TRUMP E DOLLARO, COME PREVEDIBILE SI È RIMANGIATO LA PAROLA

Di Leonardo , il - 10 commenti

di MATTEO CORSINI

Donald Trump: “Il dollaro sta diventando  troppo forte e preferirei che la Fed mantenesse bassi i tassi di interesse”.

Durante la lunga campagna elettorale per le presidenziali che hanno portato alla Casa Bianca,Trump, ho sempre faticato a capire come questo signore fosse considerato eleggibile da una parte neppure troppo esigua del variegato mondo libertario statunitense. Probabilmente per molti era una scelta più anti-Clinton che pro-Trump, ma se l’offerta politica non convince, esiste pur sempre la possibilità di non votare.

Che Trump fosse indigeribile per un libertario a me pareva evidente già allora, dato che prometteva tagli fiscali ma non indicava tagli di spesa, bensì aumenti. Quello non è un modo per ridurre il “big government”, ma per lasciare il government big e far lievitare il debito, che non è mai un pasto gratis.

Nell’ottobre del 2015, quando era già in campagna elettorale, Trump criticò Janet Yellen perché manteneva bassi i tassi di interesse: “Yellen per ragioni politiche sta tenendo i tassi a un livello così basso che il prossimo presidente si troverà ad avere problemi veri”. Si trattava di una considerazione condivisibile, quanto meno con riferimento alle conseguenze del mantenimento prolungato di tassi artificialmente bassi. Ma se uno crede poi di porre in essere una politica economica che porta a un ulteriore aumento del debito, deve stare attento a ciò che afferma. Ogni debitore, in fin dei conti, preferisce i tassi bassi, magari a zero o sotto zero.

Adesso Trump, come era prevedibile, ha cambiato idea. Per carità, non è il primo a farlo, né è il primo cialtrone a governare. Peccato solo che anche un pezzo del mondo libertario gli abbia dato credito. Tra il male e il peggio esiste sempre l’astensione.

The post TRUMP E DOLLARO, COME PREVEDIBILE SI È RIMANGIATO LA PAROLA appeared first on MiglioVerde.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • marcus_cn

    L’astensione non è mai una scelta. Se tu non ti interessi della politica stai tranquillo che sarà la politica ad interessarsi a te. Poi diciamolo: far vincere la Clinton sarebbe stato molto molto peggio.

    • Fabrizio de Paoli

      Ragioni come un povero schiavo.
      Certo che l’astensione è una scelta, non votare è il voto più potente e pericoloso perché è come dire “non sto legittimando il vostro operato e tanto meno il potere che credete di avere”.
      Se voti sei complice, dopo non lamentarti…

      Odio gli schiavi: sono troppo scemi!

      • marcus_cn

        Vedo adesso il tuo fantastico commento (non che mi sia perso granché). Non votale leggitima il potere. Se vuoi dare fastidio devi votare contro a prescindere. E se vuoi davvero dissociarti devi votare coi piedi (e con la valigia). Tu come voti? Non votando? E non saresti uno schiavo perché non voti? HAHAHAHAHA!!! Per me sei solo un troll.

        • Fabrizio de Paoli

          Intanto c’è il discorso che solo un idiota (o uno schiavo) vorrebbe votare affinché qualcuno lo comandi.
          Ma anche nell’ottica di voler dar fastidio se tutti votano contro, poi quelli comandano al posto degli altri, …ed io rimango sempre idiota allo stesso modo.
          Siccome a me non interessa “dar fastidio” ma liberarmi da una feccia arrogante che mi vuole suo schiavo, semmai voto col portafoglio. Non vedo per quale motivo dovrei scappare da casa MIA.

  • naigoreip

    Con 2 candidati si sceglie sempre il meno peggio. L’astensione non ha nessuna funzione. Preferisco un cialtrone che paga di suo la sua elezione, piuttosto che la moglie criminale di un criminale ex-presidente che adesso dopo decenni di onorato public service son diventati milionari.

  • Ronf Ronf

    Chi si astiene favorisce il PD (vedi le Europee 2014) che poi utilizza il consenso ottenuto per fare riforme costituzionali autoritarie (solo la diminuzione dell’astensione ha impedito al PD di prendere tutto il potere). Se era per voi libertari astenuti, il PD avrebbe stravinto.

  • davide

    le elezioni americane mi ricordano sempre una puntata epica dei simpson in cui i futuri presidenti sono alieni travestiti! quando vengono smascherati quello che dicono è incredibilmente vero…alla fine basta scegliere 2 persone pessime che ti porteranno solo casini e poi “far decidere” al popolo…è un sistema a 2 partiti dicevano…o voti per uno o voti per l’altro in ogni caso siete spacciati!

    • marcoferro

      la ricordo quella vecchia pntata. ma l’errore che hanno fatto gli americani, il popolo, è stato permettere a questa gente di presentarsi come candidati. dovevano lottare e protestare per impedire che un trump o una kllary klingon , ma anche un rubio patetico, un cruz ridicolo, venissero candidati. ma pretendere dai partiti delle persone decenti e dalla specchiata reputazaione. difficile trovarle ma ci sono se si scavasse…

  • Guido Sogliani

    Come sempre “promesse elettorali” che regolarmente nessuno mantiene, a qualsiasi latitudine!

  • marcoferro

    io concordo con il fatto che trump è stato eletto proprio in funzione anti- killary klingon e forse si sta rilevando più pericolo di lei…

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi