Robot Revolution Parte 3 : La Famiglia

Di FunnyKing , il - 225 commenti

Ricapitoliamo dalle puntate precedenti.

Partiamo dalla tesi: le intelligenze artificiali (IA) e i robot stanno spiazzando completamente gli esseri umani a bassa educazione/specializzazione e intelligenza logica dal mercato del lavoro e dagli starti sociali più ricchi. Per rimanere competitivi è necessario mantenere un atteggiamento di apertura mentale e di aggiornamento continuo (spontaneo non contate sullo Stato o sull’azienda).

Affermo che ci sono 3 pilastri per avere un vantaggio sulle altre persone un ambiente sociale integrato con l’automazione e le IA.

  • L’educazione (link)
  • Il quoziente intellettivo (link)

Ne manca ancora uno: La Famiglia inteso come ambiente più adatto a sviluppare negli anni fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza il massimo del proprio potenziale individuale.

Per qualche ragione storica e sociologica che non saprei individuare molte culture occidentali hanno destrutturato la famiglia tradizionale e ne hanno negato la funzione primitiva e fondamentale: la cura della prole.

L’Italia in Europa è in assoluto il paese dove più di ogni altro è avvenuta questa trasformazione che non è solo una questione economica, è anzitutto una questione culturale (ricordatevi, separare le cause dagli effetti), la questione della cura della prole e il ruolo del padre e della madre uniti in una famiglia vede le più basse tutele pubbliche in tutta Europa, oltre a questo la spinta culturale dominante e l’esempio politico e religioso (la chiesa cattolica ha fallito completamente) spingono verso una società che non riconosce il ruolo fondamentale dell’istituto naturale conosciuto come famiglia, anzi ne denigra e ne attacca le funzioni.

Il punto è che a prescindere dalle proprie qualità individuali ( l’intelligenza logica anzitutto ) a livello statistico non esiste un’istituzione sociale più efficace ed efficiente della famiglia naturale per educare i giovani cittadini. I figli.

La spinta naturale, ovvero il legame di amore ancestrale che potenzialmente unisce un bambino (anche fosse adottato) ad un Padre ed una Madre insieme e la divisione dei ruoli dettata dall’evoluzione non può trovare un eguale in nessuna sovrastruttura sociale.

Con questo non mi sogno neppure di affermare che la famiglia sia infallibile, affermo con sicurezza assoluta che la famiglia è statisticamente più efficace e efficiente (anche in termini economici) nello sviluppo della mente, del corpo e del pieno potenziale dei figli.

Da qui affermo che una società che non mette al centro delle sue politiche di organizzazione, spesa e incentivo la famiglia naturale è votata al suicidio economico e sociale, un cupio dissolvi.

Nell’era Robot-Revolution la funzione di cura e indirizzo in un percorso di studio e specializzazione che diventano sempre più lunghi e complessi (e costosi) per i giovani che vogliono ottenere le capacità logiche, tecniche e di consapevolezza necessarie per competere sono sempre più uno dei vantaggi competitivi individuali fondanti.

Purtroppo le politiche per piegare la natalità e incentivare la società a ritornare a considerare la famiglia naturale come il proprio fondamento sono lunghe e complesse e necessitano anche un ripensamento del ruolo sociale di padre e madre in modo da essere adattato ad un mondo in cui entrambi devono lavorare e sottrarre la risorsa fondamentale alla cura dei figli : il tempo.

Per farvi un esempio la Confederazione Elvetica ha cominciato a piegare verso l’alto l’indice di natalità in questi ultimi anni solo dopo decenni di feroci politiche fiscali, organizzative e di spesa pubblica per la cura della prole (non per il matrimonio, fate attenzione) nella famiglia naturale. Non si ottengono risultati se non dopo molti mandati politici e dunque sono scettico sulla possibilità dell’Italia per come è oggi in termini culturali di sopravvivere alla rivoluzione in atto.

Ieri sentivo un noto esponente politico proporre la tassazione dei robot come possibile soluzione, un altro, puttaniere e ottuagenario spingere per il partito degli animali, un altra ancora riempirsi la bocca di famiglia da single e neo mamma.

Auguri.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi