USA: “Abbiamo vinto NOI Daesh quindi restiamo in Siria”.

Di Maurizio Blondet , il - 75 commenti

Il Pentagono ha annunciato: “Le truppe Usa resteranno in Siria fino a quando ne   avremo bisogno, per sostenere i nostri partners e prevenire il ritorni di terroristi”: così il portavoce del Pentagono Eric Pahon.

Poche ore prima di questa dichiarazione, Putin aveva dichiarato che l’operazione per sconfiggere Daesh  in Siria stava arrivando a conclusione, essendo stati i terroristi islamici cacciati anche dalle  zone storicamente popolate dai cristiani.   Lo scorso ottobre, il ministro della Difesa Sergei Shoigu aveva riferito che le forze di terra siriane  sostenute dall’aviazione russa avevano liberato il 90% del territorio siriano, e che non più del 5% del territorio  restava in mano a Daesh.

Il portavoce del Pentagono Pahon, a domanda ha risposto:  “Il governo siriano e la Russia non  sono stati determinanti nella sconfitta di Daesh. Non hanno fatto che realizzare  qualche operazione contro i terroristi di Daesh, mentre la maggior parte del territorio in Irak e Siria  sono stati liberati grazie agli sforzi della coalizione americana e dei suoi alleati”.

La “coalizione” di cui parla il Pentagono, composta da 15 paesi fra cui  quelli che pagano i terroristi islamici,  ha cominciato le operazioni in Siria con il dichiarato scopo di sconfiggere lo Stato Islamico.  Appena entrata in opera la coalizione, la situazione s’è aggravata: i terroristi hanno preso il controllo del 70% e respinto l’esercito siriano “su assi plurimi”.-

Inutile ricordare che gli aerei americani hanno colpito  ed ucciso oltre 70 soldati siriani assediati a Der Ez Zor dall’IS, bombardamento subito dopo il quale i terroristi hanno attaccato gli assediati (forse c’è stata una coordinazione) hanno mandato elicotteri per esfiltrare gli ultimi capo terroristi, sorvolato senza bombardarli i lunghi convogli dei terroristi che si ritiravano da Rakka con armi pesanti e munizioni al seguito, eccetera.

The Raqqa Exodus: The US Coalition’s “Secret Deal” to Allow ISIS-Daesh Terrorists to Escape…

Le forze aeree russe nel frattempo hanno effettuato 28 mila decolli e colpito 90 mila bersagli.

La vittoria è senza dubbio americana. Hollywood insegna.

Le forze USA (almeno 4 mila  commandos in varie basi nel Nord Siriano, a protezione di “forze democratiche” –  oppositori  di Assad,  terroristi e curdi  restano, dice Pahon, resteranno  indefinitamente (“in base alle condizioni”) “per assicurare la disfatta durevole di ISIS ; la coalizione deve assicurare che non possa rigenerarsi, reclamare terreno perduto, o congegnare attentati esterni”.

Ovviamente tutti capiscono ch sono lì per ficcare un cuneo  dentro l’asse di resistenza, che ormai si stende in un corridoio continuo  da Teheran a Rakka (Iran), Siria ed Hezbollah (Libano Sud).  Nello stesso tempo, mantengono accesa la speranza nei loro protetti curdi di poter riaccendere la miccia del conflitto in Siria.  E formano la testa di ponte forza di primo intervento (nelle loro basi hanno campi d’aviazione) per la coalizione israelo-saudita  anti-Iran  quando Israele deciderà  di colpire militarmente – ha già cominciato a farlo – presunte basi “iraniane” presso i confini dei Territori occupati.

Il presidente Trump ha telefonato al  capo della Autorità Palestinese Mahmoud Abbas  “per informarlo della sua intenzione di spostare  l’ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme”.  Simile telefonata ha fatto al re di Giordania: “per informarlo”.    Non è follia e demenza. Il quadro della menzogna  (e dei fiumi di sangue umano) in cui la Superpotenza soggetta al Falso Agnello  inserisce l’intronizzazione di   Sion   annuncia,   temo, qualcosa di infinitamente peggiore.  (Marco 13, 14):

“Quando  vedrete l’abominio della desolazione stare là dove non conviene, chi legge capisca, allora quelli che si trovano nella Giudea fuggano ai monti;chi si trova sulla terrazza non scenda per entrare a prender qualcosa nella sua casa; 16 chi è nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. ….perché quei giorni saranno una tribolazione, quale non è mai stata dall’inizio della creazione, fatta da Dio, fino al presente, né mai vi sarà. 20 Se il Signore non abbreviasse quei giorni, nessun uomo si salverebbe. Ma a motivo degli eletti che si è scelto ha abbreviato quei giorni.

L’amico Gianluca Marletta scrive: “Biblicamente, l’abominio della desolazione è la sostituzione di un culto santo con un culto empio. A Gerusalemme  si prepara la ricostruzione del Terzo Tempio ebraico;  e a Roma, l’annichilimento dell’Eucaristia nella pseudo messa protestantica”.

Spero che  non abbia ragione,  almeno   per Roma. Ma  il  Cristo che annuncia l’abominio della desolazione, aggiunge: “Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: “Ecco, il Cristo è qui, ecco è là”, non ci credete; 22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti. 23 Voi però state attenti! Io vi ho predetto tutto. 24 In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà e la luna non darà più il suo splendore 25 e gli astri si metteranno a cadere dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte”.

 

 

 

L’articolo USA: “Abbiamo vinto NOI Daesh quindi restiamo in Siria”. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Sergio Andreani

    Pezzi di merda !
    E poi parlano di fake news.

    • Nikolai

      Capito?

  • Pareggiamoiconti

    Ovviamente i pagliacci dell’Onu non hanno niente da dire…

    • biafra66

      Ovviamente!

      • what you see is a fraud

        Perche’ c’e’ la tribu’ dei prescelti di mezzo .

        • biafra66

          Guarda…il” biondo” oggi forse ha messo fine a questa farsa . Finalmente la tribu”dei prescelti e i “cammellati” se le suoneranno di “santa” ragione per una città a cui non frega un caxxo a nessuno. Speriamo entrambe tribù si estinguano e Gerusalemme ritorni ad essere il deserto che per buona pace di tutti deve essere…..finalmente!
          E dopo 70 anni ci voleva un biondo col parrucchino per farla finita! Il mondo è messo male.

  • Buon Giorno

    Hanno fatto lo stesso con la IIa Guerra mondiale: i sovietici combatterono contro l’80 % dell’esercito tedesco mentre gli americani scesero in campo quando i tedeschi erano ormai in ginocchio, affrontando solo una minoranza delle forze armate tedesche e sostenendo perdite umane letteralmente 100 volte inferiori.

    Eppure si vantano di aver “liberato” l’Europa e sconfitto la Germania.

    • Picelli Seller

      Già… 4 gatti di Tedeschi appollaiati su Monte Cassino li hanno tenuti fermi (Inglesi, Americani, Francesi, Canadesi, ecc ecc) per mesi.
      Ad Anzio per poco non li ributtano in mare

      Non oso pensare al mazzo che gli avrebbero fatto 1.000.000 di Tedeschi

      • paolinks

        Hitler fu un’idiota. Il fronte orientale non andava aperto. In questo modo oggi il terzo Reich si estenderebbe fino al Pacifico. Gli errori strategici si pagano!

        • Nikolai

          Questa è un’osservazione molto molto intelligente…e siccome io non credo che Hitler sia uno stupido, penso che sia stato tradito dagli americani…io credo che gli Usa abbiano promesso qualcosa di molto importante ad Hitler, in cambio della violazione dell’accordo di pace e di non aggressione che Hitler stesso aveva con Stalin…è un errore strategico talmente assurdo (ha deciso di accerchiarsi da solo) che sono convinto che non sappiamo tutto…manca un tassello…

          • paolinks

            E per concludere il suo “astutissimo” alleato nipponico apre le ostilita’ contro gli USA, giusto per non lasciare nessuno scampo alla Germania. Semplici idioti o era tutto pianificato?

          • Nikolai

            Pianificato…

          • what you see is a fraud

            Ce’ una alternativa sulla storia ufficiale . Apparentemente i tedeschi riuscirono per primi a costruire la bomba atomica ma ci ripensarono sulle consegueze catastrofiche , ma le diedero agli USA insiema a una quantita’ di oro per permettere a Hitler di scappare in Sud america . La bomba dei tedeschi fu’ usata contro il Giappone . I leader USA non avevano neanche la meta’ dell’etica dei tedeschi .
            http://www.rense.com/general67/abomb.htm
            Eyewitness – Germans
            Tested A-Bomb In October, 1944

          • Buon Giorno

            Come Saddam nel 1991?

          • Nikolai

            Non vedo niente di simile tra Hitler e Saddam…

    • Gianox

      Quello che dici è vero.
      Però occorre fare dei distinguo.
      Nel corso del 1944, il celebre generale americano Patton si era più volte lamentato con Eisenhower perché costui gli aveva negato quei rifornimenti coi quali si diceva sicuro di poter arrivare a Berlino con largo anticipo rispetto ai sovietici.
      Allo stesso modo bisogna considerare che gli Stati Uniti rifornirono costantemente di armi e carburante l’Unione Sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale.
      Quindi, la tua affermazione, per quanto tecnicamente corretta, va inquadrata in questo contesto.
      È vero che è stata l’Unione Sovietica a sobbarcarsi il peso maggiore della guerra, ma è altrettanto vero che ciò è successo perché gli americani ad un certo punto hanno, per così dire, tirato i remi in barca. Perché lo hanno fatto?
      Per far sì che l’Unione Sovietica si dissanguasse? Probabile.
      Ma rimane il fatto che, così facendo, gli Stati Uniti hanno permesso all’Unione Sovietica di estendere il proprio dominio all’intera Europa orientale, quando potevano facilmente bloccarne l’ascesa se quel noto genocida di Eisenhower avesse dato retta Patton, che voleva marciare su Berlino molto prima dei sovietici e che era intenzionato a portare dalla sua i tedeschi per continuare la guerra, questa volta proprio contro i sovietici.
      Come siano andate veramente le cose non lo sapremo mai, non fosse altro perché Patton è morto poco tempo dopo la fine della guerra in uno strano incidente automobilistico in Germania.
      Eisenhower divenne il presidente degli Stati Uniti, ma stranamente sotto la sua presidenza il comunismo prese piede in Cina e persino a Cuba, che da decenni gli americani consideravano il loro personale giardino di casa.

      • Nikolai

        Stranamente? 😉

        • Gianox

          Si, stranamente.
          Mao, dopo aver sterminato qualche decina di milioni di cinesi, l’ebbe vinta perché il leader nazionalista Chiang kai-shek, o come caspita si scrive, non ebbe da parte degli americani quell’appoggio che si aspettava di ricevere. Fu quindi costretto a riparare con le sue truppe nazionaliste sull’isola di Formosa, oggi conosciuta come Taiwan.
          Idem con patate per Cuba.
          Quando Fulgencio Batista si trovò in difficoltà, chiese più volte aiuto militare agli Stati Uniti, ma il noto genocida Eisenhower fece finta di nulla, salvo poi esclamare sorpreso quando Fidel Castro prese il potere: “oh, ma questi sono comunisti”!
          A pensarci bene, è ben strana la cosa.
          Conformemente alla dottrina Monroe, che di fatto risale ai primi dell’800, gli Stati Uniti hanno sempre considerato le isole caraibiche, a cominciare da Cuba, come il proprio giardino di casa, tanto che una delle prime False Flag per le quali gli Stati Uniti sono noti avvenne nel 1898 proprio per consentire agli Stati Uniti di sottrarre Cuba dall’influenza spagnola.
          Si tratta dell’ affondamento della USS Maine nel porto dell’Avana: gli americani si auto-affondarono la nave per avere il protesto di dare inizio alla guerra ispano-americana del 1898.
          Pare strano che gli USA abbiano consentito a dei rivoluzionari comunisti di impossessarsi di Cuba, e questo proprio nel momento in cui la guerra fredda era praticamente al culmine.
          Qualche anno più tardi, gli Stati Uniti invasero il lontano Vietnam per contenere l’avanzata del Comunismo nel sud-est asiatico. Ma non ci si capacita di come non abbiano mosso un dito per quello che è sempre stato il loro giardino di casa. Non a caso, l’ambasciatore americano presso il governo di Fulgencio Batista accusò apertamente Eisenhower di aver facilitato l’ascesa di Fidel Castro.

          • Nikolai

            Complimenti per la tua cultura..ma il mio era sarcasmo..nel senso che è una tattica di governo Usa quella di controllare Paesi senza eserciti finanziando ideologie che indeboliscono il paese stesso rendendolo ingovernabile e quindi innocuo…è un modo di governare che a detta del consulente al pentagono freedman gli usa hanno copiato all’impero romano…quindi ritengo che i sionisti banchieri che hanno finanziato il partito bolscevico avevano in mente questo…per questo Eisnehower ha bloccato il suo generale…distruggendo poi le prove (incidente automobilistico è un classico dei servizi segreti) …scelta politica non militare…

          • Gianox

            Grazie.
            In effetti, questi sono i miei stessi convincimenti.
            Per dirla brevemente, la guerra fredda è stata una farsa per attuare su scala planetaria la politica romana del Divide et impera.

          • Verklarte

            C’è qualche inesattezza nella tua ricostruzione su Cuba. Per ragioni anagrafiche, ricordo quegli anni come se fosse ieri. A quel tempo anche se ragazzini, seguivamo molto gli avvenimenti internazionali. Si leggeva molto.
            Il 1° gennaio 1959 quando i ribelli entrarono a l’Avana, Castro non era affatto anti-americano e tantomeno comunista, anzi si augurava che l’America l’avrebbe aiutato a ricostruire il suo paese. Se fosse stato filo-sovietico i gringos avrebbero aiutato Batista con aiuti militari massicci e magari con un intervento diretto. Non sarebbe stata la prima volta in america latina.
            Non lo fecero perché speravano di accordarsi con Castro, come avevano fatto con Batista qualche anno prima quando prese il potere con un colpo di stato. Ma Castro, spavaldo e arrogante, andò a bussare soldi a Washington e ne chiese talmente tanti che al dipartimento di stato lo presero per un esaltato, ma in fondo innocuo.
            Poi al ritorno a Cuba proclamò un piano di nazionalizzazioni che toccavano proprio gli interessi Usa…Il resto è noto. Castro si avvicinò all’Urss e un anno dopo Cuba veniva proclamata Repubblica socialista con la benedizione di Mosca. L’America ne prese atto ma non reagì, le atomiche russe facevano paura.

            Di Patton non sarei tanto entusiasta. Era un criminale come i generali che rasero al suolo l’Iraq. Ne sanno qualcosa i siciliani.
            Roosevelt non gli diede ascolto nel ’44 perché era semplicemente innamorato di Stalin, stravedeva per lui e comunque lo smembramento dell’Europa non fu deciso a Yalta, ma a nella conferenza di Teheran, due anni prima. In quella occasone Churchill aveva disperatamente cercato di convncere Roosevelt di aprire subito un fronte in Francia (leggasi le sue memorie) prevedendo quello che poi successe. Invece prevalse la tattica dilatoria di mantenere solo il fronte italiano per altri sei mesi, piano che doveva consentire a Stalin di avanzare fino a Berlino. Era tutto già deciso nel ’43.
            L’interesse del CFR era quello di smembrare Eurasia, lo è ancora oggi, come la cronaca ci mostra drammaticamante. Gli americani, nonostante quello che si scrive di loro, non amano le guerre, amano il business. Sono un popolo di mercanti, non scordiamolo mai. Quando sono costretti a farne una cercano di essere spietati per impedirne un’altra che potrebbe mettere a repentaglio il business. Questo fino all’11 settembre. Da quella data non combattono più le loro guerre, ma quelle di una potenza innominabile.

          • Gianox

            Giusto.
            Vanno fatte delle precisazioni da parte mia.
            In realtà, quello che mi premeva sottolineare è quello che lei stesso ha rimarcato più chiaramente: e cioè che la divisione dell’Eurasia era stata già decisa nel ’43, sicché occorre rivalutare quello che successe in seguito.
            Detto in poche parole, la guerra fredda è stata una farsa, almeno inizialmente: per anni, malgrado le apparenze, USA e URSS sono stati pappa e ciccia.
            Altrimenti gli USA avrebbero dato seguito alla volontà di Patton di proseguire la guerra contro l’URSS.
            Ecco perché Eisenhower boicottò Patton, o perché non fu aperto che tardivamente un terzo fronte europeo: USA ed URSS erano già d’accordo sul modo in cui spartirsi l’Europa. I sovietici dovevano arrivare per primi a Berlino, perché così era stato deciso.
            Non si dimentichi che in quegli stessi anni l’URSS sviluppò la bomba atomica grazie al tradimento di alcune persone che, avendo lavorato al progetto Manhattan, passarono informazioni ai sovietici.
            Difficile pensare che vi siano riusciti senza avere qualcuno che dall’alto li coprisse. Alla fine, furono giustiziati i coniugi Rosemberg, che pagarono per tutti.
            Lo stesso piano Marshall, in fin dei conti, non si prefiggeva realmente di risollevare le economie dei paesi occidentali per evitare che cadessero nel blocco sovietico: questo fu una scusa per giustificare un piano di aiuti il cui fine ultimo invece era il rendere le economie dei paesi occidentali dipendenti da quella degli USA in una rete di relazioni economiche e finanziare transnazionali che è poi stata le base di partenza per ciò che è oggi l’UE.
            In effetti, non è che abbia questa grande considerazione di Patton, per quanto odi Eisenhower. Metterli in contrapposizione è utile per dimostrare come le politiche statunitensi non fossero così pervicacemente imperniate su posizioni antisovietiche come ci viene sempre insegnato.
            Per ciò che concerne Cuba, ovviamente, anche per motivi anagrafici, non posso ricordare altrettanto bene quegli eventi.
            Però, anche qui, stessa solfa: almeno inizialmente, la contrapposizione tra blocco sovietico ed occidentale fu più di facciata che di sostanza tanto che l’ascesa stessa di Fidel a Cuba pare essere stata favorita dalla stessa amministrazione Eisenhower.
            A fare queste affermazioni fu lo stesso ambasciatore americano a Cuba in quegli anni, Earl Smith:
            http://progresoweekly.us/our-man-in-havana-back-in-59/

      • Buon Giorno

        Il capo di Eisenhower era Truman, l’ex-capo di Truman era Roosevelt: guarda le foto sorridenti con Stalin a Jalta ed avrai la risposta.

      • Ronf Ronf

        Eisenhower non aveva l’autorità per decidere da solo: lui era sottoposto al Presidente USA, cioè FDR e nella parte finale della guerra Truman, e quindi Eisenhower non poteva autorizzare Patton senza il SI della Casa Bianca; l’errore infatti è stato fatto da FDR (Truman non sapeva un tubo)

        • Gianox

          Patton accusò specificatamente Eisenhower perché in quel frangente era Eisenhower il referente di Patton.
          La diatriba tra i due ebbe inizio già nel ’44, quando ancora Roosevelt era presidente.
          Patton si lamentava del fatto che Eisenhower volutamente gli negasse i rifornimenti di carburante.
          Trattandosi di questioni prettamente tecnico-militari, era Eisenhower che doveva provvedere.

      • Sandro

        ….però il fronte del Pacifico contro i giapponesi dopo Pearl Harbor non fu proprio uno scherzo sostenerlo. In quanto a risorse impiegate sul campo o concesse agli alleati forse il Pacifico ha richiesto più sforzi per il tipo di armamenti pesanti impiegati, pensiamo alle portaerei e alla ricostruzione della flotta dopo il 7 dicembre e a tutta la logistica di contorno per conquistare posizioni in mezzo al nulla e cacciare i Jap. In Europa è finito il grosso della produzione di mezzi corazzati e bombardieri oltre ad un diverso impiego di risorse logistiche in virtù del fatto che si combatteva in un area densamente popolata e non nella jungla. Non mi risulta inoltre che i russi abbiano avuto un ruolo primario nella guerra contro il Giappone. Forse dopo la metà del ’42 la coperta degli americani stava diventando un po’ corta con tutti quanti a cercare di tirarla dalla propria parte.

  • cipolla

    potenza dell’avere in mano i media…
    e potenza della bomba atomica che li ha fatti dominatori del mondo dalla seconda guerra mondiale.

  • Covpepe

    Restare accerchiati, impotenti e senza possibilità di fuga in quella inutile enclave curda tagliata fuori dal resto del mondo – e che nel prossimo futuro cesserà di esistere – non è un’idea particolarmente lungimirante.
    Nel frattempo, di certo avranno già organizzato la fuga mettendosi d’accordo con i russi e con gli altri attori regionali per scappare in silenzio elontano dalle telecamere dei media di regime.

  • danilo angiolini

    ah ah ah !! Alla faccia dei nano “huylo” e del fantoccio criminale di guerra assad…

    • Nikolai

      Vedo che ridi…mamma ha fatto gli gnocchi oppure mi spieghi come mai a capo della Siria c’e Assad?

      • cagliostro

        Spiegacelo tu, noi non lo abbiamo capito,

        • Nikolai

          Ahahahah…no…mia madre ha fatto gli gnocchi!

          • cagliostro

            Di patate? O con la fecola.

          • Nikolai

            No io mangio solo patata, la fecola te la lascio volentieri…

          • cagliostro

            Io non mangio ne le patate ne la fecola,
            Mi piacciono solo fritte, ma fanno male.

    • Verklarte

      Vatti a nascondere..

      • danilo angiolini

        ma fallo tu ..viste le sciocchezze che scrivi.

  • Covpepe

    Restare accerchiati e senza possibilità di fuga in quella inutile enclave curda tagliata fuori dal resto del mondo, e destinata a scomparire nel prossimo futuro, non è esattamente un’idea lungimirante.
    Nel frattempo, certamente avranno già organizzato la loro fuga mettendosi d’accordo con la Russia e gli altri attori regionali per scappare in silenzio e lontano dalle telecamere dei media di regime.

  • Disca

    La guerra con l’Iran sarà inevitabile, la sconfitta in Siria ha scombussolato i piani di Usa e Israele e allo stesso tempo rafforzato Teheran che, di fatto, estenderà la sua influenza fino al Mediterraneo. Non capisco la follia di Trump, la telefonata di ieri rischia di compromettere l’alleanza Usa con i paesi arabi sunniti.

    • Covpepe

      Trump cerca di stare con un piede in due scarpe: Israele e paesi arabi sunniti.
      Ma così facendo, prima o poi si lacera il piede o si rompono le scarpe.

      • danilo angiolini

        o prende a calci anche i russi e la feccia siroiraniana….

        • Covpepe

          Forse ad Hollywood.

  • Gianox

    Ordunque, abbiamo un potus che dà retta al genero lubavitcher, secondo cui il dominio degli ebrei sul mondo dovrà essere realizzato attraverso una serie di eventi cataclismatici che accelerano la venuta del messia; abbiamo una proxy War in Siria che è in procinto di terminare con la completa affermazione delle forze sciite e con la realizzazione dell’asse sciita da Beirut a Teheran; abbiamo uno staterello mediorientale abusivo che è in procinto di festeggiare il suo settantesimo compleanno e che ha di fatto reso noto di essere culo e camicia con quegli sporcaccioni wahhabbiti sauditi, coi quali intende muovere guerra il prima possibile all’Iran; abbiamo una Arabia Saudita che non si sa quanto tempo durerà ancora visto che sono impelagati in una guerra senza esito in Yemen; abbiamo la Russia di Vladimir vladimirovic che minaccia di riaprire il caso dell’uccisione di tsar e tsarevich, cosa che può portare al completo ribaltamento del modo in cui le persone comuni vedono la storia…
    Ne abbiamo di carne al fuoco.
    Cosa manca?
    Ah già. La Russia è appena stata esclusa dalle Olimpiadi invernali ed il prossimo giro d’Italia partirà da Israele. Infine, il Benevento ha appena fatto il suo primo punto in campionato pareggiando contro il Milan con un gol del portiere.
    Viviamo proprio in tempi interessanti.
    Anche un po’ troppo.

    • gianluca pointo

      si, non manca niente, apri il vino, beviamo….

  • what you see is a fraud

    Lo stesso pentagono che bombardava il deserto invece dei terroristi di daesh .
    E’ ovvio cje ci sono cretini incompetenti ala Pentagono .

  • Nikolai

    E questi idioti vogliono fare la guerra alla Russia? Ascoltate uno stupido…giocate ai videogames…è meglio…

  • cagliostro

    Hanno proprio la faccia come il culo, e poi c’è qualcuno che ha il coraggio di dire che siamo filo putin,

  • Disca

    In ogni caso, appena uscirà nelle sale il film con Tom Cruise che, come da copione, da solo riuscirà a uccidere un migliaio di militanti isis, a impedire agli iraniani di stabilirsi in Siria, a spegnere i sogni di gloria dei russi ( facendo capire loro che con i gringos non si scherza) oltre che a far innamorare la bonazza curda per eccellenza, andremo tutti al cinema, promesso.

    • Nikolai

      Le uniche guerre che vincono sono nelle sale dei cinema..

  • gianluca pointo

    bello quando cita la bibbia, o il vangelo, passi biblici….fico fico, vabbe a roma nun se inculamo nessuno, pure cristo amo crocifisso…

  • what you see is a fraud

    https://gizadeathstar.com/2017/12/missing-21000000000000-dr-mark-skidmore-ussas-lawlessness/

    THAT MISSING $21,000,000,000,000: DR. MARK SKIDMORE ON THE …

    Cnatno vittoria dopo aver sperperato o perso 21 mila miliardi ! Minchia che grande successo !

  • Michael Guidara

    I nemici dei miei nemici sono miei amici… Vero , Pahon ? Di chi e´ veramente nemica Daesh ?

  • You are entitled to nothing

    se qualcuno vuole sapere la verita’ storica su Jerusalem …. puo’ sempre attingere a Youtube, tenendo presente che i pezzenti muzzy arrivarono sulla terra solo dopo l 8 secolo dopo Cristo. Buona visione….https://youtu.be/2mR2W43t6tI

    • what you see is a fraud

      Si ma i Palestinesi sono li da sempre e mentre i Palestinesi sono veri Semiti i Zionisti non lo sono e si convertitono all’ebraismo circa 1000 anni fa . Leggi la storia della Khazaria .

      • You are entitled to nothing

        il territorio conteso e’ il sacro Rock dome costruito dai Muzzy dopo l 8 secolo i palestinesi erano li’? e allora li sono ancora con le loro terre. Gerusalemme Israele l ha restituita la parte dei palestinesi anche se l’aveva conquistata con una guerra sanguinosa, avanzando metro dopo metro ….pero’l hanno restituita come il Sinai all egitto. Ora ti chiedo … che forse TITO CI RESTITUI L ISTRIA DOVE SI PARLAVA ANCORA IL VENETO E C ERANO I SIMBOLI DEL LEONE ALATO?????????? QUANDO PERDEMMO LA GUERRA FASCISTA? NO SE L’E’ TENUTA …. avete tanto a morte Israele ….. e pensare che ne usate le invenzioni ogni santo giorno …ma tant’e’. AH SEMBRA CHE ERDOKAN ABBIA RICICLATO DENARO IRANIANO ……. IL GATTO E LA VOLPE …..

        • what you see is a fraud

          ah,ah,ah ” pensare che ne usate le invenzioni ogni santo giorno ”
          quali invenzioni ? Il mondo in cui viviamo e’ merito degli Europei , Non dei Khazari quelli sono ancora con la mentalita’ delle invasioni e la mentalita’ di rubare denaro al prossimo .

  • Covpepe

    Intanto, Putin ha appena annunciato che si candiderà alle presidenziali di marzo 2018.

    • Ronf Ronf

      E invece qui in Italia si ritirano definitivamente a vita privata Pisapia e Alfano (e i loro partiti sono morti a titolo definitivo visto che i loro partiti sono personalistici)

      • Covpepe

        Mi fa piacere che due nullità spariscano, mentre un gigante resta.

        • Ronf Ronf

          Chi è il gigante? Renzi? Allora, il segretario UDC Lorenzo Cesa (si ricorda che Casini è scappato via dall’UDC insieme a Galletti subito dopo il referendum perduto da Renzi perchè Cesa voleva tornare con il centrodestra) ha detto “Renzi mi ha proposto di far mettere insieme il mio partito con Centristi per l’Europa di Casini e io gli ho detto di no, quindi ho saputo che il PD nei sondaggi di cui nelle segrete stanze dei grandi giornali è al VENTI percento e questo vuol dire che Renzi sparirà subito dopo le elezioni e di sicuro entro 6-10 mesi si tornerà di nuovo a votare senza Renzi tra le palle, ma io in ogni caso vado con il centrodestra”, io di Cesa mi fido perchè quando si tratta dei numeri e dei giochini tipici dei democristiani lui è uno dei migliori (su tutto il resto non mi piace perchè è un democristiano di vecchio stampo: notare che Cesa NON ha bisogno di leccare nessuno perchè lui ha il seggio al Parlamento UE e quindi lui è apposto fino al maggio 2019, periodo in cui probabilmente si farà rieleggere tramite FI esattamente come aveva fatto Mastella nel 2009 fino al 2014) @gianox:disqus @biafra66:disqus @disqus_DZ1bKqlkK3:disqus @disqus_NfACm7BGSM:disqus @whatyouseeisafraud:disqus se il 20% per il PD è vero, allora vince (con una propria maggioranza autonoma) il centrodestra FI-Lega-Meloni

          • Covpepe

            Renzi chi? Io mi riferivo a Putin.

      • Gianox

        Veramente? Sarebbe una splendida notizia ma ci credo poco.

        • Ronf Ronf

          Confermato ufficialmente da tutti i Tiggì e dai diretti interessati

      • marcoferro

        credo perche hanno sentore che non li voterà nessuno quegli inutili parassiti. però di pisapia non ho sentito niente mentre alf-ano lo ha detto.

        • Ronf Ronf

          Pisapia ha detto ai suoi “andate dove vi pare, io vado a casa”

          • marcoferro

            è la cosa migliore che abbia partorito quella mente sinistronza…

  • marcoferro

    l’arroganza e la stupidità senza limiti di certa gente non merita la minima attenzione. purtroppo per loro l’onore, la dignità, la moralità, etc..sono concetti così astratti da risultare incomprensibili. la lobby sionista che ha in mano gli stati uniti operano da anni non solo contro il mondo libero ma contro lo stesso popolo americano che è la prima vittima di questi mostri in divisa.

    • hurom

      un vero fenomeno …si è reso conto che “non ci indurre in tentazione” è leggermente compromettente per la figura dell’ altissimo…
      la stessa domanda la facevo da ragazzino al catechismo…
      ” ma scusi maestra, ma se devo addirittura essere io a chiedere a dio di non indurmi in tentazione, vuol dire che gli piace farlo… ”
      non dire stupidaggini!! era l’invariabile risposta :DD

      • marcoferro

        sembrerebbe che vogliano usare una forma di politicamente corretto anche salsa teologica…stanno alla frutta ormai. stavamo giusto aspettando papi gorgoglio con la sua ignoranza e malafede per cambiare pure la preghiera più importante del cattolicesimo.

  • Giovanni Netto

    ULTIMISSIMEEEEE (DAL GIAPPONE) DALLA (FUTURA) BARA VOLANTE CHE E’ L’F-35

    F-35 americano perde pezzi in volo sul Giappone

    https://www.defensenews.com/air/2017/12/05/f-35-loses-aircraft-panel-during-training-flight-near-okinawa/

    https://www.remocontro.it/2017/12/06/f-35-americano-perde-pezzi-in-volo-sul-giapp

    dall’articolo…..(in inglese)

    WASHINGTON — A U.S. Air Force F-35 deployed to Kadena Air Base in Japan lost a panel during a Nov. 30 training flight over the Pacific Ocean, the service confirmed Monday.

    An aircraft panel measuring approximately 12 inches by 24 inches dropped from an F-35A sometime during a “routine training mission” about 65 miles east of Okinawa, according to a news release from 18th Wing Public Affairs at Kadena Air Base.

    “The item was discovered missing by the pilot’s wingman as the fighter jets were coming in for landing” and was later confirmed missing after a post-flight inspection, the release stated. Because inspections are also done prior to takeoff, it is thought that the panel fell off sometime during the flight.

    Although the Air Force had not commented on or confirmed the mishap prior to Monday, the Japanese media has been aware of the incident since it occurred on Nov. 30. Nippon News Network featured footage of the F-35A showing the missing panel, which was then shared by aviation enthusiasts across Twitter.

  • Giovanni Netto

    https://uploads.disquscdn.com/images/aeda12fe287cdac2e1e5a5452fe2065e36f539c4e6d5e17806faa8662a7c9400.jpg

    ULTIMISSIMEEEEE (DAL GIAPPONE) DALLA (FUTURA) BARA VOLANTE CHE E’ L’F-35

    F-35 americano perde pezzi in volo sul Giappone

    https://www.defensenews.com

    https://www.remocontro.it/2

    dall’articolo…..(in inglese)

    WASHINGTON
    — A U.S. Air Force F-35 deployed to Kadena Air Base in Japan lost a panel during a Nov. 30 training flight over the Pacific Ocean, the service confirmed Monday.

    An aircraft panel measuring approximately 12 inches by 24 inches dropped from an F-35A sometime during a “routine training mission” about 65 miles east of Okinawa,
    according to a news release from 18th Wing Public Affairs at Kadena Air Base.

    “The item was discovered missing by the pilot’s wingman as the fighter jets were coming in for landing” and was later confirmed missing after a post-flight inspection, the release stated. Because inspections are also done prior to takeoff, it is thought that the panel fell off sometime during the flight.

    Although the Air Force had not commented on or confirmed the mishap prior to Monday, the Japanese media has been aware of the incident since it occurred on Nov. 30. Nippon News Network featured footage of the F-35A showing the missing
    panel, which was then shared by aviation enthusiasts across Twitter.

    parafrasando Ivanio Fossanti : IL MIO TRENTACINQUE PERDE I TOC ED …

  • Natalis

    Qui secondo me e’ in atto una lacerazione all’interno dell’elite. Per esempio repubblica e Bergoglio, notoriamente agenti di Soros e del deep-state, hanno criticato Trump per le sue uscite su Gerusalemme. Lo stesso Netanyahu ha polemizzato pesantemente con Soros in passato. Anche Obama ed altri esponenti politici di primo piano come John Kerry o l’ex-presidente Carter hanno criticato Israele anche accusandolo di essere di fatto un regime di apartheid. Chissa’ se e’ solo un gioco delle parti o qualcosa sta davvero bollendo in pentola.

    • Ronf Ronf

      Notare che il Likud di Netanyahu sta con Orban e i tizi di Visegrad contro Soros

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.