I migranti spariscono dalla campagna elettorale, gli sbarchi no. E Germania e Austria si muovono

Di Mauro Bottarelli , il - 80 commenti


Complice il clima festivo, pensavo che la campagna elettorale sarebbe stata cloroformizzata da cene in famiglia e gite per la Befana. Invece, un bel botto di fuochi d’artificio: solitamente, i colpi a sorpresa si tengono per gli ultimi giorni, mentre qui abbiamo visto tutti i contendenti sparare cartucce di grosso calibro. Il centrodestra è giunto al grande compromesso che tutti si attendevano nel corso di un vertice ad Arcore ieri: sì alla “quarta gamba” centrista che Matteo Salvini non voleva, a fronte però dell’impegno formale a rivedere del tutto la legge Fornero, quest’ultima core business del leader leghista e della sua campagna per guadagnarsi il ruolo di premier in pectore. Costo stimato, fra i 70 e i 90 miliardi di euro, si dice. Il tutto, senza scordare l’impegno all’innalzamento a 1000 euro delle pensioni minime.

“Liberi e uguali” ha sparato l’abolizione tout court delle tasse universitarie, il tutto dopo aver dimenticato l’esistenza della “no tax rea” e aver criticato per anni la stessa ratio che sta alla base della loro proposta: ovvero, la sua indiscriminatezza, esattamente come il bonus da 500 euro per i diciottenni o l’abolizione dell’IMU, qualunque sia il tuo reddito. Il PD si è giocato invece l’abolizione del canone RAI da inserire nella fiscalità generale e il salario minimo da 10 euro l’ora, rivendicando come oro colato quanto ottenuto finora dal Jobs Act. Più parchi di proposte i Cinque Stelle, occupati con l’ennesimo caso Roma relativo ai rifiuti da spedire in Emilia-Romagna e Abruzzo: finora, nel mirino erano finite le pensioni d’oro e i vitalizi, oltre alla questione euro sì, euro no.

Non vi pare manchi qualcosa di grosso allo scontro in atto fra le forze politiche, al netto del Vietnam che partirà da oggi fino a fine mese per la questione legata alle liste? Già, manca questo:


l’immigrazione. Certo, nel programma di massima del centrodestra uscito dal pranzo di Arcore si parla genericamente di “controllo” del fenomeno ma certamente non basta, almeno stando al profilo che la questione ha avuto fino a non più tardi di un paio di settimane fa, soprattutto nella retorica leghista. Ora, invece, silenzio o poco più, se non un flebile rumore di fondo. Eppure la cronaca parla chiaro: la minaccia libica di disinteressarsi delle partenze non è rimasta infatti tale ed è la nostra Guardia costiera a dover farsi carico degli sbarchi che non cessano nonostante il tempo avverso. Anzi, proprio i rischi superiori dettati dalle condizioni climatiche hanno fatto partire i “saldi” anche tra gli scafisti libici. Qualcuno ne parla in questo inizio scoppiettante di campagna elettorale?

Zero. Bene, altrove le cose sono diverse. “Il 24 settembre c’è stato un risultato elettorale che ha segnato tutti i partiti e adesso serve un nuovo stile di governo in Germania”, ha dichiarato stamattina il segretario generale dell’SPD tedesca, Lars Klingbeil, incontrando brevemente la stampa dopo i primi colloqui esplorativi sull’ipotesi di nuova Grosse Koalition con la CDU di Angela Merkel. “Il risultato complessivo arriverà giovedì”, ha affermato. Insomma, 72 ore e sapremo. Pensate davvero che, se si arriverà a un accordo – relativamente al quale la Cancelliera ieri si è detta ottimista -, la Germania andrà avanti con la medesima politica migratoria tenuta fino alla scorsa estate? Guardate qui, anzi leggete qui:






a occhio e croce, due cose balzano agli occhi. Primo, la Merkel non può più giocare con la questione migranti, perché al netto dei sondaggi che la vorrebbero fuori dall’agone politico da parte di un numero sempre maggiore di elettori, la CSU non sembra più disposta a mediazioni. E la visita di Viktor Orban, accolto con tutti gli onori dal presidente bavarese la scorsa settimana, parla chiaro: se la Cancelliera vuole una crisi di coalizione che la affosserebbe del tutto, basta andare avanti sulla china percorsa finora. Secondo, il fatto che la SPD abbia messo fra i punti non negoziabili del programma l’accettazione pedissequa dell’agenda Macron relatvamente al futuro dell’UE parla chiaro, al netto di richieste populiste come l’abolizione della casse mutua private e più investimenti pubblici (ovvero, addio surplus).

E se in Germania la svolta sui migranti è fuoco che brucia sempre di più sotto la cenere delle rassicuranti frasi fatte di Angela Merkel, questo



ci dimostra come in Austria e Repubblica Ceca la situazione sia ben delineata e drastica, al netto di questo

e delle mille situazioni analoghe che si registrano quotidianamente in mezza Europa, nel silenzio colpevole di media e istituzioni. Inoltre, attenzione a questo:

ovvero al collante geopolitico involontario ma non troppo che la questione migranti e immigrazione in genere potrebbe rivelarsi nel quadro delle relazioni sempre più tese e sfilacciate in seno all’UE: al netto della poco fiducia che si possa riporre nelle promesse politiche di un noto voltagabbana come Recep Erdogan, se per caso la Turchia e la Germania dovessero arrivare davvero a un reale ammorbidimento dei toni bilaterali, il messaggio sarebbe duplice. Primo, stante il durissimo attacco di Emmanuel Macron sulla possibilità di ingresso di Ankara nell’UE, la Germania diverrebbe architrave di disturbo fattuale verso il nuovo Paese egemone in Europa e la sua politica.

Secondo, viste le parole altrettanto dure di Erdogan verso gli USA e i rapporti fra il suo Paese e Washington, la Germania si troverebbe a fare i conti con quanto contenuto nell’ultimo, interessantissimo numero di “Limes”, ovvero uno scontro finale USA-Russia che vedrebbe proprio la Germania come ago della bilancio in una partita che si disputerebbe sul campo sempre più minato della Polonia, Paese che gli Stati Uniti intenderebbero usare come nuovo muro di Berlino contro la minaccia di Mosca.

E, quasi altrettanto, contro una minaccia percepita dal Deep State statunitense: ovvero, una Germania sempre meno fedele e controllabile in seno all’Europa. Se a Berlino sarà svolta a destra e filo-Est, la Polonia – anche al netto degli attacchi sempre più duri di Bruxelles contro la sua sovranità residua, benedetti dalla Francia di Macron – vedrà prevalere il suo ontologico sentimento anti-russo o cederà, magari solo in parte, alle sirene di quanto prodromicamente si sta muovendo in seno all’UE, ovvero un abboccamento sempre più palese fra gruppo di Visegrad e binomio Germania-Austria, quantomeno a ivello di spinte politiche dal basso? Non so voi cosa ne pensiate ma per me questo è l’argomento essenziale e dirimente del 2018, un qualcosa di fondamentale importanza per il futuro dell’Europa in sé. Ma qui pensiamo ad abolire le tasse universitarie e al cibo senza IVA per i cani degli anziani. Salvo poi lamentarsi indignati per la percentuale di astensionismo alle urne.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Covpepe

    Durante la campagna elettorale la sinistra cercherà di non parlare di immigrazione, confidando sulla scarsa memoria degli italiani. Dunque, è compito della destra tenere sempre in luce l’importantissimo argomento dell’immigrazione e usarlo costantemente come arma contro la sinistra.

    • Goffry

      Tutto vero, ma anche per la destra la questione immigrazione diventerà un brodino, un tema su cui sorvolare ad alta quota…

      • Covpepe

        Intanto, anche oggi ci ha pensato il “papa” impostore e comunista a tenere vivo l’argomento. Forse, a sua insaputa, fa il nostro gioco.

        • RC17

          Il Papa ha altre grane in questi giorni, è costretto a deviare l’attenzione su di se e sulla congrega che gestisce, non avendo dove altro parare si riversa sull’argomento migranti.

          • what you see is a fraud

            Io sono per il saccheggio del vaticano e per esiliare il PAPPPPA , che vada a pappare in qualche altro posto

        • Goffry

          Beh, fa il suo mestiere di uomo marketing… tutto normale…

    • Pieretto

      Compito della destra ( in una nazione seria in realtà di tutte le forze politiche ) sarebbe, dopo aver messo in evidenza il tema dell’immigrazione, FARE FATTI affinchè il fenomeno sia gestito in maniera estremamente severa e responsabile, senza retorica e pietismo strumentale e col pugno di ferro contro i fenomeni criminali legati ad essa, siano i colpevoli di origine indigena che allogena, quando chiamata a governare.

      Certo che se nemmeno se ne parla o lo si fa a capzio figuriamoci poi sul piano dell’azione anche se a livello locale qualche sindaco, quasi sempre leghista, l’impegno ce lo mette

      A proposito di parlare ho visto di recente in tv un paio di spezzoni di dibattito nei quali si parlava del cosidetto ius soli, ci volevano un ragazzo nero e una ragazza marocchina per zittire con argomentazioni logiche e una buona dose di ironia le cazzate dei sinistri che nonostante fossero al solito in numero maggiore e appoggiati dalla conduttrice sono rimasti letteralmente senza parole.

      E sempre su programmi e propaganda elettorale un altro tema che porterebbe consensi bulgari è quello sulla legittima difesa, anch’esso per il momento lasciato fuori.
      Sulla riforma di un codice di procedura penale che permette di stravolgere tutte le regole del vivere civile con criminali che si beffano della gente perbene e di quegli appartenenti alle Forze dell’ Ordine che svolgono con impegno il loro lavoro mi risulta zero assoluto.
      Lo stesso sulla scuola che dovrebbe essere uno degli argomenti fondamentali di dibattito e successivamente di decisa azione di governo se non qualche banalità di nessun conto.

      Siamo a livelli davvero bassi.

  • RC17

    Nella piccola provincia in cui vivo ultimamente sto notando un cambio di comportamento degli invasori.
    Come in tutte i paesi e le città ci sono posti ricreativi per differenti tipologie di persone. Gli snowflakes in genere si aggregano tra loro in posti fighetti, mentre chi ancora ama il piacere di chiacchierare (in genere 40enni o giù di lì) si ritrova nel vecchio e classico pub/bar o simili.
    Nei posti umili e ancora adibiti alle sane relazioni sociali, se per caso gli invasori alzano la cresta, è facile che vengono fracassati di mazzate, così non ci vengono e si stanno riversando tutti nel fronte snowflakes, dove stanno tentando e, aggiungerei riuscendoci, a far da padroni.
    Solo nella scorsa settimana 2 belle risse da prima pagina provinciale con tanto di vandalismo a auto e case nei dintorni.
    Quindi, dato che a qualcuno serve sbatterci il muso per comprendere, direi che da un certo punto di vista sta andando bene 😉

    • Goffry

      Nella mia zona, le risorse sono concentrate prevalentemente in ghetti fatiscenti, aumentando il degrado e la zozzeria. Ovviamente non si contano le risse, le gang, gli spacciatori, i ragazzotti che pedalano con gli auricolari che non fanno un cazzo da mane a sera.

      • RC17

        Cosa avrebbe fatto un popolo scaltro e furbo?
        Una volta arrivati in Italia, avrebbero cercato di farsi voler bene in tutti i modi per poi ficcartelo in quel posto una volta ottenute tutte le tutele di legge.
        Ma fortunatamente furbi non sono e, pensando di spadroneggiare dopo il secondo giorno di sbarco, non fanno altro che aggiungere continuamente persone al gruppo che li vuol ricacciare indietro e soprattutto sottraggono persone dedite ai politicanti traditori.
        La finestra temporale è stretta ma se “si danno da fare” forse riescono a non farla chiudere.

        • Goffry

          Farei anche una distinzione tra risorse, includendo il gruppo africano (maghrebino e nero Africa centrale), cinese e Europa dell’Est. Ognuno ha proprie peculiarità ma sono tutti devastanti nel tessuto economico e sociale, anche alla luce della piena impunibilità ai sensi dell’attuale codice penale e di procedura penale.

          • RC17

            Concordo, infatti il cinese, essendo più furbo, direi che c’è riuscito.

          • Goffry

            I cinesi assoluti numeri uno per furbizia e paraculismo.

          • Goffry

            Faccio io ora una domanda. Qualcuno sa spiegarmi perché la stragrande maggioranza dei veicoli targati Ucraina e Polonia qui sono dei furgoni? Ma che cazzo trasportano?

          • aiccor

            società italiane registrate all’estero per pagare poco o niente di RCA; bollo, ecc. ma lavorano in Italia. Sono anche mezzi tutti nuovi. Il corriere della banca per cui lavoro ha tutti i mezzi in romania

          • Goffry

            Quello lo so ma si tratta quasi sempre di furgoni bianchi (Ducato, Mercedes Vito ecc…) senza insegne di corrieri. E gli occupanti sono sicuramente dell’est.

          • Dogui

            Persone e loro cose, nei due senza da e verso Italia , sopratutto quelle delle badanti, unica risorsa esportata dall’Ukraina

          • Goffry

            Ok.

  • Gianox

    “Devo fare queste affermazioni perché questa lotta, che è diventata ovviamente inevitabile nei primi mesi di quest’anno e che il Reich tedesco è chiamato a guidare, oltrepassa gli interessi del nostro popolo e della nostra nazione. Quando i Greci fronteggiarono i Persiani, essi difesero di più della Grecia. Quando i Romani fronteggiarono i Cartaginesi, essi difesero di più di Roma. Quando i Romani ed i popoli germanici fronteggiarono insieme gli Unni, essi difesero ben di più dell’Occidente.
    Quando gli imperatori germanici fronteggiarono i Mongoli, essi difesero di più della Germania. E quando gli eroi spagnoli fronteggiarono l’Africa, essi non difesero solo la Spagna ma anche tutta l’Europa. Allo stesso modo, oggi, la Germania non combatte solo per se stessa ma per tutto il continente. Ed è un segno di buon auspicio che questa consapevolezza sia oggi così profondamente radicata nel subconscio della maggior parte delle nazioni europee che partecipano a questa lotta, sia con aperte espressioni di appoggio, sia con l’invio di file di volontari”.

    Parole di rara lungimiranza, che raccontano ciò che è sempre accaduto: né più né meno, la storia dei popoli europei e della loro millenaria civiltà.
    L’Europa si è sempre difesa da coloro che oggi sono chiamati migranti. Li ha sempre respinti con la forza, perché respingendoli l’Europa preservava se stessa come Europa, come Fortezza Europa.
    Chi disse queste sagge parole che, al di là di ogni affiliazione o simpatia politica, descrivomo quella che è da intendersi come Storia con la S maiuscola?
    Adolf Hitler, durante il suo discorso al Reichstag dell’11 dicembre 1941.

    • Stopensando

      Ahh ecco mi sembrava strano, parole troppo saggie per politici di oggi.

      • Gianox

        Ma infatti! Guarda un po’ cosa ci tocca dire?

    • Antonello

      😉

  • Albert Nextein

    Schultz con la richiesta di abolire le casse mutue sanitarie private si dimostra un nemico della libertà individuale.
    Per tutto il resto, che ho letto, non entro neppure superficialmente nel merito.
    Io non voto più.
    Provo a difendermi come posso, e basta.
    I politici, come consiglia Hoppe, non meritano alcun rispetto e , quindi, alcun interesse.

    • Stopensando

      I politici con le loro famiglie meritano I campi di lavoro forzato a vita senza sconti, cosi possono capire tutto il male che hanno fatto.

      • Albert Nextein

        Anche banchieri, banchieri centrali non scherzano.
        Ti consiglio un libro semplice e chiaro.
        Lo stato falsario di Murray Rothbard Facco Editore.
        E’ una vera e propria illuminazione.

  • Gianox

    Come cambiano i tempi.
    Una volta, i preti ti invitavano a recitare il rosario per difendere l’Europa dai saraceni, oggi ti invitano a recitare il rosario per accogliere i discendenti dei saraceni.

    • Scrillo

      un motivo in più per abbandonare la setta massonica.

    • kison

      abbattiamoli a colpi di rosario

  • kikko19

    ma basta col circo, i politici italiani vanno abbattuti.

    per i migranti c’e’ una medicina e si chiama piombo, se affondi i primi due barconi il terzo non parte neanche (si chiama marketing) salvando milioni di vite anche dei migranti che sono solo carne da macello da parte dei trafficanti e di chi ci guadagna da noi.

    • RC17

      Ti sei mai domandato perchè oggi nessuno si immola per la “causa”?
      Ci sono persone che non hanno niente da perdere eppure episodi da casus belli non accadono, perchè?
      Io una teoria ce l’ho.
      La rabbia c’è e c’è anche chi è in grado di sfruttarla, non è questo il problema, il vero dramma è che ad un certo punto sorge in loro una domanda: “ma per chi lo dovrei fare?”.
      Padri che si vedono contro i figli, vicini contro i vicini, amici contro amici e dunque perchè sacrificarsi per chi, non solo non lo apprezzerà, ma addirittura ti considererà un deviato violento?
      Così la rabbia si trasforma in: “sai che c’è!?! Io me la so cavare, azzi degli altri!”.

    • nathan

      “ma basta col circo, i politici italiani vanno abbattuti.”

      Come osi? E’ il popolo che li ha generati negli anni alla voce democrazia, vuoi mettere in discussione la sua libertà di scelta?
      Se devi abbattere qualcuno, abbatti lui.
      🙂

      • kikko19

        in effetti a pensarci bene i politici sono il meglio del meglio dell’italia. saluti da lontano.

        • nathan

          O anche, ogni popolo ha i politici che si merita.

      • kison

        si stanno autoriproducendo per partenogenesi

    • Scrillo

      il governo militare sarebbe l’opzione migliore per fare piazza pulita di molti traditori (il reato di alto tradimento e la pena di morte sono stati depenalizzati non a caso dai nostri bravi politici) in modo rapido e indolore; ma come sappiamo noi non abbiamo dei militari; o meglio, la marina italiana è impegnata in una invasione su mandato ONU/EU, organizzando tutti i trasferimenti della feccia da tutto il mondo per mezzo del mediterraneo alla nostra penisola, che sempre più assomiglia a una discarica di carne umana. Gli altri militari prendono ordini da potenze straniere all’interno di organizzazioni internazionali. Escluderei categoricamente questa opzione.

    • Trollerball

      Gli spagnoli lo hanno fatto, ma noi non possiamo. Non diamo però tutte le colpe al papa o al Vaticano. Forse è un piano al quale non possiamo opporci, forse siamo noi individualisti, ognuno guarda al suo orticello e sui migranti tanta gente ci guadagna. Non so quale sia il problema, fatto sta che soltanto noi non possiamo dire “NO basta”.

  • nathan

    Parla o non parla salvini dei migranti, è la stessa cosa.
    Cercare di ottenere crema chantilly dal cartone bagnato, è pura utopia.

    • kison

      burlequone ormai è groggy;confonde e si dimentica quello che gli dicono di dire,
      l’ultimo rimasuglio di lucidità se l’è fatto succhiare dalla mamma del suo cagnolino.
      come nano ha ancora la statura come giocoliere non sta in piedi.

  • Nexus

    I partiti che vogliono vincere le elezioni fanno male a tenere fuori dal dibattito il tema dei migranti.
    A sentire in giro gli umori della gente comune se un partito propone di bloccare completamente il traffico di “risorse” farà il botto… (leggasi “il pieno di voti”).
    Danno quattro soldi alle famiglie italiane che mettono al mondo un figlio (perché dicono che mancano le risorse economiche) e poi stanziano e spendono 35 euro x 365 giorni = 12.775 euro all’anno per ogni “risorsa” che arriva in iTagliA.
    Sono euro pagati in tasse pagate dagli italiani.

    • Goffry

      Tieni presente che sono i dirigenti (sorvoliamo sul termine) di suddetti partiti che devono poi fronteggiare i vari rappresentanti di Vatican Group SpA, UE, lobby varie e che si calerebbero comunque i pantaloni.

    • RC17

      Se qualcuno lo includerà nel programma, aggiungendo di rimandare indietro tutti quelli già entrati e la promessa di una seria inchiesta sul “come” sono riusciti ad entrare, andrò a votare per la prima volta.
      Ma credo che a proporre ciò si faccia prima un altro tipo di botto.

      • Non serve sapere “perchè”.
        Serve decidere che quelliche non hanno un lavoro non possono restare se non mantenuti da qualcuno con i suoi soldi (non con i miei).

        Vuoi un lavoratore? Fai come in Israele, l’azienda mette una caparra in mano al governo e se il tizio non esce legalmente dal paese entro i termini stabiliti, l’azienda perde i soldi. E non può ottenere un permesso per il prossimo lavoratore fino a che quello precedente non viene messo fuori.

        Si decide che la cittadinanza la si da solo a chi è integrato, parla la lingua, ha una casa di proprietà, etc.
        Anzi, potremmo ridurre il voto alla sola gente che ha almeno una casa di proprietà. Poi vediamo quanto velocemente dura le tasse sulla proprietà delle case.

        Oppure potremmo togliere il voto a chiunque percepisca un soldo o un qualsiasi aiuto da parte dello stato. Ovviamente, chi vuole votare può rinunciare all’aiuto e ai soldi (in anticipo).

        MI sa che andiamo avanti con il progetto per il Seasteading, che è più realistico.

        • RC17

          Non mi hai capito 😉
          L’inchiesta serve per individuare quanti tra politici, lobbisti ecc… sono stati coinvolti in questo scempio.
          Che nessuno la passi liscia.
          Rimandarli indietro senza punire i responsabili a me non basta affatto.

          • Stopensando

            Il Papa dovrebbe essere io il primo a pagare.

      • Scrillo

        il problema ormai è rispedirli indietro: visto che nessuno vuole davvero farlo, la cosa migliore è che l’economia vada male, così se non ci sono soldi, ai migranti non resteranno che le briciole. Ovviamente non con i pdioti, che gli vogliono dare più diritti degli italiani e ormai quasi tutte le manifestazioni sindacali sono organizzate con la feccia degli stranieri.

        • RC17

          Come fare? Gli fai desiderare di farlo.

    • aiccor

      non c’e’ dubbio. io il primo

    • Trollerball

      Sei sicuro che possono “bloccare il traffico”? Ne sei proprio sicuro?

  • Hannibal Lecter

    Comunque Salvini deve stare molto attento a come si muove, 1) sta in una coalizione che con lui non ha nulla a che vedere escludo la Meloni. Ho notato due argomenti tabu non più trattati: euro – permanenza in europa, 2) immigrazione. Se teme le reazioni del popolo del el papagno, allora è mal consigliato, la gente ne ha pieni le BOLAS dunque Salvini occhio a come gira il fumo, si fa molto in fretta a tornare al 3% con la convinzione che facendo velina non si urtano le anime belle OCCHIO. Ti faccio presente che se oggi viaggi al 15% è merito delle tue affermazioni fatte in passato su euro europa immigrazione. Se in questa coalizione in cui ti trovi, ti anno messo la museruola allora la vedo male x te fare da vassallo al berlusca come un tempo non è una buona idea. TI RIPETO OCCHIO.
    P.S. Salvini, mi dici qual è l’attinenza tra te e tajani?

    • paolosenzabandiere

      Per la prima volta voterò a destra, dopo decenni di idiozie piccine, piddine, 5 stelline,repubblichine (di repubblica) e sfatto quotidianine. Pensavo avrei votato Salvini o Meloni, poi li vedo “abbrancicati” a “el pradrun de tut”, quello che pensa solo alle sue aziende, e all’alleanza con il piddì, e per quanti sforzi faccia non ce la faccio a votarli.

      Proprio oggi ho fotografato il livello delle merde (letterale, merde vere) delle risorse in un solo strada davanti ad uno dei più vecchi mercati di Roma. In meno di 100 metri, nel solo marciapiede di fronte all’ingresso del mercato, lato Zecca, ne ho contate una mezza dozzina. Una cosa estremamente igienica.

      Poi siccome sono stato sempre antifascista e democratico, e non mi piace l’olio di ricino, sogno un tempo di amore e pace, in cui questi profumati tartufi si possano offrire ai buonisti che tutto ciò hanno reso possibile. Oh, s’intende piatto unico, senza possibilità di pietanze alternative. Quello che hai davanti “magni”…

      Che poi a pensarci bene è il sogno del riciclo continuo. Niente è più solo rifiuto, tutto è commestibile.

      • kison

        si ma chi, burlesquone?

        • paolosenzabandiere

          Io non avrei mai pensato di aprire quella porta, visto la mia storia. Diciamo che ho avuto qualche incomprensione dialettica coi fascisti. Poi ti accorgi di quello che è riuscito a fare il sinistrume e come non vedere che per quanto discutibile le corporazioni fasciste erano ben altra cosa rispetto a questa cialtroneria.
          NON HO FINITO CONTINUO….
          S

          • PdL

            ‘che per quanto amato non può esserci una capo che comanda quasi senza controllo su tutto, perché è inevitabile che prima o poi faccia una cazzata enorme che ti porta col culo per terra’…. anche la ‘democrazia’ ci sta portando dritti dritti verso il precipizio.

      • PdL

        Te l’avevo detto… la conditio sine qua non era senza Berlusconi…

      • Trollerball

        “Per la prima volta voterò a destra…”
        “per quanti sforzi faccia non ce la faccio a votarli”.
        Non sei incoerente? In realtà conosco un sacco di gente che vota sinistra perché vivo e lavoro in un ambiente di sinistra. E nessuno di loro è mai riuscito a votare a destra, qualunque cosa faccia la sinistra, anche la più aberrante. E’ più forte di loro. Preferiscono astenersi, si disinteressano della politica, diventano buddisti, piuttosto che “guardare” a destra.
        Stavo pensando, non è che soffri della stessa sindrome?

        • paolosenzabandiere

          Ho reso più chiaro il mio post, anche se ce ne era uno sotto che chiariva tutto. Voterò probabilmete più a destra.

          Diciamo che vivo in un posto dove tra barbuti e risorse varie non se ne può più e non ho lottato per vedere le donne velate come certe sedicenti femministe.

          Poi vivere a contatto con immense latrine a cielo aperto non mi diverte più e tartufi di questo tipo li farei mangiare ai buonisti che di fatto li coltivano.

    • Sandro B.

      Ma infatti….Salvini ha dimostrato di non avere le palle, la Meloni oramai ha l’istinto materno che la frega, e di brutto anche, e Berlusconi tradirà entrambi alla prima occasione facendo inciuci a più non posso con il PD per non risvegliare la bestia giudiziaria che con lui di sicuro non ha ancora finito ma stipulato so!o una tregua, teniamolo bene a mente!

  • Semplice

    Salvini si sta condannando a morte a stare con berlusconi e maroni è l’ennesima prova del fatto che farà una brutta fine.

    Comunque i mercenari di tutti i colori politici sono stati chiamati, l’adunanza dei traditori è in atto.

    • Sandro B.

      Fanno a chi fa più schifo. Poi le cavolate che dicono sono vergognose, fandonie una dopo ľaltra. Penso che sia tutto strutturato per non fare andare la gente a votare. Mi spiego: Berlusconi è invotabile e quindi anche quel cazzone di Salvini avrebbe fatto meglio ad allearsi solo con la Meloni. Grasso si porta dietro la Boldrini e quindi è invotabile pure lui. Il PD con il cazzaro alla riscossa …. meglio non parlarne nemmeno, Bersani e le altre cariatidi ormai sono poco più che degli zombies, il M5S si è dimostrato essere una banda di cialtroni politici e stanno rinnegando loro stessi, ha fatto bene Di Battista, quindi…….? A ‘sto punto chi ci rimane ? Con il solo scopo di far venire un travaso di bile alla Boldrini sarei per andare a votare e votare Casa Pound o qualcosa ancora più a destra, se esiste….!

      • Semplice

        Concordo sulla boldrini ma sarebbe come tagliarsi il pisello. Sul M5S vi fate influenzare troppo dalla stampa di regime….anche se sapete che è stampa di regime e questo la dice lunga sulla loro forza.

        Non c’è cura definitiva, occorre procedere per gradi e il M5S è il 1° grado che piaccia o no. Per quello che ho potuto vedere fanno sia cose giuste che cose sbagliate e purtroppo per noi, c’è una enorme differenza tra tutti gli altri che vogliono incularci sempre e comunque.

  • lupodeicieli

    La questione migrante è importante, anche perché preoccupandosi di queste persone ci si dimentica, volutamente, dei propri connazionali: se poi qualcuno vuol fare dell’ironia su quanto avrebbe detto l’assessore regionale alla sanità della mia regione, la Sardegna, lo anticipo. Di migranti, oltretutto maschi, non abbiamo necessità , anche perché non è obbligatorio incrementare a dismisura il numero degli abitanti. Poca gente, buona festa: ogni psicologo o strizzacervelli, vi dirà che è importante “vivere bene, aver piacere di stare al mondo”, e non parlano del numero di persone che ti deve circondare. Se poi a qualcuno piace la ressa al mare o in strada, il casino delle megalopoli … che ci vada lui a vivere in città con dieci o venti milioni di abitanti, e possibilmente abitando al primo piano o al piano terra, vista strada. Questo tema,i migranti e non quindi quanto detto dall’assessore piddino (oltretutto non eletto ,ma nominato), andrebbe affiancato al tema della sovranità monetaria e territoriale, al discorso quindi sulla ripresa economica: ma se mancano i presupposti, se nessuno tocca questi temi e ,come ha scritto qualcuno nei commenti, la priorità è altra, o se i candidati e i partiti si fossilizzano su leggi Fornero o abolizione di qualcosa, non ci siamo.

    • paolinks

      preoccupandosi…ci si dimentica…come se ai nostri politici interessassimo noi o gli immigrati

      noi siamo solo vacche da mungere

      gli immigrati sono solo il casus per giustificare esborso di altri miliardi dalle nostre tasse per arricchire i loro capataz vota-PD

      è questa la semplice e cruda realtà

      questi sono ladri e traditori e pure parecchio incompetenti oltretutto

  • Anto Nella

    non parlano di “migranti” perchè non possono fare assolutamente niente in merito, semplice.
    del resto vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole.
    per la campagna elettorale rimangono gli spiccioli di residua psuedo-sovranità rimasti a questo paese.
    briciole di panem et circenses.
    auguri.

    • what you see is a fraud

      ” non parlano di “migranti” perchè non possono fare assolutamente niente in merito, semplice. ”
      Si possono fare tante cose se solo qualche politico avesse delle vere PALLE.
      I poltiici devono capire che il vento sta cambiando e Soros e’ probabilmente in galera e non ritornera’ mai piu’; quindi i politici possono mandara a fan culo la Merlel e la UE perche’ non ci possono fare niente se qualcuno non obbedisce ai loro ordini LUNATICI .

      • kison

        impariamo dai peggiori,gli U$A:
        se il debito è di un PILione e oltre
        e il debitore è grosso,prepotente e mafioso
        il problema ce l’ha il creditore.

  • Davide

    Nello scacchiere mondiale Europa è un nano, nello scacchiere europeo l’ influenza italiana è risibile.
    Andrà a finire che la maggior parte delle cozze migranti che adesso sono nel nord Europa finiranno da noi.

  • Scrillo

    Tralasciamo le solite promesse elettorali, dal famoso milione di posti di lavoro del Berlusca, che tanto andava quando ancora il lavoro non era un miraggio sempre più lontano… siamo passati alla promessa dei 1000€. Sempre un Berlusca che un giorno dice di auspicare a un Gentilcoglioni bis (sempre frutto del patto del Nazareno), e il giorno dopo copia di sana pianta il debito di cittadinanza, già copiato dai 5* (stalle), sotto copyright della fu DemocraziaCristiana. C’è una alternativa però ? No, bisogna andare a votare e scongiurare di ribeccarsi quella p…ana della sboldrinella e tutta la feccia dei pd.ti traditori, che l’altro giorno ha parlato ancora per il cazzo di ius sola che nessuno italiano vuole.

    I crucchi non mi ispirano nulla di buono, hanno votato ancora in massa la culona e troppi di loro sono degli id.ti verdi/liberal e cazzate varie.

    L’austria è l’unico paese occidentale a non essere caduto nella trappola del multiculturalismo e del mondialismo, e ha capito che la zeropa voluta dai franco tedeschi è destinata a fallire, come tutte le costruzioni babilonesi.

  • hurom

    e dopo l’immagine di salvini+nano+melona seduti a tavola, per il sedicesimo anno consecutivo piscerò sul certificato elettorale.

    • PdL

      Noooo… Partito dei Lampioni.

    • Trollerball

      Il problema è che se andiamo a votare legittimiamo questa classe politica delinquenziale, se non andiamo a votare questa classe politica delinquenziale continuerà a votare come se nulla fosse. Adesso nessuno vuole parlare di euro perché hanno tutti paura che i mezzi di informazione si scaglino contro di loro e spaventino la gente. Ma questo non vuol dire che alcuni non stiano cercando qualche soluzione al problema.
      PS: è inutile mostrare il dito medio al sistema, visto che ti sta governando. Piuttosto è lui che dovrebbe farti vedere il dito medio.

  • biafra66

    I cialtroni tricolori in meno di 10gg hanno promesso ai sudditi idioti:
    stop canone RAI
    stop bollo auto
    stop tasse universitarie
    dentiere gratis
    stop crimine Fornero
    flat tax dal 15% o del 22%
    paga oraria minima a 10 euro
    ripristino art. 18
    pensioni minime a 1000 euro
    ….e ci sono parecchi ignoranti che “sono orgoglioni” di essere itagliani.
    Allora è giusto e legittimo che questi stupidi meritino questa merda!
    …perché:
    tagliare dipendenti RAI vi fa schifo
    pagare il bollo auto in base a quanto si inquina vi fa schifo
    tagliare i corsi di laurea inutili e pagare i professori a contratto vi fa schifo
    avere assistenza sanitaria con costi equiparati e di conseguenza universalità di servizio vi fa schifo
    distinguere assistenza da previdenza vi fa schifo
    pagare le imposte in base al dichiarato e non al presunto e senza impegno vostro ma a dovete dell’agenzia delle entrate vi fa schifo
    avere una legislazione giuslavorista che agevola il merito e non la protezione vi fa schifo
    avere anziani indipendenti e brillanti vi fa schifo perché preferite pagare badanti ucraine se non peggio “diversamente bianche”
    fare una feroce spending su stato e connessi vi fa schifo
    ….poi però non chiedevi perché fate schifo a molti in giro per il mondo.
    …e sono passati meno di 15 gg dall’inizio.IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE.

    • Albert Nextein

      Mi viene in mente quello che butta gli avanzi sotto il tavolo, al gatto o al cane.

      • biafra66

        Cane e gatto sono animali da compagnia rispettabili. …pensa invece ai ratti molto più viscidi e opportunisti li soddisfi solo con un po’ di immondizia….rubbish direbbero in UK

  • Alex

    Solo noi coglioni italiani continuamo ad ascoltare le parole di Papa Islam. Accoglienza accoglienza accoglienza di sto cazzo. Avete visto il servizio di come è ridotto la stazione centrale di Milano? Decine di risorse da far “sparire” immediatenente, altro che farle spacciare come in una favelas del terzo mondo.

    • Trollerball

      Sinceramente non conosco nessuno che ascolti le parole del Papa. Forse il problema è un altro. Chissà, forse non possiamo dire di no…

      • PdL

        Mia moglie, e tutti i miei cognati sì, purtroppo.
        Io cerco sempre di eclissarmi quando compare ‘Farsesco’.

  • marcoferro

    sono le soliti campagne degli ultimi anni, molto fumo e nessuno prende impegni seri. sembrano venditore di pentole. assurda la classe politica che abbiamo.

  • Tommasodaquino

    Non esiste classe dirigente in Italia, sono tutti emigrati all’estero. Terra di conquista eravamo cinque secoli fa, terra di conquista siamo nel 2018.

  • L.A.B.

    Peccato che Limes ci sia arrivato mesi dopo Eurasia Rivista.

    https://www.eurasia-rivista.com/negozio/xlviii-cordone-sanitario-atlantico/

  • gedeone

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi