LA DEMOCRAZIA NELLA SUA FORMA MIGLIORE: VOTO DI SCAMBIO A CASINI

Di Maurizio Blondet , il - 127 commenti

La mattina, La Stampa (e chi se no)   rivela “un rapporto del Senato Usa”  che espone le  ingerenze della Russia sulle nostre prossime elezioni il 4  marzo. C’è “ il sospetto, ripreso da un articolo del Telegraph, che i leghisti abbiano preso anche soldi.  «Mentre non ci sono prove conosciute – prosegue il rapporto – che M5S abbia ricevuto fondi da fonti legate al Cremlino, un funzionario della sicurezza italiana ha detto a Business Insider che “alcuni dei nostri partiti sono vulnerabili alle infiltrazioni. Non hanno l’ esperienza, gli anticorpi, per contrastare servizi di intelligence così formidabili”».

I tiggì serali accennano a queste ingerenze di Mosca. E subito dopo mostrano, in video, le ingerenze di Macron sulle nostre elezioni: plateale e comicamente spudorata. “L’Italia entra in un periodo elettorale e vorrei sottolineare quanto sono stato contento di lavorare con Gentiloni, la sua azione in Italia, in Europa, con la presidenza del G7 e al Consiglio di sicurezza dell’Onu ha consentito di avviare una nuova dinamica”,  ha detto l’uomo Rotschild. E temendo di non essere stato chiaro:  “Spetterà al popolo italiano esprimersi,   ma consentitemi di dire che l’Ue ha avuto molta fortuna ad avere Gentiloni in questi ultimi mesi. Il mio auguro è che potremo continuare il lavoro che abbiamo cominciato”.

E’ la  democrazia nel punto più alto della sua maturità, quella che ci porta alle elezioni. Dove un giornale-megafono dei neocon  può buttare lì calunnie contro Lega e 5 Stelle (“c’è il sospetto…”, “mentre non ci sono prove…”), nella più bella  tradizione giornalistica mainstream, tutti riconosciamo che queste non si chiamano “fake news” né ingerenze.  E’ la nuova frontiera della democrazia, che ci sta difendendo con ogni mezzo contro “i populisti” e “i sovranisti”.

Non hanno voti loro, se non li aiutra il Partito.

In una  democrazia così completamente matura e sviluppata, è inevitabile che  esistano circostanze che, all’ingenuo e rozzo populista, possono  sembrare  misteriose. Come la questione dei “seggi sicuri”, dei “seggi blindati”.

Per esempio, titolo di qualche giorno fa: “La Bonino pretende  10 posti sicuri,  il Pd  gliene offre 4. I Radicali fissano il prezzo per entrare in coalizione coi dem”. O quello di ieri:  “Renzi regala seggi sicuri a Casini e alleati”,  o per Dagospia: “Renzi affida a Pierfurby un seggio blindato Pd”: “Quello di Bologna, storica roccaforte rossa. Un democristiano  candidato con la sinistra” nella roccaforte  suddetta.

All’ingenuo  sorge una vera tempesta di domande. Non dovrebbe essere il contrario? Voglio dire: non dovrebbero essere la Bonino e Cappato, e tanto più Casini, a portare i “loro” voti al Pd che ne ha tanto bisogno? Perché invece sono loro ad aver bisogno dei  voti del Pd, e Renzi li “blinda” in seggi dove sa che  esistono (ancora?) elettori Pd  che meccanicamente, se il Partito glielo ordina, votano  anche una scolopendra  o un millepiedi?

Da questa domanda ne nascono mille altre: vuoi vedere che Bonino e Cappato,  Tabacci e  Casini, non hanno elettori? Che, lasciati a concorrere liberamente nel libero mercato democratico, non li vota nessuno?   Ma allora: perché Renzi li vuole assolutamente  con sé? A cosa gli servono?

La mente si smarrisce negli ardui segreti  della democrazia veramente matura. Casini, ammanicato com’è da decenni  nella Roma che conta, con un ex suocero che è il più ricco palazzinaro  d’Italia, non ha almeno una sua “clientela” sicura e abbastanza numerosa da non dover temere la trombatura, se si espone al suffragio popolare? E Bonino e Cappato, tanto mediatici, onnipresenti nelle battaglie per “i diritti” accolte dalla stampa con commossa partecipazione,  tanto amati dai giornalisti avanzati, e persino benedetti da El Papa  – ebbene, han bisogno dei  voti  dei compagni  precettati?

Se no, finirebbero nel nulla? Tornerebbero a  vita privata?  Scomparirebbero dal Parlamento, dai talk shows, dalle  “alleanze di  governo”  pagate con posti e segretariati?

A  questo punto, l’ingenuo  è tentato di rivolgersi direttamente ai compagni elettori di Bologna, dell’Emilia,  coi loro “seggi sicuri”, e implorarli: compagni, liberateci da questi qui! E’ in vostro potere! Rendetevi conto,   questi nessuno li vota, se non voi! Sarebbe così facile….Non sentite sul  volto il vento asprigno della indipendenza politica, che rende il popolo capace di liberarsi dei suoi oppressori? Non provate l’ebbrezza di votare  il riscatto anziché la servitù? Di  far funzionare, una volta, la democrazia nel senso più  elementare? Mettetevi una mano sulla coscienza e votate secondo coscienza!

Il compenso

Ma ecco che, appena pronunciata la parola “coscienza”,  l’ingenuo torna in sé e vede quanto è stato ingenuo.  Qui, non si tratta di voto d’opinione o di “coscienza”. Qui,  siamo nel voto di scambio. Dovete compensare Casini perché vi ha tolto il Partito dai guai  quando è stato messo da Renzi a capo della Commissione Banche, e  ha chiuso le indagini senza vostro danno. E non solo: gli elettori dei seggi sicuri emiliani sanno che devono far durare  il Partito e il suo sistema di potere così com’è, perché è nel loro interesse. L’interesse più concreto: altrimenti ci perderebbero personalmente: soldi, impieghi. Quasi tutti costoro  “lavorano” nel sistema Coop Rosse, che abbiamo visto  accaparrarsi il miliardo di commesse per la pulizia delle scuole, e il miliardo e passa per le famigerate casette a  danno dei terremotati, immane scandalo impunito. Senza Renzi e  Casini, senza Boschi e Tabacci  al governo, queste commesse se le prendono altri, non  sia mai.

Insomma compagni dei “seggi sicuri”, quando uno perde l’ingenuità capisce che le Coop equivalgono alla Mafia. Non sparano? Certo, perché   non sono contrastate. Non hanno alle calcagna carabinieri, poliziotti, procuratori. Anzi, sono coperte.  Solo ieri   si è saputo che Renzi ha consentito al  suo amicone  De Benedetti un guadagno da 600 mila euro, avvertendolo in anticipo della “riforma” delle banche popolari, e che fa  la magistratura? “Apre un fascicolo” sì,   ma non contro i due compari per insider trading, bensì contro ignoti per “violazione del segreto d’ufficio”: questa notizia di reato era stata seppellita nelle carte della Commissione (di Casini), e un ignoto ha osato rivelarla! Scandalo.

A colazione con Matteo, a cena con la Boschi.

Ché poi, giusto tra parentesi: quei 600 milioni che Renzi ha fatto guadagnare a De Bendetti con la soffiata, vanno aggiunti agli altri

600 milioni che la ditta di De Benedetti, Sorgenia, ha preso in prestito dal Montepaschi e non ha mai restituito: primo dei grandi debitori insolventi e miliardari, che hanno dissestato la banca senese e  hanno  lasciato il conto da pagare ai piccoli trinariciuti.

Mi devo pure correggere: ho detto che il Sistema Pd non spara,  perché non contrastato. Non spara, ma quando bisogna, ha gente capace di suicidare un dipendente  non omertoso. E solo   mesi dopo, quando ne parlano i giornali esteri, ecco il PM  che non aveva trovato niente di strano elle immagini: “Già identificati i due uomini, saranno risentiti”.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/mps-david-rossi-presunto-suicidio-video-pm-le-due-persone-identificate-nel-video-saranno-risentite-632e6abb-afc3-4514-9c4d-3e3e0a64a2dc.html

Già. Alla neo-mafia che dei “seggi sicuri” tutto è permesso. Anche la ministro dell’Istruzione senza istruzione alcuna, messa lì solo per far passare il gender nelle elementari.  Alla Lorenzin che ha consegnato i piccoli italiani alla Glaxo,  e deuncia  il Codaconsche ha documentato  ne sono morti tredici; e ppoiha il coraggio di scrivere contro Salvini: “ La Lega gioca per qualche voto in più sulla salute degli italiani, sulla salute dei nostri figli. L’Italia va vaccinata dagli incompetenti».

Parlano coprendo le bocche.

Lei invece è competente…  Adesso con la Bonino-Tabacci, il mostro geneticamente modificato, nella vostra maggioranza, con il democristiano Casini, e domani alleandovi a Berlusconi come “ci chiede  l’Europa”, state rifacendo – anzi avete già perfezionato – Il centro, la grande palude che governava” ai tempi  della Dc collusa col Pci, spartitoria, opaca, autrice della “strategia della tensione”  perché “l’antifascismo”  era il collante e l’alibi che legittimava  i governi più criminali di un’epoca.  Perché chi ha il potere non ha più bisogno nemmeno di un’ideologia, di una coscienza. Insomma il Pd totale, che è tutto perché occupa tuttele posizioni, il liberismo globalizzato e l’individualismo nichilista, complice del Big Pharma  come del big business, l’europeismo  Macron…. Perfetto per l’Italia d’oggi  pennellata da Marcello Veneziani: “più vecchia, salvo lifting e trapianto: un po’ più porca, un po’ più ladra, culturalmente de sinistra, moralmente fintobigotta e pure trans, civilmente incivile, sostanzialmente paracula”.

 

L’articolo LA DEMOCRAZIA NELLA SUA FORMA MIGLIORE: VOTO DI SCAMBIO A CASINI è tratto da Blondet & Friends, che mette a disposizione gratuitamente gli articoli di Maurizio Blondet assieme ai suoi consigli di lettura.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Gianox

    La democrazia è ontologicamente sbagliata.
    Non mi sento di dire altro. Sento che è sbagliata.
    Questi episodi non sono altro che la naturale evoluzione di un processo di degradazione culturale e civile che è parte stessa di ciò che è la democrazia.
    È così che va a finire la democrazia, nella dissoluzione più assoluta.
    La democrazia va a braccetto coi cosiddetti diritti, qualsiasi cosa essi siano veramente.
    Che cos’è la libertà? Sul blog di Blondet qualche giorno fa ho trovato una splendida definizione di libertà, riferita da un personaggio insospettabile: l’attore americano di origine svizzera Jim Caviezel, protagonista de La passione di Cristo di Mel Gibson.
    La vera “Libertà” non consiste nel fare tutto ciò che si ha voglia di fare. Questo, che è essenzialmente l’idea di libertà associata alla democrazia, non è altro che licenziosità.
    La vera libertà consiste invece nel poter fare ciò che si ha il dovere di fare.
    La parola “dovere” è il cardine di questo pensiero. C’è libertà solo nell’espletamento del proprio dovere, c’è libertà laddove si può agire secondo coscienza, assecondando i propri principi morali.
    Ma l’idea di libertà connesso alla democrazia non ha nulla a che vedere con la moralità e con il dovere, essendo semplicemente licenziosità.
    Ed un sistema politico che favorisce la licenziosità a scapito della moralità è per definizione un sistema sbagliato.

    • Goffry

      La democrazia è un concetto, tanto bello quanto di fatto inapplicabile.
      Però è bello riempirsi la bocca, da decenni, di democrazia e libertà.
      Nella pratica, nella vita reale, l’Occidente vive in una oligarchia con frange plutocratiche. Stop. La democrazia pura e utopica non esisterà mai, tutto il resto sono cazzate da bandiera arcobaleno.

      • La democrazia potrebbe funzionare in piccolo, come ad esempio tutto quello che riguarda la gestione de proprio condominio, quartiere, paese… in contesti ben precisi e limitati non fa male.

        • silvia

          Concordo: e’ quando si esce dalla dimensione del paesello che iniziano
          I problemi

        • nathan

          Solo un appunto, il paese sarebbe già troppo, limitiamoci al condominio ed a qualche stronzata di quartiere..

        • Goffry

          Usiamo appunto il “potrebbe”. Già non si riescono ad avere quartieri puliti a livello di strade e immondizia…

      • Ale C.

        Infatti, ci dovrebbe essere una democrazia “piramidale”.
        In cui ogni livello vota in un gruppo ristretto di pari livello.
        Ad esempio: al cittadino è permesso di votare solo il sindaco.
        Ai sindaci solo i consigli provinciali.
        E così via.
        E’ ora di finirla con gente che non sa nemmeno se in Svizzera c’è il mare o meno che voti a livello nazionale.

        • Mariana Erdei

          Di solito nei Paesi piccoli ci si vive meglio…..la gente è più unita, e le cose vengono a sapere. Mentre in un Paese molto grande si possono fare tante cose ben occultate…..senza che qualcuno venga a sapere. Forse ora nell’era dei Social qualcosa si sta cambiando e le notizie arrivano ovunque…ma pochi leggono le cose importanti perchè credo alla maggior’ parte dei cittadini non interessa nemmeno….sono CAPRE !

    • PdL

      C’è da sperare che presto la democrazia finisca, assiema al comunismo, nel posto che meglio gli compete: nella pattumiera della storia.
      Hoppe ha già tracciato il segno

    • silvia

      Il problema e’ che a tanti piace: se uno non sa fare niente non prova gusto nel dovere, nel fare le cose, anche le piu piccole o banali come un capolavoro…quindi sosterra’ qualunque caporione che gli racconta che niente ha senso e che non vale la pena di sforzarsi di fare niente a parte cio che e’ piu’ infimo e abbietto, e guai a chi prova ad alzare lo sguardo in Alto

    • Massimo

      la democrazia e’ la forma piu’ sublime del mito della caverna di platone
      lo schiavo accetta le catene e non protesta proprio per qualche voto che poi non conta una mazza
      si azzuffa per avere una briciola
      spera sempre

      viene preso per i fondelli senza disordini sociali.

    • Caio Giulio

      Il problema è che si parla solo di diritti senza tenere conto che a ciascun diritto corrisponde un dovere nei confronti del prossimo e viceversa. E’ l’essenza stessa del concetto di cosa sia un diritto che ormai è stata svuotata nella pratica, oltretutto spacciandola per una conquista sociale grazie all’ignoranza del cretino medio.

  • Pareggiamoiconti

    I due figuri identificati “saranno risentiti”

    Non nel senso che i magistrati li interrogheranno, ma nel senso che loro due non saranno contenti di essere stati sgamati… “ecchecca**o!!”

  • Albert Nextein

    Leggo con il dovuto distacco quanto riporta Blondet.
    Non voto più.
    E quindi mi occupo il meno possibile di questo infame circo politico.
    Ma certamente il Pd sarà punito a queste elezioni.
    Ritengo che il partito dei non votanti sarà il primo in assoluto.
    La politica non terrà conto di questo segnale, essendo troppo impegnata nella tutela dei propri privilegi ed interessi particolari.
    E’ evidente a chi è appena un poco attento che l’italia è irriformabile, e destinata al peggio.

    • Cruciverba

      Non terrà conto del segnale perchè questo non cambia di una virgola per loro .
      A loro basta che 1 vada a votare e li dia il seggio .
      La gente non l’ha ancora capita che questo pseudo sistema democratico è una gabbia mortale e criminale e non potrà mai essere scardinato con i mezzi del sistema stesso ( I padroni che l’hanno inventato l’hanno vista lunga ).

      • Albert Nextein

        Se votare contasse qualcosa non te lo farebbero fare.

    • Alex

      Fa bene. Questa è l’ultima volta che vado a votare. Ultima. Poi brucio la scheda

      • Caio Giulio

        Io invece la vedo come l’ultima volta per questi partitucoli moribondi che di certo spariranno a breve, nano puttaniere in primis. Sparito lui, si apre una bella voragine che sarà riempita dal vero populismo.

      • aiccor

        Il sogno di tutti i dittatori. Meglio dei sudditi obbligati a votare per il Partito Unico.
        Un popolo che non va a votare.
        Così si può abolire questo spreco di denaro che sono le elezioni, tanto non avete niente da votare.
        Già che ci siamo aboliamo anche la libertà di parola, tanto non avete niente da dire.

    • E’ vero, l’idaglia è destinata al macero – non è più questione di SE ma di QUANDO.

      Quindi i tempi dei lampioni non sono un’esigenza velleitaria…
      Mi sono permesso di coniare un motto lampionista, non conosco bene il latino ma mi suona tanto bene: “Ibi libertas sine lampione” (non c’è libertà senza lampione).

      Correggetemi se sbaglio.

      • Sandro B.

        Allora, se tutto è perduto, se non c’è speranza, se siamo destinati a tutto il peggio che c’è, comportiamoci di conseguenza e invece di non andare a votare, l’ho già scritto l’altro giorno, andiamoci e votiamo in massa l’estrema destra, tanto cosa abbiamo da perdere, o no? Se facciamo così vedrete che di lampioni bisognerà piantarne degli altri. Se no siamo solo chiacchiere e distintivo. Sarà il disastro? Bene! Almeno ci togliamo subito il dente e poi da qualche parte si ripartirà. Altrimenti finiamola di blaterare del nulla sui blog.

        • Sono propenso a votare Salvini (tanto per quello che c’è in giro…) ma se non temessi di sprecare il mio voto, metterei una crocettina a favore di Casapound, ma dubito che sia nelle liste nella mia provincia…

          • Sandro B.

            Purtroppo per come si sono messe le cose votare Salvini è come votare il PD. È solo un gioco di specchi.

          • Non mi illudo, naturalmente.
            Ma provare non guasta.

    • Francos

      Il partito dei non votanti non conta nulla, anzi serve a quelli che con la maggioranza dei pochi votanti governano contro i non votanti !!!
      È questo il motivo perché non cambia nulla, chi potrebbe essere l’artefice del cambiamento…. Si astiene!!

      • Annibale Mantovan

        Hai ragione, è brutto non votare…ma tu che voti sei complice del sistema.

        • Francos

          Ti sbagli, sei complice se ti astieni, perché consenti che il sistema continui la sua azione contro il popolo.

          • Annibale Mantovan

            Non ci siamo, il sistema si basa sui votanti non sugli astenuti…sono i votanti i responsabili. Gli astenuti sono tali perchè, secondo loro, mancano i partiti che offrono una risposta adeguata ai problemi della gente.

          • cagliostro

            bravo, e da quando chi non vota ha diritto a reclamare?
            chi non vota asserisce che tutto va bene,
            come quello che trova l’amante di sua moglie nel suo letto e gli offre un caffe,

          • Annibale Mantovan

            A me risulta che chi non vota asserisce che non c’ è nessuno per cui votare, non c’ è nessuno meritevole di fiducia. Lascia perdere la moglie e l’ amante…La gente vota con troppa faciloneria, praticamente da incapace di intendere e di volere. Si vota un partito in base ad uno spot, in base alla propaganda o a una battuta alla tv. Assurdo! Tutti noi stiamo attentissimi quando il salumiere ci fa il conto, così l’ idraulico o il meccanico. Ci mettiamo a controllare e trattare per poche decine di euro con Tizio o Caio mentre quando si vota è come se si nominasse un rappresentante che gestisce la nostra vita privata, pubblica e sopratutto il 60% del nostro portafoglio. Il voto è troppo importante per darlo ad uno spot…quindi se non si è sicuri è meglio non darlo.

          • cagliostro

            il non voto legittima chi si auto vota, tu non voti, nessuno vota, io mi voto, e faccio cio che voglio, faccio cio che voglio grazie al tuo non voto,
            e dal momento che non esiste un quorum, il mio voto basta x far si che divenga il premier, sempre grazie alla tua astensione,
            uguale uguale ad accettare che tua moglie si porti gli amanti nel tuo letto, tanto a tu ti sta bene, comunque sia,

          • Annibale Mantovan

            Vabbè, votati e fa ciò che ti pare. Io voterò quando si presenterà qualcuno che ti farà fuori.

          • cagliostro

            Te lo puoi mettere in quel posto,
            Il mio riferimento alla moglie era puramente simbolico, ma se tu hai la coda di paglia e sei di larghe vedute son caxxi vostri.

          • ppiuppox

            Non è proprio così. Quello che dici avrebbe un senso se la percentuale di astenuti fosse modesta, tipo un 20-30 per cento (in cui ovviamente includere non solo abulici, ma anche anziani ormai sfiduciati e disinteressati al futuro, malati, persone troppo occupate per andare a votare,ecc.). Quando la percentuale di astenuti diventa intorno al 50 per cento si può parlare di un vero partito del non voto, cioè di gente che sarebbe andata a votare se ci fosse stata un’offerta politica in cui sentirsi rappresentati, di uno schieramento o di un altro.
            E’ un vero e proprio segnale che viene mandto alla politica. Meglio, un segnale che viene mandato alle persone più in gamba a candidarsi o a formare nuove offerte politiche perchè c’è gente che li potrebbe ascoltare. Non a caso l’astensione si amplia quanto più è mediocre lo scenario politico. Purtroppo questo temo sia il caso dell’italia di oggi.

          • Sandro B.

            No, non è così. L’offerta politica come la intendi tu non esiste più. L’omologazione europea non lo consente.

          • ppiuppox

            Nessuno impone che l’omologazione europea sia eterna. Se la gente nn è disposta ad aprire gli occhi, nn vi è ragione che delle persone in gamba si facciano avanti per farglieli aprire a tutti i costi.

          • cagliostro

            Si, e sai quanto gliene frega ad uno come il bomba o alla mummia?
            È con un voto contrario che li mandi a casa, non con l’astensione,

          • ppiuppox

            Non dico di nn andare a votare, dico solo che anche quello degli astenuti è un partito quando sono almeno sul 50% o più. I personaggi di cui tu parli sono troppo mediocri per capire che con un basso consenso popolare di fatto non possono governare pure se legalmente ne hanno titolo.

          • cagliostro

            Quarda, se la tua teoria fosse in qualche modo applicata, gli ultimi 4 governi non avrebbero dovuto esistere in quanto non votati da nessuno,
            Invece se ne sono sbattuti altamente e vedi i danni che hanno prodotto.

          • ppiuppox

            Non confodiamo i meccanismi parlamentari e i modi in cui si fanno i governi in italia, che c’entrano poco con l’andare a votare o no se lo scenario è di assoluta mediocrità della offerta politica e relativi candidati. Anzi questo fatto, direi difficile da confutare (e parlo anche delle opposizioni,m5 incluso) per chi abbia un pò di buon senso, agevola ancora di più il fatto che chiunque vada al governo se ne sbatta dei programmi, promesse elettorali, ecc.
            Una delle ragioni per cui siamo arrivati a questo è senza dubbio anche il fatto che molti politici nascono come tali senza un vero mestiere alle spalle e quindi hanno poco da perdere (reputazione, soprattutto, stima professionale o del mondo imprenditoriale,ecc

            ). Poi certo, l’elettorato ha anche le sue colpe.

          • cagliostro

            Io vivo in un paese dove anche un semplice sospetto nei confronri di un funzionario pubblico o di un politico fa si che x il funzionario gli vengono tolte le prerogative e deleghe varie e il politico si dimette,
            In italia abbiamo un governo con oltre 200 inquisiti e condannati x peculato mazzette e reati vari e solo una piccola parte vorrebbe che fossero fuori.
            Io spero che il mv possa avere un numero consistente di voti da poter cominciare a far pulizia,
            E se la mummia scappa in russia, pazienza.

          • Marco Padova82

            Si certo, puoi parlarne finché vuoi del “partito del non voto”, al bar mentre ti bevi un vinello di bassa qualità, assieme ad altri trogloditi.
            Nel frattempo, quelli del “partito del voto” decidono come toglierti anche i pochi diritti e i pochi soldi che ti sono rimasti.
            E tu sarai ancora lí al bar, con le pezze al culo, a parlare del “partito del non voto”.

          • Caio Giulio

            Lascia perdere, che se manco gli fai un disegnino ci arrivano.
            Sono la vera forza piddiotica..W l’astensionismo che tanto ci fa vincere puntualmente le elezioni!

          • Mariana Erdei

            Hai piena ragione che il voto è troppo importante. Però bisogna vedere le REGOLE del voto. Ovvero, il numero maggiore di voto decide chi vince…..tra quelli che si sono candidati.
            Quindi, CHI NON VOTA, NON SI ESPRIME, e cosi vincono quelli che sono andati a votare con il maggior numero per lo stesso candidato.
            Chi non vota non cambia nulla nella storia. Invece se vuole cambiare il risultato, allora TUTTI QUELLI CHE NON VOTANO DOVREBBERO ANDARE CON I FORCONI A LOTTARE PER I PROPRI DIRITTI (ma se rimani a casa senza votare e senza esprimere la tua volontà, NON FAI NULLA, SOLO UN PIACERE A LORO CHE VOTANO E DECIDONO….almeno che non ci sia una legge che almeno il 50 % con diritti al voto devono votare, altrimenti il risultato delle Elezioni sarebbe INVALIDO, ma non è cosi…QUINDI BISOGNA VOTARE)….allora si, che potrei accettare il loro rifiuto al voto, ma cosi no, perchè non cambierà nulla…. (per esempio cosi ha vinto Macron…)…RIFLETTETE E AGITE !!!

          • Annibale Mantovan

            Mi hai convinto, ma siccome sono pigro e non voglio le manganellate dei celerini voterò soltanto quel partito che al 1° punto del suo programma abbia un processo in stile Norimberga per tutti i governanti e lacchè italiani degli ultimi 30 anni. Non me ne frega nulla delle pensioni, della crisi o della immigrazione-deportazione…io voglio giustizia come la intende qualcuno oppure vendetta come intesa da altri.

      • Antonello S.

        Giusto. Basti vedere come e’ stato eletto Macron…

        • Caio Giulio

          Sì, ma con certi sassi è inutile, anche se poi ce l’hanno sotto gli occhi ma continuano nel loro ritornello da veri “sovversivi” da tastiera.

    • Pareggiamoiconti

      Tu non ti occupi di loro, ma loro si occupano di te…

      • Albert Nextein

        Qualcuno diceva che se votare contasse qualcosa non te lo farebbero fare.
        E ha ragione da vendere.

    • Andrea Zanoli

      E’ evidente a chi è appena un poco attento che l’italia è irriformabile, e destinata al peggio.

      Quanto sopra è il vero e unico dato incontrovertibile !!
      L’unica soddisfazione è pensare che molti di coloro che dovranno soffrire sono proprio loro….molti elettori del PCI-PDS-DS-PD con i loro ottuagenari partigiani e loro figli e nipoti che -spero- non avranno neppure la possibilità e i mezzi di curarsi se malati

    • Mariana Erdei

      Tutti i piddini ed altri sinistroidi andranno a votare come sempre ….LORO SI CHE SONO UNITI !!!….purtroppo cosi alla fine in un modo o nell altro vincono sempre loro !
      BUONA FORTUNA ITALIA SINISTRA !!!

  • nathan

    Oggi tutti contro la democrazia..
    ma poi chevvelodicoafà..

    • Il Cercatore

      Io no

      • nathan

        e sbagli.

        • Il Cercatore

          Può darsi…

  • silvia

    C’e’ chi sa tutto del Latino …E nulla sui lampioni 😉

  • osservatore neutrale

    Si può dire che, a prescindere da ogni valutazione, chi vota ancora PD o comunque a sinistra è un omuncolo di MERDA?!

  • Caio Giulio

    Secondo me il mentecatto sosia malriuscito di mr. bean, che almeno fa ridere, deve stare attento a regalare i seggi sicuri a degli ectoplasmi che ormai esistono solo sulla carta da cesso stampata e nei salottini televisivi. Sì, molto attento, perchè alla fine dei giochi molti dei suoi saranno trombati alla grande dove non esistono solo piddioti.

  • cagliostro

    non votare vuol dire permettere a questi 4 sciagurati di continuare imperterriti nelle loro azioni di rapina e distruzione di cio che resta dell’italia,
    non votare vuol dire che accettare passivamente che i soliti noti continuino nelle loro nefandezze,

  • gino monte

    caro veneziani, non si dice “de sinistra” ma “d’asinistra”

  • hurom

    sono 15 anni che non voto, ora sento salvini dire che straccerà la legge lorenzin sui vaccini, e da padre di bimbo di un anno, tartassato dalle pressanti telefonate minatorie dell’ asl che pare si preoccupi tantissimo della salute( eccessiva) di mio figlio, sto pensando di tornare ai seggi e votare lega…. mai avrei pensato una eventualità simile, ma mai dire mai…

    • Sergio Andreani

      Un consiglio?

      Incomincia a minacciare tu questi farabutti.

      Poi una bella diffida con Raccomandata R/R. a più istituzioni e, per conoscenza anche a loro.

      Vedrai come cambiano subito registro.

      Io faccio sempre così, quando qualcuno rompe troppo i coglioni.

    • Sandro B.

      Votare Lega è inutile. Salvini non ha avuto le palle per correre da solo o con la destra, quella vera. Votare Salvini vuol dire votare Berlusconi che farà l’inciucio col PD perché la magistratura è li pronta a stroncarlo di nuovo se solo si azzarda a pensare a qualcosa di diverso.

      • Ocram59

        Allora non votiamo. Lei stia pure a casa mentre gli elettori del PD voteranno comunque e con il 20% si prenderanno tutto. Bell’alternativa. Ho sentito la stessa cosa per il referendum del 4/12/16 per fortuna andò in un altro modo. Cominciamo a dare più voti a Salvini che al Berlusca, cosa ci costa, abbiamo qualcosa da perdere?

        • Sandro B.

          Mi scusi, ma la situazione attuale qual’è? FI e PD hanno governato insieme in questi ultimi anni. Mi sbaglio? Mica erano andati al voto in coalizione? Mi pare di no. E allora perché dovrei pensare che rivotando di nuovo la coalizione dove c”è Berlusconi stavolta finirà in modo diverso visto che i pidioti voteranno tutti come sempre, lo afferma lei stesso, e Berlusconi sarà messo di nuovo a tacere dai giudici rossi, questo è pressoché certo. Dove sta la differenza dalla volta scorsa?

          • Ocram59

            UNA SCHEDA, VOTO UNICO: diversamente dal Mattarellum, in cui c’erano due schede (una per il collegio ed una per il listino proporzionale, con la possibilità di un voto disgiunto), con il ’Rosatellum 2.0’ ci sarà una scheda unica. In essa il nome del candidato nel collegio sarà affiancato dai simboli dei partiti che lo sostengono. Barrando sul simbolo del partito il voto andrà al candidato del collegio e al partito per la parte proporzionale.
            Basta barrare il simbolo del partito per aumentare il suo peso nella coalizione

          • Sandro B.

            Quello che dice è vero, ma si può pensare che Berlusconi ed i forzisti intendano gestire democraticamente la coalizione concedendo la leadership ai leghisti se questo risultasse dall’esito del voto? Secondo me no.
            Cmq a votare ci andrò. Ma voterò coerentemente con quello che penso e non per convenienza e calcolo per scovare il meno peggio.

          • Ocram59

            UNA SCHEDA, VOTO UNICO: diversamente dal Mattarellum, in cui c’erano due schede (una per il collegio ed una per il listino proporzionale, con la possibilità di un voto disgiunto), con il ’Rosatellum 2.0’ ci sarà una scheda unica. In essa il nome del candidato nel collegio sarà affiancato dai simboli dei partiti che lo sostengono. Barrando sul simbolo del partito il voto andrà al candidato del collegio e al partito per la parte proporzionale.

          • Ocram59

            Barrando la casella con il logo del partito si aumenta il suo peso all’int Della coalizione. Vale ovviamente per tutti

      • hurom

        è esattemente quello che mi fa venire il torcibudella….. essere lacerato dentro dal voler aiutare mio figlio a poter manifestare se stesso pienamente, senza le limitazioni neurologiche irreversibili indotte dai cocktail vaccinali, e dover tornare a “votare” in questo sistema elettorale generato da luride zecche mafiose, senza nemmeno il voto di preferenza… se andrò dovrò drogarmi credo…

      • Blondet

        Votare Salvini significa Votare contro Berlusconi all interno della coalizione…come si fa a non capire?

        • cagliostro

          Votare salvini è votare berlusconi,
          È asattamente la stessa cosa, uno è l’alter ego dell’altro.
          Da 25 anni la mummia e la lega sono culo e camicia,
          Se ancora qualcuno non l’ha capito, bè, si faccia vedere da un buon medico.

        • Sandro B.

          Scusi direttore, ma mi sembra un controsenso. Che forza, quale credibilità potrà avere quella coalizione se già parliamo di favorire un’ipotetica fronda destabilizzante al suo interno cioè votare lega in chiave anti-Berlusconi.
          Se Salvini avesse fatto coalizione con la Meloni senza Berlusconi lo avrei votato. Adesso no. E non credo di essere il solo. Basta con Berlusconi. Tanto se vincono a mio parere Berlusconi sarà preso di mira dalla magistratura come è già successo. È un film già visto. Con questo, posso comunque sbagliarmi, non ho capacità di preveggenza, è ovvio.

          • ppiuppox

            Proprio così, ma il problema nn è solo salvini. E’ prorio la qualità generale dei candidati e partiti ce fanno pensare che o voti o non voti sia lo stesso.

  • Sergio Andreani

    Ma anche se le ingerenze di Mosca fossero vere, non sono sempre stati questi cazzoni del P.D. a insegnarci che le frontiere devono scomparire.

    E allora adeguatevi, piccoli idioti cerebrolesi piddioti che altro non siete.

  • marcoferro

    il mercato delle vacche ha più dignità di questa gente. ma sulla vecchiaccia marcia, la bonino ho trovato alcune notizie interessanti :

    • Caio Giulio

      La vecchia assassina è ormai al capolinea, così come quella merda giudea che la sponsorizza, E’ solo una questione di tempo e magari qualche altro ciclo di chemio, possibilmente.

      • marcoferro

        sono mostri è vivono pure a lungo, questi hanno fatto il patto con messer belzebù

        • Caio Giulio

          Il patto scade e poi scatta l’eternità 😉

          • marcoferro

            ci sarà più gusto a tormentare i cattivi per l’eternità….

          • cagliostro

            Parlando di giovani,
            Prendiamo tutti i ragazzi provenienti dall’africa che una volta giunti in italia spagna e grecia scompaiono senza lasciar traccia, chi paga i loro passaggi e che fine fanno dal momento che nessuno si pone domande di dove finiscano?
            Chi puo negare che non siano pezzi di ricambio x ricchi.

        • hurom

          trasfusioni di sangue di bambini…guariscono qualunque malattia.

          • Caio Giulio

            Non lo volevo scrivere, ma ne sono convinto anch’io, Però alla fine creperanno anche loro, poco ma sicuro,

          • marcoferro

            rockfeller 101 e 5 trapianti di cuore prima di schiattare

          • Caio Giulio

            Alla fine è schiattato.. la vie del Signore sono infinite, e poi non ti credere che 5 trapianti siano piacevoli per guadagnare qualche anno della loro vita di merda.

          • marcoferro

            pensa che il sogno di quell’invasato era mettere un chip sottopelle a tutti per poterli controllare https://www.youtube.com/watch?v=VxQTd2jtSMQ

          • Caio Giulio

            Sì, il povero Russo RIP, che certamente non può definirsi un antisemita. Il suo coraggio gli è costato caro, di sicuro.

          • hurom

            cazzo, solo a dormire abbracciato a mio figlio di un anno la mattina mi sveglio e mi sento un ragazzino…figurati questi satanisti pedofili…

          • Caio Giulio

            Avrai letto che esiste pure ormai ufficialmente una società che vende il sangue dei giovani in California, dove quello schifoso del fondatore di paypal è pubblicamente un cliente. Questo è quello che traspare, per ora, ma è solo la punta del loro fottuto culto.

          • hurom

            certo, ho letto… infatti tutto il cancan su weinstein è solo uscito per coprire il vero scandalo, ovvero il commercio di bambini, diffuso capillarmente il tutta hollywood e ogni ambiente massonico… epstein, clinton..mkultra… qualcuno che cerca di farlo esplodere c’è, ma dubito gli lascino fare…

          • Caio Giulio

            http://www.missingkids.com/
            465 mila solo nel 2016 !!

          • marcoferro

            dove vanno a finire tutti questi bambini ma anche ragazzini ?

          • Caio Giulio

            E parliamo solo degli USA.. mezzo milione all’anno, ma ci rendiamo conto?

          • what you see is a fraud

            Vero ! Non ci rendiamo conto che ci raccontano balle da decenni . Guarda il video qui sopra che ho postato e capirai l’immensa FRODE di cui siamo vittime .

          • what you see is a fraud

            Si dice che oltre 1 milione di persone spariscono ogni anno . Si crede che diventino schiavi per lavorare sullla LUNA E MARTE .
            Poi dopo la distruzione di Haiti quando un ciclone rase al suolo anche i generatori di energia elettrica , il governo USA non fece niente per riparare i danni . Si dice che lo scopo di questo non interesse sia di rubare i bambini da cui estrarre parti umane e venderle ………
            Oggi tutto e’ possibile . Vi ricordate cosa disse papa BUSH decenni fa ” Se la gente sapesse cosa abbiamo fatto ci caccerebbero con i forconi “…
            Ricapitolando …… abbiamo la technologia per eliminare per sempre il carbone e il petrolio , ma questa tecnologia e’ tenuta nel cassetto dai criminali che ci controllano .
            Abbiamo la tecnologia per andare alla fine dell’universo .
            Abbiamo la tecnologia per bandire tutte le malattie e rigiuvenare il corpo .
            Ma questa roba non e’ disponibile per noi …… seno’ il sistema basato sulla frode e sulle BUGIE su scala immensa ….. crolla .
            E poi noi poveri Goyim dobbiamo far arricchire i venditori di petrolio e i membri del BIG FARMA che ci vendono medicine che non funzionano e ci obbligano a Vaccinarci cosi’ crepiamo presto . E dobbiamo anche continuare a mantenere ” La Civilta’ break away ” quella che origino’ dopo la seconda guerra mondiale con gli UFO tedeschi …….
            Ascoltate se ne avete il coraggio .
            https://www.youtube.com/watch?v=7Kk1J2XNoBU

          • marcoferro

            ne hanno qualche milione sulla coscienza

      • Blondet

        Lq vedrete ministra degli esteri, se non votate lega o 5-

        • Renzo Rovente

          O Casapound

        • Epiphanius

          Se non più in alto.

  • Tex42

    A quelli che dicono che votare è inutile, dico: se nel 2013 il Pd e la sua coalizione non avessero ottenuto la maggioranza dei seggi alla Camera (solo per 100mila vota sopra la coalizione cdx), non avremmo avuto due presidenti delle camere comunisti nel peggior senso della parola. Sarebbero stati altri, non avrebbero fatto niente, MA non sarebbero stati la Boldrini e Grasso.
    Considerando che posso ancora votare, anche solo andare a votare per evitare Boldrini e Grasso mi sembra che valga la pena.

    E aggiungo, che nessuno più di me schifa l’attuale politica. Non si parla di andare a votare per “cambiare il sistema”, qualsiasi cosa voglia dire, ma per evitare il meno peggio.
    Se anche votasse l’1%, se ne fregherebbero.

    • hurom

      mi spiace, ma se votasse l 1% non potrebbero fregarsene… te la vedi repubblica (!!!) che titola “il governo dell 1% ”
      l ‘astensione è un partito, silenzioso, ma potente.

      • Blondet

        Non conta NIENTE invece

        • ppiuppox

          Scusi, dire che non conta niente il “partito dell’astensione”quando siamo su percentuali del 50% o, meglio, di più, non è lo stesso che dire che tanto anche se si andasse tutti a votare (turandosi il naso, votando quelli che si ritengono meno peggio,ecc.) non ci si dovrebbe aspettare granchè (meglio, nulla) perchè la qualità dell’offerta politica e relativi candidati è mediocre se non pessima? Non è forse vero che il panorama politico attuale in Italia è di una mediocrità spaventosa attualmente?

          • Il Cercatore

            Il partito dell’astensione Non conta niente perché il sistema funziona cosi. Se ci si astiene e basta non cambierà mai nulla. occorrerebbe agire attivamente e non accettare questa situazione. Astenendosi si consente ad una cerchia sempre più ristretta di prendere tutte le decisioni che ritengono opportune. Se il panorama politico italiano, ma non solo, é desolante é colpa nostra, noi stessi stiamo permettendo che ci vengano imposte decisioni dall’alto che ci vengono spacciate per democratiche. Ora io sono relativamente giovane, ma una volta la politica partiva dal basso, non era il massimo ma perlomeno si cercava di venire incontro all’interesse di tutti e certe degenerazioni non sarebbero mai state possibili. Perché non provare a ridare alla parola di cittadino il ruolo che gli compete? Rinunciare ad esercitare un diritto fondamentale significa, per me, essere complici di chi ci sta lentamente e progressivamente portando via le libertà di scegliere e di poter contribuire a creare il nostro futuro.

          • ppiuppox

            Il partito dell’astensione non conterebbe niente se fosse fatto da gente veramente disinteressata alla politica e al suo significato nobile. Non so se i sondaggisti riuscirebbero, probabilmente si, a valutare la qualità dei non votanti, le loro motivazioni, ecc. Ma in uno scenario in cui a non votare fosse una grossa percentuale, magari una buona maggioranza, un’analisi del non voto sarebbe interessante e se si rilevasse che a non votare sono persone che sarebbero in gran parte andate a votare se solo ci fossero stati candidati-partiti migliori-credibili, allora le cose sarebbero diverse. Cioè ci sarebbe la possibilità per gente nuova di candidarsi, presumibilmente migliore della paccottiglia attuale. Tieni conto che poi questi potrebbero prendere i voti anche di quelli che sono andati “forzatamente” a votare (controvoglia per spirito “civico”, turndosi il naso,ecc.).

      • Tex42

        Si, l’1% era un’esagerazione, perchè le clientele dei vari partiti sono molti di più. Ma realisticamente, se si arrivasse al 50% o anche sotto, i padroni del discorso non ci mettono niente a creare una narrazione che giustifica anche questo. Basta vedere, che ne so, la storia della brexit e il voto degli anziani, totalmente taciuto per il referendum del 4 dicembre quando i giovani votarono in massa contro e i vecchi a favore.

      • Nikytower

        Una volta lo pensavo anche io. Ma non credo più che sia vero. Hanno fatto tre quattro governi senza neanche un voto. Neanche uno. Le ultime elezioni le ha vinte berlusconi e abbiamo avuto il pd al governo..
        Votare serve a nulla ma anche non votare. Per cui a sto giro probabilmente andrò a votare… fosse solo per far venire il mal di pancia a qualcuno… 🙂

      • Epiphanius

        Potente? Ma per favore. E’ funzionale semmai.

      • Andrew

        Sì, mi posso immaginare di tutto, anche questo, in un paese dove la magistratura concede permessi premio ai fratelli Savi.

        E tu pensi che alla Repubblica freghi qualcosa?

    • Annibale Mantovan

      Secondo me , purtroppo, qualunque cosa tu voterai il 4 marzo non conterà un bel niente. Il programma di governo è già scritto per i prossimi 10-20 anni, indipendentemente dal voto. Anzi…vi è addirittura una costituzione che non ti permette di votare attraverso un referendum su materie importanti quali trattati internazionali o materia fiscale. Sei già quindi un cittadino costituzionalmente incapace e per certi versi schiavo. Il tuo voto del 4 marzo non fermerà l’ immigrazione, non fermerà l’ aumento delle tasse, non fermerà il degrado sociale, non fermerà il calo delle pensioni e nemmeno il calo dei salari minimi, non ti farà uscire dall’ euro anche vincesse un partito contro ne fermerà l’ usura bancaria. Non cambierà il programma scolastico di tuo figlio con la soppressione di insegnamenti gender, tanto meno fermerà la corruzione o renderà i media liberi…non cambierai NULLA. Il tuo voto conterà solo per decidere la pesca alla trota di martedì piuttosto che giovedì oppure sul niente chiamato Boldrini e le cantantesse. Se vuoi il cambiamento devi solo sperare e pregare che sorga un partito fuorisistema che curi con tutti i mezzi gli interessi nazionali che in questo momento non c’ è. Purtroppo, secondo me, non esiste nemmeno votare il meno peggio o turandosi il naso come diceva il buon Indro Montanelli perchè anche se ti turi il naso la merda rimane. In ogni caso se hai deciso di votare vota chi ti pare ma non offendere chi ha deciso in altro modo.

      • Tex42

        Non era mia intenzione offendere chi ha deciso altrimenti, anzi! Se qualcuno si è offeso chiedo scusa. Comunque, sono perfettamente consapevole di quello che scrivi e concordo in pieno. Tuttavia, il dato che ho portato io rimane. Ci voleva poco per evitarci 5 anni di Boldrini, cioè di una che andò in un paese estero (mi sembra in Marocco) e disse più o meno “noi favoriamo gli stranieri e non gli italiani”.

        Se per evitare questo (e solo questo, so bene che per il resto non cambierà nulla) devo votare, allora voto. Tanto, sia che voto o no, i miei soldi per fare le elezioni vengono spesi lo stesso!

        • Annibale Mantovan

          Tu hai ragione e già non vedere più la Boldrini sarebbe una cosa per cui ne vale la pena ma l’ ultima volta (nel 2013) qualcuno mi ha convinto di ritornare a votare perchè era finalmente sorto il partito nuovo e invece mi son ritrovato la Boldrini (proposta dallo statista Vendola…frutto dei diritti alle minoranze…che il 96 % degli italiani non vuole, nemmeno quelli che votano PD!). Mi son ritrovato pure la crisi che è sempre più crisi ed è una crisi indotta + i soliti bombardamenti NATO contro i “terroristi”, la fobia russa e tutto il resto mentre il partito “nuovo” puzza di vecchio. Io, dopo 30 anni di voti, sono arrivato a capire che il sistema non è democratico…è tutto finto! …oppure i voti non si contano…si stimano! oppure che il sistema democratico è sbagliato! Cosa è o cosa non è fatto sta che chi comanda realmente è lo 0,1% mentre il 99,9% se lo prende in quel posto…pure quelli che votano! Io non so cosa bisogna fare, non ho la soluzione. Prendo atto!

          • Andrew

            Ma che ragionamento è?
            Non votare perché il risultato non è stato come ti attendevi?

            Non votare se vuoi, ci penserà un piddino a fare valere il suo voto al posto tuo.
            E dopo sentiti furbo. Lui avrà votato, tu no.

      • Buon Giorno

        Stronzate. Non cambia nulla perché la maggior parte degli italiani continua a votare sinistrati (pentapitechi inclusi) e moderati berlusconiani: tutto qui.

        Se per ipotesi la maggioranza degli elettori votasse per Casapound o per La Lega, conferendo loro la maggioranza dei seggi parlamentari, con cui non solo votarsi celermente le leggi ma modificare la costituzione per impedire l’abrogazione e disapplicazione delle norme da parte di corte costituzionale e magistratura, le cose non cambierebbero?

        Certo che cambierebbero, soprattutto nel caso dei casapoundisti: non a caso le elites eurocratiche ed i media di regime suonano l’allarme contro fascisti e populisti ed appoggiano esplicitamente l’ottantunenne porcellone sperando che ancora una volta annacqui la spinta politica a destra ed affondi una rivoluzione politica in una palude moderata.

        Sono gli italiani a scavarsi la fossa da soli quando entrano in cabina elettorale, dove nessuno gli dice cosa devono votare: se votino per il suicidio nazionale coscientemente perché idioti ideologizzati od incoscientemente perché ignoranti semi-analfabeti, non cambia il fatto che é colpa loro.

        • Epiphanius

          Con piacere hai escluso i grullini sorosiani. Siate consapevoli. Escluderei anche la Lega…in fondo. Certo meglio qualcuno che non brucia d’amore terzomondista e arcobaleno rispetto ad altri che vorrebbero azzerare del tutto regole, controlli, frontiere in nome dell’egualitarismo senza confini “peace & love”.

      • Max Hurr

        “Un partito fuorisistema” …..
        Appena diventa pericoloso per il massolobbismo che governa il mondo lo farebbero fuori coi media o in un altro modo . Non sono mai stato un suo simpatizzante, ma per fare un esempio il “caso Haider” docet . Probabilmente si erano accorti che non era uno che si sarebbe fatto manovrare come moltisimi finti masaniuelli da operetta (anche italici) che ancor oggi calcano le scene e lo hanno sistemato .Altro che “guidava ubriaco” , cosa per altro molto facilmente falsificabile .

    • Blondet

      Bravo. Ma mica capiscono…

      • cagliostro

        Fanno finta di non capire,
        Chi inneggia al non voto, lo fa in maniera strumentale, piu sono gli astenuti, piu la casta conserva il potere.

        • Epiphanius

          Quando lo capiranno sarà troppo tardi… E’ l’unico strumento che hanno, ma in troppi preferiscono fare gli orgogliosi e dire che non vanno a votare, che fanno tutti schifo ecc. “Dividere per dominare”. Date un po il 60% a qualche partito populista, poi vediamo. Certo ci sarà da lottare con spread, turbolenze mediatiche e finanziarie, operazioni psicologiche, grandi media e UE tutti contro. Ma sarà il segno che la strada imboccata è buona per l’Italia, questa espressione geografica che fa molto comodo tenere sotto il giogo, in tutti i campi.

          • cagliostro

            Io penso che chi inneggia al non voto faccia parte dei loschi figuri che hanno distrutto l’italia, meno persone votano piu probabilita hanno di restare al potere,

          • Mariana Erdei

            Allora all’epoca Berlusconi era giusta ???…perché era attaccato da tutte le parti in tutti i modi inimmaginabili…come ora Trump.
            Secondo me Italia dovrebbe fare una sola cosa : USCIRE DALL EURO, e cosi riprendere la sua sovranità monetaria, e LOTTARE ….altrimenti non si salverà più !
            I M5S hanno iniziato la loro politica con questa idea, e hanno guadagnato tanta gente…ed ora invece lo hanno abolito.

            Anche Salvini ha cambiato idea, e sta perdendo consensi.

            Ci vorrebbe uno che ha le palle per giocarsi questa carta, spiegando al popolo a cosa serve ad un Paese la propria sovranità !!!…ma temo che in Italia pochi sarebbero a comprendere…. infatti…. presto si vedrà la peggio distruzione del Paese.

  • Caio Giulio

    No vabbè, scusate vado OT ma questa è veramente il top di come si siano ridotti i sinistronzi a stelle e striscie:
    http://www.ilmessaggero.it/primopiano/esteri/trump_wsj_130mila_pornostar_stephanie_clifford-3480108.html

    • marcoferro

      ma uno che ha la first figa melania, perche dovrebbe andare a letto e rischiare la reputazione o la vita con quella zoccola vecchia ? le stanno provando tutte e dopo più di un anno non si rassegano ancora, avranno fegati spappolati.

  • alex

    Siete delle barzellette. Leggendo i commenti alle elezioni, si notano scrupoli di coscienza per Berlusconi, Renzi, Salvini, Meloni, Casini, Bonino, etc..etc.. Non votare uno, perchè in coalizione con un altro? Ma dimenticate chi sono questi dirigenti di partito? FI, Lega; FdI, PD, etc..etc.. Surreale, la discussione verte se è meglio mangiare la merda sciolta di cane, oppure quella più solida, sempre di cane!! Preferite fidarvi di uno che vi ha già abbondantemente stuprato e violentato, come garante della vostra illibatezza e verginità, oppure almeno fare un atto di coraggio e votare una merda (i politici sono tutti merda) almeno non da mangiare e di quale conoscete già il gusto? Posso comprendere le ragioni di voto al M5S, almeno vi sono stupratori non ancora condannati posso capire il voto a Casapound, posso eventualmente capire il voto ad un ipotetico partito (ancora da creare) che abbia facce nuove, non compromesse, posso capire una astensione, un annullamento del voto, (sono tutte merde), posso capire un attesa del risultato delle elezioni, per scendere in piazza a Roma e sparare in bocca a chi entra nei palazzi di potere, non riesco a capire il paraculismo, la mania italica dell’esperto e furbo di turno (speriamo che IO me la cavo), il proseguimento dell’inutile, costoso, corrotto sistema,attraverso i suoi personaggi ben noti. Siete un popolo di masochisti, di idioti senza speranza e destinati alla scomparsa nel dolore e sofferenza, nella follia della vostra ripetitività.

    • Max Hurr

      Tranquillo, che per fortuna la selezione naturale esiste anche per gli italiani come popolo e tra non molto farà il suo “dovere” .
      A me è venuto semplicemente il sospetto che a furia di essere stuprati , agli italiani la cosa ha perfino cominciato , sotto sotto , a piacere , in una sorta di sindrome si Stoccolma che li ha colpiti e per la quale si stanno sacrifichando come pecore al macello per salvare i propri aguzzini .
      Io lo sostengo da tempo : gi italani sono chiaramente un curioso esperimento genetico che ha dato origine a pecore con la memoria di pesci rossi .

  • Rosolino Randazzo

    Lega

  • arcibaldo

    Domanda: come si fà a ribaltare una barca? Risposta: ci si butta tutti da una parte poi simultaneamente tutti dall’altra parte ripetendo l’azione fino a che la barca non si ribalta. PERCIO’, adesso siamo governati dai sinistronzi, alle prossime elezioni tutti i cdx votino casapound se la barca ancora non si rovescia alle prossime tutti a votare l’estrema sinistra fino a che la barca non si rovescia. E una volta rovesciata si salvi chi può.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi