Prima tangenti, ora molestie che spuntano come funghi: siamo dentro un nuovo e morboso 1992?

Di Mauro Bottarelli , il - 113 commenti


Ora, la faccenda stava assumendo i tratti del ridicolo sin da subito. Harvey Weinstein, il giubilato produttore di Hollywood che si sarebbe scopato praticamente qualsiasi cosa respirasse nell’arco di un chilometro dal suo studio, ormai è un morto che cammina, bannato dal genere umano e destinato a un triste destino. Contro di lui, chiunque ha qualcosa da dire e in Italia abbiamo vissuto per giorni il patetico teatrino di Asia Argento (ieri ci ha pensato Miriana Trevisan, ex “Non è la Rai”, ad agitare altra merda, accusando di molestie Giuseppe Tornatore). Ora poi è il momento di Kevin Spacey, addirittura capace di spingere Netflix a bloccare una serie cult come “House of cards”, pur di non avere nulla a che fare con lui. Mai più. Anche in questo caso, rotto l’argine della prima denuncia, una pletora di verginelli che hanno visto più cazzi che tramonti pur di far carriera si è ricordata di quella famosa fellatio del 2003, per anni caduta nell’oblio e ora tornata vivida come se praticata ieri.

Scusate ma c’è una puzza di cura Strauss-Kahn che fa schifo. E non tanto per Hollywood, di cui non mi frega un beato cazzo ma a livello generale. Hollywood è soltanto la torcia che richiama l’attenzione morbosa e piccolo borghese dell’opinione pubblica, ciò che serve perché risultati più grandi e importanti raggiungano il successo che si intendere ottenere. Se infatti fosse stato un grande dirigente bancario a molestare o mobbizzare sessualmente una donna, magari sarebbe finito sui giornali e avrebbe monopolizzato il gossip della comunità finanziaria ma, dopo un giorno, al privato cittadino globale non sarebbe più fregato un cazzo. Hollywood, invece, garantisce eco nei cinque continenti. E un’attenzione che non termina dopo 24 ore: dopo Kevin Spacey, sicuramente qualche altro grande nome finirà nel fango. Tutto dipende da quanto tempo serve a far cadere ben altre istituzioni e nomi.

Guarda caso, ieri è emerso che tra i documenti sull’assassinio di JFK desecretati con il via libera del presidente Donald Trump, spuntano file dell’FBI riguardanti Martin Luther King che descrivono una vita “a luci rosse”. Il campione dei diritti civili, stando a questi rapporti ripresi dai media USA, avrebbe partecipato ad orge, avuto una figlia illegittima ed intrattenuto una relazione intima con la folksinger Joan Baez. Si tratta di documenti del 1968 e non è chiaro se le informazioni contenute nel dossier siano mai state verificate, così come non è stato reso noto come mai l’FBI – i cui tentativi di screditare il reverendo sono noti da anni – tenesse tali documenti associati a quelli relativi all’assassinio del presidente Kennedy. Nelle carte si ipotizzano anche collegamenti di King con organizzazioni comuniste e presunte evasioni fiscali. Manca che sia uscito a cena con Denis Verdini e siamo al completo. Stranamente, però, il titolo è focalizzato sulle orge. Il sesso (sporco) e il potere, anche postumo. E anche un po’ iconoclasta, che non fa mai male per intorbidire le acque e non dare troppo nell’occhio.

Già, perché ora è la politica a sguazzare nel guano. Lo scandalo delle molestie sessuali sulle donne dilaga infatti in Francia ma anche in Austria e Gran Bretagna. Stando a “Le Monde”, infatti, “diverse donne accusano in modo ricorrente di essere vittima di aggressioni, molestie o minacce da parte di membri del Front National”. E ti pareva! Non male, due piccioni con una fava: l’estrema destra e un partito con a capo una donna trascinato nel fango del maschilismo e delle molestie. Il tutto, in un Paese che ha avuto come glorificato presidente un notorio puttaniere come Francois Mitterand: ma si sa, lui era di sinistra. Partendo da un caso dello scorso anno, il quotidiano d’Oltralpe sostiene che “nel partito il culto della virilità e l’indulgenza nei confronti di comportamenti gallici, secondo un’espressione utilizzata nei corridoi, può insabbiare comportamenti problematici”.

Testosterone e fiamma tricolore, che accoppiata1 In Gran Bretagna, poi, lo scandalo sessuale che ha già portato alle dimissioni del ministro della Difesa, Michael Fallon, si estende ancora. L’ultimo caso di molestie sessuali a venire a galla è quello del deputato conservatore Charlie Elphicke, 46 anni, sospeso dal partito sulla base di accuse gravi: talmente gravi da coinvolgere per la prima volta, a dispetto delle smentite dell’interessato, la stessa polizia, a cui la denuncia è stata già trasmessa. Ma il partito di Theresa May deve fare i conti anche con nuove rivelazioni proprio sull’ex ministro della Difesa, Michael Fallon. Stando al “Times”, Fallon si sarebbe infatti dimesso non solo per vecchi episodi di presunte molestie ma anche per un’accusa di aggressione sessuale vera e propria – che lui nega – arrivata sul tavolo della May poche ore prima del passo indietro.

E a far intendere che la puzza di mossa per far cadere il governo Tory sia tanta, Theresa May ha rimpiazzato il dimisisonario Fallon con Gavin Williamson, 41enne capogruppo ai Commons sconosciuto ai più ma molto noto nel partito con il soprannome poco tranquillizzante di “Killer con la faccia da bimbo”. Sul suo tavolo tiene una tarantola in una teca e nel cassetto, si dice, un dossier che ammazzerebbe ogni membro del partito in un giorno. Assicurazione sulla vita e contro Boris Johnson? E vogliamo farci mancare l’Austria, dove per un’altra storia di molestie si è dimesso l’ex Verde Peter Pilz, 63, anni ora capo di una omonima lista anti-establishment? “Mi sono sempre battuto per gli standard rigorosi e ora questi standard li applico a me”, ha affermato in una nota diffusa dopo un articolo del settimanale “Falter”, al quale una giovane donna ha rivelato di essere stata molestata da Pilz nel 2013 nel corso di un forum a Alpbach. ”

Mi mise le mani ovunque”, ha raccontato la donna, aggiungendo che altri due partecipanti al forum hanno portato via Pilz, il quale di dice di non ricordare nulla ma assicura di prendere le accuse “molto seriamente”. Di più, sempre Pilz, minacciando querele, ha respinto inoltre le accuse formulate la settimana scorsa da una sua ex collega dei Verdi, che ha rivelato di “essere stata accarezzata decine di volte”. Infine, almeno per ora, l’ONU. Il portavoce, Stephane Dujarric, ha infatti dichiarato che in soli tre mesi, tra luglio e settembre, alle Nazioni Unite sono arrivate 31 denunce di abusi sessuali che sarebbero stati commessi dal personale dell’organizzazione. Delle 36 presunte vittime, il 72% è composto da donne e il 19% da minorenni.

Insomma, un porcaio globale. Tutto apparentemente composto da casi slegati uno dall’altro ma che, stranamente, da Hollywood sono passati dritti dritti alla politica di alto livello, oltretutto con precisione chirurgica nel colpire. Cosa io ritenga ci sia dietro l’attacco al governo May lo sapete bene e vedremo se il tempo mi darà ragione o mi smentirà clamorosamente, mentre la staffilata al Front National pare il classico fulmine a ciel sereno per devastare ogni possibile tentativo di seria riorganizzazione del partito dopo la sconfitta alle presidenziali e con Macron in caduta libera nei sondaggi di gradimento. Con la sinistra spaccata in mille rivoli e intenta a gingillarsi con le solite seghe ideologiche da scissione dell’atomo, un Front National che ritrovi equilibrio e compattezza è in effetti l’unico possibile elemento di opposizione sociale e reale al governo da Re Sole dell’eurocrate Macron: questa accusa, più o meno provata, potrebbe assestare il colpo definitivo.

E l’Austria? Certamente non è il pulviscolare partito antisistema di Pilz il bersaglio da colpire, trattasi unicamente di danno collaterale: l’importante è che sui giornali cominci a spuntare l’accostamento fra Austria e molestie in politica, poi magari una signorina che ricalchi le gesta della cameriera del Sofitel Hotel di New York che incastrò Dominque Strauss-Kahn si fa in fretta a trovarla. Anche a Vienna. Anche per un membro dell’OVP e dell’FPO. Soprattutto se il premier designato, Sebastian Kurz, proseguirà con i colloqui già intavolati con la FPO per la formazione di un governo di destra-centro. O, magari, se continuerà a flirtare troppo con l’Ungheria di Viktor Orban e il gruppo di Visegrad in generale, soprattutto sul tema migranti. O, come pare, se non recederà dal suo intento di limitare l’operatività della rete “filantropica” di George Soros in Austria.

Dite che è finita qua? Io non credo proprio. E, magari, dopo il voto siciliano, oltre alle starlette, anche qualche stagista o assistente o raccomandata di turno salterà fuori con la storia dell’onorevole dalle mani troppo lunghe e prensili. Pensavate che la messe di convegni, campagne di sensibilizzazione globali, legislazioni ad hoc e lavaggio del cervello rispetto a violenza sulle donne, femminicidio, gender e quant’altro fosse una spontanea reazione del mondo civilizzato al disinteresse colpevole e complice verso la questione femminile? Forse è il caso che, al netto della sacrosanta difesa del sesso debole o presunto tale, vi ricrediate e in fretta.

Perché purtroppo le donne, da che mondo è mondo, sono sempre state sottomesse, marginalizzate, violentate e picchiate: c’era meno possibilità di denunciare, questo sì ma non ditemi che sarà il parossistico can can messo in atto da Boldrini e soci, un inutile Circo Barnum di buone intenzioni e photo opportunities, a cambiare le cose. Visto che i numeri parlano chiaro. E l’ipocrisia ideologica pure, al netto del bestiale stupro delle due 14enni romane perpetrato con premeditazione da due rom e passato quasi in cavalleria rispetto all’entusiasmo pelvico dei divi hollywoodiani, basti vedere la collocazione delle due notizie nei siti di informazione più “autorevoli”. Un tempo furono le tangenti, ora le molestie sessuali di massa e molto trendy. Forse. Sempre puzza di 1992 in versione 2.0 e senza frontiere si sente. Più forte ogni giorno di più. E più nauseante.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • LucaF.

    Rothbard: “Many conservatives are irretrievably convinced that the Communists are somehow “behind” the whole Negro Revolution. Paradoxically, however, in the spectrum of Negro organizations that we have outlined, the Communist Party can best be described as “moderately left of center.” Their main idol is the Rev. Martin Luther King, and they wax almost as hysterical over the possibility of Negro violence as do the most determined racists”.
    http://oll.libertyfund.org/pages/rothbard-on-the-black-revolution

  • LucaF.

    Come avevo scritto qua: https://disqus.com/home/discussion/rischiocalcolato/sesso_e_hollywood_niente_di_meglio_per_distrarre_a_orologeria_un_popolo_di_beoti_dalla_dura_realta/#comment-3568127342
    Hollywood può ora fregiarsi di essere apparentemente in prima linea contro le molestie sessuali e certe pratiche sessuali “alternative”.
    Sentendosi “purificata” per aver messo al bando Weinstein (almeno fino a quando il polverone non sarà dimenticato) Hollywood sarà ancor di più tesa al politicamente corretto e alla promozione della sua ipocrisia.
    La dilagante moda di accusare per molestie eventuali personaggi scomodi, partiti (Tory), governi (May) o avversari politici (la scissione di Pilz non ha fatto entrare in parlamento i Verdi in Austria) è il risultato di questo puritanesimo progressista cavalcante il politicamente corretto, le quote rosa (il FN francese non le ha) e il femminismo indignato (le bovere donne succubi dei soprusi del maschio bianco eterosessuale) per promuovere l’agenda sorosiana del marxismo culturale nei rapporti sociali e di genere.

    • Ronf Ronf

      Spiacente, ma il FN deve sparire: per colpa del FN ha vinto Macron (infatti in un ballottaggio Fillon-Macron ci sarebbe stata la vittoria del gollista filo-russo perchè gli elettori del FN e di Dupont si sarebbero compattati attorno a Fillon)

      • LucaF.

        Tralasciando che il FN era votabile non certo per questioni economiche
        (essendo socialista quanto gli altri partiti politici) ma per essere
        culturalmente conservatore, anti-immigrati ed euroscettico.
        Fillon se avesse vinto si sarebbe comportato con la Russia esattamente come Macron o Sarkozy, dato che Les Républicains è gollista solo a parole e fintanto che è funzionale per gli interessi della Francia (per tutto il resto è vassallo di Ue, Usa e Nato come tutti).
        Dopodiché se gli elettori francesi di cdx votano il FN anziché Les Républicains io non incolperei certo l’esistenza del FN quanto semmai l’establishment dei Les Républicains.
        I francesi sono stufi del bipartitismo farlocco in salsa americana tra una sinistra anacronistica (non a caso in questa tornata hanno eliminato il PS) e un centrodestra neocon.
        Sicché si capisce perfettamente che non vogliano mettere tutte le uova nello stesso paniere…
        Evidentemente qualcuno lo ha capito e vorrebbe eliminare il FN prima che al prossimo giro faccia la fine dei socialisti.

        • Ronf Ronf

          Ma il problema è che la somma tra Nicolas Dupont del DLF, Fillon dell’UMP-LR e Le Pen del FN stava SOTTO al 50% e quindi era IMPOSSIBILE la vittoria del FN perchè tutte le sinistre (come è accaduto) si sarebbero compattate attorno a Macron: invece in un ballottaggio Fillon contro Macron un pezzo della sinistra si sarebbe astenuta e quindi Macron avrebbe perso (di poco, ma avrebbe perso). Tutti i numeri delle analisi elettorali dicono questo: la Le Pen avrebbe perso anche se avesse avuto tutti i voti (senza perderne neanche uno) di Fillon e Dupont perchè l’unico modo perchè se UMP-LR e DLF avessero appoggiato ENTRAMBI la Le Pen, allora la sinistra si sarebbe compattata in modo perfetto a unirsi attorno a Macron. Senza l’appoggio di Fillon alla Le Pen invece un pezzo della sinistra ultra radicale di Melenchon (ma in misura minore rispetto all’elettorato di Fillon) ha votato per la Le Pen.

          • LucaF.

            Se Fillon andava al ballottaggio, gli elettori del FN non lo avrebbero votato.
            Le sommatorie e le ammucchiate non sempre sono convincenti e in grado di poter vincere (vedasi fusione AN+FI nel PDL).
            La cosa è molto più semplice: gli elettori del FN non votano per LR in quanto ritengono quel partito non portatore di un’agenda funzionale al loro punto di vista, quindi parliamo di due destre antagoniste che anziché fare a botte nello stesso partito (come capita nel Gop tra populisti vs. neocon) evitano di correre insieme privilegiando ciascuna il proprio bacino di voti.

          • LucaF.

            E guarda che all’establishment del LR e perfino al FN interessa poco che andando divisi poi governi Macron o vinca la “sinistra”, dato che in Francia non solo sono tutti statalisti e sciovinisti (ergo se credi che con la democrazia calino le tasse stai fresco…) ma gli stessi partiti adoperano la regola del “tanto peggio tanto meglio” quando sono all’opposizione, al fine di ottenere di rimessa i voti alle prossime elezioni.

          • Ronf Ronf

            Sono mezzo francese e ti assicuro che un terzo degli elettori UMP-LR a partire dalle amministrative del 2011 (quando Sarkozy, a quel tempo Presidente della Repubblica, tolse il divieto di votare il FN perchè disse “ne PS ne FN” e quindi si è parzialmente rotto il “patto repubblicano” contro il FN) e i ballottaggi tradizionali PS contro UMP-LR hanno sempre visto gran parte degli elettori FN votare il centrodestra (questo succedeva anche prima della nascita dell’UMP nel 2002) e quindi contro EM di Macron ci sarebbe stata la vittoria di Fillon. Comunque, alle Legislative 2017 per la Camera il FN ha vinto le poche sfide contro i candidati del partito EM di Macron perchè, dopo la disfatta di Fillon, gli elettori del centrodestra hanno votato FN pur di fermare Macron: inoltre in molti altri collegi il FN è stato vicino alla vittoria grazie ai voti del centrodestra (e viceversa: in molti collegi il centrodestra è stato vicinoi alla vittoria grazie ai voti del FN) contro i candidati di Macron (e il centrodestra se non è crollato alle Legislative, sai di chi è il merito? Di chi ha votato FN al I turno per poi votare UMP-LR al II turno vedendo che non c’era il candidato FN al II turno). Un pezzo alla volta i due elettorati si stanno fondendo (già nel 2012 alle Legislative il 60% degli elettori UMP-LR era favorevole a intese con il FN, avendo però il centrodestra come comandante principale: se si continua così al prossimo giro ci saranno le intese con il FN al comando perchè il primo sondaggione per le Presidenziali 2022 mette il centrodestra UMP-LR ad appena il 15% che unito al 22% della Le Pen e al 5% di Dupont non basta per vincere, ma almeno un 42% al ballottaggio la Le Pen dovrebbe riuscire a prenderlo e quindi per vincere servirebbe un calo di Macron – quotato al 28% – e soprattutto la Le Pen dovrebbe attirare una parte del voto di Melenchon – quotato al 18% – al ballottaggio)

  • cagliostro

    quello che c’è di bello in queste vicende è apprendere che nei paesi cosiddetti democratici, il politico che ha toccato il culo ad una collega o ad una segretaria si dimette, da noi, i nostri politici non si dimettono neppure quando sono condannati x truffa, ficuriamoci se si dimetterebbero x una palpatina.

  • silvia

    Weinstein che a mio parere non ha stuprato nessuna delle “artiste” da lui beneficate e’ diventato la personificazione del male, l’animale zingaro che ha stuprato le 14enni invece trovera’ sicuramente un giudice e degli assistenti sociali compassionevoli. Bottarelli pero’ non tiene conto dell’effetto assuefazione + cinismo da controinformazione: se la massa dei beoti ormai digerisce tutto senza scandalizzarsi troppo, quelli che sono in grado di pensare la pensano gia come Bottarelli. Percio’ il clamore potrebbe non generare l’effetto che lorsignori sperano.

  • alfvanred

    Non mi interessa niente di Martin Luther K. né di Martin Lutero; certo però che se queste affermazioni e “prove” provengono dall’FBI, allora si che bisogna crederci….

    • LucaF.

      Le affermazioni vengono anche da Rothbard e da un giornale dell’Alabama non legati al FBI.

  • maboba

    Questa storia delle violenze sulle attrici fa venire la nausea. Soprattutto l ‘ipocrisia di tanti giornalisti. A me queste signorine che la danno per fare carriera e poi denunciano dopo venti anni o più non ispirano alcun senso di solidarietà. Siamo arrivati poi al ridicolo quando ho letto che un’attricetta ha denunciato la violenza da parte di S.Seagall che gli aveva mostrato una pistola (non il pisolino ma una vera arma) e sui giornali è partito l’accostamento a Weinstein. Sottomessi e quasi annoiati i commenti sulle due ragazzine stuprate a Roma.Forse perché stuprate da due rom allora la notizia non deve essere guidata, bensì sopita.
    Se no è immoralità questa…

  • silvia

    Queste zoccolette dotate di memoria ad orologeria offendono ed umiliano quelle donne che gli stupri e gli abusi li hanno subiti per davvero, e magari si sono portate la ferita nella tomba. Gente cosi andrebbe chiusa in cella con degli stupratori VERI e buttata la chiave.

    • Ronf Ronf

      E la cosa più incredibile che nel 2006-11 quelle erano le stesse che gridavano contro Vallettopoli e contro Berlusconi… hanno proprio la faccia come il c*lo 🙁

  • lupodeicieli

    C’è anche il povero Steven Seagal tra gli ultimi accusati: sarà perché ha avuto (non so se ancora) simpatia per Putin ? Di certo queste accusa lanciate un po’ a 360 ° non mi convincono, al pari dell’operazione “Mani Pulite” del 1992. Tutta questa gente che si sveglia quando ne ha voglia , non me la dà a bere: senza dimenticare che chiedere un numero di telefono o invitare un drink è molestia sessuale.

    • silvia

      Su Steven Seagal concordo in pieno: il punto e’ che il 1992 la gente lo ha gia visto e analizzato. Dubito che il giochetto riuscira’ ancora, anche perche’ se tutti vengono accusati nessuna accusa alla fine e’ piu credibile.

    • nathan

      Ot, mamma mia che orrore scenico Steven Segal, film identici autoprodotti, lui che avanza sempre invincibile ed inarrestabile contro tutti con frasi plastiche, non prende mai uno schiaffo neanche di striscio o per errore, anche alla Snai ormai quotano il suo non spettinamento nei combattimenti ad 1,01.
      Fine ot.

      • Buon Giorno

        Vabbé, allora Chuck Norris, sempre con la stessa barba, la stessa espressione, lo stesso calcio rotante

  • nathan

    Neanche i Pitbull attaccavano con questa frequenza anni fa (evidentemente si erano messi d’accordo nell’azzannare nello stesso periodo)
    In questa storia mi fanno vomitare più le attrici disposte a tutto per la loro carriera che i geneticamente maiali (hanno scoperto l’acqua calda).
    La paranoia che trasmettono i parassiti dell’informazione tra un po farà temere alle menti semplici che anche i comodini le violenti.

  • johnny rotten

    Un tempo parlando dell’Egitto si diceva che se Il Cairo starnutisce tutto il mondo arabo ha il raffreddore, aggiornandola ad oggi si potrebbe dire che sa a washington dc tirano una scorreggia tutto il mondo occidentale ha la dissenteria, più che a presunte volontà politiche, come mi pare intenda il Botta, ma che mi sembrano peccare un po’ di dietrologia, non me ne voglia caro Bottarelli, è solo una mia interpretazione, riferirei tutta la questione alla fine prossima ed inevitabile del sistema di potere costruito intorno ai liberal in amerika, la killary come riportato nel post odierno dall’ottimo Blondet, si sta avvicinando velocemente alla sua fine politica e, speriamo, all’incarcerazione con gravissime accuse, quindi da una parte sacrifica tutto il sacrificabile per rimandare la resa dei conti, dall’altra i cacciatori le fanno terra bruciata intorno e mettono in saccoccia le prede “minori”, isolando e avvicinando le prede più importanti, quello che sta saltando è un sistema di potere interno agli usa, dove, dal dopo Reagan sino a Trump, è stata la cia ad eleggere i presidenti, quei presidenti intorno ai quali si è costruito il sistema politico-mafioso più corrotto mai conosciuto nella storia usa, quello che ha prodotto danni incalcolabili alla vita di centinaia di milioni di persone nel mondo intero, e quando un sitema di così ampia portata inizia a fare le crepe a valle arriva una cascata di merda, che in qualche misura tocca la vita di tutti coloro che in qualche modo ne sono partecipi.
    Adesso si che diventerebbe ragionevole pensare che dietro tutto questo pazziare ci sia lo zampino di Putin e degli hacker russi, dati i potenti strumenti di intelligence di cui dispone il Cremlino, e ne avrebbero ben donde dopo tutta la merda gettatagli addosso proprio da questa genia di froci con il kulo degli altri, e da parte loro dare un aiutino di nascosto alla Presidenza Trump sarebbe assai conveniente, ma la mia rimane solo una mera ipotesi, tanto per scherzare, oppure no?

    • johnny rotten

      P.S. penso che siamo solo all’inizio e dopo le crepe sarà tutta la diga a crollare.

  • silvia

    Certo, una cosa colpisce: l’unica che non ha voluto “stuprare” nessuno e’ Meril Streep. Se fossi in lei non saprei se vantarmene o disperarmi

    • paolosenzabandiere

      Sicura?

      • L’unica sicura è Rosy Bindi.

      • silvia

        Diciamo che essere ben introdotta politicamente potrebbe averle evitato certe trafile, inoltre non mi sembra sta bomba sexy

        • Giovanni Netto

          non sempre conta la bellezza ma a volte “ciò che sai fare”

          • silvia

            Anche questo e’ vero, tuttavia la mia impressione e’ che si tratti di una libdem stronza talmente soporifera che manco Weinstein ha provato ad avvicinarsi

          • Giovanni Netto

            non mi hai capito: indentevo dire: puoi essere pure strafiga ma a letto fredda: in pratica ti scopi una bambola di plastica . mentre ci sono di quelle “normali” che a letto ti fanno impazzire……….

          • silvia

            Tu sei un epicureo e cerchi il piacere: i tipi alla Weinstein invece trombano per sentirsi onnipotenti…la soddisfazione che provano sta nell’avere le attricette in fila davanti al divanetto non tanto nell’atto in se’ …prova ne sia che si e’ fatto Asia Argento

          • Giovanni Netto

            Dio mio com’è caduto in basso pur di aggiungere una “tacca” al proprio “fucile”…….

          • silvia

            Vedi gli effetti devastanti del potere sulla mente umana! ^_^

          • nathan

            L’importante è che si tolgano entranbe dalle palle una volta fatta colazione.

          • Giovanni Netto

            sono d’accordo in parte… se oltre sono brave a lettoa si rlvelano donne con la testa sulle spalle portatrici dei VERI valori a cui ci hanno abituati sin da piccoli perché buttarle via ? l’uso razionale del cervello è un plus che pochissime donne hanno oramai e quindi trovarne è una fortuna (sempre se pensi di accasarti) da sfruttare al massimo

            PS: dietro ad un grande uomo c’è SEMPRE una grande donna.

    • Pareggiamoiconti

      Ci dono gia’ le attrici di colore che si lamentano della discriminazione… Weinstein non ne ha mai molestata una

      Bastardo razzista o.O

      • silvia

        Shhhh! Non lo dire in giro senno’ qualche avvocato dei diritti civili ti prende in parola

  • Giovanni Netto

    anche noi (come sempre ULTIMI) abbiamo il nostro Weinstein: si chiama Tornatore di nome Giuseppe al quale una certa Miriana Trevisan ha contestato un palpaggio di seno bem 20 anni fa

    http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/2017/11/03/trevisan-accusa-tornatore-di-molestie-ma-regista-smentisce_e059686f-60a9-495a-bc05-c50e4f9cfdbb.html

    mi astengo nel qualificare la suddetta altrimenti mi querela………

    e pensare che quando ero ragazzino e intorno alle nostre casa c’era tutta campagna non si vedeva l’ora di imboscarsi in mezzo ai campi di pannocchie giocare “al dottore e infermiera”. che tempi ragazzi!!!

    • Sandro

      La risposta è: soldi. Speranza di ottenere un risarcimento in denaro. Ci proveranno tutte.

      • Giovanni Netto

        certo che portare le prove dopo vent’anni … che siano rimastre impresse indelibilmente le impronte digitali?…….mi sa che gli inquirenti le dovranno cercarle con il luminol…..sempre stando attenti a non toccare IL CORPO DEL REATO!! jajajajajajajaj

        • Sandro

          Qui da noi accade già col Fisco. L’onere della prova è a carico dell’accusato. È ammessa pure la delazione anonima.
          Se si instaura un clima da caccia alle streghe ci sarà poco da fare.
          Saranno volatili per diabetici per tutti.
          Come in DDR negli anni 60/70.

          • Giovanni Netto

            stai parlando di poveri cristi…..anche berlusconi ha l’onere delle prova a suo carico?

          • Sandro

            E nonostante gli stuoli di avvocati e tutti i suoi miliardi ha passato grossi guai di ogni genere mi pare. A uno come Berlusconi non è difficile trovare qualcosa da contestargli fra politica, finanza, editoria e qualche vizietto, mi pare ovvio…..:-)

        • nathan

          A me hanno palpato il culo in discoteca, e non solo, diverse volte (esteticamente attraggo molto le donne), ora mi metto a cercare i jeans se non li ho buttati, magari le impronte digitali od il dna è rimasto, risalgono alla fanciulle e gli spillo qualche soldo per molestia..

          • silvia

            Sei sicuro che fossero fanciulle?

          • nathan

            Sai, quando senti una presa decisa sul culo ti giri d’istinto, sì, erano donne.
            Però non so nome e città, serve il dna per i dati anagrafici, ovviamente al momento lasciavo correre.

          • silvia

            Sono felice per te, lo dico senza ironie, senno’ era un trauma e se ci scappava la rissa adesso saresti tu a beccarti qualche denuncia per omofobia

        • paolinks

          Luminol? Ma qua ci vuole un veggente di quelli brava

          HAHAHAHAHA

          Femministe fa sempre piu’ rima con arriviste, o meglio il movimento femminista e’ stato infiltrato da una banda di ( non dico cosa ) in cerca del soldo facile

          e’ sempre cosi’, gli idealisti creano qualcosa di buono, poi quando questo qualcosa ottiene un po’ di potere, arrivano gli accattoni e rovinano tutto

      • silvia

        Hai ragione, ed e’ uno schifo

      • Giovanni Netto

        più che denaro sta t…. rischia di beccasi una denuncia per diffamazione prendendolo nel culo (vabbé tanto li da tanti che ne ha presi ci fa pure manovra un A-124 ruslan

        https://uploads.disquscdn.com/images/cf23eac5809cfdecdc93a05b0936298eff677deb0979e7719b743628bc934994.jpg

  • biafra66

    …e lo chiamano/chiamavano Jet set???
    Caspita. …bella merda sotto l’apparenza.
    Ed è tutta gente acclamata e richiamata dai mainstream……”provare per credere”(cit.)
    Che schifo….dietro la maschera papponi e mignotte nascosti dietro perbenismo e ipocrisia.
    Siamo in troppi….Darwin pensaci tu, la guerra diventa necessaria per fare un po’ di chiarezza!

  • paolosenzabandiere

    I TEMPI EVOLVONO.

    Una volta succhiare aste per un tuo tornaconto economico ti faceva mignotta. Nel mondo del cinema, e non solo, se maschio tutto questo ti faceva marchettaro.

    Passano gli anni e questa spazzatura si riscopre “violata” da orchi da loro stessi creati e voluti.

    • silvia

      I mass media e il pubblico beota hanno collaborato in questo. Quello che spero io e’ che almeno la gente incominci a capire che ha venerato per anni merde ricoperte di lustrini (vedi Angeline Jolie e George Clooney vari)

      • paolosenzabandiere

        Speri? Le merde di Hollywood hanno solo dato un Oscar ad un documentario che magnificava i caschi bianchi, al contrario fiancheggiatori di al nusra, e noi speriamo che la gente capisca…

        • silvia

          La cerimonia degli oscar la guardano in 4 gatti ormai, e i caschi bianchi se li sono gia dimenticati tutti

          • paolosenzabandiere

            Tanto vero che milioni di americani che hanno compreso che il loro paese era con l’isis stringono rapporti sempre più stretti con Vladimir che l’isis ha sempre combattuto. Dal libro dei sogni, capitolo primo …

            Al contrario la propaganda di questi criminali, a Hollywood come a Washington, è più forte che mai, altro che quattro gatti…

          • silvia

            Fatti un giro su internet: mlioni di americani lottano per sopravvivere. Non hanno tempo per la propaganda. Pero sono incazzati.

          • paolosenzabandiere

            Eh si Silvia, se mi faccio un giro su internet trovo di certo gente incazzata. Peccato che l’armata dei voglioni sta subendo limitazioni su limitazioni senza colpo ferire (Germania docet e che dire di faceboock e gli altri?). Ma milioni di Napalm hanno troppo da scrivere per capire come si fa a vincere. Ma noi si è tutti Rugantini. “Quante ce ne hanno date ma quante je ne avemo dette”.

            In fin dei conti ci si contenta di poco…

  • Sandro

    Per me è solo ľobiettivo dei risarcimenti, anche milionari secondo chi è ľimputato di turno, ad indurre le sgualdrinette più o meno famose ad uscirsene con questi patetici flashback. Non c’è modo alcuno di sapere se si tratta di una fandonia oppure no ľaccusa al ricco potentato di turno di aver approfittato della poverina. E se al momento fosse stata consenziente per sua convenienza? O se non fosse nemmeno accaduto nulla? Ľeffetto “McCarthy”smo è il vero pericolo. Se prende piede la fobia del porco-stupratore-malato-di-sesso nessuno potrà essere sicuro di restarne immune. Il mondo è stracolmo di puttane non meno che di satiri e in un clima come quello che si sta producendo anche la vicina di casa con cui non vai d’accordo ti potrebbe accusare di essere un porco violentatore e pure pedofilo solo per farti dispetto o prendersi una rivincita per uno screzio. State certi che discolparsi sarebbe molto difficile e costerebbe molto caro in tutti i sensi.

    • Pareggiamoiconti

      “Consenziente per convenienza” is the new “violentata brutalmente”

      • Sandro

        …eh, si…

      • nathan

        Non hanno rispetto neanche per il libero mercato.

    • Angel

      “Per me è solo ľobiettivo dei risarcimenti, anche milionari secondo chi è
      ľimputato di turno, ad indurre le sgualdrinette più o meno famose ad
      uscirsene con questi patetici flashback”
      Tutte insieme, in tutto il mondo – e tutt’a un tratto, a battere cassa? No, no, questo è uno step importante dell’NWO. Una rivoluzione copernicana dei ruoli, anzi, un vero e proprio rovesciamento.

  • Gianox

    Diciamo una cosa.
    La migliore carta che Trump ha a disposizione per prosciugare la palude di Washington DC sono questi scandali sessuali.
    Ma non sono questi scandali sessuali di poco conto. Non si tratta di qualche politico che non sa contenere il proprio livello di testosterone ed allunga la mano su un bel culetto.
    Qua si parla gli spaventosi traffici di esseri umani, principalmente minori. Si tratta delle pratiche più abiette che mente umana possa concepire.
    E ci sono dentro uomini potentissimi.
    Io mi auguro che attaccare Hollywood sia una mossa per stringere il cerchio gradualmente verso questi individui.
    Si spera che sia una mossa per, in qualche modo, abituare il pubblico.
    Gira voce negli USA che nell’ hard disk del computer di quel famoso Weiner, ex marito della Habedin, ex braccio destro di Hillary Clinton, la polizia abbia trovato un filmato della stessa Habedin che ha un rapporto a tre con la Clinton e addirittura con una minorenne.
    Che sia vero o meno non lo so anche se mi auguro che lo sia. Però, se fosse vero, potrei pensare che questa non è una notizia da sbattere immediatamente in prima pagina, sia perché i media cercherebbero in tutti i modi di coprirla, sia perché il pubblico potrebbe rimanerne tanto scioccato da non considerarla come una notizia vera.
    Bisogna cioè fare un lento lavorio ai fianchi.
    Magari tutti questi scandali che stanno pian pianino emergendo servono appunto a stringere il cerchio.

    • silvia

      E una speranza che nutro anche io anche se le conseguenze sarebbero senza controllo. Ho sempre pensato che le elites volessero pervertire le masse per evitare ribellioni nel caso in cui i loro vizi segreti fossero venuti allo scoperto. Ma cosi non e’ e se lo scandalo dagli states si propaga all europa scoppierebbe il caos perche nessuna istituzione si salverebbe

      • Gianox

        Ancora adesso non sono in grado di dire chi sia veramente Donald J Trump.
        Però mi sono chiare due cose.
        Dietro di lui ci sono forze potenti, altrimenti non sarebbe mai diventato presidente degli Stati Uniti avendo contro tutti quanti.
        Questo significa anche che in seno all’elite c’è una lotta di potere senza quartiere.
        La seconda cosa è che Trump sta smuovendo le acque.
        Negli ultimi mesi sono successe tante cose apparentemente slegate le une dalle altre, ma che se considerate nell’insieme ti fanno capire che qualcosa sta succedendo. E questo è un qualcosa di veramente grosso.
        È come se ci sia un’inversione di rotta. Dove si andrà a parare, non lo so.
        Ma almeno è fondamentale che ci sia stata questa inversione di rotta.

        • silvia

          si andra’ a parare alla resa dei conti: dal 1989 fino al 2007 credevano di avere il dominio globale. Ma nel 2007 la Russia, che fino ad allora aveva cercato di aggiudicarsi un posto a tavola, si stufa dei continui rifiuti e parte al contrattacco con il discorso di Putin a Monaco. Crisi economica del 2008 da cui si salva la Cina e li le elites capiscono che devono condividere il potere con il blocco antagonista. Cominciano ad innervosirsi e a fare errori. Adesso sono in crisi nera e iniziano a lottare tra loro per un potere sempre piu incerto. Alcuni che probabilmente sono dietro a trump appoggiano l’idea di un dominio condiviso. Altri invece rifiutano perche’ sanno che perderbbero tutto. Finira’ in un massacro

          • Mario Rossi

            Pensiamo che gli altri popoli siano Zulu.
            E anche se lo fossero, ecco la fine che hanno fatto gli Inglesi colonizzatori.
            https://www.youtube.com/watch?v=d17vfJ7bUVo

          • Adriano Soso

            Potrei mostrarti la fine che stanno facendo i bianchi agricoltori da parte degli Zulu’s oggi …. news che nn passano nemmeno ma accadono ogni giorno! Ieri un cartello in una università del Maryland recitava : there is nothing wrong to be white … subito e’ partita la reazione “colorata” e sono alla caccia di chi ha scritto questo cartello fascista e razzista (sic …) ! Povere le ns genie in afritalia …

          • silvia

            There is nothing wrong to be white and male 😉

          • silvia

            Hai colto il punto: sottovalutano l’avversario e si fregano da soli

          • Aggiungo al suo ottimo commento che nel 2008 la Russia, dopo anni di umiliazioni, passo’ al contrattacco con la guerra in Georgia, che segno’ una battuta d’arresto all’espansione NATO (americana) ad est. Chissa’ chi si trovera’ poi in mezzo al massacro da lei citato, in che misura l’Europa Occidentale ed altre aree come il MO saranno coinvolte.

          • silvia

            L’Europa Occidentale e’ la vittima predestinata, incapace come e’ di una politica autonoma e di mediazione diplomatica. L’Italia tuttavia e’ strategica e sarebbe la prima ad essere ricostruita dopo il crollo.

          • Adriano Soso

            Purtroppo sono dal cellulare ho postato ieri un articolino sulla Cina …. se lo trovo lo posto qua in separato articolo

          • silvia

            Grazie

        • Inversione non lo so ma variazione di sicuro. Il cambiamento genera cambiamento.

    • cristina cappugi

      Accarezzo lo stesso pensiero

  • Angel

    Nel 1991, una “channeler” statunitense affermò di essere stata messa al corrente che entro il 2020, sarebbe sopraggiunta un’ “Età della Sorellanza”. All’ epoca, la cosa mi risultò talmente oscura da essermi rimasta impressa nelle mente.
    Nel 2012, Hanna Rosin pubblica un libro intitolato “The End of Men” – La fine degli uomini – in cui sostiene strenuamente una teoria secondo la quale le donne sono scientificamente più adatte a vivere nella società postindustriale: finalmente avranno la parità di diritti che si meritano ricevendola non più grazie a proteste e manifestazioni, ma direttamente da una superiorità naturale che, secondo la Rosin, ci porterà verso (GUARDACASO) la nuova “Era della Sorellanza”. Si noti soltanto che Hanna Rosin è autrice di un libro uscito nell’aprile del 2009 in cui contesta l’importanza dell’allattamento al seno, sostenendo che sia retaggio di un epoca in cui le donne venivano bellamente sfruttate.

    https://en.wikipedia.org/wiki/The_End_of_Men

    • silvia

      Siamo nel 2017 e le donne continuano a farsi le scarpe e fregarsi il marito l’un l’altra, la vedo dura con la sorellanza!

      • Angel

        Nel piccolo forse è vero, ma questa ha tutta l’aria di essere una ‘cosa’ calata dall’alto. Una cosa che ipotecherà il futuro.

        • silvia

          Le donne non hanno il cameratismo degli uomini e’ li che il progetto femminista finira’ per fallire

          • Angel

            Il cameratismo (ma dove, poi: nel lavoro? nella politica? nella competizione in generale?? Suvvia…!) è una cosa piccolissima in confronto alla rivoluzione del modello sociale a cui assisteremo.

          • silvia

            Assisteremo al corto-circuito del sistema e al suo crollo: una catastrofe biblica che pero’ riguardera’ il derelitto occidente, mentre gli asiatici rideranno di noi

          • Angel

            Sicuramente, vedo all’orizzonte (anzi, ci siamo già dentro) la dissoluzione nel GROTTESCO dell’Occidente.

          • Lupis Tana

            le donne vogliono le quote rosa…

            non basta essere donna per capire di politica, bisogna studiare e ancora non sarà sufficiente, (vedi che disastro gli uomini)

            bisogna “sentirla” la politica.
            penso che se le donne continuano così le quote rosa si tingeranno di rosso… sarà un butto vedere e sarà colpa loro. t l

          • silvia

            Io le quote rosa non le voglio: servono solo a far occupare posti alle raccomandate

      • Noel

        …questione di portafoglio…

        • silvia

          Appunto: altro che sorellanza

    • Sandro

      Le donne sono molto competitive fra di loro e poco inclini alla lealtà. È una questione di istinto naturale alla ricerca del miglior partito, il maschio che nei loro intendimenti risulti ľesemplare alfa per generare la prole geneticamente migliore possibile. Non c’è razionalità in questa decisione ma puramente istinto guidato tuttavia da aspetti oggettivi che sono stati ampiamente schematizzati e classificati dalla scienza. Posso essere d’accordo sul fatto inequivocabile che al momento sia in corso un tentativo di annullare le differenze fra i sessi attraverso un’educazione dei nuovi nati verso una sorta di ermafroditismo mentale che inficierà certamente il comportamento di maschi e femmine negli anni a venire.
      Se poi mi si chiede quale sia la finalità, il nobile scopo che si voglia perseguire a fronte di tutto questo non sono onestamente in grado di dirlo.

      • Angel

        “Se poi mi si chiede quale sia la finalità, il nobile scopo che si voglia
        perseguire a fronte di tutto questo non sono onestamente in grado di
        dirlo.”
        Forse, la finalità di tutto ciò è nota agli stessi ‘scienziati pazzi’ che hanno accerchiato la Russia per mapparla geneticamente. La quasi totalità della realtà è totalmente interdetta all’accesso di tutti noi. Dopo 2400 anni, viviamo ancora imprigionati nel platonico Mito della Caverna.

      • Noel

        “È una questione di istinto naturale alla ricerca del miglior partito, il
        maschio che nei loro intendimenti risulti ľesemplare alfa per generare
        la prole geneticamente migliore possibile”= TEORIA ORMAI SUPERATA!

        P.S.= sostituire “miglior partito” con “miglior portafoglio”.

    • Thor

      “Hanna Rosin was born to a Jewish family in Israel”
      da Wikipedia
      I casi e le coincidenze della vita….

  • Adriano Soso

    FOX NEWS…………………………P A Z Z E S C O………………..
    Partial Transcript as Follows:

    INGRAHAM: “China has something called their 2025 project. It’s their focus to dominate every major industry from 3D printing, to rare earth, to heavy manufacturing, tool manufacturing. It’s really ambitious. Is it just kind of pie in the sky thinking, or is there a real opportunity for China to dominate all those industries?”

    AMBASSADOR LIGHTHIZER: “It’s a very, very serious challenge, not just to us, but to Europe, Japan, and the global trading system. And basically, it’s very focused. It is the areas you talked about, but also aerospace, on new energy vehicles. I mean, they want to be on top of all the high tech, all the cutting-edge economic areas. and it’s smart for them to do it. I mean, they’re doing something that’s in their interest and that they should do. We should be in a position to defend ourselves with the same amount of vigor. And I think that this president will do that. But that is a genuine threat. It’s a combination of massive subsidies, of closed markets, and of focus on technology transfer. So, it’s a very, very serious threat in all of those areas, and if you go through the parts of our economy that are affected by it, it’s hard to find any kind of a tech part that’s not potentially adversely affected by this.”

    INGRAHAM: “So when they say you’re going to start a trade war you say?”

    LIGHTHIZER: “We’re not starting a trade war at all. We have exactly the same objective as the Chamber of Commerce, exactly the same objective. The question is how do we get there? We’ve tried it their way for 25 years. Since at least 1995, we tried it their way. All I am saying is let’s try a different route for a little bit. The result of their way, I would suggest, is a $750 billion goods deficit, and an overall goods and services deficit of $500 billion. I mean, these are staggering numbers. We ought to try something else. I think we’re going to end up with more efficiency. We’re going to end up with more global wealth. it’s going to be fine for businesses, but most importantly, it’s going to be fine for American workers and American farmers who need a break. And part of this whole trade idea, this whole public contract is that we give fair trade in return for open markets, and that’s what all the workers bought into. And until now they really haven’t got it, but with this president, I think they’re going to get it.”

    • marcoferro

      in italiano altrimenti non scrivere proprio..

      • Adriano Soso

        Adopera google traduttore oh le news io le prendo da siti stranieri mica da corriere della serva o la repubica o sfatto quotidiano … fai copy evai su google lui te lo traduce Difficile ?

        • marcoferro

          fallo tu se hai voglia…

          • Adriano Soso

            Fai a meno di leggerli o vai ad una scuola serale di Inglese o gira il mondo X 33 anni te lo impari SI l inglese

          • marcoferro

            non mi va di leggerti in inglese tutto qui, non so chi ti credi di essere che debba tradurti. comunque conosco lo spagnolo e abbastanza il tedesco che ho appreso nei miei 25 di viaggi per il mondo dopo aver terminato con l’esercito in italia….

          • Adriano Soso

            Benissimo cercherò di mettere un breve sunto in italiano

          • #Venexit #Calexit

            Lascialo perdere, e’ un troglodita che non sa nemmeno esprimersi nella propria lingua madre.

          • Adriano Soso

            troglodita lo vai dire alla tua genia.

          • #Venexit #Calexit

            Non mi riferivo a te.

          • Adriano Soso

            si scusa l avevo capito troppo tardi. Ah a proposito PAR TERA PAR MAR SAN MARCO !!!

          • Adriano Soso

            forse ho sbagliato persona …. chiedo venia …….. dopo un giorno e’ fatica ricostruire tutto.

  • Rifle

    Può darsi che questa volta l’effetto destabilizzante non si riproduca.

    Rispetto al 1992 il mondo si è notevolmente imbruttito e insensibilizzato.
    E diventato più cinico ed egoista.

    Può darsi che la gente rimanga indifferente di fronte a questi scandali,
    un possibile effetto collaterale indesiderato della campagna di abbruttimento collettivo che l’establishment impone al popolo bue da circa 30 anni.

    Anche negli USA le cose non cambieranno molto a meno che non vengano pubblicate le riprese video di pratiche racappriccianti ancora in grado (forse) di scuotere le coscienze.

  • illuso

    questa propaganda femminista è figlia della sinistra ipocrita e corrotta….tutte le persone che si affacciano nel mondo del lavoro, quando non sono capaci di fare nulla “leggasi comunisti” , di vendono facilmente pur di sopravvivere…sono rare quelle persone che con il solo talento riescono ad imporsi…questo accade in tutti i settori della vita….dico: tutti

  • eusebio

    La maggior parte dei media è in mani ebraiche, mentre Israele programma guerre e invasioni per evitare di essere schiacciata, la fa buttare in caciara.
    Suss è sempre all’opera, con la kippah di traverso.

  • marcoferro

    pure Martin luter king stanno infangando, stanno oltre l’indecenza. ma si sa che questi sono bravi ad incastrare i vivi come strauss khann e altri politici, ma i morti poveretti dovrebbero essere lasciati in pace perche non possono difendersi. poi ci sono pure gli schifosi e sono tanti che meritano di finire in carcere o essere additati come questo
    WEINSTEIN. Anzi questi pseudo giornalisti rai, mediaset, etc…non sanno neppure l’abc del mestiere, perche sbagliano pure nel pronunciare i nomi, ma come si fa a pronunciare il nome di quel porco Weinstein quando in tedesco il dittongo EI si pronuncia AI, quindi si deve leggere Wainstain. facile è il minimo che si chiede a quelle capre ignoranti, almeno i nomi…

  • gino monte

    da bambino fui molestato da molte bambine, vicine di casa o figlie di amiche di mia madre.
    da adolescente fui molestato da compagne di scuola e ben 3 cugine.
    da adulto fui molestato da colleghe di lavoro, in spiaggia, in discoteca, al pub, per strada.
    parlo di molestie anche manesche e pesanti eh, tipo che ti prendono la mano e se la schiaffano dentro gli slip. o che di punto in bianco ti prendono il cazzo in mano mentre stai parlando di astrofisica.

    ma io sono strano: non sono rimasto traumatizzato a vita da cotanta sopraffazione di genere e non m’è venuta voglia di rovinare loro la vita o mandarle in galera.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi