ADDIO IN SARDO A DODDORE MELONI NELLA CHIESA DI TERRALBA

Di Leonardo , il - 14 commenti

di REDAZIONE

Sia fatta piena luce sugli ultimi giorni di Doddore Meloni. Lo chiede Amnesty International, nel giorno dei funerali dell’indipendentista, deceduto il 5 luglio. Si legge in una nota che l’associazione per la tutela dei diritti umani “auspica che l’inchiesta su Meloni, che he stava scontando una condanna a quattro anni per reati di natura economica, chiarisca i punti interrogativi su questa dolorosa vicenda, a cominciare dalla compatibilità della prolungata detenzione di Meloni con l’età e con le condizioni di salute a seguito di un prolungato sciopero della fame”.

Intanto, a Terralba, si è svolta la cerimonia funebre, dove hanno partecipato decine di persone, provenienti da ogni parte della penisola. Applausi, “Libertà” e “Indipendentzia” urlate tenendo alta la bandiere dei quattro Mori, quella di Malu Entu e anche quella col Leone di San Marco. I funerali si sono svolti ieri pomeriggio a Terralba (Oristano), dove viveva con la famiglia, nella Cattedrale di San Pietro gremita di gente arrivata un po’ da tutta la Sardegna.

Doddore aveva espresso il desiderio di essere seppellito con il costume tradizionale di Ittiri, il paese in provincia di Sassari dove era nato 74 anni fa e che aveva lasciato da giovanissimo per trasferirsi a Terralba. In costume sardo, dietro la bara, anche la moglie Giovanna che stringeva al petto la fotografia di Doddore e le figlie, e dietro ancora il popolo di militanti della Repubblica indipendente di Malu Entu proclamata da Meloni nel 2008 – dopo l’occupazione dell’isola di Mal di Ventre – e decine e decine di indipendentisti con le loro bandiere.

Tra i politici presenti, anche quella vergogna umana, quell’insulto all’indipendentismo che è Mario Borghezio, il leghista che correva per le strade di Roma col tricolore in mano. La funzione religiosa è stata officiata da un sacerdote di Burcei, don Gianfranco Zuncheddu, che ha pronunciato l’omelia in sardo, esaudendo così un desiderio espresso in più occasioni dallo stesso Meloni.

LA FOTO E’ RIPRESA DA SARDINIAPOST

The post ADDIO IN SARDO A DODDORE MELONI NELLA CHIESA DI TERRALBA appeared first on MiglioVerde.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • gianluca pointo

    oddio che dolore, riposa in pace, non lo conoscevo, ma capisco la sua causa, in un mondo infame come questo, è soccombuto alle soverchianti forze esterne e nemiche, nessuno di noi ha il coraggio di fare nulla per cambiare questa situazione, è vero come dice funny che la soluzione è individuale, ma quante vite ancora dovrà tributare questo deleritto paese, ormai irriconoscibile.
    riposa in pace, amen

  • Semplice

    Coerente fino in fondo. Accanimento come fosse il peggior criminale del mondo.

  • Sergio Andreani

    Italia pseudo-Nazione di merda.

  • Sergio Andreani

    Ricordo a chi ha scritto questo articolo, che Borghezio era ed è perseguitato dallo Stato italiano.

    Multato per 50.000 euro per presunti insulti a Cecile Kyenge,

    A un deputato!

    Non so se mi spiego.

    • Stemby

      Ci saranno anche politici multati per divieto di sosta. Non è che questo li renda indipendentisti…

      • Ronf Ronf

        Occhio che la multa a Borghezio è un reato di opinione, non un reato per il Codice della Strada: notare la differenza decisamente grande…

        • Stemby

          Anche Taormina è stato condannato per un reato d’opinione. Questo non ne fa un indipendentista.

      • Sergio Andreani

        Tu capisci una mazza.

    • LIONS CLUB Altamura “Mercadant

      Borghezio non e’ una vergogna le vere vergogne sono i rappresentanti di questo governo che perseguitano ed ammazzano persone innocenti e si girano dall altra parte quando hanno di fronte i veri delinquenti onore ai quattro mori onore a San Marco

  • Annibale Mantovan

    Perchè Amnesty International si fa viva adesso? E’ meglio che stiano dove sono sempre stati!

  • Nikytower

    Che vergogna stato ladro e assassino! Brigatisti con pensioni d’oro e indipendentisti morti di fame… che panorama! Proprio un “belpaese”!

  • silvia

    Onore!

  • Fabrizio de Paoli

    È solo morto fisicamente, lo spirito e l’amore per la libertà che ha fatto crescere in sé stesso e che ha trasmesso ad altri è più vivo che mai e sta contagiando come una guarigione tutte quelle persone perbene che cercano dalla vita qualche risposta in più alla loro esistenza terrena.

    È anche evidente che nella continua tensione tra bene/male e giusto/sbagliato prevalgano sempre il bene e ciò che è giusto, se non fosse così ci saremmo già estinti. L’unica cosa che amareggia è che il percorso di comprensione ed evoluzione, di per sé così semplice, passa attraverso una serie di traumi che riguardano i soggetti più puri e sensibili.

  • Riccardo

    Onore a quest’uomo che ha pagato con la morte la propria coerenza ideologica perseguendo, sino all’ultimo, il sogno dell’autodeterminazione.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi