Archivi per categoria: Credit Suisse

UBS, Credit Suisse e Swisscom lavorano a un identificatore digitale prodotto in Lettonia

Di Ticino Live , il - Replica

UBS, Credit Suisse e Swisscom collaborano con una start-up della Lettonia su un “proof of concept” di identità digitale condiviso tra diversi siti e suscettibile di fare concorrenza a SuisseID. Una collaborazione con la start-up lettone Notakey iniziata in occasione del Kickstart Accelerator, lo scorso novembre a Zurigo. Il concetto di ecosistema d’identità digitale permette a un cliente di identificarsi sul suo e-banking, di sottoscrivere un abbonamento di telefonia mobile... Continua a leggere

Etichette: , ,

UBS e il Credit Suisse si mobilitano contro Raiffeisen

Di Ticino Live , il - Replica

Sostenendo condizioni di concessione dei prestiti ipotecari a condizioni più favorevoli, il gruppo sangallese si è attirato severe critiche. “Una diminuzione del tasso d’interesse teorico per la concessione di prestiti ipotecari, dal 5 % attuale al 3 %, potrebbe avere conseguenze pregiudizievoli per le famiglie ed effetti perversi per l’intera economica del paese – secondo l’esperto immobiliare di UBS, Claudio Saputelli. In questo termini, Saputelli punta il dito... Continua a leggere

Prevenzione di frode fiscale. Il Credit Suisse blocca dei conti americani

Di Ticino Live , il - Replica

Il colosso bancario svizzero Credit Suisse ha bloccato decine di conti di cittadini americani, non sapendo se questi depositi siano serviti a evadere il fisco degli Stati Uniti. Lo scrive l’agenzia Bloomberg citando fonti all’interno della banca. Con questa decisione, la banca svizzera vuole mostrare la sua buona fede alle autorità fiscali statunitensi. Il timore è quello di trovarsi nuovamente davanti alla giustizia americana. Nel maggio 2014, il Credit Suisse aveva dovuto pagare... Continua a leggere

Credit Suisse e UBS nella Top Ten delle multe miliardarie degli Stati Uniti

Di Ticino Live , il - Replica

Oltre alla multa di 8.9 miliardi di dollari inflitta al gruppo bancario francese BNP Paribs per violazione delle sanzioni economiche statunitensi, le autorità di Washington hanno già imposto diverse multe elevate alle grandi banche. Credit Suisse e UBS figurano fra gli istituti colpiti. Le multe riguardano le pratiche delle banche nel commercio di petrolio e gas (violazione di embargo), nel settore immobiliare (subprime, pignoramenti), nelle manipolazioni dei tassi bancari e nella complicità... Continua a leggere

Il Credit Suisse pensa di cedere una filiale negli Stati Uniti

Di Ticino Live , il - Replica

La filiale del Credit Suisse “Wake USA” potrebbe essere ceduta agli Stati Uniti, secondo quanto scrive il quotidiano economico Financial Times. La banca svizzera pensa di cedere parte di questa piattaforma del mercato elettronico di scambi di obbligazioni sovrane americane, lanciata con il gruppo di trading Tower Research, scrive il giornale citando fonti ben informate. La banca ha rifiutato di rilasciare qualsiasi commento. Secondo l’articolo, il Credit Suisse è stato spinto... Continua a leggere

Etichette: ,

Stati Uniti. Goldman Sachs preoccupata per le condanne di Credit Suisse e BNP Paribas

Di Ticino Live , il - Replica

La banca francese BNP Paribas è nel mirino delle autorità americane per presunta violazione dell’embargo nei confronti di diversi paesi e rischia una multa di 10 miliardi di dollari. Il presidente del colosso bancario americano Goldman Sachs ha messo in guardia Washington : una sanzione troppo pesante potrebbe destabilizzare il sistema finanziario. Evitare ad ogni costo una sanzione troppo pesante. BNP Paribas e Credit Suisse sono oggetto di un procedimento giudiziario negli Stati... Continua a leggere

La stampa internazionale reagisce alla condanna del Credit Suisse

Di Ticino Live , il - Replica

I media internazionali hanno scelto di evidenziare il fatto che il Credit Suisse abbia ammesso la propria colpevolezza per aver aiutato i suoi clienti americani ad evadere il fisco. La stampa internazionale ha abbondamente riportato la multa inflitta lunedì al Credit Suisse dalla giustizia americana. L’importo di 2.51 miliardi di franchi appare meno importante dell’ammissione di colpevolezza della banca. Con la sua confessione, scrive il New York Times, il Credit Suisse ha... Continua a leggere

Etichette: ,

Stati Uniti : il Credit Suisse avrebbe mentito. Chieste nuove indagini

Di Ticino Live , il - Replica

Ritenendo che i dirigenti del colosso bancario elvetico Credit Suisse abbiano mentito sul ruolo della banca nell’evasione fiscale di cittadini americani, il regolatore dei servizi finanziari di New York ha chiesto la consegna di nuovi documenti. I dirigenti del Credit Suisse il 26 febbraio di fronte al Senato americano Il regolatore dei servizi finanziari di New York, Benjamin Lawsky, chiede nuovi documenti al Credit Suisse. Lo ha indicato all’agenzia di stampa Reuters una fonte... Continua a leggere

Etichette: ,

Il Credit Suisse è sorpreso di essere fra le banche indagate dalla COMCO

Di Ticino Live , il - Replica

Il Credit Suisse si è detto sorpreso di essere indagato dalla Commissione della concorrenza per presunte intese sul mercato delle valute fra istituti bancari. Il Credit Suisse è stato citato in un comunicato stampa della COMCO fra le banche svizzere indagate, insieme a UBS, Julius Baer e la Banca cantonale di Zurigo. Il colosso bancario elvetico non sarebbe stato oggetto di indagini preliminari da parte della COMCO a partire dal settembre 2013, come invece è stato il caso per altri istituti... Continua a leggere

Giustizia americana. Il Credit Suisse potrebbe pagare più di UBS

Di Ticino Live , il - 1 commento

Il Credit Suisse, la seconda banca svizzera, a processo negli Stati Uniti con l’accusa di evasione fiscale, avrebbe nascosto al fisco americano 4.7 miliardi di dollari. La multa potrebbe situarsi fra 0.5 e 1.5 miliardi di dollari. Dall’audizione del direttore generale Brady Dougan davanti a una commissione del Senato americano, lo scorso febbraio, si è tentati di confrontare il Credit Suisse a UBS. In quell’occasione il senatore Carl Levin aveva avuto parole dure nei... Continua a leggere

Ex banchiere del Credit Suisse si dichiara colpevole negli Stati Uniti

Di Ticino Live , il - Replica

Il cittadino svizzero, con altri sei impiegati del Credit Suisse, aveva aiutato diversi clienti americani della banca a nascondere al fisco statunitense fondi valutati in 4 miliardi di dollari. Secondo un comunicato del Dipartimento americano della giustizia, Andreas Bachmann, 56 anni, che ha lavorato per il Credit Suisse di Zurigo dal 1990 al 2007, si è dichiarato colpevole negli Stati Uniti per aver aiutato dei clienti americani della banca a evadere il fisco. L’uomo intende... Continua a leggere

Come gli impiegati delle banche svizzere pagano la fine del segreto bancario

Di Ticino Live , il - 1 commento

Lo scorso ottobre, il tribunale di Ginevra ha dato ragione a tre ex impiegati della banca HSBC e del Credit Suisse. Le banche devono comunicare ai loro ex collaboratori il dossier che li riguarda e che hanno trasmesso alle autorità fiscali americane. Nella loro grande lotta all’evasione fiscale, gli americani non se la prendono solo con le banche e i gestori patrimoniali ma anche con gli impiegati di banca, individualmente, sospettati di aver aiutato i clienti americani a evadere il... Continua a leggere

Zürcher Kantonalbank : tanto pericolosa quanto UBS e Credit Suisse

Di Ticino Live , il - 1 commento

Esattamente come i due giganti bancari UBS e Credit Suisse, la Zürcher Kantonalbank, la banca cantonale di Zurigo, potrebbe mettere in pericolo il sistema finanziario elvetico, a causa delle sue dimensioni. Lo dichiara la Banca nazionale svizzera. La Banca nazionale svizzera considera la Zürcher Kantonalbank una banca a rischio sistemico. Questo significa che potrebbe mettere in pericolo il sistema finanziario svizzero. Sinora in Svizzera solo UBS e Credit Suisse facevano parte di questa... Continua a leggere

Etichette: , ,

Crash Lehman Brothers. Il Credit Suisse accusato di aver esagerato le perdite

Di Ticino Live , il - Replica

Il Credit Suisse è accusato di aver cercato di approfittare del fallimento della banca americana Lehman Brothers nel 2008. Lehman Brothers, che si trova ancora in fase di smantellamento, ha accusato il Credit Suisse di aver gonfiato di oltre un miliardo di dollari le perdite con transazioni su prodotti derivati, per i quali la banca svizzera chiede un indennizzo. Il fallimento di Lehman Brothers, il 15 settembre 2008, aveva scatenato la crisi finanziaria mondiale che dura ancora oggi.... Continua a leggere

Il Credit Suisse privilegia i clienti ricchi e super ricchi

Di Ticino Live , il - Replica

Il Credit Suisse chiuderà i conti dei suoi clienti in una cinquantina di paesi, sia perchè le somme in gioco sono insufficienti, sia perchè la banca non vuole più condurre affari in questi paesi. Lo scrive il Tages-Anzeiger. La banca, numero due nel settore bancario in Svizzera, intende chiudere questi conti entro la fine dell’anno. L’istituto chiederà ai suoi clienti in questi paesi di trasferire i propri fondi altrove, sia perchè si tratta di fondi inferiori al milione di... Continua a leggere

Etichette: ,

Credit Suisse. Attenzione alla truffa online del “presunto Ceo” Eric Varvel

Di Ticino Live , il - Replica

Eric Varvel, fantomatico Ceo del Credit Suisse di Londra, sta trasmettendo nella giornata odierna una mail che appare subito come l’ennesima truffa dove si prende a prestito il nome di un’importante banca svizzera. La mail proviene dal seguente indirizzo : Credit Suisse bank London . Scrive il Ceo Varvel : “Ich bin Mr. Eric Varvel , Chief Executive Officer in Großbritannien (Credit Suisse -Bank) basiert Ich freue mich über ein Business- Vorschlag, der immense Vorteil für... Continua a leggere

Etichette: ,

Clienti francesi : il Credit Suisse lancia la temuta “operazione Hexagone”

Di Ticino Live , il - Replica

Entro la fine del 2013, i clienti francesi della banca devono fornire i loro giustificativi d’imposta, pena la cancellazione dei loro conti. Trattamento speciale previsto per i clienti facoltosi. Direttore del Credit Suisse per l’Europa, Romeo Lacher ha avviato lunedì l’Operazione “Hexagone”, un piano che i suoi collaboratori stavano preparando da mesi. Il responsabile dell’operazione, Thomas Wirth, ha approntato un piano di battaglia dettagliato, che prevede che tutti i fondi... Continua a leggere

Il Credit Suisse teme la fine dei tassi vicini allo zero

Di Ticino Live , il - Replica

Secondo gli analisti di Credit Suisse, la fine dei tassi vicino allo zero rischia di creare una distorsione finanziaria enorme, i cui effetti sarebbero come quelli riscontrabili alla fine di un conflitto armato. I rendimenti dei titoli di stato americani crescono, sulle prospettive di un ritiro delle misure straordinarie di rilancio dell’economia da parte della Federal Reserve, scrive il portale d’informazione Wall Street Italia.com “e gli operatori di Borsa punteranno sul fatto che... Continua a leggere

Credit Suisse e Julius Baer vogliono collaborare con le autorità americane

Di Ticino Live , il - Replica

Diverse banche svizzere si apprestano a trasmettere informazioni alle autorità fiscali statunitensi, il che potrebbe mettere fine a una lunga battaglia giudiziaria, secondo il Wall Street Journal. A inizio mese il governo svizzero aveva presentato un piano alternativo per sistemare il conflitto fiscale con gli Stati Uniti, dopo che in giugno il Parlamento aveva rifiutato il programma unilaterale americano d’urgenza, la cosiddetta Lex USA. Questo “piano B” del governo prevede... Continua a leggere

Etichette: ,

Standard & Poor’s abbassa il rating del Credit Suisse

Di Ticino Live , il - Replica

Secondo l’agenzia di rating americana, le nuove regole bancarie e le condizioni incerte del mercato minacciano il business. Downgrade anche per Barclays e Deutsche Bank. Da “A+”, il rating sul debito a lungo termine delle tre banche è stato declassato di un livello, portandolo a “A”. Entrambe le note rientrano nello spazio di valutazione “rating medio-alto, qualità media”. Le previsioni per i tre istituti di credito sono stabili. “Riteniamo che... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.