Bundesbank: “Salari bassi in Germania? Colpa dei migranti europei”. Esempi di europeismo.

Di Maurizio Blondet , il - 56 commenti

Come abbiamo riportato,

La Germania realizza il surplus di bilancio più grande del mondo

la Germania  nel 2017 ha di nuovo registrato il più grosso attivo del mondo nell’export: 287 miliardi di dollari. Il secondo massimo esportatore,  la Cina, ha un attivo meno della metà, 135 miliardi di dollari. Ed è la seconda volta di seguito che Berlino ha questo colossale attivo.  Questa eccedenza (7,6%  sul Pil)  è enormemente squilibrata  anche   per le “regole” UE: non dovrebbe superare il 3%, misura poi portata al 6% perché  la Germania  è più uguale degli altri nella Fattoria. Ciò, sarebbe in base alla stessa “regola” per cui all’Italia si impone  non sforare il deficit sul Pil del 3%. A noi, aspri rimproveri e avvertimenti minacciosi, anche se da un decennio stiamo (come pecore) dentro il 3%; con la Germania,  la UE chiude un occhio. Anzi due.

Ma evidentemente, qualche voce tedesca si è levata a porre il problema: come mai,  con questo enorme attivo, i salari germanici sono così bassi? Non sarebbe ora  di aumentarli?

Ed ecco la risposta del noto Jens Weidmann, il presidente della Bundesbank: “L’immigrazione da altri stati membri della UE è in parte responsabile della pressione sottotono  (sic)  dei salari in Germania”.  Capito? Colpa degli immigranti. E non di quelli asiatico-africani che la  Merkel ha chiamato a milioni, no: la colpa è degli stranieri europei, i bianchi polacchi, ucraini, italiani, spagnoli, che accettano salari bassi – per cui è colpa loro se paghiamo poco voi tedeschi.

Questo è l’ “europeismo” vigente a  Berlino.  Mi raccomando, votate “Più Europa”.

Weidmann ha  anche difeso le eccedenze mostruose  della bilancia commerciale tedesca: “non si può vedere il surplus tedesco isolato, ma bisogna considerare la zona euro nel suo insieme, la cui bilancia commerciale accumulata è molto lontana dal surplus tedesco. Il marcato aumento del recente avanzo è stato causato dai bassi prezzi del petrolio e delle materie prime e dall’euro relativamente debole. Inoltre, l’aumento dell’eccedenza riflette la politica monetaria molto allentata nell’area dell’euro”.

Provo a tradurre: per Weidmann, anche il surplus tedesco è colpa degli altri europei: importano troppi beni tedeschi; fanno allegramente deficit, i farabutti; e comprano a man bassa le nostre merci,   questi disonesti,  perché la BCE fornisce loro denaro sottovalutato.

Ovviamente i salari bassi, e  quelli bassissimi di cui si contentano i 2,7 milioni di lavoratori “stranieri” (ossia della UE)  sono una delle ragioni dell’eccessivo attivo all’export tedesco. Ma state tranquilli, lavoratori di Germania, Berlino  non ve li aumenterà; anche perché ne godrebbero anche i 2,7 milioni di “stranieri”.

E per proseguire nell’invito di “Più Europa”:

La  UE ha chiesto a Draghi di uscire dalla lobby bancaria.

“E’ ora che il presidente  della BCE lasci il G30. L’indipendenza della BCE è a rischio se continua ad essere un membro fisso di forum non  trasparenti con i leader della finanza mondiale”: ha parlato chiaro l’eurodeputato Sven Giegold, un verde tedesco.  Così apprendiamo che Mario Draghi, il venerato maestro degli europeisti, partecipa alle riunioni del Gruppo dei Trenta,  la superlobby bancaria –  una lobby che  si riunisce a porte chiuse per far pressione sulla Kommissione UE  – e che comprende anche le banche attualmente sotto la supervisione diretta della BCE.

EU verlangt Draghis Austritt aus Banken-Lobbygruppe

Un piccolissimo conflitto d’interessi.  Mario Draghi è un banchiere privato o “pubblico”? a voi la risposta, europeisti.  Tra i membri più noti   del G-30:  l’amministratore delegato del Credit Suisse Tidjane Thiam, il presidente del consiglio di amministrazione UBS e l’ex presidente della banca federale Axel Weber, il vicepresidente del Black Asset Manager degli Stati Uniti Black Rock Philipp Hildebrand e il presidente della Federal Reserve Mark Carney.

Adesso Emily O’Reilly, la ombdusman del Parlamento Europeo, un’irlandese, ha chiesto  formalmente a Draghi di “sospendere” la sua partecipazione alla lobby dei banchieri.  Draghi ha fatto rispondere, tramite il portavoce, che “la banca centrale ha preso nota delle raccomandazioni del Mediatore e che avrebbe risposto a tempo debito”.  Insomma se ne fa un baffo, il venerabile europeista colluso con le banche. Sa benissimo cosa conta l’europarlamento.

Sempre nella scia di “Più Europa”:

L’Austria istituisce una forza di frontiera contro i migranti

Il nuovo ministro degli Interni austriaco Herbert Kickl dell’FPÖ ha annunciato la costituzione di una propria unità di guardia di frontiera. Questo dovrebbe essere in grado di istituire barriere e controlli alle frontiere dell’Austria entro poche ore, ha detto Kickl giovedì “Tiroler Tageszeitung”.

E’ la risposta del nuovo governo austriaco ad un incontro del premier Kurz con la Merkel, avvenuto il 17 gennaio, in cui la cancelliera ha premuto ancora  una volta per la “redistribuzione dei rifugiati  nella UE”.  Con toni minacciosi: “La Merkel ha detto che avrebbe “osservato” il lavoro della FPÖ  (il partito sovranista)  nel nuovo governo più di quanto avrebbero fatto gli altri governi, ed ha intimato: “l’Austria “misuri le sue azioni”.

Kurz ha replicato fra l’altro  che l’Austria non può essere accusata di essere “non solidale” perché ha il secondo maggior numero di richiedenti asilo   rispetto alla Svezia in termini di popolazione.

Giusto,   guardiamo alla Svezia, “più-Europa”:

La Svezia sta considerando l’uso dell’esercito contro le bande criminali”

L’esercito dovrebbe portare l’ordine nei quartieri degli immigrati  di colore, dove la polizia non osa più entrare.

“Nel recente passato,  si sono moltiplicati i casi di  saccheggio   e gli  attacchi di migranti nelle stazioni di polizia in Svezia”, scrive DWN:   “Lo scorso mercoledì una bomba a mano è esplosa davanti a una stazione di polizia a Malmö, come riporta BZ. Prima, il 29 dicembre, una macchina della polizia parcheggiata di fronte a una stazione di polizia a Malmö è stata fatta esplodere. Dopo un presunto attacco incendiario a una sinagoga di Göteborg e un discorso di odio a Malmö, il primo ministro Stefan Löfven teme un pericoloso antisemitismo nel suo paese. ”

Per la criminalità organizzata islamista non si faceva niente, ma per “l’antisemitismo” la Svezia schiererà l’esercito.  “Non sarebbe la mia prima scelta”, ha detto il premier, ma “l’anno scorso ci sono state 300 sparatorie, 40 persone sono state  assassinate … vediamo criminali privi del minimo rispetto per la vita umana”.

Svezia. Dinamico paradiso multiculti

Jimmie Akesson, il capo dei Democratici Svedesi (partito anti-UE) ha aggiunto in Parlamento: “C’è chi viene ucciso nelle pizzerie, c’è chi viene ucciso da bombe a mano trovate per la strada. Questo è nuovo in Svezia: il nuovo eccitante, dinamico paradiso multiculturale che tanti di voi in quest’aula avete tanto lottato per creare”.

https://www.zerohedge.com/news/2018-01-18/sweden-preparing-civil-war-pm-wants-deploy-army-no-go-zones

Insomma dovete votare “Più Europa”. Altrimenti, suscitate irritazione in Aleksei Navalny. Chi?, chiederete voi. Ma come: Navalny, il democratico anti-Putin preferito dall’Occidente  e  pagato dalla Cia, per insidiare la poltrona di Putin con poco successo, dato che i russi non lo votano. Ebbene: il  Fatto ha ritenuto di dare il suo contributo a Più Europa intervistando questa nullità dipendente dal Dipartimento di Stato , maestro di democrazia, il quale   ha esalato:

 

Navalny: ‘Irritanti legami Putin-Lega-M5s Italia non sia amica di oligarchi corrotti’

I rapporti “con i partiti di estrema destra come la Lega sono incomprensibili”, ha detto il blogger principale oppositore politico del presidente russo. Mi rincresce molto che il Movimento 5 Stelle abbia una posizione favorevole nei confronti di Putin perché, sulla base di quello che dicono, lo dovrebbero odiare”

Irritato da Salvini

Alexei Navalny punta il dito contro Lega e M5s: “Sono irrazionali e abbastanza irritanti i legami fra il regime di Putin e l’establishment italiano – ha detto in un’intervista all’Ansa il blogger, oppositore del presidente russo Vladimir Putin – quelli con i partiti di estrema destra sono incomprensibili, come nel caso della Lega, che ama molto Putin e Putin ama molto loro. Ma le loro ideologie sono opposte. Mi rincresce molto che il Movimento 5 Stelle abbia una posizione favorevole nei confronti di Putin perché, sulla base di tutto quello che loro dicono, lo dovrebbero odiare”.

Come vedete,  Navalny ha ben imparato a memoria il messaggio neocon-europeista. Il Dipartimento di Stato lo ha informato che la Lega è “di estrema destra” e istruisce il 5 Stelle che deve “odiare Putin”.

Che dire? Come avrete notato, la propaganda mediatica per Più Europa – ossia per un “governo del presidente” Mattarella tenuto su dall’inciucio Pdi-Forza Italia, con lo scopo di obbedire fino alla morte di tutti noi a Bruxelles e Francoforte  – batte al suo massimo, non si arresta di fronte a nulla,  l’assurdo non la frena, il demente non lo esclude, diffonde fake news, minaccia ritorsioni europee, mondiali e vaticane se ci facciamo governare dai “populisti”,  implora personaggi stranieri perché s-’ingeriscano delle elezioni italiane e dicano chi dobbiamo votare. Ma  forse questo aver chiesto l’intervento di Navalny contro la Lgea, supera tutto il resto.  Per demernza e servilità, e forse – speriamo – disperazione.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/18/navalny-irritanti-legami-putin-lega-m5s-italia-non-sia-amica-di-oligarchi-corrotti/4100490/

 

 

L’articolo Bundesbank: “Salari bassi in Germania? Colpa dei migranti europei”. Esempi di europeismo. è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Austrian school

    E’ interessante osservare come in Germania per via della concorrenza della manodopera europea i salari si mantengano relativamente bassi.
    In Italia invece abbiamo una rigida base retributiva. Quindi anche se in Italia l’immigrato clandestino sia disposto a raccogliere zucchine a 2 euro l’ora, non si può pagare a quella cifra perché sarebbe sfruttamento. Quindi il salario dell’immigrato in Italia è parificato a quello degli italiani. Con questa rigidità il mondo del lavoro italiano soffre mentre quello tedesco riesce ad utilizzare le energie lavorative a basso costo per creare surplus commerciale. E fanno bene, i coglioni siamo noi.
    Più il mercato del lavoro è regolato dallo Stato meno è efficiente e meno lavoro si genera.

    • Goffry

      Per gli industriali tedeschi i guadagni invece aumentano alla grande. Altro (banalissimo) segnale del crescente gap tra fasce di reddito. I ricchi che guadagnano sempre di più e chi sgobba veramente che deve rimanere “frenato”.

      • Goffry

        A sostegno di questo, se i salari più bassi e normali non sono effettivamente saliti, il dato statistico di reddito procapite tedesco di 44.180 dollari nel 2017 (in crescita di quasi 3.000 euro rispetto al 2015) è decisamente ingannevole.

        • E’ cresciuto il reddito egli altri, infatti. Il salario di Trilussa.

    • RC17

      Non preoccuparti, quando avremo costruito i cyborg che ci sostituiranno il problema dei salari bassi sparirà del tutto.

      • nathan

        Si spera che votino anche al posto degli analfabeti funzionali, dove devo firmare?

    • Buon Giorno

      Certo, diminuiamo i salari che poi i prodotti se li comprano gli imprenditori ed i prestiti li chiedono i banchieri a se stessi.

    • Franco Maraschi

      A parte il fatto che non e’ vero, in quanto il lavoro nero imperversa, e quindi gli africani servono a deflazionare tutti i salari. E naturalmente e’ errato che lo stato non deve regolare, perche’ la crisi attuale e’ dovuta soprattutto alla prevalenza dell’iperliberismo sullo stato. Ma, a parte questo, bisognerebbe copiare quello che ha fatto/vuole fare Trump(il grande): per legge i dipendenti immigrati devono guadagnare piu’ degli indigeni. Cosi’, agli imprenditori gli conviene assumere gli italiani. Che poi, sono quelli che i loro padri ed i nonni hanno costruito il paese. Quindi, e’ giusto che vengano prima degli altri.

  • “Colpa degli immigranti. E non di quelli asiatico-africani che la Merkel ha chiamato a milioni, no: la colpa è degli stranieri europei, i bianchi polacchi, ucraini, italiani, spagnoli, che accettano salari bassi – per cui è colpa loro se paghiamo poco voi tedeschi.”

    Va ammesso che l’attribuzione della colpa è, probabilmente, corretta:
    1) I “profughi” sono sussidiati dallo stato e quindi non hanno un incentivo pressante a lavorare
    2) i “profughi”, salvo rare eccezioni, non sanno fare niente e sono assolutamente incapaci di lavorare con gli standard richiesti dall’industria tedesca.

  • cipperimerlo

    Tradotto per i diversamente capaci di leggere tra le righe: cari Tedeschi, se siete poveri, è colpa degli altri europei, che vengono qui a rubarvi il lavoro.

    • Cruciverba

      Il bello è che quei coglioni dei tedeschi ci credono pure …

      • cipperimerlo

        Quando case di emigrati italiani in Germania cominceranno a subire fenomeni di autocombustione, voglio sentire un fortissimo “chi l’avrebbe mai detto”?

  • Carlo Prosperi

    L’ Europa adotta misure ideologiche per contrastare le politiche pragmatiche di Cina, Russia e (più recentemente) USA. Queste strategie vengono decise da un gruppo dirigente “liberal-socialista” che non riflette i nuovi equilibri politici Europei. Difficilmente lasceranno la presa sul potere e rinunceranno alle rendite di posizione, basti guardare alla rinnovata coalizione di governo Tedesca chiaramente bocciata alle urne nella recente tornata elettorale. Andrà molto peggio, prima di migliorare ….

  • Sandro B.

    ….ma quanto lo pagano Navalny per dire le cavolate che dice ….?

    • cagliostro

      Piu che altro mi domanderei quanto pagano queste presstitute x pubblicare simili idiozie.

  • nathan

    Non c’è un cazzo da fare, sono avanti.
    Ad avercene di politici tedeschi.., noi abbiamo Salvini e la Meloni, strano che non siamo già Africa profonda.

    • Buon Giorno

      Sono furbi ad aver depresso la domanda interna con i minijobs ed aver importato milioni di migranti delinquenti e nullafacenti, facendo lievitare i consensi dell’estrema destra tedesca anti-establishment?

      Se sono furbi nel modo tradizionalmente autodistruttivo in cui lo sono i tedeschi, allora si.

    • HECUBA REGINA

      Non li farei così furbi… sia il partito della Merkel che quello di Schultz hanno perso MILIONI di voti… si accorderanno anche questa volta per un governo di coalizione, e proprio perché se si tornasse a votare, probabilmente il consenso elettorale sarebbe ancora più basso (lo dico in un altro modo: la Merkel è all’ultima spiaggia).

      • Buon Giorno

        É una come balena spiaggiata.

  • Covpepe

    Una volta chiedevano aiuto a Obama, il quale indicava agli italiani che cosa votare (celebre il suo sostegno a Renzi e al fronte del SI al referendum del 4 dicembre 2016). Adesso si sono ridotti a mandare in campo l’ultima ruota del carro scassato, Navalny, quel buffone delinquente che la maggior parte dei russi (e degli italiani) non ha mai sentito nemmeno nominare.
    Sì, direi che è proprio disperazione.

  • Cruciverba

    Quelli dell’Elitè sono dei geni si pappano quasi tutta la torta lasciando una fettina al volgo e si giustificano dicendo che la colpa è di quelli che hanno mangiato due briciole da sotto il tavolo … GENI ASSOLUTI !
    Il Bello è che il volgo ignorante ci crede pure .
    L’Europa verrà ricordata come la piu’ grande truffa e il piu’ grande furto compiuto da un manipolo di criminali ai danni delle popolazioni decerebrate .

  • Caio Giulio

    Niente, sono i soliti crucchi da sempre, gente che si è fatta sempre e solo dei nemici, con la differenza che ora non hanno nemmeno una forza militare dietro degna di alcun rispetto. Non c’è due senza tre, si dice, ma stavolta..

    • Semplice

      Per quanto l’aspetto militare, stanno ricostruendo l’esercito sia in numero che in assetti.

      Il continuo corteggiare la Francia è solo il tentativo di prendere tempo per completare l’opera. Del resto il loro presidente l’ha detto : la germania deve essere più Francia sotto l’aspetto della difesa e la Francia deve essere più germania sotto l’aspetto dei conti.
      Questo vuol dire che la Francia non sarà mai, sotto l’€, come la germania mentre la germania schiaccerà la Francia sotto il profilo militare.

      O li si ferma ora, oppure tutto si ripeterà.

      PS: la germania ha già il controllo di comandi stranieri come Olanda e pochi altri.

      • Caio Giulio

        Con tutti i kulandri e le risorse che si ritrovano, non li vedo bene nella loro “ricostruzione”; poi se parliamo di tulipani e statarelli confinanti vari, lasciamo perdere che sono totalmente una barzelletta militarmente parlando in tutti i sensi. Poi sui francesi, avrei delle riserve, vista la storia e toccherebbe anche vedere cosa nei pensino i veri militari e non il toy boy versione eliogabalo 2.0.

        • Semplice

          Sottovalutare la lungimiranza krukka è il vero problema. La storia non insegna nulla perchè non volete ascoltarla.
          In 18 anni ti hanno messo sotto con l’€, marco svalutato, e ancora pretendi di essere tu il furbo ?

          Loro stanno ricostituendo l’esercito, noi non abbiamo benzina per farlo anche avessimo dei patrioti in carica. I galli lo stanno tagliando.

          Svegliaaaaaa, con loro il tempo non basta mai, ricordarsi gli anni 30.

          • sertin sertin

            Infatti:
            http://vocidallestero.it/2017/05/27/foreign-policy-la-germania-sta-silenziosamente-costruendo-un-esercito-europeo-sotto-il-suo-comando/

            Io mi ostino a ripetere che l’interesse dell’italia in queste condizioni è cementare un accordo forte con UK e USA (anche adottando il biliguismo italiano-inglese e possibilmente con l’appoggio spagna e altri paesi del mediterraneo, esclusa la francia in cui spero poco che si stacchi dalla germania prima che sia troppo tardi).
            Solo in queste condizioni a mio avviso si può sperare di uscire credibilmete e senza disastri dall’euro e, forse, riedificare la UE su basi realmente nuove.
            E’ un copione già visto prima della seconda guerra mondiale, in cui l’talia si è ostinata a seguire la germania, la quale già negli anni venti si rinforzava militarmente in segreto (basta leggersi la biografia di Goering, emblematica in questo senso).

        • Gengis Cane

          Hey non sfottermi il povero Eliogabalo! Che ti ha fatto?

      • Covpepe

        L’esercito tedesco è una barzelletta. E in futuro sarà sempre peggio, per colpa del crescente numero di stranieri islamici e di autoctoni gaiosi.
        Non hanno speranze.

        • Semplice

          Si si, continuate a non credere a quel che accade. Anche negli anni 90 nessun credeva a questa germania.

          Il problema però è che poi tocca ad altri mettere rimettere le cose in ordine.

          • Covpepe

            Sei te che la sopravvaluti. Ormai i tedeschi sono come gli svedesi, completamente fottuti.

          • Semplice

            Li sottovaluti come in passato.

      • winston-universe

        Possono rafforzare il loro esercito, ma non riusciranno a militarizzare il popolo tedesco come in passato. Dopo 2 GM e dopo 2 pesanti sconfitte, sopratutto l’ultima, ricordiamo che la Germania nella 2 GM fu letteralmente rasa al suolo, il tedesco medio di oggi non vuole più sentir parlare di militare o di guerre, sopratutto guerre d’attacco.

        Senza soldati motivati non si vince nessuna guerra.

        • Semplice

          Magari, ma la realtà è un’altra.

  • eusebio

    Per fortuna la UE ormai comincia a sfaldarsi, il fatto stesso che non trovano un erede alla tardona culona vuol dire che le due mummie sorosiane Merkel e Schulz ormai rappresentano un mondo finito, asservito alla defunta lobby sionista che negli Usa e UE sarà ancora superpotente ma in medio oriente ormai, mentre l’esercito siriano sta facendo salsicce dei jihadisti nella provincia di Idlib (coadiuvato dalle forze speciali russe e cinesi), i sionisti riescono a prendersela solo con i ragazzini palestinesi.

  • johnny rotten

    A volte mi viene da pensare che i giudei nutrano un odio particolare nel confronto dei popoli tedesco e italiano e per gli europei in generale, altrimenti non mi riesco a spiegare il perchè di questo assurdo progetto europeo che, ormai è noto, vede proprio i giudei proprietari delle grandi banche internazionali nella veste di ideatori, perchè alla fine dei giochi l’unico risultato che stanno ottenendo scientemente è quello di impoverire proprio le masse dei paesi suddetti, attraverso la complicità delle élites politiche che in cambio di miserabili prebende stanno distruggendo il benessere dei propri paesi che in teoria dovrebbero tutelare e anche incrementare se possibile.

    • Il “malumore” nei confronti di tedeschi ed italiani è comprensibile per ragioni storiche, se non altro. Ma non capisco perchè gli italiani si debbano impoverire mentre i tedeschi no.

      • johnny rotten

        Anche i tedeschi si stanno impoverendo alla grande, se parliamo delle classi lavoratrici, chi si arricchiscono sono le élites, come ampiamente dimostrato da diversi studi e ricerche recenti, l’impoverimento è iniziato dalla riforma hartz con i mini-jobs, ma in realtà il progetto europeo consiste proprio nell’impoverimento generale delle classi lavoratrici e dei ceti meno abbienti, gli ultimi trent’anni hanno visto l’erosione del potere d’acquisto e delle tutele, questo è un fatto che la dice lunga sui veri obbiettivi dell’unione €uropea.

  • gino monte

    ma come, bastiat, uno dei grandi eroi del liberqualcosismo, dice che il surplus commerciale è una dannazione, la germania dovrebbe essere prossima al fallimento :))

    • Roberto Gorlato

      Chiedo scusa ma non ho capito.
      Potresti spiegare questa affermazione di Bastiat ?

      • gino monte

        non l’ho mai capita, chiedere ai liberqualcosa

  • maboba

    Sicuri che non sia stata la UE ad informarlo su Lega e M5S?

  • Franco Maraschi
    • Blondet

      Ci credo quando lo vedo. Allora darò la notizia.

  • enricodiba

    Non a caso la merkel politicamente anche in germania è finita.

  • marcoferro

    il tedesco chiegne e fotte ed pure strunz perche qualche giorno fa hanno abbattuto una antica cattedrale vicino colonia per far posto a una miniera di lignite a cielo aperto, per estrarre carbone. è questo sarebbe il futuro ecologico prospettato dalla salumiera flaccida ? bruciare la cosa che inquina di più come il carbone ? bene ha fatto trump a uscire dall’accordo sul clima a cosa serve se la prima potenza industriale europea si mette a estrarre carbone come nell’800 ? https://comedonchisciotte.org/no-non-e-lisis/
    e si permettono pure di dare la colpa agli europei e non ai clandestini per i salari bassi. per il resto la svezia è fottuta e l’esercito non basterà certo, a meno che non vogliano fare la guerra e ripulire il paese…..

  • sfracellone

    I salari in Germania sono comunque notevolmente più alti che in Italia.
    La Germania è un altro mondo ed è sempre stato supportato dalla criminalità finanziaria e politica italiana ai massimi livelli-
    Non è facile per noi concludere questa partita da uomini liberi anziché da schiavi come
    hanno predisposto le oligarchie del potere.

    • MarcoTizzi

      Fai un giro a Berlino

      • sfracellone

        Ti pare che Berlino sia come Napoli?

        • MarcoTizzi

          Molto vicina

  • luis

    se i tedeschi comprassero un po’ di più prodotti italiani (o di altri piigs), ovvero redistribuissero il loro surplus con gli altri dell’unione, cosa che sarebbero tenuti a fare, le aziende italiane non sarebbero costrette a chiudere e i lavoratori italiani starebbero in patria. Non è che uno va a lavorare all’estero per sport !
    Non gliel’ha detto nessuno che non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca?
    E’ anche vero che con la classe politica che ci ritroviamo e le tasse che ci impone per sperperarle, sarebbe comunque difficile per le aziende italiane continuare a produrre

  • Nostalgico del Triennio

    il Piano Kalergi andrà avanti lo stesso. Rassegnatevi

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi