Archivi per categoria: IN EVIDENZA

C’è fiducia in bitcoin

Di Francesco Simoncelli , il - 4 commenti

di John O. McGinnis La conferenza del Liberty Fund non poteva essere organizzata in un momento più propizio di quello attuale. Qualche settimana fa bitcoin ha raggiunto il suo picco più recente, nonostante la volatilità diminuisca. Nel loro libro, The Age of Cryptocurrency, Paul Vigna e Michael Casey descrivono cinque tappe nell’evoluzione degli atteggiamenti sociali nei confronti di bitcoin. Atteggiamenti sociali nei confronti di bitcoin La prima è il disprezzo. La seconda è lo... Continua a leggere

Cina: l’anno zero

Di Lo Ierofante , il - 67 commenti

        Gerardo Gaita         Il 14 giugno del 2014, il Consiglio di Stato cinese pubblicava un documento intitolato: “Planning Outline for the Construction of a Social Credit System”. Il progetto contenuto all’interno di questo documento è il seguente: monitorare le attività che ogni singolo cittadino cinese ha in famiglia, con gli amici, nella società in generale, confrontare queste attività con quello che viene ritenuto desiderabile da... Continua a leggere

La Sicilia ai Siciliani

Di FunnyKing , il - 132 commenti

Da buon tifoso della politica (italiana), nel senso proprio di spettatore, fan, appassionato uno che legge la pagina politica come se fosse la prima della Gazzetta dello Sport, rutto libero, frittatona di cipolle e commenti al bar (dei social) mi sono letto le analisi, visti i talk, ascoltato le opinioni e le dichirazioni sulla Sicilia. E l’estrema sintesi è la solita: La Sicilia ai Siciliani. Hanno votato in tanti rispetto alla media italica e hanno eletto Musumeci con il suo codazzo... Continua a leggere

Non esiste un partito dell’astensione: la gente non ha bisogno di organizzarsi per mandarli affanculo

Di Mauro Bottarelli , il - 157 commenti

Alle 18.10 di oggi pomeriggio, mentre in Arabia Saudita continuavano a morire principi come mosche, nei seggi siciliani doveva ancora cominciare lo spoglio delle liste. Quello delle coalizioni aveva giù sancito la vittoria del centrodestra ma restava un mistero gaudioso: come cazzo hanno fatto le proiezioni di ieri sera a prenderci quasi in pieno, elaborando e incorporando dati come se i voti di lista fossero giù noti? Mah, meglio non farsi domande. D’altronde, perché uno dovrebbe... Continua a leggere

BIN SALMAN HA ARRESTATO anche IL LIBANESE HARIRI. STAVA FACENDO PACE CON L’IRAN?

Di Maurizio Blondet , il - 85 commenti

Il primo ministro libanese Saad al-Hariri (praticamente il capo della maggioranza sunnita)  è  stato invitato a Ryad e – dalla capitale saudita – ha dato  le dimissioni con un messaggio vocale, accusando l’Iran e dicendo che non tornava a Beirut perché il regime di Teheran  attentava alla sua vita.  Ciò, praticamente nelle stesse ore in cui il principe  della corona Mohamed Bin Salman,  il 34enne “impulsivo” (per i servizi germanici),  faceva arrestare 11 principi... Continua a leggere

Etichette:

BIN SALMAN HA ARRESTATO anche IL LIBANESE HARIRI. STAVA FACENDO PACE CON L’IRAN?

Di Maurizio Blondet , il - 1 commento

Il primo ministro libanese Saad al-Hariri (praticamente il capo della maggioranza sunnita)  è  stato invitato a Ryad e – dalla capitale saudita – ha dato  le dimissioni con un messaggio vocale, accusando l’Iran e dicendo che non tornava a Beirut perché il regime di Teheran  attentava alla sua vita.  Ciò, praticamente nelle stesse ore in cui il principe  della corona Mohamed Bin Salman,  il 34enne “impulsivo” (per i servizi germanici),  faceva arrestare 11 principi... Continua a leggere

Etichette:

Mises ha ucciso l’homo economicus molto prima di Thaler

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

Richard Thaler, l’ultimo premio Nobel per l’economia in ordine cronologico, è un sostenitore dell’economia comportamentale, ovvero, quella branca della scienza economica che intende applicare la psicologia all’analisi dell’essere umano agente. Gli Austriaci fanno una netta distinzione tra prasseologia, lo studio logico/deduttivo dell’azione umana, e psicologia, la motivazione del momento precedente e successivo in cui si compie un’azione.... Continua a leggere

Per l’Arabia, il missile Houthi è “un atto di guerra dell’Iran”. Hanno scoperchiato il vaso di Pandora?

Di Mauro Bottarelli , il - 27 commenti

Ormai, penso che a Ryad i dignitari e i funzionari di Stato girino con l’assaggiatore d cibi e bevande, come certi boss mafiosi della Chicago anni Trenta. Si cade come mosche. E cadono anche gli elicotteri, oltre che i missili dallo Yemen. Il principe Mansour bin Muqrin, 44 anni, è infatti morto ieri sera nello schianto del velivolo che lo riportava a Ryad da Abha, nella regione di Asir (di cui era governatore) a sudovest dell’Arabia Saudita, vicino al confine con lo Yemen.... Continua a leggere

L’AMERICA HA BISOGNO DI UN ESORCISMO. MAGGIORE.

Di Maurizio Blondet , il - 83 commenti

Dico sul serio. Sia che il massacratore della  chiesetta battista presso San Antonio  TExas sia veramente un pazzo solitario, l’ennesimo,   che ha nutrito e coltivato un tale odio di fallito  per il resto dell’umanità, per i vicini, le donne  e i bambini. Sia che si sia trattato di una messinscena con “crisis actors” ingaggiati per l’occorrenza. Sia che sia si tratti del Progetto Alto Incidente, illustrato da quel “John” che ha predetto la strage di Las Vegas tre... Continua a leggere

Etichette:

L’AMERICA HA BISOGNO DI UN ESORCISMO. MAGGIORE.

Di Maurizio Blondet , il - Replica

Dico sul serio. Sia che il massacratore della  chiesetta battista presso San Antonio  TExas sia veramente un pazzo solitario, l’ennesimo,   che ha nutrito e coltivato un tale odio di fallito  per il resto dell’umanità, per i vicini, le donne  e i bambini. Sia che si sia trattato di una messinscena con “crisis actors” ingaggiati per l’occorrenza. Sia che sia si tratti del Progetto Alto Incidente, illustrato da quel “John” che ha predetto la strage di Las Vegas tre... Continua a leggere

Etichette:

Per Qualche Dollaro (al Barile) in Più: Guerra fra Iran e Arabia Saudita?

Di FunnyKing , il - 14 commenti

La notizia del giorno è questa: (Rai News) 05.10 La coalizione a guida saudita che combatte i ribelli sciiti in Yemen ha chiuso ieri gli scali terrestri, marittimi e aerei del paese più povero del mondo arabo. La misura arriva dopo il lancio sabato dallo Yemen di un missile verso la capitale saudita Riad. L’Arabia Saudita incolpa l’Iran per il lancio di un missile balistico sabato su Riad da parte dei ribelli sciiti in Yemen, avvertendo che l’accaduto potrebbe essere... Continua a leggere

Le immatricolazioni delle auto in Italia a Ottobre 2017, crescono del 7,1% ma rallentano

Di Massimo J. De Carlo , il - Replica

Crescono del 7% le immatricolazioni  delle auto,  in Italia a Ottobre 2017, ma rallentano, nel senso che il mese scorso aveva registrato un + 7,9%, con un incremento dell’8,85% nei primi 10 mesi dell’anno in corso con  immatricolazioni. Il mese appena trascorso il mercato vede un incremento del 13% nel settore del noleggio (+17,8% per il 2107), crescono del 4% la vendite ai privati (-1%) , del 10% alle società (+31%).Per quanto riguarda i tipi di... Continua a leggere

Etichette:

BIBI, BERGOGLIO (E SOROS) CONTRO LA POLONIA: “XENOFOBA”

Di Maurizio Blondet , il - Replica

Varsavia ha  da poco varato una legge che blocca le miriadi di richieste, da parte di ebrei, di recuperare i beni che le loro famiglie avrebbero avuto confiscati durante la seconda guerra mondiale, quando la Polonia era sotto occupazione nazista.  La legge approvata dal  parlamento polacco richiede che i pretendenti ai risarcimenti “siano cittadini della Polonia attualmente” e, seconda condizione, che “fossero residenti in Polonia al momento in cui i beni  sono stati... Continua a leggere

Etichette:

BIBI, BERGOGLIO (E SOROS) CONTRO LA POLONIA: “XENOFOBA”

Di Maurizio Blondet , il - 107 commenti

Varsavia ha  da poco varato una legge che blocca le miriadi di richieste, da parte di ebrei, di recuperare i beni che le loro famiglie avrebbero avuto confiscati durante la seconda guerra mondiale, quando la Polonia era sotto occupazione nazista.  La legge approvata dal  parlamento polacco richiede che i pretendenti ai risarcimenti “siano cittadini della Polonia attualmente” e, seconda condizione, che “fossero residenti in Polonia al momento in cui i beni  sono stati... Continua a leggere

Etichette:

Il detonatore libanese scatta con Trump lontano da casa e Ryad nel caos. Le solite coincidenze?

Di Mauro Bottarelli , il - 172 commenti

Come sapete, ho l’ossessione professionale (e anche un po’ umana) per le coincidenze. E’ più forte di me, sono vittima della sindrome dei punti da unire e, tendenzialmente, al fato e al caso non credo proprio. Questo fine settimana, forse, ha rappresentato il culmine estremo di questa mia perversione. In perfetta contemporaneità, al netto dei fusi orari, ecco che abbiamo un Donald Trump che prima di partire per il Giappone, prima tappa del suo tour asiatico di ben 12... Continua a leggere

Prima tangenti, ora molestie che spuntano come funghi: siamo dentro un nuovo e morboso 1992?

Di Mauro Bottarelli , il - 113 commenti

Ora, la faccenda stava assumendo i tratti del ridicolo sin da subito. Harvey Weinstein, il giubilato produttore di Hollywood che si sarebbe scopato praticamente qualsiasi cosa respirasse nell’arco di un chilometro dal suo studio, ormai è un morto che cammina, bannato dal genere umano e destinato a un triste destino. Contro di lui, chiunque ha qualcosa da dire e in Italia abbiamo vissuto per giorni il patetico teatrino di Asia Argento (ieri ci ha pensato Miriana Trevisan, ex “Non... Continua a leggere

AUTODISTRUZIONE DI TRUMP, HILLARY, HOLLYWOOD, E TUTTO IL RESTO…

Di Maurizio Blondet , il - 1 commento

Come vi spiega la Botteri  molte sere,  un procuratore speciale di nome Robert Mueller sta raccogliendo le “prove”  che Putin ha influito sulle presidenziali Usa facendo eleggere Trump, e che Trump è colluso con Putin e gli interessi della Russia, nemica degli Stati Uniti. Ha già incriminato un faccendiere, Manafort, e  da  questo  sta allargando le indagini, che  lambiscono sempre più decisivamente il presidente in carica. Ebbene:  esistono e si moltiplicano prove patenti che,... Continua a leggere

Etichette:

AUTODISTRUZIONE DI TRUMP, HILLARY, HOLLYWOOD, E TUTTO IL RESTO…

Di Maurizio Blondet , il - 93 commenti

Come vi spiega la Botteri  molte sere,  un procuratore speciale di nome Robert Mueller sta raccogliendo le “prove”  che Putin ha influito sulle presidenziali Usa facendo eleggere Trump, e che Trump è colluso con Putin e gli interessi della Russia, nemica degli Stati Uniti. Ha già incriminato un faccendiere, Manafort, e  da  questo  sta allargando le indagini, che  lambiscono sempre più decisivamente il presidente in carica. Ebbene:  esistono e si moltiplicano prove patenti che,... Continua a leggere

Etichette:

Perifrasi della costituzione taGliana: art.44

Di JLS , il - 9 commenti

In poche righe, questo articolo offre la cifra della furia pianificatrice dei padrini costituenti, mettendo a nudo il loro congenito disprezzo verso la proprietà privata. E pensare che i piani quinquennali introdotti da Stalin nell’URSS intorno al 1929, sono memorie preistoriche sepolte per sempre, mentre in questo manicomio che è il nostro paese, si tengono in auge metastasi da 70 anni. Art. 44. Al fine di conseguire il razionale sfruttamento del suolo e di stabilire equi rapporti sociali,... Continua a leggere

Capisco l’amarezza di FunnyKing ma meglio tesi vergognose che i panopticon dei vari Severgnini

Di Mauro Bottarelli , il - 115 commenti

Ho letto e riletto il post molto risentito e sdegnato pubblicato ieri da FunnyKing riguardo la Catalogna. Non ho intenzione di introdurmi nel dibattito molto acceso che ha generato, sia perché sul tema mi sono già espresso (e non ho cambiato idea), sia perché trovo che sia altra la questione importante che quelle parole, a tratti molto amare, hanno sollevato: l’atmosfera da Guelfi e Ghibellini che questo mondo ormai ci impone. Al dialogo e al confronto sono subentrati lo scontro e... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.