L’AUTO-CONSAPEVOLEZZA CATALANA È FORTE, SONO UN ALTRO PAESE

Di Leonardo , il - 22 commenti

di MICHELE BRUNELLI

Pochi giorni fa Gianluca Marchi ha proposto un’analisi interessante circa la repressione violenta attuata sotto il governo spagnolo di Rajoy. In buona sostanza, Rajoy avrebbe lucidamente deciso di proporsi come l’anticatalano, come il baluardo dell’unità di Spagna per assicurarsi i voti di tutti gli unionisti. Tuttavia Rajoy non è solo, non si può imputare tutto a lui.

La folla che incitava la Guardia Civil in partenza per la Catalogna come se andasse al fronte, gridando ¡A por ellos! (letteralmente ‘a prenderli!’ , ‘fategliela vedere!’) e alcuni giornali che parlano apertamente di artículo 155 (sospensione dell’autonomia catalana, dopo il blocco economico già attuato) indicano che in Spagna c’è un folto gruppo di unionisti.

I disordini creati dalle forze dell’ordine spagnole, le violenze incivili esercitate dalla Guarda Civil contro persone inermi non possono essere addebitate ad una sola persona: è la Spagna che si è staccata dalla Catalunya. Ma cosa muove queste forze? A mio avviso, la consapevolezza che la Catalunya era già persa comunque. Ho studiato catalano.

Per raggiungere l’università di Girona, nel 1999 arrivai al confine franco-spagnolo nel piccolo paese catalano di Port Bou. Erano le 6:50 del mattino nella stazione del paesetto pirenaico ed ebbi una sensazione netta: «Fra vinti ani, sti cuà i xe independenti» pensai. Credevo di andare in Spagna e trovare una regione fortemente autonoma e invece mi pareva di trovarmi in un altro Stato.

Non mi colpiva solo il bilinguismo catalano-spagnolo (anziché spagnolo-catalano), ma la grafica, l’ordine, il modo di fare. Poco di quell’atmosfera richiamava l’immaginario di Spagna che abbiamo e che effettivamente si osserva in talune regioni. L’autoconsapevolezza catalana è forte, diversamente dalla malcelata vergogna che si osserva ancora, ad esempio, fra molti Veneti (e lo dico da Veneto). In questi giorni, le immagini, gli audio e le discussioni mi hanno obbligato a ripensare a quei momenti. A mio modo di vedere, la mano libera lasciata alle forze di polizia spagnole in Catalunya non era per i Catalani. Era per le altre regioni.

La Catalunya è avviata da anni all’indipendenza, si sa che è solo questione di tempo. Ma gli unionisti dovevano dimostrare agli altri che la si paga a caro prezzo.

The post L’AUTO-CONSAPEVOLEZZA CATALANA È FORTE, SONO UN ALTRO PAESE appeared first on MiglioVerde.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • –<>– –<>–

    E invece sembra proprio che i catalani stiano iniziando a farsela sotto, e capire in che pasticcio si sono ficcati dando retta a quattro politici sciagurati con idee troglodite.
    Bravi i veneti che se ne sbattono, perchè rimangono comunque veneti e non vogliono rinchiudersi in una gabbia.

    • Annibale Mantovan

      Da come ti esprimi io dico che l’ importante per te è che i SERENISSIMI paghino le tasse. Senza quei soldi daresti di matto. Pensa invece che belo: dovrai competere con il mondo intero tutto globalizzato…la felicità!

      • –<>– –<>–

        La cosa buffa è che davvero ne siete convinti di quello che affermate.

        • Annibale Mantovan

          Ne siamo convintissimi perchè sei solo un nik con le freccette…pensa alla globalizzazione!

          • –<>– –<>–

            Vedi, non lo sapete neanche voi.

          • Annibale Mantovan

            di…lo fai gratis o ti danno la paghetta?

          • –<>– –<>–

            Scoprire le mille sfacettature della stupidità umana non ha prezzo.
            Per il resto … È domenica, corri a lucidarti l’armatura e vai a messa.

          • Annibale Mantovan

            Ciao freccette.

          • marioam

            Assa star, el xe un terón che gha tempo da butár via.
            Appena qualcuni parla de Veneto autonomo o indipendente, i teroni i vien subito a galla come dei tocchi de merda. I ghá da difender el diritto de teroni a vívar da parassiti.

    • fabio

      Ma guarda che i Veneti non vedono l’ora di uscire dalla gabbia in cui si trovano: le merci dai tempi di Marco Polo sono sempre circolate nel mendo anche prima dell’Euro.

  • Rifle

    Quello che dici è tutto vero ma i catalani dovranno essere veramente consapevoli, convinti e dovranno sapere che dovranno pagare un prezzo.

    Le banche stanno per andarsene, seguiranno le grosse aziende a respiro nazionale o internazionale.
    Rimarranno solo le PMI che però faranno fatica a lavorare quando saranno fuori dalla UE .
    Infatti la Catalogna dovrà rifare il processo di adesione alla UE che sarà lungo e difficoltoso, tra l’altro la Spagna vi si opporrà.

    Tutto sommato stavano già bene prima: autonomia, bilinguismo, migliore gestione finanziaria. Il residuo fiscale era comunque molto più basso di quello di molte regioni italiane (e queste avrebbero ben diritto di lamentarsene).
    La Catalogna era una specie di Trentino A.A. spagnolo.

    Non vorrei che per ottenere tutto (l’indipendenza) alla fine si ritrovino a perdere molto.
    Alle volte il meglio è nemico del bene.

    • Svicolone61

      Mi sembra che le conseguenze negative saranno abbastanza passeggere..
      ….dopo qualche hanno si fa pace, banche e aziende torneranno senza problemi. Vedo difficile un embargo economico. A meno che la Castiglia non dia di matto….

      • marioam

        D’accordo al 100%, ma ‘anno’ si scrive senza la ‘h’.

    • giulio pelernei

      Vivo qui da molti anni e so che la base popolare è disposta a pagare questo prezzo. E il motivo è molto semplice: il senso della storia legato alla loro identità [cosa che noi italiani abbiamo perso molto tempo fa] li rende forti.
      Ora però è il momento della verità.
      Vedremo se la prossima settimana Puigdemont farà davvero la DUI [della serie: “Bye bye Felipe”], oppure vedremo se ci sarà un accordo con il PP-Felipe per un vero referendum o per una maggiore autonomia rinunciando però alla repubblica.

    • fabio

      Solo per ricordare che se si sposta una societa’ i lavori continueranno ad essere pagati lo stesso, si sposta semplicemente la sede legale. Fra l’altro al mercato non piace un Brand che fa’ politica quindi perderanno tantissimi clienti in Europa e immagino quasi tutti quelli catalani.

  • Albert Nextein

    La vera indipendenza catalana risulterà dalla cessazione dei versamenti fiscali alla Spagna.
    Per ora io vedo solo schermaglie dure, ma non decisive.
    Libertà ed indipendenza solo quando fiscalmente i catalani decideranno sui loro soldi.
    E che le banche e le industrie se ne vadano pure.

    • fabio

      Magari se ne andassero anche dall’ Italia le banche ed alcune industrie!

  • what you see is a fraud

    Se , come dice il cartello di sopra ” La Catalogna non e’ la Spagna ” . Perche’ allora aprono le porte senza controllo ai ciabattanti ?
    Perche’ hanno la pu’ alta percentuale di minareti in Spagna ?
    A cittadini della Catalonia non interessa difendere la loro cultura ? Vogliono quindi diventare una provincia del califfato ? Mah e’ oncomprensibile !

    • Halexjan Hale

      Infatti. Anch io come Giulio (post successivi) vivo da anni in Spagna, anche se in Andalusia. I catalani ambiscono all indipendenza fin dal secolo scorso, e non si sono mai sentiti spagnoli.
      Questa supposta superiorità scatena spesso problemi di interazione tra di loro, perché molti catalani sono originari di altre regioni e mal sopportano certi atteggiamenti.
      Una secessione sarebbe un disastro per barcelona, sia a livello economico che sociale.
      Che sia un disastro temporaneo o definitivo a noi non è dato saperlo, però, a mio parere, non sarebbe certo questo il momento adatto.

      • fabio

        Un disastro come la Brexit, per esempio?

        • Halexjan Hale

          UK è una nazione che non ha vincoli con il continente. La Catalunya dipende dalle altre regioni per i beni di prima necessità. Al tempo stesso potrebbe imporre dazi per il passaggio delle merci dirette in Francia o italia.
          Madrid smetterebbe di foraggiarla e l economia catalana subirebbe un duro colpo. È notizia recente di imprese che stanno spostando la sede fuori dalla comunità, per non parlare della caixa, di santander.
          Se tutto questo non creerebbe problemi… beh… vedi tu.

    • Rifle

      L’indipendentismo catalano è di matrice marxista.
      Durante la guerra civile spagnola la Catalogna o, almeno, la città di Barcellona è stata una roccaforte dell’internazionale.

      Quindi altra differenza con i lombardi e i veneti le cui frange autonomiste sono orientate un po’ più verso centro-destra.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi