L’Annunziata scopre che CasaPound si finanzia con la carbonara. Il Pulitzer 2018 è già ipotecato

Di Mauro Bottarelli , il - 79 commenti


Ho una sola speranza che alberga nel mio cuore in questo lunedì mattina di primi freddi autunnali: che nessuno di voi, nel primo pomeriggio di ieri, sia stato così stolto da farsi convincere dalla compagna ad andare all’Ikea o abbia ceduto alle lusinghe sportive dell’ultimo Gran premio di moto GP. Perché se così fosse, sappiatelo, avete perso un appuntamento con la storia. Quantomeno con quella del giornalismo, roba che si avvicina fortemente al duello Frost-Nixon, per capirci e rasenta da vicino apici come il Watergate o la spiaggia fascista di Chioggia. Nel corso della sua pregiata trasmissione, “In 1/2 ora”, Lucia Annunziata ha scritto una pagina sublime del quarto potere, ha inchiodato al muro delle sue responsabilità CasaPound, sciogliendo un nodo politico che le elezioni di Ostia avevano portato a galla ma che nessuna aveva avuto il coraggio di scrutare nel suo profondo.

Ovvero, i fascisti del nuovo millennio di Iannone e Di Stefano si finanziano con la carbonara! Qualche dubbio era già sorto dalla loro propensione a distribuire pacchi di pasta come se non ci fosse un domani ma adesso è tutto alla luce del sole, tutto scoperchiato. Alcuni esponenti di CasaPound tirano le file a una catena di ristiranti, la “Trattoria Angelino”. Di più, altri addirittura gestiscono una pericolosissima linea di abbigliamento casual. E, massimo dell’eversione imprenditoriale, queste attività li vedrebbero in combutta con soci francesi legati al Front National, formazione talmente clandestina da aver espresso il candidato all’Eliseo quest’anno. Pulitzer 2018 già ipotecato, pochi cazzi.

Per arrivare a questa straordinaria opera di informazione vecchio stile in un periodo di bufale social e fake news, l’Annunziata ha dato vita a una vera e propria singolar tenzone fra Simone Di Stefano, vice-presidente di CPI e due giornalisti de “L’Espresso” che da tempo si occupano del movimento di estrema destra e delle sue fonti di finanziamento oscure: carbonare e t-shirt. Roba da brividi! Il tutto, dopo aver sentito un soliloquio frizzante come una lattina di Coca Cola rimasta al sole per tre mesi di Walter Veltroni sulle disgrazie della sinistra, la sua evocazione di un rischio anni Trenta legato alla manifestazione di 60mila nazionalisti in Polonia (nazione storicamente aggressiva in quel periodo) e la necessità di tornare all’idealismo fattivo di Enrico Berlinguer (il cu PCI, parlando di finanziamenti, prendeva soldi dal PCUS ma questo poco importa). Insomma, una trasmissione in grado di suscitare emozioni forti, un misto fra televendita con Giorgio Mastrota e le previsioni del tempo del colonnello Bernacca.

Ma non importa il come si arriva al risultato, bensì arrivarci. E ora sappiamo che una decina di aderenti a CasaPound, su circa 20mila fra iscritti e simpatizzanti, ha avuto l’ardire di aprire alcuni ristoranti e negozi di abbigliamento sportivo: roba talmente clandestina da avere indirizzi, ragione sociale, referenti, insegne, numeri telefonici, orari di apertura e – udite udite – anche scontrini emessi. Clandestinità degna dell’IRA! Ci voleva davvero un’inchiesta dell’Espresso per scoprire cotanto complotto alle spalle delle istituzioni democratiche (oppure un semplice biglietto da visita della trattoria in questione). Ritrovatisi in malaparata, ecco che allora la questione si sposta verso i soci francesi. Uno in particolare, il cosiddetto “ministro degli Esteri” del Front National: usa capitali illeciti? No. Traffica in armi e ricicla i proventi in carbonara e gricia? Non pare. Però è del Front National, quindi non va bene a prescindere. Quale esempio di giornalismo! Nel frattempo, Simone Di Stefano contava mentalmente i nuovi consensi per CasaPound che l’Annunziata stava garantendo, ogni volta che lei o i suoi inquisitori all’amatriciana dell’Espresso aprivano bocca.

Perché la gente non è scema, al di là di come la si pensi su CasaPound, il fascismo, la destra e la questione di Ostia. Non voglio nemmeno entrarci, ognuno è libero di avere la sua idea al riguardo. Qui la questione è differente, qui si tratta di malafede. Perché solo adesso ci si indigna per i pacchi di pasta o le scatolette di pelati che CasaPound dona agli italiani in difficoltà, visto che lo fa da almeno3 anni? Forse perché a Ostia si vota e il suo 9%, oltre che far comodo al ballottaggio, fa paura? E non la paura farsesca evocata da Veltroni per gli Anni Trenta di ritorno ma perché porta a galla un sistema politico parlamentarista, i cosiddetti soggetti istituzionali, che in due anni di commissariamento per mafia del X Municipio della capitale, 250mila anime, non ha saputo fare un cazzo, se non proprio spianare la strada a CasaPound e alla sua colletta alimentare per famiglie in difficoltà. La gente lo sa. Lo vive sulla propria pelle.

E’ populismo? Certo. Ma almeno è qualcosa, il minimo sindacale in un deserto sociale. Così come sa che, al di là della pochezza da asilo infantile dell’inchiesta dell’Espresso, quest’ultimo non avrà mai più credibilità fin quando, parlando di finanziamenti, non avrà il coraggio di fare i conti con quelli milionari che il suo editore ha contratto con varie banche, vedi prestito Sorgenia, salvo non onorarli (ma la Commissione d’inchiesta sul sistema bancario – come primo atto – ha già garantito l’anonimato ai creditori insolventi, tranquilli). Parliamo di un Paese che ha visto per 40 anni la DC coperta di dollari del Dipartimento di Stato USA e il PCI di rubli del Cremlino, in un’epoca in cui la guerra c’era davvero, quello Fredda che vedeva due blocchi contrapposti a colpi di missili puntati, spie e progetti destabilizzanti (vedi la strategia della tensione e le stragi). Altro che Russiagate, pubblicità su Facebook e fake news: e voi volete creare il panico con la carbonara di Angelino o le felpe con il cappuccio?

Se il giornalismo di inchiesta è questo e le sue priorità sono quelle poste sul tavolo da Lucia Annunziata, preparatevi a CasaPound che va in doppia cifra, perché la misura è colma e chiunque vada contro il sistema ha le porte spalancate. Tanto più che, a proposito di finanziamento, lo spettacolo indecoroso andato in onda ieri è stata garantito dal canone RAI che noi paghiamo obbligatoriamente, lo stesso che garantisce un sostanzioso stipendio all’Annunziata (la quale ne riceve un altro come direttrice dell’Huffington Post, testata on-line del gruppo De Benedetti, guarda caso) per i suoi scoop sopraffini. E dare la colpa alla carbonara, non fa che rafforzarne le ragioni: se l’alternativa è un redivivo Berlusconi con le sue mire da inciucio perenne e il PD che oggi darà vita alla sua ennesima direzione stile proiezione della Corazzata Potemkin, c’è poco da fare e da dire.

La corazzata Potëmkin – Il secondo tragico Fantozzi – Italia Gol di Zoff di testa!!!

CasaPound ringrazia e incassa, al netto della polemica sui rapporti con il clan Spada, talmente un problema di tenuta democratica da essere saltato fuori come tale solo dopo un fattaccio da cronaca nera come la testata – ingiustificabile – a un cronista. Ma tranquilli, stasera gioca la nazionale: la carbonara eversiva e i tonnarelli golpisti, per 90 minuti più recupero, potranno attendere.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Anto Nella

    ma… la carbonara coi sedani rigati? tutto questo puzza di fake news!!!

  • Picelli Seller

    Noto una certa somiglianza con Jabba the Hutt

  • johnny rotten

    Questi giornalai preposti a diffondere e difendere gli interessi dei loro pagatori sono analfabeti, da un punto di vista del diritto, c’è da dubitare persino che sappiano di vivere in uno stato di diritto, il loro analfabetismo ci riporta indietro ai secoli oscuri dove bastavano i pettegolezzi a far giustiziare una persona, se questi sono il meglio che i padroni del discorso sono riusciti a trovare per difendere il loro dominio possiamo stare sereni, gli faranno più danni loro di qualsiasi seria opposizione politica, ma davvero non riescono a trovare qualcosa di meglio, o si stanno forse suicidando consapevolmente?

  • Toad Frogs

    “un misto fra televendita con Claudio Mastrota…:” ma non si chiamava Giorgio?

  • cagliostro

    questo lo trovo un tantino piu forte che le cazzate dell’annunziata,
    https://scenarieconomici.it/ius-soli-non-passera-patrimoniale/

    • Annibale Mantovan

      Dopo aver letto il tuo avviso sulle future tassazzioni io spero che prima o poi gli italiani si decidano democraticamente, dopo un giusto processo, ad impiccare politici, avvocati, bankieri, sionisti, manager e cardinali al primo albero o lampione. Se questo fosse il programma di Casapound io la voterò e sono convinto che non sarebbe un voto fascista ne comunista ne anti ma solo di BUON SENSO! E’ brutto dirlo ma fino a quando c’ è questo immondezzaio a Roma (non solo a Roma perchè il marcio della politica si è esteso fino ai piccoli comuni) non vi è altra soluzione. Altro che Spada, lasciatelo stare, ci fosse stata la Annunziata al posto di quello sfortunato giornalista …

      • Filippo Candio
        • Picelli Seller

          Scusa… non li vedi un po’ spogli?
          sti lampioni?
          :)))

          • zhoe248

            mi hai preceduto di poco!!

        • biafra66

          -led…+corde saponate.

        • Carlo Robotti

          troppo alti.
          Cosa c’è dietro al buio?

      • zhoe248

        e magistrati e giornalari

      • Goffry

        Gli italiani si decidano a…. ?
        La tua frase inizia con una contraddizione in termini.

        • Annibale Mantovan

          Hai ragione, dovevo usare il noi. Il fatto è che io non vado più a votare da un pezzo perchè mi sento preso per i fondelli. Votare il meno peggio non serve, è come votare il meno ladro…sempre ladro è!

          • Goffry

            Allora accontentati di quello che c’è… e vedere che il PD prende il 25% dei voti (anche se praticamente non va nessuno a votare).

          • Annibale Mantovan

            Non mi accontento…tranquillo, insieme alle categorie sopraelencate spero che venga riservato qualcosa anche a traditori e collaborazionisti.

          • Goffry

            Cioè i giornalisti mainstream.

      • Davide

        Quando rompi qualcuno non vai mai a un palmo da lui e il giornalista non per niente l’ aspetto di un bimbo minchia la storia Spada e giornalista sembra confezionata ad hoc per lo spareggio a OSTIA qui forse si è aperto un nuovo capitolo mediatico.

  • Paolo Venturini

    Confermo quanto dice Bottarelli: dopo aver visto il servizio della premio Pulitzer credo che voterò Casapound (e mi farò una bella carbonara!).

    • Austrian school

      Ma sai che questi sinistri nella loro stupidità stanno facendo una pubblicità insperata a quelli di Casapound?
      Se ne parli bene, se ne parli male purchè se ne parli diceva un antico motto della comunicazione.

      • Carlo Robotti

        Occhio!! La storia e la malizia non vi fa accendere qualche lampadina?
        Potrebbero essere le classiche Due facce della stessa medaglia…. vedremo quanto autocontrollo riusciranno a mantenere perhè di sicuro hanno piu’ infiltrati delle BR (forse no, ma il concetto è chiaro)

  • Gianox

    Se mai il buon Dio ci permetterà un giorno – si spera il prima possibile – di fare piazza pulita di queste ingiustizie, ci sarà una categoria di persone che per prime ne dovranno pagare il fio: quella dei giornalisti all’Annunziata, le cosiddette presstitutes.
    Le responsabilità morali di questa gente sono enormi: senza le loro menzogne, le ingiustizie di cui siamo vittime non potrebbero durare a lungo.
    Altro che cane da guardia del potere: sono essi stessi parte di quel potere.

    • Anto Nella

      sono indubbiamente dei cani.
      però più da compagnia, diciamo.

  • Sergio Andreani

    Invece a Monza il Partito Democratico si appoggia alla Trattoria Mercato S.r.l. per riempire di sedicenti profughi tutta la città: http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/profughi-a-monza-parla-luomo-di-via-asiago-chiudo-lanno-e-dico-basta_1207750_11/

    Purtroppo per loro i monzesi si sono rotti i coglioni e alle elezioni di maggio hanno mandato a casa il sindaco P. D. Roberto Scanagatti che faceva le sue cene elettorali nella suddetta trattoria: http://www.monzatoday.it/comunicato-condominio-via-asiago-striscione.html

    Adesso a Monza governa la Lega Nord. Peccato. I sondaggi dicevano che Scanagatti fosse uno dei sindaci più amati d’Italia:http://www.ilgiorno.it/monza-brianza/politica/classifica-gradimento-sindaci-1.2820807

    Uatz ! Uatz ! Uatz !

    P.D. partito di negrieri.
    Avete abolito il finanziamento pubblico perchè a voi tanto non serve più: sulla pelle dei sedicenti profughi si guadagna di più, vero ???

    • Goffry

      Però davvero il PD fa del bene. Se non ci fossero le risorse, molti alberghi in difficoltà avrebbero chiuso… come tante associazioni che prima seguivano solo sventurati e tossici e oggi fatturano milioni…

      • Sergio Andreani

        Sicuro.
        E poi questi qui ci pagheranno anche le nostre pensioni.
        Una pacchia.

        • Goffry

          Pagheranno le pensioni… hahahahahahaha

  • paolosenzabandiere

    QUI L’UNICA AD ESSERE PRESA A
    CAPOCCIATE È LA VERITÀ.

    Spacciano un coatto violento per un capo mafia che si comporterebbe von tutt’altro modo. Nascondono come sempre la verità per darci le notizie che fanno loro comodo. Il X municipio di Ostia è stato sciolto per infiltrazioni mafiose e il suo sindaco piddino condannato a 5 anni.

    https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.ilfaroonline.it/2017/07/20/lex-minisindaco-ostia-andrea-tassone-condannato-5-anni-tutti-gli-altri-nomi/182573/&ved=0ahUKEwiauZXXqbvXAhUEAxoKHST3DGYQFggoMAA&usg=AOvVaw2PWKvmLB35IV_TCv-R3SLM

    Poi il coatto nel suo pensarsi grande consiglia prima di votare 5 stellucce e poi Casa Pound, e solo in questo ultimo caso l’Annunziata e Formigli ci fanno informazione spettacolo. A loro modo, insieme a gran parte dei giornalisti, in prima fila a dar capocciate alla verità.

    • Caio Giulio

      Oltretutto lo zingaro non voleva essere intervistato, ma il rompicoglioni del giornalista pare abbia insistito per oltre un’ ora, salvo poi provocarlo con continue domande su Casa Pound quando lo stesso all’inizio diceva letteralmente che non gliene fregava un cazzo dei giornali e della questione.

      • Goffry

        Si sa, i giornalisti “fanno il loro lavoro” e sono giustificati per definizione…

        • Caio Giulio

          Magari lo facessero sui mille scandali quotidiani targati PD, le vili puttanazze.

          • Goffry

            Quando hai Repubblica, Corriere e Stampa a suonare la stessa musica, te lo puoi scordare alla grande 🙂

  • Uto Uto

    Non solo abbiamo dovuto vedere le faccette (nere) disgustate dell’Annunciata ma pure i vomitini di fabbiofazzio, su rai1 nel dopocena, quando ha intervistato il 5 stalle Di Majo-nese. Ora i 5 stalle sono poco credibili, eufemismo, ma perchè dobbiamo sopportare le espressioni schifate del lautamente ricompensato milionario, con nana pornofonica incorporata? Di Stefano però ha latitato nel chiarire i rapporti con Spada.

    • Goffry

      Fazio fa benissimo a chiedere a quegli incapaci 2,8 milioni di euro l’anno. Come l’altra comica de noartri a chiedere 100 mila euro a puntata per presenziare.

  • Uto Uto

    Veltroni chi?

    • nathan

      Il regista.

      • Goffry

        L’africano…

    • Davide

      Lo scrittore ?

  • Stefano TePò

    Giustissimo pagare la signora 26.000 (ventiseimila) Euro l’ora!

  • nathan

    Spero che gli italiani si estinguano il più velocemente possibile, sono loro il problema.

    • Winston Smith

      Vota PD alla prox, in modo da poter raggiungere velocemente il risultato.

  • Rifle

    Quindi?
    A quando un sindaco di Roma appoggiato da CasaPound e Forza Nuova?

    E se dovesse succedere, sarebbe un bene per la città di Roma?

    • Goffry

      Arriva il fasssssismo!!!!! Chiamate polizia, carabinieri, la magistratura, l’ANPI, il moige!

      • paolinks

        Il bello e’ che tutti gli enti citati sono stati pieni zeppi di fascisti fino alla vigilia della caduta del muro di Berlino.

        • Goffry

          Infatti (a parte l’ANPI)… ma shsshh, non si deve dire… è la SINISTRA l’unica portatrice di verità e uguaglianza, contro ogni fascismo e discriminazione….

          • Cruciverba

            A parte l’ANPI direi di no . Un sacco di ex-fascisti ai tempi della guerra civile fecero il cambio di casacca … In Italia lo sport preferito è saltare sul carro del vincitore .

      • lusc sbar

        Beh, forse, forse mi sto convincendo che un po’ di fascismo dovreste provarlo…

    • Cruciverba

      Direi di no , queste formazioni politiche sono nazionaliste e socialiste .
      Si affiderebbero allo Statalesimo al cubo , il primo problema di Roma .

    • donato zeno

      tanto non cambia mai nulla

  • Albert Nextein

    Sono molti anni che non assisto a un report dell’annunziata.
    Mi risultava noiosa, spenta, superflua, allineata.
    Sapete chi è un giornalista coi controfiocchi, invece?
    Quel giovane che ha rivelato le porcate dei recuperi “telefonati” di immigrati abusivi ed illegali al largo delle coste libiche.
    Quello è un giornalista incisivo, acuto, informato.
    Non c’è confronto.

    • Winston Smith

      Luca Donadel, intendi ?

      • Albert Nextein

        Si.
        Non ricordavo il nome.

  • Caio Giulio

    Quando poi si dice che “l’abito non fa il monaco”: se notate, tutti questi relitti sinistrati fanno schifo anche fisicamente, il loro aspetto è al 99% ributtante, una perfetta proiezione delle loro anime meschine svendute al regime. Per quanto riguarda la capocciata, leggevo un bel commento da altre parti dove si ironizzava che questa è la vera testata che il giornalista puttanazza raccomandata sognava da ragazzino.
    Non provo alcuna pena per il tizio scassa palle, anzi per una volta simpatizzo con lo zingaro, giusto per dire quanto non sopporti più mamma rai del cazzo.

    • marcoferro

      guarda invece quando fanno schifo e sono brutti quelli di quell’altro gruppo, i sionisti:, gad lerner , mentana, saviano, mieli, parenzo, fiano, etc…cessi d’uomini in tutti i sensi. poi fanno finta di indignarsi quando quel tipo ad ostia ha dato una testa in faccia a quello pseudo-giornalista. forse ha fatto bene in fin dei conti, quello meritano…perche lo scribacchino o quello che è era andato la non per fare una inchiesta sulla mafia che sta li da decenni indisturbata, ma per fare l’accostamento casapound , che ha vinto le elezioni ad ostia guarda caso, uguale mafia e fascismo, estrema destra, xenofobia e tutte le altre cazzate che ci propinano….

  • RC17

    I giornalisti non sanno su quanti libri neri sono scritti i loro nomi, fossi in loro, tutti i giorni, mattina e sera, andrei in chiesa a pregare che l’ordine costituito resti tale per sempre.
    P.S.: Tranquillo Mauro, tu non ci sei, almeno non nel mio 😉

  • marcoferro

    questa vecchia ciabatta strabica della annunziata ha 67 anni, non è venuto il momento di togliersi dai koglioni ? sempre attaccati alla poltrone, italia paesi per vecchi ed è vero, i giovani non vengono fuori fin a quando questi baroni non si levano di piedi e questo vale per tutti i campi, anche nel calcio. abbiamo una squadra vecchia, con allenatore con l’età di tutankamon e il presidente della figc un incompetente dinosauro , mummie al comando. dopo i 60 nessuno dovrebbe avere ruoli importanti decisionali, mandateli tutti alle bocciofile almeno li non faranno danni e i loro rancori, perche i vecchi sono rancorosi li sfoghino tra loro….

    • hurom

      si sono sentiti i TRE terremoti in costarica?

      • marcoferro

        porca puttana, stavo innaffiando il giardino ieri sera alle 20:30 circa è vedevo la giostra dei miei figli che si muoveva da sola, tremava la terra di brutto. ci sono stati due morti ma per infarto poveracci. il sisma è stato di 6,5 gradi, ma è durato una trentina di secondi.

  • Antonello S.

    Spero solo che alle prossime elezioni vadano a votare anche gli indecisi oltre alla gran parte di coloro che fino ad oggi si sono astenuti e che un ciclone di voti alle destre (magari un pò meno a Berlusconi) seppellisca in un mare di pernacchie questi radical chic delle sinistre odierne (compresi quegli inutili due di picche del MLP e simili).
    Forse non servirà a nulla, ma sarà una soddisfazione che riempirà per giorni i nostri cuori di gioia.

    • marcoferro

      la cosa triste e ridicola al tempo stesso è che questa gente vorrebbe essere la cura quanto in realtà sono loro la malattia…

      • Winston Smith

        Sono come i dirigenti brezneviani… completamente incapaci, a causa del loro folle delirio ideologico, di rendersi minimamente conto del totale fallimento dell’economia marxista.
        Solo che poi, dieci anni dopo la morte di Leonid Breznev, l’URSS si sciolse come neve al sole.

        • Verklarte

          Ho visitato l’Urss negli anni sessanta, poco più che ventenne. Non se la passavano male. Era deficitaria la catena di distribuzione dei generi alimentari con le proverbiali file dei consumatori, ma le città erano ordinate e pulitissime, le scuole erano serissime, selettive e completamente gratuite. Anche la sanità era gratuita per tutti. I giovani erano educati e socievoli, le ragazze birbette come oggi. Non si respirava aria da grande fratello, come invece constatai in Romania qualche anno dopo.

          Naturalmente per la nomenclartura del partito c’erano negozi esclusivi e cliniche a pagamento, però la quasi totalità dei sovietici era realmente soddisfatta del proprio paese. La crisi cominciò con la guerra in Afghanistan e la corsa agli armamenti iniziata da Reagan. Poi venne l’illuso Gorby e il golpista Eltsin e cominciò la grande rapina delle élites.

          • enricodiba

            Quello che uccise l’urss fu l’economia pianificata,

          • Verklarte

            La pianificazione dell’economia doveva essere decentralizzata, cone fecero i cinesi che furono molto più pragmatici. Nell’91 l’Urss finiva mentre nasceva la nuova Cina. Comunque, anche con una economia ingessata, fino alla fine degli anni settanta, i sovietici vivevano abbastanza bene. Vivevano spartanamene ma avevano i servizi sociali gratuiti.

    • lusc sbar

      E poi testate libere per tutti 🙂

  • Stefano Fontana

    Non si rendono conto che, alla fine, la gente penserà che il fascismo servirebbe a togliere loro i privilegi di cui godono.

  • Winston Smith

    Credo che alla fine il pericolo, per ora del tutto potenziale, di un triste ritorno alla metà degli anni 30 dello scorso secolo sia tutto sommato molto reale….. credo che in questi movimenti sia piuttosto facile qualcuno, per ora nascosto nell’ombra, sfruttando il successo elettorale di questi movimenti di estrema destra ne approfitti per voler emulare le tristissime gesta del caporale austriaco.
    Detto questo bisogna vedere quale è la reale alternativa: forze politiche che, oltre ad imporci forzatamente, contro la volontà della popolazione autoctona (e quindi nel totale spregio dei più elementari principi democratici) la convivenza con genti e cultura che nulla hanno mai avuto a che fare con noi, imporci come ‘le cose più naturali di questo mondo’, le più schifose perversioni sessuali, voler snaturare lo stesso concetto di famiglia (da intendersi esclusivamente come unione tra un uomo ed una donna) e, sopratutto, reprimere duramente chi osa manifestare il proprio dissenso….. ecco non saprei dire quale sia la peggiore delle due.
    Chissà, forse tra una ventina di anni l’europa (o almeno parte di questa) si ritroverà nuovamente a fare i conti con tristissimi fantasmi della storia che si sperava fossero stati definitivamente sepolti con la primavera del 1945; e sinceramente sarà molto triste per me, dover ammettere che a ciò ho contribuito anche io, nel mio piccolo.
    Ma credo che avrò una buona parte di ragione nell’osservare che buona parte della colpa di questa cupa situazione potrà addebitarsi nelle attuali elites dominanti che, nella loro testardaggine nell’inseguire la loro folle, e criminale, ideologia globalista, non hanno voluto né, sopratutto, voluto interpretare in nessun modo le richieste della gente comune.
    Opporsi alle elites dominanti in questo momento è cosa buona e giusta, anche correndo i rischi che ho appena paventato.

    • danielocc

      Non è che deve arrivare per forza uno con i baffetti e le svastiche per rendere il mondo brutto,quello era il passato…il presente e il futuro mi sembrano molto peggio,è tutto adulterato,tutto falso e inquinato e da questo non c’è scampo,non si torna indietro.

      • Winston Smith

        Se hai letto le ultime due righe, ho scritto che attualmente opporsi alle elites dominanti votando le destre è la cosa migliore da fare… anche correndo questo rischio.
        Purtroppo in mancanza di una serie, e sopratutto credibile, alternativa liberale è anche necessario prendere ciò che il convento passa.
        Sicuramente il mondo era decisamente migliore una trentina di anni fa (e non mi riferisco certo al fatto che in quel Novembre ero ‘cotto’ di una ragazzina incontrata in vacanza al mare); nè si paventa bello il futuro, sopratutto se verrà governato ancora dall’attuale classe dirigente.

  • Giesse

    Ue botta, non mischiare il Bernacca, che era un professionista serio e preparato, con questa banda di cialtroni, arrivisti, puttanazze, e facce da culo che infestano TV e politica italiana, please.

    • Noel

      la “vecchia scuola” non si tocca!

  • gino monte

    scontro al vertice: carbonara contro soros, chi vincerà? ahah!

  • gino monte

    italia eliminata. oddio! mo’ fate la rivoluzione?

  • enricodiba

    Casa pound fa voto di scambio con i pacchi di pasta, molto grave, ma non meno della casta che regala posti statali ad amici e amanti.
    Per il resto a Ostia casapound è stata gonfiata probabilmente dai clan di malavita, potrebbe sgonfiarsi un po’, in ogni caso quella testata gli ha compromesso molto il voto dei moderati.
    Per il resto è chiaro che con questi giornalisti venduti casapound come il m5s possono solo crescere di consenso, basta vedere il processino politico fatto al capo di casapound sulla sette a piazza pulita, gli hanno messo contro friedman, parenzo, dico parenzo e vladimir lussuria, no dico la lussuria…
    Addirittura il presentatore formigli, quello che si è fatto venire un mezzo infarto quando Di Battista ha pronunciato il nome di de benedetto in una sua trasmissione, alla fine si è messo a sbugiardare le bufale sul fascismo, con tanto di timbro sulla scritta della buffala in questione con scritto:”Che Bufala”, del tipo i treni con il fascimo arrivavano in orario e sopra ci appariva il timbro che bufala sopra, tanto per dire il livello di certi intellettuali.

  • lusc sbar

    Ancora queste mezze seghe di Casa Pound?

  • Lupis Tana

    adesso passato di moda mentina, si punta su l’annunziata,
    chi è? boh. giletti, chi è? boh una m. in meno in rai ed una in più a la7rogne.net. tl

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi