TRANQUILLO STOLTENBERG, L’ITALIA è PRONTA. COME SEMPRE.

Di Maurizio Blondet , il - 121 commenti

(MB: a  volte è  facile scrivere un articolo. Qui comincio a copiare-incollare un pezzo dell’amico Mazzucco. Poi basta corredarlo delle opportune foto)

La NATO vuole che ci prepariamo alla guerra

La NATO ci chiede di rinforzare i ponti e le strade, per permettere il passaggio di carri armati e mezzi pesanti in caso di una guerra contro la Russia. Cos’altro non ci dicono?

di Massimo Mazzucco

La NATO ci chiede di rinforzare i ponti e le strade, per permettere il passaggio di carri armati e mezzi pesanti in caso di una guerra contro la Russia.

Già due settimane fa la portavoce della NATO, Oana Lungescu, aveva dichiarato che la Nato intende creare due nuove centrali di comando in Europa, perché “la capacità di dispiegare velocemente le forze dell’alleanza è importante per la difesa collettiva della Nato”.

Ieri è stato lo stesso segretario della NATO, Stoltemberg, nell’incontro con i ministri della difesa alleati, a chiarire meglio questo concetto: “Una centrale di comando – ha dichiarato – riguarderà l’Atlantico, e servirà a rinforzare le nostre capacità di proteggere le vie del mare, che sono di fondamentale importanza per l’alleanza transatlantica. Dobbiamo essere in grado di spostare eserciti e truppe attraverso l’Atlantico, dal Nord America verso l’Europa. Ci sarà poi una seconda centrale di comando, responsabile degli spostamenti delle truppe all’interno dell’Europa, cosa che è ovviamente altrettanto importante”.

Superstrada Milano-Lecco, ottobre 2016. 1 morto e 3 feriti. Un anno dopo, il cavalcavia,  che era continuamente  percorso da TIR,  non è stato ancora ricostruito. Nella zona a più alta intensità industriale d’Italia. 

“Dobbiamo anche assicurarci – ha aggiunto Stoltemberg – che le strade e i ponti siano abbastanza robusti da reggere il passaggio dei nostri veicoli più grossi, e che le reti ferroviarie possano supportare un rapido spostamento dei carri armati e dei mezzi pesanti. La NATO ha dei requisiti militari rispetto alle infrastrutture civili, e queste vanno aggiornate per essere sicuri che le attuali necessità militari siano garantite. Ma questo non è un lavoro che la NATO può svolgere da sola.

Ancona-Loreto. 9 marzo 2017. 2 morti.

Si richiede uno stretto coordinamento con i governi nazionali e con l’industria privata. Anche l’unione europea gioca in questo caso un ruolo importante. Quindi la NATO e l’unione europea devono continuare a lavorare spalla a spalla su questo argomento di vitale importanza.”

E sempre due settimane fa, la portavoce NATO aveva dichiarato: “Gli alleati stanno modificando le leggi nazionali per permettere agli equipaggiamenti militari di transitare più rapidamente attraverso le frontiere, e stanno lavorando per rafforzare le infrastrutture nazionali.”

A noi però nessuno ha detto niente. Come mai?

Fonte: Luogo Comune

 

 

Tangenziale di Fossano, Cuneo. Distrutta un’auto dei carabinieri, che stava effettuando un posto di blocco. Aprile 2017

Stai sereno, comandante Stoltenberg. L’italia farà la sua parte. e’ pronta, come vedi.  Tutti i carri armati che vuoi passeranno sui nostri cavalcavia.   Aver alleata l’Italia è una garanzia: noi le guerre le vinciamo sempre. Magari le cominciamo coi perdenti, ma  le  finiamo coi vincitori.  MB. 

“Cos’altro non ci dicono?”  conclude Mazzucco. A questo risponde un altro articolo,di Vincenzo Nigro: non ci diconoche i nostri caccia-bombardieri si esercitano in Israele a fera la guerra all’Iran.

 

Nel deserto del Negev esercitazioni anche con Italia,  Francia, Grecia, Polonia e
India

di VINCENZO NIGRO

10 novembre 2017

Israele si addestra a una guerra con l’Iran assieme agli aerei di Usa,
Italia e Germania.

PER LA PRIMA volta da sempre l’aeronautica israeliana ha organizzato
esercitazioni aeree con paesi alleati che non sono segrete, che sono state
aperte ad altri sette paesi e che soprattutto sono organizzate per simulare
una eventuale guerra contro
<http://www.repubblica.it/esteri/2017/11/04/news/hariri_dimissioni_iran_arab
ia_saudita-180233818/> Hezbollah o l’Iran in cui potenzialmente potrebbero
intervenire anche i caccia dell’aviazione russa.

Gentiloni a fianco di Israele: ci fa andare in guerra contro l’Iran?

Stai tranquillo Netanyahu:  di nascosto, noi siamo al tuo fianco.  E noi  italiani  le guerre le vinciamo sempre.

L’articolo TRANQUILLO STOLTENBERG, L’ITALIA è PRONTA. COME SEMPRE. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • john the savage

    i carri armati verranno trasportati da Trenitalia

  • paolinks

    Solo che a passare su quei ponti saranno i 20000 carri armati russi. Si 20000! Nessun’altra nazione al mondo ne ha cosi’ tanto. Gli USA ne hanno meno di 6000.

    E’ lampante come gli strateghi russi abbiano valutato che la futura guerra sara’ combattuta sulla terraferma. Evidentemente sanno come abbattere aerei ed affondare navi con facilita’, altrimenti non si capisce perche’ trascurare tutto il resto per mettere in campo cosi’ tanti carri armati.

    • Flavio Bosio

      Farebbero la felicità di molti giovani piloti di droni e delle aziende che producono missili anti tank.

      • Noel

        anche i tank possiedono missili anti missile

        • Flavio Bosio

          Si, ma un singolo Apache ne porta 16, poi te la devi vedere con i droni, l’aereonautica, l’artiglieria i javelin e tutto il resto, anche solo pensarlo un attacco su grande scala con carri armati in EU o in Russia è da dementi fosse solo per le distanze da percorrere e relativi rifornomenti, tagli i rifornimenti ed i carri diventano inutili.

          • Giovanni Netto

            caro flavio mai sentito parlare che ogni divisione o brigata russa dispone di sitemi divisionale antiarei? per esempio c’è l’accoppiata MORTALE S-300-400 che sono montati su lanciatori mobili poi ‘è c’ il BUk-M3 di difesa medio breve raggio
            poi c’è il PantisirS-2 quello ha tirato giù gran parte dei Tomahawk americani sparati sulla base siriana dis shayrat

            http://sakeritalia.it/militaria/buk-m3-entra-in-servizio-la-formidabile-arma-russa-per-la-difesa-aerea/
            https://it.rbth.com/societa/2014/07
            /19/la_potenza_del_buk_il_missile_capacedi_colpire_un_aereo_a_diecimila_m_31987
            http://sakeritalia.it/tag/pantsir-s2/

            forse lei è ancora FERMO al mitico pezzo da 88 dell’esercito tedesco dell 2^GM?

            prima di scrivere cazzate andate a leggere i siti specializzati e fatevi una cultura in merito
            SI AGGIORNI !!!!

          • Giovanni Netto

            bastano tre (delle dieci-dodici) testate che porta questo missile nella foto equamente divise lumgo lo STIVALE . e tutti gli italiani – i cari TUOI 16 fottuti missili Hellfire se li potranno mettere su per il buco del culo a mò di supposta al posto della tachipirina quando avremo la febbre oltre i 39° così risparmiamo pure il tempo di farci fare la ricetta dal medico e risparmiamo pure sulle spese sanitarie…
            tanto per capirsi si tratta dell SS-X30 SARMAT

            https://uploads.disquscdn.com/images/9a85d00d803a026a77e484a9403ff215f66ccec2a2b2b123ad6c9ffecd1a7de0.jpg

          • Giovanni Netto

            e tu pensi che gli Apache li lascerebbero avvicinare a meno di 5 km (gittata utile di un missile controcarro) oppure verranno “vaporizzati come dice Nuke” ancor prima che qualcuno schiacci il pulsante “start” del loro motorino d’avviamento?

          • Giovanni Netto

            secondo me per fermare gli Apache (memori dei palloni frenati che si usavano nella 1^ GM per difendersi dalle incursione aeree) mandaranno avanti i bambini che tengono in mano questi….

            naturalmente la lunghezza dei fili sarà ADEGUATAMENTE dimensionata alla bisogna.
            formerà una barriera antiaerea FORMIDABILE https://uploads.disquscdn.com/images/a406775b12b4f4c0915d0998be163583cde627ade0e87e7eb210f7b354773cd0.jpg

      • paolinks

        Evidentemente i russi sanno come buttare giu’ quei droni. Sui missili anti tank, i russi sono maestri nelle corazzature attive-reattive.

  • Filippo Candio

    mah! Io la vedo come un altro sotterfugio per fare altro debito in deroga alle normative UE. In guerra i ponti li mini, altro che rinforzarli . E da noi bastano due belle “bombazze”, una al Brennero e l’altra a Tarvisio e siamo già che bell’isolati

  • Albert Nextein

    La Nato dovrebbe esser sciolta.

    • Noel

      non occorre scioglierla:è sufficente non farvi parte!

  • Luigi za

    La NATO ci chiede di rinforzare i ponti e le strade, per permettere il passaggio di carri armati e mezzi pesanti in caso di una guerra contro la Russia. Cos’altro non ci dicono?

    Non ci dicono che la Russia ringrazia perchè sarà essa ad invadere l’Europa quando il sistema economico occidentale basato sul debito collasserà e le popolazioni insorgeranno.
    Sig. Stoltemberg, oca giuliva dia una occhiata a questo video, le sarà d’aiuto per capire che Lei sogna.
    https://www.youtube.com/watch?v=mbUU_9bOcnM

  • La Russia attacca le nostre frontiere, viene caricato un treno coi carri armati da mandare al fronte. I Russi attivano un minuscolo sindacato autonomo ferrovieri marxista-leninista: tranquilli, ci pensiamo noi. I carri armati restano ad arrugginire nella campagna vicino Orte.

    • davide

      si ma hanno inventato il WD-40 eccezionale per sbloccare parti arrugginite

    • Natalis

      Quando usavo spesso i treni italiani, seconda meta’ degli anni ’90, c’erano mi ricordo 2 sindacati, il COMU e l’UCS che facevano sciopero quasi una volta al mese.

    • silvia

      No, I carri armati verranno spinti sulle rotaie dalle volenterose risorse

      • Giovanni Netto

        ci vuole l’appalto per farlo. e poi la cooperativa vincente darà un tozzo di pane raffermo ai “lavoratori” e quelli con il cazzo faranno fatica quando hanno la possibilità di stare tutto il santissimo giorno a trastullarsi i coglioni (o a farseli trastullare) navigando A GRATIS con internet e pure pagati 35 euro al giorno?

        a Napoli dicono: e chi me lo fa fa?
        ca nessiuno è fesso!

    • what you see is a fraud

      Chissa’ se i militari avranno la camicia estiva in dotazione per il prossimo inverno e gli scarponi di cartone . La storia unsegna

      • Giovanni Netto

        il problema è che noi non la sappiamo (o NON VOGLIAMO saperla…) difatti l’uomo è 5000 anni che fa guerra…..

    • Ronf Ronf

      I sindacati rossi sono sul “libro paga” USA-UK perchè storicamente i sindacati rossi servivano per evitare colpi di testa degli industriali italiani contro USA-UK

  • Caio Giulio

    Rinforzare ponti e strade? ma per favore! Ormai solo questa finzione della Nato gli è rimasta, una combriccola di idioti allucinati che sarà presto smantellata senza i soldini USA, gente che nemmeno sa che siamo un paese dove ci vogliono 30 anni e passa per completare la SA-RC, altro che piani di invasione deliranti.

  • Noel

    quante testate nucleari sono dislocate in Italia?

    • Flavio Bosio

      70 tra Aviano e Ghedi.

      • Noel

        di che potenze parliamo in megatoni?

        • AnonimoSchedato

          Secondo wikipedia al massimo 170 kiloton l’una. https://en.wikipedia.org/wiki/B61_nuclear_bomb
          Cumulata per tutte le 70 farebbe circa 12 megatoni.
          Altre fonti “autorevoli” 🙂 dicono che quelle italiane sono limitate a 50 kt, ovviamente è difficile sapere (http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/01/20/news/ecco-la-nuova-bomba-h-che-arrivera-in-italia-1.247276).

        • Flavio Bosio

          Quasi certamente ci sono
          B61-4 con potenza da 0.3 a 50 kilotoni
          B61-3 con potenza da 0.3 a 170 kilotoni

          Ma 30 anni fa si parlava anche di grosse testate da montare in caso di necessità su missili conservati separatamente nella base di Ome (BS), per cui non si può escludere che ci sia anche altro non in elenco..

          • Noel

            quindi “piccole” ed obsolete?

          • Flavio Bosio

            Anche un idiota sa fare una grossa testata nucleare, basta aggiungere materiale fissile, il difficile sta proprio nella miniaturizzazione.

          • Noel

            quindi quelle dislocate in italia sono evolute?

    • what you see is a fraud

      un bel nuke ad Aviano renderebbe l’accesso alle bombe radioattivo . Potremo finalmente usare il GPS senza andare in giro in cerchio senza mai raggiungere la destinatione .

  • Il fatto che il ponte non sia ricostruito dopo un anno e passa, aumenta la rabbia di dover stare a vivere in questo paese di nutella.

  • Alex

    Vincere e vinceremo.

  • silvia

    Ormai in Italia e in Occidente non funziona piu nulla, e gli occidentali sono psicologicamente impreparati alla guerra. Stoltenberg sogna…..

    • Andrew

      Militarmente parlando vedo l’Italia ed il resto dei camerati europei come dei vecchietti che bramano ancora di dimostrare che hanno il pisello vigoroso e pronto a sparare.
      Nessun pericolo….Tanto al momento opportuno… farà cilecca…
      Ca va sans dir

    • Mario Rossi

      Mi dispiace per quelli che non conoscono la lingua russa, ma tenterò di riassumere: questo simpatico comandante del Battaglione Vostok all’opera in Georgia al tempo delle operazioni in Ossezia del Sud, fondamentalmente dice che nonostante le posizioni favorevoli e la dotazione tecnica, gli avversari si sono arresi facilmente: “duska voevat netu” ovvero non c’è animo [voglia] di combattere:

      https://www.youtube.com/watch?v=FvDFVKJk19c

      Chissà quanto sarà alto il morale dei nostri soldati all’incontro con tipi come questo, evidentemente poco incline ai diritti della comunità LGBT all’interno delle forze Nato…

    • Gianox

      Non è solo quello.
      Cosa hai da difendere? Un paese i cui governanti stanno facendo di tutto per importi contro il tuo volere una società multietnica ed in cui i tuoi valori tradizionali devono essere accantonati per far posto alle teorie gender?
      Se mai dovesse scoppiare una guerra, stai certa che gli europei si attiverebbero solo per acclamare i russi, che sarebbero piuttosto visto come liberatori.

      • AnonimoSchedato

        Temo però che un giogo valga un altro.

    • marcoferro

      ah la faranno la guerra gli occidentali ma non contro i russi, anzi, ma contro le loro stesse elite per appenderli ai lampioni

      • Giovanni Netto

        allora approviamo sin da ora lo jus soli automatico a chiunque metta il piede in Italia uomini e donne indistintamente così come cittadini italiani in caso di guerra SARANNO OBBLIGATI ad arruolarsi ed andare al fronte e a combattere ( e fare qualcosa di UTILE – invece di pagarci le pensione come dice la beep beep beep della boldrini – pensioni che non vedremmo mai ) così risolveremmo il problema degli sbarchi senza pagare loro il biglietto perché se ne ritornino a casa loro “volontariamente”
        così prenderemmo due piccioni con una fava

        • marcoferro

          ma i negri scappano dai loro paesi proprio per non andare nell’esercito, sono disertori, pensa se dovessero arruolarsi per fare le nostre guerre. mantenuti si , fessi no così se ne ritornano a casa loro….

    • Picelli Seller

      Metà delle portaerei americane sono occupate da gabinetti.

      Per maschi
      per femmine
      per gay
      per lesbiche
      per trans
      per bisessuali
      per maschi la fanno da seduti
      per donne che la fanno da in piedi
      sbizzarritevi voi…

      50.000 tonnellate di gabinetti su 100.000 totali.

  • what you see is a fraud

    Stoltemberg lo stolto che pensa di fare la guerra alla Russia . Il suo nome dice tutto .
    Lo stolto non si deve preoccupare . Un kaliber al parlamento di Brussell insegnera’ ai buffori della UE che la loro causa e’ una causa per cui non vale la pena combattere .

  • You are entitled to nothing

    Fin che trump e Putin si danno pacche sulle spalle siamo a posto. Ma nessuno si pone una domanda basica : ma L olivella nera che cazzzzo gafatto in 8 lunghi anni????
    Trump che Nn e’ne contadino ne palazzinaro arricchito sa trattare con la gente
    Non si spiegherebbe che in 10 mesi ha lavorato bene quanti 8 anni del coglionazzo che nemmeno a Chicago viene ammesso a fare il giudice popolare !! Pensateci bene

  • You are entitled to nothing

    Penso che la guerra purtroppo si vi ce dallo spazio come ho dimostrato a 125 km dal pianeta ti mandano in b out il sistema gps come caXXo ti muovi con le cartine stradali ???? Dai su arrivateci e tutta na buffalazza per fare qualche altra cosa in medio oriente ….

  • You are entitled to nothing

    Even German Chancellor Angela Merkel recognized that multiculturalism has failed. All scientific studies show that a significant number of Muslims in Europe are fundamentalist; and that thousands of young European Muslims went to Syria to join ISIS. And yet, it is insufferable to Brussels and Berlin, to hear that the people of Central Europe have no intention of following the same path.

    The European Court of Human Rights and the Court of Justice of the EU have made sure, through ruling after ruling, that it is virtually impossible to expel a “refugee” after his asylum request has been rejected Per esempio ci stanno nascondendo che stanno ritornando migliaiadi terroristi dai luoghi di battaglia del medio oriente che espellere un rifugiato o clandestino e’ diventato impossibile per legge ….

  • Gianox

    Alla NATO fremono proprio per fare la guerra; non vedono l’ora di entrare in guerra contro la Russia, pur sapendo che costerebbe carissimo in termini di vite umane.
    Ora, so bene che a questa gente qua non frega un emerito cavolo delle persone comuni; anzi, essendo loro malthusiani, più gente muore per questa guerra meglio è.
    Comunque, il punto non è questo. Il punto è sapere perché le élites vogliono così fortissimamente la guerra tanto da suggerire agli stati di rinforzare le infrastrutture civili.
    Forse perché sanno che il loro tempo sta per scadere?
    D’altronde, una volta che vi fosse un’ulteriore crisi economica, verrebbero spazzati via. Anzi, potrebbe succedere anche prima: non passa giorno senza che non scoppi un qualche scandalo che coinvolga gli appartenenti a queste élites. Ad esempio, il famigerato Podesta Group dei potenti Podesta Brothers, quelli delle “opere d’arte” pedofile, è sul punto di cessare l’attività: un colpo ferale per il deep state.
    Il sospetto è che abbiano bisogno di una guerra per sviare l’attenzione del pubblico o, per meglio dire, per evitare che il loro potere crolli.
    In qualche modo, questo voler a tutti i costi la guerra è solo un sintomo di debolezza da parte di chi sente il proprio potere in procinto di scomparire, un calciare il barattolo in attesa dell’inevitabile fine.
    Il che è sicuramente positivo, benché siano situazioni estremamente tese.
    Ed ecco che abbiamo bisogno di gente che si attivi per evitare che questa guerra, di cui le élites hanno bisogno per la propria stessa sopravvivenza, venga innescata troppo presto.
    Speriamo che Putin e Trump, incontratisi in Vietnam, si siano accordati per questo.
    Oggi leggevo un articolo di Thierry Meyssan per il quale anche il turbolento principe Bin Salman sarebbe della partita: la purga di cui si è reso protagonista avrebbe avuto il compito di decimare quei fanatici wahhabbiti più prossimi al deep state americano.
    Meyssan, addirittura, lo dipinge come un despota illuminato, che vorrebbe modernizzare il paese e cancellare le pericolose esagerazioni dei fondamentalisti.
    Rimane il fatto che qualcuno sta soffiando pericolosamente sul fuoco per innescare una guerra contro l’Iran. Non è difficile capire chi sia questo qualcuno: un qualcuno che percepisce Hezbollah come un nemico mortale ma che non ha mai il coraggio di muover guerra per primo, perché preferisce mandare avanti i propri golem, così da apparire sempre come vittima innocente.
    Situazione molto complessa: speriamo e preghiamo perché una volta tanto la situazione, come un boomerang, si ritorci contro i padroni del discorso.

    • marcoferro

      devono andare a sbattere questa gente qua. poi una volta sconfitti stati uniti, israhell, arabia saudita e pure germania dovranno essere commissariati per 100 anni e privati degli eserciti e delle armi.

  • Rifle

    1) Sarebbe cmq una buona scusa per fare lavori di ammodernamento della nostra vetusta rete stradale (bisogna vedere pagati da chi)

    2) Hanno preso in considerazione che il miglioramento di ponti e viadotti agevolerebbe anche il traffico militare contrario, dalla Russia all’occidente?

    • AnonimoSchedato

      2) Certo che l’hanno preso in considerazione. Non hai visto nell’articolo tutte le foto delle esercitazioni per reagire? (Se non fossero morti degli innocenti sarebbe da riderci sopra).

    • Giovanni Netto

      si come no e noi come nel 1918 faremo la nostra diga lungo il Piave e ai nostri figli invece di insegnarli “sex over the phone” gli insegneremo di NUOVO: “Il Piave mormorava…..
      solo che, cazzo, nel 1918 per vincere (con gli aiuto degli americani – Hemingway
      tu ne sai qual cosa vero?) è bastato arrivare fino a Vittorio Veneto, quindi poco più che una scampagnata domenicale , stavolta dovremmo arrivare PERLOMENO fino a Mosca (a piedi of course).
      metteremo come nella 1^GM le borchie chiodate sotto gli stivali per non consumare le suole oppure andremo verso Mosca con gli stivali di cartone per risparmiare sulla gomma?

      • Rifle

        Stavo solo dicendo che per favorire le tue truppe potresti ritrovarti ad aver favorito gli invasori.
        Eterogenesi dei fini.

        Ergo, tanto meglio lasciare le cose così, oppure, dipende dai punti di vista, lasciamogli pure fare tutti i rinnovamenti che vogliono.

    • Filippo Candio

      MA infatti, a quanto ne so, in caso di guerra, i ponti si minano, altro che rinforzarli. Tanto più che per l’Italia sistemati Tarvisio ed il Brennero con un paio di missili dove vai con i carro armati? Scali le Dolomiti ?

  • televisione falsa

    Sempre più schifo l’occidente

  • cagliostro

    analisi della presunta superiorita us-nato: http://sakeritalia.it/militaria/sfatare-due-miti-americani/

  • Covpepe

    Quindi, questa volta termineremo la guerra al fianco della Russia. 😀
    Comunque, per come sono messe le nostre strade, rischiamo di mandare in bancarotta la NATO. Oppure, falliremo prima noi. In ogni caso, il collasso economico arriverà.

  • Winston Smith

    Blondet, lei non ha compreso la tattica:
    In caso di invasione, i ponti si fanno saltare per aria allo scopo di ostacolare l’avanzata nemica…. noi in questo modo ci risparmiano gli esplosivi e, allo stesso tempo, causiamo la perdita dei blindati nemici che passano sui ponti.

  • Lucio

    Se ci obbligasse la Nato forse sarebbe la volta buona che i nostri ponti smettono di crollare.

  • marcoferro

    stoltemberg in nome omen, questo tizio e quelli che lo comandano hanno la testa per dividere le orecchie. percche l’italia dovrebbe fare la guerra alla russia ? ma sopratutto che tiene a che vedere la nato con l’iran ? a forza la vogliono tirare dentro. se i nazi-ebrei vogliono fare la guerra all’iran la facessero loro senza rompere le palle agli altri. inoltre l’esercito italiano dovrebbe rifiutarsi di fare qualunque guerra al di fuori dei confini italiani in quanto la guerra è aborrita come dice la costituzione italiana e la nato è solo difensiva. questi soldati moderni, questi mercenari che pensano solo a fare soldi mi fanno schifo, mercificano la guerra. i poveri soldati che combattevano nelle trincee della prima guerra mondiale avevano molto più cuore e anima di questi di sciacalli moderni. anzi a tal cosa allego questo piccolo gioiellino di Paul McCartney:https://www.youtube.com/watch?v=TwyFTRGiIUU

  • paolosenzabandiere

    L’Italia che inizia la guerra con un alleato e la finisce insieme al suo nemico iniziale? Speriamo che la cosa si avveri ma nel frattempo dovremmo pensare ai tanti uomini da lampione che hanno tradito il paese.

    • Picelli Seller

      Beh… su questo ci sarebeb da ridire.
      L’Italia ha iniziato la guerra con i Tedeschi.
      L’Italia è stata invasa dagli Anglo Americani e l’ha persa.
      A quel punto gli Anglo Americani l’hanno presa per il bavero e le hanno detto… sai carina (almeno la metà invasa), adesso vieni in guerra con noi.

      Volevi opporti tu?
      Folli sono stati i Tedeschi, che già dopo Stalingrado avevano assolutamente compreso che la guerra sarebbe stata persa, a non arrendersi.

      Ed infatti persero più uomini (padri, figli, fratelli, mariti) nell’ultimo anno di guerra che nei primi cinque. Quando ormai la guerra era persa. Punto.
      Persa.

      Detto questo, da giugno del ’45 in poi furono ben contenti di ricevere cioccolata e dollari americani, con le più grandi basi occidentali di Zio Sam.

      Esattamente come l’Italia.

      Poi non sono gli Italiani che firmarono un patto di non aggressione con Stalin, salvo tradirlo ed attaccarlo pochi mesi dopo causando 20 milioni di morti russi.
      O no?
      A me sembrano i Tedeschi

      • Gianox

        Ma anche no.
        Erano i sovietici che avevano la brutta abitudine di non rispettare i patti di non aggressione.
        Infatti, invasero la Polonia e la Finlandia, anche se avevano firmato dei patti di non aggressione.
        E pure riguardo la Germania ce ne sarebbe da dire.
        Secondo uno storico militare russo, l’URSS si apprestava ad invadere la Germania quando fu attaccata dai nazisti.
        In altre parole, Hitler mosse guerra ai sovietici solo perché sapeva che i sovietici avrebbero infranto il patto di non aggressione Ribentropp-Molotov.

        • Covpepe

          Si chiama Viktor Suvorov, nome d’arte di Vladimir Rezun.
          Ciò che affermi è scritto nel suo libro “Stalin, Hitler, la rivoluzione bolscevica mondiale“.

          • Gianox

            Esatto.
            Se non vado errato – Suvorov a suffragio della sua tesi parlò del fatto che i vertici militari sovietici erano stati dotati di carte della Germania, e non dei territori sovietici, proprio perché si preparavano ad invadere la Germania e non a difendere il proprio territorio.
            Inoltre, pare che i sovietici avessero ammassato il grosso delle armate al confine, proprio in vista di una guerra offensiva, e non difensiva. Questo ebbe un effetto boomerang perché nel momento in cui i tedeschi optarono per una guerra preventiva ebbero più facilmente la meglio delle armate sovietiche che erano invece predisposte per una guerra offensiva.

          • Covpepe

            Di certo se piazzi un esercito che per dimensioni avrebbe potuto conquistare tutta l’Europa ai confini di un altro Stato, difficilmente dai l’impressione di avere buone intenzioni.
            Tuttavia, è bene anche ricordare che non possiamo essere completamente certi che quanto affermato da Suvorov sia vero. Dobbiamo tenere a mente il fatto che Stalin aveva iniziato un graduale ritiro delle truppe schierate al fronte, creando quei famosi “buchi” poi sfruttati dalla Wehrmacht per accerchiare e distruggere le divisioni sovietiche, proprio pochi giorni prima che Hitler scatenasse l’Operazione Barbarossa.
            C’è chi ipotizza che Stalin alla fine avesse rinunciato all’attacco, mentre Hitler era rimasto all’oscuro di ciò e credeva ancora che l’offensiva dell’Armata Rossa fosse imminente.
            Che sia stata tutta una trappola di Stalin? Oppure solo un enorme fraintendimento di Hitler?

          • Gianox

            Forse è stata una trappola.
            D’altronde, anche la prima guerra mondiale ebbe inizio perché la Russia mobilitò l’esercito in maniera minacciosa verso la Germania, che pure non voleva la guerra.
            La verità è conservata in qui benedetti archivi sovietici che soli possono dirci come le cose siano andate veramente.
            Io sono propenso a pensare che l’attacco della Germania sia stata solo una mossa difensiva. Magari, non una mossa intelligente, ma pur sempre difensiva.
            Ormai, la storiella dei nazisti brutti e cattivi che vogliono imporre il Reich su tutta l’Europa non mi convince più.

          • Covpepe

            Di certo, se quella era stata una trappola di Stalin, è una prova ulteriore di quanto mostruoso sia stato quell’individuo.
            Sacrificare milioni di soldati soltanto per avere una “guerra sacra” da combattere con l’obiettivo di diffondere il comunismo in Europa è davvero qualcosa di inconcepibile per qualunque persona dotata di umanità. Roba da comunisti, appunto.

          • Gianox

            Beh, perché sorprendersi?
            C’è chi ha sacrificato i proprio correligionari per avere uno stato in medio oriente.

          • Natalis

            Nella 1 guerra mondiale i russi volevano si la guerra per risollevarsi dalla sconfitta contro il Giappone del 1904, ma non contro la Germania, il loro contenzioso era contro l’Austria a cui contendevano il controllo dei Balcani occidentali, lasciati liberi dal progressivo ritiro dell’Impero Ottomano, e raggiungere finalmente il Mediterraneo. Fu proprio il malcontento contro una sterile guerra alla Germania, dove i soldati russi venivano massacrati dalle linee difensive tedesche, ad aprire la strada alle rivoluzioni del 1917.

          • Winston Smith

            Bhe…. se occupi la Bessarabia (Moldavia), ponendo in questo modo una seria minaccia ai pozzi di Ploiesti; poi non potevi certo essere molto credibile come amico.

        • Picelli Seller

          Invasero la Polonia in perfetto accordo con i Tedeschi, durante a seconda guerra mondiale.
          Quindi Hitler aveva visto troppe repliche di Minority Report, e sapeva cosa avrebbero fatto i Russi, che erano talmente pronti ad attaccarlo (cioè erano a tagliarsi le unghie seduti sul gabinetto) che persero quasi tutta la porzione europea della nazione con danni economici e umani incalcolabili…
          Sticà…

          E io che credevo che il concetto di guerra preventiva lo avesse tirato fuori dal Jack Daniels… pardon, dal cilindro, quel simpatico alcolizzato di Bush Junior

          • Gianox

            Ma anche no, pure in questo caso.
            Peccato solo che i polacchi avessero un’alleanza coi britannici tale per cui questi ultimi avrebbero dovuto fare la guerra all’URSS come la fecero ai tedeschi.

      • Angel

        Tutto vero. E invece, da più parti si continua a celebrare la folle ottusità teutonica come una virtù. Quasi scusandoci, per aver contribuito alla sconfitta della Krukkoland. Magari paghiamole anche i danni di guerra, tanto dicono che siamo più ricchi di loro…

        • Picelli Seller

          ESatto.
          Le due più cruenti battaglie italiane (El Alamain e la ritirata di Russia) sono il frutto di due ripiegamenti (o meglio, ritirate) tedesche senza avvisare gli Italiani.
          Sapevatelo.

  • You are entitled to nothing

    Urgente meeting Cairo della lega araba. Saudi jet fighters in stato di allarme immediato …. son matti questi !!!

    • You are entitled to nothing

      Sembra siano state promesse delle fiammanti Bentley ai piloti sauditi ……. ahhhhhhh se solo ce la faranno a ritornare indenni …. sdrammatizziamo per carità … mentre i Rolex sono già stati donati agli accattoni leccaculo degli italioti a suo tempo nn c’è ne sono più … ahhhh

      • marcoferro

        è venuto un terremoto tra iraq e iran, proprio in questo momento particolare. due nemici dell’impero anglo-sionista, potrebbe essere naturale, ma mi fa sospettare anche del sistema haarp

        • You are entitled to nothing

          Non meriti risposta

  • Verklarte

    Avevo letto qualche giorno fa l’articolo di Mazzucco, ma trovo che sia esagerato il suo allarmismo. Stoltenberg sappiamo a chi obbedisce e non è che abbia alternative se vuole morire nel suo letto, La sua faccia triste mi ricorda quella di Gromiko (anni sessanta). Vado a memoria. Un giorno Kruscev, parlando con l’ambasciatore americano a Mosca, disse: “State tranquilli negli Usa, finché ci sarà Gromiko ministro degli esteri la linea politica dell’Urss, cioè quella del Politburo, non cambierà”. “Perché?” gli chiese l’ambasciatore. “Perché” rispose Kruscev “Quello (Gromiko) è un tipo al quale potrei chiedere di sedersi su una graticola e non avrebbe niente da ridire”.
    Stoltenberg è un pagliaccio triste, paradigma umano di una nato e di una UE in balia degli avvenimenti e delle decisioni prese in altra sede.

  • eusebio

    Israele può stare tranquilla, mentre ci manda i terroristi salafiti ad ammazzarci nelle nostre città e ci ordina attraverso i politici comunisti ed i prelati culattoni corrotti da Soros di accogliere milioni di afroislamici, ci faremo ammazzare molto volentieri per difendere gli abusivi aronne piperno che hanno occupato la Palestina.
    Come no, tutti pronti agli ordini del corrottissimo Netanyaca….. contro russi e iraniani.
    Stanno freschi.

  • Nikolai

    tra qualche mese il centro sinistra sarà’ solo un ricordo…un brutto ricordo…

    • Picelli Seller

      già, concordo.
      Se penso però che il CDX sarà ancora guidato da uno che ha l’età di mia madre…

    • aiccor

      lo voglia il cielo…e che non arrivino dei surrogati!

    • Volesse il Cielo!

    • Davide

      E’ probabile e non sarà solo per i sinistri.

  • johnny rotten

    La nato è una istituzione della stessa specie di quelle, ben note a noi itagliani, che servono a distribuire poltrone e stipendi agli amici e ai familiari, tutto il personale che ne fa parte vive e fa finta di lavorare solo per arrivare al giorno di paga, tale parassitismo ovviamente è sempre accompagnato da incompetenza, quindi mentre adesso vorrebbero fare la guerra si ritrovano senza le infrastrutture necessarie a poterla, non dico vincere, ma almeno combattere, la loro soluzione sarebbe quella di spillare altri soldi ai contribuenti europei, senza neanche rendersi conto che ormai la €u è un’istituzione fallita, che se deve stampare soldi lo fa principalmente per spartirseli tra il clan dei bankari, allora continueranno i proclami di guerra, sterili e inconcludenti, l’unica guerra che vincerà la nato alla fine sarà quella contro il corpo che la ospita, come tutti gli organi parassiti muore consumando il corpo da cui trae la sostanza vitale.

  • alboino

    – Anche noi dovremo far la guerra alla Russia? Come peltasti della prima linea? Roba da ridere, che finirà in pianto. Magari ci usano come antipasto, come degustazione, e poi rinunciano al piatto grosso.
    – Che schifo la storia dei cavalcavia! Quello di Lecco non è stato ancora rimesso.
    – Ci vuol proprio l’urgenza di Zio Sam per rimetterlo su, così qualche furgoncino civile riuscirà forse a passarci sopra prima dei tanks USA.
    – Intanto gli italoidioti non muovono foglia, conformemente alla loro genetica pusillanimità. In più si sorbiscono gli autovelox recentemente installati in zona “per la loro sicurezza”!
    Ma se zio Sam farà ricostruire il ponte, che – dato il committente, non crollerà più – esporranno giulivi la bandierina stelle-strisce sulle finestre di casa.

    • Picelli Seller

      Sono di Cuneo… per non dire quello di Fossano (quello crollato sulla macchina dei Carabinieri).
      Ovviamente, trattandosi di una tangenziale che per lunghissimi tratti corre su cavalcavia, il dubbio è che siano TUTTI di pastafrolla come quello caduto.

      Quindi una tangenziale aspettata 20 anni, che rimarrà forse chiusa altri 20?

      • alboino

        pasta frolla i cavalcavia…. e pasta frolla la razza tutta quanta! Ma anche lì siete – per usare un eufemismo – “pazienti” come noi lombardioti? Vent’anni non son nulla di fronte all’eternità! Ne godranno i nipoti! Animo!!!
        Chissà se un giorno interesserà a qualcuno la notizia di CENTINAIA di morti tra ciclisti amatori perché l’ANAS non ha ancora completato 7 km di pista ciclabile a fianco di una superstrada (e non c’è altra strada alternativa… non c’è neppure una piccola banda a margine riservata a pedoni e ciclisti). Il progetto in corso da 40 anni, e periodicamente RIFINANZIATO. Una macchinetta mangiasoldi. Mangia anche i soldi dei morti. Quel che esiste sono due km del primo tratto, ma naturalmente non funzionanti neppur quelli. Ci stan crescendo le erbacce in mezzo. E i ciclisti che fanno? Continuano a percorrere la superstrada, rischiando d’essere arrotati a ogni metro.L’amministrazione è infame, ma la gente è idiota. Ognuno ha i governanti che si merita.

        • Picelli Seller

          Non so se me li merito…
          Forse me li merito perché sono ancora qui, in Italialand, e non ho fatto nulla per andarmene.

        • Picelli Seller

          Pazienti… pazientissimi… quasi coglioni!

  • Picelli Seller

    Non ho capito… abbiamo delle divisioni corazzate americane a Cuneo che devono passare per la Tangenziale di Fossano?

    Non credono che dopo un un po’ di cannonate tradizionali ad una delle due parti (immagino chi le busca) verrà sicuramente voglia di usare quelle 10/12 MILA testate nucleari ancora nei depositi?

    In Europa?????

  • biafra66

    Mi auguro il sign.Stoltemberg abbia buoni generali strateghi…perché per quanto riguarda l’Ita-glia i ponti sarebbero il problema minore…se la NATO dovesse incontrare un po’di pioggia i costosissimi carri armati affonderebbero in sucessione in: frane, fango, smottamenti, cedimenti, interruzioni, deviazioni, buche,rotatorie improbabili, voragini…..altro che Russi o Russia, il problema è non fare la guerra in autunno e inverno….almeno in territorio cialtronesco.

    • biafra66

      …scusate dimenticavo innondazioni, esondazioni, alluvioni.

      • Giovanni Netto

        hai dimenticato i lavoratori che occupano le autostrade perché la loro azienda sta fallendo o sta delocalizzando…..ovvero ai i “migranti” che occupano le strade perché sono incazzati BIANCHI (visto che sono già neri di pelle) perchè lo stato italiano non gli da internet GRATIS

    • Winston Smith

      Mi risulta che anche gli F35 abbiano diversi problemi con la pioggia…

      • biafra66

        Ahah…anche all’asciutto non sembrano dei “fulmini”

  • Giovanni Netto

    purtroppo e così ….purtroppo…

  • Giovanni Netto

    tutti noi siamo dei potenziali puttanieri. sei ti trovi davanti una figa che ti fa capire che ha voglia di farsi sbattere da te tu che fai? le dici: “guardi, non m’interessa” come quando rispondi alla pubblicità molesta e ti giri dall’altra parte o gli salti addosso “con le scarpe”?

    • Nikolai

      Figurati lo dici a me?…fossero normali come a Berlusconi..quando ero a Londra ho saputo di direttori di grandi banche che facevano orge con trans uomini..che facevano le peggio zozzerie..quello che non gli perdono è che si è comportato da stupido..quando svolgi quel ruolo hai dei nemici..e non puoi prestargli il fianco o la gola..sei un pirla..comunque ripeto sempre meglio dei sovrani dell’ipocrisia e del bimbominchia pensiero del PD

      • Davide

        Si l’ uomo sembra proprio scaduto.

    • Picelli Seller

      Ma infatti, guarda… si invischiano in certi troiai operai grassottelli e pelati da 1400 euro al mese e le mogli casalinghe… (basta leggere i tweet di un telefono su due), trascinandosi nella rovina (di solito di lui), vuoi che non ci si invischino persone che girano tutto il santo giorno in mezzo a delle belle ragazze, pieni di soldi???
      Ma dai…

  • giuseppe

    …tranquillo “Stolto”mberg. L’italia per il momento si trova davanti a questa sofferenza vasta che sta prendendo l’intero paese. E’ inutile parlare di ponti e di strade, di politici ladri, incapaci, ecc.ecc . Si deve parlare (come al solito) di calcio. Si va a San Siro e si urla Italia. I Mondiali sono stati nel dopoguerra il nostro modo di alzare la testa, di partecipare alla corsa popolare del mondo. Non averli più ci imbruttirebbe come una bocca piena di unto, ci renderebbe volgari (piu’ di come siamo adesso?). Non fosse che solo per oggi, questo è il tempo di essere ottimisti.

    12

  • Picelli Seller

    Ti do tristemente ragione. Guarda come siamo ridotti, però…

  • Picelli Seller

    Sembra che gli Stati Uniti stiano per schierare in Polonia la 5^ brigata meccanizzata transessuale, la nuova unità voluta fortemente da Obama.
    L’effetto psicologico sui soldati Russi sembra sia agghiacciante, con contrazioni anali incontrollabili.
    A questa dovrebbe aggiungersi il 90^ cavalleggeri (gli stalloni dell’aria, il numero non è stato scelto a caso), i cosiddetti “gay-aviotrasportati”. Sembra atterrino sul nemico con una tecnica particolare… di natiche!
    Il Cremlino teme atti di diserzione di massa fra le fila dei suoi etero-soldati, alla sola vista delle truppe americane.

  • Davide

    STOLTENBERG, parla a nome del dep state al’ alleato cattosinistro italiano che ora è senza soldi un paese dove i ponti crollano e le strade sono rotte, se Trump vincerà contro i dep state sarà probabile l’ arrivo di una bella rullata per la politica italiana.

  • gianluca pointo

    beh si, l’importante è vincere…

  • zeta bet

    Scie chimiche e umanita’ sintetica
    Prince parla di scie chimiche
    Simoncini l’uomo che dice che il cancro e’ un fungo e cura i malati col bicarbonato
    Autismo e vaccini
    Forum su ufo e alieni
    Miracoli

    e molto altro

    Fonte : Luogo Comune
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHHAAHHA

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi