PERCHÉ LE PERSONE MIGRANO IN OCCIDENTE?

Di GG , il - 48 commenti

(tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi )

Sono in tanti a essere attratti dall’Occidente per il suo rispetto delle libertà e dei diritti individuali, per l’uguaglianza di tutti gli uomini. Per i suoi standard di istruzione e assistenza medica, il suo sistema giudiziario che mette la legge al di sopra di chi governa, per le sue opportunità di avanzamento economico, il suo rispetto per la stampa libera, per le sue conquiste scientifiche e l’avanzamento tecnologico.

Ma l’Occidente non è sempre stato così, e tristemente sta di nuovo cambiando davanti ai nostri occhi.
Malgrado il loro declino morale, i paesi occidentali sono ancora i meno corrotti e la parte più sviluppata del mondo, nonostante si siano appiccicati ora l’etichetta della “Post-Verità”, a significare che la gente è sempre più disincantata a causa della stagnazione, del debito crescente e dell’insicurezza, per non parlare del declino verso la corruzione.

Ma cosa ha reso l’Occidente moderno una civilizzazione che credeva nella Verità?

Duemila anni fa, un Governatore Romano, Ponzio Pilato è stato capace di dichiarare innocente un personaggio popolare e nonostante questo crocifiggerlo lo stesso. Come ha potuto compiere una tal cosa? Non si rendeva conto che così facendo stava distruggendo la fiducia del popolo nel sistema giudiziario Romano?
Ma in quel tempo l’Occidente non era fondato sulla Verità, perché intorno al 300 A.C. il mondo Greco-Romano aveva accettato il pessimismo Buddista/Induista che proclamava che la mente umana non può conoscere la Verità. Per questo la società Greco-Romana edificò la propria cultura non sulla Verità, ma sui miti, sulla magia e il misticismo.

La Verità trasformò l’Occidente pre-moderno in quella che divenne la cultura moderna.

Lasciate che mi spieghi. Negli anni ’80 mi trovavo ad Amsterdam, e nel cercare di capire come acquistare i biglietti dal distributore chiesi aiuto a due turisti americani.

“Perché vorreste acquistare dei biglietti?” – risposero – “abbiamo viaggiato in lungo e largo per due giorni senza che mai nessuno venisse a chiederci i biglietti”.
Rimasi sbalordito: come ha fatto l’Olanda a creare una società morale dove la città poteva fidarsi dei suoi cittadini? E come mai la nuova generazione rigetta ora quella moralità che ha prodotto le peculiari libertà e la prosperità dell’Occidente?
Deciso a indagare la questione ho scoperto che 500 anni fa, l’Occidente Pre-Moderno era tanto corrotto quanto la mia nazione, anzi era la stessa religione ad alimentare la corruzione. L’Occidente cominciò a cambiare a causa di un movimento chiamato “Riforma”.
Nel suo libro “From Dawn to Decadence” lo storico Jacques Barzun descrisse la Riforma come la più grande rivoluzione dell’ultimo millennio, la rivoluzione che ha creato il mondo moderno. Tuttavia egli con “rivoluzione” egli intendeva qualcosa di più del semplice rimpiazzo di una autorità umana con una nuova, ma qualcosa che implicasse il rimpiazzo di cattive idee con idee vere che funzionano veramente.

Possiamo conoscere la Verità?

I Riformatori avanzarono l’idea di Verità perché credevano in un Creatore che conosce la Verità e la comunica. In questo seguirono gli insegnamenti della Bibbia che erano stati articolati da Sant’Agostino. Egli insegnava che la mente era il più grande dono di Dio all’umanità, ed era stata creata a immagine di Dio. Dio ci ha fatto i doni della mente e del linguaggio perché Egli desidera insegnarci la Verità proprio come un Padre desidera istruire il proprio figlio. Dio vuole farci usare le nostre menti per scoprire la verità, e il nostro dono del linguaggio per comunicare la verità agli altri. È stata questa esclusiva fede nella capacità umana di apprendere e comunicare la Verità ad aver reso il moderno Occidente una peculiare civiltà, libera, pensante e sviluppata.

I monaci buddisti in Cina disponevano di molti libri, ma a un certo punto smisero di leggerli nel momento che compresero dalle loro scritture che le parole non potevano comunicare la verità. Fu così che nella Cina Orientale i monaci riposero i loro sacri libri sui i ripiani e cominciarono a far roteare gli scaffali, e si misero a meditare non sulle parole o le idee, ma su suono prodotto da quel movimento. E malgrado avessero grandi monasteri, la loro pratica arrestò lo sviluppo della vita intellettuale della società. Quei monasteri non crebbero a diventare università, come fecero Oxford, Cambridge e tanti altri monasteri che divennero in seguito università.
Il famoso Osho Rajneesh era stato professore universitario di filosofia , ma a un certo punto abbandonò l’attività intellettuale, divenne un guru e usò la parola stampata più di ogni altro per insegnare che la Verità è Silenzio. Che doveva essere sperimentata in una esperienza non razionale, mistica, ad esempio mettendosi a girare su sé stessi fino a cadere per terra privi di pensieri.

La Bibbia trasformò nazioni come l’Olanda, perché ispirò la chiesa ad educare tutti. L’istruzione fondata sulle Scritture promosse l’amore per la Verità e la Giustizia. Perché? Per la Bibbia insegnava che Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati dai loro peccati e vengano alla conoscenza della Verità (1 Timoteo 2:4) Le religioni che promuovevano miti e misticismo ritenevano la conoscenza e la realtà essere Maya — illusione. Questa concezione inevitabilmente scoraggiò la ricerca della conoscenza ed è la ragione per cui i templi Indù non diedero vita a scuole e licei. L’educazione moderna e Riformata incoraggiò invece ogni studente olandese a memorizzare il Catechismo di Heidelberg che riassumeva l’essenza della Bibbia, e instillava nell’anima di ogni cittadino i comandamenti di Dio, come il “Non Rubare”.

I Pagani inventarono miti e insegnarono come moralità le loro opinioni. Ma Dio liberò i Giudei comandando loro di non inventarsi una loro specifica realtà o moralità. E anche se siamo diventati peccatori, la nostra coscienza ci dice che siamo stati fatti ad immagine di un Dio Santo. Pertanto ai peccatori è richiesto di ravvedersi del loro peccato e della loro creduloneria nei miti. Dovevano ri-conformarsi alla verità e alla santità di Dio. Come Dio è affidabile così i Suoi figli devono essere degni di fiducia e dire la verità, e non dare falsa testimonianza.

La nostra epoca postmoderna sa bene che senza la grazia di Dio non è possibile conoscere la moralità e la verità assoluta. Il suo pessimismo intellettuale incoraggia le persone a costruirsi le proprie “verità” e i propri valori morali. Ma una moralità “elastica” rende difficile la fiducia reciproca! Il sistema di trasporto pubblico olandese non può più fidarsi dei suoi passeggeri. E neppure gli Americani possono più fidarsi dei loro media o dei loro professori. Nel diventare Post-Verità, l’Occidente è diventato Post-Moderno. Ha amputato la sua anima, la Bibbia, che ha creato il mondo moderno. Ed è questo perché la nostra epoca Post-Cristiana, Post-Moderna, Post-Verità sopprime la libertà di coscienza individuale e promuove opinioni, sentimenti e particolari interessi umani come il “politicamente corretto”.
La ricerca della Verità è stato il motore del successo dell’Occidente. Perdere la Verità significa perdere la fiducia. Perdere la fiducia significa perdere la pace, il progresso e la prosperità.

Tratto dall’episodio 1 dei primi dieci video per la celebrazione del cinquecentesimo anniversario della Riforma – la scaturigine del moderno miracolo economico.


Vishal Mangalwadi è autore del libro The Book that Made Your World, How The Bible Created the Soul of Western Civilization.  Altri articoli di Mangalwadi:

La Donna Dietro il Successo Economico dell’Occidente
Ma la Bibbia opprime le donne?
I Dieci Comandamenti: il Carattere di una Nazione
La Religione può Fare la Differenza?


[1] Vishal Mangalwadi è autore del libro The Book that Made Your World, How The Bible Created the Soul of Western Civilization.
Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • marcoferro

    oggi siamo invasi sostanzialmente per due motivi. il primo, siamo diventati dei deboli e ci stanno conquistando grazie anche ai nostri politici compiacenti. mica vanno in arabia saudita o in qatar. secondo, per il welfare, non solo questi invasori senza alcun diritto ne titolo fanno più figli degli europei ma stupidamente li dobbiamo pure mantenere noi. già adesso non si può andare in svezia, francia, belgio, etc…stanno iniziando a fare pure i padroni a casa nostra. insomma fessi ,cornuti e mazziati…

  • Tommasodaquino

    Affermare che il mondo greco-romano avesse accettato il pessimismo buddista/induista mi sembra un po’ azzardato per non dire completamente fuori luogo. Il mondo greco romano ha prodotto grandissimi filosofi (preciso che la parola filosofia vuol dire amore per la conoscenza) scrittori, politici e pensatori vicini per non dire ideatori del Giusnaturalismo. Francamente sostenere che un Cicerone oppure un Virgilio avessero una visione “pessimista” della realtà o peggio della verità bhè come minimo è fuorviante.

    • enricodiba

      Del resto il cristianesimo a parassitato il mondo classico.

      • Tommasodaquino

        che visione puerile della storia

        • deadkennedy

          no è la sacrosanta verità infatti i cristiani delle origini non avevano nessuna differenza dai cosiddetti talebani!

          • Tommasodaquino

            ha scritto veramente “sacrosanta”? Mah infatti è noto che i talebani hanno preso dai primi martiri cristiani gli insegnamenti di cui possiamo trarre beneficio oggi. “Amatevi gli uni gli altri come Io ho amato voi”

  • Mister Libertarian

    Sono d’accordo anch’io con Murray N. Rothbard: il cristianesimo è alla base di quasi tutto il meglio che abbia prodotto la civiltà occidentale: morale, etica, filosofia, arte, scienza, cultura.

    Il declino dell’Occidente è cominciato da quando si è diffuso l’ateismo e il secolarismo di massa, e con esso l’odio per la propria civiltà, il crollo demografico e il desiderio di estinguersi a favore di una “società multiculturale”, un eufemismo per non dire “società islamica”.

    Chi odia o disprezza la propria civiltà, infatti, non desidera riprodursi né difenderla dai nemici.

    Da un lato, il progressismo culturale ha rincretinito gli occidentali; dall’altro, il welfare state ha trasformato gli occidentali – da fervidi, ardenti e attivi colonizzatori e produttori che erano – in una massa amorfa di larve umane il cui unico scopo della vita è scroccare soldi al prossimo e vivere a spese dello Stato.

    Entrambi questi trend, progressismo culturale e socialismo welfarista, sono due facce della stessa medaglia e stanno portando all’estinzione l’Occidente.

    • davide

      Rimuginavo questo: non solo l’ateismo.
      Buonismo, politically correct, socialismo, catto-comunismo, non affondano la radice principale nell’ateismo. Affondano la radice nel pensiero cristiano eretico.
      Cioè nella distorsione di quello che si legge veramente nel Vangelo.
      O meglio ritagliarsi per se quello che fa comodo e negare quello che è impegno del cristiano.
      Come con i barconi dall’Africa. Se soccorri per una tua gratificazione personale (lavoro retribuito o piccola forma di vanità anche interiore) ebbene questo non è cristianesimo.

      • Mister Libertarian

        I paesi più multiculturalisti e politically correct sono atei quasi al 90%, come la Svezia.

        Però è probabilmente vero quello che dici: il secolarismo ateo buonista è un’eresia cristiana.

        Per tali ragioni considero anche Bergoglio un impostore eretico.

        • ci sono “atei” e atei, la differenza è abissale.
          Sei uno dei pochi(issimi) che definisce così il ciccio-pannella, inutile dirti che sono d’accordo.

          cito : “il secolarismo ateo buonista è un’eresia cristiana.”
          ne sei assolutamente certo? non credi che ci sia una “mano” che viene dal’esterno?

    • deadkennedy

      infatti Socrate, Aristotele, Platone… tutti i presocratici, euclide, pitagora, archimede.. .tutti devoti cristiani. Dei cristiani posso solo ricordarle che in età imperiale al massimo la cosa che sapevano fare meglio era dividersi in sette e appena avuto il la darsi alla furia iconoclastica. La matematica in occidente muore con l’omicidio di Ipazia di Alessandria… poi per trovare qualche cosa dobbiamo attendere Fibonacci nel 1200. nel mentre si era tornati al baratto e per superare il livello di quelli citati dobbiamo attendere Gauss verso la fine del 1700 cioè quasi 2000 anni dopo.

  • Pareggiamoiconti

    molto interessante

    • Ronf Ronf

      Mi associo al tuo commento.

  • bisognerebbe chiedersi chi (o cosa) sta spingendo a tutta forza per mescolare i popoli, l’autore è decisamente fuori strada (o finge di esserlo)

  • Lo Ierofante

    http://vonmises.it/2012/12/20/del-nuovo-idolo/

    Non c’è bisogno che aggiunga altro per indicare la causa responsabile della perdita di progresso, pace e prosperita.

  • enricodiba

    Va bene che sto leggendo tutto alle due di notte,ma davvero state dicendo che il cristianesimo è stato il motivo del progresso dell’occidente, ma quale progresso il medioevo?
    Tra l’altro prima dell’avvento del cristianesimo in europa occidentale, almeno nell’area mediterranea se la passavano tutti benone.
    Ma lo sapete che mentre l’occidente era nella decadenza cristiana, in Cina, come nel mondo arabo fioriva la cultura e l’ingegneristica, tra l’altro grazie ai testi antichi dei cosiddetti pagani almeno nell’islam; la ripresa tecnologica-umanista in europa è arrivata solo dopo il medioevo, quando la morsa del cristianesimo si è allentata.
    Del resto la religione cristiana è una religione fidelistica e abramitica, ed oltre ad essere una scopiazzatura dell’ebraismo lo è anche dei culti pagani.

    • Mister Libertarian

      Il Medioevo poi è stato un periodo di immenso progresso. Potrei stare qui ore a elencarti tutte le invenzioni di quell’epoca luminosa.

      E’ stato durante l’epoca cristiana che l’Occidente ha surclassato il resto del mondo in tutti i campi.

      Oggi l’Occidente è diventato al 99% ateo, e infatti sta scomparendo dalla storia.

      Fra non molti decenni gli occidentali si saranno completamente estinti, e la sua civiltà sarà solo un ricordo. La demografia non mente. Anche la sua economia e cultura è in grave declino rispetto al resto del mondo.

      Sull’Europa occidentale dominerà fra meno di 50 anni una teocrazia islamica infinitamente oppressiva.

      Rifiutando il cristianesimo, gli occidentali pensavano di costruire un paradiso secolare, e invece dovranno sottomettersi alla peggior tirannia concepibile, quella dell’islam.

      Un contrappasso pienamente meritato.

      • enricodiba

        Certo un grande periodo, come no…
        Comincia ad elencare.
        Nel medioevo le uniche scoperte arrivarono tutte dal mondo islamico, che utilizzo le conoscenze dei greci e romani
        http://fstc.org.uk/background

        • Tommasodaquino
        • Tommasodaquino

          la più bella perla di questo documento viene raggiunta in questa frase sublime:

          “During the golden age, the Muslim World achieved a harmony between Muslims and non-Muslims that included the joint efforts of men and women who worked together to build a better society.”
          Le donne? Nella società musulmana? Il soggetto che ha scritto questa frase ha sicuramente qualche problema.
          I musulmani che si prefiggono di costruire un mondo migliore?? è che cosa bevevano Coca Cola……ah ah ah ah

          • enricodiba

            Ma perché il cristianesimo è stato tanto diverso dall’islam, non a caso sono due religioni imparentate strette, abramitiche e fidelistiche.

          • Tommasodaquino

            Si certo Gesù che disse “amate i vostri nemici” e “porgi l’altra guancia”, scandalizzando persino il sinedrio, è proprio uguale spiccicato al contenuto religioso dell’islam.

        • Mister Libertarian

          Nessuno storico serio crede più alla leggenda del medioevo come età oscura.

          Tra le invenzioni si possono citare: la ruota idraulica, la rivoluzione nei metodi di coltivazione, le avanzate tecniche di lavorazione del ferro, il libro, la stampa, la polvere da sparo, gli occhiali, l’orologio meccanico, il sapone, la vernice, l’alcool, la notazione musicale, la ragioneria, la partita doppia e le nuove pratiche commerciali, le tecniche di conservazione del cibo, le cattedrali, le università, gli ospedali, l’organizzazione dell’assistenza, ecc.

          Ha scritto uno storico della tecnologia:

          “Il dinamismo della tecnologia occidentale, considerata segno distintivo della modernità, è in realtà, nella sua origine e nel suo spirito, medievale. È infatti nel Medioevo europeo che emerge, in modo del tutto originale, un modello di progresso coerente, continuo e cumulativo nelle arti pratiche, che porterà ad un livello di meccanizzazione fino ad allora sconosciuto”.

          Partendo praticamente da zero dopo il crollo dell’Impero romano, in soli cinque secoli gli abitanti dell’Europa si erano già dimostrati, da un punto di vista economico e tecnologico, ben più ingegnosi e innovativi delle popolazioni vissute nelle precedenti millenarie società antiche. E dopo altri cinque secoli avevano posto le premesse per la supremazia mondiale.

          • enricodiba

            Ruota idraulica…ma hai la minima idea a che livello tecnico erano i romani o i greci, tra l’altro la ruota idraulica esisteva da secoli, solo che prima c’erano gli schiavi a lavorare.
            http://www.gruppostoricoromano.it/sezione-tecnologia-romana/
            La stampa era in uso in cina già da secoli, per non parlare della polvere da sparo, gli occhiali era un concetto conosciuto già dai romani, l’orologio meccanico basta vedere la macchina di Anticitera, cose come vernice e sapone e tutto il resto non son che riscoperte dell’antichità, le cattedrali erano architettonicamente inferiori alle costruzioni romane, quando non erano proprio costruzioni romane riadattate.

          • Mister Libertarian

            Il Medioevo, soprattutto dopo il 1000, fu molto più avanzato dal punto di vista meccanico e tecnologico di tutte le millenarie civiltà antiche. Questo lo trovi scritto in tutti i libri sulla storia della tecnica.

            Stampa e polvere da sparo (e aggiungiamo la bussola) erano già state inventate in Cina, ma solo i geniali e dinamici europei medievali sono riusciti ad dargli un’ampia utilizzazione pratica.

            Comunque tutte le leggende sull’età buia medievale crollano davanti a questa semplice constatazione: alla fine del Medieovo, cioè alla fine del ‘400, qual era la civiltà più avanzata del mondo, che aveva le tecniche, le conoscenze e le risorse che le permisero di dare il via alla straordinaria epoca delle scoperte geografiche? Risposta: solo ed esclusivamente la “arretrata” Europa.

            Nel 1969 sulla Luna ci sono andati gli Stati Uniti, o la Repubblica centrafricana?

            Stai forse dicendo che l’Africa subasahariana oggi è in grado di esplorare e colonizzare il sistema solare?

          • enricodiba

            Ma quali geniali europei… i cinesi erano avanti quando noi eravamo nel medioevo, il medioevo nel 400 ormai era di fatto finito, la fine del medioevo con la scoperta delle america è una data empirica, come l’inizio del medioevo con la caduta dell’impero romano d’occidente nel 476, peccato che con la caduta di Flavio Romolo Augusto, di fatto l’italia è diventata più stabile politicamente, il vero medioevo in italia è iniziato con la conquista longobarda.
            Atterraggio sulla luna… 1969…., si buona notte…

        • Alcoor26 .

          Ma la smetta di rendersi ridicolo!!!
          Anche se è spassoso leggersi tutto il dialogo tra lei e gli altri 2… 😀

    • Mister Libertarian

      Tu hai imparato la storia dai manuali marxisti, ma non c’è nulla di vero in quello che dici.

      La verità è che nel IX secolo l’Europa occidentale era regredita, proprio a causa dell’aggressione islamica, a un’economia rurale basata in larga misura sul baratto, e nessuna città superava i 30.000 abitanti.

      L’Islam invece aveva ereditato dopo la sua conquista le popolazioni e le ricchezze di civiltà non islamiche avanzatissime, e centri urbani come Bagdad, Damasco o Alessandria superavano i 500.000 abitanti.

      Pur partendo da una posizione di grande svantaggio, l’Europa medievale dimostrò un tale dinamismo da rovesciare in pochi secoli la situazione. Nel 1492, quando Colombo salpò per l’America, l’Europa aveva già raggiunto il primato mondiale.

      • enricodiba

        L’europa si sveglio quando è arrivato l’illuminismo.
        Il cristianesimo è cresciuto all’interno del mondo greco-romano, infatti deve tutto ai cosiddetti pagani, come del resto islam, non a caso sono tutte e due religioni abramitiche, fidelistiche.
        Questo tanto per dire che hanno fatto gli islamici, che fino al 1600 come minimo, sono stati superiori militarmente al mondo cristiano, culturalmente fino al 1400-1500,guarda caso grazie al rinascimento italiano abbiamo recuperato.
        https://it.wikipedia.org/wiki/Scienza_e_tecnica_islamiche#Personalit.C3.A0_scientifiche

        • Tommasodaquino

          Si certo dal 700 al 1600 gli islamici che hanno fatto? Lei ha dimenticato che l’impero spagnolo e quello inglese per non parlare di quello olandese avevano già preso un bel pezzo di mondo ben prima che arrivasse il “liberante” illuminismo.

          ecco il suo bel pezzo di illuminismo

          http://www.uccronline.it/2017/01/21/voltaire-il-tollerante-razzista-e-antisemita/

          http://www.uccronline.it/2015/03/09/voltaire-il-padre-legittimo-dellintolleranza/

          http://www.uccronline.it/2012/01/23/lettere-inedite-confermano-la-viscidita-ingannatrice-di-voltaire/

          http://www.uccronline.it/2017/04/24/lorribile-verita-dietro-la-rivoluzione-francese-chi-ne-parla-viene-bandito/

          • enricodiba

            Gli spagnoli è meglio lasciarli perdere, visto che proprio per via del cristianesimo non hanno mai combinato nulla, anzi cacciando arabi e ebrei si sono dati la zappa sui piedi.
            Un po’ lungo ma spiega bene la situazione spagnola.
            http://www.fisicamente.net/SCI_FED/index-49.htm

          • Tommasodaquino

            “anzi cacciando arabi e ebrei si sono dati la zappa sui piedi.” si certo meglio schiavi degli arabi che liberi di costruire uno degli imperi più grandi della storia….spero che lei venga pagato per scrivere queste cose perché altrimenti la sua ignoranza è veramente terribile.

            https://en.wikipedia.org/wiki/School_of_Salamanca

            Questo è solo l’aperitivo

          • enricodiba

            Fenomeno, stiamo parlando di teologia, io parlo di scienza, infatti la spagna doveva compare le navi dalla Francia, perché non sapeva costruirle in casa.
            Leggiti il link che ti ho postato forse impari qualcosa.
            Non a caso la spagna è famosa per quella cosa chiamata inquisizione, forse ne hai sentito parlare…
            Tanto che ancora oggi cercano di far tornare gli ebrei per avere un po’ di imprenditoria.
            http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/07/spagna-rajoy-richiama-gli-ebrei-cinquecento-anni-dopo-la-cacciata/523594/

          • Tommasodaquino

            guardi le cito solo la seguente frase poi mi dica pure che la scuola di salamanca si occupava “solo” di teologia

            “The School of Salamanca reformulated the concept of natural law: law originating in nature itself, with all that exists in the natural order sharing in this law. Their conclusion was, given that all humans share the same nature, they also share the same rights to life and liberty. Such views constituted a novelty in European thought and went counter to those then predominant in Spain and Europe that people indigenous to the Americas had no such rights.”

            Caro il mio “illuminista” mi soffermerei soprattutto sull’ultimo periodo “Such views constituted a novelty in European thought and went counter to those then predominant in Spain and Europe that people indigenous to the Americas had no such rights”

            Già la terribile inquisizione spagnola che promulgò forse 2000 morti nel corso di più di un secolo? Ebbene il suo “democratico” illuminismo uccise in media 200 persone al giorno ed edificò un periodo chiamato “il terrore”, sterminò la popolazione Vandeana dando vita al primo genocidio della storia dell’umanità e ridusse in schiavitù mezza europa.

            Tornando alla questione spagnola, erano così incapaci che conquistarono mezzo mondo con flotte proprie. Infatti la Niña la Pinta e la Santa Maria erano navi costruite in Francia…..ma lei almeno ha un po di senso del ridicolo? Sul serio? Il fatto quotidiano come fonte storica? A questo punto citiamo pure topolino…

          • Halexjan Hale

            Senza entrare nel merito del discorso o dare ragione a uno o all’altro, ci terrei a esprimere la mia opinione in quanto appassionato del periodo ottocentesco e di nautica dell’epoca.
            Gli spagnoli sono considerati i più grandi costruttori di navi in legno dell’epoca basti pensare inizialmente ai galeoni e successivamente al San Antonio e a quei Vascelli immensi da 112-120 cannoni che non avevano uguali nelle Marine dell’epoca.
            Che poi le abbiano Buscate dagli inglesi Beh quello è un altro discorso

          • enricodiba

            Nel 1700 la Spagna ormai era già in declino.
            http://www.baroque.it/societa-barocco/la-marina-militare-del-xviii-secolo.html
            Forse solo nel 1500 è stata una vera potenza mondiale, ma del resto come gli inglesi nel 1800.

    • Tommasodaquino

      Lei non ha mai aperto un libro di storia. Lo dico perché se l’avesse fatto avrebbe scoperto con relativa facilità che il medioevo è stata una grande epoca per l’europa di innovazione e scoperte scientifiche. La cina fu così enormemente avanzata e grande che l’america la scoprì quello schifoso italo-cattolico di Cristoforo Colombo, per quanto ne so non ipotizzarono nemmeno la possibilità di tracciare rotte che girassero attorno al mondo (pensavano che la terra fosse tonda o piatta?). Però poi noi siamo quelli arretrati. Sempre grazie alle loro grandissime capacità intellettive cinesi ed arabi riuscirono ad elaborare la contabilità (Luca Pacioli), la rotazione triennale delle colture (innovazione applicata già nel X secolo). L’anatomia ? Bene la dobbiamo ad uno studioso tibetano (popolo che già navigava su internet nel XII secolo a.C.) di nome Mondino de Liuzzi e poi anche grazie al noto giapponese Leonardo da Vinci. Galilei, Keplero, Copernico, Pascal, Boyle, Newton, Faraday, Babbage, Mendel,
      Pasteur, Kelvin, Maxwell. Le cito un po’ di nomi di scienziati cinesi così se li segna.

      • enricodiba

        La sagra delle ca..ate, prima di tutto Colombo non scopri un bel nulla, non fece altro che leggersi i vecchi testi di Tolomeo o Aristotele, gli stessi romani sapevano bene che navigando verso occidente potevano arrivare alla indie, con cui commerciavano, i cristiani ancora volevano bruciare Galileo, ma la storia l’hai studiata ogni tanto?
        Per il resto stiamo parlando del medioevo cristiano, i cinesi non a caso i cristiani li tenero sempre fuori dalle scatole, come i giapponesi.
        Infatti quando parli di medievo lo fai con un ottica occidentale, perché per gli altri il medioevo al limite arrivo in altre epoche.

        • Tommasodaquino

          “i cristiani volevano bruciare Galileo” bene con questa frase ha appena dimostrato che LEI non ha mai nemmeno letto (non oso dire studiato perché per lei sarebbe stato evidentemente troppo) il documento che riporta pedissequamente tutto il caso Galilei, non l’almanacco dell’illuminismo che narra a parole sue del caso Galilei ma bensì proprio il documento che riporta l’intera vicenda storica così come scritta dalle persone che l’hanno vissuta Galileo compreso.
          Per fare una scoperta scientifica ci si deve basare per forza sulle ricerche precedenti. Einstein ha potuto sviluppare la “relatività einsteniana” solo grazie alla “relatività galileana”. Se vuole portare avanti la tesi del “illuminismo grande scoperte scientifiche” non può contemporaneamente sostenere “medioevo periodo oscurantista ed arretrato” perchè è solo grazie alle ricerche (sbagliate e giuste) dei secoli precedenti che gli scienziati dell’ottocento (non dell’illuminismo) hanno potuto raggiungere gli obiettivi che hanno raggiunto.
          Ultimo siamo al delirio, Cristoforo Colombo non ha scoperto nulla infatti è risaputo che i romani trafficavano tranquillamente con i Sioux, mentre gli egiziani avevano delle relazioni diplomatiche stabili con i Maya. Cristoforo Colombo avrà anche “soltanto” letto testi di Tolomeo ed Aristotele (che chissà perché del continente americano non parlano mai…mah misteri della visione illuministica) sta di fatto che è stato l’unico che ha cambiato completamente la realtà storica del 1500. Ma si sa di fronte alle posizioni ideologiche della realtà è inutile parlarne. I fanti contraddicono l’ideologia illuministica, ebbene tanto peggio per i fatti.

          • enricodiba

            Inutile parlare con uno che non ha neanche le basi da scuola dell’obbligo, leggiti qualcosa.
            https://it.wikipedia.org/wiki/Commercio_romano_con_l%27India

          • Tommasodaquino

            le sue tesi di partenza ovvero “illuminismo = progresso di scienze come mai prima di allora” + “Cinesi ed arabi all’avanguardia” + “medioevo arretrato ed oscurantista” non reggono insieme. Capisco che sarebbe costretto ad accettare la cultura cristiana ma questo probabilmente alla scuola dell’obbligo che lei ha certamente frequentato non glielo hanno insegnato : la realtà non può essere negata.

          • deadkennedy

            con tutto il rispetto parlando lei è un “cretino”. la filosofia, la matematica, la fisica, l’astronomia, la giurisprudenza, l’arte, potrei continuare per mesi…. sono tutta roba pagana, al massimo rielaborata dalle tradizioni islamiche e cristiane dopo. ma sentito un cumulo di stupidaggini e falsità è ha pure il coraggio di rifarsi ad un filosofo della scolastica… cioè uno che se non ci stavano i greci era a pascolare le capre. beata ignoranza innesti il cervello prima di scrivere cazzate di questa porta

          • Tommasodaquino

            aspetti aspetti, i barbari che hanno fatto crollare l’impero romano come erano? Pagani giusto? Tutti scienziati e teologi mi pare…..
            la verità è che sappiamo benissimo che fine avrebbero fatto tutte le conoscenze dei romani senza i cristiani…sarebbero rimaste solo macerie…..o forse crede che i barbari le avrebbero sviluppate ai massimi livelli?
            greci e romani hanno fatto tutti una bella fine, mi sembra che la chiesa cattolica sia ancora lì….

  • Mister Libertarian

    Giri il nord della Francia rurale e vedi queste ormai abbandonate chiese e cattedrali gotiche ricche di storia, di ossa di santi ed eroi circondate da una massa di gente aliena e ostile, di barbuti beduini in ciabatte e sottoveste, che con quella storia non hanno nulla a che fare e vogliono cancellare.

    Uno scenario post-bomba atomica drammatico e straniante che non si può descrivere.

    E’ una storia che sparisce per sempre,la nostra, come sono ormai spariti, nel sud francese, quei bellissimi piccoli sterrati sulla piazza del villaggio su cui gli anziani, per generazioni, hanno giocato alla petanque (le bocce) e da noi sono spariti i circoli per far spazio ai suk.

    • tarabuso

      ….. che peccato non ci sono più le mezze stagioni….sicuramente il libertarianesimo ci salverà da tutto questo…. per adesso però aspettiamo la proclamazione del veneto nazione e il default dell’Italia pardon Itaglia

  • marcoferro

    ed invece di proteggerlo l’occidente come una perla rara, paragonato al resto del mondo, quelli cosa fanno ? si fanno e ci fanno invadere coscientemente in modo da distruggerci tramite orde barbariche armate di ignoranza, violenza, vuota arroganza e prevaricazione. roba da matti, ci scaviamo la fossa da soli. poi spariti gli occidentali veri, vedremo cosa saranno capaci di fare e di inventare i discendenti dei ciabattari.

    • Halexjan Hale

      Ciabatte?

      • marcoferro

        ah ah ah .,,,

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi