Archivi per categoria: ECONOMIA e FINANZA

E’ sciopero della fame “a staffetta” per lo ius soli, salti il pranzo ma la cena è salva. Come in Niger

Di Mauro Bottarelli , il - 123 commenti

Vi siete ricordati di saltare la colazione, brutta banda di stronzi, insensibili e razzisti che non siete altro? No? Nemmeno io, il mio mezzo chilo di “Gocciole” l’ho fatto fuori anche stamattina. E con maggior gusto del solito. Perché quando si arriva all’apoteosi dell’ipocrisia, occorre mettere in campo la disobbedienza civile della coerenza. E dell’inzuppo nel caffè e latte. Già, perché viviamo in uno Stato in cui l’ANSA ieri rilanciava questa... Continua a leggere

Era “ANTIFA” lo sterminatore di Las Vegas. Ma non si dice.

Di Maurizio Blondet , il - 68 commenti

Subito dopo aver fatto irruzione  nella stanza del Mandaly Bay Hotel  da cui Stephen Paddock sparava, gli uomini dello Hostage Rescue Team (Gruppo salva-ostaggi) hanno  trovato, oltre il cadavere dell’uomo che si era sparato alla testa e le decine di ami d’assalto, anche “molta letteratura Antifa”.  La notizia, diffusa inizialmente, è stata però subito censurata dai media mainstream.  Lo stesso Trump è stato istruito dai suoi gestori a ripetere che lo stragista era “un uomo... Continua a leggere

Etichette:

EL REY FELIPE ACCUSA LA JUNTA CATALANA DI “SLEALTA’”. STRANA PAROLA.

Di Maurizio Blondet , il - 267 commenti

Nel discorso durissimo del re di Spagna,  che nulla ha concesso  ai separatisti, ha colpito l’accusa di “slealtà” alla Costituzione. Strana parola, mai usata nella politica italiana, anzi che dico, nemmeno nei rapporti personali fra di noi: quando mai il coniuge cornificato dall’altro coniuge lo accusa di “slealtà”? E’ una parola che non esiste nel nostro vocabolario. I nostri politici praticano correntemente la slealtà verso gli alleati, per questo le coalizioni da  noi... Continua a leggere

Etichette:

“Il Sistema produce il suo proprio popolo”

Di Maurizio Blondet , il - 76 commenti

“Un popolo, si fabbrica attraverso le parole della storia, le parole dei dominanti insomma di quelli in alto. “Il Sistema produce il suo proprio popolo, quello che gli conviene. Capire questo aiuta a capire perché i poli europei sono pecore, piccioni, vitelli velleitari. “La “società civile” attuale  è  un prodotto del sistema delle mercanzie, del mercato – e perciò,  la distruzione delle identità radicate nella classe media è un progetto di  classe”. Queste asserzioni... Continua a leggere

Etichette:

Oro, Catalogna, Balcani e Siria: tutti i silenziosi messaggi della Russia. Che converrebbe ascoltare

Di Mauro Bottarelli , il - 93 commenti

Scuserete la divagazione iniziale sul tema dell’articolo ma ne vale la pena. Alcuni sviluppi sul caso Las Vegas. Il primo fa riferimento al piccolo dubbio che ho avanzato nel mio articolo di stamattina: Stephen Paddock, l’autore della strage, aveva con sé al Mandalay Bay Hotel qualcosa come 23 tra fucili e pistole contenuti in 10 valige. Nessuno si è accorto di nulla, nemmeno un sospetto. Questo nonostante l’uomo fosse arrivato in albergo giovedì, tre giorni prima della... Continua a leggere

Contro uno Stato mondiale

Di Lo Ierofante , il - 51 commenti

        Gerardo Gaita         I politici sono semplicemente esseri umani, esseri umani come tutti, niente di più e niente di meno. Come tutti, essi cercano di stare soggettivamente il meglio che possono, confrontandosi ogni giorno con le limitazioni che l’ambiente circostante impone loro. I politici pertanto sono individui che rispondono anche loro a incentivi privati e tali incentivi finiscono per influenzarne almeno in parte il comportamento. Tutti... Continua a leggere

L’Isis è superato, ora occorre trasformare in realtà l’incubo mediatico del mostro della porta accanto

Di Mauro Bottarelli , il - 63 commenti

Per essere stata la peggior strage con armi da fuoco della storia americana, diciamo che la copertura mediatica è stata un po’ leggerina. Tutti i talk del mattino, infatti, hanno incentrato la loro attenzione sullo sciopero generale in Catalogna, il mercato del lavoro e la strisciante campagna destabilizzatrice sui quesiti per l’autonomia di Lombardia e Veneto, da qualche giorni declinati ovunque in contrapposizione Nord-Sud. Forse 59 morti e 527 feriti non sono più sufficienti a... Continua a leggere

Il franchising del terrore offre di tutto, dall’Isis alla “pura malvagità”. Abbiate paura e niente domande

Di Mauro Bottarelli , il - 123 commenti

Hanno corso i titoli delle aziende produttrici di armi oggi a Wall Street. I 58 morti e 515 feriti dello shhot-out di Las Vegas hanno messo le ali ai primi beneficiari del Secondo Emendamento e di una delle principali battaglie incastonate nella campagna elettorale di Donald Trump, la libertà di possedere armi da fuoco. E rialzi del genere, nell’era Obama, avevano un senso: a ogni strage, il presidente prometteva un giro di vite. Quindi, le gente si fiondava a comprare pistole e fucili... Continua a leggere

Aggiornamento sui Rohinga: petrolio, soldi e fanatici

Di Nuke The Whales , il - 31 commenti

Prima di tutto ricordiamo come mai nel Myanmar si combatte: A) occorre impedire a gas e petrolio di provenire dal medio oriente ( Iran?) verso la Cina bypassando lo Stretto di Malacca , scombinando i piani degli americani, che sognano un bell’embargo per Pechino. B) occorre per lo stesso motivo impedire il trasporto di merci dirette verso l’Africa. C) Al largo delle coste della ex Birmania pare che ci sia gas e petrolio da sfruttare e questo sarebbe una bella coincidenza, per i... Continua a leggere

Catalogna for dummies: senza caos in UE, come può la BCE comprare questa merda a fine corsa?

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

E’ inutile che stia a farvi resoconti di quanto accaduto in Catalogna ieri, visto che tg e giornali non parlano d’altro. Sono quattro i numeri che contano: 42, 90, 800 e 40. Ovvero, avrebbe votato il 42% degli aventi diritto, il “Sì” avrebbe prevalso con il 90% circa, oltre 800 sarebbero i feriti negli scontri e una quarantina quelli che sarebbero ricorsi alle cure sanitarie, ovvero ospedalizzati. Insomma, quattro numeri che ci dicono tutto e il contrario di tutto. Nel... Continua a leggere

LA CATALOGNA APRE LA STAGIONE DELLE SECESSIONI. MA NON QUI.

Di Maurizio Blondet , il - 74 commenti

Oh insondabile stupidità  di Rajoy: ha regalato sul piatto d’argento ai secessionisti, farabutti col pelo sullo stomaco,  la legittimità di cui mancavano. Insondabile stupidità di Merkel, Macron, JUncker ed eurocrati tutti: ammutoliti.  Loro, nemici di tutti i “sovranismi e populismi”, interdetti dall’esplodere di un sovranismo localista   virulento e vittorioso. Senza alcuna visione politica, timorosi di dire alcunché, sentendo oscuramente che si sta aprendo la stagione dei... Continua a leggere

Etichette:

SI INTENSIFICA LA “REDUCTIO AD HITLERUM” DI PUTIN

Di Maurizio Blondet , il - 43 commenti

Sapete chi sta istigando la secessione della Catalogna? Chi s’ingerisce delle questioni della Spagna per destabilizzare l’intera Unione Europea? Ma Vladimir Putin, ovviamente.  Ve lo conferma di David Alandete.  Che non è un blogger ignoto, ma un  direttore editoriale  del maggior quotidiano progressista ispanico, El Pais,  l’equivalente del nostro La Repubblica. Lo fa sul sito online, a dire il vero,non sul cartaceo. Ha cominciato il  22: a sostenere l’indipendentismo catalano,... Continua a leggere

Etichette:

L’Unione Europea e l’Euro sono lo Strumento perfetto per la Secessione

Di FunnyKing , il - 138 commenti

Sento e leggo di analisi francamente ridicole per le quali la ragione del disagio catalano e della voglia di indipendenza riguardino anche l’Europa o l’Euro. In realtà è esattamente il contrario, proprio l’esistenza di un contenitore sovra nazionale e di una moneta comune permette una secessione con un costo infinitamente più basso di qualsiasi altra ipotesi a “valuta sovrana” e con trattati nazionali da riscrivere da zero. Io capisco le necessità della... Continua a leggere

pianeta dei pazzi; Circoncisioni e speciale Boldrini (s)

Di Nuke The Whales , il - 67 commenti

Appena appena la punta, grazie Torino, circoncisioni rituali in ospedale pagate in parte dalla Regione, per evitare il “fai da te”.(1) Boldrinate (s) L’account Twitter della PresidentA della CamerO ( non so mai come scriverlo, nel suo caso) è una miniera infinita di nuove trovate. No comment (s) Questa volta non posso fare altro che concordare, secondo me è un lapsus freudiano (s) Già, dove eravate? (s) Al governo? (s) Se continua così questa (s)... Continua a leggere

La stupidità di Rajoy ha trasformato un fallimento annunciato in uno spartiacque. Cui prodest, però?

Di Mauro Bottarelli , il - 166 commenti

Queste righe potrebbero diventare vecchie e inutili nel momento in cui le starete leggendole, sono i rischi di scrivere su argomenti in divenire come il voto catalano di oggi. Al netto della cronaca, sono due le notizie degne di nota: in tutto il Paese, i Mossos d’Esquadra non sono intervenuti per sgomberare i seggi, hanno fatto finta di niente e girato i tacchi tra gli applausi della gente. Secondo, a Girona, nel seggio in ci avrebbe dovuto votare il presidente catalano, Carles... Continua a leggere

I Sindacati Italiani Puzzano, era Ora

Di FunnyKing , il - 80 commenti

(a volte puzza) C’è stato un tempo in cui avere l’appoggio politico del sindacato o dei sindacati era fondamentale per ottenere una massa critica di voti, pare invece che nell’anno di grazia 2017 il livello dello sputtanamento e dell’irrilevanza del sindacato italiano e dei sindacalisti abbia superato quella sottile linea per cui evocare una riforma del sindacato porti più voti di quanti non ne tolga. Curiosamente a rompere il tabù è stato il candidato premier del... Continua a leggere

O è la solita pantomima all’europea o qualcuno cerca il caos in Catalogna. E rischia di trovarlo

Di Mauro Bottarelli , il - 203 commenti

Prima di tutto, una notizia che so vi farà affrontare con ancora maggior buonumore il fine settimana: domenica sera Enrico Mentana sarà in onda con una maratona dedicata al referendum sull’indipendenza della Catalogna. Ora, al netto del mistero sempre più fitto del perché abbia snobbato con le sue interminabili dirette solo il voto in Germania, con l’approssimarsi del voto di dopodomani, la situazione appare paradossale. Il governo di Madrid, infatti, oggi pomeriggio ha detto... Continua a leggere

Geopolitica Mediorientale. I nuovi equilibri per l’ovest Asiatico

Di Chris Barlati , il - 14 commenti

  Il referendum inerente la creazione di un Kurdistan in uno stato a sovranità irachena, la pubblicazione esplicita di prove che confermano l’appoggio incondizionato degli Stati Uniti al terrorismo internazionale in Siria, la dichiarazione di guerra made in USA con lo spot propagandistico di Morgan Freeman*(Dopo Obama, i neri che appoggiano chi ammazza i neri sono diventati una prassi) sono tutti segnali non lasciano spazio a fraintendimenti: l’establishment del deep state... Continua a leggere

Il Russiagate entra in fase social, il ridicolo corre sulla Rete. E Hollywood e sport giocano di sponda

Di Mauro Bottarelli , il - 40 commenti

Il Russiagate entra nella fase due e, a occhio e croce, la battaglia ora comincia a farsi interessante. Non solo, infatti, la caccia alle streghe orchestrata dal capo degli investigatori dell’FBI, Robert Mueller, vede al suo fianco i divi di Hollywood e i social network ma, soprattutto, perché la campagna contro i giocatori di basket e football poco rispettosi dell’inno nazionale sta alimentando un parossismo patriottico indotto che potrebbe risultare molto comodo alla prima,... Continua a leggere

Siete ingiusti: per fare una Commissione che non servirà a un cazzo, Casini è il presidente perfetto

Di Mauro Bottarelli , il - 22 commenti

E’ nata la Commissione d’inchiesta bicamerale sul sistema bancario, evviva! Ma invece che festeggiare, l’Italia si indigna. Che covo di gufi. Si sa, in questo Paese gli organi parlamentari d’inchiesta sono un po’ come la partita a carte quando nel weekend c’è brutto tempo: avevi messo in preventivo una bella escursione ma, siccome diluvia, una partita a scala 40 finché non spiove è la morte sua, buona per tutte le stagioni. Solitamente non portano alcun... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.