per soffocare ogni tentativo di farlo finire; e questo è il gioco degli Stati Uniti.

[…] L’offerta dei talebani di riconciliarsi col regime di KArzai nel 2002 è stata rifiutata dal Pentagono, che allora aveva pieni poteri a Kabul. Da allora in poi vari tentativi di arrivare alla pace sono stati sabotati dagli Stati Uniti;  ultimo,  nel maggio 2016, l’assassinio di Mullah Mansur,  la persona che aveva mandato i delegati talebani a colloqui di pace a Doha. Il fato che ciò sia accaduto solo quattro giorni dopo la decisione del Quartetto afgano di rilanciare i negoziati di pace, non è un caso e non lascia alcun dubbio sulle intenzioni dei colpevoli. Gli sforzi del Pakistan di negoziare coi militanti delle proprie zone tribali sono stati ugualmente sabotati. Il comandante Nek Muhammad, con cui il nostro governo aveva fatto un accordo  nel 2004, è stato la prima vittima di un attacco americano per drone. Nel 2006, lo stesso giorno in cui la nostra missione di pace doveva rendere parte a una jirga nel Bajaur, novanta bambini son stati uccisi in un altro attacco americano con drone su una madrassa locale. Si tratta di mantenere il caos….”.

Il resto del testo di Durrani lo lascio al volonteroso lettore.

Make Hay While the Barn Burns

A noi resta una domanda ingenua: e se anche gli attacchi insensati ed inspiegabili del terrorismo islamico nelle piazze d Londra e Barcellona  o di Parigi, servissero  agitando l’imprendibile islamismo fra noi, a convincere l’opinione pubblica ad accettare di prolungare guerre senza fine che non si possono vincere, allo scopo di ingrassare il complesso militare-industriale?  Domando.

L’articolo “USA perdono? Al complesso militare-industriale conviene”. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • televisione falsa

    Sicuramente è vero ma ci sono anche altri motivi

  • cagliostro

    in siria avrebbero fatto volentieri a meno di perdere,

  • Nieuport

    Ma è così da sempre. Per esempio Ahmed Yasmin, cieco e paralitico, il fondatore di Hamas, e Abdel Aziz al-Rantissi di Hamas sono stati uccisi da missili israeliani nel 2004 subito dopo avere offerto una tregua di 10 anni e il possibile riconoscimento di Israele.

    • Winston Smith

      L’unico posto per i terroristi di Hams è sotto terra…

      • what you see is a fraud

        L’unico posto per i terroristi Israeliani , quelli che curano i feriti dell’Isis e’ sottoterra .

      • Il rasoio di Occam

        L’unico posto per i sion-nazisti è sotto terra

        • Winston Smith

          Con i sinceri auguri che tu possa precedermi (ed anche presto) BRUTTO PEZZO DI MERDA.

          • Il rasoio di Occam

            Te la sei presa perché ho insultato i nazisti paragonandoli ai sionisti? Hai ragione, scusami, i nazisti in confronto ai sionisti erano dei santi. Il mondo non meritava questa maledizione. Ah, a proposito, grazie per avermi allungato la vita…

          • Winston Smith

            No, ho insultato i nazisti paragonandoli ad uno stronzo come te…. insulto decisamente pesante per un nazista.
            Comunque il primo ad insultare sei stato tu; si vede che non hai nessun altro argomento.

  • –<>– –<>–

    È la “strategia del caos” teorizzata da Leo Strauss e praticata dai neocons.
    Prepariamoci in europa per il prossimo nemico immaginario, ormai il califfato è annientato e l’isis è agli sgoccioli.
    Chissà cosa si inventeranno gli strateghi del/la katz, il radicalismo islamico ha un pò rotto e non tira più come prima, ci vuole qualcosa di nuovo.

    • ws

      Su questo sbagli , ancora qualche milione di “migranti” sorosiani e il caos in europa non se ne andrà più ,

    • televisione falsa

      Possono usare il clima come arma oppure qualche bel virus

    • Carlo Prosperi

      L’ invasione aliena. Ci stanno preparando al “contatto”, hawkins ha già avvisato che gli slieni saranno ostili

  • Nicola Albano

    Il livello di profitti del complesso militare-industriale americano è direttamente proporzionale al livello di caos geopolitico del pianeta.

  • nathan

    “E se anche gli attacchi insensati ed inspiegabii..”

    Ma non erano tutti pianificati con tanto di comparse?
    M’arrendo.

    • ws

      ma è facile da capire , insensati ed inspiegabili dalle “brave”persone ma pianificati da quelle “cattive”

      • nathan

        Si, ok.
        Evidentemente trovi un filo logico matematico immaginario in ciò che hai appena scritto.
        Convincerti della sua improbabilità o del contrario sarebbe come convincere un credente che la vita è inutile,
        Meglio dedicare tempo e risorse ad .altro.

        • Buon Giorno

          Sei un ingenuo se pensi che non esista il terrorismo di stato.

          • ws

            forse crede ancora che dei pecorai potevano guidare un 737 a vista avendo frequentato (male) una scuola per cesna…😎

  • hurom

    l’ america si regge esclusivamente sui profitti generati da guerre e distruzioni.
    ma si definiscono “i paladini della giustizia”.
    guerra sul campo, guerra climatica, geoingegneria, guerra alla salute… tutto genera profitto.
    ma non si faccia l’errore di pensare che il potere e il denaro sia ciò che li determina:
    loro , da rettili satanisti quali sono, desiderano, auspicano, pianificano senza tregua per portare SOFFERENZA E MORTE alla razza umana, razza che loro odiano, a cui “loro” ovviamente non appartengono.

    • televisione falsa

      …. e l’umano permette questa atrocità perché fanno fare tanti soldi , perché oggi l’umano si è venduto l’anima e la vita a i soldi , i soldi sono più importanti della vita dei bambini, QUINDI ATTENZIONE A QUESTI 12 VACCINI OBBLIGATORI che fanno fare tanti soldi alla casa farmaceutica che li produce e allo Stato italiano attraverso le tasse che la casa farmaceutica pagherà allo Stato italiano

      • hurom

        certamente, per loro i soldi, che loro stessi creano dal nulla e che disprezzano, sono lo strumento con cui corrompono eserciti interi di esseri umani che si vendono ai masso-demoni per avidità di denaro e potere , e diventano i carnefici dei loro stessi simili.
        il decreto legge lorenzin ne è l’ennesimo esempio calzante.

        • televisione falsa

          Un altro esempio è l’immigrazione in Italia e in Europa, con l’avidità di soldi saremmo tutti fottuti

    • Winston Smith

      Se non ci fossero gli statunitensi, ci sarebbe qualcun altro… e probabilmente sarebbe ancora peggiore.

      • hurom

        peggio di quella congrega di satanisti pedofili sionisti odiatori della razza umana non può esserci nulla. cancellati gli usa, il mondo si avvierebbe ad un epoca di pace e prosperità, e forse la fine del kali yuga potrebbe proprio essere questo la decomposizione del deep state con tutte le diaboliche cariatidi e mostri che la popolano

        • Winston Smith

          Dimenticato il Lexotan, per caso ?

  • Mario Rossi

    Egregio Blondet, rispondo umilmente alla sua domanda da fedele lettore.
    Partendo anche da tesi più volte espresse da Bottarelli, il quale vede «l’imprendibile islamismo» come strumento nelle mani dei governi per limitare le nostre libertà.
    Io invito tutti a mettersi l’anima in pace, e a considerare quanto segue.
    L’Islam è per sua natura intrinseca una religione espansionista e praticata troppo spesso in modo violento; le nostre società hanno solo due possibilità di fronte a questa realtà: combattere e reagire in tutti modi, o soccombere; la storia non ha insegnato nulla?
    Vi siete dimenticati le parole dei colleghi della spia CIA 31enne uccisa in Afghanistan, raccontare del fanatismo con cui i “terroristi” correvano incontro alle pallottole americane?
    Poi, non metto in dubbio che ci siano governi, frazioni, partiti agenzie governative fuori controllo, che da questo casino traggono un loro vantaggio di parte, con la stessa miopia politica con cui i granducati italiani guardavano con malcelato compiacimento la caduta di Bisanzio.
    Ma a mio -modestissimo- parere sottovalutare il pericolo derivante dall’avanzata demografica e culturale islamica, significa avere messo la propria firma su una sentenza di condanna a morte per asfissia.
    Per quanto mi riguarda, o noi o loro, tertium non datur.

    • Nicola Albano

      Tutto condivisibile, ma il vero espansionismo aggressivo a suon di bombe della religione laica chiamata USA degli ultimi 20 anni l’ha persa di vista ?

      • Mario Rossi

        Assolutamente no.

    • ws

      ma è proprio per questo che ce li hanno messi in casa, il fanatismo islamico è un “ottimo” fattore di caos
      Comunque concordo che ADESSO o noi o loro, tertium non datur

      • hurom

        io parlerei più di mentalità islamica, che già da sola basta a farci dire o noi o loro, il fanatismo appartiene ad una sparuta minoranza.
        fossero quasi tutti fanatici, gireremmo oper forza di cose armati di tutto un pò, mazze, armi, spray, bastoni… sarebbe guerra civile a tutti gli effetti, e i nostri allevatori non lo permetteranno mai.

    • maboba

      Sono d’accordo.
      http://www.tempi.it/lislam-ci-costringe-a-interrogarci-sulla-nostra-identita-europea#.WbQw-NV-rIU
      http://www.tempi.it/jaccuse-lislam#.WbQjR9V-rIU

      Tuttavia questa impostazione di tipo storico-strategico non gode di molto successo perché non soddisfa abbastanza le pulsioni complottiste che pure hanno molte ragioni, ma che appunto tendono a “sottovalutare”, come dice lei.

      • Mario Rossi

        Grazie del link, vi ho trovato riflessioni interessanti.
        Comunque sappia che mi sono delocalizzato in un Paese di Visegrad, almeno per gli ultimi anni che mi rimangono da vivere, voglio godere del mio diritto naturale ed irrinunciabile di vivere tra simili, senza essere costretto a subire il lavaggio del cervello quotidiano buonista sulle panzane multiculturaliste.

  • ws

    Sì, si puo’ governare una società complessa creando e gestendo il caos, ma solo finché alla fine il caos “governerà” da solo.
    Da “superpotenza” a “superimpotenza” in solo una generazione; gli U$A ci stanno fornendo uno spettacolo mai visto prima

  • Giulio Larosa

    Scusate ma x lucrare sulle spese militari mica è necessario fare guerre e x di più non vincerle! Pensate ai miliardi divorati da una sottospecie di ministero che era il ns esercito negli anni 50, 60, 70! Questi vorrebbero stravincere ma non ne sono capaci grazie a dio!

    • cagliostro

      perche ora scherzano?
      basta dare un colpo d’occhio al bilancio, f 35 docet

      • what you see is a fraud

        Ci sono le guerra e ci sono anche trilioni di dollari PERSI dal pentagono in pochi anni . Sembra che quella gente ha disperatamente bisogno di ragioneri . …….. I soldi non bastano mai . oltre ad avere bilanci fantastici a causa delle guerre organizzate , lo spreco di soldi e’ infinito , ma dove vanno a finire 10 trilioni di dollari ?
        Speculazione mia 1) …… Ricerca spaziale segreta con tanto di basi spaziali su altri pianeti del sietma solare ……
        2) Costruzione di tunnells e basi sotterranee comunicanti con treni a trazione magnetica
        Ma questa e; un’altra storia

        https://www.activistpost.com/2017/03/10-trillion-missing-pentagon-no-one-not-even-dod-knows.html

        La morale della favola e’ che gli USA servono solo a fare guerre , supportare progetti segreti nascosti alla popolazione mentra i cittadini vengono sfruttati e i posti di lavoro vengono esportati . Ci sono oggi 95 milioni di cittadini in cerca di un lavoro stabile . E l’infrastruttura USA sta cadendo a pezzi .
        Questi fatti significano che gli USA non si possono permettere quelle spese astronimoche . Ce’ bisogno di una rivoluzione cruenta negli USA .

        • cagliostro

          come tutti gli imperi, vivono sulle spalle delle colonie, il problema di questo impero è che con le sue politiche e con comportamenti dissennati, sono gli autori della loro distruzione, sia morale, che economica,
          la storia si ripete, gli amerikani lo stanno facendo piu velocemente di altri,
          speriamo che cadendo non facciano troppi danni.

          • Winston Smith

            L’impero romano iniziò il suo lento declino quando non riuscì più a vincere le guerre…

          • cagliostro

            tutto cominciò col declino demografico. I legionari, tornati a casa dopo anni di leva, mal si adattavano a una condizione di lavoratori che, quanto a profitto, li metteva a livelli quasi servili. Così andavano a ingrossare la plebe urbana, cui panem et circenses gratuiti non mancavano. Le virtù stoiche della pietas e della fidelitas alla res publica vennero meno, e il contagio, al solito, partì dalle élites. Nelle classi alte si diffuse l’edonismo, per cui i figli sono una palla al piede. Coi costumi ellenistici dilagarono contraccezione, concubinaggio e divorzio, tant’è che Augusto dovette emanare leggi contro il celibato. Inutili. Anche perché, secondo i medesimi costumi, l’omosessualità era aumentata in modo esponenziale. Roma al tempo di Cesare aveva un milione di abitanti: sotto Romolo Augustolo, l’ultimo imperatore d’Occidente, solo ventimila. Già nel II secolo dopo Cristo l’aborto aveva raggiunto livelli parossistici,
            si ritrovò con intere legioni composte da barbari che non tardarono a chiedersi perché dovevano obbedire a generali romani e non ai loro capi naturali. Metà di loro erano germanici, e si sentivano più affini a quelli che dovevano combattere. La spinta all’espansione era cessata quando i romani si erano resi conto che, schiavi a parte, in Europa c’era poco da depredare. I barbari, invece, vedevano i mercanti precedere le legioni portando robe che li sbalordivano (e ingolosivano). Si sa come è andata a finire.

          • Winston Smith

            Anche e sopratutto, in considerazione dell’ammonimento di Augusto a non
            espandere ulteriormente i confini, maturato all’indomani del disastro di Teutoburgo (Varo Varo Varo, rendimi le mie legioni) e lasciato come testamento politico alla sua morte.
            Ammonimento disatteso unicamente da Traiano…

  • Dilio Donnini

    le guerre conviene vincerle, però se non le si può vincere, che almeno non finiscano…

  • Carlo Robotti

    Tutto quadra e anche di piu’.
    E’ proprio coerente con il disprezzo dell’ordine, della regola, l’avversione e l’odio nei confronti del cosiddetto “fascismo” (che è ordine) è nel DNA della ideologia regnante sfruttare il caos, caos anche sociale (immigrati, rom, dal’est…)
    L’andazzo generale lo puo’ spiegare bene Proietti
    https://www.youtube.com/watch?v=X07DXmlFEE4

    • Buon Giorno

      Infatti demonizzano sempre di piú il fascismo perché sanno che all’aumentare del caos aumenta il desiderio di ordine nella popolazione.

  • Gianox

    Parafrasando l’opera del filosofo della scienza Thomas Kuhn, cui si deve l’idea che il progresso scientifico non sia un processo lineare ma un processo che avviene attraverso cambi di paradigmi (tali per cui un insieme di teorie, leggi e strumenti che definiscono una tradizione di ricerca, cioè un paradigma appunto, una volta entrate in crisi per una serie di anomalie vengono sostituite da un nuovo paradigma), ecco che c’è in corso un cambiamento di paradigma nel modo in cui le nostre società vengono governate.
    Una volta vi erano le monarchie aristocratiche, in cui il potere del re veniva accettato in quanto proveniente da Dio; poi, a seguito degli ideali della rivoluzione francese, che potrebbe essere interpretata come una sorta di rivoluzione scientifica in senso kuhniano, si fece avanti l’idea ottocentesca delle monarchie costituzionali; a seguito della prima guerra mondiale, un altro fattore esogeno che si configura come una rivoluzione scientifica delle scienze sociali, ecco il crollo pressoché definitivo dell’idea stessa di monarchie e l’affermazione delle repubbliche; ed infine, dopo la seconda guerra mondiale, nascone le democrazie moderne, in realtà stati socialisteggianti, laici e di diretta filiazione comunista, con cui si afferma in maniera definitiva l’idea che la sovranità derivi dal basso.
    Oggi la democrazia è uno di quei paradigmi di cui parlava Kuhn: la gente comune non riesce a concepire una società che non sia “democratica”, tanto è radicato in essa, quasi in maniera religiosa, questo paradigma.
    Che il terrorismo, oltre che ad incrementare le commesse del comparto militare, sia il nuovo fattore esogeno con cui dar vita all’ennesimo cambio di paradigma che porterà ad un nuovo ordine mondiale?

    • yuk yuk

      il paradigma democratico mi pare ancora funzionale ad uno stato dove il potere è accentrato alle elite finanziarie e il controllo è gestito attraverso il feticcio della paura, al massimo può essere richiedere il superamento delle sovranità “locali” nel superstato. Piuttosto se si verificasse una grave crisi finanziaria e economica potrebbe esserci spazio per un ritorno agli indipendentismi e della lotta civile.

    • Winston Smith

      Tranquillo…. tra poco Macron & Merkel ce la daranno una società non più democratica; e sarai accontentato.

    • Buon Giorno

      Analisi perfetta.

      Non é un caso se dopo Trump e Brexit da sinistra si sono levate voci sempre piú critiche contro il suffragio universale.

  • Questo articolo doveva uscire l’11 settembre. Perché è la data in cui sono iniziate le guerre che non dovevano essere vinte. Iniziato il terrorismo come mezzo di formazione del consenso. Iniziata la criminalizzazione del dissenso.

    • hurom

      già corea e vietnam non dovevano essere vinte e solo trascinate più a lungo possibile, con immenso dispendio di risorse e vite umane, e così è stato.

  • hurom

    l’ america si regge esclusivamente sui profitti generati da guerre e distruzioni.
    ma si definiscono “i paladini della giustizia”.
    guerra sul campo, guerra climatica, geoingegneria, guerra alla salute… tutto genera profitto.
    ma non si faccia l’errore di pensare che il potere e il denaro sia ciò che li determina:
    loro , da rettili satanisti quali sono, desiderano, auspicano, pianificano senza tregua per portare SOFFERENZA E MORTE alla razza umana, razza che loro odiano, a cui “loro” ovviamente non appartengono.

  • johnny rotten

    Questa era la tesi di fondo di Francis Ford Coppola nel film Apocalypse Now, ed è anche vero che le guerre possono essere assimilate agli investimenti fatti nei paesi poveri ad opera di organizzazioni governative e fintamente non governative, dove è stato appurato che il 90% e più degli stanziamenti finisce nei lauti stipendi del personale di quelle organizzazioni, il resto in corruzione, è vero che lo schema è identico però non penso basti a spiegare le guerre ed i morti, a mio avviso c’è molto di più, si chiama geopolitica, infatti le guerre non scoppiano a kazzo in un qualsiasi angolo del mondo, ma sono indirizzate attorno a risorse importati e a snodi commerciali altrettanto fondamentali, questo allo scopo di indebolire l’avversario geopolitico, che nell’epoca attuale risiede in Asia, e se non è possibile appropriarsene a proprio vantaggio allora va anche bene seminare il caos, una volta si diceva avvelenare i pozzi, strategia messa in atto ad esempio dagli inglesi con la creazione dei regimi wahabiti e similari, anche isisraele può essere letto in questo senso, come pure i torbidi scoppiati ad orologeria nelle Fillipine ed in ultimo nel Myamar, non è poi così astratto il concetto che sia l’impotenza a governare la geopolitica occidentale in questa fase storica, perchè tutto il passato sta lì a dimostrarci che se si possono vincere le guerre si vincono, sono troppi i vantaggi dati da un’occupazione diretta di popoli e risorse.

    • Winston Smith

      Se continui ad impantanarti in conflitti, senza nessun ritorno economico; rischi solo di logorare te stesso, più che l’avversario.

    • Caio Giulio

      La tesi di fondo del capolavoro di Coppola era che le guerre non si vincono con l’ipocrisia quando il nemico è disposto a tutto. Oltretutto Coppola aveva girato tre finali alternativi ma alla fine ha prevalso il politicamente corretto dove Kurtz viene massacrato ed il “buono”, ormai giustamente folle, torna a casa, mentre pare che il regista volesse che lo stesso invece prendesse il comando della tribù e continuasse la missione del Colonnello. Ma era troppo per i produttori.

      • johnny rotten

        La tesi del film è tutta nelle parole di Kurtz, l’unico che voleva combattere e vincere la guerra davvero, infatti se la va a fare da solo con successo, ed è per questo che gli yankees lo fanno fuori, perchè non hanno interesse a vincerla, cosa per altro ben spiegata nel libro di Michael Herr, Dispacci, da cui il libro prende ispirazione, e di cui è stato co-sceneggiatore.

  • Ernesto Allegretti

    I poteri che hanno condotto al massacro i popoli europei nelle guerre mondiali hanno determinato che L’Europa ha dovuto delegare la propria difesa e soprattutto la politica strategica agli U.S. In questo modo siamo stati condannati all’irrilevanZa al punto che interessi economici degli altri dettano le nostre scelte politiche. .. vedi la crisi dei migranti che ha assunto queste proporzioni per non urtare i partner islamici degli U.S

  • Giovanni Netto

    raffronto tra il probabile esercito europeo e quello russo…….

    https://uploads.disquscdn.com/images/848c600fe9ee61f89bc1792e2f14195e1b030ebc2da1a0e17572c43c95811909.jpg

    quelle sopra cinque comari isteriche che al massimo potrebbero fare da “spalla” a Wanna Marchi

    sotto… una macchina da guerra………….

    chi vincerà secondo voi?

    • Gianox

      Anche la Francia ha un ministro della difesa donna.
      Come siam messi…
      A questo punto credo che lo facciano apposta.

      • what you see is a fraud

        Sono tutti paesi conrollati dai Kazzari . Quando si sveglieranno gli Europei forse sara’ troppo tardi .

      • Carlo Robotti

        La foto sopra è eccezionale!!
        Marionette adatte ad indorare la pillola al popolo bue (la pillola non è la guerra ma le tasse) mentre chi comanda veramente non si mostra.

    • cagliostro
    • Winston Smith

      Vorrei sfidare quelle 5 comari a ‘Risiko’…. scommetto che riuscirei a vincerle tutte, anche se si coalizzassero contro di me.

    • Lupis Tana

      le donne in politica… mah, pessimo affare per chi le ha in parlamento… t l

    • marcoferro

      sembra che devono andare in gita a Montevergine quelle fallite inutili…

      • ittymixe

        Si, ma nel giorno riservato ai FEMMINIELLI

    • Caio Giulio

      Quando si dice pussy generation, eccone la perfetta immagine.

    • le comari XD

  • paolosenzabandiere

    BLONDET, MA QUALE DOMANDA INGENUA…

    Noi abbiamo evidente, chiaro, sulla nostra pelle di italiani, nella nostra memoria, cosa sia stata la strategia della tensione, la strage di Stato. Quindi la sua diventa quasi domanda retorica.
    Come retorica è la domanda su a chi ha fatto comodo il terrorismo isis e prima palestinese.

    Chi ha avuto l’interesse a trasformare una religione dormiente come era quella mussulmana 70 anni nella religione della ribellione totale all’Occidente?

    Non è difficile rispondere e lei lo sa meglio di tutti.

    • maboba

      Non era “dormiente”. Semplicemente prima dell’arricchimento con i proventi del petrolio non avevano nemmeno gli occhi per piangere, né tantomeno per una rivalsa contro l’occidente cristiano, cosa che però avevano sempre nell’animo. L’Islam è sempre quello di 1000 anni fa
      http://www.tempi.it/jaccuse-lislam#.WbQjR9V-rIU

      • paolosenzabandiere

        Grazie per avermi risposto ma permettimi di dire che ti mancano alcune elementi per l’analisi. Innanzitutto in quegli anni glivarabiverano molto attratti dall’occidente e l’alcool scorreva a fiumi poi solo ieri ho scritto qualcosa in merito. Poniti il quesito: Come mai Usa e Israele sono alleati dei regimi più fondamentalisti? La risposta non è difficile.

        “I sauditi sono sempre stati la terza gamba di quell’alleanza con Usa e Israele che ha combattuto come la peste ogni tentativo di democrazia tra I mussulmani. A questo è servito il golpe contro Mossadeq e la “disperazione” voluta del popolo palestinese. I sauditi hanno offerto petrolio agli usa e terrorismo prima palestinese e poi isis ad Israele e poi a usa/ Israele. In cambio hanno potuto regnare indisturbati per 70 anni, cosa che con la democrazia tra gli arabi si sarebbero sognati.
        Come Israele si sarebbe sognato di esistere se non avesse saputo usare il terrorismo palestinese per i suoi fini e per fronteggiare la bomba demografica palestinese inducendo molti ebrei, con il terrore, a rifugiarsi in Palestina.
        È vero che i tempi cambiano Ma gli Usa hanno dato oltre 100 miliardi di armi ai sauditi poche settimane fa e per I russi aiutare il programma nucleare di chi ha finanziato l’isis raffreddando di fatto i rapporti con l’Iran mi sembra una tale sciocchezza.”

  • Winston Smith

    La guerra contro Milosevic’ però la vinsero….

    • In alleanza con l’UCK, appoggiando un gruppo islamista contro una nazione cristiana. Eterna infamia ai leader europei che andarono dietro all’america come dei cagnolini.

      • Winston Smith

        Concordo… ciò che intendevo dire che probabilmente in quel caso era, alla fine, decisamente più facile.

      • Lila

        vaticano compreso

      • Carlo Robotti

        Beh, da noi c’era D’Alema, che cosa ci si poteva aspettare? un qualche sussulto morale? ma dove e in quale film?

        • ThreeFiddy

          d’alema è l’unico politico itagliano che, da premier, ha chiesto la revisone del trattato fra usa ed itaglia del 54, del quale, il contenuto, non è mai stato velato.
          a seguito della vicenda del cermis:

          https://it.wikipedia.org/wiki/Incidente_della_funivia_del_Cermis

          all’indomani della sentenza emessa dal tribunale militare della north carolina, assoluzione per ashby, d’alema comunicò agli americani che per l’itaglia era arrivato il momento di rendere pubblico il trattato del 54, che associato a quello del 51, rende l’itaglia (e l’agermania (alfa privativo), ed il giappone stati a sovranità limitata). poi non se ne fece più niente.

          pillola rossa robotti. pillola rossa.

          • Carlo Robotti

            Appunto, non se ne fece niente.
            Chiedere una cosa (che cosa?) su una cosa di cui nessuno sa niente, come vogliamo chiamarla?
            Stupidità? Trucco per fare la figura del ‘duro statista nazionalista che fa gli interessi della Patria’ (quando sa che tanto non ottiene niente) ? Marketing?
            A me pare , con quello che si vede oggi, la migliore spalla di Renzi (modello poliziotto buono-polizioto cattivo) con classici trucchi da avansettacolo teatrale (finte, mosse e contromosse).

            Sarebbe una dimosrazione quella? di cosa?

            (basta ho sprecato troppo tempo)

          • ThreeFiddy

            beh, la risposta 1 è non rompere il cazzo agli americani se il tuo stato non ha una propria sovranità, e loro la posseggono. in effeti, dopo, a d’alema non ha detto tanto bene.

            ma la vera risposta era solo darti una info che non credo conoscessi, corretto? non tanto per d’alema, quanto per il trattato del 54.

            robotti, no harsh feelings for u, e tu?

            p.s. un altro che l’aveva scordato era craxi, ‘memba sigonella. anche lui non è finito tanto bene.

      • Sergio Andreani

        Tutti tranne Bossi e la Lega Nord.

        • Ronf Ronf

          Ok, peccato che il crollo elettorale di Bossi alle Europee 1999 (causato anche dalla vicenda serba) ha costretto la Lega a far l’alleanza con Berlusconi-Fini-Casini con pessimi risultati…

          • Sergio Andreani

            Per colpa degli italioti che, come al solito, non capirono un cazzo.

      • maboba

        Eterna infamia. Ben detto

  • Winston Smith

    Le ricchezze presenti nella Roma erano il frutto delle spoliazioni delle provincie conquistate, sia sotto forma di saccheggi che di tasse…. il declino dell’impero avvenne in conseguenza delle crescenti difficoltà militari (spiegabili in tutta una serie di fattori come suggeritomi quimsotto dall’amico @cagliostro) che trasformarono le guerre da offensive a difensive, e quindi econimicamente non più convenienti.
    Anche le guerre infinite di Afghanistan, Siria ed Irak; conflitti che si trascinano da oltre quindici anni, e ben lungi dal terminare…. convenienti sia alle varie industrie di contractors (e catetering), sia a molti alti papaveri gallonati del Pentagono (leggi tangenti) ma che si stanno trasformando in un pozzo senza fondo per il contribuente americano e senza nesun ritorno economico.

    • paolinks

      Concordo. Blondet ha ragione a far notare che il complesso militare-industriale ingrassa. Ma tale complesso e’ stupido, perche’ sta uccidendo l’organismo ospite. E senza l’impero alle spalle, verranno divorati dai loro colleghi russi, cinesi, ecc…

    • Il rasoio di Occam

      I problemi dei contribuenti americani sono pari a zero. Gli USA finanziano il pozzo senza fondo delle guerre senza fine coi dollari stampati dalla FED. Soldi a palate, finché il mondo li accetta. Finché le guerre fanno comodo ai padroni della FED non ci saranno mai problemi. Sion comanda negli USA.

      • Winston Smith

        Giusto… fintantoché il mondo li accetta.
        Ma mi sembra di aver letto, sopratutto qua dentro, che Russia e Cina (quest’ultima una economia di primo ordine otamai) stiano cercando di creare un sistema alternativo al greenback#/i> basato sull’oro.

      • Winston Smith

        La continua svalutazione del sesterzio fu una costante dell’intero impero romano; almeno a cominciare da Nerone; Commodo poi fece una cosa molto eclatante.
        Ciò però non impedì certo la caduta.

      • uno dei migliori commenti che io abbia mai letto
        DICO SUL SERIO

      • Buon Giorno

        Finche il mondo li accetta: dopo si ritroveranno con montagne di ferraglia militare inutilizzabile.

    • nevenbridge

      “crescenti difficoltà militari” non sono una causa ma un effetto.
      Le guerre si vincono con il ferro non con il denaro 🙂
      L’uso di mercernari è il preludio alla disfatta, è una cosa matematica.

  • Sandro

    È ovvio che è così. Quando le lobbies industriali tengono per le palle la politica niente succede per caso.
    Così come per quelle finanziarie, il QE non finirà mai perché la festa dei soldi gratis è lo “sballo” del secolo e così anche per quelle farmaceutiche, malattie debellate riaffioreranno, il cancro non sarà mai sconfitto, non conviene, ma tutt’al più si terrà sotto controllo con farmaci costosissimi.
    È disarmante parlare con persone, tantissime purtroppo, che credono ciecamente che la scienza e la politica operino per il loro bene nel senso più ampio del termine. Per il settore finanziario qualche scettico comincia ad esserci ma niente di serio in fondo.

    • marcoferro

      intanto ieri è successo questo senza che nessun notiziario abbia detto una solo parola…http://palaestinafelix.blogspot.com/2017/09/mentre-loccidente-si-trastulla-coi.html#comment-form

      • Buon Giorno

        Perché non sono notiziari ma propagandari di Washington.

        • marcoferro

          ma hai visto che brutto ceffo nella foto ? lo hanno chiamato antropoide ah ah ah ….

      • Winston Smith

        Io però esulto anche quando Sion elimina qualche maiale di Hamas ed Hizbollah…..
        @Buon Giorno
        @Sandro

  • marcoferro

    io mi ricordo ancora quello che mi disse un colonnello americano quando venne in visita alla base dove ero militare a Viterbo. parlando del vietnam disse: quella guerra non era fatta per vincere, ma perche durasse…già all’epoca era questa la dottrina. come recitava il titolo del film di Albero Sordi: finchè c’è guerra c’è speranza. quel famoso discorso è sempre valido oggi più che mai. https://www.youtube.com/watch?v=ltFgYASod-U

    • Disca

      “….ah, pure un quarto d’ora prima”. Che grande!!!

      • marcoferro

        ah ah è questo che mi ha sempre colpito, l’ipocrisia della sua famiglia, sopratutto del piccolo andreotti con la erre moscia…almeno lo zio è più coerente.

    • Caio Giulio

      Avevo pensato la stessa cosa.

      • marcoferro

        i soldi fanno venire la vista ai cecati…intanto io qua sto subendo l’uragano, di striscio fortunatamente poco vento ma piogge torrenziali..

        • Caio Giulio

          Ho amici in Florida.. speriamo bene che non perdano tutto.

          • marcoferro

            li stanno proprio in mezzo. certo che hanno causato più danni questi uragani harvey e irma ai merighi che anni di guerre. si parla se non ho sentito male di 200 miliardi di dollari di danni…

          • Caio Giulio

            I danni ancora non sono finiti, visto che ci sono almeno un altro paio in arrivo, forse anche peggio. Certo non si erano mai visti tanti disastri di questa portata in breve tempo.

          • marcoferro

            mi sembra che il prossimo sia josè, uragani così forti sono anche frutto di questo clima impazzito. siccità nel sud europa, e in italia abbiamo la tropicalizzazione del paese. forse per questo quella bambina è morta di malaria. la zanzara non l’avrà portata nessuno ma sarà venuta da sola seguedo il calore…

          • Caio Giulio

            Oddio, da sola non credo proprio, ma forse adesso una qualche domanda sulla geo ingegneria finalmente si farà, alla faccia di chi ride sulle “scie chimiche” da buon coglionazzo.

          • hurom

            ieri ero a prendere le uova dal mio vicino , un anziano contadino.
            stava scavando in giardino per fare una vasca e mi faceva vedere come il terreno fosse completamente secco a 1,5 mt di profondità.
            non ha mai visto una roba simile mi diceva, e quando è così arrivano “le malattie per tutti “

        • hurom

          tu stai prendendo le propaggini di katia. irma è un altra cosa si sta abbattendo adesso sulla florida e saranno cazzi per tuttiun vero mostro di geoingegneria

    • ti hanno dato il pollice in su i migliori utenti di questo sito, sia chiaro io non sono fra questi XD

  • Lorenzo Ghiselli

    Amico caro, te lo dico da amico: fatti li caxxi tua… No dai, seriamente: prima o poi ti suicideranno x metterti a tacere.

  • Disca

    Insomma, gli Usa come gli stradini comunali. “se facciamo bene le strade poi come cazzo facciamo, non si aprono le buche quando piove….”

  • Lupis Tana

    grazie a tutti dei filmati, veramente belli… esaurienti, meglio di 1000 parole.
    thanks anche a Blondet che è diventato un ottimo regista. t l

  • nevenbridge

    versione abbastanza libertaria della caduta di roma. E’ di parte ma ci sono molte verità. I grandi imperi si disgregano dall’interno.
    Quando si promuovono gl interessi di pochi per gli interessi di molti, il tutto condito da schiavitù e mancanza di disciplina tutto crolla.
    https://www.youtube.com/watch?v=qh7rdCYCQ_U

  • Buon Giorno

    A cosa servirebbero i sottomarini lanciamissili, i bombardieri strategici, i missili intercontinentali, i caccia invisibili, i carri armati hi-tech, le 13 superportaerei e la loro scorta di navi e sottomarini di attacco, senza una Russia tornata forte ed una Cina che si rafforza, contro cui combattere una Nuova Guerra Fredda per molti decenni?

  • Davide

    Oggi tocca alla Siria domani tocca al Venezuela………………….

    https://uploads.disquscdn.com/images/e04a483172a43103175ea0938674d13c6288d9a776511fe4925edda092dc51ee.jpg

    • Caio Giulio

      Sai che non lo credo proprio? Il Venezuela si cucina da solo, visto che la pentola bolle da anni.

      • Davide

        Si in fondo i polli finiscono nel forno e il regime venezuelano oltre che pollo è un regime profondamente corrotto però mi sembra stupida l’ abbondanza di eccidi spesso gratuiti dispensati allo scopo di salvaguardare un impero.

    • cosa c’è scritto sulla prima porta a sinistra?

      • hurom

        afghanistan direi

        • si, credo tu abbia ragione ^^

        • Winston Smith

          Buona Talebania… 😉

      • Davide

        Non si riesce a leggere in ogni modo la scelta dei nomi è vasta.

    • Winston Smith

      o al bimbo minkia NK 🙂

  • Caio Giulio

    La guerra infinita è un concetto da fulminati come al solito, visto che alla fine qualcuno l’ha sempre persa, e sempre la perderà. Ma loro sono troppo “eletti” per aprire un cazzo di libro di storia.

  • Rifle

    Ottima tesi ma questo è ancora peggio della guerra di conquista.

    La guerra fine a se stessa.

    A furia di avvelenare gli altri rimarranno avvelenati loro stessi.

  • luciano tomasini

    Non credo sia solo il complesso militare e le industrie a esso collegate le uniche in grado di fare profitto producendo negli usa mazzette incluse.

    Mi sembra molto il divide et impera molto usanto nell’epoca d’ora dell’impero romano piccolo stati (allora tribu) mantenuti guerra fra di loro.
    In più visto che la razza Bianca sta diminuendo in quanto si fanno molto meno figli (sono un bianco anch’io) e le alter razze/religioni no o molto meno questo è un modo per equilibrare le dinamiche demografiche.

    Poi in un paese devastato da una Guerra civile senza un governo forte centrale è più facile accaparrarsi le risorse (ho forse detto petrolio, ho forse detto Libia) giocando sulla rivalità dei vari capetti.
    Consiglio un libro di giulietto chiesa “E’ arrivata la bufera” letto con la dovuta capacità di critica e non preso come oro colato da molti spunti di riflessione su questi argomenti.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Commenti Recenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi