TUTTO A NORMA DI LEGGE: I CATALANI SCHIAVI COME NOI

Di Leonardo , il - 2 commenti

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Ho sempre guardato alla Catalunya come ad un punto cardinale del percorso indipendentista che perseguo per il Veneto: democratico, pacifico e legale.  Il punto è che l’ho sempre fatto per trarre suggerimenti politici e motivazione ispirata. Mai avrei pensato potesse diventare la cartina al tornasole dell’intero sistema dentro il quale viviamo e “detto democratico”.

Purtroppo la partita del diritto applicato si è orientata sullo scontro tra il diritto teorico ed il diritto reale. Le sapienti mosse di Puigdemont  stanno stressando il sistema con le uniche armi che i Catalani hanno deciso di utilizzare: quelle scritte dal sistema che si trovano a combattere, ma dentro il quale pretendono di restare. Si badi, questo passaggio è cruciale perché l’obiettivo della Catalunya diventa così “gioco-forza” quello di cambiare il sistema dall’interno!

Noi viviamo in un sistema, quello italiano, che ha già dichiarato attraverso il P.M. di Brescia, tal Nocerino, che “Auspicare l’indipendenza è da considerarsi eversione”… AUSPICARE! Noi viviamo in un sistema, quello italiano, che ha richiesto 5 anni di reclusione e 324.000euro di danni ad un padre di famiglia che difendeva casa sua da un assalto notturno di ladri: Walter Onichini! Tutto a norma di legge. Tutto legale.

Noi viviamo quindi in un sistema, quello italiano ed europeo, che non esiterà a carcerare ed a violare chiunque né metta in discussione la legittimità. Dietro la maschera della legalità, non esiterà un solo istante a giudicare e punire chi LEGITTIMAMENTE, ma spesso anche LEGALMENTE (sulla base di trattati sottoscritti dagli interessati), rivendichi una diversa lettura delle regole.

Uscire dal pensiero unico non è solo faticoso, per chi decida di guardare al mondo con occhi suoi, ma è diventato chiaramente pericoloso. E questo fa di chiunque uno schiavo a tutti gli effetti.

Massimo Vidori

Canton Dolomiti, Indipendenza Veneta

The post TUTTO A NORMA DI LEGGE: I CATALANI SCHIAVI COME NOI appeared first on MiglioVerde.

Shares
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • Svicolone61

    Non è, IMHO, una diversa lettura delle regole….
    E’ che le regole, quando si parla di lasciare un contratto, se questo contratto non prevede il recesso unilaterale, oppure il recesso e’ definito eversivo dal contratto stesso, non sono più pertinenti…..bisogna appellarsi ad “diritto naturale” oppure, se esiste, un diritto “superiore”…….ed in questo Puidgemont, mettendosi sotto l’ala del diritto UE, non ha fatto una mossa stupida, IMHO….

  • lupodeicieli

    Credi che qui , in Sardegna, sia molto diverso? Alcune persone, le cui idee politiche non condivido, sono in attesa di processo dal 2006: diverse mi pare siano state dietro le sbarre. Non conosco dettagli o particolari del caso catalano né del vostro, in Veneto: però, così come per chi auspica qualcosa di diverso dall’autonomia, per la Sardegna, deve per forza di cose avere, tra le proprie fila o come consulente esterno, qualcuno che mastichi di diritto, di costituzione, di trattati, di accordi. Diversamente rimane sì una cosa bella e interessante, ma come un passaggio, interessante, della propria vita e della propria terra: se , al contrario, deve essere una battaglia o una guerra, bisogna prepararsi, studiare, sacrificarsi : tutte cose che , sono certo, voi e altri, catalani compresi, avete fatto e fatte, però ritengo che gli studi e approfondimenti per evitare questioni stile giudici o magistrati troppo sicuri di se “da mandare la gente dietro le sbarre”, siano determinanti.

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.