News dalla Catalogna? Il voto del 21? Garrotati? Cronaca di un’altra arma di distrazione di massa

Di Mauro Bottarelli , il - 55 commenti


Partiamo da una premessa chiara e doverosa: non ho nulla di personale né contro la Catalogna, né contro i catalani, né tantomeno contro l’ipotesi di indipendenza. Semplicemente, non me ne frega un cazzo. Vogliono autodeterminarsi? Liberissimi di farlo, sempre che trovino una via che concilii le varie anime del Paese e non si basi su presupposti democraticamente traballanti con il referendum del 1 ottobre scorso. Una cosa, però, mi interessa: l’apparizione e la sparizione di questo argomento dai mass media e dal dibattito pubblico. Parliamoci chiaro: per tre settimane, al mondo è esistita solo la Catalogna. Con utilizzo di terminologie degne di miglior causa: dal “niente sarà più come prima” di Enrico Mentana e delle sue dirette infinite ai timori per una deriva violenta della situazione, soprattutto in relazione a una possibile resa dei conti fra Guardia Civil e Mossos d’Esquadra. La stessa proclamazione d’indipendenza è stata, di fatto, una farsa, con Carlos Puigdemont che si è limitato a citare la parolina magica ma sempre rilanciando la pallina nel campo avversario, alla Borg, di fatto costringendo Madrid ad attivare per la prima volta l’articolo 155 della Costituzione, quello che porta alla sospensione dell’autonomia.

Doveva essere, nei calcoli politici degli indipendentisti, la dinamo della rivolta civile e pacifica della maggioranza del Paese. Così non è stato: Rajoy non solo ha fatto arrestare praticamente l’intera Generalitat ma, contemporaneamente, ha indetto nuove elezioni regionali per 21 dicembre prossimo, atto d’imperio che non solo gli indipendentisti non hanno rifiutato ma al quale hanno aderito subito, di fatto cercando di porre in essere uno schieramento più unitario possibile. Ma, al tempo stesso, riconoscendo in pieno l’autorità politica e amministrativa di Madrid. Di più, Carlos Puigdemont, riparato in Belgio senza che nessuno lo bloccasse alle frontiere (quasi Rajoy cercasse quell’atto alla Badoglio, tanto per mostrare ai catalani chi fosse in realtà il loro Braveheart), ha dato il suo beneplacito alla tornata elettorale pre-natalizia, premurandosi di far sapere che, comunque, resterà a Bruxelles anche dopo il voto, questo nonostante il mandato di arresto europeo nei suoi confronti sia decaduto due settimane fa.

Uno strano evento epocale, se ci pensate. Al netto della manifestazione di solidarietà con i prigionieri politici tenutasi a Bruxelles la scorsa settimana, una tantum figlia legittima proprio della presenza di Belgio dell’ex premier catalano, la vicenda è svanita nel nulla. Passata da svolta storica ad argomento di una breve negli esteri in pochi giorni. Eppure, guardate qui:

il fenomeno Catalogna fu davvero virale e popolarissimo, ancorché di natura meteorica, come testimonia il numero di ricerche sui motori on-line. Da giorni e giorni, invece, mutismo tombale. Questo, nonostante tra una settimana esatta, la regione tornerà alle urne per una voto che appare davvero storico, visto che dopo quanto accaduto, il risultato che gli indipendentisti saranno in grado di ottenere ci dirà molto sul futuro della trattativa Barcellona-Madrid, ammesso e non concesso che questa esista davvero all’atto pratico. Avete sentito qualcosa al riguardo? Io no, zero. Ho dovuto leggere i giornali spagnoli per avere qualche ragguaglio pre-elettorale. Sulla stampa straniera, come se non succedesse nulla all’orizzonte. Davvero strano, almeno per quanto mi riguarda.

A meno che quanto accaduto non sia stata l’ennesima arma di distrazione di massa. Anche il referendum di ottobre, se ricordate, divenne argomento globale solo a pochi giorni dal voto, quasi tutti avessero sottostimato la sua portata fino all’ultimo. Eppure si sapeva da mesi, come da mesi avrebbe dovuto essere chiaro il potenziale politico di una vittoria del “Sì”. Succederà lo stesso con il voto della prossima settimana? Forse. Una cosa è certa: il clamore dello scorso ottobre, ivi compreso l’utilizzo quantomeno sproporzionato della Guardia Civil nei seggi, ha evitato alla Spagna il terzo voto politico in pochi mesi, rinsaldando una sorta di unità nazionale sull’emergenza indipendentista che ha garantito a Rajoy numeri e fiducia alle Cortes. Al netto dello spostamento delle sedi sociali di moltissime aziende catalane, l’economia è crollata? No. Lo spread spagnolo è volato alle stelle? No. L’IBEX è sprofondato? No. E tutto questo lo sapevano tutti da principio: finché c’è lo scudo della BCE, effetti stile 2011 sono esclusi. E anche se i titoli sulle aziende che scappano fanno colore, questo grafico

ci mostra come anche nel caso corporate, è Francoforte a decidere i destini, non Puigdemont e soci: finché il programma di acquisto obbligazionario va avanti, garantendo alle aziende una fonte di finanziamento non-bancario a costo zero, nessun referendum può fare davvero paura. Diverso sarebbe stata una terza crisi di governo e un terzo voto destinato all’ennesima impasse di ingovernabilità: in quel caso, la BCE avrebbe sicuramente dovuto intervenire sugli acquisti in quota parte della Banca di Spagna, perché i tremori avrebbero cominciato a farsi sentire sottotraccia con il rischio di contagio bidirezionale: ovvero, verso l’esposizione portoghese e verso la via di contagio euromed sull’Italia, anche attraverso le fughe di capitali che si sarebbero riverberate sul bilancio di Target2. Insomma, la Catalogna è divenuta tale, salvo tornare nell’anonimato in tempo record, per garantire un futuro a Rajoy e ai conti spagnoli, con Puigdemont costretto ad affrontare sul serio ciò che fino ad allora aveva solo millantato: ed essendo un cialtrone, ha gestito la vicenda nel peggior modo possibile, garantendo paradossalmente a Madrid un doppio risultato positivo.

Parliamoci chiaro, il ritorno dell’amministrazione diretta di Madrid sulle istituzioni catalane non ha portato a incarcerazioni di massa, al tanto millantato e mai messo in atto sciopero fiscale dei vari municipi, alla repressione franchista, al ritorno della garrote per i dissidenti, al coprifuoco. Barcellona continua a vivere e a essere meta di turismo, le libertà civili sono rispettate ovunque, la Guardia Civil non arresta arbitrariamente e non sono sorti tribunali speciali: è tutto come prima, salvo Puigdemont che resta a Bruxelles a mangiare praline. Non è stata un’arma di distrazione di massa europea, alla fine? E questo non deve farci riflettere? Per due motivi, entrambi legati all’attualità stringente. Primo, questo:

al di là delle ironia sulle ossessioni di Maurizio Molinari, appare inquietante il montare in stile catalano della faccenda, quindi attendiamoci una campagna elettorale con abuso di argomentazioni stile fake-news e crociate di censura on-line, soprattutto ora che Facebook e governo sono in luna di miele per la decisione del gigante social di pagare le tasse nel luogo dove genera gli utili dal 2019. Di più, il quotidiano torinese ospita un’intervista al segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, il quale dice chiaro e tondo che la Russia intende usare il voto politico italiano per dividere l’Europa (notoriamente unitissima, vedi lo scontro Tusk-Commissione sulle quote di migranti dell’altro giorno) e per giungere all’eliminazione delle sanzioni, le quali stanno infatti uccidendo il Cremlino, come ci mostra questo grafico.

E, sempre restando all’allarme di oggi de “La Stampa”, mi ha fatto pensare l’intervista ad Alessandro Di Battista, a detta del quale in caso di governo a 5 Stelle, i rapporti con Mosca saranno più intensi: se ti sei appena ritirato dalla politica, visto che vuoi fare il papà e lo scrittore giramondo, perché ti fai tirare per la giacchetta da un quotidiano notoriamente ostile e di parte su un argomento di questa delicatezza, viste anche le accuse-farsa ma dirette di Joe Biden? Strano, non vi pare? Infine, secondo motivo:

attenzione, perché per quanto mi prendiate in giro e la stampa autorevole la scorsa settimana abbia venduto ai gonzi del mondo l’accordo raggiunto fra Juncker e May, questo voto non solo dimostra come la premier britannica sia un’anatra zoppa, ostaggio delle correnti del suo partito e dei nordirlandesi del DUP; molto sensibili alla tematica delle frontiere con l’Eire ma che l’intera questione Brexit diverrà di fatto un affare di politica interna britannica legato a un passaggio parlamentare che si sostanzierà chissà con quale premier in carica al 10 di Downing Street, non certo la May. Io continuo a pensarla a mio modo, nonostante i vostri dileggi e la pizza virtuale che ho scommesso (oltre alla cenere sul capo in caso di sconfitta) resta valida ma voi riflettete.

Come le fake news serviranno a coprire un DEF che ci ucciderà nella prossima primavera, chiunque prevalga al voto con una legge ad hoc per l’ingovernabilità e l’emergenza, così il falso accordo Juncker-May (il quale non tratta dei rapporti commerciali e dello status della City in nessun punto, ho detto tutto sulla sua credibilità) potrebbe essere l’ennesima distrazione di massa per un Brexit che non arranca per mancanza di volontà britannica – intesa come popolo – ma delle elites, soprattutto estere. Meglio però non dare indizi al riguardo e operare come con in Catalogna, ovvero far esplodere all’improvviso una grana che si conosce da tempo, sfruttando tutti gli alibi che l’emergenzialità garantisce. Nulla è come appare. E, soprattutto, nulla è come ci viene raccontato da lorsignori. Il voto catalano della prossima settimana potrebbe esserne la rapida e concreta prova del nove.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Da giugno non ho più la TV…. ahhhhh che liberazione… per le notizie leggo solo RC… uno dice: ma RC mica riporta tutto? E’ vero, ma RC riporta le notizie vere, tanto le altre sono solo stronzate!

    • Ronf Ronf

      Ma senza televisione (che serve solamente per guardare i programmi divertenti e non di certo per l’informazione) ti sei perso Malgiogio che palpa la Yespica al GF VIP http://www.dagospia.com/video/dagovideo-1/1/tutti-desiderano-aida-yespica-978.htm ma per fortuna ci sono io con il video 😉

      • Mi guardo solo in streaming The Saker, Sputnik, e poco altro. E visto il bagno di sangue degli ascolti di La7, direi che finalmente si sta rompendo le scatole parecchia gente oltre a me. Non è che la propaganda non funzioni… è che deve essere intelligente, mordace, spitirosa. Cosa che Lorsignori non sanno essere, sono terribilmente pallosi con la loro algida superiorità. Sanno solo fare i coccodrilli, cercando di instillarci sensi di colpa e paure.

        • Ronf Ronf

          Mediaset infatti fa ascolti solo con l’intrattenimento (GF VIP e simili), non con l’informazione: infatti la D’Urso ha dovuto togliere il talk “politico-popolare” (tranquilli, torna a gennaio in vista del voto) e CASUALMENTE gli ascolti della domenica pomeriggio sono saliti parecchio… davvero strano, eh?

    • hurom

      la televisione mi ha convinto a buttarla la ex moglie yankee nel 2002, da convinta naturopath, io ero ancora un po titubante, ci guardavo i film in dvd . questo è stato il suo più grande regalo di cui ancora adesso la ringrazio.
      ora se c’è qualche film che mi interessa, vado direttamente al cinema.
      per le notizie faccio il giro dei siti internazionali e uso siti come repubblica per “interpretare” dove vogliono tirare l’acqua dell’ abbeveratoio

  • Goffry

    Che la dichiarazione di indipendenza della Catalogna fosse una pagliacciata era prevedibile conoscendo il nulla di Puigdemont e il suo continuo tentennamento (come la provocazione dei forconi di Bossi, roba da guadagnarsi due giorni di titoli sui giornali).
    I veri guai, come dice Bottarelli, arriveranno in primavera con il voto italico e le nuove “raccomandazioni” UE. Perciò se le fake news e il ventilatore spara merda sono già ampiamente in azione oggi, tra qualche mese saremo sommersi in un gigantesco letamaio mainstream.

  • Angeles Negre Cuevas

    Bottarelli, dici che la Catalogna te ne frega un ca…zo e continui a parlarne, riportando le analisis sulla questione dei giornali di regime: El Confidencial, El Mundo, El Paìs, la Catalogna merita molta attenzione e si vedrà nei prossimi mesi, una cosa so dei catalani: sono testardi, costanti ed hanno una visione di futuro che la Spagna non ha!

    • Ronf Ronf

      Gli indipendentisti catalani sono pro-clandestini, lo sai?

      • Angeles Negre Cuevas

        Si, e lo capisco, sono marocchini, quelli che arrivano in Catalogna, non da oggi, da decenni, oltre ai soliti sudamericani!

        • hurom

          quindi sono contenti i catalani di essere invasi dai nordafricani?

          • Karl184

            solo a parole. Non tirano fuori il soldo neanche col piffero. Li voglio vedere gli immigrati senza sussidi come ci stanno a Barcellona.

        • Ronf Ronf

          I sudamericani non sono tanto diversi dagli abitanti di TUTTA la Spagna (Catalogna inclusa), quindi non vedo dove sta il problema e il problema è che gli indipendentisti catalani vogliono a tutti i costi le “risorse boldriniane” peggio di adesso: almeno la Spagna governata da PP e CS blocca certe cose

          • hurom

            e vorrei vedere, madrelingua spagnola con radici cristiane, e musulmani di madrelingua arabo-berbera… non cè abisso più grande

          • Ronf Ronf

            E il problema è che l’immigrazione afro-islamica è quasi tutta maschile, mentre le femmine sono rare: comunque, in Italia abbiamo Ahlam El Brinis https://www.instagram.com/ahlamelbrinis/ (che ha fatto TUTTE le scuole in Veneto) di cui nella foto qui sotto (è nata il 22 luglio 1995, la trovi su Instagram scrivendo il suo nome in Cerca), direi che si nota che è marocchina ma dubito che segua molto la sua fede anche se li dice che lei segue la sua religione: io penso che lei ha capito come fare la valletta sexy senza farsi insultare da tutte le femministe idiote che infatti NON possono insultarla perchè insultare una marocchina che è di religione islamica, seppur solo a livello teorico e formale senza praticare realmente, vorrebbe dire fare un favore “alla destra becera che frumenta l’odio”. Ti assicuro che in Francia ci sono tante come lei che “usano” la stupidità delle femministe dicendo “se loro mi criticano, fanno un favore ai beceri anti-islamisti del FN”, quindi le femministe NON possono attaccare queste vallette e modelle perchè altrimenti significherebbe dare un vantaggio al FN (notare che in questo modo le vallette e le modelle, anche francesi bianche, sono immuni dagli insulti delle femministe: le francesi bianche dicono “ma se voi insultate noi che NON siamo straniere, allora voi femministe consentite al FN di fare la sua becera propaganda” e quindi le femministe si bloccano auto-censurandosi da sole… mi pare evidente che la nuova generazione di vallette e modelle ha capito sia gli errori delle generazioni precedenti, ma anche e soprattutto come bloccare far zittire le femministe e come bloccare le sinistre https://www.instagram.com/p/BcK1A0fDvd0/?taken-by=ahlamelbrinis

          • hurom

            quelle sono le marocchine che il mio socio in marocco (berbero) chiama “putas”, ovvero donne che mirano solo a una cosa: soldi e case intestate.
            da usare solo per scopare con preservativo altrimenti ti prendi tutta la merda del diabolo come dice lui, e MAI da sposare. :DDD
            sono molto grezzi ma hanno un discreto senso della famiglia come deve essere per durare :DD

          • Ronf Ronf

            Dunque, voi dell’estrema destra (perchè questo è quello che siete visto che qui dentro io fatico a fare passare un messaggio qualsiasi di destra conservatrice governativa senza essere attaccato o dall’estrema destra o dai militanti M5S, ma qui di grillino c’è solamente Cagliostro e tu non sei lui quindi tu fai parte dell’estrema destra) dite le stesse oscenità che dice la Boldrini (nazifemminista di sinistra che voi contestate tanto a parole… per poi dire le stesse oscenità che dice lei) e dei vari islamisti fanatici (in Italia il fenomeno è ancora all’inizio, invece in Francia il fenomeno è bello che sviluppato). Scusate, ma allora perchè vi opponete alla Boldrini e agli islamisti se la pensate come loro su certi temi? Era dal 2011 (manifestazioni Se Non Ora Quando, cioè la “rivoluzione colorata” a Roma fatta dalle nazifemministe gender contro le Veline di Striscia – che NON c’entravano proprio con gli scandali di Ruby, Lele Mora, Berlusconi, Emilio Fede e Nicole Minetti – che erano “colpevoli di rappresentare la pornocrazia mediatica arcoriana”) che non leggevo oscenità come quelle che tu hai appena scritto: secondo il tuo commento fare la modella o la ballerina a Colorado (questa sera, come ogni giovedì, su Italia 1) significa essere una “putas”. Bravo, la Boldrini sarà fiera di te: io non ho parole. Comunque, meglio essere una “putas” piuttosto che spacciare droga oppure (questa te la sei cercata) mettere un estremista come Roy Moore come candidato in Alabama al posto che era di Strange che avrebbe stravinto. L’estrema destra come sempre favorisce la sinistra (e gli islamici)

          • marcoferro

            è bona sta marocca…

          • Ronf Ronf

            Se sei in Italia, metti su Italia 1 e guardati Colorado (dove lei fa la ballerina) ogni giovedì sera, quindi corri subito perchè il programma c’è adesso in onda: se sei all’estero, guarda su Video Mediaset e cerca la pagina di quel programma. Comunque lei (Ahlam) tempo fa da Del Debbio e in altre interviste ha difeso la laicità dello Stato e delle persone in molte interviste: invece di eleggere Alice Sabatini (quell’oca totale del “vorrei vivere nel 1942 perchè c’era la guerra”), io nel 2015 avrei messo lei (Ahlam El Brinis) come Miss Italia (Ahlam aveva un titolo regionale da Miss che è legato al Friuli, quindi questo titolo le ha consentito di arrivare alla finalissima). Insomma, meglio lei di altre, sia italiane che straniere, che per cercare di vincere i concorsi dicono (vedi Alice Sabatini) stupidate enormi. Concludendo, qui sotto ho messo una foto che dimostra che il chirurgo ha fatto un ottimo lavoro con lei (ma la sua base era buona: notare che senza la base buona NON diventi una figona).
            https://www.instagram.com/p/BR6rNMCBXVr/

          • marcoferro

            ronf non guardo molto la tv e non prendo quei canali. certo si potrebbero vederli tramite web ma è fastidiosissimo per le pubblicità che si aprono in continuazione e devi sempre stare a chiuderle. comunque la tipa merita…

          • Ronf Ronf

            Ok e poi c’è da dire che lei (avendo fatto tutte le scuole in Veneto) si è subito integrata seguendo gli usi e i costumi italiani: infatti si è SUBITO attaccata alla seggiola esattamente come facciamo noi 😀 e c’è da dire che, non so il motivo, ma l’attaccamento alla seggiola riesce meglio a lei che ad Alfano https://www.instagram.com/p/BQnXXhJjV6f/?tagged=ahlamelbrinis

          • ecomostro

            Queste mussulmane di seconda generazione che fanno le “disinibite” fanno un bel numero ma camminando su una corda tesa… e in ogni momento rischiano di cadere da un lato come Hina Saleem o dall’altro come Hasna Aït Boulahcen.
            Quindi attenzione a prenderle come modello positivo.

          • Ronf Ronf

            Fino a quando l’Italia e la Francia restano a maggioranza laica e bianca, allora queste ragazze non corrono nessun pericolo (anche perchè le modelle come Ahlam El Brinis frequentano lo showbiz e comunque suo padre è un imprenditore marocchino che adesso è tornato in Marocco per affari, la madre dopo il divorzio si è messa con un molisano e convivono insieme in Veneto: ergo, come vedi, entrambi i genitori sono laici perchè loro sono venuti in Italia per motivi di affari, infatti il padre era uno dei tanti imprenditori che nei primi anni novanta veniva in Italia per fare cose serie… la figlia è nata il 22 luglio 1995 e ha fatto tutte le scuole qui; oggi invece l’immigrazione islamica è fatta solo e soltanto da fanatici religiosi e da maschi che nei loro paesi sono allevati come bimbi viziati che non sanno trattare con le donne perchè per loro le donne sono solo degli oggetti sessuali… ma questi, i migranti islamici in Italia, sanno una cosa: toccare una islamica, anche se disinibita, significa dare a tutti gli oppositori dell’Islam quello che vogliono… hai idea di quanto casino farebbe Salvini se qui in Italia un fanatico islamista uccidesse una ex finalista di Miss Italia 2015 come Ahlam che aveva il titolo di Miss Friuli e altre fasce importanti del Nord Italia? Ecco, gli islamici sanno che NON devono fare certe cose per evitare di dare vantaggi ai nemici degli islamici). Comunque una cosa è certa: se le femministe osassero attaccare Ahlam, lei potrebbe accusarle di islamofobia e quindi sai che cosa succederebbe? Quello che è successo in Francia, ovvero che le femministe staranno zitte pur di non dare alle destre anti-islamiche un vantaggio politico e questo vuol dire che Ahlam può starsene in pace (i tempi in cui le femministe insultavano le veline – ti ricordi nel 2011? – sono finiti) e comunque ecco qui Alham senza trucco in alcune polaroid: per me è ottima, per te? https://www.instagram.com/p/BQDDF3YBEb3/?taken-by=ahlamelbrinis

          • ecomostro

            Sicuramente, però ripeto: ad Hina Saleem lo hanno fatto senza problemi, e la cosa e’ stata messa in sordina.
            Cioè, per dire: se dei ragazzi a Como leggono un volantino apriti cielo sull'”emergenza fascismo”; se invece una famiglia sgozza la figlia zitti tutti che non c’e nessuna “emergenza islamismo”.

          • Ronf Ronf

            Ti sei contraddetto da solo: Hina Saleem è stata uccisa DAI SUOI PARENTI perchè nessuno fuori dalla famiglia ha il “diritto” di “interferire” perchè le decisioni di vita e di morte nell’Islam sono soltanto “diritto” del capofamiglia, cioè del padre… ergo, la modella Ahlam El Brinis NON corre nessun pericolo visto che il padre è un imprenditore che era arrivato in Italia all’inizio degli anni 90, cioè ben prima che iniziasse il delirio immigrazionista e islamista in Italia. La cosa è stata messa in silenzio perchè la Santanchè aveva strumentalizzato la cosa per farsi notare: la sinistra quindi pur di dare contro alla Santanchè ha deciso di far star zitte le femministe di sinistra che volevano fare i manifesti per difendere Hina perchè a quel punto difendere Hina avrebbe significato legittimare la Santanchè, cosa che la sinistra MAI farà perchè la sinistra MAI riconoscerà legittimità alle destre… e quindi la colpa è della Santanchè che ha usato la vicenda di Hina per farsi notare (a quel tempo era fuori dal Parlamento e quindi senza quella vicenda allora la Santanchè sarebbe sparita nel nulla…)

          • marcoferro

            è splendida ma a questa età mica hanno bisogno del trucco dai, altrimenti starebbero rovinate. comunque per parlare di questi pseudo-islamici che sono la feccia nei loro paesi hai visto i due tunisini che hanno sequestrato quella donna per 24 ore violentata e picchiata ? pregiudicati già noti alla inutile polizia. poi quest’altra notizia sempre su un’ altro gentiluomo tunisino e vediamo se questi idioti buonisti si toglieranno il vizio adesso http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/coppia-italiani-ospita-pusher-tunisino-pestato-violentata-76980/

          • Ronf Ronf

            Certamente è splendida a quest’età, ma in ogni caso anche a quest’età in televisione è obbligatorio usare il trucco perchè esso (il trucco) serve da barriera contro i faretti delle luci degli studi proprio come la crema solare serve come barriera contro i raggi del sole quando sei al mare (senza trucco in televisione poi ti si brucia la pelle esattamente come ti brucerebbe la pelle senza la crema solare al mare). Comunque sotto c’è il link con la voce e la mimica facciale di Ahlam: che ne pensi? Per il video si ringrazia la pagina Instagram @misscolorado_tv (cioè questa https://www.instagram.com/misscolorado_tv/ pagina. E per la storia dei crimini degli immigrati, ti faccio notare che gli islamici fanno certi crimini soltanto contro i non-islamici perchè altrimenti se li facessero contro le donne islamiche, allora poi la comunità islamica farebbe loro la pelle nel vero senso della parola perchè nessuno può punire una donna islamica al di fuori della famiglia. Ti dico una cosa: i buonisti è già un miracolo zittirli usando le modelle marocchine con il trucchetto del “se tu ti metti a urlare con i tuoi i suoi vestitini sexy, allora tu diventi un becero islamofobo che insulta la modella marocchina regalando alla destra un argomento di propaganda”. Se tu pensi che dopo le vicende da te segnalate i buonisti cambieranno idea sui crimini degli immigrati, allora tu vivi su Marte perchè loro MAI cambieranno idea. Ma passiamo oltre: anzi, torniamo all’argomento di cui sopra, ovvero il link con la voce e la mimica facciale di Ahlam: che ne pensi? Ecco qui il link https://www.instagram.com/p/Bcp-6oTBdt1/?taken-by=misscolorado_tv https://scontent-mxp1-1.cdninstagram.com/vp/15aa1b6d652a01e8f711ca68f248abf5/5A3767E6/t50.2886-16/25351667_1007210646085747_8442586500436066304_n.mp4

          • marcoferro

            in effetti somiglia a federica nargi, e nelle foto di qualche mese fa era davvero troppo secca…

          • Ronf Ronf

            Presumo che stai dicendo che la Nargi era secca (per un attimo avevo pensato ad Ahlam). In effetti la Nargi tra il lavoro, la figlia piccola (nata a fine settembre o inizio ottobre del 2016), il fidanzato (il calciatore del Sassuolo che prima stava al Milan, cioè Matri) e altro, beh… lo stress l’ha fatta secca; comunque è ora di comprare il panettone visto che ci avviciniamo a Natale, ma Ahlam ce l’ha già 😀 https://www.instagram.com/p/BTmdAsPjKjQ/?tagged=ahlamelbrinis

          • marcoferro

            questo è un pandorone, anzi adesso che me lo fai ricordare dopo lo compro veramente. da me è un poco caruccio 7-8 euri da 750 grammi….

          • Angeles Negre Cuevas

            Secondo te il problema della Catalogna e della Spagna sarebbero le “risorse”? I marocchini entrano in Spagna in macchina, capito? l’immigrazione più numerosa è quella europea (rumeni, portoghesi) e latinomaericana, e i partiti del 1978, PPSOE e oggi C’s (Ciudadanos) li hanno fatti arrivare in Spagna quando c’era il boom edilizio, una volta finito il boom, gran parte sta andando via!!

          • Ronf Ronf

            Se gli immigrati dell’Est Europa se ne stanno andando via, allora NON sono loro il problema! Invece sono gli immigrati islamici a creare problemi… a proposito degli indipendentisti catalani, ma quelle colossali manifestazioni oceaniche a favore dei migranti le siamo scordate?!? Intendo quelle fatte PRIMA dell’attentato a Barcellona… e infatti il governo ha dovuto far commissionare un attentato, su modello della Strategia della Tensione in Italia negli anni 70, per far zittire gli idioti di sinistra…

      • enricodiba

        Voglio proprio vedere.

        • Ronf Ronf

          Basta leggere i programmi dei partiti indipendentisti e basta guardare alle manifestazioni che loro (insieme a Podemos) fanno. Inoltre dopo l’indipendenza finirebbe l’alleanza tra PDECAT (l’ex CIU) con l’estrema sinistra perchè dopo l’indipendenza ciascuno andrebbe a sedersi in base alle proprie idee: ebbene… il centrodestra (PDECAT, CS e PP) è decisamente minoritario rispetto alle sinistre (ti ricordo che Podemos e PSOE, pur essendo contrari all’indipendenza, sono più vicini sulle questioni di politica interna all’estrema sinistra indipendentista). Informati prima di sparlare, capito? Ciao 🙂

          • Karl184

            informati prima di parlare! i catalani (lavoro con loro da 4 anni) hanno la testa di sinistra… ma il portafoglio di estrema destra. Li voglio proprio vedere gli immigrati a Barcellona.

          • Ronf Ronf

            Le manifestazioni oceaniche a favore dei migranti le abbiamo scordate?!? Quelle fatte PRIMA dell’attentato a Barcellona… e infatti il governo ha dovuto far commissionare un attentato, su modello della Strategia della Tensione in Italia negli anni 70, per far zittire gli idioti di sinistra.

          • Karl184

            Spiegami il nesso fra manifestazioni oceaniche e portafogli.

          • Ronf Ronf

            Gli idioti che vanno alle manifestazioni oceaniche poi sono gli stessi che votano i partiti che poi con i seggi ottenuti alle elezioni fanno le leggi per far arrivare pien di migranti: guarda in Italia dove il PD è votato dai ricchi signori che nel centro di Milano hanno fatto qualche mese fa la marcia per i diritti dei migranti, cioè per fare entrare in Italia milioni di clandestini senza fare alcun controllo…

          • enricodiba

            Infatti in metà non hanno votato,proprio perché certe scelte non piacciono.

          • Ronf Ronf

            E allora questo vuol dire che quelli che hanno votato SI invece erano favorevoli (tranne quelli che si sono recati alle urne per votare NO all’indipendenza). Non è tanto difficile da capire… vabbè, ciao 🙂

          • enricodiba

            Metà non ha votato, della metà che ha votato la prima motivazione non era l’immigrazione

          • Stemby

            Embé? Cavoli loro, no? Liberi di sbagliare. Sempre!

          • Ronf Ronf

            Ma agli imprenditori catalani che votano centrodestra non ci pensi? Vuoi che la loro vita diventi un inferno a causa della maggioranza sinistroide che governerebbe in eterno (stile Toscana) nella tua Catalogna indipendente? Questo è quello che sarà la tua Catalogna indipendente, cioè la Toscana governata dal PD e dall’estrema sinistra (il governatore Rossi fa parte di MDP insieme a Bersani…)

          • Stemby

            No, mio caro: la Toscana esiste perché viene retta dallo stato centrale (peraltro non è assolutamente la peggiore delle italiche regioni). La Catalogna dovrebbe reggersi con le sue gambe: quindi o si trova un modello che funziona, oppure soccombe. Peraltro sia Puigdemont che Mas sono di centrodestra (se queste categorie hanno ancora un senso).

          • Ronf Ronf

            Non ti va bene la Toscana, che comunque è in SURPLUS di un miliardo di Euro rispetto al governo centrale di Roma? Allora prendi l’Emilia Romagna (che ha un surplus bello alto). Ma hai letto tutte quelle tabelle elettorali che ho analizzato nei miei precedenti commenti? Dopo l’indipendenza, PP e CS e PDECAT (l’ex CIU di Mas e del pirla che scappato in Belgio) sono IN NETTA MINORANZA nelle proiezioni per il Parlamento Catalano: invece i partiti di sinistra (Podemos, Socialisti e soprattutto i 2 partiti di estrema sinistra) sono IN FORTE MAGGIORANZA; ti ricordo che dopo l’indipendenza NON ci saranno più le larghe intese tra PDECAT (l’ex CIU) e l’estrema sinistra e notare che le larghe intese sono nate dopo il 2010 perchè ti ricordo che nel 2003-10 a governare in Catalogna erano i Socialisti con i 2 partiti di estrema sinistra, poi l’allora CIU ha lanciato il programma indipendentista e quindi i 2 partiti di estrema sinistra si sono accucciati al CIU mandando a quel paese i Socialisti. Ma, dopo l’indipendenza, secondo te l’estrema sinistra con farà il governo? Con i Socialisti e con Podemos

          • Stemby

            Liberi di sbagliare. Sempre!

          • Ronf Ronf

            No, caro: tu NON puoi sbagliare con i MIEI soldi. E poi noi dobbiamo difendere la minoranza di centrodestra che in caso di indipendenza sarà presa in ostaggio dalla maggioranza sinistroide

          • Stemby

            Completamente in disaccordo. Solo garantendo la possibilità di compiere scelte anche sbagliate ci si può aspettare una maturazione della coscienza civica di un popolo, e dunque (per tentativi ed errori) l’individuazione della migliore soluzione per affrontare i problemi che si presentano. Vedasi la storia svizzera. Al contrario, l’atteggiamento paternalistico tipicamente italico è la causa della tragedia che stiamo vivendo: lo stato compie regolarmente scelte scellerate, ma il cittadino non si sente né protagonista né responsabile.

          • Ronf Ronf

            Le tue scelte sbagliate possono distruggere la base produttiva e poi te la puoi sognare la Svizzera quando hai i vari Podemos al potere vita natural durante perchè tramite la Legge Ius Soli loro si comprano il voto di tutti gli immigrati che quindi impediranno a te di vivere e di lavorare, svegliati caro

          • Stemby

            Cavoli loro. Ripeto: se questo è ciò che vuole la maggioranza, è giusto che si realizzi. La storia è tutta un susseguirsi di alti e bassi.

          • Stemby

            Cavoli loro. Ripeto: se questo è ciò che vuole la maggioranza, è giusto che si realizzi. La storia è tutta un susseguirsi di alti e bassi.

    • Riserva Fissa

      Per nulla d’accordo, mi spiace. In questi anni è stata fatta una rigorosa ed efficace pulizia etnica nell’amministrazione, nell’istruzione, dappertutto. Lavaggio del cervello totale dalle scuole infantili, discriminazione strisciante riguardo i residenti non catalani, ecc.ecc. E’ stata creata un’atmosfera di rancori, ripeto creata, ma la quasi totalità dei catalani, che non sono quelli rappresentati dai fighetti delle ramblas o del barrio gotico, ma anche della provincia profonda, perlomeno quelli che conosco, vogliono solo lavorare, progredire e godere dei frutti del proprio sudore. Il resto sono chiacchiere da ballatoio.

  • Hoffman

    Strane persone i catalani, vogliono l’indipendenza ma non vogliono uscire dalla gabbia ue CIALTRONAGGINE SEMPRE ATTIVA

    • Angeles Negre Cuevas

      Invece in Italia, gente seria, chi vuole uscire dall’UE?

      • Massimo Decio Meridio

        Molti dei “Diversamente PD” sicuro ….

  • Franco Maraschi

    Ma io mi guardo la guerra civile spagnola su Focus. Seconda puntata appuntamento il prossimo martedi’ 21,15. I franchisti avanzano…

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi