Manicomio itaGlia: puntata nr.7

Di JLS , il - 20 commenti

Ricordo al 99,9% di taGliani che non l’hanno mai letta, che la costituzione tricolore, al fine di non lasciare il popolo bue in preda al panico, tanto meno a rischio del famigerato “uomo nero”, già dal 1948 al primo capoverso dell’art.61 cosi dispone: “….Finché non siano riunite le nuove Camere sono prorogati i poteri delle precedenti….”.

Quindi state tutti sereni, che il legislatore è sempre all’opera, si preoccupa di tutti voi da mane a sera. Governo e parlamentari infatti, sono tutti in carica. Col vantaggio non da poco, che ognuno può fare i cazzi propri, governo compreso. I più  interessati al fallimento delle trattative per fare un governo, sono infatti proprio loro.

I beniamini dell’italopiteko non abbandonano mai la trincea. Soprattutto non rinunciano al bottino dello stipendio con tutti gli annessi e connessi. Anche loro sono lavoratori e hanno il diritto ad un equo compenso. Cazzu, cazzu.

Ora ogni volta che si chiude una legislatura o cade un governo, sembrerebbe che l’Italia rimane in balia degli eventi. E’ chiaro anche ad uno scemo che non è così. Proprio per questo, il coro dei palazzi è: “occorre fare presto e dare un governo al paese”. Segno evidente che al quirinale e dintorni si è capito che il sipario è ormai sceso.

Di fronte alla barzelletta del “il paese ha bisogno di un governo” non possono non tornarmi in mente i 10 punti sulla manipolazione delle masse di Noam Chomsky, e in particolare il quinto che recita “ Rivolgersi al pubblico come ai bambini”

E nel frattempo che l’italopiteco dopo anni di astinenza, ha potuto reinserire la cartuscella preferita nella solita cassetta di compensato ad orologeria, gentylones (detto anche “er moviola”) provvedeva secondo la collaudata pratica politica dello SPOIL SYSTEM, a piazzare i suoi giannizzeri nei posti giusti. Sconosciuti bamba da 200 / 300 mila euro/anno. Che importa?

Lo spoil system è nato all’inizio degli anni 90, giusto con l’introduzione della legge elettorale che porta il nome di mattarella. Quando si dice: reputazione e pugnette. E da allora ogni governo deve fare i conti con i giannizzeri dei governi precedenti. Ovviamente il popolo rimane soPrano, e può continuare a cantare, di legislatura in legislatura. Che bello !!!

Ecco a voi i nomi di alcuni dei bamba di cui sopra:

Nino Rizzo Nervo, Roberto Cerreto, Antonio Funicello, Tobia Zevi, Luca Bader, Filippo Sensi. L’elenco non è completo, studiatelo se vi interessa.

Se invece avete votato e non amate studiare, teneteveli cari i bamba, in fondo sono i beniamini dei vostri beniamini. Di sicuro vi rassomigliano.

 

 

 

 

 

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi