Archivi per categoria: Credit Suisse

Unione europea accusa UBS e Credit Suisse di collusione

Di Ticino Live , il - 2 commenti

Le due banche svizzere UBS e Credit Suisse sono in buona compagnia. Sotto accusa dai vertici dell’UE sono finite anche Goldman Sachs, JPMorgan Chase, Citigroup, Deutsche Bank, Morgan Stanley, Barclays, Bank of America, HSBC, Royal Bank of Scotland e BNP Paribas. L’accusa è quella di collusione. Secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, le banche si sarebbero messe d’accordo per escludere la competizione nell’industria dei contratti derivati sul credito, che ha... Continua a leggere

Etichette: , ,

Dopo il no alla Lex USA, multa miliardaria per il Credit Suisse

Di Ticino Live , il - Replica

Bocciatura Lex USA – L’avvocato ginevrino Douglas Hornung ritiene che il Credit Suisse potrebbe pagare circa un miliardo di franchi di multa nell’ambito del conflitto fiscale con gli Stati Uniti. “Gli americani ritengono cinque banche ben più colpevoli di UBS – ha dichiarato Douglas Hornung. Ci si ricorda che UBS aveva pagato circa 730 milioni di franchi di multa e consegnato oltre 4500 nomi di suoi clienti alle autorità fiscali statunitensi. La banca Julius... Continua a leggere

Etichette: , ,

Derivati. Il Credit Suisse fa causa alla messicana Homex

Di Ticino Live , il - Replica

Il colosso bancario Credit Suisse ha citato in giudizio la principale società immobiliare messicana, Desarrolladora Homex, per 26,7 milioni di dollari. Motivo della contesa è una transazione sui derivati avvenuta nel 2009, che è stata in seguito cancellata. A riportare la notizia è l’agenzia Bloomberg. Nell’atto depositato alla Corte suprema di Manhattan, il Credit Suisse dichiara che Homex ha infranto e continua a infrangere, i suoi obblighi contrattuali derivanti dall’accordo... Continua a leggere

Etichette: ,

Credit Suisse: calano i profitti, aumentano i bonus

Di Ticino Live , il - Replica

Nel 2012, mentre diminuivano i profitti netti del Credit Suisse, la banca ha aumentato del 34% la remunerazione del Ceo Brady Dougan. L’utile netto della banca, che nel 2011 era pari a 1,95 miliardi di franchi, nel 2012 è sceso fino a 1,35 miliardi. Un dato peggiore rispetto alle stime degli analisti. Riguardo a Brady Dougan, nel 2011 il numero uno del colosso bancario elvetico aveva intascato in tutto 5,82 milioni di franchi. Nel 2012 la cifra è salita a 7,77 milioni di franchi. Lo... Continua a leggere

Etichette: ,

Stati Uniti. Credit Suisse rischia una multa da due miliardi di dollari

Di Ticino Live , il - Replica

La giustizia statunitense potrebbe chiedere conti salati al Credit Suisse. L’istituto bancario viene chiamato in causa nel fallimento, avvenuto nel 2002, della National Century Financial Enterprises. Alla banca viene rimproverato di aver taciuto agli investitori la reale situazione della società, al momento in cui metteva sul mercato i suoi titoli. Le rivendicazioni degli investitori danneggiati dal colosso bancario elvetico ammontano a due miliardi di dollari. Tra le parti lese figurano... Continua a leggere

Etichette: ,

Credit Suisse sopprime 300 impieghi in Svizzera. Toccati manager e specialisti

Di Ticino Live , il - Replica

Nell’ambito della messa in opera di un programma di risparmio, il Credit Suisse annuncia la soppressione di 300 posti di lavoro nelle sedi in Svizzera. In Svizzera la banca impiega circa due quinti dei suoi 48’000 collaboratori. La misura è legata al raggruppamento delle attività che necessitano l’impiego di numeroso personale, la consulenza per i piccoli clienti e la gestione patrimoniale dei clienti facoltosi. Gli impiegati di questi settori sono stati informati venerdì di... Continua a leggere

Etichette: ,

Anche UBS e Credit Suisse tra i grandi finanziatori della campagna di Mitt Romney

Di Ticino Live , il - Replica

Il portale opensecrets.org pubblica la lista dei grandi finanziatori della campagna elettorale del repubblicano Mitt Romney, sconfitto alle presidenziali dall’uscente Barack Obama. Opensecrets.org precisa che i contributi non arrivano in forma ufficiale e diretta dalle società o organizzazioni, ma giungono tramite i PACs i Political Action Committes, i comitati di raccolta fondi stabiliti da imprese, sindacati, gruppi commerciali o organizzazioni sanitarie. La lista delle società... Continua a leggere

Etichette: , ,

In caso di crisi, lo Stato deve aiutare UBS e Credit Suisse

Di Ticino Live , il - 2 commenti

TOO BIG TO FAIL – Il problema posto dalle banche troppo grandi per fallire non è ancora stato risolto, commenta il vice presidnete della Banca nazionale svizzera, Jean-Pierre Danthine. In caso di crisi maggiore, magari a seguito del peggioramento della situazione nella Zona euro, UBS e Credit Suisse avrebbero bisogno dell’aiuto dello Stato. “In un’ipotesi tanto estrema, che mette in pericolo la stabilità finanziaria, saremmo obbligati a intervenire,... Continua a leggere

Credit Suisse pronto a trasmettere agli USA i dati dei suoi clienti

Di Ticino Live , il - Replica

Il Credit Suisse sarebbe pronto a trasmettere alle autorità fiscali statunitensi alcuni documenti relativi ai clienti americani, per evitare di essere accusata di averli aiutati ad aggirare il fisco. Lo rende noto l’agenzia Bloomberg, che precisa come alle autorità di Washington potrebbero essere consegnate anche le email scambiate con i clienti e determinate comunicazioni interne nel periodo compreso fra il 2001 e il 2011. Lo dimostrerebbe una nota interna trasmessa lunedì ai... Continua a leggere

Too big to fail, formula obsoleta. E’ meglio Too central to fail

Di Ticino Live , il - Replica

Scienziati esperti di finanza svizzeri e italiani pensano che si debba cambiare metodo per determinare se le difficoltà delle banche costituiscono una minaccia per l’intero sistema finanziario. Si dovrebbe abbandonare il concetto “too big to fail” e adottarne uno nuovo: “too central to fail”. Al termine della loro analisi, gli scienziati svizzeri dell’ETHZ e quelli italiani hanno infatti constatato che la grandezza di una banca è meno determinante del suo... Continua a leggere

Etichette: ,

Due ex impiegati fanno causa al Credit Suisse per la consegna di dati agli Stati Uniti

Di Ticino Live , il - Replica

Diversi ex impiegati del settore Private banking del Credit Suisse denunciano le conseguenze della consegna da parte della banca dei loro nomi alle autorità fiscali americane. Non accettano che i loro nomi siano stati inclusi nei dati e nei documenti che la banca, come altri dieci istituti di credito, ha trasmesso alle autorità americane in primavera, nella speranza di una soluzione extra-giudiziaria del conflitto fiscale con gli Stati Uniti. Coperto dall’anonimato, uno di questi ex... Continua a leggere

Etichette: ,

UBS, Credit Suisse e Goldman Sachs. Nei paradisi fiscali nascosti 21 miliardi di dollari.

Di Ticino Live , il - Replica

È di circa 21 mila miliardi di dollari il valore complessivo degli asset finanziari detenuti presso i paradisi fiscali di tutto il mondo. A rivelare la cifra, relativa alla fine del 2010, è uno studio pubblicato dall’associazione Tax Justice Network, secondo cui le tre banche che maggiormente gestiscono capitali offshore sono UBS, Credit Suisse e il colosso bancario statunitense Goldman Sachs. L’organizzazione non governativa ha precisato che la cifra di 21 mila miliardi potrebbe essere... Continua a leggere

Credit Suisse conferma le perquisizioni ai suoi clienti in Germania

Di Ticino Live , il - Replica

Domiciliati in Germania ma con conti bancari in Svizzera, diversi clienti del Credit Suisse sono stati colpiti da un mandato di perquisizione del fisco tedesco. Le perquisizioni sono state confermate da un portavoce dell’istituto di credito. Il quotidiano economico tedesco Handelsblatt aveva rivelato martedì che le autorità fiscali germaniche avevano avviato perquisizioni a livello nazionale, dopo essersi impossessate di nuove informazioni su circa 7’000 clienti del Credit Suisse... Continua a leggere

Bonus al Credit Suisse : abbiamo certamente commesso errori

Di Ticino Live , il - Replica

Pur respingendo l’iniziativa di Thomas Minder sui salari eccessivi, Walter Kielholz, presidente del Consiglio di amministrazione del Credit Suisse dal 2003 al 2009, ammette l’esistenza di errori nella distribuzione dei bonus. “Abbiamo certamente commesso degli errori – ha dichiarato Kielholz in un’intervista alla Aargauer Zeitung – Le conseguenze sui dibattiti concernenti i bonus sono state sottovalutate. Inoltre, un limite superiore avrebbe dovuto essere... Continua a leggere

Etichette: ,

Testamento delle grandi banche. Gli Stati Uniti avviano l’analisi

Di Ticino Live , il - Replica

Le autorità americane hanno annunciato ieri di aver avviato l’analisi sui cosidetti testamenti di nove grandi banche: Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs, JPMorgan Chase, Morgan Stanley, Barclays, Credit Suisse, UBS e Deutsche Bank. Inizialmente le banche sotto analisi sarebbero dovute essere sette. I “testamenti” sono così chiamati perchè sono un insieme di direttive da utilizzare in caso di fallimento di questi istituti di credito, tutti classificati come “too... Continua a leggere

Credit Suisse, UBS e altre 7 banche fanno testamento

Di Ticino Live , il - Replica

Nove delle più grandi banche mondiali debbono presentare al più presto al governo statunitense dei piani che illustrino in quale modo – nel caso di un crac – possano essere liquidate. La misura fa parte di una strategia del governo volta a impedire che l’eventuale collasso di una “Too big to fail” provochi un danno tanto grande da minacciare la stabilità del sistema. Gli istituti con più di 250 miliardi di dollari di valori patrimoniali al di fuori delle operazioni... Continua a leggere

Il Credit Suisse cerca un nuovo direttore per sostituire Brady Dougan

Di Ticino Live , il - Replica

Il Consiglio di amministrazione della seconda banca svizzera cerca un nuovo direttore generale per sostituire Brady Dougan, assai criticato per il crollo del titolo in Borsa negli ultimi tre anni. La notizia è riportata dal domenicale Der Sonntag : Nel corso degli ultimi tre anni, il titolo Credit Suisse ha perso il 57% del suo valore, molto di più della banca rivale UBS, che ha invece perso il 35%. Nel 2002, l’azione del Credit Suisse era scesa a 20 franchi, poi nel 2007 era risalita a 96... Continua a leggere

Etichette: ,

Credit Suisse paga 6.8 miliardi di dollari i titoli del colosso americano AIG

Di Ticino Live , il - Replica

Credit Suisse ha versato 6,8 miliardi di dollari alla Federal Reserve per acquisire un portafoglio di titoli obbligazionari legati a prestiti immobiliari. Si tratta di un maxi-pacchetto del valore nominale di 13 miliardi di dollari, che serviva da garanzia rispetto ad un prestito accordato al colosso delle assicurazioni AIG. La Federal Reserve ha annunciato che Goldman Sachs ha pagato 3,5 miliardi per titoli simili: in quel caso il valore nominale si attestava sui 6,2 miliardi di... Continua a leggere

Etichette: ,

Credit Suisse prepara 5’000 licenziamenti nell’Investment Banking?

Di Ticino Live , il - Replica

Credit Suisse starebbe per annunciare una nuova pesante ondata di tagli ai costi, il licenziamento di 5mila suoi collaboratori. E’ quanto scriveva ieri il domenicale Sonntag, precisando che i tagli si concentrerebbero nel ramo di Investment Banking. Il Sonntag riporta le dichiarazioni, anonime, di un membro del Senior management della banca, secondo il quale la divisione d’affari è sovradimensionata. Inoltre, i risultati che saranno pubblicati il prossimo 25 aprile non saranno... Continua a leggere

Etichette: ,

Cambiamenti in arrivo nel board del Credit Suisse

Di Ticino Live , il - Replica

Secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg, il Consiglio di amministrazione del Credit Suisse ha proposto all’assemblea generale l’elezione a consiglieri di Jean-Daniel Gerber, direttore della Segreteria di Stato dell’economia dal 2004 al 2011 e dell’economista Iris Bohnet, professoressa presso la Harvard Kennedy School. Dovrebbero inoltre essere rieletti cinque attuali membri del CdA : Walter Kielholz, Andreas Koopmann, Richard Thornburgh, John Tiner e Urs... Continua a leggere

Etichette: ,

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi