“Ci sono infermiere che hanno paura di essere ricoverate, sanno di rischiare l’eutanasia”

Di Maurizio Blondet , il - 248 commenti

Ai tempi del referendum sul divorzio (io feci lo scrutatore, ero contro), l’argomento di chi era a favore fu: ma per voi cattolici, che credete  al matrimonio indissolubile, non cambia nulla! Mica vi vien tolta la libertà di  contrarre matrimonio sacramentale  – siete voi invece che volete   togliere la libertà ai laici.

Era una  menzogna.   L’esistenza della legge sul divorzio  ha “promosso” il  divorzio stesso, l’ha moltiplicato ,  ha   fatto scadere il matrimonio con le  conseguenze che vediamo oggi: denatalità ,  mariti   che  vivono in  miseria –  il danno sui figli è  immedicabile, la devastazione del tessuto sociale ha raggiunto un punto di non ritorno. Dopo decenni di matrimoni che finiscono in 4-5 anni, il matrimonio  stesso  ormai è pochissimo praticato.   Io stesso sono un divorziato, non risposato, senza figli; dei miei amici più giovani, quaranta-cinquantenni,  uomini e donne, sono non sposati e senza figli  –  senza pensarci troppo ne posso contare già cinque.  E  sono cattolici.   Grandi solitudini più o meno coraggiosamente affrontate, ma il deserto che cresce in questa società è evidente.

Quando ci fu il referendum sull’aborto, ci fecero lo stesso discorso:  nessuno vi obbliga ad abortire, voi bigotti reazionario  legati a tabù superstiziosi;  è che voi non godete, e volete impedire agli altri di godere – della libertà sessuale testé conquistata dalle donne  (una militante radicale, dopo un dibattito,  cercò di farmi ragionare: “Potresti averne bisogno anche tu…”, mi sussurrò).  Del resto,  la legalizzazione riguarderà solo casi estremi..

Altra   menzogna. Ci mancano sei milioni di italiani,   che  stanno rimpiazzando centinaia di migliaia di clandestini stranieri non integrabili nella nostra “cultura” (quale cultura,ormai, del resto? Quella che era la nostra,  era cristiana, l’abbiamo rigettata).  Le devastazioni intime che ha prodotto nelle donne  sono incalcolabili e incalcolate. Accenno solo al fatto che per le ragazze che cessano di   custodire la propria verginità (anzi, sono soggette ad una pressione sociale contraria:  “Dàlla,  sii libera!”),  la possibilità di porre termine a gravidanze indesiderate con contraccezione ed aborto le rende più soggette ai desideri e prepotenze dei maschi.  La “liberazione sessuale della donna” è una liberazione sessuale del maschietto, in realtà –  ed in misura crescente,  fa della donna una “schiava sessuale”, più o  meno consenziente  – per paura della solitudine, sempre più spesso, negli strati sociali bassi, per conformismo (la famosa pressione sociale a non resistere…).  Sulla devastazione morale e spirituale, che ha sporcato e reso derisori fedeltà, lealtà, fiducia, amore,  cavalleria e nobile rispetto, si potrebbero scrivere volumi.

Il numero di aborti legali è calato sì, nei decenni:  nel 1983, erano pari a 233.976;  nel 2014 sono scesi  sotto i centomila (97.535)  nel 2015 sono stati 87.639.  L’internazionale femminista ha spinto l’ONU a “censurare l’Italia:  da noi troppi medici obiettori”.  Nessuno che abbia obiettato  che il calo è in relazione all’invecchiamento generale della popolazione. Le donne   sopra i 35 anni, anche “sessualmente liberate”, non hanno più tanto bisogno di abortire.  Al grido di “Aborto diritto negato!” (così i titoli di La Stampa e Repubblica) quel che   volevano,  in realtà, era cominciare a negare il diritto all’obiezione di coscienza  dei medici : una violazione rivoltante di un diritto molto più fondamentale del “diritto all’aborto”, la coscienza morale individuale non viene più ritenuta insindacabile. Si potrà essere obbligati a farsi  omicidi.

Adesso  infatti, ci si è arrivati con queste legge  sull’eutanasia.  Abbiamo sentito proporre per la terza volta gli stessi argomenti: volete imporre a chi non crede le sofferenze inenarrabili, avete visto il Dj Fabo che ha dovuto andare a morire in Svizzera! Caso pietosissimo, e voi, cuori di pietra. Del resto,  potete scrivere sul vostro bio-testamento che non volete che si allevino le vostre sofferenze. Del  resto, si praticherà solo nei casi estremi…Sì, vero? Abbiate la pazienza di guardare questo video. In paesi dove l’eutanasia è legale, Belgio e Olanda, ci sono inferniere che   dicono: non so dove mi farà ricoverare quando sarò malata io  ho paura, non mi fido … ho visto eutanasie illegali.

Concludo postando  laconclusione di un lettore:

Ciò che mi fa schifo non è tanto la “legalizzazione della morte” in sé…  Ciò che noto è che nessuno pensa più al diritto a una vita dignitosa: nessuna pietà per i suicidi e i fallimenti causati da tasse, banche, Europa. Nessun aiuto ai terremotati, nessun sostegno ai giovani senza lavoro e che non possono mettere su famiglia. Insomma, secondo Bonino & Co. l’unico diritto fondamentale è quello di levarsi dalle palle, possibilmente senza sporcare il tappeto. La nostra è una cultura che sotto il pretesto del laicismo, dei diritti fondamentali e così via, pratica in realtà una sistematica distruzione dell’individuo, della famiglia e della società. Una cultura che con una mano ti offre il diritto di morire e con l’altra ti porta via, uno dopo l’altro, tutti i diritti fondamentali può essere solo definita come una cultura della morte.

Eutanasia degli infanti. “Chi tace acconsente”

L’articolo “Ci sono infermiere che hanno paura di essere ricoverate, sanno di rischiare l’eutanasia” è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Manente

    La Bonino è una killer seriale, un mostro dispensatore di morte che merita mille volte di subire la stessa sorte che ha riservato a migliaia di esseri umani !

    • Mariana Erdei

      Sembra che Dio la sta già punendo…è malata da tanto tempo. Ma a questo punto me lo chiedo…MA PERCHE NON SI E SCELTA L’EUTANASIA INVECE DI FARSI CURARE ???…cosi si levava pure dalle palle ….

      • Epiphanius

        Non può perchè deve completare il progetto. Mancano ancora importanti “conquiste di civiltà”. Le ho ipotizzate (ma non è farina del mio sacco esclusivo, sono intuibili) sopra.

      • Domenico

        Perché essere a favore dell’eutanasia significa che lo Stato non deve impedire ad una persona di sceglierla o meno. Non significa praticarla su loro stessi.
        Quanto al resto rabbrividisco al solo pensiero di un Dio che punisce con un male orribile come il cancro. Mi domando che male orribile hanno commesso i tanti bambini nel reparto di oncologia pediatrica. Ma del resto questo mi fa capire che non è avere la fede o no che ci rende sensibili al prossimo, ma aver sofferto in vita o meno.
        Lei evidentemente ha avuto una vita fortunata per gioire della malattia altrui.

        • nathan

          “Quanto al resto rabbrividisco al solo pensiero di un Dio che punisce con un male orribile come il cancro”

          Come non lo sa, è il disegno divino, la risposta universale degli allocchi semplici ad una domanda che nessun normodotato che conosca basilarmente il ventaglio di probabilità statistico biologiche, porrebbe mai.

        • ws

          Suvvia , ha solo chiesto alla bonino di provare prima su di se la bontà della sua “merce” 😎

      • Vega

        DIO è PORCO e la MADONNA PUTTANA

        • Non si bestemmia, spiacente. Al di là delle convinzioni personali è un atto ancora passibile di sanzioni, che sarebbero cortesemente girate al proprietario del blog.

          • Vega

            hai ragione bestemmiare quel xxx del dio ma non è sanzionabile bestemmiare quella puttana della madonna xò:-D ergo madonna cagna

    • Domenico

      Come è cristiano lei…

  • hurom

    gradirei sapere cosa ha portato al divorzio un antidivorzista sfegatato come blondet…. perchè non ha bevuto l’amaro calice fino in fondo come il suo guru?

    • AndreAX

      Perdona l’ovvia obiezione sia come sia andata nel caso di Blondet se crede di ti risponderà non mi pare però ci voglia una scienza per intendere che se l’altro coniuge te lo chiede alla fine ti tocca acconsentire

      • Caio Giulio

        Esatto, visto che lo dichiara un Tribunale a prescindere anche dal tuo consenso in ogni caso.

      • hurom

        ecco, quindi secondo il suo credo la sua ora ex moglie avrebbe dovuto continuare a condividere il talamo pur non provando alcun interesse o simpatia (o addirittura schifo o disprezzo) per lui,.
        Oltretutto pure in assenza di figli.
        signor gudice mi oppongo ad divorzio. io amo questa donna con tutto il mio cuore, è solo che lei proprio non capisce, l ingrata e crudele..

        • ilDemiurgo

          L’occasione fa l’uomo ladro;
          fa la donna mig***ta;
          fa il commentatore idiota.
          Se togli l’occasione (in questo caso, l’opzione suggerita di divorziare):
          l’uomo sarà (più) onesto, la donna (più) morigerata, il commentatore (appena più) intelligente.

          • hurom

            la donna più morigerata se non c’è possibiltà di divorziare? tu vieni da un altra dimensione vero??!!:DDDD

          • ws

            Si ,si tratta di convenienza più di onesta’ , esattamente come quella del ladro quando ha la certezza che rubando finirà dentro.

            Ed è ancora per “convenienza” infatti che voi gggiovani vi sposate sempre meno e ancor meno fate figli ..
            … esattamente come voleva chi aprì la ” finestra di overton” sul divorzio.

        • AndreAX

          Guarda io sottolineavo l’ovvio che pare ti fosse sfuggito Se avesse o non avesse a me non me ne frega niente e mi pare ripeto ovvio CONTRA FACTA NON VALET ARGOMENTUM. L’unica legge che riconosco è quella naturale e dunque il matrimonio religioso, ma quella va liberamente scelta.

    • Domenico

      Ma come? Blondet ha divorziato e vorrebbe che lo Stato impedisca alle persone di scegliere se farlo o meno??

    • Massimo

      come ha scritto, cosa che condivido, il divorzio ha permesso l’azzardo morale alias matrimoni che nascono e muoiono per futili motivi.
      ci si innamora perche’ ci si diverte
      finito il divertimento, la passione, si trova un altro divertimento e lo si giustifica con “mi sono innamorato/a di un altro”.
      scadono quindi tutti i valori e i meriti nel sacrificarsi dentro un matrimonio.

      quando le banche centrali comprano mld su mld di merda finanziaria
      appiattiscono le differenze e i valori tra merito e demerito
      rendendoli indistinguibili.

      • Domenico

        Ma lei crede veramente che le persone si sposino dicendo tra se e se “tanto male che va divorzio”??
        Ha la minima idea di cosa comporti da un punto di vista economico e personale un divorzio?
        Chi non è ancora convinto convive e basta, come lo fanno moltissime coppie. Purtroppo a priori non si può mai sapere nulla sul prossimo, anche perché purtroppo le persone cambiano e a volte lo fanno in peggio, o magari certi tratti di personalità emergono solo negli anni, magari dopo cambiamenti come la nascita di figli o altro.
        Il divorzio quanto meno concede di porre rimedio a questi casi sfortunati. Non è perfetto certo, ma quale norma è perfetta e perfettamente applicabile nel suo campo?

        • Massimo

          il problema non e’ ne’ il divorzio, ne’ l’eutanasia in se’
          non sono contrario
          sono contrario all’idea che diventino la leva per incentivarli e agevolare l’irresponsabilita’.

          • Domenico

            E come si impedisce che “diventino la leva per incentivarli”?
            Come?

            Impedendoli del tutto?
            ahhahaha ti piace vincere facile eh?

          • Massimo

            ho detto questo?
            no
            ma sobillare l’irresponsabilita’ e la deficienza umana e’ l’ennesima crepa per sfasciare i rapporti umani.

            come ho scritto sopra
            e’ azzardo morale
            il cui cerchio si chiudera’ con la miseria economica. eutanasia o meno.

      • hurom

        “l azzardo morale” !!! :DDDD
        ma saranno poi cazzi di chi decide di sposarsi e divorziarsi mille volte, spendendo i suoi soldi come meglio crede?!? parlo di patrimonio civile, chi vuole impiccarsi con quello religioso è il benvenuto, come la mia segretaria che, a 65 anni , è ancora sposata religiosamente con un uomo che l’ha lasciata dopo il secondo figlio per un altra e non le concede il divorzio per ripicca. e lei si rode il cuore. m prega, oh quanto prega.

        • Massimo

          un conto e’ potersi permettere di lasciare il partner
          cosa che succedeva anche 50-60 anni fa

          rimane il fatto che il bengodi economico ha permesso a tutti di farsi i cazzi propri
          il debito monstre e la pensione a 70 anni….dimostrano come tutti si siano divertiti perche’ pagava pantalone.

    • ws

      forse perché il divorzio l’ aveva chiesto SOLTANTO la moglie ? 😎

  • donato zeno

    Ricordo che uno degli argomenti pro-aborto era che si dovessero evitare nascite infanti deformi dopo la nube tossica di Seveso

    • Caio Giulio

      Vero.

      • ws

        sempre la stessa tattica
        si chiama “finestra di Overton”
        https://en.wikipedia.org/wiki/Overton_window
        mediante la quale “chi può” la “apre” per inkularsi a chi ” non può” , ma “a grande richiesta” dell’ inkulato.

    • Mister Libertarian

      A causa di questa menzogna infame, molte donne furono spinte ad abortire figli sanissimi

  • Caio Giulio

    Il video postato è sconcertante, anche se è evidente che dare il semaforo verde a certe pratiche già in uso anche nei nostri ospedali, non farà che moltiplicare i decessi.
    Poi l’aspetto giuridico e sociale dell’omicidio legalizzato è il compimento di certi circoli di pensiero eugenetici, che come con l’aborto, sono contrari alla vita per principio, e quindi la futura applicazione, una volta sdoganato e legalizzato il principio, non potrà che portare a una deriva a dir poco mostruosa che molti oggi ingenuamente sottovalutano. Ecco anche spiegate le lacrime di certe moribonde “sacerdotesse” di quel culto mortale. peccato che anche per lei i giorni siano ormai contati e spero proprio che ci darà il bell’esempio della legge su se stessa.

  • marcoferro

    se fosse solo per dae la morte a gente che soffre terribilmente e da tempo, come quel poveraccio di d.j. fabo tetraplegico e cieco, oppure gente inchiodata in un letto paralizzata con il solo desiderio di morire, oppure ancora persone che non hanno più la testa, non dico matti totali, ma quelli che sono inconsapevoli di vivere perche sono vegetali che camminano, che se la fanno addosso e non comprendono più nulla e sono un peso un fardello per le famiglie, lo posso capire. ma il problema e che poi ci potrebbero prendere la mano e iniziare a dare la morte anche a persone che stanno bene ma solo perche depresse o altro chiedono di morire. addirittura potrebbero usare l’eutanasia contro il volere dei pazienti e sarebbe omicidio….

  • Sergio Andreani

    Nel 2014 gli italiani hanno regalato il 40 % dei voti agli “uomini” del Partito Democratico.

    Essi hanno mantenuto almeno una promessa elettorale: sono andati a prendere 500.000 clandestini in mezzo al mare e li hanno piazzati negli alberghi.

    A spese vostre.

    5 Miliardi di euro all’anno il costo per lo Stato.

    Non ci sono i soldi per i giovani?

    Andate affanculo.

  • Fabrizio de Paoli

    Anche io ero favorevole al divorzio, poi crescendo uno si evolve ed anziché essere favorevole al divorzio diventa contrario al matrimonio.
    Due persone che si amano non hanno alcun bisogno di sposarsi, anche perché promettersi amore eterno è presumere di conoscere il futuro, presumere di restare sempre uguali a sé stessi, quindi non evolversi mai in nessun modo, e presumere di conoscersi già completamente. Tutte cose che non hanno nulla di umano.
    Volere il matrimonio è ammettere il dubbio che l’altro/a ci ami davvero e quindi abbiamo bisogno di una rassicurazione formale.

    Contrarissimo invece ad aborto ed eutanasia, concetti che possono venire in mente solo a persone così arroganti e preuntuose che si sentono titolari e depositari della vita altrui.

    • Domenico

      Ma chi obbliga a te all’eutanasia o ad abortire qualora fossi donna???

      • maboba

        Una donna ha la possibilità, che non è il “diritto”, di abortire secondo le modalità stabilite dalla legge. Quello che non è ammissibile è voler far passare l’aborto come un “diritto”, come se fosse liberarsi di una parte del corpo. E’ la deresponsabilizzazione di un atto che, alla luce anche di ciò che dice la conoscenza scientifica insieme ad un naturale buon senso confermando ciò che afferma anche la morale cristiana, è l’eliminazione di un essere umano diverso da quella donna che l’ha in grembo. Questo tentativo delle cosiddette femministe alla Bonino è semplicemente immorale. Ogni donna ha il “diritto” di sapere che ciò che sta facendo è in realtà un omicidio, piaccia o no, e che se lo fa è sua personale responsabilità che nessuno stato o legislazione può eliminare o sottacere o sostituire.

        • Domenico

          A lei esimio mi sento di chiederle:
          come si riesce a liberalizzare per legge un qualcosa senza farlo passare per un “diritto”?
          Se mi trova la soluzione a questo intricato problema logico allora possiamo proporla come legge, altrimenti la sua critica è assurda.

          • Fabrizio de Paoli

            No ma scusa, qual’è la logica, il principio?
            Siccome ho il diritto di uccidere un bambino che ho nella pancia e mi dà fastidio allora posso uccidere qualunque essere che mi dia fastidio?

          • Domenico

            Tu non hai diritto a uccidere un bambino che hai nella pancia, hai semmai il diritto di non obbligare il tuo corpo a subire un travaglio, poiché il corpo è il tuo.
            E la legge è chiara, hai 3 mesi di tempo dall’inizio della gravidanza per deciderlo. Dopo puoi farlo solo se la tua salute può essere compromessa dalla nascita della vita che porti in grembo. PRIMA NON POTEVI FARE NEMMENO QUEST’ULTIMA COSA.
            Mi sembra una legge più che perfetta.

          • Fabrizio de Paoli

            Sì certo, perfetta per invalidare un principio…

            Se una donna abortisce perché in pericolo di vita non credo che venga condannata dalla società, non serve una legge dello stato.
            La legge dello stato serve a ripulrti la coscienza in caso di omicidio, ma in quel caso è evidente che sia l’interessata che lo stato non abbiano una coscienza.

          • maboba

            Mi scusi eccellenza, ma dove ha letto che questa legge “liberalizza”?.
            Di quale intricato problema logico parla? se lo è inventato lei.
            L’esempio ce l’ha sotto il naso. Si vada a leggere la legge 194/78. Di tutto si parla meno che di “liberalizzazione”, e tanto meno di “diritto”, ma solo di regolamentazione e solo in determinati casi.

      • Fabrizio de Paoli

        Nessuno, non c’è dubbio.
        La coscienza è individuale, queste leggi dello stato però vogliono stravolgere il ruolo della coscienza, rendere la tua insignificante, e porre come riferimento al posto della tua coscienza una legge dello stato.
        Credo che anche questo tipo di prepotenza sarà una concausa della scomparsa dello stato come riferimento per la civiltà, perché c’è molto più buonsenso e civiltà nella società anziché in chi pretende di comandarla e governata.

        • Domenico

          “La coscienza è individuale, queste leggi dello stato però vogliono stravolgere il ruolo della coscienza”
          cioè per lei è così adesso? Mentre prima quando praticare certe cose era illegale?
          Risponda a questa semplice domanda.

          • Fabrizio de Paoli

            Personalmente condannavo moralmente anche prima.
            Non ho bisogno di una legge dello stato per sapere se una cosa è lecita o no.

          • Domenico

            In presenza di uno Stato che, giustamente, condanna l’omicidio e che ha quindi bisogno di inserire la morte non naturale di una persona in una qualche forma di categoria, una legge a riguardo si rende NECESSARIA.
            Altrimenti stiamo discutendo del far west che non c’è.

          • Fabrizio de Paoli

            Ma non è vero che condanna l’omicidio, aborto ed eutanasia ne sono la prova più lampante di quanto lo stato sia ipocrita e contraddittorio.

          • Domenico

            La prego di rileggere dall’inizio della nostra discussione.

          • Fabrizio de Paoli

            Cioè?…

  • Massimo

    “L’eutanasia sarà uno degli strumenti essenziali del nostro futuro”, spiega, aggiungendo che “in una società capitalista, delle macchine permetteranno di eliminare la vita quando questa sarà insopportabile o economicamente troppo costosa“.

    Attali’, 1981

    quello che non capisco
    e’ come si possa conciliare l’immigrazione con l’eutanasia
    se e’ civilita’ la morte quando costa troppo e troppa fatica vivere
    allora perche’ andare a mantenere 1/2 milione di africani ???

    con il divorzio e l’aborto hanno promosso la solitudine
    che si trasforma in miseria economica gia’ prima della pensione contributiva da fame
    ora arriva il colpo finale
    con la sociale da 200 euro non campi? soffri? metti nero su bianco che vuoi morire e l’inps ringrazia.

    adesso capisco il significato del femminismo
    quando lo si associa all’idea di destabilizzare la famiglia e l’educazione dei figli.

    • maboba

      Il paradosso, o l’ironia, della storia appare che a questo risultato ci stanno portando quelle sinistre che a parole per decenni dicevano di voler difendere i deboli, gli sfruttati e che erano depositarie del vero umanesimo. In realtà ricordando ciò che avvenne nell’ Unione sovietica non c’ è affatto contraddizione né paradosso.
      Quanto agli africani immigrati e mantenuti secondo me è un disegno “straniero” cui i nostri eroi si sono ben adattati solo perché ci fanno begli affari, il finanziamento occulto del partito tramite clientes. Non vedo i vari Fonzie o Gentiloni-Viendalmare o Pazzarella o Gargamella capaci di organizzare tutte quelle ong e navi militari straniere.

      • deadkennedy

        la sx è solo un ricettacolo di figli di puttana venduti allo sterco del diavolo non a casa l’ha partorita un ebreo

  • SYMPATHY FOR LADY VENGEANCE

    L’unica cosa che mi sento di dire ai sostenitori dell’eutanasia e’ la stessa che dico sempre ai sostenitori dell’aborto: mi stai facendo cambiare idea, in effetti comincio a pensare che l’eutanasia potrebbe essere un grande progresso: se tu che la sostieni cosi’ tanto cominciassi a dimostrare che oltre alle parole bisogna anche dare il buon esempio, e la praticassi subito.

    • Massimo

      e chi non accetta l’eutanasia
      ma ha voluto e accettato la libbberta’ sessuale precedente?
      il pacchetto si piglia intero…

    • Domenico

      La pratica dei sostenitori dell’eutanasia, come il sottoscritto è la seguente:
      “pratichiamo la volontà di non voler interferire con la decisione altrui sul SUO fine vita”
      Non si tratta di volere una cosa per se stessi o meno, ma di non voler interferire con la decisione altrui. Semplice.

      • AndreAX

        Allora vista la profonda introspezione facciamo questo esempio limite: in una società completamente composta da obiettori meno un soggetto affetto da malattia terminale incapace di porre fine alla sua vita è lecito o illecito pretendere lo stacco della spina?

        • Domenico

          NESSUNO DEVE ESSERE FORZATO DAL PROSSIMO IN UNA SCELTA PERSONALE
          Ci sono solo medici obbiettori? Bene, allora il malato che vuol morire si attacca.

          Ma non rompiamo i coglioni con questi casi estremi per piacere, perché per come è ora la situazione è impedito a chi NON è obbiettore di aiutare i malati terminali che lo desiderano a morire.

          • AndreAX

            Hai risposto bene ma continui a perderti il punto… Il punto è che se davvero si voleva la massima libertà di scelta bisognava battersi per una depenalizzazione e non per l’ennesima legge! Bisognava lasciare libertà d’azione a tutte le parti chiamate in gioco…. invece si è fatta una legge! Che per preservare il paziente fa torto al medico, che crea una nuova categoria giuridica su cui si faranno interpretazioni e interpretazioni e chissà come andrà a finire…

          • Domenico

            E che BLONDET ha perso il PUNTO quando lo scrivi??

            Che continua a credere si obblighi la gente a morire! Scriviglielo, invece di trovare la minima pagliuzza in solo chi magari non la pensa come te.

          • AndreAX

            Ti rodeee eh……!! Guarda a me non me importa di Blondet non mi sento chiamato a informarlo di alcunchè, non sono un blondettiano, io sono per il buon senso. Non è da prendere sottogamba il silenzio assenso ripeto avete voluto una legge ora tutto ciò che ne discenderà sarà colpa e merito vostro. Pensi che siano scemenze vedremo ripeto come verrà normato il silenzio assenso

          • Domenico

            A me non rode nulla, il pensiero reazionario di Blondet è destinato a estinguersi in pochissime generazioni per fortuna.
            Ti faccio solo notare il tuo dispendio di energie argomentative per “il buon senso” che procede solo in una direzione.
            E mai nella direzione contro l’illiberale, moralizzante, giudicatore Blondet.
            Uomo degno della vecchia inquisizione.

          • AndreAX

            Ma se ti ho detto che per me basta un accordo tra privati che vuoi di più? Poi non ci posso fare niente se il buon senso sta dalla parte di Blondet o Blondet dalla parte del buon senso. Mi sembra ridicolo infatti far passare l’eutanasia come la dolce cessazione del dolore… è un ultimo conato autoerotico, questo deve essere chiaro, è una menzogna sotto ogni punto di vista scientifico filosofico morale etc…etc… Per dire IO SOFFRO o IO NON SOFFRO devi esistere quindi vendere che la morte è la cessazione del dolore è una puttanata! Al netto di qualsiasi metafisica salvifica preternaturale la morte è NON-ESSERE e basta.

          • deadkennedy

            bravo il ns kattokomunista

          • Blondet

            Distruggono la civiltà comune e non vogliono essere giudicati…i Vandali erano più decenti

      • maboba

        Cosa c’entra questo con l’intromissione dello stato e l’obbligo per i medici di porre fine a una vita quando il loro dovere ontologico è quello di salvarle le vite?
        La responsabilità di una decisione così terribile, quella di porre termini ad una vita (di cui non siamo i depositari, nessuno ha deciso “coscientemente” di venire al mondo), che sia anche la propria, appartiene all’interessato se capace o altrimenti solo ai suoi più stretti familiari che ne devono portare il peso, senza delegare ad altri tantomeno allo stato. Di fronte ad un malato terminale o comunque irreversibile, cosciente o meno, lo stesso od i familiari hanno la possibilità di decidere se prolungare l’agonia o meno. Tutto questo can-can mediatico e politico aizzato anche da alcuni familiari significa semplicemente una cosa: deresponsabilizzazione. Come ormai troppo spesso capita nella nostra società, quando per esempio ormai si preferisce far morire un parente all’ospedale invece che a casa propria o quando nel caso dell’aborto si parla di diritto, invece di porre la donna di fronte alla realtà, che si tratta cioè di terminare un essere umano altro e distinto da lei..

      • Fabrizio de Paoli

        Decidere di suicidarsi è una scelta troppo intima e personale, può benissimo essere che l’aspirante suicida, oltre a non essere materialmente in grado di uccidersi, non abbia il coraggio e quindi deleghi altri, scaricando di fatto le proprie responsabilità su altri, i quali a loro volta non si rendono conto di questo fatto e diventano assassini.
        L’animo umano è immenso e complicatissimo, un sacco di gente “sana” che ha tentato il suicidio è ancora viva, perché?
        Se fosse tutto così matematico e lineare avrebbe dovuto risuicidarsi fino a riuscire. O no?

      • deadkennedy

        affermazione banale

      • ws

        in realtà è solo la solita “finestra di overton ” per introdurre una eutanasia generalizzata per il poppolo bue facendo finta che il “morituro” l’ abbia chiesta una qualche volta e in qualche modo…

  • johnny rotten

    Come nei miti ancestrali europei, Kronos divora i suoi figli, fino a che Rea non gli nasconde Zeus, il quale ucciderà Kronos e lo costringerà a riportare in vita i suoi fratelli, precedentemente divorati, è così che nacquero gli Dei Olimpici, se gli europei vorranno avere un futuro, questo sarà possibile solo uccidendo Kronos.

    • Fabrizio de Paoli

      Kronos è lo stato ed è ormai anakronistico.

      • deadkennedy

        e chi lo dice?

        • Fabrizio de Paoli

          La realtà dei fatti.

  • hurom

    comunque vedo che la deriva dei benpensanti moralisti sta dilagando:
    il diritto di lasciare di proprio pugno una richiesta di sospendere i trattamenti chimici che ti mantengono artificialmente in vita è stata tramutata in una “legge per l’eutanasia” dove a tua insaputa contro la tua volontà ti iniettano una flebo mortale, a loro insindacabile giudizio.
    va bene il nuovo ordine mondiale e orwell, ma qui si esagera con il voler vedere il marcio ovunque.
    vorrei inoltre ricordare che la pressochè totalità dei i popoli primitivi e tribali , non indottrinata da improbabili “testi sacri” e scritture, prevedono il divorzio. dover ancora sentire nel 2017 che si voglia negare un atto di civiltà simile, fa rabbrividire.

    • Rifle

      Infatti sono popoli primitivi e barbari.

      È quello il tuo obiettivo?

      • hurom

        invece noi siamo evoluti e civili. si vede. hai capito tutto tu.

        • Rifle

          Lo eravamo.

          Ora stiamo diventando primitivi e tribali e barbari.

    • nathan

      Quando non sanno che cazzo inventarsi per giustificare il loro ridicolo idealismo religioso, inventano, e questo è tipico dei primati, primati di cui Blondet crede convintamente di non far parte, basta leggere la risposta piccata autocelebrativa a Semplice nel thread di ieri.
      Con la balla dell’essere creato ad immagine e somiglianza di non si sa cosa, si sono gasati a dismisura, sarà dura riportarli a quella stronza della neutra realtà.

  • Rifle

    Da quotare in toto.

    Il fatto che le infermiere, che conoscono da dentro il sistema, ne abbiano paura è emblematico.

    • Lila

      questo vale per tutti i mestieri, dal pilota, al medico, al macellaio.

      • Nikytower

        Verissimo… chiunque lavora in un settore conoscendolo bene dall’interno lo teme….

      • Rifle

        Le infermiere in questione non temevano cure pressapochiste o errori fatti in buonafede,
        no,
        temevano proprio il fatto che qualche medico o infermiere “pietoso” le spedisse nell’aldilà prima del tempo.

        La questione è molto diversa.

        • Lila

          Rifle, tema anche il meccanico allora

          • Rifle

            Che mi spedisca “pietosamente” all’aldilà?
            Il mio meccanico?

            La tua è a metà strada tra la battuta e la velata minaccia.

            Mi ci farò una risata

  • Lila

    Devo dire che leggendo l’articolo ho rifatto pace con l’intelligenza artificiale-
    Spero che la versione .2 della vita intelligente sulla Terra sia meno infarcita di cultura desertica.

  • hurom

    ho avuto l’onore di assistere mia madre, morta liquefatta dalla chemioterapia, ridotta ad una larva pelle ossa, non più in grado di alimentarsi e parlare, e questo è durato per mesi.
    vederla era uno strazio, lei stessa fino a che poteva sussurrare diceva, vorrei poter morire dormendo, senza più soffrire. ma le flebo la tenevano ostinatamente in vita, ferma a rantolare in un letto, con mio padre, che l’amava molto, non credente, PREGAVA che un qualsivoglia “creatore” se la portasse via e le risparmiasse quel calvario.
    l’aumento pietoso dei cerotti morfinici hanno poi finalmente interrotto il suo cuore. ha ancora girato la testa, aperto gli occhi fissando mio padre , gli ha stretto forte la mano ed è spirata. quel giorno abbiamo pianto, DI GIOIA, per lei.
    quello che si offre con questa legge è che si possa SCEGLIERE (non obbligare tutti) l’interruzione dell’ ACCANIMENTO TERAPEUTICO sui malati terminali o in condizioni irreversibili.

  • La soluzione è la droga più libera: la droga è darwiniana, fa abortire, fa morire, fa divorziare. Invece di drogare di leggi il cittadino lasciamolo libero di drogarsi col sigillo del monopolio: titolatura garantita, eccipienti sani, prezzo di mercato. Meno pensieri, meno leggi, meno nuovi schiavi in giro, imposte più basse grazie al denaro che abbandona i drogati.
    Oggi ho voglia di provocare…. tiè!

    • Caio Giulio

      Tu scherzi, ma quella esiste già e si chiama psicofarmaco che ormai somministrano come caramelle anche ai bambini per rincoglionirli meglio semmai i vaccini non avessero funzionato a “dovere”.

    • AnonimoSchedato

      Provocazione raccolta: non vedo la differenza degli effetti con l’alcool, specie i superalcolici (questione di dosi, ovviamente).
      E a pensarci bene, neppure con le macchinette da gioco ad ogni angolo.

  • Lucio

    Ma dai. La legge sul divorzio ha portato ad avere i divorzi? La legge sull’aborto ha portato gli aborti?
    Con tutto il rispetto ma qua si dimentica il fattore principale. Se i divorzi succedono è perché la gente sottovaluta il matrimonio. Se la gente abortisce è perché non ha usato gli anticoncezionali nonostante non volesse un figlio. Se queste leggi esistono forse sono state richieste da un buon numero di persone che ne sentiva il bisogno, come quando è nata la proprietà privata o la moneta.

    Allora secondi questo ragionamento basterebbe vietare con pene severe i divorzi, punire l’aborto e costringere per legge a fare almeno 3 figli per risolvere i problemi? Costrizione invece di libertà? Ma siamo matti?

    Che il femminismo abbia portato a squilibri (come i finti casi di molestia o come gli ex mariti rovinati) è un discorso ma dire che i divorzi ci sono solo perché li permette la legge lo trovo paradossale. Forse bisognerebbe educare meglio le persone a prendere seriamente il matrimonio. Si sposeranno meno persone ma almeno dopo non divorziano, anche con la legge che lo consente.

  • fabbri73

    Sono separato in attesa di divorzio e quando leggo ste boiate mi viene il voltastomaco. I pensatori come Blondet non capiscono cosa sia il libero arbitrio e vorrebbero uno stato teocratico come quei paesi che lui denigra spesso. La vera scelta è avere leggi che tutelino la volontà personale anche quella di morire o di lasciare il proprio coniuge. Blondet non dice o fa finta di non sapere che prima della legge sull’aborto moltissime donne rischiavano la vita per interrompere la gravidanza. Blondet non dice che molte erano cattoliche. Blondet non dice che la sua moralità non è l’unica morale giusta e corretta. Questo signore mi fa schifo tanto quanto i mussulmani integralisti. Non ci vedo alcuna differenza.

    • davide

      Lascia perdere il tuo parere su quel che Blondet non ha detto. Sveglia!! E’ già passata l’una del pomeriggio! Blondet ti ha detto che te lo mettono nel didietro ancora una volta con la scusa di risparmiarti le fatiche della vita.
      Un poco come l’Euro: …” I sacrifici fiscali degli italiani ora ci permetteranno di lavorare meno e guadagnare di più” (Romano Prodi alla stampa dopo l’ammissione dell’Italia nel club PIIGS alla fine anni novanta)…Si si come no, le ultime parole famose….siamo diventati + poveri tutti (tranne la solita casta) i soldi dei sacrifici era meglio buttarli dalla finestra per carnevale a mo di coriandoli, e per giunta non ti pagano gli straordinari. La solita manfrina da quarantanni oramai….divorzio, aborto, euro, eutanasia…sembra la favola di pinocchio quando incontra gatto e volpe.
      ma daiiii!! comincia a farli lavorare tutti e due i lobi del cervello.
      Inc….(finisce con ata) in arrivo. Chiudete le chiappe a mo di portellone di sommergibile.
      (P.S: chissà perchè continuano a chiamarli “straordinari” quando oramai te li fanno fare ordinariamente tutti i giorni )

      • nathan

        “Sveglia!!Blondet ti ha detto che te lo mettono nel didietro ancora una volta con la scusa di risparmiarti le fatiche della vita.”

        Questo lo immaginate solo voi.

        • davide

          voi chi?

      • fabbri73

        Visto che tu usi entrambi i lobi del cervello mi spieghi cosa c’entra l’Europa l’euro e gli straordinari con il divorzio il testamento biologico e l’aborto? No perché io col mio solo lobo ragionante non l’ho capito

        • davide

          Mi pare fin troppo ovvio! Tutta “robba” (divorzio, aborto, euro, eutanasia) ideologicamente prodotta dall’eurocrazia di Bruxelles (si credono dei geni) da quarantanni a sta parte. (Strana coincidenza: Bruxelles capitale dell’eurozona e anche area dove sè sdoganata l’eutanasia, divorzio, aborto e ancora prima dove provengono tutti quei vescovi che durante il Concilio Vat II del 1963 si definivano i “progressisti” e che hanno rovinato la Chiesa )
          Se sei nuovo commentatore, ti informo che questi argomenti RC li tratta da almeno tre anni con tanto di riferimenti ai documenti sui cosidetti nuovi diritti che tanto vengono strombazzati come magnifiche sorti e progressive dell’eurozona, ma che poi alla fine, a quelli come te e me, tolgono la famiglia i figli il lavoro e in ultimo il pane. Mentre i Delors, Prodi, Barroso, junkers e&c. faranno la vecchiaia da pensionati d’oro nelle cliniche migliori.
          Avendo la fortuna di avere già cumulato il mezzo secolo di vita, ho la memoria storica di come ste cose poi vanno a finire.
          Ma ancora + dei lobi del cervello (con ironia mi chiami in causa) mi vanto dei due gnocchi cresciuti attorno al buco del culo che mi informano, ancora prima delle sinapsi neuroniche, delle fregature in arrivo, a mo di quelli di mezza età che dai dolori nella schiena fanno le previsioni del tempo senza il centro di calcolo Epson meteo.
          Suvvia…. 🙂

          • Bruno Rosso

            Aggiungi pure lo sdoganamento della pedofilia…
            Magari piovessero Bulava e Topol su Bruxelles, “gabidale” di uno stato che non esiste.

          • davide

            Giusto…mi ero scordato pure le perversioni di ogni genere.
            PS che arma è il Bulava?

          • Bruno Rosso

            È un missile balistico imbarcato nei sottomarini di classe Borei.

          • davide

            Giusto…mi ero scordato pure le perversioni di ogni genere.
            PS che arma è il Bulava?

  • fabbri73

    Inoltre vorrei chiedere al sig. Blondet che ammette di essere divorziato, ma che è contro il divorzio, se si sente coerente con il proprio credo, e se quando va a messa prende i sacramenti. Come si sente ad aver contrastato una legge e poi ad averne usufruito? Ci illumini la prego. Vuoi mai che succeda anche per il testamento biologico?

    • nathan

      Per divorziare ne basta uno nella coppia, quindi tecnicamente la coerenza delle sue convinzioni non sarebbe in discussione.
      Che poi l’altro voglia impedirglielo per legge, è di per se surreale.
      Ovvero, come giri le convinzioni del Direttore, le giri male.

      • fabbri73

        Se uno dei due si vuole separare è perché non sta più bene dentro una relazione. Senza entrare nella vita privata di Blondet, prendo però nota che lui o sua moglie hanno usufruito di una legge che lui riteneva ingiusta. È come essere contrario ai vitalizi ma non rifiutarli se ti arrivano.

        • nathan

          Non credo possa rifiutarti di usufruirne se l’altro lo chiede e viene portato a termine.
          Ma sono la persona sbagliata per rispondere, io le donne le uso e le cambio spesso, il divorzio è l’ultimo dei miei interessi legislativi, ti mollo molto prima di arrivarci.

          • Sandro

            ….fai come Picasso che, pare, le donne che si invaghivano di lui conduceva alla pazzia e, alcune, anche al suicidio. Un castigatore di femmine….erano loro che si facevano avanti, mica le obbligava….

          • gino monte

            erano prostitute mascherate: non si invaghiscono mai dei manovali guarda caso

          • Ronf Ronf

            Se gli uomini cercano la super-figa con due tettone grosse e sode, con un culo grosso e sodo, con un bel viso e una movenza sexy del corpo, ovviamente le donne cercano l’uomo in grado di farle provare emozioni (prima dei soldi c’è la stabilità emotiva: ricordati che certe donne anche molto belle e sexy vanno con i magrebini poveri invece che con i ricchi italiani perchè i magrebini poveri hanno “un qualcosa” che gli italiani o non hanno o non sanno coltivare, ovvero la stabilità emotiva. Infatti le gravidanze di queste donne sono molto frequenti: poi ricordati che se le donne cercassero i soldi come prima cosa, allora NON ci sarebbero donne ricche infelici che però invece esistono perchè pur avendo tanti soldi NON hanno la stabilità emotiva che serve per far durare la storia d’amore e soprattutto una donna NON stabile a livello emotivo NON ti consente di ingravidarla, ricordati cosa ti ho scritto sui magrebini…)

          • gino monte

            io mica ho scritto che tutte le donne sono così, parlavo di quelle che si “innamoravano” di picasso o di equivalenti ricconi.
            poi sui magrebini lasciamo stare… sai quante ne ho viste che vengono qua in brasile a cercare il negrone rasta drogato? tutte libere e femministe, poi quando il tipo le massacra di botte e gli frega i soldi (e fa bene) mi telefonano: “ginoooo! aiutamiiii!”… stabilità emotiva o masochismo? ahahah!
            una di queste mi disse che il tipaccio ce l’aveva pure piccolo, ahahah!
            ma che ne sapete voi…

          • Ronf Ronf

            Tu parli delle donne idiote occidentali viziate e che ormai sono ben sopra i 40-50 anni e che sono decadenti dal punto di vista fisico… io invece parlo delle ragazze ventenni che in Italia sono in un modo inaccettabile e invece le straniere nei loro paesi di origine invece sono ben diverse. Notare, infatti, l’enorme differenza: io parlo di relazioni di lungo periodo, tu invece di avventure (e queste donne idiote che si mettono con il “rasta” – definizione tecnica di rasta? – non cercano i soldi, ma i “brividi sessuali” e una stabilità emotiva che loro si illudono di poter trovare in questa gentaglia: di sicuro non cercano i soldi visto che i “rasta” non ce li hanno). Certamente in alcuni casi le cose non finiscono bene, ma in altri casi invece sì (tante donne belle italiane stanno con i magrebini e sono, ormai da anni, sposate e con figli e sono felici pur avendo pochi soldi… evidentemente loro hanno trovato la loro stabilità emotiva: se avessero voluto i soldi, allora non si sarebbero messe con loro).

    • –<>– –<>–

      Le leggi principalmente si subiscono, anche contro la propria volontà e il proprio pensiero.
      Poi, al limite saranno affari suoi, non siamo su dagospia.

    • Sandro

      ….forse il divorzio lo voleva sua moglie…..
      come nella stragrande maggioranza dei casi è la donna che pretende il divorzio dopo aver avuto l’illuminazione all’improvviso che l’uomo che ha accettato di avere accanto e col quale magari ha fatto anche un paio di figlioletti non è quello giusto, che in fondo la annoia, che a suo dire, della donna, è cambiato, non è più quello di una volta….e cavolate del genere. Poi se domandi alla donna perchè lo ha sposato lei nella stragrande maggioranza dei casi risponde: “…perchè ero innamorata…..” il che equivale a dire stordita, allucinata, incapace di intendere e di volere, circuita da se stessa, col prosciutto sugli occhi ed il pecorino negli orecchi. Se c’è una cosa che non cambia invece è proprio il carattere degli uomini per cui una che ti dice: “…..è cambiato……” in realtà non si rende conto che l’unica cosa ad essere cambiata è la percezione che lei ha di lui.
      In sostanza il divorzio serve solo salvare le donne da loro stesse, dalla loro natura, dalla loro superficialità, dal loro innato fatalismo, dalle loro reazioni chimiche interne che le fanno accoppiare sconsideratamente col primo che trovano perchè l’orologio biologico è scattato. E quegli idioti degli uomini ci cascano sempre senza rendersi conto che oggi, dopo millenni, sono diventati, in un lasso di tempo paragonabile ad un battito di ciglia in confronto alla storia umana, delle nullità in costante declino se mai possibile e con una perenne spada di Damocle sulla testa, leggi “pericolo di esser ridotti in miseria da una stronza che una mattina si sveglia col cervello irreversibilmente sottosopra”.

      • Verklarte

        Ci sono donne che dopo due o tre divorzi e un paio di figli e arrivate a una certa età cercano ancora “l’anima gemella”…Direi agli uomini: attenti a sposare una donna oltre i 35 anni, dopo una certa età lei ha già tutto programmato, fin nei dettagli.

        • Sandro

          …pura follia….

          • Verklarte

            E questo è niente. Quando ero vicino ai 50 anni mi sono capitate almeno tre donne vicino ai 40 anni (una era cinese) che mi hanno fatto tutte la stessa proposta: non voglio una vita con te, ma solo un figlio. Un figlio…quisquiglie, pinzellacchere direbbe Totò.

          • Sandro

            E’ il nuovo consumismo che non si limita ai beni materiali ma anche purtroppo ai figli. Un figlio è ambito alla stregua di una borsetta di Louis Vuitton. Quando saranno abbattuti gli ultimi tabù sulla fecondazione eterologa o comunque senza necessità dell’atto sessuale in sé, per noi, esseri umani di sesso maschile, sarà la fine. Non serviremo più a nulla. Mi sa che l’eutanasia al di la dei possibili benefici avrà un rovescio della medaglia piuttosto macabro.

          • Vincenzo Laino’

            Ma in questo caso,per una questione di cromosomi,nascerebbero solo donne…….

          • Sandro

            La direzione è quella. C’è forse qualcosa che fanno gli uomini che le donne ormai non possano fare? Non mi sembra. Dal punto di vista sentimentale ormai i rapporti saffici ed i figli con due genitori donne sono all’ordine del giorno, dal punto di vista sessuale, in termini di appagamento intendo, i surrogati non mancano eppoi fra non molto qualche pervertito costruirà il tromborobot con attributo estensibile a piacimento e aspetto da tronista della De Filippi……in tutta onestà non vedo ostacoli insuperabili all’orizzonte.

          • Caio Giulio

            Non servono i robot, oggi li chiamano carinamente “dildo” per tutti i gusti e le misure, articoli piuttosto di successo visto il proliferare dei negozi di tali giocattoli cd. sexy shop.

        • Caio Giulio

          Il bello è che il loro “programma, conoscendole, dura al massimo il tempo di immaginarlo visto che tutto sono meno che pragmatiche in quello che fanno.

      • alex

        Per non parlare di quelle che ti dicono: mio dio, ma proprio non cambi mai, sono 20 anni e sei sempre lo stesso!! Almeno così ero e così sono, non si rendono conto che si erano innamorate di quello e che sono loro ad essersi stancate di quello, sicuramente sulla base di seghe (o ditalini) mentali, del tipo: lo cambio, vedrai con me cosa diventa, etc..etc..che si erano fatte quando credevano nella loro illusione. Chi è veramente il colpevole in questa situazione? Per la legge queste cose non contano e quindi i figli, l’obolo mensile, etc..etc.. deve essere a sicuro appannaggio della donna, con diritto a rompere i coglioni continuamente. se esci e scopi altre donne. Consolazione è vederla uno straccio, vecchia, inacidita e che non è riuscita in 25 anni a trovarsi un nuovo compagno stabile. Dimenticavo: un bel tumore metastatico, almeno la casa tornerà a me e affanculo pure il figlio difensore ultrà della madre. Il tempo dirà, diceva nonno,quanta saggezza in questo detto!!!

        • Ronf Ronf

          Secondo la Corte di Cassazione, la “casa di famiglia” torna al padre ex marito quando il figlio è in età adulta lavorativa e quindi l’ex moglie se ne deve andare restituendo l’immobile. Il problema in Italia è che manca il contratto pre-matrimoniale (tranquillo: Renzi e Berlusconi quando dopo il voto faranno le larghe intese tra PD e FI faranno questa legge). Solo in Italia succedono gli obbrobri giuridici che tu hai descritto: adesso la Corte di Cassazione si sta muovendo (con la sentenza sul Divorzio di Vittorio Grilli si è stabilito che gli assegni di mantenimento vanno pagati solo se la moglie non è in grado di lavorare, quindi tanta gente può far tagliare l’assegno all’ex moglie).

          Non so cosa dirti sul figlio, ma spesso il problema non è solo della madre perchè se il figlio sta contro il padre (o contro la madre in altri casi tipo quello in cui la madre scappa con il toy boy di colore: non so se avete letto di recente su Dagospia), allora vuol dire che forse il padre magari ha fatto qualche errore @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus

  • aaf aaf

    Jacques Attali, affiliato all’alta massoneria ebraica del B’nai B’rith, consigliere economico dell’ex presidente francese Mitterrand e primo presidente della Berd (Banque européenne pour la reconstruction et le développement), la banca nata per finanziare la ricostruzione e lo sviluppo nei paesi ex comunisti, scriveva nel suo libro L’avenir de la vie: “Quando si sorpassano i 60-65 anni, l’uomo vive più a lungo di quanto non produca e costa caro alla società […]. L’Eutanasia sarà uno degli strumenti essenziali delle nostre società future, in tutti i casi che si configurano. In una logica socialista la libertà, e la libertà fondamentale, è il suicidio. Il diritto al suicidio, diretto o indiretto, è perciò un valore assoluto in questo tipo di società. Macchine per sopprimere permetteranno di eliminare la vita allorché essa sarà troppo insopportabile, o economicamente troppo costosa. Ritengo pertanto che l’eutanasia, nella società del futuro, sarà una regola.

    Qualche anno più tardi lo stesso personaggio riprendeva l’argomento in modo solo apparentemente paradossale, in una specie di dizionario dove ha inteso proporre la sua (e ovviamente quella degli alti iniziati) visione del mondo del XXI secolo. Alla voce “Eutanasia” è detto testualmente: “Alcune delle democrazie più avanzate sceglieranno di fare della morte un atto di libertà e di legalizzare l’eutanasia. Altre fisseranno dei limiti precisi alle proprie spese per la sanità, calcolando anche una spesa media un “diritto di vita” che ognuno potrà utilizzare a suo piacimento fino ad esaurimento. Si creerà, allora, un mercato dei “diritti di vita” supplementari in cui ognuno potrà vendere il proprio, in caso sia affetto da una malattia incurabile o sia troppo povero. Si arriverà, un giorno, persino a vendere dei “ticket di morte”, che daranno il diritto di scegliere fra i vari tipi di fine possibili: eutanasia a scelta, morte a sorpresa nel sonno, morte sontuosa o tragica, suicidio su commissione, eccetera la propria morte come la morte di un altro”.

    Continuate a mangiare escrementi luciferini e chiedetene di piu’ visto che vi piacciono.

  • –<>– –<>–
  • Cristiano

    Magari i miei avessero divorziato. Ho visto litigi, che voi umani non potreste immaginare.
    Piatti da battaglia in pezzi al largo dei bastioni di casa… ed ho visto balenare pugni, al largo della porta del tinello…

    E tutto questo non è andato perso, come lacrime nella pioggia. NO NO.
    Sono al decimo psicologo!

    Ma ringrazio il buon Dio, perché se in quella famiglia non c’è scappato il morto è stato un miracolo.

    • hurom

      che poi ci fosse un solo verso nella bibbia dove si vieta solennemente di separarsi dal proprio coniuge-carnefice… non esiste. manco hanno la decenza di studiarsi il loro abbecedario che gli dice cosa è giusto e cosa sbagliato, che da soli non ci arrivano

      • Rifle

        Marco 10,2-12

        [2]E avvicinatisi dei farisei, per metterlo alla
        prova, gli domandarono: «E’ lecito ad un marito ripudiare la propria
        moglie?». [3]Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?».
        [4]Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio
        e di rimandarla». [5]Gesù disse loro: «Per la durezza del
        vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. [6]Ma all’inizio
        della creazione Dio li creò maschio e femmina; [7]per
        questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne
        sola. [8]Sicché non sono più due, ma una sola carne. [9]L’uomo
        dunque non separi ciò che Dio ha congiunto». [10]Rientrati a
        casa, i discepoli lo interrogarono di nuovo su questo argomento. Ed egli
        disse: [11]«Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra,
        commette adulterio contro di lei; [12]se la donna ripudia il
        marito e ne sposa un altro, commette adulterio».

  • Caio Giulio

    Comunque, tornando alle infermiere e l’eutanasia, vi posso dire per certo che già oggi in molti ospedali la praticano in maniera subdola verso i pazienti molto anziani attraverso dosi massicce di tranquillanti che lentamente spengono la volontà del paziente.

    • AnonimoSchedato

      O mettendo traumatizzati gravi in stanza con malati infettivi antiobiotico-resistenti e lasciando che la natura faccia il suo corso. Visto con i miei occhi. Esito fatale.

  • Rifle

    Quante sciocchezze scritte sotto dai sostenitori di aborto e divorzio.

    Vi sfugge (o volete lasciarvi sfuggire) il concetto generale tratteggiato da Blondet.

    Prima il sistema ci avvelena la vita in mille allettamenti e seduzioni fallaci che induriscono il cuore e rendono “cattivi” , nel senso etimologico, cioè prigionieri (del male).

    Dopodiché, da cattivi che siamo diventati, non riuscendo più sopportare nulla, ci offre la comoda via di fuga: aborto, divorzio, ecc. rendendoci ancora più bruti e disperati.

    Risultato finale: homo homini lupus.

    Una società di atomi apparentemente emotivi ma in realtà insensibili, predatori di vittime deboli finché noi stessi non diventiamo deboli e predabili, una società pagana, com’era prima di Cristo, una società crudele.

    • Cristiano

      beh si… ma anche dopo Cristo non è stata il massimo!

      • Rifle

        Sicuramente meno peggio di prima

    • hurom

      una società crudele è proprio quella che ti incatena ad un coniuge non più adatto a te, o che ti obbliga a marcire in un letto di ospedale attaccato alle macchine.
      questo si è crudele e disumano, come il dio della bibbia peraltro, siete buoni adepti.

      • Rifle

        E’ la cattiveria e l’insensibilità dei bruti che trasformano un’unione, che dovrebbe portare il sorriso, in catene.

        Riforma interiore e non divisione.

        Vatti a guardare i video di un feto appena abortito e gettato su un tavolo di marmo ancora palpitante e poi dimmi dove sta di casa la crudeltà.

        • hurom

          non ho bisogno di vedere un video, ho visto il grumo di sangue
          grosso come un uovo uscire dalla pancia della mia ex moglie. un grumo di sangue appunto, non un essere umano.

          • Rifle

            Tuo figlio

          • hurom

            no. quello ce l’ho in braccio ora

          • Rifle

            Il figlio di chi , allora?

            Ad ogni modo, sempre un figlio.
            Se non è tuo e non lo riconosci, allora dallo in adozione.
            Sempre vita è.

          • Caio Giulio

            E c’è la fila per adottarli vista la galoppante sterilità in occidente.

          • hurom

            certo che è mio, lo erano entrambi, il primo non era minimamente nè cercato nè voluto da entrambi 20 anni fa. preservativo rotto.
            questo invece è stato accolto con gioia, prodotto da due anime ben accordate tra loro e dotate dell’ esperienza e sapere necessario per offrire una chance reale di esperienza in questo altrimenti psico-penitenziario.

          • Rifle

            Hai detto bene: lo erano entrambi.

          • Cristiano

            Un po’ di umanità… Cristo Santo!
            Io non discuto (da padre di due splendidi pargoli e senza aborti alle spalle) che una coppia, o una donna, possa avere seri motivi (a volte, purtroppo, anche economici), per compere un passo simile…

            Ma descrivere quella “cosa”, che ti avrebbe abbracciato e chiamato teneramente papà proprio come il figlio che dici di avere adesso… “grumo di sangue”… e’ bestiale!

          • hurom

            lo è per te, non per me. un anima si incarna con il primo respiro, prima è solo un contenitore in formazione dal funzionamento meccanico.

          • Caio Giulio

            Il problema però è che quell’anima è già stata concepita ed è unica e irripetibile, o no?

          • hurom

            vedo che hai concetti un pò folkloristici su cosa sia un anima (e non parliamo nemmeno di spirito) lasciamo perdere che è meglio ognuno segue la propria strada evolutiva al passo che gli è consono. B)

          • Caio Giulio

            Tu mi parli di folklore, ma sei un medico o sei un monaco buddista?

          • hurom

            sono un terapista che ha anche girato il mondo e fatto tante esperienze con “individui” interessanti a dir poco.

          • Caio Giulio

            Non mi hai risposto purtroppo. Per quanto non sia un fanatico “scientifico”, la mia affermazione è medica, mentre la tua puzza tanto di gita in Himalaya 😉

          • hurom

            se l’himalaya ti puzza, non andarci, è meglio. potresti morire soffocato

          • Caio Giulio

            Ma sei sei tu quello che prende per i fondelli noi poveri superstiziosi trascendentali cristiani, mentre magari credi nelle reincarnazione di un bimbo sacro nato e rinato nelle montagne?
            Almeno mi consolo che non sei un vero camice bianco, perchè altrimenti dovresti sapere cosa sia il DNA e dintorni, unico ed irripetibile, salvo clonazione che infatti non funziona MAI.

          • Caio Giulio

            E dai tempi dei Romani che si discute quando il “grumo” sia o meno un essere umano titolare di diritti, ma mi meraviglia che nel 2017 ancora un “medico” si ponga una tale domanda.

    • what you see is a fraud

      Se la societa’ e’ a questo punto dobbiamo ringraziare Hollyweird , il movimento femminista , il movimento LGBT , i mass media che hanno lavato il cervello costatemente al pubblico italiota per molti decenni . Ci sono decine di riviste che raccontano storie personali piccanit per il giubilo dei senza cervello .
      E’ stato un ” lavoro ben fatto ” e ora vediamo i risultati .

  • Cristiano

    Ma… il Papa Pampero…cosa dice?
    Ma non ci dovrebbe essere una sollevazione della Chiesa?… un pronunciamento della CEI?… Un rutto delle ACLI?

    Si sono venduti l’anima?

  • Ronf Ronf

    Iva Zanicchi: “quando ho divorziato negli anni ottanta (in cui ero nella Fase della Stupidera) ho sofferto parecchio anche se sono stata io a chiedere il divorzio, ma quando è finita e finita, per fortuna siamo rimasti in buoni rapporti anche adesso”.

    Intervista rilasciata dall’Aquila di Ligonchio a Verissimo il 16 dicembre 2017 in diretta adesso su Canale 5. Mio commento personale: quando l’amore finisce è meglio lasciarsi (ovviamente in modo civilizzato se possibile, come ha fatto la Zanicchi).

    • gino monte

      quando divento dittatore: il coniuge che chiede il divorzio (al 75% sono donne) DEVE uscire di casa, lasciare i figli all’altro coniuge e passargli soldi.
      la porta è aperta… ciaone!
      e se non paga… gulag!
      QUESTA è giustizia.

      • Ronf Ronf

        Ma la Zanicchi al momento del divorzio era già sopra i 40 (in realtà verso i 50) e la figlia era già bella grandicella (perchè era nata a metà degli anni 60). Inoltre la Zanicchi ha raccontato che lei all’inizio degli anni 70 ha detto ad un suo spasimante che ci aveva provato con lei “ma io sono sposata e ho una figlia piccola, quindi io con lei non ci vado a Londra” e ti faccio notare che lo spasimante della Zanicchi era nientemeno che RICHARD BURTON (ex marito di Elisabeth Taylor). In quel periodo la Zanicchi recitava a teatro con Walter Chiari e lui stesso disse alla Zanicchi “ma hai capito che tu hai detto NO a Richard Burton?” e lei rispose “e chissenefrega di chi è lui, io ho un marito e una figlia” e quindi la Zanicchi si è comportata benissimo: invece ai giorni nostri è probabile che la trentenne (a quel tempo la Zanicchi aveva 29 o 31 anni) andrebbe subito via con Richard Burton dimenticandosi di marito e figlia piccola (la figlia della Zanicchi era ancora sotto l’età scolastica), quindi si vede che il problema è la mutata cultura italiana (la stessa Zanicchi ha, in modo indiretto, fatto capire che al giorno d’oggi sono consentite cose che “ai suoi tempi” erano totalmente inaccettabili e soprattutto cose che sono sbagliate). Passando oltre… il problemino della tua proposta di legge è che in questo modo si incentivano le fughe dei padri irresponsabili che quindi si sbarazzano di moglie e figli con il semplice pagamento di assegni (Stefano De Martino ha potuto sbarazzarsi di Belen e del figlio con i semplici pagamenti di 1000 euro al mese per il figlio: ovviamente Belen non prende nulla perchè lei è la più ricca tra i due ex coniugi. Notare che in questo caso è stata Belen a prendersi una valanga di corna da Stefano e soprattutto gli insulti del pubblico social). Concordo sul fatto che chi non paga deve essere punito (Belen infatti ha pregato la De Filippi di usare i suoi “poteri magici” per mandare Stefano all’Isola dei famosi come inviato: in questo modo lui riceve da Mediaset uno stipendio grosso che servirà per pagare il mantenimento per il figlio. Tieni presente che 1000 euro al mese per 12 mesi per 23 anni, cioè dal terzo anno di vita di Santiago – quando c’è stata la rottura tra i suoi genitori – e il 26esimo anno di vita – cioè il termine di legge oltre il quale il figlio deve essere autonomo: infatti dopo quel compleanno si perde il diritto di ricevere i soldi dal genitore – cioè un totale di 276mila Euro da pagare in 23 anni, sono tantissimi soldi. Fai tu il calcolo matematico… 1000 Euro moltiplicato per 12 mesi fa 12000 che moltiplicato per 23 anni fa 276mila Euro e di sicuro la paga dell’Isola consentirà a Stefano di pagare circa 24 mesi, cioè 2 anni, di mantenimento. Tieni presente Stefano rischia la fame se la De Filippi dovesse licenziarlo da Amici perchè nel 2019 ad ottobre Stefano compirà 30 anni e quindi sono in pochi a ballare benissimo oltre quell’età… e Stefano non è di certo uno di quelli bravissimi: ergo, Belen mandando l’ex marito all’Isola consente a Stefano di non dover subire un pignoramento giudiziario).

      • nathan

        Domada elementare, ve lo prescrive il medico di sposarvi?

        • gino monte

          io non sono sposato.
          domande elementari: qual’è il tuo reddito mensile? che lavoro fai? che lavoro fanno i tuoi genitori e a quanto ammonta il patrimonio familiare?

          • Ronf Ronf

            Non lamentarti, ma allora cerca di aumentare il tuo patrimonio. Non so cosa dire davanti a certe cose. Cioè, non sono soltanto le donne a fare le stronze. Ti faccio un esempio: un ragazzo in un reality show cerca di rimorchiare una ragazza, lei gli dice di no perchè dubita che lui sia un tipo sincero… dopo l’eliminazione lui che cosa fa? Corre dalla sua ex, quindi si dimentica del suo grande amore che diceva di provare per la concorrente con cui stava nel reality. Ma pensa te… ora, queste cose, secondo te, succedono solo nei reality? Certo che no: succedono pure nel mondo reale a prescindere dal sesso e dall’orientamento sessuale @hurom:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @ottoneprimo:disqus @Stopensando:disqus quindi questa volta ha ragione @nathanaccount:disqus che dice “ve lo ha prescritto il medico di sposarvi?” e quindi io aggiungo “se loro cercano solo i soldi (cosa che non è proprio vero perchè ALL’INIZIO i soldi oppure il bel faccino oppure i muscoli aiutano, ma poi serve la stabilità emotiva PER IL LUNGO TERMINE perchè altrimenti crolla tutto), allora fatevi furbi e fate firmare alla ragazza il contratto prematrimoniale per tutelare i soldi, così lei sarà obbligata a comportarsi bene per non essere obbligata a tornare nelle favelas, però voi poi dovete trattarla bene (la stabilità emotiva) in modo da trasformarla da cacciatrice di soldi in ragazza innamorata (riprogrammazione psicologica) della vostra personalità”.

            Possibile che io non riesco a far passare questi DUE concetti 2, cioè il contratto pre-matrimoniale (che però in Italia non esiste ed è per questo che io dico che è meglio sposarsi all’estero restando all’estero…) e soprattutto la riprogrammazione psicologica (stabilità emotiva), che francamente non mi sembrano concetti tanto difficili da capire?

          • gino monte

            ronf, scrivi troppo e parli sempre di reality e belen. io parlo di vita vera di gente normale. centinaia di casi veri. manco parlo di me o delle favelas.
            la domanda l’avevo fatta a nathan, cazzo c’entri tu?

          • Ronf Ronf

            Nella vita reale non succede quello che io ho descritto? Comunque stai tranquillo: da ora io non ti rispondo più. Io almeno ho provato a fare una battaglia per avere in Italia il contratto prematrimoniale: Renzi e Silvio ci penseranno quando faranno il prossimo governo PD+FI senza i partitini

          • gino monte

            ma se gli proponi un contratto prematrimoniale che abbia clausole a tua difesa sai che ti dicono? “ah, allora non ti fidi di me, non mi ami, quindi non te la dò più… ciaone!”

          • Ronf Ronf

            Gli avvocati USA dicono l’esatto contrario (altrimenti gli studi legali USA sarebbero falliti tutti da un bel pezzo se tutte le donne facessero come dici tu) e ci sono montagne di sentenze dei magistrati in USA su questo tema (se nessuna accettasse, allora non ci sarebbero tutte quelle sentenze: ti ricordo che in caso di divorzio il giudice è tenuto a visionare il contratto prematrimoniale e a farlo applicare perchè il divorzio viene formalmente dichiarato dal giudice e non dagli avvocati che hanno scritto il contratto prematrimoniale dei due coniugi). Fidati, i contratti prematrimoniali vanno fatti (Renzi e Berlusconi volevano fare questa legge, ma poi hanno dovuto rinunciare perchè a giugno 2017 i grillini fecero saltare la legge elettorale proporzionale con il 5% di sbarramento nazionale e quindi ad ottobre NON è stato possibile fare la legge sul contratto prematrimoniale perchè bisognava fare la nuova legge elettorale maggioritaria: comunque, dopo il voto ci sarà il governo PD+FI e quindi la legge sul contratto prematrimoniale si farà… e quindi tutto il sistema mediatico pomperà l’opinione pubblica A FAVORE di questa novità: fidati, conosco i miei polli… l’unico modo per far saltare questa legge sarebbe un crollo elettorale catastrofico del PD che impedirebbe la nascita del governo PD+FI, ma Silvio sta rimontando e quindi quello che perde il PD a sinistra lo guadagna FI al centro e perciò la sommatoria di PD e FI dovrebbe reggere seppur con il PD con un peso inferiore rispetto a qualche mese fa perchè FI ha aumentato il suo peso. Solo il M5S e la Lega, in caso di boom clamoroso, potrebbero ostacolare questa legge… ma con qualche gioco parlamentare puoi convincerli a votare a favore di questa legge: ma prima c’è da formare il governo e Silvio infatti ha detto “in caso di non maggioranza in Parlamento può anche restare Gentiloni con l’interim provvisorio… il che vuol dire che Lega e M5S, dopo aver abbaiato, faranno passare la legge sul contratto prematrimoniale).

          • gino monte

            1) ma tu conosci i CONTENUTI dei contratti prematrimoniali americani? chi mi dice che siano favorevoli al maschio?
            2) io non sono contrario a sti contratti prematrimoniali… solo che penso che siano una goccia nel mare di una intera CULTURA che deve cambiare. non sarà certo sta legge che impedirà agli uomini di essere cagnolini chihuahua delle donne. perchè il vero motivo profondo della servitù è la scarsa offerta femminile di sesso, che è ARTIFICIALE.

          • Ronf Ronf

            I ricchi signori in USA sono blindati dai contratti prematrimoniali e sappiamo che ad esempio Mark Zukemberg (o come si scrive… insomma, il fondatore di Facebook) ha stabilito nel contratto fatto e scritto da un famosissimo studio legale USA (e questi avvocati guadagnano MILIONI nel fare queste cose… e a pagare le parcelle sono i ricchi signori, quindi gli avvocati ovviamente scrivono i contratti a favore di Mark e non di certo della moglie cinese… se io fossi nato in USA, avrei studiato per fare il legale che scrive quei contratti: a quest’ora avrei fatto un sacco di soldi… e poi io ho la passione per la legge, quindi io avrei unito l’utile al dilettevole: invece in Italia gli avvocati tra un pò avranno dei redditi inferiori agli impiegati statali perchè in Italia ci sono troppi avvocati e quindi nessuno va ad occuparsi di quello che serve per davvero perchè in Italia mancano le leggi apposite e perciò tutti si occupano solo di liti temerarie. Infatti l’Italia è il posto dove si fa causa per ogni minima stupidata, vedi le liti condominiali per il garage, ma NON è possibile fare quello che invece serve per davvero, vedi ad esempio il contratto prematrimoniale) alcune cosette molto interessanti come ad esempio il numero di trombate obbligatorie che la moglie deve concedere al marito. La moglie ha firmato e quindi adesso deve rispondere giuridicamente del contratto esattamente come quando tu firmi un contratto di affitto di una casa poi tu devi rispondere giuridicamente… cioè eseguire quanto scritto nel contratto (se tu hai affittato una casa, allora tu devi pagare l’affitto nelle modalità previste dal contratto: ad esempio il giorno 5 di ogni mese tramite bonifico bancario. Ormai in Italia è di fatto obbligatorio farsi pagare l’affitto tramite il bonifico visto che i contanti sono molto mal visti in queste cose dall’Agenzia delle Entrate. Per l’esempio della moglie cinese del fondatore di Facebook c’è scritto che lei deve darla al marito e quindi… capito? E chi non rispetta il contratto, cioè se tu non paghi l’affitto oppure se la moglie non fa quanto scritto nel contratto, allora finisce davanti al giudice e si becca una condanna in sede civile: chi non paga l’affitto subisce il pignoramento della busta paga e soprattutto lo sfratto, la moglie finisce fuori di casa senza nulla perchè in USA chi viola il contratto prematrimoniale non ha diritto ad avere i soldi… per farti capire, è come quando tu affitti una casa: all’inizio tu paghi una cauzione al padrone di casa e se tu non paghi l’affitto oppure danneggi la casa, allora tu perdi la cauzione- Notare che in Italia è vietato modificare l’appartamento senza il SI del padrone di casa: infatti in Italia l’inquilino perde la cauzione persino se installa un’antenna parabolica senza il SI del padrone di casa, quindi questo ci insegna che chi viola un contratto NON ha diritto ai soldi). Sul punto 2, hai ragione tu e ti meriti la STANDING OVATION, però c’è da dire una cosa: molti uomini cornificano persino la moglie che è sessualmente disinibita e disponibile (soltanto) con il marito (esistono anche queste donne… sono rare, ma esistono) perchè molti uomini sono stupidi… e poi chi paga le conseguenze? Risposta: gli altri uomini perchè la donna dopo il trauma non si fida neanche di chi invece si comporterebbe bene (si chiama sindrome post-traumatica). Come accade sempre in ogni cosa, UNO stronzo (maschio o femmina, gay o etero, bianco o nero, di destra o di sinistra) danneggia TUTTI gli altri esattamente come una mela bacata danneggia tutto il cesto di mele (questo è un famoso detto popolare che si sente in giro qui in Emilia) oppure come un politico ladro danneggia tutto il suo partito a livello di reputazione e di consensi elettorali.

  • what you see is a fraud

    Ottimo articolo da salvare . E specialmente questa citazione ” La nostra è una cultura che sotto il pretesto del laicismo, dei diritti fondamentali e così via, pratica in realtà una sistematica distruzione dell’individuo, della famiglia e della società “.
    Lo stato deve solo avereun sospetto infondato o una raccomandazione da membri della Tribu’ per eseguire una campagna di persecuzione .
    La sistematica distruzione dell’individuo succede in molte maniere , isolarlo dai parenti , Visitarli e raccontagli la favola che quel parente e’ :” Un nemico di stato ” , visitare i vicini di casa per indurli a spiare , visitare i negozi vicini e calunniare la persona sotto mira , cercare di intrappolare con ” Femmine fatali ” , sabotare il posto di lavoro. ecc. ecc. Tutto cio’ succede in Italia ma non se ne parla . A volte individui parlano della mala fortuna che hanno avuto negli scorsi anni , la morosa che se n’e’ andata o il posto di lavoro perso , non pensano mai che potrebbe essere stato organizzato da coloro che fingono di proteggere lo stato .

  • gino monte

    sui temi sessuali non concordo quasi nulla con blondet.
    sono favorevole al divorzio… MA… quando diventerò dittatore nella legislazione matrimoniale (e delle coppie di fatto) inserirò l’OBBLIGO DI SCOPARE.
    se un coniuge non vuole più scopare deve andarsene da casa, lasciare i figli all’altro coniuge e passargli il mantenimento.
    e se insiste… gulag!
    vedrete che così le donne abbasseranno la cresta e come per incanto la famiglia diventerà solida.

    • Caio Giulio

      Ma infatti alla fine il femminismo ha proprio castrato loro in primis. Vogliono fare i maschietti della situazione? E allora che provino la stesse piacevoli sensazioni nella competizione, però alla pari stavolta 😉

  • gino monte

    blondet sbaglia.
    non è la libertà sessuale a indebolire le famiglie, ma lo strapotere che la cultura (anche cristiana) e la legge conferiscono alle donne!
    e sto strapotere è proprio conseguenza del fatto che la danno TROPPO POCO!
    e la legge domanda-offerta. l’offerta di sesso femminile è ARTIFICIALMENTE ridotta quasi a zero da certe culture sessuofobe (da noi il cristianesimo, oggi trasmutato in femminismo-politicamente corretto), è questo che crea l’iniquità e tutte le storture di contorno (malattie mentali, perversioni sessuali, stupri, violenze di genere).
    ma poi ndo sta tutta sta libertà sessuale? a parte casi fortuiti di gente benestante (prostituzione nascosta in realtà) io vedo un mare di segaioli su youporn, ahahah!

    • Ronf Ronf

      Ma infatti il problema è che in Italia la popolazione maschile sta diventando “sfigata” come dice il link di cui qui sotto per colpa della pessima educazione che madri e scuole fanno alle figlie femmine (i padri io neanche li considero perchè o sono assenti o sono violenti o sono delle nullità: comunque, meglio una nullità o uno assenta piuttosto che uno violento perchè quello violento crea dei danni enormi alla psiche e al fisico del figlio) e poi le femmine si lamentano se nel lungo termine sono loro a finire malissimo più che i maschi, vedi il link https://nientestronzate.wordpress.com/2014/11/27/la-giornata-dello-sfigato/ in questione su questo tema. Passando alla libertà sessuale, in Italia si criminalizza la prostituta senza mai attaccare il cliente: inoltre spesso basta una voce (senza prove o addirittura con millanterie che non trovano riscontro “nelle verifiche giudiziarie e quindi la testimonianza è invalida”) per far classificare una showgirl, attrice, modella o comunque una donna come prostituta (poi, dopo anni di processi, si scopre che la voce “lei fa la puttana” era una falsità “perchè si tratta di millanterie prive di riscontro”. Però ormai il danno di immagine era stato fatto e rimane per sempre perchè una parte, seppur minoritaria, del pubblico etichetta la ragazza di turno come puttana anche se non lo è). Poi, come se non bastasse, qui in Italia si etichetta in automatico una prostituta come una brutta persona: io invece ritengo che le brutte persone sono quelle che, a prescindere dal sesso e dall’orientamento sessuale, maltrattano i figli e il partner (di qualunque sesso o orientamento sessuale). La libertà sessuale consente ai tronisti, ai calciatori, ai modelli super-fighi e all’uno percento più ricco di trombarsi anche le donne che un tempo sarebbero finite in moglie alla parte più povera e meno bella della popolazione. Comunque, tu dovresti essere ormai decisamente grandicello e quindi la tua vita te la sei fatta: come va adesso in Brasile con le donne? Rispetto all’Italia tutta l’America Latina è un paradiso in terra (basta prendersi una che viene dalle favelas e portarla nel “quartiere nobile” per non avere problemi: l’importante è non portarla in Italia perchè altrimenti o diventa un’isterica come le italiane perchè la straniera vuole integrarsi seguendo le regole italiane oppure viene insultata dalle donne italiane e quindi si deprime a causa delle offese, tu che dici? Faccio bene a pensarla così?) perchè da voi infatti la povertà impedisce certi comportamenti idioti

      • gino monte

        in brasile le cose vanno male. internet ha distrutto tutto, non si esce più di casa. le TV (anche di destra) sono politicamente corrette. femminismo galoppante. 80% delle donne ciccione.

        • Ronf Ronf

          Di solito gli italiani hanno più denaro del brasiliano medio, quindi serve il metodo imprenditoriale per gestire le femmine: se non si è capaci, NON si deve farlo. Comunque, allora meglio puntare su Venezuela e Cuba se il Brasile è da scartare a causa del “nuovo corso post-Dilma” perchè gli USA stanno rovinando tutto. Qui dentro molti utenti vivono in Centro America e nessuno si è lamentato ne delle donne ne del clima del posto dove abitano. Comunque le ciccione se tu sei ricco le puoi far dimagrire e rieducare (altrimenti le fai tornare nelle favelas). Tu non puoi saperlo perchè sei in Brasile, ma adesso in Italia c’è la moda di prendere le ciccione e di farle operare per farle dimagrire e quindi saltano fuori belle ragazze dopo il dimagrimento forzato (ma dopo il chirurgo però serve il dietologo per non ingrassare di nuovo). Ora io dirò una cosetta che sconvolgerà @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus: Belen all’inizio della storia con Borriello (io mi riferisco al 2004-05 quando Belen era appena arrivata in Italia) assomigliava di più a Cecilia che alla Belen di oggi, poi c’è stato il dimagrimento forte e quindi Belen è diventata Belen (vedi la differenza tra le foto del 2006 e quelle del 2008) e comunque adesso Cecilia è molto migliorata (indovinate perchè…) rispetto a 7-10 anni fa

          • Caio Giulio

            Era bona anche prima, così come la sorellina. Cercati il famoso video amatoriale e poi dimmi..

          • Ronf Ronf

            Il video amatoriale risale a DOPO il dimagrimento (cioè quando lei era già fidanzata con Borriello anche se lei diceva che il video è di PRIMA) perchè basta fare il confronto delle foto che Belen ha scattato nel corso degli anni nei vari studi fotografici. Certamente era già una bella donna, ma la differenza di peso (e di seno) c’era eccome (Belen nel 2007 con il dimagrimento aveva “perduto le tette” e quindi è andata in Argentina per farsele rifare). Cecilia oggi in viso è meglio rispetto a 7-10 anni fa (fai il confronto tra Cecilia nella primavera 2008 a I raccomandati, un programma dove Belen era ospite di Alessia Ventura e Carlo Conti su Rai 1, e tra Cecilia nella famosa foto con Belen al Chiambretti Night a inizio 2010 con la Cecilia all’Isola senza trucco a Playa Desnuda a inizio 2015 e poi con la Cecilia di oggi al GF VIP dell’autunno 2017).

            Certo, lei non è mai stata una ragazza brutta: però il miglioramento di Cecilia è, a livello di peso e di chirurgo, evidente (Belen invece sta peggiorando: se non si ferma, tra un pò il viso di Cecilia sarà meglio di quello di Belen e quest’ultima si sta “cecilizzando” tornando ad essere come era prima di quel famoso dimagrimento… ma con la differenza che questa volta lei, Belen, rischia di storpiarsi il viso – ormai il labbro superiore è andato – e quindi a 40 anni rischia di ritrovarsi come la Moric se non si ferma: per me il punto di non ritorno è stato il gennaio 2015 quando parte la crisi con De Martino e quindi Belen, come molte donne stupide, pensa che rifacendosi può ringiovanire – davvero lei pensava questo? – e quindi comprarsi la fedelità del suo Stefano che è un fedigrafo che si scoperebbe persino le gambe del tavolo). Qui sono io l’esperto di gossip e di trash divertente (ma anche di storie d’amore)

          • Caio Giulio

            Boh, pensavo il video fosse stato fatto con lei minorenne. Comunque certo la cosa che sconcerta è che queste cretine si sfigurano invece di ringraziare Dio e godersi la loro fortuna.

          • Ronf Ronf

            Non c’è la certezza della datazione perchè Borriello sostiene che quel tipo di orologio che si vede dentro il video NON è il suo… ma in molti dicono che invece è il suo e PARE che ci sarebbero delle foto in cui si vede che lui aveva quel tipo di orologio nel periodo in cui stava con Belen e quindi Borriello ha negato che quello fosse il suo orologio a causa del fatto che lui temeva di essere insultato da tutto il mondo a causa del fatto che tutti gli avrebbero dato del CORNUTO. Belen se adesso si sta storpiando pur avendo tanti soldi, sai questo cosa vuol dire? Quello che io ho sempre detto a @disqus_YtYI1T33gB:disqus, ovvero che la donna cerca prima di tutto la stabilità emotiva: Belen nei primi 2 anni d’amore con Stefano De Martino (un poveraccio) aveva dei sorrisoni enormi che adesso con il nuovo fidanzato (Andrea Iannone, pilota di MotoGP che guadagna 1 milione di Euro a stagione) non ha mai avuto neanche i primi giorni (fine estate 2016). Lascio a voi ogni commento su questa cosa… poi gira voce che Iannone in realtà sia il fidanzato segreto di Jeremias (il fratello di Belen che è stato al GF VIP nell’autunno 2017, non so se @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus ha seguito le prodezze di Jeremias dentro il GF insieme a Cecilia…) e quindi Belen si è messa con lui per cercare di far ingelosire Stefano (che però è troppo impegnato a scopare ovunque con TUTTI E TUTTE IN OGNI TIPO DI RUOLO, notare cosa ho scritto…) e soprattutto perchè nell’estate 2016 stava per uscire la voce che Iannone era gay e quindi per evitare il crollo della sua carriera in MotoGP ci voleva una super-figa come fidanzata per zittire le voci…

          • Caio Giulio

            Allora visto che sei un esperto di gossip: ma lo sai che il defunto Casiraghi, marito della splendida Carolina di Monaco, pare che fosse l’amante del fratello Alberto? Non ci credete? Guardatevi le foto della moglie che non sorride MAI, così come in certi ambienti si conosce il vero genitore della bella Charlotte.

          • Ronf Ronf

            Io sono esperto dei gossip di casa nostra (tutta roba di bassa lega se paragonata a quelle robe dette da te). In effetti la cosa che dici tu è di fatto la conferma (basta guardare come Iannone bacia Belen con i due occhi aperti verso la fotocamera del paparazzo…) di quello che in tanti dicono a Milano… comunque io non ho mai sentito questa cosa che mi hai detto tu: quindi chi sarebbe il padre di Charlotte? Potrebbe essere lo stesso Casiraghi (non dirmi che l’hanno ucciso per nascondere la storia che tu sospetti… in molti pensano che Lapo si sia fatto beccare apposta – faceva i suoi festini davanti alla sede centrale in pieno centro di Torino de La Stampa, il giornale di famiglia – per il seguente motivo: ucciderlo DOPO che lo scandalo fosse finito su tutti i giornali avrebbe significato attirare tanti sospetti, quindi meglio sputtanato da vivo che ucciso) perchè basta una scopata (molti dicono che De Martino è gay, quindi ci sarebbe stato un contratto tra lui e Belen) per ingravidare una donna (e poi esiste anche la fecondazione assistita: si prende quel seme del gay e lo si mette nell’utero della femmina). Comunque per me Belen rimpiange Corona (ormai Iannone con tutti i soldi che ha speso Belen dal chirurgo adesso sembra una specie di Fabrizio Corona e pure Stefano è stato “coronizzato” dal chirurgo di Belen: prima infatti era un bamboccio, poi è diventato “Corona jr” ma adesso, cioè 2 anni dopo la rottura con Belen, pure De Martino sta iniziando ad esagerare con il chirurgo). Quindi chi sarebbe il vero padre di Charlotte? Dillo 🙂

          • Caio Giulio

            No, il biondino non è stato ammazzato, poi se pensi che la fortuna del principato regna sulle speculazioni immobiliari..
            Immagina solo chi sono i palazzinari per eccellenza romani. E già ho detto troppo 😉

          • Ronf Ronf

            Un palazzinaro romano avrebbe infiltrato il suo seme nell’utero della Principessa di Monaco apposta per avere gli appalti? E il principe di Monaco, a quel tempo Ranieri III, non ha detto nulla di questa cosa?

            Mi sembra assurdo che il padre abbia consentito a sua figlia di fare una cosa del genere… e comunque ora mi sfugge una cosa: ma chi erano questi Casiraghi per avere accesso ai matrimoni reali di Monaco?!?

            Comunque a proposito della stabilità emotiva, ecco qua un articolo su Wanda Nara http://www.gossipblog.it/post/546588/wanda-nara-a-verissimo-con-icardi-e-stato-un-colpo-di-fulmine-totale e comunque io penso che a Belen manca un qualcosa (certamente lei rimpiange il periodo in cui era la star acclamata da tutti – oggi invece è insultata e derisa da tantissima gente – ovvero il periodo in cui stava con Corona, però Borriello ha un qualcosa che Corona aveva anche lui ma che ne De Martino ne Iannone hanno mai avuto…) http://www.gossipblog.it/post/546571/marco-borriello-sono-superdotato-ho-un-tatuaggio-nelle-parti-intime

          • Caio Giulio

            Povera Belen. mi offro volontario per darle asilo politico come e quando vuole, anche domani mattina 😉

          • Ronf Ronf

            Visto che è stata sposata per 27 mesi (dal settembre 2013 al dicembre 2015), lei è cittadina italiana per matrimonio (bastano 24 mesi) e molti dicono che tra Belen e De Martino c’era un contratto preciso (figlio con nozze, quindi divorzio dopo la cittadinanza: lei otteneva queste cose e lui diventava un figone invidiato da tutti e soprattutto lui diventava famoso grazie a lei… e in privato poteva fare come a quanto pare gli piaceva fare ai tempi di Amici dentro i cessi della scuola, ovvero il gay che fa il passivo: il problema è che poi Stefano, a quanto pare, gli piace pure trombarsi le ragazze – forse lui è bisessuale – e soprattutto pare che Belen si era innamorata per davvero di Stefano e quindi lei ha cercato ogni modo possibile per tenerlo legato a se dentro casa prima bloccando la sua carriera televisiva come ballerino perchè lei non voleva che lui ballasse e perciò lui ha sprecato gli anni migliori della sua carriera visto che dopo una certa età NON potrà più ballare come invece poteva fare tra i 21 e i 25, poi dandogli dei soldi per diventare imprenditore – ma a lui non gliene fregava un tubo e infatti ha fallito in tutto e lei quindi ha perso valanghe di soldi – e infine consentendogli di tornare ad Amici dopo 2 anni di assenza… ovviamente lui se ne è approfittato per farsi proteggere da Maria De Filippi, quindi lui ha mollato Belen con un messaggino e Belen non ha potuto distruggerlo per via mediatica – Signorini era già pronto a svelare tutti i tradimenti di Stefano mettendoli in copertina su CHI apposta per distruggerlo e ridurlo in miseria – ma la De Filippi ha bloccato tutto). Ma queste sono solo voci che però trovano molti indizi a sostegno…

          • Caio Giulio

            Ma non è che la Maria, lingua di legno, magari un pensierino andato a mal fine sulla Belen se lo sia mai fatto? Così come il nano di Arcore? Così, tanto per sapere?

          • Ronf Ronf

            Belen si era messa con Borriello e poi con Corona apposta per NON dover far certe cose con certa gente. Il trucco per NON fare certe robe infatti è quello di avere o un calciatore di una squadra importante (nel 2004-08, quando Belen stava con Borriello, lui era al Milan) oppure con un imprenditore (Corona) o un conduttore (Belen ci aveva provato con Teo Mamuccari che però preferì mettersi con un’altra latinoamericana) importante apposta per avere la protezione. Quindi io escludo Arcore, ma non sono certo di poter escludere Maria perchè Belen a fine 2011 aveva rotto con Lucio Presta (agente di Bonolis) e quindi nell’aprile del 2012 rompe pure con Corona perdendo la protezione: resta solo Maria (sua fu l’idea di mettere Belen con Stefano, a quel tempo fidanzato con Emma Marrone, apposta per creare lo scandalo per far alzare gli ascolti di Amici. Notare che era la prima volta che Amici andava al sabato e soprattutto l’anno precedente Amici aveva fatto il minimo storico: se il programma avesse floppato, allora sarebbe crollato tutto una volta per tutte a titolo definitivo). Non mi stupirei se Maria avesse fatto “pensieri” su Stefano (anni fa si diceva che Marco Carta – che insieme a Valerio Scanu è uno dei possibili gay passivi che sarebbero stati sverginati analmente dal ballerino professionista Valerio Pino che casualmente è stato fatto fuori dallo show al termine dell’edizione 2012 quando giravano queste voci su Carta e Scanu… – aveva vinto Amici grazie ad un “pensiero” di Maria), ma non sappiamo con certezza (15 anni fa si favoleggiava di una storia tra Maria e Paola Barale quando lei era sposata con Gianni Sperti, quindi si dice che la Barale fu messa fuori da tutto quando scappò con Raz Degan irritando così Maria…)

          • Caio Giulio

            La Barale è sicuro al 100%, così come la Maria sia una lingua di legno sposata da anni con un povero guardone che ama i teatrini saffici da un pezzo.

          • Ronf Ronf

            Povera la mia Belen! Nel 2007 lei si “slinguazzava” amoreggiando di nascosto con la Yespica (che poi qualche tempo dopo venne beccata con la Miss venezuelana Marianne Puglia – che poi è sparita nel nulla “sposandosi bene” in Marocco – ad amoreggiare in discoteca…) e oggi invece (secondo il tuo ragionamento) con Maria! Comunque 3 anni fa la Yespica disse alla modella paraguaiana Claudia Galanti “o me o Belen” perchè la Galanti in Italia stava con Belen (sposata con De Martino) e in USA con la Yespica (ufficialmente la Galanti era amica di entrambe, ma in molti sospettano che lei è o era “molto di più” che amica di entrambe) e comunque adesso la Galanti ha due figli (la terza è morta a soli 9 mesi, porella…) con un imprenditore francese (e si da che i ricchi signori francesi se ne fregano se le loro donne poi frequentano altre donne perchè in Francia c’è un’altro tipo di mente e, a proposito della mentalità diversa che c’è in Francia, alcuni sospettano che Macron abbia la doppia storia d’amore sia con la moglie Brigitte che una delle figlie di Brigitte e addirittura si dice che uno dei bimbi di una delle figlie di Brigitte sia in realtà di Macron: spesso in Francia succede che madre e figlia hanno lo stesso uomo, una cosa che in Italia mai si accetterebbe). Per la Barale, secondo me Raz Degan oltre ad essere stato il suo grande amore è stato anche un modo per fuggire via dal sistema mediatico italiano dominato da Maria (Belen riuscirà a non farsi distruggere come invece è accaduto a Costantino Vitagliano che 10 anni fa sembrava Dio in Terra e che oggi è sparito nel nulla?!? Lui almeno ha messo via i soldi evitando di sperperarli… ma tanti altri si sono rovinati) e quindi la Barale ha pagato carissimo questo sgarro

          • Caio Giulio

            Beh tralasciando il micro-rognoso- schifoso, io non ho mai detto che la Belen sia mai andata con la Maria, ma anzi l’esatto contrario, visto che nemmeno il nano con il pisello a pompetta c’è riuscito.
            Per quanto mi riguarda, la ragazza merita tutto il mio rispetto e poi a pelle la trovo molto simpatica oltre che, gran bella fig..liola.

          • Ronf Ronf

            Forse ho capito cosa intendevi dire prima (Ma non è che la Maria, lingua di legno, magari un pensierino andato a mal fine sulla Belen se lo sia mai fatto?) perchè NON mi ero accorto del segmento “andato a mal fine” della tua frase. Dici che Maria pompa la carriera di Stefano per vendicarsi di Belen? Non lo so… Maria di solito spinge in alto la gente che può controllare (vedi Filippo Bisciglia che conduce Temptation Island in estate: lui è il classico personaggio minore e miracolato che viene spinto in alto da Maria perchè lei si circonda sempre di leccaculo e di gente che non sa condurre perchè così lei li può gestire come meglio crede… loro sono felici di essere in televisione e quindi obbediscono alla lettera senza mai fare obiezioni: tanto, l’unica cosa che conta è che Bisciglia rispetti il copione del programma. Notare che un conduttore vero invece farebbe dei suoi interventi autonomi, cosa che Maria non vuole… e Maria fa bene visto che lei e il suo staff fa le cose che servono per fare boom di ascolti: se dal punto di vista umano è sbagliato spingere gente poco qualificata, dal punto di vista tecnico Maria ottiene importanti risultati di auditel a costi bassi e questa è l’unica cosa che conta per davvero). Belen sicuramente si merita il rispetto, specie se si dovesse mettere in testa di “prendersi in casa” la Yespica tramite suo fratello come dicono alcuni in giro a Milano (Belen avrebbe chiesto a suo fratello – quello che secondo alcuni sarebbe il fidanzato segreto di Iannone che ufficialmente sta con Belen per nascondere la sua presunta omosessualità e la sua presunta storia d’amore con Jeremias, il fratello di Belen… – di “agganciare” la Yespica). Poi se Belen si “porta in casa” pure la Galanti, allora possiamo dire che lei è un mito 😀 comunque mi sembra di stare a Beautiful quando Ridge era sposato con Brooke e viveva con lei e i tre figli (le due gemelle e Thomas) che lui aveva avuto da Taylor la quale era morta ma che poi è tornata perchè in realtà non era morta ma in coma all’estero senza che nessuno lo sapesse e quindi Ridge decise di lasciare Brooke per Taylor e perciò Brooke si mise con Nick Marone (fratellastro di Ridge Forrester, il quale è figlio di Eric Forrester davanti alla legge ma in realtà il vero padre è Massimo Marone, padre di Nick, perchè Stephanie – interpretata da Susan Flannery – prima di sposare Eric aveva avuto una relazione clandestina con Massimo ed era rimasta incinta, quindi lei sposò Eric perchè in realtà lei amava quest’ultimo e perchè volevano aprire la casa di moda: Eric ci metteva il talento, lei i soldi e ufficialmente, durante la storia clandestina con Massimo Marone, lei era fidanzata con Eric). Per quanto riguarda Macron (presumo che ti stai riferendo a lui quando dici “micro-rognoso- schifoso”), a quanto pare il suo partito si sta sfaldando da solo http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ldquo-parlamento-ci-sentiamo-inutili-rdquo-deputati-macron-sono-162999.htm e soprattutto il centrodestra UMP-LR si è spostato molto a destra https://en.wikipedia.org/wiki/The_Republicans_(France)_leadership_election,_2017 tramite il nuovo leader https://fr.wikipedia.org/wiki/Laurent_Wauquiez#Id%C3%A9es_et_prises_de_position che i nemici definiscono come “un Trump laureato all’ENA” (notare che ENA è la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, quindi nessuno può accusare Laurent Wauquiez di essere un ignorante) e forse è la volta buona che il centrodestra “gollista” francese si evolve verso una specie di thatcherismo (con un ritardo di 4 decenni a causa del fallimento di Chirac alle Presidenziali 1988) in politica interna (e magari verso il Gruppo di Visegrad in politica estera: ormai quel che resta del “gollismo” lo si può vedere solo in politica estera visto che ormai in politica interna è improponibile lo Stato sociale https://fr.wikipedia.org/wiki/Le_bruit_et_l%27odeur_(discours_de_Jacques_Chirac) e Chirac lo aveva capito nel 1991 quando lanciò l’allarme sugli abusi che gli immigrati compiono a danno del Welfare, appello che però rimase inascoltato perchè il FN non ha rimosso l’antisemita Jean Marie Le Pen dal vertice e quindi non fu possibile fare un accordo tra il FN e il centrodestra, inclusi i centristi UDF di Giscard che si dissero favorevoli a cancellare – in parte è stato fatto nel 1994 con la restrizione sull’immigrazione, ma non è servito a nulla perchè era troppo tardi: bisognava farlo negli anni 70 – lo Ius Soli). La vicenda del centrodestra francese (che oggi è, per la prima volta dopo 40 anni, schiacciato dai centristi che controllano governo ed Eliseo come ai tempi di Giscard dove però i gollisti facevano parte della maggioranza di governo, mentre con Mcaron i gollisti sono fuori dal perimetro della maggioranza) ci dimostra che il paese è stato distrutto dalla legge del 1976 sui ricongiungimenti familiari (Primo Ministro Chirac, Presidente della Repubblica Giscard) che ha consentito a milioni di immigrati di entrare in Francia: se nel 2017 Macron ha vinto, il “merito” è di questa legge (perchè nel giro di 40 anni questa gente ha ottenuto la cittadinanza e soprattutto i loro figli e nipoti sono cittadini francesi, quindi come fai a cacciarli?) e quindi il centrodestra adesso deve ripartire dalla destra (perchè i centristi sono scappati con Macron e quindi affonderanno insieme a lui).

          • Caio Giulio

            Beh, oggi come diceva il buon Bottarelli è una bella giornata vista l’Austria, e sarebbe anche ora che dalla patria dei galletti risorga un sano spirito nazionalista, o come gli straccivendoli da carta da cesso ormai definiscono, populista. Mr Orange is on the rise, altro che deep state ormai fallito .

          • Ronf Ronf

            https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Next_Austrian_legislative_election&type=revision&diff=815714522&oldid=815714472#Opinion_polling E in Austria secondo i sondaggi, se si votasse di nuovo adesso, avresti un rafforzamento di NEOS (centro europeista) a danno di PILZ (populista di sinistra) e Grüne (gli ambientalisti) che rimarrebbero sotto lo sbarramento del 4% nazionale (notare che i Verdi alle elezioni di ottobre si sono fermati sotto lo sbarramento mentre PILZ era poco sopra) e questo vuol dire che la sinistra estrema si sta dissolvendo lasciando i suoi voti al partito europeista per eccellenza (NEOS che a Strasburgo sta in ALDE), quindi l’unica speranza per i Verdi di tornare in Parlamento è far sparire PILZ che è stato azzoppato dallo scandalo post-elettorale che ha colpito il suo leader (ma a quanto pare i voti stanno andando a NEOS perchè quest’ultimo, essendo in Parlamento, ha il vantaggio di avere la vetrina parlamentare di opposizione). https://en.wikipedia.org/wiki/French_presidential_election,_2022#Approval_ratings Nel frattempo in Francia non è che il gradimento di Macron sia tanto alto… se non ti è chiara la tabella, vai verso il basso e vedi proprio il grafico disegnato: comunque Macron qualcosa di interessante lo sta facendo in politica interna (lui sta facendo quello che il centrodestra tradizionale non è mai stato capace di fare a causa delle sinistre che facevano sempre casino nelle piazze: oggi le sinistre, dopo i 5 anni di Hollande, sono ridotte ai minimi termini e quindi per la prima volta nella Storia non c’è un’opposizione reale sui temi economici). Il problema di Macron è la politica estera (che rischia di danneggiare l’Italia) e le questioni europee (ma il meccanismo dell’UE è talmente farraginoso che difficilmente Macron riuscirà a fare le riforme per l’integrazione dell’UE). E comunque la vicenda libica dimostra che l’elites della Francia tramite Macron riesce, nonostante la devastazione del paese dopo 5 anni di Hollande (e, prima ancora, 5 anni di Sarkozy), a fare cose che l’Italia può solo sognare http://federicodezzani.altervista.org/accordi-onu-agli-sgoccioli-parigi-mosca-lanciano-lopa-sulla-libia/ e per concludere ti dico che l’opposizione di centrodestra punterà di più sui valori che sull’economia visto che i 5 anni di Sarkozy hanno sputtanato il centrodestra sull’economia

      • Caio Giulio

        Ma che credi che tutto il mondo non sia paese? Anzi ti avviso subito che le loro belle mulatte sono le peggio zoccole che tu possa mai incontrare; e la cosa bella è che uniscono l’utile, in soldini, al dilettevole senza alcuna pietà per il malcapitato maschietto, altro che italiane.
        PS, lo stesso vale ad est, ovest,sud ovest etc. Insomma la morale è che loro si giocano al meglio le loro carte che madre natura gli ha fornito in ogni latitudine.

        • Ronf Ronf

          Difficilmente una che viene dalle favelas, cioè dalla fame vera e dalla violenza vera, poi vuole tornarci e quindi o si comporta bene oppure è rispedita nelle favelas. Certamente la parte malvagia delle donne (e dei maschi, non dimentichiamo mai questa cosa…) esiste ovunque, però in certi paesi esiste ancora una pressione sociale nel comportarsi bene per non finire di nuovo nelle favelas (più che in Brasile questo vale per l’Est Europa e l’ex URSS). Esistono le ragazze brave sia in Italia (ma sono poche) che in America Latina (sono di più se non altro come numero e perchè non sono cresciute con tutte le cose che ci sono in Italia) e pure in Est Europa e nell’ex URSS. Gente, occhio a non fare generalizzazioni: infatti il problema, come ci ha indicato @disqus_YtYI1T33gB:disqus, è il politically correct che però non fa presa sulle popolazioni povere (tra vivere bene e il politically correct, secondo voi chi – maschio o femmina, gay o etero – viene dalle favelas, cosa preferisce? Non penso che preferisce il politically correct) perchè di solito il politically correct fa presa su chi abita nei quartieri delle città abitate dalla classe media (non nelle favelas dove non c’è nulla). La mia tesi è che se il maschio non sa farsi valere facendo capire (discutendo senza violenza perchè la violenza è reato) che certi comportamenti danneggiano prima di tutto le femmine (nel lungo termine “chi fa la troietta” poi rimane da sola e si prende pien di porte in faccia…) allora è meglio che quel maschio resti single a vita (perchè almeno così evita di soffrire). E questo vale in ogni paese

          • Caio Giulio

            Troppe disquisizioni teoriche, ma la pratica è differente 😉
            Per me vale sempre il vecchio detto di “mogli e buoi dai paesi tuoi”. Almeno un minimo denominatore comune lo trovi.

          • Ronf Ronf

            Ripeto: le brave ragazze sono ovunque, ma bisogna cercare avendo ben chiare le idee di cosa si cerca, dove si cercano e cosa ci si aspetta. Ma una cosa è certa. Una ragazza prima di tutto cerca stabilità emotiva e il maschio o è capace di darle questa cosa che è importantissima oppure è destinato a finire male. Se bastassero i bei muscoli oppure i soldi per tenersi una donna, allora non esisterebbero le donne che divorziano (andando contro il proprio interesse economico) da un ricco oppure da un ragazzo muscoloso figone. Evidentemente serve anche altro. Comunque non scordatevi che esistono anche le donne che diventano vittime dei maschi: quante volte abbiamo sentito di ricchi o di figoni che abbandonano la ragazza 1 anno dopo che lei ha partorito?

            Mi attirerò gli insulti di alcuni, ma ora vi racconto il primo Trono Gay (2016, autunno) a “Uomini e Donne”. Il tronista era un barista di Verona che poi si è scoperto che aveva ottenuto il suo bar tramite un suo ex fidanzato e i suoi soldi: si trattava di un benestante gay di mezza età che si era fatto fregare dal giovincello che poi è andato a fare il tronista (ed è riuscito anche a fare una farsa dentro il programma creando una storia finta apposta per diventare famoso e per fare soldi facilmente con le serate in discoteca e con le interviste sui giornaletti di gossip).

            Questo ci dice che certe cose orrende le fanno TUTTI, gay ed etero, maschi e femmine: i sinistroidi e le femministe per tanti decenni hanno rotto le palle “al padre padrone” NON perchè volevano mettere fine alle truffe e alle violenze, bensì perchè ANCHE LORO volevano avere IL POTERE (che serve per fare le truffe e le violenze) perchè alla gente PIACE comandare e soprattutto ABUSARE del potere. @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus il problema infatti è la natura umana che è malvagia

          • Verklarte

            “Difficilmente una che viene dalle favelas, cioè dalla fame vera e dalla
            violenza vera, poi vuole tornarci e quindi o si comporta bene oppure è
            rispedita nelle favelas..”
            Si vede che non mai conosciuto una creola o mulatta sudamericana arrivata in Europa…e spero per te che non te ne capiti mai una.

          • Ronf Ronf

            Ed ecco qui l’errore: “arrivata in Europa”. Ma è ovvio che se arriva qui in Italia poi si adegua ai malcostumi italiani… e il trucco è vivere nel LORO paese (oltre che scegliere quelle bianche al posto delle mulatte o creole o nere) perchè nel LORO paese c’è il controllo sociale del gruppo. Ora ti spiego meglio: secondo te una ragazza dell’Est Europa o dell’ex URSS si comporta meglio a casa sua o in Italia? Risposta: a casa sua perchè c’è il controllo sociale. Lo stesso vale per le asiatiche in Asia, le tizie in America Latina, le africane in Africa, eccetera… e guarda le italiane: qui in Italia fanno tutte le preziose rompicoglioni, all’estero diventano troie da competizione perchè all’estero NON c’è il controllo sociale del paesello (ovviamente quando all’estero una italiana incontra un italiano, sai che cosa fa? Ovviamente scappa perchè teme che l’italiano poi vada a dire “lei fa la troia all’estero” perchè la ragazza teme il giudizio sociale dei genitori e degli amici).

          • Verklarte

            Nei pochi viaggi che ho fatto nel terzo mondo ho visto cose che non mi sarei mai immaginato. Ragazze italiane del nostro gruppo che si contendevano il miglior negretto a colpi di banconote, una bolognese di 26 anni che in Senegal aveva dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del posto dopo essere stata a letto con gli uomini di mezzo villaggio, una calabrese di 31 anni che tutte le sere si appartava con un ragazzo del posto, mai lo stesso.

            Ma facciamo attenzione: gli uomini in vacanza esotica fanno di peggio, perché si portano a letto ragazzine minorenni, ovviamente con il tacito consenso dei genitori. In Thainlandia le famiglie contrattano i turisti pedofili l’affitto di una loro figliola di 10 o 12 anni per un giorno o per una settimana. Eppure lì ci dovrebbe essere il controllo sociale, come dici tu.
            La verità è che la copula nel degradato occidente ha sostituito la prova ontologica. Coito ergo sum.
            La donna, senza l’ossessione di rimanere incinta, si concede volentieri, a volte cercando l’avventura esotica, a volte (se riesce a sdoppiarsi mentalmente) prostituendosi come escort o come esperta di massaggi erotici (il business del momento).
            Io sono vecchio e penso solo a salvare l’anima. Per un giovane credo che relazionarsi con l’altro sesso sia molto problematico oggi. Stammi bene.

          • Ronf Ronf

            Il controllo sociale vale per le relazioni di lungo termine, tu invece stai parlando o di depravazioni o di “relazioni di breve termine” (quella che negli anni 80-90 si chiamava “una botta e via”). C’è una differenza bella grossa tra la relazione di lungo termine e l’altra roba: la liberalizzazione della donna ha trasformato la donna in una specie di “simil-maschio” e questo spiega perchè molti maschi diventano gay (notare che adesso in USA e UK molti gay stanno passando a destra perchè la sinistra gender, dopo aver mascolinizzato le femmine, adesso sta svirilizzando i maschi e ovviamente i gay si stanno incazzando visto che loro vogliono per ovvi motivi il maschio e non la versione femminilizzata del maschio che la sinistra gender vuole imporre alla comunità gay. Cioè, se noi etero vogliamo la donna formosa femminile e NON l’androgina che sembra un maschio, allora anche i gay vogliono un maschio che sia un maschio e non una specie di androgino svirilizzato e femminilizzato: ciò spiega come mai i Repubblicani USA e i Conservatori UK stanno un pò alla volta aumentando i loro consensi presso i gay). L’errore è stato fatto negli anni 70 dalla TUA generazione e ora NOI o siamo tronisti oppure ci tocca lasciare l’Italia (e viste le prospettive economiche dell’Italia, beh… è meglio fuggire) per trovare una ragazza facendo leva sul fattore economico (di solito gli italiani hanno più soldi rispetto a chi sta in America Latina, Africa, zone povere dell’Asia, ex URSS ed Est Europa) E SOPRATTUTTO sul fatto che il ragazzo occidentale può dare alla ragazza straniera (abituata alla violenza fin da piccola) la stabilità emotiva (che poi è la prima cosa che una donna cerca in una relazione di LUNGO termine: invece nelle relazioni di BREVE termine, come tu stesso hai dimostrato, è solo il denaro che conta. Ma quelle robe NON sono di certo delle relazioni di lungo termine, bensì ben altro che, francamente, non merita neanche di essere commentato perchè certe cose sono orrende). Cosa significa “prova ontologica”? Non conosco il termine di cui parli, puoi spiegarlo con parole più semplici perchè mi sfugge il significato? Comunque per gli abusi sessuali non serve andare in Asia: quelli di Striscia hanno dimostrato che queste cose succedono anche in Italia con i bambini italiani figli di genitori italiani (poveri, in quartieri degradati) e questo ci dimostra che ormai l’Italia è spacciata. @hurom:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @ottoneprimo:disqus @Stopensando:disqus ormai l’Italia sta diventando peggio del “terzo mondo”

          • Verklarte

            Guarda che i problemi con le connazionali ci sono anche per gli uomini di paesi che non hanno conosciuto la crisi economica. Se la passa bene il maschio tedesco che deve mostrare il conto in banca alla sua fidanzata per sapere se sarà prescelto? Non cerca anche lui una donna latino-americana o asiatica?
            Io contesto la tua idea ricorrente sul presunto controllo sociale. In sudamerica e in estremo oriente sono gli stessi genitori che, per lunga tradizione risalente al tempo coloniale, contattano i turisti occidentali (o giapponesi e cinesi benestanti di passaggio) per cedere le loro figlie minorenni.
            In Italia ci sono episodi occasionali in certi quartieri degradati di Palermo e Napoli, ma in quei paesi è la prassi. Un figlio/a minorenne di bell’aspetto è un investimento sicuro per una famiglia che vive con un un dollaro al giorno. Naturalmente non è escluso che il nostro paese, ormai in inarrestabile decadenza economica e morale, faccia la fine di Cuba o dei paesi indocinesi (che in ogni caso stanno crescendo a ritmi sostenuti da alcuni anni, con tutti gli investimenti esteri che hanno assorbito).

            L’Italietta di bergogliani e dei boldriniani mi ricorda sempre di più la Napoli del 1944 descritta memorabilmente da Curzio Malaparte nel romanzo parzialmente autobiografico “La pelle”. Oggi siamo nel terzo dopoguerra, ma questa volta non ci sarà una ripresa, salvo eventi imprevisti.
            La prova ontologica è la prova dell’essere.

          • Ronf Ronf

            Non conosco il romanzo di Curzio Malaparte “La pelle”, ma leggendo in giro mi sa che ben presto qualcuno potrà scrivere il seguito… e quelli di Striscia ce lo hanno già dimostrato. Non me ne frega un tubo di cosa in Germania fanno perchè a me interessa l’Italia: gli italiani si occupino di quello che succede in Italia invece di fare gli europeisti a tutti i costi e i tedeschi di quello che succede in Germania invece di interferire in casa altrui. Gli episodi da te citati su Palermo e Napoli succedono anche a Bari (vedi il servizio di Striscia) e addirittura (trattieniti alla sedia… ora sei pronto psicologicamente?) IN PIENO CENTRO DI TORINO dove c’è la ragazza 19enne NON drogata che si prostituisce in pieno giorno (durante le 2 settimane del ballottaggio tra Fassino del PD e Appendino del M5S, quindi questa cosa me la ricordo bene a causa del clamore che ci fu sul sito di politica concorrente a questo quando fu riportata la notizia vera e verificata) e quindi ora possiamo dire che l’Italia sta per diventare come l’Ucraina, cioè una fabbrica di prostitute e di criminali.

            La crescita economica in Asia e in Indocina è di tipo molto diseguale: chi sta in alto aumenta le sue ricchezze, tutti gli altri invece si devono arrangiare nella miseria. I reati da te descritti si devono perseguire con durezza: in ogni caso non c’entra un tubo con quello che dicevo io visto che io parlavo di relazioni di lungo termine con ragazze ventenni. Cioè, facciamo un esempio semplificato: una polacca in Polonia si comporta in un modo, in Italia invece in un modo ben diverso… perchè? Prova a ragionare: fare certe cose in Polonia non è consentito (e, che sia ben chiaro, anche il maschio italiano che va in Polonia deve comportarsi bene…) e invece in Italia è consentito fare molte cose (molto sbagliate) vietate altrove; questa differenza esiste perchè in Polonia c’è il controllo sociale (la ragazza ADULTA lì in Polonia ha di sicuro dei genitori e dei fratelli e degli amici) che invece in Italia non c’è (una persona straniera in un paese straniero non conosce nessuno e quindi nessuno di quelli che lei conosce è in Italia: per farti capire? Tu fumeresti uno spinello davanti a tua madre, a tuo padre e al tuo datore di lavoro? No, infatti gli spinelli di solito si fumano ben lontano da casa: che sia ben chiaro, la droga fa male e quindi NON si deve fumare neanche uno spinello per evitare di stare male e infatti il mio esempio sullo spinello è solo un esempio teorico per farti capire il concetto del controllo sociale). La prova ontologica è la prova dell’essere: cosa significa questa frase? @hurom:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @ottoneprimo:disqus @Stopensando:disqus

          • Verklarte

            Hai studiato un po’ filosofia?

          • Ronf Ronf

            La prova ontologica è la prova dell’essere: https://it.wikipedia.org/wiki/Prova_ontologica

          • Verklarte

            E io che ti avevo detto?

          • Caio Giulio

            A casa sono anche peggio pur di farsi portare via.

          • Ronf Ronf

            Basta portarle nel quartiere ricco del loro paese. Funziona con le tizie dell’Est Europa, dell’ex URSS, dell’Asia e quindi non si capisce perchè non dovrebbe funzionare ad esempio con le africane in Africa o con le latinoamericane in America Latina. Io ho scritto un commento dove ho spiegato come si comportano le italiane all’estero: cercalo (usa il tasto cerca e digita “lei fa la troia all’estero” incluse le virgolette così trovi il mio commento). Comunque, il trucco è restare nel LORO paese perchè per ovvi motivi lì c’è la pressione sociale che le obbliga a non fare quello che in Italia invece farebbero… comunque se un maschio non sa gestire se stesso, allora non saprà gestire la femmina e se non è capace, allora è meglio restare single (io non so gestire la moto di Iannone – e mi sa che neanche lui sa farlo… – e per ovvi motivi NON vado a fare le gare). Ma, in ogni caso, non esiste solo il Brasile… molti utenti qui dentro si sono confidati e hanno parlato benissimo della Colombia, del Venezuela e del Costa Rica (nel caso del Venezuela però si tratta di donne che hanno trovato e poi portato fuori da quel paese rimanendo però in America Latina, negli altri due casi invece si tratta di gente che abita stabilmente lì con una donna del posto e le cose vanno bene). Il bene e il male si trova ovunque, in Italia e fuori

          • Caio Giulio

            Io ti parlo di gran fighe che sanno di esserlo, e se la giocano di conseguenza.

          • Ronf Ronf

            Io parlavo in generale: l’ideale sarebbe trovare una grassona per poi farla dimagrire tramite il chirurgo e il dietologo (in USA hanno ottenuto risultati incredibili e adesso pure in Italia fanno queste cose) perchè la tipa poi dovrebbe esserti grata e soprattutto a causa del suo passato di cessa lei NON dovrebbe scappare via perchè si sente ancora cessa a causa del suo passato psicologicamente fragile (certo, poi esiste quel rischio che poi lei scappi via… ma se non sai gestire le femmine, NON devi andare a prenderle: comunque in questi casi i ricchi signori di solito si fanno firmare un contratto giuridicamente vincolante per non farsi fregare da queste tipe). Poi esistono le gran fighe (tipo Ia Yespica al GF VIP) che cucinano, puliscono i cessi e i pavimenti senza rompere le palle mentre altre (tipo Carmen Russo) che non facevano mai un tubo per poi lamentarsi (persino Raffaello Tonon e Daniele Bossari hanno fatto i complimenti alla Yespica… e di solito loro due non si espongono, specialmente Tonon che è un polemico che per ogni minima cosa rompe le balle mentre Bossari è uno introverso: poi, a proposito di come si comportavano le donne nella Casa, Cecilia un pò cucinava… ma la pulizia proprio zero. L’ex corteggiatrice di “Uomini e Donne” Giulia De Lellis faceva da estetista e da parucchiera a tutti, le donne anziane italiane tipo Simona Izzo sporcavano tutta la Casa)

          • Verklarte

            da non credere…

          • Ronf Ronf

            Evidentemente tu hai cercato e trovato una cattiva ragazza, ma questo poteva benissimo succedere anche in Italia dove la ragazza ti direbbe “fammi vivere ai Parioli oppure a Montecarlo invece del mio paesello di origine in Calabria o in Valle d’Aosta e io ti farò da schiava”. Come vedi, il problema è ovunque e se tu non sai cercare la brava ragazza, allora o ti prendi la cattiva ragazza (auguri…) oppure la mandi a quel paese (ma, forse, avresti dovuto far capire a quella ragazza che NON serve fare da pappone: tieni presente che queste ragazze crescono nella violenza fin da bambine piccole e quindi conoscono solo la violenza come modo di vivere. In un certo senso, quelle ragazze non sono poi tanto diverse dai bambini maschi che in Italia vengono picchiati oppure bullizzati a scuola: in entrambi i casi da adulti poi ti ritrovi con forti problematiche sociali e di autostima perchè, evidentemente, se quella ragazza ti ha detto certe cose che dimostrano la paura folle che quella ragazza ha a proposito della violenza dilagante nel suo paese di origine, allora vuol dire che ha zero considerazione di se stessa e quindi se tu avessi un minimo di intelligenza emotiva, magari riusciresti a fare una riprogrammazione… ma queste cosette le possono fare soltanto chi è ricco e chi è specialista in certe materie psicologiche, non di certo la plebe). @hurom:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @ottoneprimo:disqus @Stopensando:disqus avete capito chi è la calabrese che vive a Montecarlo, vero?!? Ma poteva benissimo essere valdostana, romana o veneta

          • Stopensando

            Io sono d’accordo con te, di fronte va certi miti rimango a bocca aperta. Oggi le donne hanno troppo potere ed il potere non è facile da gestire senza essere dispotici.

      • gino monte

        quanto al link di fanelli:
        – è NATURALE che le donne ammirino i forti-testosteronici, non possiamo eliminare la natura animale
        – fai discorsi troppo femministi ma non hai mai convissuto per anni con una donna. sono capaci di infinite violenze anche se non sempre fisiche. vogliono comandare, vogliono ridurti a una larva, stanno sempre a criticare tutto per metterti sotto i piedi, devi essere sempre in difetto, hanno sempre ragione loro, ecc. ecc. tutto ciò è NATURALE che generi aggressività in uomini che abbiano un minimo di dignità.
        e fanno così perchè sanno di essere PRIVILEGIATE perchè possiedono una merce scarsa (artificialmente).
        e non parlo di donne ricche o strafighe.
        tu magari, da figlio, vedi solo la punta dell’iceberg di tuo padre che esplode e dà no sganassone a tua madre, ma non sai nulla sui 9/10 dell’iceberg sommerso.
        poi vabbè, i figli danno sempre ragione alla madre perchè hanno astio edipico contro il padre e non vedono l’ora che se ne vada, spesso i figli maschi sono dei veri infami col padre.

        • Caio Giulio

          NOOO… FANELLI!!

          • gino monte

            abbiamo scoperto che è un nerdaccio frustrato che da ragazzo pigliava schiaffi da tutti li pizzi… e qua lo ammirano pure, ahahah!

          • Ronf Ronf

            Io non so neanche chi è questo Fanelli (avevo letto qualcosa su di lui in precedenti articoli di Funnyking in questo sito, ma si trattava di politica e di altre cose), però la teoria sul bullo da lui descritta è vera (basta osservare la realtà delle scuole). Ma se quello lì da ragazzo pigliava sberle da tutti, secondo me la colpa è anche delle madri che dicono ai figli stronzate come “non si deve usare la violenza, ma solo la parola” (quando invece persino Bergoglio ha detto “se tu osi insultare la mia mamma, allora è normale che io ti do un pugno”), il che vuol dire che le mamme italiane (e poi tu mi dai del femminista?) stanno “sabotando” i figli maschi per “vendicarsi” dei mariti (cioè dei padri che, il giorno in cui – dopo decenni – si rendono conto di avere dei figli “sfigati”, ovviamente poi si disinteressano totalmente dopo che per anni hanno delegato alla moglie idiota il compito di educare i figli). Non c’è bisogno di quel Fanelli: basta guardare cosa accade nelle scuole oppure leggere i giornali di gossip (e se in Italia sta aumentando a dismisura il numero dei gay, secondo voi è solo frutto del caso oppure dell’incompetenza delle madri? I figli quindi si rendono conto di odiare le madri e perciò odiano le donne, quindi dopo i rifiuti adolescenziali che l’altro sesso gli ha opposto loro si trasformano in gay perchè cercano in uomini adulti le attenzioni che il loro padre non gli ha mai dato: il problema è che gli uomini adulti pretendono “certe cose” che un padre ovviamente NON chiede ad un figlio. Leggetevi i manuali di psichiatria e capirete perchè l’Italia è destinata all’estinzione: la Meloni può solo illudersi che la sua proposta di dare dei soldi per la natalità possa servire a qualcosa: ma secondo voi perchè la sinistra pro-UE promuove a tutti i costi il modello sociale femminista e omosessualista? Risposta: per consentire all’uno percento più ricco di trombarsi TUTTE E TUTTI, quindi il restante 99% resta oppresso e sottomesso). @hurom:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus

        • Ronf Ronf

          Io personalmente ho sempre scritto che in Italia c’è il problema della madre idiota che o maltratta psicologicamente i figli (secondo te molti bambini perchè sono complessati? Perchè non riescono a rapportarsi con le fidanzate che per ovvi motivi NON hanno ancora oppure perchè c’è una madre idiota che si comporta male? Risposta: la 2° opzione) o illude i figli (una madre che dice a suo figlio bruttarello “ma dai, anche tu troverai una brava ragazza perchè tu sei gentile ed educato, il tuo buon comportamento insieme al tuo cervello è la cosa più importante” per me è una madre idiota). Poi c’è il discorso sui padri assenti, ma questo è un’altro discorso. Io non do ragione a nessun genitore in particolare: semplicemente dico che chi fa dei danni si merita il peggio.

          Per fare un esempio facile da capire, il politico che ruba DEVE essere punito: cioè, non è che se il politico ladro è del mio partito allora io lo difendo mentre se il ladro è del partito mio nemico allora lo attacco, infatti io attacco TUTTI i politici ladri… personalmente io ritengo che c’è violenza in tante famiglie perchè le donne NON sanno scegliersi il loro partner (il bullo che a 16 anni picchia il secchione e il disabile poi a 36 picchia la moglie che a 16 anni si eccitava nel vedere il secchione e il disabile picchiato dal bullo), poi ci sono le responsabilità penali dei maschi che picchiano. Ma limitarsi a punire la violenza non basta perchè la violenza deve ANCHE essere prevenuta, se non altro per salvare i bambini (che non hanno colpe). Cosa sarebbe l’astio edipico di cui parli? Mai sentito prima. Comunque con le donne serve un forte contratto pre-matrimoniale: ma questa cosa è disponibile solamente per i ricchi signori (difficilmente una donna che viene dalle favelas si mette a rompere le palle al marito ricco… e ovviamente il marito ricco deve ANCHE occuparsi del benessere emotivo della femmina, se non altro perchè la femmina che si sente amata rompe le palle molto di meno e soprattutto il maschio deve saper scopare bene la femmina).

          • Caio Giulio

            Quando ti leggo spesso rimango basito: mia madre, che era decisamente la persona che rimpiango di più e di cui sono certo del suo affetto incondizionato a prescindere dai suoi mille difetti, è l’unica persona che realmente non sarà mai sostituibile per mille motivi che magari un giovinotto come te ancora non capisce. Trattala bene che il giorno che non ci sarà poi te ne pentirai.

          • Ronf Ronf

            Non ho capito perchè tutti qui dentro pensano che io parlo o di mia madre o di mio padre. Ho fatto tantissimi esempi (ho parlato sia del padre violento che del padre assente: mi pare evidente che NON si può avere entrambi i padri perchè o uno è assente e quindi NON è violento se non altro perchè è assente oppure è un violento e quindi NON è un assente perchè per fare violenza devi essere presente in casa; poi ho parlato di madri intelligenti che aiutano i figli e di madri idiote che fanno danni) e, comunque, chi da bambino viene trattato bene dai genitori allora poi di solito anche lui tratterà bene i genitori, mentre chi viene trattato male poi si vendica (ed è giusto) @disqus_YtYI1T33gB:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus

          • Caio Giulio

            Ma allora di cosa parli? Ma che vuoi fare il salottino alla D’Urso che oltretutto ho conosciuto quando aveva la tua età?
            Ma per favore..

          • Ronf Ronf

            Leggo siti specializzati. Se volevi insultarmi, non potevi trovare un modo peggiore: la D’Urso io la seguo solo quando parla dei reality e basta (mi tocca farlo per motivi di gossip, il resto del tempo io faccio ben altro e mi muovo fuori casa il pomeriggio). Hai conosciuto la D’Urso negli anni 70 o negli anni 80? E quindi che cosa vi siete detti? Racconta qualcosa, dai 🙂

          • Caio Giulio

            Ma vedi di fare il serio, che manco eri nato e lei era una splendida ragazza che magari stava all’epoca con uno che poteva essere tranquillamente suo padre.

          • Ronf Ronf

            Il primo marito della D’Urso (con cui hanno avuto due figli) aveva 15 anni in più di lei, quindi tu ti stai riferendo a quell’altro fidanzato famoso che c’era prima del primo marito. Conosco la storia, ma non capisco che cosa c’entro io con la D’Urso: sei tu che l’hai citata. Se la D’Urso ha fatto cose “improprie” (non usiamo certi termini perchè lei è famosa per fare le querele anche sui commenti scritti sul web…) allora ne risponde lei con la sua coscienza. Non è di certo un mio problema se adesso lei mette i toy boy che la frequentano dentro i cast dei programmi (certi ventenni molto prestanti a livello fisico sono entrati all’Isola dei famosi grazie alla segnalazione della D’Urso: domandina… lei li segnala in cambio di una percentuale sul cachet, il che sarebbe una cosa normalissima perchè i vari agenti di spettacolo fanno così, oppure in cambio di ben altro?)

          • Caio Giulio

            Te l’ho detto, l’ho conosciuta quando non era nessuno se non una gran bella ragazza, e conosco anche la sua storia che non voglio certo raccontarti.

          • Ronf Ronf

            Io naturalmente conosco le cose pubbliche (sono tutte cose che si trovano in rete se si sa cercare bene), non i retroscena privati: di certo una ragazza molto giovane che si mette con uno molto più vecchio di lui… beh, si commenta da sola. Comunque, con il secondo marito lei ha preso quello che si meritava, cioè le corna e l’obbligo di legge di dare a lui 1000 euro al mese (ma credo che adesso la Cassazione abbia tolto questa cosa visto che lui ha capacità lavorativa indipendente da lui).

            Ma in ogni caso non è compito nostro giudicare la sua vita privata (saranno i suoi figli a giudicarla e il fatto che loro NON vogliono MAI comparire con lei sui giornali e NON vogliono neanche essere nominati nei suoi show, beh… la dice lunga). Io critico la D’Urso per il suo modo grossolano nel fare cronaca e politica (ma qui la colpa è del Direttore di Videonews, la struttura giornalistica che cura i suoi programmi, cioè di Claudio Brachino perchè la D’Urso si limita ad eseguire gli ordini)

          • gino monte

            non concordo, sei troppo femminista. quanto a edipo leggere qualcosa basica di psicoanalisi freudiana.

          • Ronf Ronf

            Le storie di Edipo e di Elettra sono solo stronzate. Di chi è la colpa se la genetica produce un figlio brutto o disabile o incapace o chiuso? E metti poi i casini che succedono in caso di controindicazioni sulle vaccinazioni (i bambini autistici poi da adolescenti sono vittima di bullismo e quindi da adulti diventano solo dei pesi per gli altri e soprattutto loro soffrono perchè restano senza amore), quindi di chi è la colpa se non dei genitori? E poi… la vostra generazione è stata incapace di fermare la rivoluzione gender femminista di sinistra e noi giovani adesso viviamo nell’inferno: vi ricordo che il 99% dei maschi non è capace di superare il “test attitudinale” femminile perchè i social, i tronisti e la propaganda sinistroide hanno alzato il livello richiesto dalle femmine (le quali invece anche se cesse possono sempre trovare una qualche relazione perchè ci sarà sempre qualche sfigato che fa il morto di figa, quindi le cesse se la tirano peggio delle super fighe perchè loro, le cesse, si illudono di essere belle “perchè se io fossi brutta NON avrei quello che mi corteggia”, mentre invece il cesso resta da solo). E poi la Meloni dice che “bisogna dare dei sussidi per aumentare la natalità” e io rido perchè io penso “con queste femmine, meglio non fare figli” e poi c’è da dire che se molti ragazzi sono brutti, la colpa è della generazione dei baby boomers che si è moltiplicata a dismisura (mi spiego: prima della II guerra mondiale non c’erano tutte le tecnologie che hanno consentito a molti di sopravvivere nonostante la genetica scadente: ergo, la natura nel giro di due generazioni si sta vendicando perchè i brutti sono il frutto della pessima genetica dei baby boomers che sono sopravvissuti all’infanzia SOLTANTO perchè c’era la sanità gratis a tutti. Notare che prima della II guerra mondiale molti degli orrori genetici che OGGI sono adulti MAI avrebbero superato l’infanzia perchè a quei tempi non c’era la sanità pubblica e quindi la mortalità infantile elevata consentiva alla natura di eliminare certi orrori che oggi invece sopravvivono all’infanzia per poi fare una vita di merda senza amore perchè nessuna femmina giustamente vuole mettersi con un brutto: la controprova sta nell’Africa dove da quando ci sono gli aiuti occidentali c’è stata l’esplosione demografica perchè è calata la mortalità infantile a causa degli aiuti occidentali… e poi gli occidentali si lamentano se quei bambini da adulti vengono in Europa a fare i terroristi e questo vuol dire che la natura alla fine vince sempre, quindi sarebbe meglio NON interferire con la genetica. Chi ha una genetica scadente o sparisce il prima possibile oppure vive male: notare che in natura il leone rachitico, cioè con genetica scadente, viene eliminato dalla natura, ma se l’uomo interferisce dandogli la sanità gratuita, allora lui sopravvive per poi fare una vita di sofferenze perchè nessuna leonessa lo amerà mai). @hurom:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus

          • hurom

            dalle teorie che emetti mi sa che tu di donne vere ne hai frequentate poche ancora… e stai a casetta con la mamma magari….

          • Ronf Ronf

            Gli attacchi personali NON sono ammessi, quindi adesso ti scrivo 7 punti programmatici. 1) non accetto che la gente mi insulti a livello personale, 2) io ho cercato di fare dei ragionamenti generali sui genitori di ambo i sessi perchè se i figli sono sfigati oppure brutti o entrambe le cose allora vuol dire che la colpa è dei genitori se non altro per la genetica, 3) se i maschi italiani non sanno gestire se stessi e le femmine allora la colpa è della pessima educazione che le madri idiote danno ai figli maschi, 4) se i giovani oggi stanno diventando o sfigati incapaci di rimorchiare una ragazza oppure sfigati che diventano gay – per reazione contro le madri idiote – allora la colpa è dei padri che o sono assenti o sono violenti e quindi in entrambi i casi danneggiano i figli, 5) non tutti possono rimorchiare perchè magari o sono brutti – e quindi la colpa è della genetica perchè la struttura ossea del viso NON cambia: giratevi a Milano tutti gli studi dei chirurghi prestigiosi, quelli SERI intendo, e fatevelo dire da loro – oppure hanno una disabilità fisica o mentale, 6) se a nessuno gliene frega nulla delle disabilità allora tanto vale eliminarli tutti visto che io mi devo prendere degli insulti solo perchè ho cercato di spiegare che cosa succede in Italia a chi ha delle disabilità, 7) i modelli sociali che di fatto stanno distruggendo i giovani sono il frutto del sinistrismo che voi a parole contestate tanto ma poi voi contestate me quando faccio notare che i giovani sono nei guai perchè le precedenti generazioni NON hanno fatto NULLA negli anni 60-70-80 per fermare i sinistroidi che OGGI comandano a tutto spiano. Concludendo, @hurom:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus se le donne si comportano male, non vi è mai venuto in mente che il motivo è perchè i modelli sociali sono sbagliati? No, eh? Io ho cercato di far capire questa cosa, ma sono stato insultato da molta gente. E notare che i modelli sociali sbagliati favoriscono l’elites (il famoso 1% più ricco). Comunque, il vero problema è che, come al solito, chi ha in mano tutto il potere (ieri il padre padrone, oggi l’ex moglie padrona) tende ad abusarne perchè chi ha il potere non è mai capace di autolimitarsi in nome del rispetto e dell’educazione (guardate all’ex PCI. Per decenni ha fatto la predica a Craxi per come gestiva il potere, poi l’ex PCI è andato al potere ed è riuscito a fare mille volte peggio) perchè chi ha il potere (guardate anche nel mondo del lavoro: il capoufficio è sempre leccaculo verso il proprietario dell’azienda, ma poi diventa autoritario nei confronti dei suoi sottoposti) tende ad abusarne e soprattutto tende a mettere regole apposta per auto-tutelarsi da eventuali rivolte della vittima (la maestra MAI punisce il bullo che insulta la madre o il padre del bambino: infatti la maestra punisce SEMPRE il bambino che dopo interi mesi di persecuzione psicologica reagisce dando uno schiaffo al bullo perchè la maestra vive nel mito del “non si deve usare la violenza quando l’altro usa solo la parola”. Il problema è che il bullo capisce solo la violenza e quindi di fatto le regole della maestra favoriscono i bulli: secondo voi il bullismo non ha conseguenze disastrose sulla psiche delle vittime che poi da adulti diventano dei falliti NON produttivi ne a livello amoroso ne a livello economico?)

          • hurom

            “i giovani sono nei guai perchè le precedenti generazioni NON hanno fatto NULLA negli anni 60-70-80 per fermare i sinistroidi che OGGI comandano a tutto spiano. ”
            questa ronf è da incorniciare!!
            come sempre la colpa è da cercare da qualche altra parte, mai in noi stessi …. sia mai che mi tocca muovere il culo.
            vi hanno fottuto per bene il cervello, non c’è che dire.
            vista la malaparata che vi avvolge, (40% senza lavoro)
            avete un opportunità D’ORO per dimostrare quel che valete , orsù scendete in strada ed iniziate la rivoluzione invece che sapere vita e miracoli delle veline e fare i leoni da tastiera.
            quando avevo io la tua giovane età, non c’era internet e cellulare, la vita era analogica e ruspante, oggi è tutto gestito “online”, interazione fisica o verbale ridotta al minimo,
            ormai abbiamo il VIRTUALE che ha sostituito quasi tutto, incluse le risse e il sesso.
            non è facile, anzi molto insidioso devo ammettere. ma nelle grosse sfide stanno i grandi avanzamenti .

            ah, e se ti stanno sul cazzo i bulli, ribellati, a costo di beccarti un cazzotto. si deve rischiare per crescere e trovare il coraggio…finche non lo si fà, si ha il ruolo di default di “vittima” …c’est la vie.

          • Ronf Ronf

            Ti faccio due esempi: nel 1991 Chirac disse che era stato un errore consentire nel 1976 il cosiddetto ricongiungimento familiare (firmato dal Primo Ministro Chirac e dal Capo di Stato Giscard), quindi i disastri che oggi vediamo in Francia (cioè i Millennials islamici che fanno i terroristi) sono figli della legge del 1976 (i terroristi Millennials islamici di oggi sono i figli e i nipoti di tutti quelli che grazie al ricongiungimento familiare sono entrati legalmente in Francia); nel 2011 la Fornero ha dovuto fare una pessima riforma delle pensioni perchè nel 1994 Bossi e la sinistra avevano impedito la riforma; questi due esempi dimostrano che i disastri di oggi sono figli delle scelte errate di ieri. Per quel che mi riguarda personalmente… io mi sono preso valanghe di insulti per le mie idee rischiando anche di prendermi le botte, ma io MAI ho indietreggiato: il problema è che gli altri indietreggiano oppure si fanno ipnotizzare dal conformismo, ma per me non è un problema restare da solo. Preferisco la rissa alla sottomissione: il problema è che il cambiamento va fatto IN PLURALE e non in singolare, ti assicuro che far capire questa cosa a tanta gente è molto difficile. Sul resto hai ragione tu: però ti faccio notare che l’online ha peggiorato le relazioni tra i sessi (e anche all’interno dello stesso sesso e persino dentro le famiglie) perchè il bullismo un tempo restava confinato dentro la scuola, oggi ti segue pure sui social, quindi se prima le ragazze con i social possono rimorchiare chiunque abbia il bel faccino o il fisico da tronista (e questo è un problema perchè l’uno percento più ricco così ha nel suo “libretto delle conquiste” molte più ragazze di prima e questo è un danno enorme: poi la Meloni si illude di poter far aumentare la natalità dando dei soldi alle ragazze che mettono al mondo “i figli della Patria”… ma per favore! Con queste oche è meglio non fare nulla: al giorno d’oggi succede che le ragazze che hanno figli piccoli poi vanno sui social a cercare un amante occasionale – cosa che prima era impossibile – e quindi poi chiedono il divorzio e si tengono i tuoi figli e la tua casa per poi farsi trombare dal primo tronista che passa).

        • nemo_propheta_in_patria

          Come hai ragione!

    • Lila

      io non vedo il problema visto che gli umani si stanno ingallendo…e quindi privando di organi copulatori-

      Tempo al tempo… ma quasi ci siamo : )

      • gino monte

        io invece penso che basti un po’ di bombardamento culturale… anche perchè io ho sempre mangiato polli a tonnellate, eppure…. :))

        • Lila

          Gino, Gino anche i galli si chiamano kukk, a vanvera : )

      • hurom

        tu scherzi, ma mangiare pollo di allevamento industriale oggigiorno equivale a fare una terapia intensiva ormonale/ogm.
        io dall’ avicolo che non sia del contadino vicino di casa ci sto alla larga come la peste. . vicino a casa mia c’è un allevamento di polli “sperimentale”:
        capannoni sigillati e climatizzati, con operatori che vi accedono solo in scafandri bianchi previa disinfezione e il mangime viene irradiato per evitare contaminazioni….. polli transgenici in ambiente asettico .

    • Buon Giorno

      Si, come no: nel’Europa e medioriente pagani, stupri e violenze erano rari, vero?

      • gino monte

        beh nelle società “indios” visibili direttamente OGGI gli stupri non ci sono perchè si tromba alla grande. e si tromba alla grande perchè non toccati dalle minkiate malate cristiane/ebraiche/islamiche.
        poi se tu hai statistiche dell’istat dei greci di 3000 anni fa puoi postarle :))

        • Ronf Ronf

          Ma infatti in Italia la sinistra nazi-femminista gender si è unita ai TeoDem (la sinistra cattolica) apposta per avere il totale controllo dello Stato e dei cittadini. Le destre in Italia sono di due tipi: quella cattolica (che ormai si sta estinguendo, si veda la fine misera dei centristi che un tempo erano, ai tempi d’oro di Berlusconi, con il centrodestra, da qui il termine “destra cattolica” anche se questa gente non è mai stata di destra) e quella che si occupa di tutt’altro (immigrazione, Flat Tax, no-Euro, no al gender, no UE, politica internazionale filo-russa). Una cosa è certa: la Chiesa non si oppone all’immigrazione (un tempo la Chiesa faceva le crociate per fare la difesa dell’Europa e della sua identità) perchè ha capito che la sinistra gender è in grado di fare quello che lei (la Chiesa) non riesce a fare più, cioè avere il controllo della popolazione (gli italiani bianchi, ormai, sono troppo istruiti e troppo laici, quindi i gesuiti puntano sui neri che sono dei creduloni esattamente come lo erano gli italiani prima del 1945). Ma gli “indios” di cui parli dove abitano? Intendi in Amazzonia oppure dove?

    • Bruno Rosso

      @disqus_YtYI1T33gB:disqus @ronfronf:disqus
      Tutti e due avete elencato sacrosante verità, la redpill scorre potente in voi:
      – più c’è apparenza e benessere, meno si scopa, perché l’attenzione viene calamitata verso il ricco, famoso e belloccio, a cominciare dalla provincia depressa
      – i social hanno devastato le dinamiche sociali per quanto riguarda le possibilità di conoscere potenziali partner: prima dell’arrivo di FB e Tinder anche chi non aveva il bel faccino poteva giocarsela sul campo, anche il fighetto doveva sudare, ora al belloccio gli basta mettere una foto e anche se è autistico trova frotte di donne pronto a scoparselo
      – qualsiasi donna (giovane, vecchia, bella, brutta, intelligente, idiota, ricca, povera…) può disporre di un numero di potenziali partner infinitamente più alto di un qualsiasi medio/belloccio, figuriamoci i brutti e squattrinati
      – secondo la legge di Pareto il 20% scopa tanto quanto il restante 80%
      – l’urbanizzazione e la mancanza di predatori naturali ha livellato verso il basso le qualità umane, aumentando la concorrenza: non stiamo parlando di leoni e carestie, ma qualsiasi idiota, come spesso ci ricorda il Blondet, può arrivare alla soglia del pensionamento grazie ad un lavoro dal valore aggiunto quasi inesistente, per il quale non è richiesta alcuna competenza specifica, ma che assicura un reddito utile alla sopravvivenza
      – gli esamifici inchiodano le fanciulle ai banchi di scuola fino ai 25/28 anni, anni in cui sicuramente non possono avere figli, farsi una famiglia, avere un reddito, ma tanto tempo libero per l’Orgasmus, i viaggi studio fuori dal paesello ecc.
      – chi sente il bisogno di farsi la mogliettina sudamericana, o quella slava, si trasferisca lui in America Latina o nell’Est Europa: qui da noi imparano in fretta
      – criminali e spacciatori non sono mai a corto di fi*a
      – spiegatemi perché un trentenne verginello, magari ingegnere con reddito medio alto, dovrebbe essere galante con una venticinquenne che ha saltato di cazzo in cazzo dall’età di 15/16 dopo essersi divertita con palestrati, figli di papà, rifugiati ecc. che ora vuole la “storia seria”, un figlio, la famigghia… e giustamente è disposta ad abbassare gli standard per infinocchiare il beta provider per poi tornare a copulare con i suoi maschioni preferiti
      – so di mariti quarantenni che cornificano le mogli coetanee con donzelle fidanzate nemmeno trentenni, e le mogli a ingoiare il rospo perché tutto sommato il maritino fedifrago imprenditore garantisce loro un bel tenore di vita
      – so di ragazzette servite e riverite dal figlio di papà BMW-munito fin dalla tenera età saltate direttamente sul cazzo di un altro dopo che al fighetto gli era stata ritirata la patente (l’amore ai tempi di Instagram)
      – se volete approfondire qui c’è il link di alcune ricerche sul social dating: https://sirtyrionlannister.wordpress.com/author/sirtyrionlannister/page/2/

      • gino monte

        commento interessante!
        qua in brasile i social hanno devastato tutto, hanno moltiplicato la concentrazione-monopolio della figa. perchè i social sono “democratici-anticlassisti”. ti spiego.
        prima c’era un classismo figale; i ricchi frequentavano luoghi fisici da ricchi e si trombavano solo fighe ricche che frequentavano gli stessi luoghi (spesso bruttarelle, cicciotelle, culi sfatti all’europea), invece le strafighe povere della favela coi corpi da sturbo ce le trombavamo noi poveri, ste tipe non potevano conoscere i ricchi.
        coi social invece TUTTE le donne del mondo possono comunicare col riccone e noi poveri siamo fottuti!!!

        coi social ogni ragazza viene a contatto con migliaia di uomini… chi vince? chi spara le cazzate più grosse? chi sui social ci sta 18 ore al giorno? chi le promette di comprarle uno yacht?

        • Bruno Rosso

          “prima c’era un classismo figale; i ricchi frequentavano luoghi fisici da ricchi e si trombavano solo fighe ricche che frequentavano gli stessi luoghi”
          Proprio così.
          Anche se meno impattante aggiungerei che anche le compagnie aeree low cost hanno fatto la loro parte nell’incentivare relazioni a distanza, quindi non è neanche tanto difficile per una che abita vicino ad un hub prendere l’aereo e raggiungere l’amato londinese, o parigino, al prezzo di 50 euro andata e ritorno e farsi un giro in giostra a casa sua, cifra che basta appena per una pizza in due con benzina all’italico maschio.

      • Ronf Ronf

        “chi sente il bisogno di farsi la mogliettina sudamericana, o quella slava, si trasferisca lui in America Latina o nell’Est Europa: qui da noi imparano in fretta” ——-> e infatti io è quello che ho sempre detto. Il controllo sociale nelle loro (delle femmine) nazioni di origine impedisce a queste femmine di fare le idiozie che invece in Italia sono consentite. Comunque, le varie vicende che tu dici dimostrano che CHIUNQUE ha il potere poi tende ad abusarne (vedi quel tuo esempio sul marito imprenditore che cornifica la moglie che accetta di tutto e di più pur di non perdere i soldi, quindi vedi anche l’altro tuo esempio con la 25enne che abbassa gli standard per farsi ingravidare da un 30enne e poi lei torna a prendere bigoli quando il bambino ha circa 2 anni). @ottoneprimo:disqus, come ti ho sempre detto, il controllo sociale negli altri paesi esiste ancora e ieri sera (puntata di domenica 17 dicembre 2017) Giletti su La7 nel talk show “Non è l’Arena” ha invitato una sociologa che ha parlato proprio del controllo sociale che in Italia ormai è evaporato nel nulla mentre altrove esiste ancora @hurom:disqus @disqus_NzzpDCyZ7r:disqus @disqus_YtYI1T33gB:disqus e quindi persino la sociologa anziana di sinistra di fatti mi ha dato ragione mentre voi mi contestavate. Comunque ringrazio @disqus_gqMIIKp2wi:disqus per il link https://sirtyrionlannister.wordpress.com/author/sirtyrionlannister/page/2/ e a tal proposito vorrei far notare a tutti questo articolo https://sirtyrionlannister.wordpress.com/2015/01/15/on-mismatches-between-couples-why-do-we-sometimes-see-physically-attractive-girls-with-average-or-unattractive-male-partners/ che ne pensate?

        • Verklarte

          Ti ripeto e chiudo perchè l’argomento non mi appassiona: negli altri paesi europei post-cristiani, fatta eccezione per la cattolicissima Polonia, non c’è nessun controllo sulla vita sessuale delle ragazze maggiorenni (nel terzo mondo neanche sulle bambine).
          Ti posso assicurare che pur avendo una certa età, nel paesi dell’Est Europa, ho incontrato donne sposate con marito accanto, donne non sposate giovani e giovanissime che mi hanno fatto proposte che dire sconvenienti è un grazioso eufemismo.
          E me le facevano di fronte ai mariti, ai fratelli, ai fidanzati, ai figli piccoli che si portavano dietro. Potevamo trovarci ad un concerto, al ristorante, in treno, in spiaggia, presso qualche associazione ricreativa, in una sala da ballo… dovunque ci sono donne che si vendono anche per una cena in un ristorante di lusso o per un collana di finte perle.
          Ovviamente ho sempre rifiutato, ma qualcuno del mio gruppo ha accettato…Sto parlando di 10 o 15 anni fa, può darsi che oggi con le migliorate condizioni economiche, le donne slave siano diventate più virtuose, ma il controllo sociale non c’entra un emerito cavoletto. Stammi bene e studia la filosofia.

          • Ronf Ronf

            Tieni presente una cosa: quelle donne da te citati vivono con mariti violenti e quindi LEGITTIMAMENTE loro fanno di tutto per sfuggire via dall’inferno e comunque adesso le cose a livello economico sono migliorate, quindi NON c’è più bisogno di fare certe cose perchè le donne dell’Est Europa e dell’ex URSS hanno capito che è molto meglio sposarsi con un italiano che mai le picchierebbe invece che con l’ubriacone e picchiatore serbo, est-europeo, ex sovietico, eccetera… come se non bastasse, il genitore italiano gioca con i figli, invece il genitore di quei posti (e questo vale anche per l’Africa e per l’America Latina) se ne frega dei figli: quando le donne hanno capito questa cosa, chissà come mai hanno iniziato a sposarsi con gli italiani e ad essere fedele al marito italiano che NON le picchia e che fa il giocherellone con i figli (ti ricordo che queste donne – dall’Africa all’Est Europa, dall’America Latina all’ex URSS – sono cresciute nella violenza e nella miseria… quindi loro apprezzano l’italiano bonario che invece viene discriminato in Italia perchè le ragazze italiane, viziatissime e ignorantissime, preferiscono quel violento manesco che però ha il fisico da tronista). Tu preferiresti essere in un matrimonio violento o in uno pacifico? Ecco, queste donne cercano la stabilità emotiva e la mia tesi è che NON si deve portare la moglie straniera in Italia perchè altrimenti le donne italiane o la insulteranno ferendola psicologicamente (creando quindi instabilità emotiva) oppure la trasformeranno in una pazza come loro (creando quindi instabilità emotiva). Ergo, bisogna vivere con loro nei loro paesi perchè lì esiste il controllo sociale: nessuna donna “sposata bene” (e soprattutto una donna NON picchiata dal marito) ha interesse a tornare a vivere in miseria, non è difficile da capire… tieni presente che per loro l’alternativa nei loro paesi è prendersi in casa l’ubriacone violento, quindi tu cosa sceglieresti di fare? Chiamalo come ti pare, ma si chiama controllo sociale.

        • Bruno Rosso

          Se viene qua viene trattata da simil-prostituta, vero, oppure si inacidisce e diventa calcolatrice peggio delle italiane.
          A casa sua c’è il controllo sociale, certo, ma quello che conta è che il maschio italiano se si trasferisce in loco può ritagliarsi una buona posizione sociale e lavorativa e svettare tra la massa di bestioni alcolizzati, rissosi e violenti.
          Qui in Italia il vantaggio va a farsi benedire appena dovesse mettere piede in una palestra.
          Comunque sul mito delle slave, moldave e rumene, quelle che conosco io altro che lavoratrici, campano alle spalle dei mariti (accusati di pensare solo al sesso, ma va? Erano a Timisoara per le bellezze architettoniche?), alcune sono talmente coccolate e scollegate dalla realtà che valutando di mollare il compagno erano disposte a trovare un qualsiasi lavoro, convinte che la paga base anche per lavare i piatti fosse minimo 1500 euro!!! AHAHAHAH!!!

          • Ronf Ronf

            E infatti la leggenda di Timisoara con il 75% di popolazione femminile (ovviamente di stragnocche) è solo una leggenda fatta apposta per ingannare gli italiani stupidi… comunque sia, se le donne da te citate sono scollegate dalla realtà, la colpa è del marito che non riesce a farle ragionare: cioè, mi sembra di rivedere certe cose accadute in Italia di quando io parlavo con gente italiana (interna ed esterna alla famiglia) della necessità di uscire dall’Euro e del pericolo dell’immigrazione (oggi forse mi danno ragione su qualcosina, ma nel novembre 2011 neanche morto mi davano retta: la colpa è la mia perchè io non so spiegarmi bene). Tornando alle donne da te citate, presumo che quelle non vivessero nei loro paesi di origine con i mariti italiani, bensì in Italia… ed ecco spiegato il fenomeno del fannullismo: nei loro paesi c’è il controllo sociale e soprattutto, come hai detto tu, l’italiano ha i vantaggi come “posizione sociale”. Ovviamente in Italia non c’è nessun vantaggio e quindi bisogna, per evitare problemi, traferire se stessi e i propri affari nel paese di origine della moglie straniera: si deve far capire alla ragazza straniera che l’Italia rischia di diventare un inferno a causa dei neri (sia le latinoamericane che quelle dell’Est Europa e dell’ex URSS per vari motivi hanno paura dei neri e degli africani) e degli islamici, quindi bisogna far capire come funziona male l’economia italiana: in ogni caso c’è da dire che la reputazione del maschio italiano sta calando nell’Est Europa a causa di “gender e Boldrini” perchè in Polonia i maschi locali (cioè i polacchi) dicono alle femmine locali “in Italia i maschi stanno tutti diventando froci”. Insomma, il PD fa dei danni anche all’estero… danni che ovviamente vengono pagati dai meno fortunati: comunque, ci penseranno gli islamici a stroncare (leggiti il libro “Sottomissione” di Michel Houellebecq a tal proposito) il boldrinismo imperante e quindi gli italiani (maschi e femmine, giovani e vecchi, gay ed etero) rimpiangeranno persino le bustarelle dell’Italia craxiana nel giro di poco tempo. Ci toccherà rinunciare alla Costituzione perchè non siamo capaci di sconfiggere il PD sulla guerra culturale? Eh, allora rinunceremo (tanto, diciamolo chiaramente: il centrodestra in caso di ritorno al governo non riuscirà a far nulla perchè i giudici di sinistra faranno ripartire le inchieste farsa apposta per distruggere tutto e soprattutto per creare un clima culturale favorevole al PD. Infatti il PD anche quando perde le elezioni vince sempre la guerra culturale sia sui temi economici – in Italia infatti non c’è mai stata la svolta reaganiana – e soprattutto sui valori – la sinistra ha imposto il nazifemminismo gender riuscendo persino a comprarsi il SI della Chiesa Cattolica – e quindi il centrodestra italiano è culturalmente imbelle).

    • Forza-Karolina

      per una volta condivido TOTALMENTE quello che hai scritto!

  • Caio Giulio

    Piccolo OT tanto per rallegrarvi in mancanza del buon Nuke :
    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/la_ministra_fedeli_scivola_sul_tempo_del_congiuntivo-3432415.html
    Ovvero ecco a voi la capra da terza media con tanto dei suoi degni accoliti prescelti e raccomandati che gli scrivono i post.
    A ciascuno il suo diceva il buon Ulpiano 😉

  • Max Hurr

    Mu va a cagher !

  • Forza-Karolina

    Sto articolo davvero non lo capisco! Siccome alcuni applicano autanasie illegali allora bisogna rendere impossibile anche quelle legali dove ci sono i requisiti per farla e il consenso delle persone? Ma che cazzo di ragionamento è? Il ragionamento giusto sarebbe: prendo chi ha fatto l’eutanasia illegale, lo faccio processare e poi lo sbatto in galera!
    Anche il ragionamento sull’aborto non lo capisco: che si sia un calo di natalità dove cazzo sta scritto che debba essere compensato con gli africani? Nell’economia dell’AI che si sta sviluppando servono poche persone di altissimo livello, non tante che non sanno fare un cazzo! per me se la popolazione diminuisce non è assolutamente un dramma, anzi…

    • AnonimoSchedato

      Specie se si riduce in paesi sovrappopolati come il nostro (la mia definizione di sovrappopolazione è quando l’ambiente non riesce a nutrire tutti, come in Italia, che vive di importazioni di cibo dall’estero).
      Però, c’è sempre un però, questo manda al collasso tutti quei sistemi che si basano sulla crescita della popolazione e tanti schemi di Ponzi, a cominciare dalle pensioni con sistemi a ripartizione.
      Viene il sospetto che sia il desiderio di non far capire alla gente cosa hanno fatto dei loro contributi e quanto valgono gli “impegni” e i “diritti acquisiti” durante una bancarotta a fargli cercare altri disperati abbastanza stupidi da lasciarsi sfruttare. Tieni conto di questo aspetto, a me sembra sostanziale.
      Poi che quelli si lascino sfruttare, ho i miei dubbi, e qualche conto potrebbe corroborare l’osservazione. Proprio questa sera si parlava della truffa degli stranieri con “sussidio di disoccupazione” pagato dall’INPS (quindi dai contributi a fondo perduto dei lavoratori italiani), comodamente a casa loro (dove vale una fortuna, certo più di uno stipendio quì).

      Comunque non è così semplice perseguire certi reati (o “errori”). Te lo dico per esperienza personale. Ci sono in mezzo, e non credo ci riuscirò.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi