Assisteremo al rassicurante spettacolo distopico, figlio del caos di anime nere a cavalieri di ventura

Di Mauro Bottarelli , il - 62 commenti


Mentre scrivo a notte fonda, dopo un paio di giorni di assenza forzata, l’Hotel Intercontinel di Kabul è sotto attacco terroristico in grande stile: sono almeno 15 le vittime accertate e testimoni oculari parlano di persone gettate vive dalle finestre. Macabro rituale ma non nuovo: nei territori gestiti e controllati dal Califfato, questo era il destino che attendeva gli omoessuali. In quel caso, radunata la folla sotto il palazzo, venivano gettati dall’ultimo piano. Come monito e pena esemplare. Sarebbero stati in quattro, con ogni probabilità kamikaze, a sparare su clienti e personale dell’albergo, due dei quali uccisi dalle forze speciali entrate in azione: dinamica anche in questo caso non nuova. Dal Mali alla Turchia. Paese quest’ultimo che, quasi in contemporanea, ha lanciato un’offensiva contro i curdi siriani nell’enclave di Afrin, da dove nel tardo pomeriggio di ieri si alzavano alte colonne di fumo per i colpi dell’artiglieria.

Il presidente Erdogan, nell’ufficializzare il via all’operazione “Ramoscello d’ulivo” (di certo non difetta di senso dell’umorismo), ha confermato che subito dopo toccherà al distretto di Manbij, verso il confine iracheno, fare i conti con Ankara: scopo dell’operazione, “porre fine alle atrocità poste in essere da Ypg e Isis nell’area”. Lo stesso Ypg che si è mostrato alleato fedelissimo degli USA, da cui hanno ricevuto supporto e armamento in grande stile, il tutto proprio mentre Ankara partecipava al piano di pace parallelo per la Siria di Astana con Iran e Russia e, da membro NATO, acquistava batterie anti-missile S-400 da Mosca. La guerra, laggiù, non è affatto finita. Mentre la stessa guerra, sporca e destabilizzante, in Afghanistan è appena ricominciata. Chissà cosa ne penserà Mike Pence, da un po’ di tempo decisamente di casa a Kabul e dintorni.

E mentre il mondo, nei suoi angoli più caldi, brucia, cosa accade negli USA? Questo:


ovvero, da un lato lo Stato si blocca, a causa del muro contro muro fra Repubblicani e Democratici, garantendo l’headline su telegiornali e stampa, mentre dall’altro cominciano a diventare “normali” manifestazioni in cui si mette in dubbio la mascolinità eterosessuale. Direte voi, cosa c’entra tutto questo? Quale nesso esiste, se mai ne esistesse uno? Sempre lo stesso: mascherare con crisi ufficiali e, di fatto, innocue (quello in atto è infatti il 18mo shutdown della storia, non mi pare i precedenti abbiano portato con sé sfaceli e tragedie tipo cavallette), il mega-esperimento sociale in atto negli Stati Uniti. Se infatti queste tabelle


ci mostra come la crisi da abuso e dipendenza da opiodi stia ormai colpendo anche i millennials e i dati del Bureau of Labor Statistic ci dicano come la crisi da Fentanil stia ormai colpendo al cuore la società statunitense, con i casi di overdose sul lavoro passati da 165 del 2015 a 217 del 2016, un incremento del 32%, ecco che questi due grafici


ci mostrano come casualmente l’Ohio che mette in discussione addirittura la “mascolinità bianca” sia proprio il fulcro del disagio da tossicodipendenza, uno Stato-zombie insomma. Ma, accidenti, tremendamente all’avanguardia sul fronte dei diritti. Tutto, soltanto un caso? Ma si sa, quando hai altre priorità – ad esempio il Russiagate -, puoi fare a meno di farti troppe domande. E pensate che la questione sia meramente statunitense? No, in sedicesimi (almeno per ora), riguarda anche noi. Guardate qui,



quali sono le priorità, ovviamente tutte in chiave elettorale: interferenze russe, fascisti e fake news, con il ministero dell’Interno che addirittura si inventa per il periodo precedente alle urne il “bottone” anti-disinformazione che garantirà alla polizia la possibilità di decidere autonomamente cosa bandire e cosa no dalla Rete. Il tutto, in nome della libertà d’espressione e della lotta alle bufale (e al fascismo): siamo alla DDR ma senza le garanzie sociali che questa almeno garantiva ai suoi cittadini. Siate pronti a sentire suonare il campanello di casa all’alba, se andate un po’ troppo fuori linea nei vostri commenti?

Ad esempio, se fate notare questo:


la civile Svezia ripropone infatti ai proprio cittadini brochure da tempi di guerra, con istruzioni per la sopravvivenza: ovviamente, la grande stampa che ha offerto contezza della notizia ha sottolineato come il tutto sia da legare all’espansionismo russo verso Baltico e Scandinavia, mentre in patria quale sia l’intento appare palese: la situazione nelle cosiddette no-go areas – negate fino a ieri dal governo – dei grandi centri urbani è talmente fuori controllo da evocare, ufficialmente, scenari (e necessità) da guerra civile. Dichiarata.

Ma paradossalmente, parlando di Europa, a far paura dovrebbe essere in realtà quanto sta accadendo dietro le quinte nel “motore” ormai inceppato del Continente, per decenni centrale operativa della CIA in nome del prezzo da pagare come risarcimento alla Seconda Guerra Mondiale e ora ruota di scorta del neo-europeismo da Dipartimento di Stato di Emmanuel Macron, l’uomo che negli utimi due giorni ha imposto la sua legge a Gran Bretagna e proprio Berlino, spacciandola sotto il nome di Trattato. Ecco cosa è accaduto in Germania negli ultimi giorni:



mettete in fila, associate, date un senso di continuità a questo tracollo sociale verso lo status di Ohio d’Europa alla nazione più potente dell’UE fino all’altro ieri e capirete cosa si nasconde sottotraccia. E, soprattutto, dietro certi spauracchi ormai sempre più palesemente strumentali. A cosa stiamo andando incontro? A quali società? Ma, soprattutto, a quale parte del guado le elites ci hanno già portato, quasi senza che ce ne accorgessimo realmente? Al caos, bellico, geopolitico o sociale che sia: il caos totale, il tempo delle anime nere e dei cavalieri di ventura. Normalizzato, per quanto riguarda l’Italia, dalle prospettive del voto, del sublime e supremo esempio di cittadinanza attiva, di suffragio universale, di democrazia compiuta.

Con la polizia che setaccia la Rete per censurare e criminalizzare chi osa scrivere qualcosa di fuori linea, mentre il Paese è in mano al degrado e alla criminalità, con baby-gang stile “Arancia meccanica” ed esempi di follia collettiva o personale che ci mostrano l’applicazione pratica del principio di alienazione indotta del potere. Per mesi ci hanno venduto la favola da Dottor Stranamore dell’incubo nucleare coreano: e ora? Bastano i Giochi invernali di Seul per vedere addirittura le due Coree sfilare sotto una stessa bandiera. Pace fatta, tutto finito. E’ bastato l’hockey su ghiaccio, dove aveva fallito la diplomazia e la minaccia del “day after”. Benvenuti nel mondo distopico. E non dite che non vi avessi avvertito in tempo.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • marcoferro

    l’europa sta diventando l’unione sovietica di un tempo. dove una cricca di burocrati non eletti da nessuno si scambiano posti di comando e si auto-referenziano l’un l’altro sempre più mal sopportati dai popoli. mentre il pensiero unico imperante non accetta contraddittori, ne altre forme di pensieri discordanti dal politicamente corretto. stiamo andando e ci stiamo facendo portare verso una deriva totalitaria, in una società sempre più liberticida. con la sgradevole sensazione che il peggio debba ancora arrivare. ma spero di sbagliarmi, poi nonostante questo però la gente è sempre più incazzata e nauseata. prima o poi la corda si spezzerà. intanto pandora tv ha detto che i coreani del nord si aspettano una invasione da parte dei merighi entro breve, con questi ultimi che si stanno esercitando alla nei tunnel….mah….

    • cagliostro

      Gli ammeri-cani sono bravi solo nei film,
      E la corea non è l’iraq ne l’afganistan, dove con qualche drone fanno migliaia di vittime sprattutto innocenti,

      • giuseppe

        …bravi nei film? Bravi nel manipolare le menti (loro e nostre)

        • cagliostro

          Ammesso e non concesso.

      • Nieuport

        La Corea non è l’Afghanistan, ma tosto come l’Afghanistan, “cimitero degli imperi” non c’è nessuno. Senza aerei, senza droni, senza cannoni, resistono da 17 anni. Magari a molti non piaceranno, ma militarmente, onore e gloria ai Talebani!

        • cagliostro

          È vero l’afganistan è ostico, ma sono zone teibali, e come la storia insegna sovente si fanno guerra le une con le altre e sono molto sensibili alla corruzione, i coreani sono di un altra pasta.

      • marcoferro

        si concordo, sempre se poi la notizia fosse vera…

  • giuseppe

    …quindi egregio (come si usava una volta) sig.Bottarelli…come opporsi a tutto ciò? Scappiamo su un’isola deserta? …mm…siamo in troppi…

    • alex

      Reagire, fare cose diverse dal secolo passato, impostare la propria vita sull’individualismo costruttivo e associarsi sulle singole idee e non per il potere dei partecipanti. Sicuramente ci sarà bisogno di eliminare tante resistenze e non tutte (anzi poche), democraticamente e senza sangue e merda. Quando stai affogando (senza saper nuotare), non serve cercare di leggere la marca del salvagente, per vedere se è di questo o quello stilista. Un sano esame di coscienza, astenendosi dalle furberie (patrimonio italiano), paraculaggine, tradimento a go-go.
      Scusatemi, mi sono svegliato.

  • Rifle

    Per l’Italia il disfacimento comincerà dopo il 4 marzo.

    Dopo le elezioni il periodo di grazia “concesso” dall’UE all’Italia terminerà e comincerà a pretendere un serio adeguamento alle sue regole e una riduzione del debito.

    L’Italia dovrà scegliere tra
    1) obbedire = patrimoniale, riduzione pensioni, licenziamento di dipendenti pubblici = caos sociale
    2) non obbedire = spread alle stelle = default incontrollato = caos sociale.

    In tutti e due i casi saranno dolori.

    • deadkennedy

      anche per gli altri… in ogni caso se cadiamo noi cadono anche i vicini

    • Soap&Rope

      Credo che anche a te siano chiare le ragioni delle mosse da suicidio politico (apparente) compiute dalla sx. in questi mesi….

      • Epiphanius

        Questa è una ipotesi che non avevo considerato e che è molto sottile e verosimile. Tanto in caso di “troika” otterranno qualche poltrona importante, in caso di “inciucio” col Cav. idem, guadagneranno poltrone di Dicasteri, posti da Sottosegretario e via dicendo. Inoltre, come già visto a Roma, non essere in prima fila quando tocca sbrogliare matasse complicate può servire.E coi media saldamente al tuo fianco spolpare l’incauto avversario, per di più con la pacca sulle spalle l’attiva collaborazione che giunge da Bruxelles, diviene semplice.

        • Soap&Rope

          Intendiamoci, non vedo Renzi, Del Rio, Manconi & Co. aventi una visione strategica così amoia; è già molto se sanno dove abitano senza consultare i loro documenti,… a mio avviso questa strategia è decisa dietro le quinte e loro ne sono solo gli utili idioti.
          Ma nemmeno Salvini e Meloni li vedo minimamente in grado capaci di maneggiare la patata bollente che gli attenderà loro il 5 Marzo….
          Poi l’ammucchiata con il Cav., ha tolto in me ogni residua speranza.
          Che vadano al diavolo anche loro; anche se temo che a causa loro sarò io ad andarci per primo.

    • sfracellone

      L’importante è che la patrimoniale cominci dai grandi patrimoni e non si verifichi come per le pensioni ( ci sono andate di mezzo esclusivamente quelle piccole.)
      Se vogliamo evitare una guerra civile occorrerà prevedere, oltre la patrimoniale, la confisca per corruttori e corrotti.

    • Epiphanius

      Andrà proprio così.
      Come in ogni epoca della storia coloro che aspireranno alla libertà, ma non in Italia, dovranno sudarsela. Solo che qui il corollario di condizionamento e psyops è assai articolato e, quello sì, FUNZIONA BENISSIMO.
      Gli altri continueranno a pensare di essere liberi, andranno a pseudo eventi privi di senso ed efficacia tipo marcia per le donne, gay pride, Vaffa Day (altro gradino della “costruzione” di un qualcosa che oggi sposta gli equilibri politici in Italia almeno di facciata, per canalizzare quel che p meglio canalizzare).
      O ancora, la classica fiaccolata contro questo e quello..Si legge addirittura di fiaccolate contro tentativi di stupro, con titolo di giornale “Ragazza molestata, scatta la fiaccolata”; cosa pensino di ottenere con una fiaccolata non si sa. Tanto vale andare in processione e pregare Dio, magari funziona meglio.
      Per la scelta 2) servirebbe un popolo sufficientemente coeso, convinto e disposto a soffrire. Tipo gli inglesi sotto i bombardamenti e col blocco navale. Forse tipo i boliviani che han scelto in massa di non andare in una certa catena di fast food prediligendo cibi locali.
      L’Italia di MTV, Dance Dance Dance, del Grande Fratello VIP, dei partitini messi su all’ultimo per operazione mediatica e di “stampella” PD (vgs. Bonino e Grasso), questa Italia dei social, del gossip, dei talent show, della corsa agli pseudo eventi di massa tipo Vasco o passerelle di Christo sul lago, oppure di altre forme d’influenza pseudo culturali e intellettuali non mi pare sia in grado di mostrarsi combattiva VERSO NULLA.
      Anzi l’astensione sarà alta perchè il sentimento delle persone è ripiegato nel “particulare”, nell’individuale. Nessuno di costoro ha chiare le radici dei problemi e le possibili regìe. Non votano poi si lamentano.
      In ogni caso saranno dolori.

    • ufo

      concordo , solo che nel primo caso i responsabili su cui ricadranno le proteste e le inevitabili violenze saranno i nostri politici ( ci sarà da divertirsi ) , mentre nel secondo l’obbiettivo delle proteste saranno le elite che comandano l’europa.
      Il prossimo governo farà da parafulmine o scarichera l’europa ?
      Certo che saranno dolori comunque vada , ma la pellaccia dei politici a questo giro è in gioco.Siamo sicuri che se la Grecia dopo il referendum avesse appoggiato la linea di Varoufakis avrebbe visto le sue condizioni peggiori di quelli attuali ? Il mondo è diviso in due se ti chiudono la porta in faccia , saranno ben lieti di accoglierti nell’altro emisfero, che è perfettamente in grado di fare a meno dell’altra metà.

    • Non credo licenzieranno dipendenti pubblici, piuttosto faranno andare la polizia in bici e i carabinieri a piedi ahahhaahh.
      In ospedale pagherai anche l’acqua del rubinetto piuttosto che licenziare una delle 20mila guardie forestali della Sicilia ahahahah
      Nessun caos sociale finché gli italopitechi vivranno nel caos mentale odierno.
      Il nuovo schiavo procede ordinato al macello tutto preso dai suoi pensieri ihihihi

      • nemo_propheta_in_patria
        • La realtà supera la fantasia, io la municipale (le vere forze del male ahahah) la manderei in giro in ginocchio sui sassi (i ceci me li mangio).

          • Sassi spaccati con la mazza, mi raccomando, non ghiaia arrotondata.

      • Epiphanius

        Ieri ho Il Tempo e Il Messaggero con cronaca di Roma. Roma ha problemi di buche, problemi di tenuta degli ospedali, argini del Tevere invasi da insediamenti abusivi. Tra le varie notizie lette – avendo tempo a disposizione – anche 14 ciclomotori bruciati a Talenti in un rogo verosimilmente doloso (è un quartiere discreto peraltro) e una 50ina di cassonetti di cui il Municipio competente segnala il rogo nella zona Portuense, solo nell’ultimo periodo. In prima pagina foto di vigili che tappano buche con il catrame, causa forza maggiore e inazione delle ditte manutentrici. Al Sant’Eugenio la cronaca de Il Tempo, mi pare, riporta disagi, incuria, attese notevolissime per i pazienti. Roma è lo specchio di buona parte del resto.

        Nella cronaca di un giornale free press del IX Municipio si susseguivano invece notizie di scippi in centro storico, risse tra “senza fissa dimora”, aggressioni a turisti o lavoratori stranieri (calci, ombrellate, ecc.) per sottrarre smartphone o catenine, taccheggio nei negozi. Un susseguirsi di furti e aggressioni e arresti dei Carabinieri. Riporto i titoli de Il Caffè di Roma, Settimanale della Capitale: “In molte strade del IX Municipio. Troppe buche: limite portato a 30 km/h”. “Testaccio. Rubavano giubbotti in discoteca: denunciati” (18enni romani), “Arrestato rapinatore seriale di smartphone e tablet” (non precisato), “Prenestina 3 Arresti, 14 kg di droga sequestrata”, “15 Daspo nella zona della stazione” (da immaginare l’efficacia…), “Centocelle.Fallisce rapona in farmacia con mazza da baseball”, “Tre rapine in pochi minuti: tre arrestati” (2 egiziani e 1 17enne romana), “Trastevere. Minaccia con la bottiglia e rapina 2 cellulari” (cittadino nordafricano) “Violenta lite sul tram 14, un arrestato” (due senza fissa dimora, rumeno ed albanese, oggetto della lite dieci euro negati), “C.so Vittorio Emanuele, Turisti denunciano autista scorbutico” (era al cellulare durante la guida, urlando al telefono, ed è stato ripreso da “dueturisti milanesi”, “il veicolo accellera e frena bruscamente ai semafori”, viene chiesto all’autista di interrompere la telefonata, risposta “Fatevi i fatti vostri”; “all’insistenza delle persone a bordo, il conducente ha attaccato il telefono e rallentato la velocità a pochi chilometri all’ora, fischiettando per tutto il tragitto”.
        Ancora: “Rissa e lesioni, arrestati due clochard”, “Calcio in pancia al turista per rubargli la catenina d’oro” (29enne libico), “Termini. Straniero ferito alla gamba, forse da un colpo di pistola” (ecuadoregno), “Stazione Ostiense. Rapina tra poveri. Due arrestati” (due marocchini, entrambi senza fissa dimora e con precedenti penali), “Via del Corso: ubriaco, picchiava i passanti” (30enne vestito con tuta mimetica e capelli rasati ai lati, in evidente stato di ebbrezza; nazionalità non precisata), “Allaccio abusivo di corrente: arrestato 38enne” (rumeno).
        “Altra tragedia sfiorata. Ancora un albero crollato su un’automobile. Il guidatore è rimasto ferito”. “Case popolari vendute o usate come casa chiusa”

        Il collasso è vicino o lontano? Sarebbe davvero utile avere una risposta attendibile.
        Comunque è vero, ben detto, nessun caos sociale, perchè il caos è mentale.

        • Come puoi vedere ancora poco per svegliare il nuovo schiavo.
          Il caos mentale del piteco è ancora predominante. Quando si sveglierà sarà illuminato dai lampioni…… Ihihihihih abbi fede

    • what you see is a fraud

      Io vado per non obbedire e il default ! Poi La UE di Merda che fara’ ?

  • Natalis

    E mentre le donne marciano nel primo anniversario dell’inizio della presidenza Trump ecco che Bergoglio pronuncia per la prima volta la parola “femminicidio”, tutte coincidenze naturalmente.

  • johnny rotten

    Gli ultimi trent’anni di storia italiana sono emblematici di cosa stia realmente accadendo alla cosiddetta società occidentale, abbiamo visto in concreto verso quale deriva ci stanno portando gli eventi, tutto è partito dalla separazione della banca d’italia dal potere politico, ceduto ai privati del fantomatico governo dei mercati, che in realtà non sono proprio un’entità eterea e imperscrutabile, quanto un gruppo ben preciso di persone con interessi altrettanto precisi e misurabili, che ora governano tutta l’economia e la politica che da essa discende, l’obbiettivo quasi raggiunto, il guado di cui parla Bottarelli, di eliminare la forma di stato-nazione in vista di un governo di oliogarchie, che così hanno sottratto ogni potere decisionale alle rappresentanze democratiche, quindi il futuro (prossimo) è quello di essere alla mercè di tali oligarchie che possedendo le banche centrali possono governare il mondo (occidentale) come faceva l’Imperatore Romano un tempo, pollice verso o pollice all’insù, decidendo sulle sorti di un miliardo di persone, che stupidamente nutrono ancora il mito di vivere in società democratiche e vanno tutti in fila a porre una ics sulla scheda elettorale, di cui ancora troppo pochi forse hanno capito non solo l’inutilità ma anche l’inganno, però il guado non è stato concluso e allo stato-nazione non sono ancora riusciti ad opporre un adeguato sistema politicamente strutturato di governo, il caos è l’unico risultato possibile, al quale il NWO sarà costretto rispondere con un sistema fascista sovranazionale, che genererà, almeno si spera, risposte altrettanto dure da parte delle vittime designate, in un andirivieni di un conflitto che in realtà è vecchio quanto l’uomo stesso, risolto solo poche volte ma temporaneamente in attesa dell’ennesimo ribaltamento.

    • maggioranza_silenziosa

      Ti consiglio “Il tramonto dell’Euro” di Alberto Bagnai.
      Spiega bene cosa è successo negli ultimi 40 anni,

      • johnny rotten

        Seguo Bagnai da anni ma non ho letto il libro, grazie per la segnalazione.

        • Verklarte

          La continuazione è “L’Italia può farcela” scritto due anni dopo nel 2014, due letture da consigliare soprattutto a chi vuole Gli Stati Uniti d’Europa. Ma nell’ultima intervista a Messora Bagnai è molto pessimista. In quattro anni molte cose sono cambiate.

      • sfracellone

        Purtroppo il Britannia non è affondato.

    • Antonello

      Finira’ in guerra..

      • sfracellone

        Prima o poi ci sarà anche questo errore fatale.
        Al presente, paradossalmente, è proprio la bomba atomica che impedisce di fatto una guerra mondiale.

        • Antonello

          Penso che questo schifo odierno non sia casuale, fara’ da giustificazione alla grande guerra futura.

    • sfracellone

      Forse tutto terminerà con la santificazione di qualche Banchiere centrale.

    • BomberPruzzo

      Tutto vero e magari ci si limitasse ad un semplice cambiamento di padrone e di forme di governo e controllo. Il dramma è che l’obiettivo è il cambiamento e demolizione sociale e psicologica dei popoli e per la precisione di quelli appartenenti alla razza bianca ormai fatti vivere all’interno di una società schizofrenica dove è bandita persino la logica alla faccia di chi vede questi mutamenti come dovuti al “caso” e al naturale evolversi delle cose

  • nathan

    Al netto dei gusti di chi vorrebbe una realtà differente magari ferma al 1980, ogni epoca non è stata uguale alla precedente, per quale oscuro motivo questa sarebbe dovuta rimanere invariata e durare all’infinito?
    Metteteci anche l’incognita della dipendenza tecnologica, la fruibilità collettiva di dati per un bacino in continua espansione che li legge come gli pare, compresi i cuccioli di essere umano e arriverete alla conclusione che l’elite che controlla il comportamento di tutti, è solo nella mente di qualcuno.
    Si chiama geopolitica, di quello che fate, dei vostri gusti e dei complotti da settimana enigmistica, non frega un cazzo a nessuno.

    • donato zeno

      1984

    • Non direi dei “burattinai”, ma piuttosto leader “rodeisti”, che cercano di cavalcare l’onda del cambiamento, spingendola nella direzione da loro voluta.
      Non ha mai funzionato, sono troppe le incognite, ma stavolta grazie a qualche computer del cazzo e agli “esperti” ( che in passato non c’erano) sono convinti di riuscirci.
      Finirà malissimo.

      • nathan

        “Finirà malissimo”

        Esatto.

  • RC18

    Profetico un filmetto di serie B con S.Stallone – Demolition Man – l’unica differenza?
    Non ci sarà nessuno da scongelare.

    • nathan

      “Non ci sarà nessuno da scongelare.”

      Sottovaluti il cavaliere..

      • RC18

        Ti riassumo brevemente la trama.
        In una società futura fatta di mammolette in cui il dire le parolacce è il peggior crimine che si possa fare, d’un tratto compare un cattivone vecchio stampo, che invece di limitarsi a dire parolacce si mette ad ammazzare la gente.
        Siccome le mammolette non sanno come reagire, scongelano (era stato condannato a congelamento per un ipotetico crimine) S. Stallone, un poliziotto anche lui vecchio stampo, preparato a fronteggiare il cattivone vecchio stampo.
        Ora io volevo dire che nel futuro, quando le gli snowflakes si troveranno a fronteggiare i veri cattivi, non ci sarà nessuno da chiamare per risolvere quello che per loro è irrisolvibile, dato che con le manifestazioni citate nell’articolo di Bottarelli li avranno fatti estinguere.
        Ora ti chiedo: in tutto questo il cavaliere cosa centra?

        • nathan

          L’ho visto il film amico, solo che per qualche arcano cavillo mediatico non riuscivo a risponderti, mi bannavano il messaggio;)
          Ero ironico, c’è chi ha Sivester Stallone e chi al massimo, Silvio.

          • RC18

            Ok, correggo la frase iniziale: non ci sarà nessuno da scongelare per l’intento.
            Riguardo al problema spam, credo dipenda dalla frequenza in cui apporti correzioni ai messaggi, a Disqus non piace tanto.

        • Va specificato il dettaglio non da poco che il “cattivo” viene scongelato per trama del capo ( tipo Soros ) che trama per avere una società di ubbidiente formiche – la cosa sfugge di mano al Soros . https://m.youtube.com/watch?v=w-6u_y4dTpg

      • Sandro B.

        Lo associerei di più a “La Mummia”….:-)

        • Soap&Rope

          Ti sbagli…… quella è la Bonino.

  • eusebio

    In Germania stanno andando veloci verso il definitivo collasso della sinistra, con la SPD scesa sotto il 20% nei sondaggi ed un prevedibile crollo degli iscritti.
    La destra tedesca è emersa troppo tardi ma probabilmente se riuscirà a esplodere presso le masse operaie dei lander occidentali terrorizzate dall’avanzante crollo dell’ordine pubblico salirà sopra il 30% in poche settimane.

    • nemo_propheta_in_patria

      Illuso

    • HECUBA REGINA

      La SPD inizialmente aveva detto che non avrebbe rifatto il governo di coalizione con il partito di Angela Merkel e che non la avrebbe supportata per il cancellierato. Adesso invece i 2 compari stanno trattando a oltranza, proprio perché hanno visto quello che è successo dietro l’angolo di casa, in Austria, e sanno che se si dovesse tornare alle urne per loro è Game Over, o meglio Kaputt.

  • Verklarte

    E dire che in questo quadro desolante di cupo ma realistico pessimismo c’è qualcuno che sogna il futuro del continente come una ragazzina di altri tempi il principe azzurro. E’ con questi belli addormentati che l’elettorato italico si dovrà confrontare e sceglierà di sognare, come il cazzaro. https://uploads.disquscdn.com/images/f95625e4e1a1433f7f7e1a8aa04dfe54c62f463da3f34f776a271558ab40b5d4.jpg

  • Max Hurr

    Ho pensato fin dal primo momento che Macron è il classico prodotto di laboratorio creato essenzialmente per far tenere ancor di più la barra a dritta di un’area euro con in mente una certa roadmap . Riguardo ai coreano , mi pare che fosse molto preoccupato anche Zar Putin , per cui non credo proprio che la situazione sia stata costruita a tavolino, a meno che non si pensi che anche Putin sia uno schiavetto del Sistema che dirige il mainstream.

  • what you see is a fraud

    Grande ” assist ” di Zerohedge a Salvini .
    https://www.zerohedge.com/news/2018-01-21/italy-embracing-populism-major-headache-europe

    citazione “Either way, though, Leag Norda becoming a real political force in Italy spells real trouble for a European Union and the Troika. Salvini is advocating the opposite of the plans favored by the power elite in Europe.

    Cut taxes, stop immigration and bring the Italian middle class back into the mix. The problem is that Germany favors a strong euro over a weak one. It gives them a massive advantage over the rest of Europe. It drastically over-values non-German European labor on the open market, retarding investment and trade. While Germany’s industrial base is strengthened comparatively.

    And so, Salvini and Berlusconi, if they win, will have to then sell this idea of Germany using the euro to trap Italy, like Greece in a death spiral, for the next generation if not longer. ”

    In ogni modo , se la LEGA Nord diventa una reale forza politica in Italia significhera’ grossi problemi pe la UE e la Troila . Salvini propugna l’opposto dei piani favoriti dalla ” elite ” al comando in Europa .
    Tagliare le tasse , frenare l’immigrazione e aiutare la classe media . Il problema e’ che la Germania favorisce un euro forte invece di uno debole . Gli assicura un vantaggio massiciio verso il resto dell’Europa . Sopravvaluta drasticamente il valore del lavoro
    dei non tedeschi sul libero mercato , ritardando investimenti e scambi . Mentra la base l’industriale viene rafforzata in modo comparativo .
    Quindi Salvini e Berlusconi , se vincono, dovranno vendere questa idea che la Germania usa l’euro per intrappolare l’Italia . come la Grecia nella spirale della morte, per la prossima generazione se non di piu’ .

    • Flavio Bosio

      Lo sai si, che i tedeschi hanno già un piano B per sbatterci fuori dall’Euro…
      E che con una liretta svalutata dell’80% (perché quando i nodi vengono al pettine vengono tutti assieme, debito pubblico, Target2 e compagnia bella) si comprerebbero quel poco che ancora resta da comprare con una pipa di tabacco.
      Liberissimo di simpatizzare e votare chi ti pare ma poi non tornate piangendo…

      • what you see is a fraud

        Se ci buttano fuori ci fanno un favore . Essere nella UE e’ un handicap con le merde al potere nella UE che sono li ancora oggi .
        Informati sul grande disastro organizzato dalla famosa Kulona che sta distruggendo l’Europa con l’emigrazione di milioni di non integrabili . La liretta non e’ piu’ in circolazione perche’ un ex “brillante ? ” (sarcasmo qui ) ex Primo ministro la ritiro’ tutta le lire e non sono piu’ incorso legale . Invece in Germania il Marco si puo ancora usare per pagamenti cosi che , se domani , la Germania vorra’ ritornare al marco dovra’ solo legiferare che dalla data X L’euro non avra’ piu corso legale e quindi il marco diventera’ la valuta principale .
        Come ho spiegato in passato , Il debito enorme che abbiamo e’ la ragione per cui teniamo la UE dalle palle . Se noi dichiariamo defautt , la UE va nel cesso . Ricorda che se tu devi 100 mila euro alla banca sono cavoli tuoi , ma se tu devi 500 milioni sono cazzi della banca !
        Dopo che saremo buttati fuori dalla UE di merda dovremmo dichiarare “Default ” e mandare a gambe all’aria la UE dei pedofili , dei froci , dei traditori con doppio passaporto , amici dei selvaggi non integrabili , e amici dello stato canaglia numero uno .

        • Flavio Bosio

          Sinceramente non mi sfiora, dentro o fuori non ho debiti, non ho crediti, non ho euro (ok qualcosina poca roba..) ho solo tantissimo oro 😉

          • what you see is a fraud

            Beato te che hai il giallo !

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.