Verso la Bancarotta: Siate Consapevoli, L’Inferno Demografico non Perdona

Di FunnyKing , il - 81 commenti

E’ appena uscito il rapporto sul Bilancio Demografico del 2016 dell’Istat:

Al 31 dicembre 2016 risiedono in Italia 60.589.445 persone, di cui più di 5 milioni di cittadinanza straniera, pari all’8,3% dei residenti a livello nazionale (10,6% al Centro-nord, 4,0% nel Mezzogiorno).

Prosegue nel 2016 la diminuzione dei residenti già riscontrata l’anno precedente. Il saldo complessivo è negativo per 76.106 unità, determinato dalla flessione della popolazione di cittadinanza italiana (96.981 residenti in meno) mentre la popolazione straniera aumenta di 20.875 unità. Tuttavia, all’interno della popolazione straniera la componente femminile diminuisce per la prima volta dagli anni Novanta quando l’Italia è diventata Paese di immigrazione.

Il movimento naturale della popolazione ha registrato un saldo (nati meno morti) negativo per quasi 142 mila unità. Il saldo naturale è positivo per i cittadini stranieri (quasi 63 mila unità), mentre per i residenti italiani il deficit è molto ampio e pari a 204.675 unità.

Continua il calo delle nascite in atto dal 2008. Per il secondo anno consecutivo i nati sono meno di mezzo milione (473.438, -12 mila sul 2015), di cui più di 69 mila stranieri (14,7% del totale), anch’essi in diminuzione.

I decessi sono stati oltre 615 mila, circa 32 mila in meno rispetto al 2015, anno record della mortalità, ma in linea con il trend di crescita degli anni precedenti, dovuto all’invecchiamento della popolazione.

Il movimento migratorio con l’estero fa registrare un saldo positivo di circa 144 mila unità, in lieve aumento rispetto all’anno precedente.

Aumentano leggermente le iscrizioni dall’estero: poco più di 300 mila di cui il 90% riferite a stranieri.

Allo stesso modo le cancellazioni per l’estero superano le 114 mila unità per gli italiani, di nascita e naturalizzati, (+12 mila rispetto al 2015) mentre sono quasi 43 mila per gli stranieri.

Continuano a crescere le acquisizioni di cittadinanza: nel 2016 i nuovi italiani sono più di 200 mila.

In Italia vi sono circa 200 nazionalità: nella metà dei casi si tratta di cittadini europei (oltre 2,6 milioni). La cittadinanza maggiormente rappresentata è quella rumena (23,2%) seguita da quella albanese (8,9%).

Si conferma la maggiore attrattività delle regioni del Nord e del Centro verso le quali si indirizzano i flussi migratori provenienti sia dall’estero sia dall’interno.

In sintesi estrema:

  • I residenti in Italia nel 2016 erano 60.589.485 con un calo di 76.106 persone lo 0.11%
  • La popolazione residente di nazionalità italiana è calata di 96.981 persone
  • la popolazione residente di nazionalità straniera è aumentata di 20.875 persone
  • Il saldo fra Nati Vivi (italiani o stranieri) e Morti nel 2016 è negativo di 142.000 persone
  • 300.000 persone di nazionalità italiana sono andati a vivere (e si sono registrati) all’Estero
  • 114.000 persone di nazionalità italiana sono tornate in Italia dall’estero.

Ragioniamo un attimo.

L’italia sta importando (saldo netto) , seppure a ritmo blando, cittadini stranieri che prendono la residenza mentre sta esportando cittadini italiani che vanno a prendere la residenza in paesi stranieri.

Quindi la composizione della popolazione residente in Italia si sta modificando velocemente, attualmente in Italia risiedono regolarmente oltre 5.000.000 di cittadini stranieri.

Il saldo naturale (stranieri compresi) è un disastro con una natalità ridicola e tendente allo zero:

Solo la provincia di Bolzano ha un saldo naturale positivo grazie alle forti politiche di aiuto alla famiglia con figli. La Liguria è in piena estinzione, con un bilancio demografico dello -0.7% all’anno. (ma importa Milanesi pensionati in attesa di trapasso, figata!)

E dunque….

Dunque siate consapevoli dell’inferno demografico a cui è certamente condannata l’Italia. Le soluzini impossibili (per la politica e il demos italiano sono):

  1. Politiche per attirare immigrazione di qualità e che blocchino l’esportazione di persone di qualità. Ovvero tasse basse, certezza del diritto, poca burocrazia, città moderne, efficenza… e poi vi svegliate.
  2. Politiche che spostino risorse dagli anziani pensionati alla famiglia naturale con figli (Ovvove, Ovvove), e politche di promozione dell’impresa privata (vedi sopra).

Individualmente vi consiglio di emigrare in paesi con prospettive migliori, la libertà individuale attira le persone di qualità ricordatevelo.

Ah e non fatevi la minima illusione, ma proprio nessuna, questo è un trend secolare che per ragioni essenzialmente di demos non potrà che invertirsi dopo una crisi epocale e nella quale vi assicuro sarebbe meglio non esserci dentro.

Condivisioni
Grazie per avere votato! Ora dillo a tutto il mondo via Twitter!
Come ti senti dopo avere letto questo post?
  • Eccitato
  • Affascinato
  • Divertito
  • Annoiato
  • Triste
  • Arrabbiato

  • illuso

    immagino la smeriglia degli italiani….leggendo questo rapporto istat…..
    domanda: di cosa vi meravigliate?

    • biafra66

      Troppe “pippe” in Ita-glia?
      …si probabile!

  • Phobos88

    Altre conclusioni, per chi rimane in Italia:
    – considerare i soldi versati all’INPS (se purtroppo costretti a aprire posizione contributiva) come persi per sempre
    – investimenti immobiliari in grandissima parte del territorio italiano sono un suicidio
    – non aprire imprese in centro-sud che richiedano un numero di collaboratori/dipendenti superiore a zero, perchè non è rimasto quasi nessuno di qualità da assumere

    • zioru

      Beh, considera che molti pensionati l’inps non lo hanno pagato, ( evasori, prepensionati, agricoltori, cassintegrati, statali e parastatali, ecc) ma godono lo stesso della pensione, ecco che i conti tornano… o no?
      22 milioni le pensioni in italia, non so perchè nessuno, o quasi, considera questo dato.

      • Mister Libertarian

        22 milioni di pensioni, cioè quasi 22 milioni di ladri che stanno derubando i giovani e i lavoratori in attività.

        • Stemby

          Ladro è lo stato che ruba ai giovani per dare ai vecchi; non i pensionati che ricevono la pensione.

          • Mister Libertarian

            No, i politici sono solo i mandatari dei propri elettori.

            Sono le generazioni anziane che stanno utilizzando l’apparato fiscale e redistributivo dello Stato per depredare i giovani e per arricchire se stessi, votando e sostenendo al potere i politici che li accontentano.

          • Stemby

            Sarebbero i mandatari se ci fosse democrazia diretta. L’Italia invece se ne discosta fondamentalmente.

            Ognuno fa i propri interessi, e dato che lo stato paga proprio non mi sento di condannare minimamente chi i soldi li riceve (pensionati, statali, ecc.). Il comportamento criminale è di chi sperpera denaro non suo, per giunta senza nemmeno averlo (deficit).

  • Semplice

    Non mi tornano i conti ! Aa, ecco, Funny non ha messo gli omosessuali e le lesbiche; se infatti oltre alle risorse sommiamo anche queste due nuove tipologie di famiglie ergo di “figli”, allora il saldo morti/viventi sarà certamente positivo !!!

    Adesso tutto torna, auguroni.

    PS: non so se avete notato che è inziata la guerra tra gay e donne.

    • hai mai assistito ad una lite fra una femminista pro immigrati e una contraria all’immigrazione?
      roba da sbellicarsi
      XD

    • Luigi za

      @Semplice:disqus
      aspetta che entrino in campo i transessuali e poi ci sarà da ridere.

    • Etrusco

      Su cosa discutono, su quale sia il miglior vibratore?
      Non mi pare ci siano altri argomenti importanti per loro.

      … a no cazz, i negroni ecco per cosa litigano!

      • Semplice

        No, alcune donna non possono tollerare l’uso del corpo femminile come mezzo di procreazione altrui…….e vorrei anche vedere !

  • Sergio Andreani

    Meno siamo, meglio stiamo.

  • Nabir oBar

    10,6% di potenziali elettori pd-m5s, con un bel ius soli sono a posto

    • na bir o bar (complimenti per il nick)
      lo ius soli è la mossa finale, un po’ come la sfera Genkidama di Goku, distruzione totale
      O_O

      • Nabir oBar

        Io l’avevo vista come una megasupposta tipo astronave però concordiamo sul risultato

        • beh la Genkidama è una megapalla che distrugge ogni cosa, più o meno siamo lì XD
          ciao Na Bir O Bar
          ^^

    • Etrusco

      Still cazz … questi piddini partono già col vantaggio.
      Non gli si può dare una penalità, che so tipo la lapidazione ala Boldminchia ?

  • cito :” La cittadinanza maggiormente rappresentata è quella rumena (23,2%) seguita da quella albanese (8,9%).”
    quante volte ho detto di guardare a est e non solo a sud???

    • Tex42

      Se l’immigrazione fosse solo est europea avrei una piccola piccolissima speranza che vi possa essere una qualche specie di integrazione, anche perchè il bacino di potenziali immigrati dall’est europa è limitato.
      Il problema sono le masse di milioni di africani che nasceranno nei prossimi decenni e che premeranno da Sud.

      • no tex non ci siamo proprio…
        il problema è proprio questo : si integrano.
        significa che rimarranno qui ad vitam, ergo, la costruzione della babele continua senza intoppi.

  • Luigi za

    In estrema sintesi: dentro i doni di Dio, inutili, fuori le persone con qualche preziosa competenza.
    Roba per veri volponi!

    • ecomostro

      Infatti… immigrati ed emigrati non si dovrebbero tanto “contare” quanto piuttosto “pesare”.
      Se in un anno sono andati via n laureati, masterizzati e dottorati italiani, facendo arrivare con i gommoni n (o financo nmila) ciabattanti semianalfabeti senz’arte né parte non è che abbiamo “compensato” la perdita… anzi.
      Poveri noi, che triste destino ci aspetta.
      Ormai faccio fatica anche ad arrabbiarmi, sento solo un grande scoramento, una grande stanchezza, ed una certa rassegnazione che inizia a prender piede.

      • Sergio Andreani

        Spiegalo a quelle teste di cazzo del P.D. se ci riesci….

  • biafra66

    ” Ci vogliono più immigrati ciabattanti”
    …ma moooolti di più! Almeno 700 milioni!!!!

    • silvia

      Hai ragione, credo che sia l’unica soluzione, il deus ex machina, la pietra tombale su questa babele di stupidita’.
      ovvero : muoia Sansone con tutti i filistei.

      • biafra66

        Quando i “bonga bonga” gireranno le loro merdosissime capitali armati di machete (e già succede) e distruggeranno secoli di civiltà…..solo allora presenterò la mia personalissima fattura con vat a codesta classe dirigenziale maiala….perché in tanti ci stiamo “salvando” da questa sciagura ….e stavolta “siamo cattivissimi”.

  • Davide

    Mi raccomando avanti votate PD e più Europa che forse ce la fate a suicidarvi .

    • Niko

      Avevo deciso di non andare a votare..anche perché risiedo ad estero…oggi ho letto che Renzi vuole arruolare la Boldrinka..al che mi sento in dovere di votare…qualsiasi cosa, anche il partito della zuppa fredda, pur di fermare questa follia pericolosa…

      • Davide

        Io a votare ci vado malvolentieri ma l’ idea mi viene al solo pensare che quelli si appropriano anche dei voti dei non votanti ( giochi di democrazia).

        • Etrusco

          Esatto, lo faccio solo per quel pensiero.
          Io ci metterei anche un bel “Fuck the PD”!

          • Davide

            Sarebbe bello avere una rassegna stampa su quanto scrivono gli italiani sulle schede elettorali annullate il gradimento sarebbe al massimo.

  • Andromeda

    Sì siamo avviati, comunque vada, ciascuno verso la propria bancarotta individuale: la morte con la conseguente putrefazione del nostro inutile e transeunte corpo umano.

  • Disca

    Meriti l’applauso per il punto 1 e per la sveglia, nel caso qualcuno pensasse alla possibile realizzazione di tale programma in Italia.

  • cito dall’articolo :
    “Politiche per attirare immigrazione di qualità”
    per me, no, grazie, sto bene già così

    • Davide

      Anzi ne manderei a casa loro una bella fetta.

      • esatto, qui occorre scervellarsi per trovare un modo per rimandarli da dove sono venuti e invece pure qua si parla di attirarne altri…
        è proprio vero : chi è causa del suo mal pianga se stesso

  • fabio

    Io comunque non credo che la svizzera basti

  • Antonello S.

    Ancora sono un pò ignorantotti e molti di loro vengono dalle capanne di fango, ma una volta che le “risorse” capiranno che il bel Paese tanto bello non è, si riverseranno in massa al nord.
    Loro sono molto prolifici e soprattutto sono tanti, quindi cominceranno ad africanizzare le civilissime Svizzera, Austria e Germania e poi abituati al clima, si spingeranno sempre più su…

    • Il_disturbatore

      Fanno presto a trovare un nuovo Hitler….strane certo che non faranno la nostra fine

    • MaAncheNo

      Se non fosse che in quei paesi molto piú difficile rimanere illegalmente.

  • Tex42

    La situazione italiana inizierà a diventare veramente ingestibile e invivibile a livello sociale tra una decina d’anni. Poi la discesa sarà sempre più rapida e raggiungerà il culmine nel 2040-2050, quando i baby boomers saranno vecchissimi o morti. Per quella data mi attendo il ribaltamento demografico nelle fasce giovanili (più stranieri che italiani) e quindi la completa occupazione del Paese.

    • formic

      secondo me il culmine lo si dovrebbe avere nel 2022,
      però penso anche che a quella data il sistema pensionistico sia saltato e
      come si dice a Napoli: chi a dato a dato, chi a preso l’ha preso bene ;-))

    • andrea pippo

      lascia perdere, questo non avverrà. hai visto le ultime elezioni che fine sta facendo il pd? hai visto il sindaco di roma dire basta accoglienza? i tordi buonisti si stanno svegliando e quelli che dormono stanno nel pd, che è un partito che si estinguerà col baby boom. perchè i più coglioni sono i vecchi e si può solo aspettare che muoiano, quelli più giovani vanno al m5s.

      • Tex42

        Può darsi e sono il primo a sperare che sia così.
        Il problema è che il Potere è fantasioso, e dopo aver usato la Marina Militare per andare a prendere 500mila clandestini in Africa (cosa che se mi avessero detto anni fa avrei riso), tremo all’idea di cosa escogiteranno la prossima volta.

        Però concordo, il PD si estinguerà assieme ai baby boomers.

    • Davide

      Molto prima due tre anni per il problema sociale poco più di una decina e l’ Italia sarà a pieno titolo un paese nord africano.

    • Tommasodaquino

      i baby boomers moriranno prima del 2040.

  • andrea pippo

    la soluzione ai problemi, di chi resta in italia, è fare figli? perchè da quando faranno dei figli, il giorno dopo avranno meno problemi?
    I figli non sono la soluzione ai problemi, semmai essere senza problemi aiuta a farne. Se hai problemi stai per i cazzi tuoi che è meglio.

    Questione 2, e questa mi fa proprio incazzare, ma tanto e riguarda i 5k di memoria

    tra il 2005 e 2008 uno dei temi principali nel trovare lavoro e avere risorse era che i vecchi avevano tutto in mano, dalla politica agli immobili alle imprese.
    Ora le imprese hanno un buon turn over, la politica anche e gli immobili vanno in possesso degli eredi. Cioè, adesso che i vecchi si son decisi a morire e la popolazione a diminuire non va bene?
    Il sottoscritto sa benissimo che al raggiungimento dell’età pensionabile il mio maggior investimento sarà la mia salute. Molti sembrano ignorare questo fatto e pensano il loro maggior investimento sarà la pensione.
    Comincia a venire il sospetto che le nuove risorse paghino poco di contributi pensionistici specialmente con i nuovi contratti flessibili e più che altro siano un costo sociale, sanitario e scolastico.
    In altre parole le pensioni vanno dimezzate. siccome quelle vecchie, sono diritti acquisiti, prima che uno si abitui alla nuova pensione, è il caso di tagliargliela fin dall’inizio. se poi questi, manco vive in italia e pagargli la pensione vuol dire foraggiare uno stato estero e far fuor uscire valuta, direi che possiamo anche non pagargliela.

    • Tommasodaquino

      non la soluzione dei problemi ma la soluzione del problemuccio di demografia.

  • formic

    penso che di questi 600k decessi annui una buona parte lasci pure in eredità qualche immobile!
    Vedrete che i prossimi passi, lenti_lenti, dei ns s_governanti sarà fare in modo che siano i privati a cedere allo stato i propri immobili ( che a sua volta li girerà ai migranti che poi non tarderà a chiamare: nuovi itaGliani)

  • Tex42

    Aggiungo che la situazione italiana era ancora parzialmente recuperabile fino agli ’90-primi anni ‘2000. A quel tempo il numero di donne in età fertile era ancora importante. Una politica più attenta all’epoca avrebbe permesso di attenuare il tutto. Cosa che non è accaduto, perciò la situazione è, oggi, irrecuperabile.

    Tutt’altro è successo in Russia, paese che ha e ha avuto problemi demografici persino peggiori di quelli nostrani. La differenza è che lo stato (Putin) ha sfruttato gli anni fertili della generazione nata degli anni ’80 per fare il pieno di nascite. Da 1milione e 200mila a 1milione e 900mila. Adesso la situazione peggiorerà di nuovo (perchè entrano in gioco i pochissimi nati degli anni ’90) ma intanto Putin ha posto le basi per evitare problemi futuri.

    Ma in Russia c’è ancora orgoglio patriottico, in Italia non c’è più dal 1945.

  • Mister Libertarian

    Quindici anni di stalinismo hanno distrutto demograficamente, culturalmente ed economicamente l’Italia.

    Giustamente il grande Mises riteneva che il socialismo, il comunismo, il collettivismo e lo statalismo fossero tutte forme di “distruttivismo”, che con il passar del tempo portano alla distruzione e all’estinzione le società che lo adottano.

    • mises e moses (levi o come lo chiamano gli ignoranti : marx) provengono dallo stesso albero…

      • Mister Libertarian

        Forse non te l’ho mai detto, ma anche se non ho mai conosciuto personalmente un ebreo in vita mia, sono un ardente ammiratore degli ebrei e della cultura ebraica.

        • Ronf Ronf

          Ma questo sito è davvero pieno di anti-semiti, quindi noi liberisti siamo in minoranza: insomma, qui l’estrema destra domina e la gran parte di questi poi si lamentano se il FN perde al II turno; il solo modo per fermare Macron era votare per Fillon, ma tutti qui stavano con il FN dicendo che Fillon (cioè quello che voleva fare una riforma restrittiva sui temi di sicurezza e immigrazione) non era “abbastanza di destra” (quando invece era lui il più a destra di sempre) e ora tutta la gente di questo sito si lamenta di Macron

    • Albert Blue

      mises LOL

  • Tommasodaquino

    Condivido l analisi ma non le conclusioni. Quella che sta morendo è una generazione in particolare quella che è stata protagonista nel 68 e che ha reso l Italia quello che è. L obiettivo era distruggere il tessuto economico e sociale di quello che negli anni 60 era un ottimo paese in cui vivere. Il trend si invertirà sicuramente nella prossima generazione. Per quanto riguarda la natalità, spiace dover ricordare che si facevano molti più figli di oggi persino durante la guerra, a testimonianza del fatto che non è un problema di politiche familiari né di tasse né di burocrazia. La natalità è legata alla visione che si ha del mondo. Lo spirito di sacrificio è ciò regge l impalcatura familiare, senza questo non esiste famiglia, quindi non esistono figli. Sacrificio che è evidente nella volontà di emigrare in modo migliori e nel fare comunque figli nonostante la situazione drammatica. Sacrificio che la generazione morente sessantottina ha provato ad eliminare per legge (salario per tutti, 6 politico, diritto al lavoro, diritto alla salute, diritto all aborto e via discorrendo). Non ci saranno giovani che piangeranno per la sua scomparsa.

    • andrea pippo

      si ho capito, ma sta storia orma mi sta rompendo le balle. ora, non c’è l’ho con te, ma con quel maledetto virus mentale catto-cristo-comunista del sacrificio che hai in testa. Fare figli dipende dallo spirito di sacrificio, è come dire che per fare figli bisogna essere dei pirla, cioè gente che si sacrifica e basta.
      perchè a questo hanno abbiamo ridotto la questione del fare figli: a quanto costa alla madre non lavorare, a come mettere a carico dell’inps la madre qualche mese prima facendola assumere, a quanto costa all’impresa la donna che fa figli, quanto costa l’asilo, le elementari, il test invalsi a scuola, e l’insegnante di sostegno, la moto a 14 anni, la macchina a 18 e l’università e a quanto posso avere come assegno famigliare. Poi bisogna portarlo a scuola, perchè stai a 300mt dalla scuola ma a 6 anni uno non può andare a scuola a piedi altrimenti te lo rubano o te lo violentano.
      una serie infinita di rottura di coglioni a cui in questa merda di italia è stata ridotta la questione del fare figli.
      Una volta un figlio era visto come un incremento della ricchezza famigliare, ora è visto solo come spesa. Perchè? perchè non esiste più la famiglia, non so se ve ne siete accorti. ci sono i parenti, ma non c’è la famiglia. Ma porca di quella troia, se tutta l’educazione dei figli la fa lo stato, e io non gli trasmetto un cazzo, perchè la mattina sta a scuola, al pomeriggio fa i compiti e la sera io sono troppo stanco, se lo porto al lavoro con me è sfruttamento di minore, mi sembra ovvio che i figli non sono miei, sono dello stato del cazzo in cui vivo. Che se li faccia lui porca di quella troia, allora.

      • Ezio

        Effettivamente…io che ne ho mi ci trovo nella tua descrizione….eppure non passa giorno in cui, per un attimo, non mi incanti a osservarli… i miei figli. Mi basta e tutte le tue ragioni (che trovo inoppugnabili) …svaniscono ..
        travolte dalla vita.

        • andrea pippo

          sono contentissimo per te. ma fai questo esperimento mentale, lo fai solo per 1 min e poi te ne scordi e torni ad essere felice come prima.
          cosa hanno i tuoi figli di particolare? intendo rispetto agli altri.
          Se hanno qualcosa di particolare, pensa che ogni genitore pensa lo stesso dei suoi e se non hanno nulla, allora potresti prenderne uno qualsiasi in sostituzione. in sostanza perchè ti incanti a guardare i tuoi figli e non quelli degli altri?…. 60 sec, poi dimenticati della domanda, meglio per te. cmq apprezzo il tuo commento.

      • kikko19

        Infatti. dubito che chi ha scritto di sopra abbia figli. Sempre armiamoci e partite da certe persone…

        • Tommasodaquino

          la sua sfera di cristallo deve correggerla, ho due figli ed io e mia moglie ne vorremmo un terzo. tragga le sue conclusioni.
          p.s. oramai le famiglie veramente numerose sono quasi solo quelle cattoliche.

          • kikko19

            allora complimenti, fatelo il terzo, ma vista la tendenza egoistica-consumistica della societa’ italiana (unita allo stato che fa schifo e non aiuta le famiglie) preparartevi ad andare avanti da soli.

      • Tommasodaquino

        Il suo post è l’emblema della cultura post sessantottina. Come dicevo prima, non piangeremo per la sua scomparsa. Infatti sacrificio = essere babbi è esattamente il succo di quella cultura. Siete destinati all’estinzione per inedia, auguri e buona fortuna.
        Detto questo precisiamo alcuni punti:
        ” quanto costa alla madre non lavorare, a come mettere a carico dell’inps la madre qualche mese prima facendola assumere, a quanto costa all’impresa la donna che fa figli, quanto costa l’asilo, le elementari, il test invalsi a scuola, e l’insegnante di sostegno, la moto a 14 anni, la macchina a 18 e l’università e a quanto posso avere come assegno famigliare. Poi bisogna portarlo a scuola, perchè stai a 300mt dalla scuola ma a 6 anni uno non può andare a scuola a piedi altrimenti te lo rubano o te lo violentano.”
        Mi scusi ma probabilmente non ha letto bene il mio post, questa è la tesi di FK. Invece i dati parlano una lingua assai diversa. Durante la guerra (quindi tra il 1940 ed il 1945) il numero di nati era molto più alto di oggi. Quindi inps, aiuti alle donne e tutte le barzellette socialiste come al solito sono barzellette. Quando si stava molto peggio di oggi si facevano molti più figli. la risposta non sta nel benessere perché paesi con un benessere diffuso migliore dell’italia fanno più figli. A mio avviso è una questione culturale e di mentalità. Infatti la natalità è iniziata a calare significativamente a partire da un certo punto in avanti.
        Secondo aspetto, se lo ficchi bene in testa. LA VITA E’ FATICA. NON ESISTONO PASTI GRATIS. Cioè io potrei anche raccontarle la favoletta socialista che tutto ciò che vuole potrà ottenerlo con il minimo sforzo, ma purtroppo non è così. Lavorare è fatica, migliorare la propria condizione è fatica, combattere per la propria libertà è fatica, qualsiasi altra cosa vuole fare è fatica, cioè comporta un’azione da parte del soggetto che vuole intraprenderla. Con gli amici esprimo lo stesso concetto usando la seguente espressione: “la vita è una guerra”. Se le piace di più come espressione possiamo usare questa tanto la sostanza non cambia.
        Quello che non proprio non capisce è che sacrificio è una parola positiva sotto due aspetti:
        1- vuol dire dare di più (e non privarsi di qualcosa)
        2- attribuisce un valore materiale e umano a quello che si fa
        La dimensione cristiana è questa. tutto il resto è propaganda sessantottina che sta cantandosi da solo il de profundis.

        • armchair_anarchist

          Se uno e’ statalista e cattolico e vuole dare senza avere e’ affar suo che deve restare suo, perche’ altrimenti rompe i coglioni oltre a passare per il fesso che e’. Negli anni ’50 come nelle societa’ sottosviluppate attuali si figliava semplicemente perche’ i figli erano/sono un investimento piuttosto che beni di lusso. Dove non c’e’ l’INPS sono i figli a mantenere i loro vecchi. Percio’ lo strano concetto di “proletario” presume i figli come una rendita, che ora e’ tutta per lo stato.
          Un secondo motivo per non figliare in italia e’ l’aspettativa per il futuro, che ora e’ nera-nera per chiunque abbia 2 neuroni.

    • nemo_propheta_in_patria

      Sono d’accordo, tranne sul fatto che il trend si inverta alla prossima generazione: non credo proprio! Cosa te lo fa pensare?

      • Tommasodaquino

        la cultura che sta facendo morire l’italia oggi non ci sarà più tra vent’anni, quando i nati di oggi saranno in età fertile liberi da quelle ideologie ridicole che ci hanno distrutto.

        • MaAncheNo

          I nati di oggi sono figli di emigrati stranieri.

          • Tommasodaquino

            certo è vero ma per fortuna sono ancora minoranza

          • MaAncheNo

            Sí ma restano un numero molto consistente e il trend è tutto dalla loro.
            E votano tutti a sinistra.

  • andrea pippo

    che è l’esatto contrario motivo per cui non ti incanti a guardare tua moglie perchè vivi con lei, e guardi le altre perchè non ci vivi.
    scusa la battuta.

    • Ezio

      Stavamo parlando di figli; mi incanto a guardare un sacco di gente…E non ci crederai,ma pure mia moglie. Sei molto duro, spero sia dovuto al fatto che sei giovane o che ti senti tale.

  • Stefano74

    A parte la Francia (ma guarda caso) la maggior parte dei paesi europei ha un saldo negativo come l’Italia. Basta andare su Wikipedia.

    https://it.m.wikipedia.org/wiki/Demografia_dell%27Europa

    • Mister Libertarian

      La Francia ha un saldo attivo grazie al maggior numero di musulmani.

  • Sergio Andreani

    L’inferno demografico ce l’hanno in Bangladesch.

    Meno scemenze, please.

    • Albert Blue

      tranquillo, basta portarli qui e sostituire i buchi….tanto per diventare italiani basta un pezzo di carta.

    • Mister Libertarian

      Quando gli italiani e gli europei saranno scomparsi dalla faccia della terra, rimpiazzati dai bengalesi e dai musulmani che spadroneggeranno nel vecchio continente, sai quanto rideranno questi ultimi delle cazzate ambientaliste e suicide degli occidentali come te!

  • Mister Libertarian

    In ultima analisi la demografia è l’unica cosa importante, l’unica cosa che conti.

    I popoli che adottano una cultura sbagliata (come io credo che sia il socialismo del welfare state, il progressismo culturale e la rivoluzione sessuale del ’68) si estinguono, e vengono sostituiti dai popoli più fecondi ed energici – nel nostro caso gli africani e i musulmani.

    Vorrei essere ottimista come @Tommasodaquino:disqus, ma per ora una contro-rivoluzione culturale che riporti l’Occidente a com’era prima del ’68 mi sembra improbabile.

    Anche Bergoglio è schieratissimo a favore della cultura progressista sessantottina. Infatti ha detto, con il suo tipico linguaggio da taverna, che “i cattolici non devono figliare come conigli”, e che l’invasione musulmana dell’Europa esiste, ma che è un bene.

    Insomma, al momento tutto fa pensare che, nel 2050, quasi tutta l’Europa occidentale sarà parte integrante del mondo islamico, e quasi nulla avrà più in comune con la cultura europea del passato.

  • FP

    Che illuso che sono, pensavo che la.crisi epocale fosse almeno già iniziata..

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.