E poi non è un Governo delle banche? POS obbligatorio e sanzioni per chi non si adegua

Di Davide Mura , il - 3 commenti

posQuesto Governo è il governo delle banche. Prendiamo il decreto salva-banche e il bail-in da una parte, e prendiamo l’ultima trovata inserita nella legge di stabilità: l’obbligo del POS per commercianti e professionisti.

Qualcuno dirà: ma in verità c’è già quest’obbligo. E’ vero, ma vale solo per certe cifre, solo per le carte di debito e non prevede sanzioni in caso di assenza del POS. Ora invece, con il decreto di stabilità, l’obbligo del POS da virtuale diventa reale: professionisti e commercianti dovranno installarlo, con i relativi costi che si sommeranno agli altri che già costoro devono sopportare. Chi non si adeguerà dovrà pagare sanzioni salate.

Dunque è chiaro chi ne trarrà vantaggio da questa norma. Il Governo e la sua maggioranza di sinistra, dicono che questa norma è a favore del cittadino. La verità è che il cittadino ne trarrà ne trarrà pochi vantaggi. A trarne davvero vantaggio saranno le banche, visto che ogni operazione con il POS ha un costo di commissione e visto che il commerciante e il professionista per installarlo dovrà pagare un fee e poi un canone annuo.

Fonte: Panorama

Segui Il Jester su Facebook, Twitter.
Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi