5 motivi per cui Kim Jong-un è molto più (pericoloso) che un bambinone cresciuto sparamissili

Di Ticino Live , il - 6 commenti

Giovane, paffuto, sadico. All’immaginario occidentale il dittatore della Corea del Nord, Kim Jong-un appare così, almeno a una lettura superficiale. Eppure, in meno di un anno Kim è riuscito a terrorizzare USA e Cina e a creare contrasti tra il Giappone e la Corea del Sud, quando tutto sembrava tornato tranquillo.

Non solo un irrazionale guerrafondaio, dunque, ma un “fine stratega travestito da pazzo”, come lo ha definito Antonio Fiori, Professore di politica e Istituzioni della Corea dell’Università di Bologna.

  1. Con Kim, figlio del dittatore Caro Leader, la Repubblica Democratica di Corea è diventata a tutti gli effetti una potenza nucleare.
  2.   L’esercito coreano conta 1,5 milioni di soldati attivi, oltre a 5 milioni di ausiliari.
  3. lo sviluppo tecnologico sul piano nucleare si dimostra sempre più potente.
  4. La crescita economica della Corea dopo la dittatura del 33enne Kim è sempre più forte, essendo per l’appunto cresciuta dall’1% al 4%.
  5. Il prestigio popolare di Kim e signora in pubblico è sempre più alto. Il popolo coreano non vedrebbe dunque Jon-un come un pericoloso dittatore così come lo vedrebbe l’occidente, bensì come volto a fare gli interessi del suo popolo. Anche a costo di scelte esplosive.

L’articolo 5 motivi per cui Kim Jong-un è molto più (pericoloso) che un bambinone cresciuto sparamissili sembra essere il primo su Ticinolive.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi