Ethereum Superpower

Di FunnyKing , il - 14 commenti

Questo articolo parla del perché a mio parere oggi ethereum è di gran lunga la blockchain più importante per tasso di adozione e potenziale di crescita tuttavia prima di cominciare è importante fare una precisazione:

Non sono un fanatico di ethereum o di qualsiasi altra blockchain.

Sono un fanatico della libertà e della responsabilità personale e individuale che oggi l’insieme delle tecnologie e della ricerca scientifica che ha prodotto la blockchain permette di ottenere, penso che il concetto di scambio consapevole fra individui senza il bisogno autorità terze sia una istituzione sociale fondamentale.

Di conseguenza se dovessero arrivare blockchain o altre tecnologie che realizzano meglio di ethereum una società basata sulla decentralizzazione, il libero accesso ai sistemi contrattuali e di relazione individuale, la NON necessità di un sistema centrale di controllo e risoluzione delle dispute e la resilienza alla censura ne sarei felice e di certo andrei ad adottare il prima possibile il nuovo insieme di assunti sociali e tecnologie.

Infine vi metto in guardia: il settarismo nell’ecosistema delle blockchain o delle tecnologie e scienze che cercano di realizzare gli ideali di società innescati da Satoshi Nakamoto è un cancro. Va debellato. E chiunque lo pratichi va isolato e combattuto con ogni mezzo. Chiunque erga una blockchain o una scienza a dogma, religione o setta o è uno povero stupido o è in malafede e va colpito con la massima ferocia, senza nessuna comprensione o pietà.

Dunque torniamo a ethereum.

Per me questo è stato un anno esaltante e impegnativo interamente passato a lavorare nell’industria della blockchain e delle criptovalute, un settore in espansione enorme probabilmente quello a più alta crescita in questi ultimi 3 anni a livello mondiale. Tirando le somme e cercando di guardare ad un futuro prossimo (quello remoto lo lascio volentieri agli indovini) sono convinto che ethereum costituisca l’ecosistema più solido, decentralizzato e in espansione di qualsiasi altro. Parlo di ecosistema perché la blockchain è solo uno dei componenti che fanno funzionare e diffondono l’adozione degli assunti sociali e degli strumenti che sono alla base di questa industria.

La caratteristica vincente di ethereum come ecosistema è quella di essere un ambiente aperto e orientato prima di tutto alla ricerca e sviluppo scientifico, l’usabilità e le applicazioni per aziende e consumatori ne sono una conseguenza non un fine.

Questo tipo di impostazione ha attirato intorno ad ethereum quella che è di gran lunga la più grande comunità di sviluppatori che l’intera industria legata alle blockchian e alle criptovalute ad oggi possa vantare. Ethereum ha portato i concetti di accesso al mercato e resilienza alla censura (non necessariamente solo dello stato, anche di corporates nell’industria dell’IT) ad migliaia di menti creative che fino a quel momento non avevano modo di accedere agli strumenti e ai finanziamenti necessari per tradurre idee in prodotti e sviluppare nuovi assunti scientifici.

L’attuale momento inerziale di ethereum è costituito principalmente dalla sua comunità di sviluppo più che dagli enormi tassi di adozione degli utenti intesi come consumatori.

Ethereum è un progetto ambizioso, complesso, multiforme e in continua evoluzione. I suoi componenti principali intorno sono essenzialmente 3:

1) il client inteso come il software che contiene e traduce gli assunti sociali di sicurezza e decentralizzazione del registro e della macchina virtuale su cui sono calcolate e scritte in forma di “stato” le transazioni (Geth o Parity ad esempio)

2) il linguaggio di programmazione degli smartcontracts  eseguiti salla macchina virtuale di ethereum (Solidity, Vyper …)

3) le librerie software di interconnessione ai nodi (web3.js o ethers.js …)

Oltre a questi ci sono una miriade di altri componenti la cui rilevanza, sviluppo e adozione varia nel tempo ad una rapidità che non eguali. In particolare entro quest’anno pare che possa vedere la luce un sistema di mining ibrido e assolutamente innovativo (nella parte PoS) PoW/PoS denominato Casper FFG.

Ad ogni singolo componente lavora un team dedicato il quale recepisce (o cerca di farlo) le indicazioni che provengono dagli sviluppatori dell’ecosistema i quali spesso sono stati finanziati dalle ICO oppure dalla fondazione ethereum stessa. Personalmente mi è già capitato di richiedere un push delle modifiche al client di ethereum oppure ad altri componenti modificati (e migliorati, probabilmente) rispetto alle versione ufficiale.

L’ecosistema di ethereum di fatto agisce come un organismo allo scopo di migliorare il funzionamento dei propri componenti attraverso il lavoro e l’esperienza sia di team interni alla fondazione ethereum che esterni.

Per fortuna il fenomeno dell’ICO ha redistribuito ricchezza in modo da ottenere, per quanto in maniera inefficiente e questionabile, una miriade di centri di ricerca e sviluppo che sono in perenne interconnessione con la fondazione ethereum.

Il risultato si può sintetizzare con una parola: Inerzia

Etherum ha un ecosistema enorme con una fortissima inerzia verso l’innovazione e la risoluzione dei problemi comuni a tutte le blockchian a partire dal trilemma di base che mina una diffusione capillare della blockchian ovvero:

  • Decentralizatione (definita come la possibilità di accedere alla blockchain con hardware o vps consumer, cioè dal prezzo e disponibilità accessibili)
  • Scalabilità
  • Sicurezza

Per competere con un ecosistema simile è necessario partire con qualcosa di radicalmente diverso/migliore sotto l’aspetto del trilemma (e non solo), ed arrivare a maturazione in tempo ragionevole oppure essere già a un buon grado di maturazione fin dall’inizio.

Non è semplice, tra i candidati possibili metterei Cardano (forse EOS?) ma siamo appunto nel campo della divinazione attualmente.

Questo è quanto, qui e oggi e nel futuro prossimo ethereum è la blockchain di riferimento, tuttavia questa è un industria estremamente veloce e con tassi di adozione non comuni ad altri settori. Persino bitcoin  potrebbe essere in grado di tornare a competere.

p.s. ethereum ha problemi? eccome se ne ha, e sarebbe ben strano che un “mostro” del genere non ne avesse, anzi certe volte mi chiedo come riesce a stare in piedi 🙂

p.s.s.

di bitcoin noi ne parliamo qui, su telegram, Bitcoin Inside: https://t.me/joinchat/AAAAAEFXGlsK7A53vDPAvw

di ethereum e del suoi token noi ne parliamo qui, su telegram, Ethereum Inside: https://t.me/joinchat/AAAAAEKGbPSZ8RXydlNsFg

Se siete curiosi di sapere chi sono e cosa faccio questo è il mio linkedin.


BLOCKCHAIN TOP
Investire in Ƀitcoin, Ethereum e le altre criptovalute, in modo semplice, veloce e pratico. Ora puoi!

⇒ Scarica GRATIS il piano d’azione ⇐


Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Tags:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi