Tutti pazzi per la D’Urso americana, paladina di “diritti” e piagnistei: Dio ci conservi la Deneuve

Di Mauro Bottarelli , il - 56 commenti


Non so voi ma io mi sento più tranquillo. Nell’arco di poche ore, infatti, abbiamo preso atto che bastavano due pattinatori sul ghiaccio qualificatisi per i prossimi Giochi invernali in Corea del Sud per riportare a più miti consigli i governi di due Paesi che fino alla scorsa settimana si promettevano l’un l’altro testate nucleari, ancorché questo sondaggio di Statista

ci dimostri quanto vi dicevo da tempo: ovvero, che l’opzione “Dottor Stranamore” per la penisola coreana era principalmente un’arma di distrazione di massa per le opinioni pubbliche occidentali, le stesse che ignorano il gioco sporco in atto contemporaneamente in Siria, ad esempio. Sappiamo poi che non è più tempo per l’Itaia di referendum per l’uscita dall’euro, lo ha certificato Luigi Di Maio da Bruno Vespa, motivando la scelta finale di linea con l’indebolimento strategico dell’asse franco-tedesco. Ma, soprattutto, due notizie mi hanno riempito il cuore, queste:


ovvero, da un lato la constatazione che il Terzo Mondo ci fa un baffo e dall’altro il fatto che un Paese dove si attende con ansia la presentazione del simbolo della lista che fa capo a un nulla come Beatrice Lorenzin, a occhio e croce capace di attirare il voto di congiunti di primo grado o poco più, non merita nulla più che l’estinzione o l’occupazione militare.

Ma è soprattutto una notizia che mi ha riempito il cuore, talmente clamorosa da aver goduto delle prime pagine dei principali quotidiani di ieri,



ivi compreso l’autorevole “Corriere della Sera” di cui non ho trovato la riproduzione: Oprah Winfrey come anti-Trump alle presidenziali del 2020! E non è uno scherzo, perché per sostenere questa tesi da ospedale psichiatrico, “Repubblica” ha mobilitato la penna più radical-chic del suo salotto, il corrispondente dagli USA, Federico Rampini e il suo ego in bretelle. E cosa mai ha fatto scoppiare questa mania? Eccolo qua,

il discorso tenuto dalla famosissima presentatrice tv alla cerimonia per i Golden Globes, sorta di Telegatti molto più fighi perché ammerigani. E cosa avrà mai detto per meritarsi addirittura la candidatura in pectore alla Casa Bianca? Una valanga da stronzate e ovvietà ma in linea con il tema della serata, ovvero lo slogan “Time’s up” relativo alle molestie sulle donne. Apriti cielo, al solo proferire la frase da Nobel “il tempo per uomini brutali è finito”, il codazzo di mezze shampiste, cocainomani e invertiti di vario genere che riempiva la sala è andato letteralmente in delirio, tributandole applausi senza soluzione di continuità e sancendo la sua idoneità al ruolo di prima donna a capo della nazione più potente del mondo, dopo il fallimento di Hillary Clinton, di cui la Winfrey è stata sostenitrice accanita e dichiarata.

Ma la cosa grave non è il sostegno da cane di Pavlov dell’umanità deviata presente ai Golde Globes, quanto quello di media e presunti intellettuali, da una parte e dall’altra dell’Atlantico. Viene quindi da chiedersi: al netto del discorso di facile presa, talmente facile che pare l’abbia compreso anche Asia Argento, questa gente sa chi è Oprah Winfrey, la donna che vogliono in possesso della valigetta con i codici nucleari? E’ questa,

Oprah's Most Embarrassing Moment | The Oprah Winfrey Show | Oprah Winfrey Network

ovvero nulla più e nulla meno che la Barbara D’Urso d’Oltreoceano, conduttrice di uno show televisivo imbarazzante quanto lei, colmo di carrambate imbarazzanti, approfondimenti degni di una televendita di massaggiatori per la cervicale o pentole antiaderenti e angoli del disagio sociale talmente gretti da tramutare il mitico “Pomeriggio Cinque” in una puntata di “Protestantesimo”. I suoi meriti, tali da avvalorare nientemeno che una candidatura alla Casa Bianca? Politicamente corretta, paladina di qualsiasi presunto diritto o piagnisteo avanzato da una minoranza, di colore e ultra-democratica. Insomma, uno stereotipo con le gambe, il meglio che un Paese come gli USA possano chiedere per essere rappresentati nel mondo.

Ma se questo resoconto

è la prova lampante di come non debba stupire l’entusiasmo scaturito dal jet-set USA verso Oprah Winfrey, stupisce invece come gli intellettuali de sinistra di casa nostra si siano subito accodati, visto che non più tardi di tre giorni prima il sedicente filosofo, Carmine Castoro, ospite di Lilli Gruber a “Otto e mezzo” avesse dichiarato, tronfio di sé e del suo disagio intellettuale spacciato per cultura, di essere più spaventato da Barbara D’Urso che dall’ISIS e che nessuno, salvo Alessandro Sallusti, abbia avuto nulla da ridire.

Ora, la D’Urso è imbarazzante quanto il suo Circo Barnum televisivo ma basta un click del telecomando per farla sparire, opzione che non è stata possibile per le popolazioni civili di Siria e Iraq: al netto delle parabole, Castoro si è quindi rivelato un imbecille. Nessuno, però, lo ha fatto notare: tutti d’accordo con lui? Se Oprah Winfrey è la loro risposta a Trump, viene da pensare d sì. Ed è un altro, ottimo segnale: il politicamente corretto, infatti, dimostra di essere alla frutta. O, forse, già al caffè. E la conferma ci arriva di qui,

ovvero dal fatto che un bastione storico della sinistra d’Oltralpe come “Le Monde” abbia ospitato il coraggioso j’accuse di Catherine Deneuve e altre 100 personalità francesi contro il neo-puritanesimo scaturito dallo scandalo Weistein e impersonato a meraviglia da Oprah Winfrey e il suo discorsetto da Boldrini sul red carpet. Della serie, al netto del codice penale, provarci con una donna, da che mondo è mondo, è prassi per l’uomo, evitiamo di tramutare un corteggiamento maldestro in un’accusa che può distruggere una vita.

E in una deriva che ci vorrebbe tutti politicamente corretti e talmente proni all’ideologia gender – che per i suoi propugnatori non esiste, ricordatevelo sempre – da smettere di essere maschi e femmine, tramutandoci in un ibrido di ossessioni e ipocrisie come quello rappresentato in massa alla cerimonia dei Golden Globes. Qualcosa si muove? Forse sì ma solo quando questa notizia

sarà apertura di tg e giornali al pari di Oprah Winfrey e della sua potenziale corsa verso la Casa Bianca in nome della figa di legno al potere e dei sepolcri imbiancati forse potremo dire che qualcosa è davvero cambiato. Per adesso, viva Catherine Deneuve.

Sono Mauro Bottarelli, Seguimi su Twitter! Follow @maurobottarelli

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • paolosenzabandiere

    Strano come i radical chic di Repubblica con la loro morale di merda, si scordino di essere proprietà di uno speculatore che ha fatto piangere migliaia di risparmiatori, e che ha trovato sempre procure avvolte nelle nebbie a graziarlo.

    Quanto vorrei incontrare fFederico “Rampognini” in una delle tante trasmissioni “bindimberghiane” che lo invitano a sparare le sue cazzate buoniste, per ricordarglielo

    • Goffry

      Purtroppo il radical-chicchismo è trasversale. E se poi una cosa arriva dell’Ammeriga, eh beh, allora dobbiamo inginocchiarci e leccare culi ad ogni angolo.

      • Pieretto

        Veramente solo riguardo quelle peggiori.

  • biafra66

    Cit.: ” Culona inchiavabile”… ha molto da dire adesso…ma nulla da dire quando si faceva fotografare abbracciata al “porco” Weinstein. Retorica perbenismo e opportunismo sempre al top tra le “star” mainstream…che schifo.
    Cazzaro e “banda De Benedetti” : stessa razza stessa faccia(da c….o) ….ma ben protetti dallo stesso mondo mainstream di Oprah style, e sopra ogni cosa, da un corpo elettorale che li rispecchia in tutto che li vota e li onora….e quindi se li merita!

  • Goffry

    Non mi pare che Oprah e le altre sciampiste avessero fatto discorsi simili quando il paladino dem Bill Clinton si faceva succhiare dalla Lewinski.

    • paolinks

      Magari si fosse fermato solo a quello. Lolita Express…qualcuno se lo ricorda?

      • Goffry

        Sì, ma quello è successivo alla presidenza.

  • Luigi Zambotti

    …. al solo proferire la frase da Nobel “il tempo per uomini brutali è finito”,

    Ah buono a sapersi. E giusto per curiosità é pure finito il tempo delle troiette pronte a tutto, sopratutto ad aprire le proprie gambe, per una particina, per una ‘buona uscita’ (per dettagli chiedere magari a Silvio B.), per un favore non dovuto?

    • Goffry

      La risposta la puoi vedere sulla “non piccola” diffusione del porno 🙂

    • HECUBA REGINA

      Rispondo alla curiosità per dire che, da che mondo è mondo, il tempo delle zoccolette pronte a tutto non finisce mai… e non per una particina in un film ma per molto meno: partendo dalla scuola dell’obbligo fino all’università e oltre… (ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare)

  • Annibale Mantovan

    Può darsi che mi sbagli ma io non mi preoccuperei tanto…Versailles!

  • Davide
    • HECUBA REGINA

      Guardatela, si veste sempre di nero per sembrare più magra… ma non ci riesce: ci vorrebbero gli effetti special.

      • Davide

        Si candidare la Oprah è come dire ma come sono caduti in basso i Dem. americani, e non è che i cugini europei siano molto diversi.

  • Ale C.
  • Qualcuno dica a Rampini che la coca fa male.

    • biafra66

      …cola? Già …..lo fa ruttare spesso!

  • Paolo Venturini

    Deneuve………..gran figa (si può dire?) e gran donna.

    • Uto Uto

      1° – ora però non si pensi che la dia ai cani ed ai porci.
      2° – epperforza, a ‘sta vecchia non la chiede più nessuno.

  • Zamax

    La sinistra e tutti i Rampini che compongono la sua “intellighenzia” una volta pensavano tutto il male possibile di Hollywood, dello star-system, del cinema e della televisione USA: se qualcuno si azzardava a dire che non tutto era da buttare passava per amerikano e fascista. Poi col crollo dell’Impero Sovietico cominciarono a fari spenti a convertirsi all’Occidente, cioè all’Occidente peggiore, fino a farla da padroni e a rinfacciare questa loro appartenenza all’Occidente peggiore a quel volgo che non capisce mai un kaiser.

    • Uto Uto

      sante parole.
      la devolution de sinistra : PCI PDS LA QUERCIA L’ULIVO PDI PD Renzis

    • HECUBA REGINA

      Mi ricordo che una ventina di anni fa, quando iniziarono ad essere distribuiti in Italia i primi CD dei Green Day, la critica musicale e in particolare quella sinistrata, li snobbava e li massacrava… dicevano: <> ovviamente perché i Clash erano politicizzati, filo-laburisti e quindi erano trendy… poi anche i Green Day si sono convertiti, si sono politicizzati nella maniera più politicamente corretta possibile, sono diventati filo-democratici e improvvisamente… sono diventati punk (per la stampa mainstream e per la critica musicale). E musicalmente parlando, 20 anni fa erano migliori di adesso…

  • what you see is a fraud

    Mentre gli sprovveduti sono pazzi riguardo al futuro politico di qualche attricetta di secondo piano , c’e’ una battaglia in corso negli USA di cui i giornali non parlano ……. Trump verso il Deep State , dei finocchi , i pedofili , i corrotti , coloro che bevono il sangue dei bambini e li sacrificano , i ladri che hanno derubato lo stato USA di innumerovoli TRILIONIi ( Migliaia di miliardi ) di dollari e cercano di schiavizzare il mondo . L’esito di questa battaglia decidera’ se saremo di nuovo liberi o schiavizzati da criminali che sono determinati a controlare tutto cio’che pensiamo e tutto cio’ che facciamo .
    Ora sembra che un cavaliere bianco ( un white hat ) che e’ al corrente di cio’ che il Presiedente Trump fa e che si fa’ chiamare l Q- anon ci rivela informazioni sull’andamento della fattaglia in corso . Vi ricordo che migiaia di persone sono gia ‘ state accusate di vari crimini e saranno processate . Tante di queste persone sono state munite di una GPS attaccato alla loro cavilgiia perche’ il governo vuole sapere esattament dove vanno ma non possono vaiggiare in aereo
    Secondo L’ordien esecutivo del presidente Trump del 21 dicembre scorso le persone accusate di gravi crimini ….. alto tradimento , pedofilia , corruzione rischiano la galera a Guantanao Bay o la fucilazione .
    https://www.youtube.com/watch?time_continue=1025&v=Dn-nsXSFkls

    Dr. Jerome Corsi – Analysis of Recent Q-anon Postings – The Hagmann Report .

    Il Doot. Jerome Corsi – analizza i recenti post di Q-Anon .

    e poi Q- Anon dice ” Impara a leggere la mappa Il Pantano e la tempesta ”
    Q Anon: Learn to Read the Map! The Swamp and The Storm Abides (Video)

    http://beforeitsnews.com/prophecy/2018/01/q-anon-learn-to-read-the-map-the-swamp-and-the-storm-video-2496406.html

    Quardate le mappe che lostrano come tante organizzazioni sono collegate tra di loro .
    Ci sono anche Bergoglio e tanti ” prelati ” . Buon divertimento e comperate tanto popcorn

  • Uto Uto

    Il Botta di bene in meglio!

  • Pieretto

    “Tutti pazzi per la D’Urso americana”

    Almeno la D’Urso è pisellabile, su questa stendiamo un velo pietoso.

    • Mariana Erdei

      La D’Urso è davvero una bellissima MILF. Ma dovete sapere che gli uomini preferiscono trombare quelle inguardabili…. conosco alcune donne orribilanti, peggio della Oprah…hanno scia di uomini appresso per una trombata gratuita…poi certo, nessuno le prende come compagne, le usano solo per una botta e via. Questa è la realtà !

      • gino monte

        aho!!! ma c’ha 60 anni!!! ripeto, SESSANTAAAAA!!!!
        questa non è milf, è gerontofilia!
        io preferisco 3 ventenni che 1 sessantenne :))

  • Pareggiamoiconti
  • Cinzia Berardi

    Geniale Bottarelli, condivido al 100 per cento!!

  • SDM

    L’effetto del discorso della Winfrey è paradigma del declino del glorioso Occidente, la morte della forza della democrazia. Democrazia che da una parte è ridotta alla squallida gara a chi promette il sussidio più succoso, con lo stato cha da fornitore di servizi, com’era persino negli stati comunisti, è diventato fornitore di redditi, e i servizi latitano (Italia docet, scrivo da Roma); e dall’altra, democrazia ridotta a miserevole teatrino da serve messicane, in cui la fiducia viene accordata, dagli intellettuali, dunque dal popolino, a coloro che sanno primeggiare nell’arte del buonismo, del pietismo e della presunta, astratta, difesa di deboli e minoranze: lo stadio terminale dell’evoluzione (da qualche decennio involuzione) della cultura cristiano-occientale che per secoli ci ha fatto primeggiare.
    Oprah Winfrey a trattare con Xi Jinping? A fare l’antagonista di Putin? A cercare di arginare il degrado sociale che cova nelle città americane (pensate solo a droga ed obesità!), o la deriva da naufragio ideologico di quei giovani che volevano votare Sanders e che ammiccano al Venezuela di Maduro?
    Perché in Occidente si vogliono leader tanto deboli ovvero incapaci? Forse perché dietro siano controllati e ricattati da altri personaggi forti, i quali però curano solo i propri esclusivi interessi, e forse nemmeno troppo bene?
    La colpa non è nel popolino, che da sempre è influenzabile… quelli che non perdono e mi nauseano sono i membri delle borghesie benestanti e dei ceti intellettuali, perché sono gli unici che potrebbero avere gli strumenti per capire qualcosa.

    • Caio Giulio

      Comunque questo vale molto da noi, mentre credo che negli USA la musica sia cambiata e se vogliono mandare avanti l’ennesima cretina perchè magari di colore, che ci provino e poi vedranno i risultati “brillanti” che otteranno con la solita carta sessista e razziale che ormai ha sfondato gli zebedei a tutti.

  • Caio Giulio

    Ma ditemi voi se questa donna non è una femmina con la F maiuscola:
    https://www.youtube.com/watch?v=IQ04oERKbZE
    Credo che all’epoca fosse al massimo della sua femminilità, anche se il solito pervertito di turno l’ha messa in panni saffici.

    • marcoferro

      questa se l’è pappata il nostro Mastroianni…

    • hurom

      e come non citare l’interpretazione della deneuve nel capolavoro “Bella di giorno” di bunuel? all epoca fece scandalo

  • Lucio

    Le vere donne sono quelle come la Deneuve. Le altre sono solo delle oche false ed ipocrite.

    • marcoferro

      La crociata che si sta combattendo in USA porta dritti al fondamentalismo di tipo religioso ortodosso. Volete scuole separate, donne velate, maschi che non possono rivolgere la parole alle femmine altrimenti vanno in galera? Mi fa orrore il tipo di società che costoro stanno cercando di imporre. Un’avances non è una molestia punto. Se non è gradita lo si fa capire. Se il maschio non vuole capire a quel punto scatta la molestia. Questa crociata non è femminismo e non aiuta le donne. Onore a Cathrine Deneuve per aver messo le cose in chiaro.

      • Lucio

        Per non parlare di talebani dei genders, antirazzisti sfegatati, talebani dell’ecologia e degli animalisti.

        Il bello è che tutti questi estremi iniziano ad essere in lotta tra di loro. Le varie associazioni a difesa di qualcosa iniziano a litigare con quelle a difesa di qualcos’altro. Gay neri contro gay bianchi ecc ecc.
        Speriamo tutto questo schifo si autodistrugga.

        • marcoferro

          ci siamo dimenticati dei nazi-vegani….

  • Svicolone61

    Ormai di Bottarelli leggo solo i titoli e questo lo condivido in pieno.
    Grande Catherine Deneuve con un po’ di saggezza in questa follia collettiva.

  • marcoferro

    dopo obama alla casa bianca vorrebbero avere

  • Marco Padova82

    Chi non darebbe 2 colpi alla D’Urso?

    • davide

      La D’Urso?? se si tratta di una battuta ambigua io mi chiamo fuori.

    • hurom

      la d’urso?? piuttosto mi faccio la deneuve.

    • sono contrario alla violenza fisica in genere;
      contro le donne in particolare

    • gino monte

      ma c’ha 60 anni, ahoooo!!!!

  • davide

    Ophra stamane in TV in lacrime davanti alla sua casa californiana spazzata via dall’alluvione.
    Si vede che La SS Trinità gli ha fatto capire che ne pensa della sua candidatura 2020 a inquilina di 1600 Pennsylvania avenue.

  • hurom

    ovviamente la psicolabile asia argento non è d’accordo con la deneuve…:DDD

    “Catherine Deneuve and other French women tell the world how their interiorized misogyny has lobotomized them to the point of no return”
    se la deveuve, che si trombava uomini come mastroianni, è misogina, la argento che si fa sbattere per due anni da un butterato ebreo obeso coasa è?

    • Caio Giulio

      Giusto quel porco schifoso se la poteva trombare a quella cessa 😉

    • Massimo

      non devi farti domande
      l’argento e’ stata violentata…..tutte quelle attrici multi milionarie sono state violentate
      ….

  • più che la d’urso
    è la maiala dei Muppet versione abbronzata…
    Minny o Paperina andrebbero alrettanto bene e sembra (non ci giurerei) che usino

    incipriarsi il nasino con la …cipria;
    per i sudditi sparsi per il globo non cambierebbe una cippa
    la politica la fa il deep,la lobby,la fed,la CIA(e sorelle) il pentagono e ultimo ma non ultimo
    la finanza massosionista.

  • Luca Arrighi

    Una pena ascoltare certe insulse personalità vuote dentro…..Ormai il declino dell’occidente è costante e inesorabile….Averne di più di donne come la Deneuve, altro che la lorenzin e il suo ridicolo logo con la dicitura “popolare”……

  • HECUBA REGINA

    Oprah ha la O come Obama… prevedo che dopo il Golden Globe sarà presto candidata al Nobel per la pace (per rimanere in tema di cani e porci N.B. senza offesa per i quadrupedi)

  • ittymixe

    Credo che il significato profondo delle parole della Deneuve non sia stato colto.

    La Deneuve non ha parlato a favore dei maschi, tutt’altro.

    Quando la Deneuve dice che le avances dei maschi sono necessarie per la libertà sessuale, furbescamente si dimentica di aggiungere: “per la libertà sessuale … delle femmine”.

    Alla Deneuve, della libertà sessuale dei maschi, non gliene frega un cazzo, perché sa che i maschi troveranno sempre un accettabile livello di libertà sessuale … nelle prostitute.

    Il problema è delle femmine, perché le femmine non possiedono una alternativa alle avances dei maschi, essendo pochissime (quasi nessuna) le femmine che ricorrono agli uomini a pagamento.

    Per i maschi è diverso, perché i maschi godono ugualmente (anzi di più) anche con le femmine a pagamento (con le quali è tutto più semplice).

    La Deneuve, da vecchia furbastra, sa che imbrigliare il desiderio maschile in una griglia di divieti e reati, è l’inizio della fine per il millenario potere delle femmine.

    La società futura, quella che si va costruendo con il divieto di fare un complimento alla femmina, è molto simile a quella già esistente in Giappone: giovani maschi e giovani femmine completamente separati, che non si mischiano più. E secondo me è meglio.

    Personalmente, una parte della mia soluzione individuale prevede di portare il mio unico nipotino maschio 13enne ad un puttan-tour nei posti con le migliori zoccole al mondo: lo salverò dal matrimonio e dalle femmine italiane e gli salverò la vita.

    Thailandia, Colombia, Cuba. Posti mediamente sicuri, con frotte di ragazze sane, amorevoli, divertenti ed inoffensive: scegli, paghi, ti diverti e domattina ognuno per la sua strada. Ma anche in Italia ci sono posti decorosi, vedasi Gnoccatravel.com.

    E le melanzane italiche a casa, a leggere la Repubblica delle Donne, con le ragnatele nelle mutande. O tanto disperate da bazzicare nei locali pieni di risorse nere, specialisti della violenza carnale.

    Quindi, cara Deneuve, riprenditi indietro il tuo sermone: non abbiamo bisogno del tuo aiuto. Quando vogliamo divertirci senza rischiare l’osso del collo, sappiamo come fare.

    Strepitino pure le femmine schiumanti, ci chiamino pure pervertiti, puttanieri, impotenti, incapaci di amare, buoni solo con le mignotte, vi verrà lo scolo, etc etc.

    Il mondo è nostro, e loro lo sanno.

  • Max Hurr

    Sono uno dei legali di Barbara D’ Urso e ho ricevuto mandato dalla mia assistita per querelare e citare in giudizio , con richiesta di danni clamorosa, l’autore del presente articolo, per lo scabroso ,squalificante e lesivo paragone con la signora (?) Oprah .

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi