I bimbi del kibbutz e il Mossad

Di Nuke The Whales , il - 20 commenti

A scuola una profe così descrisse il kibbutz: la massima espressione del socialismo, ma lei diceva che c’era dentro anche un granello di comunismo. Poi spiegò anche che i bimbi del kibbutz erano propedeutici per il Mossad. La profe fu trasferita!

Nel precedente articolo ho trovato un commento che riprende l’idea: “Jacopo risponde a eusebio: più che eresia bisogna capire che se all’ebraismo gli togli Dio si cade nel comunismo che è un’eresia gnostica che mette sullo stesso piano il Bene ed il male come forze opposte. Al contrario il male agisce senza sapere la sua finalità che il Bene conosce perfettamente.”

Nei kibbutz (che significa incontrarsi, aggregarsi, un modo per gli ebrei per sopravvivere in Palestina) israeliani la Casa dei Bambini era il luogo dove i figli della comunità venivano allevati, scuola, tempo libero, studio, dormivano e mangiavano tutti insieme. Una educazione comune dei bambini, lì la gestione era controllata direttamente da tutti i membri del kibbutz ed è collocata al suo interno. Quindi una buona parte della società israeliana ha questi tratti peculiari: una esperienza di comunità che ti lega profondamente, fin da piccolo fai parte di una società e non di una famiglia, una società ricostruita e ripensata che gira attorno ad una collettività ri-progettata che passa dall’individuo al collettivo sin dalla più tenera età.

Il kibbutz è socialismo puro: comunione dei beni e l’uguaglianza fra i membri, nessuno riceve denaro ma tutti hanno casa, cibo, e tutto il resto. La comunità ha una assemblea dove tutti i membri vi partecipano direttamente votando per ogni decisione da prendere.

La Casa dei Bambini da organizzazione spartana divenne poi raffinata nel tempo, divenne imperante il concetto ideologico antifamilista, la comunità viveva grazie alla totale dedizione dei suoi membri, nessuna famiglia tradizionale doveva favorire spinte individualistiche (ora inizio a capire il Ayn Rand pensiero da dove nasce!).

Quindi il kibbutz creava ragazzi educati ai valori comunitari: una sorta di MILTARE PERFETTO. Infatti i bambini chiamavano i genitori con il loro nome e non “mamma e papà”. I genitori non potevano nemmeno prendere decisioni sul futuro dei figli. La condizione ideale per la creazione del Mossad.

Rapidamente l’istruzione migliorò, per un ebreo l’istruzione è fondamentale.

Ora la moderna società israeliana ha quasi dimenticato il kibbutz, ma rimane una società che sottomette l’individuo alla comunità. Rimane nella educazione un approccio educativo consapevole, socializzante e dove rimane la vecchia ideologia comunitaria del kibbutz. Ecco come un popolo diventa un ESERCITO, ogni ebreo può entrare nel Mossad, è già stato preparato sin da piccolo.

Dai bimbi del kibbutz in passato alla attuale società israeliana, queste tendono ad incoraggiare gli studi al di fuori della comunità. Con bimbi già programmati alla fedeltà israeliana. Infatti il Mossad vanta molti agenti presenti sul suolo extra Israele.

I kibbutz hanno avuto un importante ruolo militare, questi si distinguono per aver combattuto nella guerra arabo-israeliana del 1948. In Israele l’esercito è il pilastro della società, lì si forma la classe dirigente: nasce dal kibbutz, come idea di protezione collettiva. Un esercito progressista e di lunga leva. In Israele ti chiedono: “Dove eri di irrigimentato?” Il comparto dei cervelloni (tecnologia e intelligence) viene dalla file della leva.

Alessia C.F. (ALKA) http://liberticida.altervista.org

http://www.sapere.it/sapere/strumenti/studiafacile/sociologia/La-famiglia/I-diversi-tipi-di-famiglia/Il-kibbutz-israeliano.html

https://archive.org/details/ControversyOfZion_434

https://www.didaweb.net/tracciati/storico/tracciati3/isra3.htm

http://www.viverealtrimenti.com/storia-del-fenomeno-comunitario-la-stagione-dei-kibbutzim/

https://www.tempi.it/storia-di-idit-figlia-di-sopravvissuti-all-olocausto-cresciuta-nell-odio-e-rinata-all-ebraismo-dentro-un-kibbutz#.WzBmmou3pSk

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11843324/Luca-Telese-intervista-Yoram-Gutgeld-.html

https://books.google.it/books?id=5wifOjaA2BoC&pg=PA174&lpg=PA174&dq=kibbutz+mossad&source=bl&ots=ai-NasiQLJ&sig=XMy7M9rn2b0NZurxQ2s8hey1JTo&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjOgdPBkvTbAhVJRhQKHWN0CdMQ6AEIMzAB#v=onepage&q=kibbutz%20mossad&f=false

https://books.google.it/books?id=aZH0BgAAQBAJ&pg=PA10&lpg=PA10&dq=kibbutz+mossad&source=bl&ots=GTMNTn3-6a&sig=54hzLUA5hfSV6L7ijSzW_2MvGGY&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjOgdPBkvTbAhVJRhQKHWN0CdMQ6AEIODAC#v=onepage&q=kibbutz%20mossad&f=false

https://books.google.it/books?id=p7qlTfDzAkkC&pg=PA161&lpg=PA161&dq=kibbutz+mossad&source=bl&ots=3mILEXVuyE&sig=yACPVP6PkSrorIEpqiCmzI5qh54&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwjOgdPBkvTbAhVJRhQKHWN0CdMQ6AEISDAF#v=onepage&q=kibbutz%20mossad&f=false

http://www.uominiebusiness.it/default.aspx?c=638&a=24323&tag=Sylvia-la-migliore

ttp://www.dariendilemma.com/eng/people/mossad/

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi