50 Centesimi “Leoni” – di Vittorio Emanuele II

Di Monete Top , il - 1 commento

50 Centesimi “Leoni” – di Vittorio Emanuele II

 Nel 1919 furono coniate le nuove monete da 50 Centesimi tipo “Leoni” con le seguenti caratteristiche tecniche: Peso grammi 6 – Diametro 23,8 mm. – Nichelio 975 millesimi.

Il Bordo della moneta si presenta liscio; sul Dritto della moneta compare il Semibusto volto a sinistra del Re con la seguente scritta: “VITT.EM.III.RE/.D’ITALIA”; in basso si legge invece il nome dell’ Incisore, “G.ROMAGNOLI”.

Sul Rovescio troviamo invece la “Quadriga” di leoni guidata da una rappresentazione della “Giustizia”; nell’ esergo della moneta vi è poi la data, il segno di zecca “R” (Roma), C.50; proseguendo sulla destra del carro troviama la seguente scritta: G.R.M/A.M.INC.

Questa tipologia di monete furono coniate nei seguenti anni: 1919 – 1920- 1921 – 1924 e 1925 e tutte con il bordo della moneta liscio. Viste le continue lamentele della popolazione dell’ epoca che confondeva questa moneta con il “5 Lire” in Argento tipo “aquilotto”, si decise di apportare una modifica al bordo della moneta che da “liscio” diventava “rigato”. Per questo motivo vennero inviati alla Zecca di Roma milioni di esemplari di questa moneta perché si realizzasse su tutti questa modifica del bordo.

Tutti gli esemplari con il bordo/contorno rigato sono molto rari in “Fior di Conio” proprio perché la modifica del bordo venne eseguita a partire dall’ anno 1929. Di conseguenza la maggior parte delle monete spedite alla Zecca per essere modificate presentavano già tracce di usura da circolazione.

La moneta in assoluto più rara di questa tipologia di monete è senza dubbio quella emessa nell’ anno 1924 con il bordo liscio che in “Fior di Conio” può raggiungere un valore compreso fra i 5/6.000,oo euro.

Le annate invece cosiddette “più comuni” del 1920 e 1921 trovarle con il “bordo rigato” in condizioni Fior di Conio è molto raro; anche questo tipo di moneta raggiunge valutazioni numismatiche di mercato molto elevate.

Per concludere, furono realizzate anche delle annate di coniazione in numero assai limitato, esclusivamente destinate ai “Collezionisti” del tempo. Naturalmente questo particolare di “esclusività” è stato trasmesso nel corso di tutti questi anni, per cui anche oggi tutti i “collezionisti” di questa tipologia di monete sono interessatissimi ad averle nella propria collezione numismatica.

Partner / Sponsor di Qualità

                            

Guest post di Monete Top, visita il suo blog se sei un appassionato di numismatica e vuoi collezionare monete moderne straniere o del Regno d’Italia

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Tags:
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi