Verrete Spazzati Via in 9 giorni, e Ve lo Fanno Anche Vedere

Di FunnyKing , il - 141 commenti

Qui potete apprezzare l’obbligazione subordinata TOYs  “R”  (industria storica di giocattili americana) scadenza 2021.

Si tratta di una obbligazione ad altissimo rischio CCC- con rendimento oltre 7% per capirci che da ieri è diventata D come Default perché Toy ha portato i libri in tribunale.

Non ci trovate qualcosa di strano, anzi di agghiacciante?

Dunque 15 giorni di borsa aperta fa (quindi 3 settimane contando Sabati e Domeniche), questa obbligazione spazzatura valeva 100. Si si proprio 100, restituiva tutto e veniva prezzata al 100% sul mercato, e lo faceva con il rating da suicidio CCC- ovvero un piccolo passo dalla bancarotta assoluta che per una subordinata vuole dire ZERO, ne capitale, ne interessi.

Poi è passata a 98 per cinque sedute, poi 90,75 e giu giu fino a 15 in 9 giorni di borsa aperta.

Ed è così che le certezze che avete sui vostri soldi in banca, nei bot, nelle obbligazioni verranno probabilmente spazzati via alla prossima normalissima recessione. In pochi giorni, da sicurezza a ZERO.

Senza preavviso.

E’ il combinato disposto dell’azzardo morale e della distorsione dei prezzi dovuta all’intervento delle banche centrali. I prezzi degli asset tradizionali sono binari, 100 o zero.

Cioè nella maggior parte dei casi valgono proprio zero, ma fino a quando suona la musica del banchiere centrale e non ci sono intoppi si trova sempre qualcuno che ve li paga 100….. salvo poi che “sotto” non c’è nulla.

Popcorn per tutti.

 

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • land 110

    come non darti ragione
    prepararsi a vivere semplicemente altro che tesla

  • Laura

    Ed ecco spiegata la manipolazione del prezzo di bitcoin: stanno solo facendo le prove ufficiali, gridano alla truffa,fingono di bannare le crypto e regolamentare le ICO, in realtà sono alla frutta e vogliono essere sicuri di poter mettere le mani su blockchian e cryptovalute appena il mercato esploderà.
    Ed ecco anche perchè se ne escono con trovate assurde di voluntary disclosure sui contanti!!!
    Prepariamoci, il botto sarà davvero epocale e non ci daranno tempo dopo, possiamo solo anticiparlo ora.

    • Flavio Bosio

      Allora sei de coccio….
      SVEGLIA!!! La manipolazione del prezzo dei Bitcoin è data dal fatto che le valute con le quali sono scambiati sono FAKE!!!

      https://www.xrpchat.com/topic/3412-can-gateways-create-any-amount-of-issuance-they-want-for-any-currency/

      Più chiaro di così, vi serve un disegnino? Ve lo devo tradurre?

      • Fabrizio Bertuzzi

        io, da non addetto ai lavori, ho veramente bisogno di una traduzione.
        grazie

        • Flavio Bosio

          La spiegazione dettagliata di cosa si intende per Gateway la trovi qui
          https://ripple.com/build/gateway-guide/

          Nella sezione Gateways Explained, tenendo però presente che un Gateways può ricoprire simultaneamente anche tutti e tre i ruoli.

          In pratica *chiunque* (onesto o disonesto, capace o incapace che sia) può essere un Gataway, in parole povere è l’azienda che consente di entrare ed uscire dalle criptovalute e può operare anche da exchange (dato che è integrato nel protocollo ripple stesso).
          Il Gateway è praticamente sempre un Issuing Gateway, in pratica tu mandi 100€ al GW e lui ti accredita 100€.gw che successivamente potrai utilizzare per acquistare quel che ti pare, ma in questo processo c’è un problema non indifferente, il GW può creare €/$.gw in maniera illimitata ed utilizzarli per fare offerte verso qualsiasi asset (Bitcoin) ed è la funzione dei Market Maker, garantire la liquidità degli scambi.
          Non serve un genio per capire che questo potere illimitato e totalmente discrezionale nelle mani della persona o delle persone sbagliate può arrecare gravi danni.

          Ovviamente il denaro, quello vero resta fuori da tutti questi scambi, resta parcheggiato sul conto corrente della società presso una banca o distribuito ai propri soci/azionisti, quello che l’utente finale ha in mano è solo uno IOU, una promessa di pagamento emessa da un pinco pallo qualsiasi che non è in nessun modo obbligato ad onorare, dato che da nessuna parte sta scritto che un $.gw corrisponde ad un dollaro reale emesso dalla Federal Reserve.

          Per cui finché continueranno ad arrivare polli disposti ad acquistare Bitcoin o altre cripto tutti saranno felici e contenti ma non appena il giochino si dovesse interrompere e cominceranno i riscatti ci si accorgerà che i CC di quelle società sono stati svuotati da tempo ed a quel punto saran dolori.

          Ad aumentare ulteriormente il rischio c’è il cosiddetto meccanismo delle trust lines che lega diversi GW tra loro creando una specie di domino esattamente come è avvenuto per il sistema bancario, aggiungiamoci un pizzico di leva con cui praticamente tutti gli exchange stanno cominciando a lavorare e la ricetta per il disastro è bella che servita, il tutto in un mercato poco o nulla regolamentato.

          Quindi dire che un Bitcoin vale 4000$ quando in realtà vale 4000$.poloniex/bitstamp/gatehub è palesemente una truffa bella e buona, dato che nessuno al mondo può garantire che i suddetti $.FAKE saranno convertibili in valuta fiat nè a quale prezzo.

          • cagliostro

            è il dubbio che mi ha assillato dal primo momento,

          • Fabrizio Bertuzzi

            adesso ho capito,
            grazie.

          • Fabrizio Bertuzzi

            Eidoo che sta facendo FK e’ pure lui un gateway?

          • Flavio Bosio

            No, è semplicemente l’ennesimo tentativo di fare soldi sfruttando la moda del momento, ma si sa, le mode sono passeggere e per trarne vantaggio bisogna anticipare i trend, non seguirli.
            A mio avviso le ICO sono già roba vecchia, il progetto avrebbe dovuto partire 2/3anni fa per raccogliere frutti, ora è troppo tardi.

          • Chiedo venia se non capisco nulla di economia e Bit e Bat e roba varia, ma sono nato ai tempi della vecchia lira e delle 500 lire d’argento. Vengo al sodo: se tu avessi, diciamo 50.000 € in un cc bancario che cosa faresti per evitare che “marciscano” improvvisamente?

          • Flavio Bosio

            Personalmente stavo trasferendo “tutto” il patrimonio in Philharmoniker d’oro da 1oz prima dell’ultimo rally ed un fastidiosissimo intoppo burocratico dovuto alle *”bizzarre regole” della zecca austriaca, nonché ad una loro assurda gestione contabile.
            Quindi il mio suggerimento è: ordini da 10 oz così arrivano nel blister (tubetto di plastica) con sigillo olografico di garanzia, in caso di ordini multipli non pagare immediatamente al ricevimento della conferma d’ordine via mail ma attendere qualche giorno perchè tendono a raggruppare gli ordini inviando un altra conferma d’ordine con un nuovo numero che consente di fare un singolo bonifico ma genera un gran casino se hai già pagato e paghi due volte come nel mio caso.

            *bizzarre regole:
            Max quantitativo per spedizione 20oz
            Max valore in € per spedizione 15.000 (ipotizzo per problemi assicurativi)

            Si capisce che le due regole non vanno d’accordo dato che 1oz è oltre 1100€
            https://www.muenzeoesterreich.at

          • Non c’ho capito un tubo, però grazie lo stesso!!!

          • Halexjan Hale

            Investi una terza parte del capitale in oro. un altro terzo in terreno agricolo in zona impervia. il rimanente in una valuta non a rischio o beni durevoli necessari.

          • ..perchè mai zona impervia? Grazie.

          • Halexjan Hale

            Diciamo una zona abbastanza lontana dai centri urbani e dalle grosse vie di comunicazione. In tal modo, non essendo interessante dal punto di vista logistico è più difficile ti venga confiscato.
            Inoltre se ci coltivi qualcosa, hai meno probabilità di nutrire i ladri. Ed è meglio difendibile. Meglio se hai un fiume o torrente nei dintorni.

          • il franco svizzero può essere considerato una valuto “non a rischio”?

          • Halexjan Hale

            Per il momento si. Vedo bene anche il rublo o il renmimbi. Stanno accumulando fisico come se non ci fosse un domani.

          • Grazie mille!! Volevo solo chiederle se le monete che lei indica posso ordinarle alla mia banca (che chiaramente mi ha sconsigliato anche per il costo) o a chi altri? E conveniente aprire un conto in svizzera e trasferirci una parte del mio piccolo capitale? Grazie ancora.

          • Domenico

            Fare all-in sull’oro????? Tu sei matto.
            E poi critichiamo aspramente chi ha destinato una piccola parte di credito in cryptovalute, oltretutto studiandosele.

          • Flavio Bosio

            Si potrebbe dire lo stesso di chi è all in nel dollaro, nell’euro o nelle rupie indiane.

          • Domenico

            Trovati un buon consulente finanziario INDIPENDENTE, cioè non un promoter della banca ma un consulente che paghi a prestazione, costo fisso analizza la tua situazione e ti propone una strategia di investimento in funzione delle TUE esigenze.
            Non pensare mica di trovare la soluzione ad un commento su un blog. La gente non ti conosce, non sa cosa fai e quanto guadagni, non sa che contesto familiare hai, se hai figli, che aspettative e sogni hai di qui ai prossimi anni. Tutte cose che in una consulenza finanziaria vanno valutate.
            La consulenza dovrà riguardare un po’ tutto, sia prodotti finanziari, sia commodities (oro e metalli), sia assicurazioni laddove ce ne fosse il bisogno.
            Non si investe MAI tutto in qualcosa, evita come la peste chi ti da una sola risposta di investimento per TUTTO il tuo patrimonio.

          • Gengis Cane

            Delle belle sterline d’oro.

        • potrebbe essere una canzone dei Dimmu Borgir
          ho indovinato?
          XD

      • Laura

        Io de coccio, ma hai capito a cosa mi riferisco?
        No vabbè, lascia stare, dal tuo commento si capisce che hai ragione sempre e solo tu.
        Vai genio!

  • Annibale Mantovan

    Concordo. Se e quando ci sarà il crollo sarà senza preavviso…come Lehman Brothers…però penso che durerà come nel ’29 sia in termini di correzione che di tempo. Non oso pensare a tempi più rapidi o correzzioni in termini di valore più ampie in quanto tutto è possibile…Certo…se lo Yuan fosse veramente d’ oro, se il rialzo tassi …, se scoppiasse qualche bombetta nucleare su una città americana…meglio non pensarci e sperare che la gente metta un pò di sale nella zucca!

    • Flavio Bosio

      Nel ’29 la borsa funzionava “alle grida” ed i processi erano analogici, oggi è tutto digitale ed in pochi secondi si può scatenare l’inferno.
      A questo servono i Market Maker, a garantire liquidità affinché il giochino possa continuare.

      • Annibale Mantovan

        Diciamo che il crollo ammazza borse avrebbe già dovuto esserci nel 2008 dopo il fallimento lehman…o anche prima nel 2001 con le torri abbattute con la gente dentro…boh! Sembra che trovino sempre il sistema di tenere su le quotazioni visto che il controllo sul denaro con il digitale è assoluto! ….è sufficente digitare denaro, inventandoselo, e creare domanda!

        • nicola

          Flavio Bosio, aspetto ansioso una tua risposta.

          • Flavio Bosio

            La risposta l’ho già data, “Market Maker” loro sono i bari è ovvio che non puoi vincere contro una banca che può creare IOU praticamente in maniera illimitata e acquistare qualsiasi asset a qualunque prezzo.

            Il gioco è truccato, non è un mistero.

        • Cruciverba

          E indovina chi vince …

      • Winston Smith

        Adesso non fanno a tempo a pubblicare gli annunci di vendita delle case, che sono già vendute.

  • Disca

    Più che popcorn sarebbe auspicabile dotarsi del paracadute….

    • Cruciverba

      Non c’è paracadute per il collasso di un sistema monetario …

      • luis

        se si suddividono i propri averi tra coin, metalli prezioni fisici, e altri beni fisici, forse qualche cosa si salva. Non tutte le uova nello stesso paniere è sempre la regola migliore, secondo me

        • Cruciverba

          Concordo ma sono palliativi . Nel collasso di un sistema monetario soprattutto qualora repentino , l’ordine sociale salta con tutte le conseguenze che questo comporta .

          • luis

            è successo diverse volte nella storia, ma poi si riprende. Certo che nel transitorio devi barcamenarti, sopravvivere, ma poi con quello che hai salvato, specie se sono beni fisici, puoi ricominciare. Non dura mica all’infinito. A meno che non arrivi un asteroide

          • Non sono così palliativi, di fronte a un crollo sistemico questi saranno un bel patrimonio.

      • Flavio Bosio

        Al contrario, il paracadute giallo c’è, ma non ci saranno abbastanza paracadute per tutti i passeggeri al momento del lancio.

  • johnny rotten

    Buona la battuta sul sistema binario 0 o 100, oltrettutto realistica, potrebbe anche essere il preludio di una lunga serie di avvenimenti di questo tipo, non solo i titoli sono spazzatura ma lo sta diventando anche il denaro, è troppo fuori da ogni logica il denaro a tasso negativo, quanto realisticamente possiamo aspettarci che stia in piedi?

    • AnonimoSchedato

      Piccola osservazione: in passato c’è stato chi ha proposto il denaro a tasso negativo per mimare la realtà: nel mondo reale le mele marciscono se non le mangi (in quant tempo dipende dalle schif… dai metodi di conservazione, ma è indubitabile che non durano in eterno). E questo, con tempi diversi, vale per ogni bene tangibile. Anche le case crollano se non manutenute. Pensare che il denaro sia l’unico a non perdere valore se lasciato sotto il materasso è un po’ discutibile…

      • johnny rotten

        L’errore sta nel non considerare l’inflazione, che toglie naturalmente valore al denaro, da cui è chiaro che stampare denaro e prestarlo a valore minore a quelo nominale non ha nulla a che vedere con il decorso naturale delle cose, se uno vende mele fresche e sane le vende ad un giusto prezzo di mercato, se chi le compra le deve rivendere dopo un certo tempo è naturale che valgano di meno, se non altro pechè perderebbero di umidità e quindi peso, se poi il tempo è molto solo poche sarebbero ancora commerciabili, da cui la diminizione di prezzo, ma sono due questioni imparagonabili, il tuo paragone non regge.

      • Flavio Bosio

        Per quello buono è così, un kg d’oro lo puoi lasciare sotto il materasso per tutto il tempo che vuoi, sarà sempre un kg d’oro ne più ne meno.
        Ma di quello buono in giro ce ne sarà sempre meno….

        • AnonimoSchedato

          Nulla garantisce che venga ancora accettato come mezzo di scambio allo stesso valore. Anche per l’oro il valore lo fa la volontà di scambiarlo, o meglio di attribuirgli un certo valore.

          Certo, 5000 anni di consuetudine danno una certa sicurezza che sarà probabilmente così anche in futuro, ma riguardo al valore esatto, oscilla come quello di qualsiasi altra moneta-merce, ad esempio se il cibo diventasse veramente scarso per una catastrofe, la quantità di cibo acquistabile con quell’ora diminuirebbe sostanzialmente. Se la catastrofe fosse seria a sufficienza, l’oro potrebbe arrivare a non comprare più nulla di utile, anche se è difficile fare previsioni, specie agli estremi.

          • Flavio Bosio

            Figuriamoci con la carta….
            Da che mondo è mondo l’oro è sempre uscito vincitore da tutte le guerre valutarie e questo è un dato di fatto, nessuna valuta fiat ha mai performato meglio dell’oro nel medio/lungo periodo, e questo è un altro fatto.
            Se posso scegliere in quale valuta parcheggiare la mia liquidità non ho dubbi, scelgo la valuta più forte e questo è l’oro, non certo il dollaro, l’euro o gli zloti polacchi.

          • AnonimoSchedato

            Concordo (con un piccolo spazietto anche per l’argento, purtroppo in Italia ammazzato dall’IVA, non si sa mai, c’è n’è di più, è più adatto ad essere monetato e circolare davvero per le piccole transazioni quotidiane come usava in passato). Ma il performare meglio della carta non significa necessariamente rimanere nel nero. Cerchiamo di non illuderci. L’unico valore vero è la produzione, cioè il lavoro. Il lavoro dell’imprenditore che organizza efficacemente ed innova, dell’ingegnere che inventa nuove, più efficaci ed efficienti soluzioni a vecchi problemi, del medico che salva le vite, del investitore che rischia per creare nuovi prodotti, servizi o processi, dell’inventore che apre nuove strade, dell’artigiano che mette il suo saper fare nei suoi prodotti, del consulente che aiuta i suoi clienti a raggiungere i loro obiettivi e anche degli intermediari che agevolano gli scambi, ma soprattutto del lavoratore che produce.
            Il mezzo di scambio, la riserva di valore, non possono sostituire nessuno di questi, e riflettono sono la bontà di questi fattori. Senza il frutto del loro lavoro i mezzi non sono niente.
            Se continuiamo a distruggere professionalità, conoscenze, saper fare e volontà di lavorare bene l’oro non servirà quasi più a nulla, perchè alla fine non rimarrà nulla di valore da acquistare, prima si esaurirà il nuovo e resterà solo il buon prodotto del passato, poi con il tempo e l’usura anche questi ultimi scompariranno.
            Dovremmo imparare a misurare in modo assoluto e non relativo. Certo, relativamente chi avrà l’oro starà meglio di chi non l’avrà, ma potrebbe stare molto peggio di chi lo ha preceduto o anche di se stesso nel passato.

          • Flavio Bosio

            “L’unico valore vero è la produzione, cioè il lavoro”
            Mah, in vita mia ho conosciuto anche palazzinari che non hanno mai fatto un giorno di lavoro in vita loro e non se la passavano poi tanto male…
            Ho conosciuto anche latifondisti che non sono mai saliti su un trattore o una mietitrebbia affidando tutto il lavoro al consorzio agrario di zona e anche loro non se la passavano male…
            Ho conosciuto anche ricchi ereditieri che vivevano in hotel a 5 stelle con i dividendi della banca di famiglia fondata dal nonno e neppure loro si lamentavano d’esser disoccupati..
            Tutto è relativo.

          • AnonimoSchedato

            I parassiti esistono fintanto che esiste un ospite di cui nutrirsi.
            Senza il lavoro sottratto agli ospiti dovrebbero produrre qualcosa per sopravvivere (quantomeno procacciarsi il cibo) o scomparire.
            Comunque capisco che può sembrare solo accademia, anche se ui credo sia utile a capire di cosa si parla, e a farsi un idea di cio’ che è giusto o cosa non lo è, per vivere secondo i principi in cui si crede. Non ho la presunzione di convincere nessuno.

  • luis

    però quale percentuale del malloppo mettere sulla blockchain ?

  • Cruciverba

    La partita si fa interessante . Riusciranno le Criptovalute decentralizzate e la Blockchain a scardinare le valute fiat abusate e disintegrate dalle banche centrali ? Il fatto che un pappone come Dimon si è esposto contro Bitcoin certifica il fatto che i banchieri hanno una fottuta paura di venire tagliati fuori da un nuovo sistema monetario decentralizzato indipendente che non possono controllare/manipolare e da cui non possono guadagnare . Alla fine sarebbe veramente bello se le Cryptovalute fossero il killer nella stanza del vecchio sistema monetario morente.

    • luis

      però già ora i banksters stanno proponendo dei fondi basati su bitcoins. Faranno di tutto per guadagnarci anche su quello, anche se dovranno spremere per benino le meningi e poi sta alla gente capire dove sta la trappola. Il problema è proprio questo.

      • Cruciverba

        Sicuramente … questo un grafico dell’analisi tra il fondo

        Bitcoin Investment Trust (GBTC)della Fidelity e il sottostante Bitcoin.
        Praticamente trada al 100% sui valori del sottostante …
        I banchieri sono tradizionalmente dei “chiagni e fotti” professionali .
        https://uploads.disquscdn.com/images/bf4895ba24553c78e266dc671eb95c0f5fa61a1bf36ee74cb7f0dc9997821e97.jpg

        • Firmato Winston Diaz

          E il “sottostante” quale sarebbe?

          • Cruciverba

            Cosa non è chiaro delle parole ” Sottostante Bitcoin ” ?

          • Firmato Winston Diaz

            Un sottostante ricorsivo, solido come la roccia, dato che poggia su se stesso! 🙂

        • luis

          mi viene da pensare che abbiano fatto salire così tanto il fondo, allo scopo di farlo schiantare successivamente e in questo modo gettare discredito sul bitcoin sottostante, perché le banche si sentono giustamente minacciate dal diffondersi della criptovaluta

      • Flavio Bosio

        E questo a te sembra un buon segno?
        Loro si prendono dollari “buoni” ed ai polli vendono bitcoin o molto più probabilmente degli IOU emessi da qualche exchange che tra una settimana potrebbe già aver chiuso i battenti, e come sempre loro si appelleranno al profilo di rischio e ad una decina di righe scritte in piccolo in fondo al contratto.

    • Svicolone61

      Si, se la fanno sotto….
      In pochi minuti, governi e banchieri, che sono la stessa cosa, vedi Dimon e GS, rendono criptovalute illegali…..

      • Firmato Winston Diaz

        Piu’ che altro, 1, le criptovalute sono denaro puro, ennesimo trucco finanziario per fare soldi coi soldi, il paradiso temporaneo del trader, che drena risorse (anche umane) dall’economia reale (se e’ piu’ facile fare soldi giocandoli d’azzardo che producendo qualcosa), aggravando ancora di piu’ la situazione di cui qua dentro in questo sito di trader ipocritamente da anni ci si lamenta, 2, una volta spianata la strada ad una qualsiasi valuta elettronica, indotta la gente ad usarla, chi ne trarra’ l’ultimo vantaggio sara’ il potere del momento, che potra’ scuotere l’albero per appropriarsene quando vorra’ (succede per qualsiasi istituzione sociale) tracciando tutti fino all’ultimo cent, con buona pace della lotta contro l’abolizione del contante (succede persino per gli immobili, in italia, che saranno visibili e immobili, ma sono anche ben lontani dall’essere una valuta di scambio di uso pratico), 3, se questo e’ il futuro in cui speriamo, siamo proprio arrivati alla frutta, come civilta’.

        • Svicolone61

          I trader sono più utili dei medici. Sono fondamentali nell’allocare risorse, che è una delle cose più importanti in una società.
          Il problema sorge quando lo Stato vuole sostituirsi ai trader e crea ogni genere di squilibrio. Lunga vita ai trader!

    • Podeanu

      Tutti a comprare i fagioli e le verze dal contadino colle criptovalute.
      Se vi fucila da lontano vi ha detto bene.

      • Flavio Bosio

        Quello dei merchants in effetti è la rogna peggiore delle cripto, l’equivalente dell’ultimo miglio per le connessioni dati, interfacciare il contadino significa sobbarcarsi una mostruosa quantità di lavoro e rogne, pensiamo solo ai diversi sistemi operativi e dispositivi vari, solo aziende del calibro di Google, Apple o Amazon riuscirebbero a sviluppare qualcosa di funzionale ma i costi stratosferici e l’ovvia reazione di banche e governi bloccheranno lo sviluppo per anni.
        Manca anche una criptovaluta che sia redimibile ad un valore certo.

    • cipperimerlo

      Peccato che dopo che il pappone avesse parlato, .
      Non ci sono pasti gratis…

  • L’avete pure sentita l’ultima del padoan?

    A lui piacciono i contanti (che bravo! sembrava che fosse uno di quelli che aborriscono…), tanto da essere magnanimo a favore degli imboscatori di carta sonante, a patto che li usino a tasso zero per i BTP… voglio sperare che per la gente assennata che legge RC l’unica risposta sia una parola che inizia per s e finisce per ka.

  • Semplice

    Non credo che cialtronia sia sempre al centro dei pensieri di Funny anzi…bene per lui, ma credo ceh faccia riferimento proprio alla sconfinata emissioni obbligazionaria delle società private, queste si non coperte dalle banche centrali.

    Le banche centrali stanno coprendo le emissioni statali e parte di quelle buone private ma il resto è una fogna a cielo aperto.
    E’ altrettanto stupido pensare che se iniziano a saltare le realtà private…il porto sicuro rimanga sempre debito USA e krukko.

    I cagnacci stanno a quota 20K mld, senza contare il privato, i krukki sono esposti ai SOLI consumi esteri e contano sul marco svalutato, l’€, più una U€ che tenga sempre.

    Siamo su un filo di cristallo che non flette, non può farlo per sua natura, e può solo frantumarsi.

    C’è disperato bisogno di un evento grosso ed esterno alle vicende finanziarie.

    • Chiaramente le cose non possono andare avanti così.
      Chi vivrà vedrà.

      • AnonimoSchedato

        Il mercato può restare irrazionale molto più a lungo di quanto noi si riesca a restare solvibili.

        • ZeitGeist80

          L’ orizzonte temporale e’ tutto: noi siamo mortali mentre il Qe e’ stato creato per essere eterno e irreversibile. Pura dottrina dogmatica Draghi.

  • paolosenzabandiere

    Ma non era un gioco?

    Mammaaaaa!!!…

  • pol pot

    Per la microscopica percentuale di popolo che capisce un minimo ( cioè noi ) sono cazzi loro ….. credo che tutti abbiamo un po’ di giallo è un po’ di cryptovalute….quindi ribadisco sono cazzi loro……

    • Domenico

      Bisogna sempre fare un distinguo tra chi erra umanamente perché magari nessuno gli ha spiegato come funzionano le cose e chi persevera diabolicamente.
      Io sono sempre dalla parte della diffusione del verbo più che del “cazzi loro”. Non per qualcosa, ma prima e più gente capisce e sposta i suoi soldi di conseguenza prima questo sistemaccio crolla.
      Ovvio con chi persevera non ci perdo tempo e pazienza.

  • Pareggiamoiconti

    i volatili diventano sempre più dietetici… e numerosi

  • Christian Caiumi

    Siamo sempre lì, il motivo dell’interventismo delle banche centrali è per salvare l’insostenibile moneta unica in Europa e per coprire l’esosità del sistema imprenditoriale e finanziario privato nel resto del mondo, che paga da trent’anni stipendi da fame (ben al di sotto della produttività) costringendo tutta l’economia a funzionare a debito. Ma naturalmente la colpa è delle banche centrali brutte e cattive…

  • Albert Nextein

    Se non si fanno figli per chi si dovrebbero acquistare i giocattoli?

    • MaAncheNo

      Più che altro essendoci Amazon in pochi vanno a comprare i giocattoli in qualche negozio da 10000 metri quadrati.

      • Neofita

        Non è proprio così, il fascino stupito dei bambini portati in un grande negozio di giocattoli non ha nulla a che spartire con la banalità dell’acquisto online. Ma ci vuole qualità, e tanta

        • MaAncheNo

          E’ arrivato Geppetto con una spruzzata di De Amicis.

          Tra 10 anni non esisteranno più negozi come Toys R Us. Sono obsoleti.

          • Neofita

            Dipende. Dicevano la stessa cosa per i dischi in vinile, la cui produzione invece è addirittura in crescita. Il valore dell’aspetto esperienziale non è mai da trascurare

          • Flavio Bosio

            Sarà, oggi per la prima volta ho fatto la spesa alimentare da Amazon, risparmiato almeno due ore di tempo tra prendere la macchina, cercare parcheggio, coda alle casse e slalom tra le corsie e rotture di balle varie…
            Gran cosa.

          • Neofita

            Guarda, io la faccio ormai da anni con Esselunga a domicilio e nemmeno più mi ricordo come è fatto fisicamente il supermarket. Quello che volevo dire è che c’è una differenza tra l’acquisto online che ti toglie una seccatura e l’acquisto online che ti priva di un’esperienza

          • Flavio Bosio

            Vero, ma mi privo volentieri dell’esperienza Auchan per acquistare detersivi e carta igienica.

          • Domenico

            Come tutti i business si basa su un bisogno umano. Se in qualche campo del commercio retail esiste un fattore “esperienza” che farà piacere ad una certa fetta di consumatori vedrai che qualche imprenditore lo cavalcherà. Ovviamente rimarrà un settore di nicchia.

          • Neofita

            È proprio quello che intendevo. Chi vende sa che non si vende semplicemente un oggetto, ma tutta la rete emozionale che gli sta intorno

          • cenzino fregnaccia pettinicchi

            Lo stupore di vivere un’esperienza ha poco a che vedere con l’acquisto della cima di rapa e dei broccoletti.

          • Flavio Bosio

            Esatto, esco di casa per il prodotto fresco o il surgelato ma per tutto il resto c’è Amazon, e questo è un trend che potrebbe riportate in vita le botteghe di quartiere a scapito dei centri commerciali.

          • Peppino Prisco

            ancora ste stupidate dei dischi in vinile. li vendono ai decerebrati che non sanno dove buttare i soldi e si riempono la casa di anticaglie inutili. poi tutto sto mercato io non lo vedo da nessuna parte. diciamo che rispetto allo 0% dei CD il vinile vende lo 0,0001% del totale della musica.

          • Neofita

            Quello del vinile (che personalmente non comprerei mai) era solo un esempio di un acquisto che non è ovviamente legato al pezzo di plastica in sé, quanto al contenuto esperienziale dell’ascolto. Potremmo esemplificare con il retrogaming, il collezionismo in genere, oppure (per stare in un tema molto trattato in questa sede) chi cercherà un’autovettura a guida manuale nell’era dell’automat

          • MaAncheNo

            Non hai molta dimestichezza coi numeri, immagino:

            https://www.digitalmusicnews.com/wp-content/uploads/2016/08/LPEPsales2.jpg

          • Neofita

            Veramente nel grafico vedo la conferma di quanto ho scritto: i valori sono in salita. Non possono evidentemente tornare ai massimi storici, ma il senso di “nicchia” sta tutto lì

          • MaAncheNo

            Avrai anche notato che nel 1978 se ne vendevano circa 2,8 miliardi ed oggi (38 anni dopo) se ne vendono intorno ai 450 milioni.

            Se consideri che il mercato potenziale è cresciuto di 10 o 20 volte (stima per abbondante difetto, visto che il mercato di allora si limitava ai paesi occidentali più il Giappone) e se consideri il quasi raddoppio della popolazione mondiale da allora ad oggi…

            In sostanza, tornando al discorso iniziale, se Toys R Us et similia dovessero fare la fine del vinile, numeri alla mano, tra vent’anni ci sarà un negozio di giocattoli ogni cento, rispetto ad oggi.

            Io però credo che non ne esisteranno proprio e questo trend non riguarderà solo i negozi di giocattoli.

    • Massimo Decio Meridio

      Per i figli delle risorse forse ?

    • AndreAX

      Ma soprattutto è da che ero ragazzo io e volevo la Playstation figuriamoci adesso che sono alla 4

  • Winston Smith

    Qua sembra che il tutto debba crollare da un momento all’altro….
    Mentre le abitazioni non fanno a tempo a pubblicarne l’annuncio che sono già vendute…

    • Lorenzo Ghiselli

      Dove??

      • Winston Smith

        Una città dell’Emilia….
        Io e mia moglie vorremmo comprare casa, ma oggi pomeriggio è la terza volta che, rispondendo ad una inserzione, ci rispondono che l’abitazione in oggetto è già stata venduta.

        • Lorenzo Ghiselli

          Potrebbero anche essere inserzioni civetta… Cmq, io abito qua nella zona del sisma 2012 e qua se ha una casa da vendere è un problema, se hai un appartamento è un problemone. Il mercato è saturo, troppi immobili all’asta e la gente è poco propensa a fare dei mutui troppo lunghi.

          • Winston Smith

            Guarda, ieri pomeriggio, siamo poi andati a vedere un’abitazione verso le 16:00; era appena venuto una persona a visitarla ed un altro appuntamento era previsto per le 19:00.
            Diversi agenti immobiliari ci hanno confermato che la ‘vita’ di una inserzione è molto breve adesso; due/tre settimane al max.

          • matteo

            io sono a viterbo e ho la casa in vendita da 8 mesi e non sono riuscito a vendere…qui nella zona del viterbese i prezzi sono crollati e ci sono talmente tante abitazioni in vendita di tutti i tipi che l’offerta supera di gran lunga la domanda….
            non vi dico poi degli esercizi commerciali che saltano come birilli uno dopo l’altro…
            per sopperire alla mancata vendita la gente ( furfante ) affitta le case allo stato per farci venire i negri, col risultato che le zone residenziali si deprezzano ancora di più, la malavita aumenta ecc..è tutto uno schifo

          • Winston Smith

            La nostra impressione (mia e di mia moglie) è che attualmente le abitazione si vendano come il pane…. e non sto affatto scherzando.

          • Flavio Bosio

            Si tratta di capire chi farà l’affare della propria vita, se il venditore o l’acquirente, perchè una cosa è certa, uno dei due sta facendo una grande cazzata a vendere/comprare a questi prezzi.

          • Winston Smith

            Oggi pomeriggio abbiamo ‘fermato’ un appartamento a 130 mq. a poco più di 100.000 € a due passi dal centro….. ma è andato via a quel prezzo solo perché il proprietario aveva fretta di vendere.

          • Flavio Bosio

            Mah, definire correttamente il valore di un immobile è cosa assai complessa visto che le
            variabili sono praticamente infinite, cmq se non richiede ristrutturazioni è sicuramente un buon prezzo.

          • Lorenzo Ghiselli

            Incredibile, sembrano 2 pianeti diversi: mio fratello e mia cognata hanno appartamenti in vendita, ma non c’è verso.

        • Massimo Casali

          Può darsi io sono di reggio emilia e nonsi vende una cippa.

          • Winston Smith

            Siamo concittadini allora 🙂
            Ma anche questa estate, notammo diverse abitazione vendute dopo appena due/tre settimane dalla comparsa dell’annuncio.

        • Ronf Ronf

          Le case già vendute sono quelle che vengono comprate dai fondi di investimento tedeschi che poi le girano alle Coop per avere un introito certo. Indovina poi le Coop per cosa usano queste case… esatto! Per fare “accoglienza” dei migranti!

          • Winston Smith

            Guarda che sono vendute a privati….
            Tra l’altro, forse oggi siamo riusciti a trovare…. abbiamo alzato l’offerta di 10.000 € ad un appartamento già piazzato ‘sulla parola’ e quindi non ancora firmato.

    • Domenico

      Il mercato immobiliare segue ben altre dinamiche. Nell’articolo di parla della bolla dei bond.
      E comunque dipende molto dalle zone. Al sud la situazione immobiliare è pietosa, ma questo può rivelarsi un ottima opportunità di investimento un domani.
      Di certo io a chi ha la certezza di restare a vivere in una certa città non consiglierei mai più di una casa. Chi non ha certezze invece fa meglio a restare in affitto, gestire poi un immobile a distanza se te ne vai non è mai facile ne alle volte conveniente.

    • Gengis Cane

      Questo è un segno positivo imho.

      • Winston Smith

        Infatti…. tra l’altro abbiamo rinunciato ad un buffet con aperitivo in centro perché non c’era nessun tavolino libero.
        Sinceramente faccio fatica a vedere tutta questa crisi.

        • giuseppe glavina

          Ma tu in una città frequenti sempre le solite due strade?

          • Winston Smith

            Non dovrei risponderti, ma lo faccio lo stesso…
            La città dove abito non è poi così grande; qualche volta ci sono andato in quel bar e abbiamo sempre avuto difficoltà a trovare posto.
            Poi anche i ristoranti li vedo sempre abbondantemente pieni.

  • Noel

    99,9 % made in China e di scarsissima fattura…

    • [email protected]

      come tuttii giocattoli del mondo.
      made in PRC.
      oppure si possono comprare dei costosissimi prodotti made in germany in legno.
      ps.
      apple dove li fanno? tuta l’elettronica di consumo?
      è finito i tempo di migliorati le bambole …

      • Noel

        più costoso,dura di più,più sicuro e fai lavorare le imprese italine/europee:facile no?

  • biafra66

    Pimpiripettenusa….pimpiripette…..PAM!
    Wathever it takes……! Giuochiamo?

  • marioam

    Bastava entrarci da “Toys r u” per capire che non era il caso

  • Disca

    Ho fatto leggere il post a mia figlia, è molto arrabbiata, mi ha detto” lo vedi cosa succede papà a non comprarmi mai i giochi….”

  • Lorenzo Ghiselli

    Ma noi abbiamo mps, molto meglio di toys…

  • Mario Rossi

    Beh, ma adesso il parco buoi, o meglio, la parte non ancora munta, si precipiterà a comprare le azioni Apple, visto che si prevedono code per acquistare a 1000 EUR l’ultimogenito della mela.
    Che geni quelli della Apple, fare leva sulla vanagloria e vanità del parco buoi pronto a spendere quelle cifre, meglio poi se acquistato con una carta di credito a revolving.
    In America se non hai una revolving sei praticamene un pezzente! 🙂

  • Il Cercatore

    Dovrebbe, ormai, essere chiaro che i rating sono finzioni, strumenti di potere, non hanno alcun nesso con la realtà.Il buffo è che se decidono di far saltare “Cialtronia” viene giù di tutto. Forse, però, sarà la volta buona si capirà che è tutto il mondo è una Cialtronia.

  • Mister Libertarian

    Intanto oggi la Boschi ha affermato: “Dobbiamo aggredire il contante che è presente nelle case”.

    Cosa vi manca per poter dire che lo stato è ladro e che il monopolio dell’uso della forza gli serve solo per derubare le sue vittime?

    • Semplice

      Non manca nulla, ho sentito persone che fino l’altro ieri facevano spallucce mentre oggi dalle loro bocche esce questo : “ma dove siamo finiti, sembra di stare nella germania dell’est, Unione Sovietica”

      E’ solo questione di tempo, poi anche il fancazzista, ignorante, strafottente sarà costretto a fare quello che sappiamo e questi sono i peggiori, sono i figli di Paizzale Loreto per intenderci, proprio quelli che dovrebbe tacere e non avere più alcun diritto ma che strilleranno come asini.

      • Winston Smith

        Se non altro sia la ex-URSS e la DDR tutelavano decisamente meglio la sicurezza del cittadino comune…. ovviamente non mi sto riferendo ai dissidenti.

        • winston-universe

          Nella DDR c’era piena occupazione e tutti avevano un tetto sulla testa.
          Direi che un cittadino della ex DDR stava meglio di un Food Stamp americano o un disocupato greco.

    • Sandro

      Evidentemente la Boschi si sente ben protetta se non teme essa stessa di essere aggredita a dire cose come questa. Voglio proprio stare a vedere i sinistri del PD che, almeno dalle mie parti, più o meno quelle della Boschi, i soldi sotto il materasso ce li hanno eccome oltre a quelli che tengono nelle varie casse rurali, come cambiano colore alla svelta dal rosso al nero quando gli vai ad insidiare i “piccioli”….! Perchè qua son tutti “compagni” di cui molti abitano in ville da un miliardo, quando c’erano le lire, i famosi comunisti del “quel che è tuo è mio….ma quel che è mio rimane mio…” !

      • zioru

        Da noi si dice “quel che è mio è mio, del tuo facciamo a metà”

    • Ronf Ronf

      Viste le dichiarazioni della Boschi, sai come si valuta un paese? Dal fisico delle sue donne. Qui c’è la Yespica http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/marcia-trionfale-dell-rsquo-aida-yespica-ndash-showgirl-156646.htm la Boschi non te la metto per non farti spaventare

  • Danilo Sindoni

    Sagge parole

  • Firmato Winston Diaz

    CORRETE A COMPRARE BITCOIN, in altre parole.
    Quelli no che non che non valgono zero.

    • cipperimerlo

      Con quando non arriva il primo banchiere a dire che è una truffa (per specularci).
      Ops, già successo.

  • Peppino Prisco

    Vediamo se vanno prima a ZERO i T-bonds oppure i bitcoins. Sono aperte le scommesse.

  • Luca

    tolgono il denaro contante a tutti…. ci arrivano non preoccupatevi, la massoneria è lei che comanda su tutti i fronti, ci manca ancora poco e poi sarà sua il 100% della chiesa Cattolica…poi quando non avremo lavoro e anche soldi elettronici ci daranno il chip…se lo vuoi ti promettiamo tantissime cose:
    cure gratis per le tue malattie, soldi una tantum tutti i mesi, e tante agevolazioni….
    sarà una cosa molto invitante che garantirà un vita dignitosa per tanti…e ci sarà un leader mondiale che si farà adorare come salvatore del mondo instaurando questo sistema… un chip e grande come un chicco di riso non ci vuole tanto sforzo!!!!
    e credo che barboni nullatenenti e tanta altra gente faranno la fila per farselo impiantare…bhe non siete contenti? non potrebbe esser la fine di tanti problemi economici di una vita più serena?

    • zioru

      In effetti è vero, mi fate ridere quando sproloquiate di libertà, si vede che avete la pancia piena. Non c’è peggiore schiavitù della miseria, ma siamo così stupidi da dimenticarcelo continuamente. Sapete quante persone al mondo si vendono ogni giorno per un tozzo di pane? Credete lo facciamo per divertimento? Ma noi pontificia mi alti ideali… Con la pancia piena è facile.

  • faltz

    Ma è lo stesso TOY’s della catena di negozi che si trovano qui in Italia?
    Spero di no, altrimenti il Genoa è finito!

    • Flambeau

      NO è un altro

      • faltz

        Grazie!
        Meno male!!!

  • Gengis Cane

    Non per niente chi mette i propri risparmi nel mercato finanziario è un coglione. Se poi li mette in asset che perfino il sistema stesso marcio e corrotto definisce “ad alto rischio”, allora non c’è proprio speranza.

  • Ronf Ronf

    E la tua storiella spiega come mai i governi dell’Est Europa se ne fregano del calo demografico visto che con il calo si eliminano di fatto i dieci stradini tutelando così il lavoratore. Che ne pensi?

    • Winston Smith

      1986…. il muro di Berlino, se non vado errato, cadde solo tre anni dopo.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi