I GIOVANI SCAPPANO ALL’ESTERO? LA CAMUSSO È PARTE DEL PROBLEMA

Di Leonardo , il - 58 commenti

di MATTEO CORSINI

Intervistata dalla Stampa, Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha affermato, tra l’altro, che “non è accettabile che vadano all’estero centomila ragazzi l’anno”. Suppongo che Camusso si riferisca alle migliori possibilità di impiego che questi ragazzi trovano all’estero. Suppongo anche, però, che non le venga in mente di fare un minimo di autocritica per le responsabilità che anche i sindacati hanno se in Italia le possibilità per i giovani sono ridotte e se a prevalere diffusamente è la mediocrità. Di decenni di tutele di mediocri e fannulloni nessun sindacato può dirsi incolpevole, a mio parere.

Comunque sia, secondo Camusso è un problema di politiche liberiste (sic!): È ora di costruire posti di lavoro, non di delegare solo alle imprese. I risultati di tre anni di politiche liberiste basate sulla sola decontribuzione sono davanti a tutti”. Posto che se quello visto in Italia negli ultimi tre anni (e anche prima) è liberismo siamo in pieno uso della neolingua orwelliana, i posti di lavoro non si “costruiscono” per decreto. Sono la conseguenza di iniziative imprenditoriali che hanno successo nel fornire beni e servizi sul mercato.

Quelli che si creano per decreto o con i cosiddetti investimenti pubblici sono per lo più stipendi finanziati sottraendo risorse attuali o future a chi crea ricchezza reale. E se di ricchezza reale in Italia se ne produce poca, Camusso e soci non sono certo la soluzione. Semmai parte del problema. Da decenni a questa parte.

The post I GIOVANI SCAPPANO ALL’ESTERO? LA CAMUSSO È PARTE DEL PROBLEMA appeared first on MiglioVerde.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • land 110

    non solo i giovani
    ma come fu per l unità d italia tutti quelli che hanno voglia di essere liberi e coraggio

    in pratica IMPRENDITORI

    • Winston Smith

      ‘cosa pensate che i terroni siano sempre stati come li vediamo oggi?’
      Il Regno delle Due Sicilie, era la nazione tecnologicamente più avanzata d’Europa,…. fu lì che venne costruita la prima ferrovia (La Napoli Portici) del continente.

    • se permetti hanno molto più orgoglio quelli che restano…
      andar via equivale al dare posto agli immigrati.
      Se fossi nella testa degli Italiani farei questo : figli uno dietro l’altro.
      Poi voglio vedere se si permetteranno di far entrare milioni di immigrati da ogni dove

  • what you see is a fraud

    Un paio di giorni fa , ho letto una storia che riguarda una multinazionale che fabbrica elettrodomestici . Questa mulrinazionale chiese ai lavoratori si lavorare anche sabato perche’ era un periodo di massima richiesta dei suoi prodotti . I lavoratori dissero no, non erano interessati. Allora l’azienda comincio’ a parlare di trasferire la fabbrica in Polonia o quanche altro paese nell’est Europa . A questo punto entrarono nella disputa i sindacati che si opposero ai piani di delocalizzazioni dell’azienda .
    Questo e’ un tipico caso della imbecillita’ dei sindacati . L’azienda non riceve cooperazione ne dai lavoratori ne dai sindacati che sono entrambi fuori di testa .
    La Multinazionale fa bene a localizzare . E la Camusso e i i suoi succubi si devono svegliare , perche; con la loro attitudine si troveranno presto un deserto industriale .
    I lavoratori dovrebbero essere riconoscenti che quella nultinazionale opera in Italia , un paese in cui e’ difficle operare dovuto alle regole bizantine e tassazione mafiosa .

    • Ronf Ronf

      Loro (i sindacalisti) vogliono proprio il deserto industriale perchè così loro (vedi i predecessori della Camusso) potranno ricevere la poltrona nel Parlamento UE

    • Massimo Decio Meridio

      “I lavoratori dissero no, non erano interessati”

      Lo fecero perchè non andava sic et simpliciter loro di lavorare di sabato o perchè la proposta economica della multinazionale era risibile ?

    • Giovanni Netto

      Electrolux Porcia??

      • what you see is a fraud

        si

    • Giovanni Netto

      diceva mio nonno (fatta neanche la terza elementare):

      “gli osei bisogna ciaparli quando che passa”

      il mondo è andato avanti per più di 5.000 anni con la saggezza degli anziani.

      perché non buttare via tutti i libri di scuola (tanto non servono aniente) dei nostri figli e tirarli su con SAPIENZA DEI NOSTRI VECCHI?

      • i vecchi di oggi, mi duole dirlo, non sono utili, anche loro nella maggior parte dei casi si schierano a favore di questo sistema perché non hanno alcuna intenzione di mettere a rischio il loro assegno mensile.
        La loro eventuale saggezza si è tramutata in egoismo

        • Massimo Decio Meridio

          “non hanno alcuna intenzione di mettere a rischio il loro assegno mensile”

          Ok sei un vecchio che prende, diciamo, 700 euro di pensione. Ci rinunceresti e poi ti lasceresti morire di fame o ti suicideresti ? Che cazzo dovrebbero fare questi vecchi di cui tanto cianciate ?
          Forse che si resta eternamente giovani ? Forse che la vita non è una ruota e prima o poi tocca a tutti essere “vecchi” anche a te compreso?

          • potrebbero quantomeno spegnere la tv, accendere il cervello e NON RECARSI ALLE URNE dato che la maggior parte di loro o è del pd o del 5s (e se ne vanta pure).
            E comunque tanto morti di fame non sono dato che hanno approfittato del periodo d’oro dell’Italia quindi non hanno avuto problemi economici e oggi si ritrovano MINIMO con una casa di proprietà.

          • Massimo Decio Meridio

            Dove abitano loro e forse ancora i loro figli. E’ è meglio cosi, comprendi bene che razza di problema abitativo potrebbero avere anziani con una pensione di 700 euro mese in un paese la cui età media si alza inesorabilmente …
            Vatti a vedere le statistiche sulle entità delle pensioni e la somma media erogata …
            La maggior parte si reca alle urne perchè è ancorata alle vecchie ideologie che oramai non esistono più …
            Quando sarai vecchio anche tu mi saprai dire ….

          • MDM
            non escludo che gli anziani stiano vivendo anche loro delle situazioni di disagio, io stesso ne conosco alcuni che rovistano nei bidoni ma loro a differenza delle generazioni successive non hanno la minima idea di quello che sta accadendo e cosa accadrà.
            C’è un divario abissale, a dir poco imbarazzante, nonostante tutto votano in MILIONI e di fatto legittimano questo sistema.
            Mi chiedi, di grazia, come posso provare stima per una macrocategoria del genere?

          • Massimo Decio Meridio

            Non hanno la minima idea di quel che sta accadendo e di quel che accadrà perche sono vecchi! Quanta aspettativa di vita pensi si senta di avere un 80enne ? Va bene troppo in la con gli anni…. Allora parliamo di un 75enne ? di un 70enne ? Che cosa dovrebbero secondo te fare, mettersi a pianificare da qui a 30 anni ?
            Mia madre che prende la sociale e campa perchè io l’aiuto, tempo fa avrebbe sentito che Berlusconi parlava di aumentare la pensione sociale a 1000 euro. Mi ha detto che se era vero avrebbe votato Berlusconi perchè testuali parole “almeno campo tranquillamente questi ultimi anni che mi restano da vivere” Se lo avesse detto Salvini, il Papa, Trump o Putin era la stessa cosa, avrebbe votato chiunque di loro. Non puoi pensare che i “vecchi” abbiano le tue stesse attuali esigenze perchè quando sarai vecchio ti accorgerai che le tue esigenze saranno completamente diverse da quelle che hai ora e magari vista la pensione da fame che prenderai (prenderemo mi ci metto anche io) sarai disposto a votare anche Vladimir Luxuria se ti assicura meno patemi d’animo negli ultimi anni della tua vita ….

          • no MDM, non ci siamo proprio.
            Io che, non mi nascondo, sono la prima delle capre ho capito al GINNASIO (ovvero a 14 anni) che tutta la questione del voto, delle manifestazioni, dell’attivismo ERANO TUTTE CAZZATE.
            Se certe cose le ho capite io può capirle chiunque, chi non ci arriva, mi duole dirlo ma ne sono assolutamente certo, è perché sta ancora troppo bene.
            Da questa situazione non si esce votando quando LORO concedono la pagliacciata delle elezioni.
            Chi ha DAVVERO sbattuto i denti ha il sangue agli occhi e per il momento, MDM, queste persone sono davvero pochissime, purtroppo devo ammetterlo. In Italia si sta ancora alla grande

          • Massimo Decio Meridio

            Dire che sta “troppo bene” un vecchio con 700 euro di pensione immagino sia un mero eufemismo. Quello che tu dici non è strettamente correlato con la propensione al voto della popolazione anziana. Ho cercato di esprimere il mio pensiero in merito : gli anziani non hanno alcuna propensione al futuro e pertanto non può fregare loro nulla del discorso che tu fai. Si guarda a ciò che serve nell’immediato, nel brevissimo termine. Non hanno interesse ad uscire da “questa situazione” perchè il tempo necessario per farlo, cazzo loro non ce l’hanno. Non sono loro a dover far uscire il paese da questa situazione. Capisco che in una nazione nella quale gli anziani costituiscono la maggioranza sempre più crescente questo costituisca un problema, ma non sono gli anziani di per se il problema.

          • tu metti sempre in mezzo quelli da 700 euro di pensione e tutti quelli che hanno numerose proprietà che preferiscono tenerle sfitte o invendute pur di non far scendere il prezzo? Anche loro pensano all’immediato?
            Gli anziani non sono la matrice del problema, questo non l’ho mai detto, però sono comunque un pilastro del sistema.

    • Giovanni Netto

      non dei sindacati ma dei lavoratori stessi……generalmente questi accordi sul sabato lavorativo prevedono una consultazione del sindacato con i lavoratori. evidentemente per la maggioranza dei quali era più importante stare a casa il sabato per smaltire le “ombre” del venerdì sera……..che cuccarsi 4 o 5 ore di extra……ogni sabato lavorativo.
      difatti adesso fanno orario ridotto 6 al posto di 8, contratti di solidarietà e (e qui finalmente sono tutti contenti) i sabati a casa a grattarsi i co…………

      • Massimo Decio Meridio

        “evidentemente per la maggioranza dei quali era più importante stare a
        casa il sabato per smaltire le “ombre” del venerdì sera……..che
        cuccarsi 4 o 5 ore di extra……ogni sabato lavorativo.”

        Evidentemente ? Insisto, era per questo motivo o perchè la proposta economica della multinazionale era risibile ? Non è chiaro … la storia non è completa mancano alcune rilevanti informazioni …

    • Svicolone61

      Bravo…..proprio così….
      Io so di una software house che aveva necessità di offrire a propri clienti mission critical, in tutto il mondo, assistenza telefonica 24/7.
      I cari ingegneri di assistenza locali non si dichiararono disponibili, o peggio, all’inizio dissero di sì, ma poi nessuno si presentava ai turni notturni o festivi….
      L’azienda fu costretta ad impiantare due piccoli centri di assistenza aggiuntivi, uno in California e l’altro in India.
      Col tempo poi chiusero tutta l’assistenza in Italia, delegandola alle consociate estere. In Italia adesso fanno solo sviluppo software, con grossa perdita di posti di lavoro locali.

  • Sergio Andreani

    Tutela dei mediocri?

    Diciamo pure dei ladri, assenteisti e fancazzisti.

    Vedi Aeroporto Malpensa.

    Però la Camusso nel ’96, si è molto battuta contro la secessione del Nord.

    Se t’incontro ti prendo a calci nel culo.

  • William Manca di Villahermosa

    Strano che non si è lamentata anche dei pensionati che se ne vanno. Non sarà che si è già organizzata la casetta in Portogallo?

    • Mario B

      in quel caso non poteva dar la colpa alle politiche ultraliberiste 🙂

  • Mister Libertarian

    Chissà perché mezzo milione di giovani italiani sono emigrati per lavorare nell’inferno liberista del Regno Unito, mentre nessun inglese viene a lavorare nel paradiso italiano dei lavoratori edificato dalla Camusso e compari.

    Qualcuno me lo sa spiegare?

    • Ronf Ronf

      E infatti i 500mila italiani in UK hanno tolto il lavoro agli inglesi a basso reddito e questo NON va bene perchè in quel modo infatti si calano gli stipendi e questo è inaccettabile (perchè altrimenti poi aumentano i voti a favore degli estremisti che tu detesti perchè questi estremisti poi fanno politiche idiote di ultra-sinistra). Per il resto io ti posso dar ragione (la CGIL è il cancro che ha distrutto l’Italia insieme al cancro noto come Confindustria perchè, mio caro, non credere che gli industriali italiani siano tanto diversi dai sindacalisti… anzi, sono “pappa e ciccia” nello spartirsi le spoglie del fu benessere del Paese)

    • perché
      1 sono decerebrati
      2 soffrono di esterofilia
      3 all’estero possono dare sfogo a qualsiasi istinto senza paura di essere giudicati da famigliari e/o conoscenti
      4 ignorano che dove andranno saranno ancor più sfruttati della loro madrepatria.

      Tutto questo accade perché la tv antifascista di sto cazzo ha lavato loro il cervello.
      Sono stato abbastanza esaustivo per i tuoi gusti?

      • Mister Libertarian

        Ho conosciuto molti di questi giovani emigrati all’estero. Mi sono sembrati tutti molto più in gamba di quelli che rimangono in Italia per partecipare ai concorsi “pubbblici” per il posto fisso.

        • lavare i cessi in gb per poi essere buttati fuori quando si raggiunge la “veneranda” età di 35 anni?
          Questi PER TE sono in gamba?
          Si, sono “in gamba” perché di fatto favoriscono i liberali di sto cazzo che da questa situazione stanno facendo soldi a palate.
          Cordialmente

          • FunApp

            Bhe io come ingegnere prendo il 4 volte tanto in GB e gestisco un gruppo di 40 persone in un azienda che in Italia non esiste sia per cultura scientifica, che non c’è tra gli imprenditori, che per capitali.

            Mi dispiace stare lontano dalla famiglia e di contribuire ad una nazione che alla fine la mia non è.

          • chiediti perché non è stato scelto un autoctono. Sei talmente genio che in tale nazione non c’era uno con le tue stesse competenze?
            Se la risposta è si, buon per te.
            Caro ingegnere, credo che tu non abbia letto il mio commento perché io non mi riferivo alle mosche bianche come te bensì alla stragrande maggioranza di quelli che emigrano e fanno mansioni di basso livello. Costoro potrebbero benissimo farsi sfruttare nella propria terra anziché dare il proprio sangue ad una nazione straniera.
            P.S.
            per gli apolidi ciò che ho scritto non ha alcun senso, per me che ho delle radici, NO.
            Cordialmente

      • Halexjan Hale

        Pur non essendo più giovane sono emigrato anch io… come si fa a vivere oggigiorno in italia?
        Per sopravvivere occorre studiare la maniera di fregare gente che ha studiato per poterti fregare. Una bella lotta.

        • Massimo Decio Meridio

          “Per sopravvivere occorre studiare la maniera di fregare gente che ha studiato per poterti fregare. Una bella lotta”

          E’ il globalismo baby, la competizione. Devi competere, competere competere competere … non è questo il mantra che ti ripetono incessantemente ? E la competizione non è forse trovare un metodo per sopravvivere a spese del prossimo ?

          • Halexjan Hale

            Verissimo, ma considerando che il motto “mors tua vita mea” non mi si addice, ho trovato un alternativa.

        • non è l’Italia il problema, non riesci ad accorgerti che questo che stiamo vivendo è un cancro che si sta diffondendo in tutto il mondo?
          Andar via equivale a far posto agli immigrati

          • Halexjan Hale

            Non hai torto e non credere che non ci abbia provato. Come già scrissi tempo fa, all inizio della crisi avevo un progetto che avrebbe messo al sicuro la mia famiglia, però includeva la collaborazione di altri nuclei famigliari.
            Nessuno volle farne parte, nemmeno a costo zero.
            Comprenderai che mi sono ritrovato a dover scegliere tra una vita dignitosa all estero con capitale dimezzato e una lenta agonia nel bel paese, senza più capitale…
            Ho scelto il futuro dei miei figli.

          • Anche tu non hai tutti i torti dato che sei costretto a fare quello che fai pur di mantenere la famiglia.
            Ma il futuro non c’è qui e non c’è altrove, di fatto si sta solo allungando il brodo

      • Sergio Andreani

        Esatto.
        Basta ascoltare trasmissioni di Radio24( Confindustria) come ” Giovani talenti” che istigano i giovani ad abbandonare l’Italia.
        Pezzi di merda.

        • SergioA
          i miei rispetti, non mi aspettavo che qualcuno avrebbe concordato con me ^^

  • marcoferro

    i sindacati sono un’altra casta connivente col governo. andavano bene negli anni 70′ oggi sono obsoleti e superati dalla realtà…serve altro…

    • dino sgura

      Serve abolire la contrattazione collettiva, non i sindacati… questi ultimi devono evolversi ed autofinanziarsi, possono diventare anche enti previdenziali privati, abbiamo tanti ragazzi preparatissimi in materie giuridico economiche, scalzerebbero immediatamente tutta quella pletora di culi di piombo e parentopoli varia presente nella sacra triade.

  • Lila

    Il paradosso è che si importa mano d’opera dall’Africa ma si delocano le fabbriche : )
    Ovvio che chi puo’ …fugge da un paese psicotico.

  • i sindacati sono parte del problema perché hanno sempre taciuto sulle delocalizzazioni, hanno sempre appoggiato l’eu e l’eur e oggi si schierano a favore dell’importazione degli immigrati.
    Per il resto tutta questa gente NON PENSANTE va’ all’estero perché non ha capito che farà lì quello che fa qui un indiano.
    All’estero prendono gli Italiani e non gli autoctoni semplicemente per PAGARLI MENO. Finitela con le menzogne.
    Buonasera RC

    • Mister Libertarian

      Fanno bene le imprese a delocalizzare fuori dall’inferno fiscale e burocratico italiano.

      Quando non ci sarà più neanche un’impresa, gli statali e pensionati retributivi capiranno chi è che gli pagava gli stipendi e le pensioni.

      • senti ml, queste cose dille a chi si mette ancora le dita nel naso non a me. I tuoi luoghi comuni, iniziano a seccarmi, prima di tutto devi dirmi dove è conveniente delocalizzare perché se parli di Nazioni del terzo o quarto mondo parliamo di qualcosa di immorale, se invece ti riferisci a Nazioni del blocco occidentale, in questo caso tali imprenditori passano dalla padella alla brace e quindi non solo fanno un danno alla propria terra ma sono pure degli idioti.

        • dino sgura

          Un imprenditore che delocalizza in Svizzera o Austria non passa affatto dalla padella alla brace, avrà i suoi buoni motivi per fare una scelta del genere. Qualora invece altri motivi lo spingeranno ad investire in stati del terzo e quarto mondo come dici tu, non fa assolutamente nulla d’immorale, giacché creerà lavoro ed opportunità per persone meno fortunate e meno esigenti, rispetto a tanti tuoi connazionali.

          • il tuo commento è esilarante, ma ho troppo sonno per rispondere… se ne parla domani
            O_O

    • #Venexit #Calexit

      Vienimi a trovare nella mia azienda in Cali, cosi’ ti mostro come faccio la fame all’estero, da NON PENSANTE sottopagato..muahaha!!
      Ciao rosicone da bar dello sport!!!!

      • devi fornire più informazioni, altrimenti quello del bar dello sport sei tu.
        Comincia a dire di cosa ti occupi, quanto hai investito ecc ecc.
        In questo modo sarà possibile intavolare una discussione costruttiva

        • #Venexit #Calexit

          1. “tutta questa gente NON PENSANTE….PAGARLI MENO. ” e’ una generalizzazione tipica dell’ignorante da bar dello sport.
          C’e’ chi all’estero fa il lavapiatti sottopagato in nero, chi all’estero vive bene e chi all’estero si crea una fortuna. Generalizzare e’ da ignorante.

          2. Non so quali indiani tu conosca, ma le persone di origine indiana con cui collaboro sono professionalmente molto preparate e, per questo motivo, vengono lautamente compensate con cifre che l’italiano medio nemmeno si sogna. Anche qui la generalizzazione sugli ‘indiani’ dimostra grande ignoranza.

          Un suggerimento: esci dal bar sport, fatti qualche viaggio e scopri il mondo.

          • vedo che hai fatto finta di non leggere le domande. Il mondo lo conosco abbastanza bene da poter capire con chi sto discutendo in questo momento.

          • #Venexit #Calexit

            Io mi occupo di software, dopo gli studi sono stato assunto da una nota azienda del settore, dove ho acquisito competenze specifiche.
            Dopo 5 anni, ho fondato una startup assieme ai miei partner, grazie al nostro capitale e a quello di un gruppo di finanziatori che credevano nella nostra idea. Tu cosa fai?

          • Tiro avanti come personal trainer o come cuoco. Ma la seconda cosa sto cercando di abbandonarla completamente perché trattasi di settore destinato a peggiorare sensibilmente (sia come paga sia come condizioni lavorative) nei prossimi anni.

  • Mister Libertarian

    Fanno bene i giovani a fuggire dal sistema stalinista italiano.

    In Italia vive come bene solo chi entra nell’organizzazione taglieggiatrice dominante, cioè nel clan degli statalesi.

    Un giovane non può cominciare un’attività autonoma in Italia, perchè i contributi Inps e le tasse lo dissanguano e lo rovinano in breve tempo.

    D’altra parte non può neanche farsi assumere come dipendente, perchè il datore di lavoro dovrebbe pagare al clan un pizzo superiore allo stipendio netto.

    Quindi non gli rimane altro da fare che andarsene in paesi un pochino più liberi dalle mafie statali.

  • giuseppe

    La “triplice”…tipica associazione a delinquere…

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Commenti Recenti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi