Archivi per tag: Bail-in

Una lezione sull’inflazione dall’antica Roma

di Alasdair Macleod “È dovere del cittadino sostenere lo Stato, non è compito dello Stato sostenere il cittadino” – Presidente Grover Cleveland Il punto del presidente Cleveland nel 1880 era che le persone e gli interessi costituiti non dovevano godere di trattamenti preferenziali da parte di un governo eletto per rappresentare tutti. Poiché se si concede tale preferenza, sarà sempre a spese degli altri. Quei giorni sono lontani, e l’ultimo presidente a prendere questa... Continua a leggere

Il sentiero secondario dell’Europa verso un super stato

di Philipp Bagus Per anni c’è stata una lotta nella zona Euro tra coloro che vogliono trasformarla in un’unione dei trasferimenti e quelli che vogliono un’Europa di Paesi indipendenti e cooperanti. I secondi, tra cui Austria, Finlandia, Paesi Bassi e Germania, vogliono limiti rigorosi ai deficit e freni al debito, come previsto nel Patto di Bilancio Europeo. Alcuni, come il Gruppo Costituzionale Europeo, chiedono persino un meccanismo per una disgregazione ordinata... Continua a leggere

Siete ingiusti: per fare una Commissione che non servirà a un cazzo, Casini è il presidente perfetto

Di Mauro Bottarelli , il - 22 commenti

E’ nata la Commissione d’inchiesta bicamerale sul sistema bancario, evviva! Ma invece che festeggiare, l’Italia si indigna. Che covo di gufi. Si sa, in questo Paese gli organi parlamentari d’inchiesta sono un po’ come la partita a carte quando nel weekend c’è brutto tempo: avevi messo in preventivo una bella escursione ma, siccome diluvia, una partita a scala 40 finché non spiove è la morte sua, buona per tutte le stagioni. Solitamente non portano alcun... Continua a leggere

La morte dell’unione bancaria europea

di Louis Rouanet All’inizio di giugno il fallimento della banca spagnola Banco Popular sembrava aderire senza problemi alle nuove norme di risoluzione europea. L’Unione Bancaria sembrava funzionare bene per raggiungere il suo obiettivo di limitare l’azzardo morale. Le perdite sono state imposte ai titolari di obbligazioni minori e agli azionisti, mentre i contribuenti spagnoli non hanno subito perdite. Anche se ci sono molti difetti con il nuovo quadro di risoluzione,... Continua a leggere

Il salvataggio delle banche italiane incentiva un comportamento irresponsabile

di Eric Schuler Di recente due banche italiane sono state costrette a chiudere a causa d’insolvenza. Come spesso avviene, i prestiti non performanti sono stati la causa della caduta di entrambe le banche. Hanno fatto troppe scommesse rischiose su mutuatari che non hanno pagato. Sommersi da miliardi di sofferenze Banca Populare di Vicenza SpA e Veneto Banca SpA sono le due banche che sono fallite. I loro prestiti e depositi saranno assorbiti da un’altra banca, Intesa Sanpaolo SpA,... Continua a leggere

Il sogno di una notte di mezza età: la pensione

Di Francesco Simoncelli , il - 14 commenti

di Francesco Simoncelli L’ambiente economico in cui ci troviamo ad operare le nostre scelte non è qualcosa che è possibile scindere dalle manipolazioni dei pianificatori monetari centrali. Purtroppo per noi, sebbene le scelte volontarie dei vari attori di mercato riescano a contrastare efficacemente la presunta onniscienza di suddetti ingegneri, la mano pesante dei loro interventi riesce pure sempre ad inficiare la completa validità delle scelte dettate dall’ambiente di mercato.... Continua a leggere

Il piano Ghiaccio-9

Di Francesco Simoncelli , il - 9 commenti

di James Rickards La metafora principale che uso nel mio ultimo libro, The Road to Ruin: The Global Elites’ Secret Plan for the Next Financial Crisis, è qualcosa che si chiama “Ghiaccio-9”. Ghiaccio-9 può risultare familiare ad alcuni lettori, forse non alla maggior parte, poiché è qualcosa che ho preso in prestito dal romanziere Kurt Vonnegut. Scrisse un breve romanzo nei primi anni ’60 chiamato proprio Ghiaccio-nove. Se non lo conoscete, vi consiglio di leggerlo. È... Continua a leggere

Monte del Pacco

Di JLS , il - 10 commenti

Monte del Pacco: cosa ne sarà del paese la cui classe politica, fatta di irresponsabili e inetti, continua a ignorarne la realtà, a manipolarla, il tutto a spese di milioni di persone, private del benchè minimo rispetto della loro dignità e della loro proprietà privata, della propria Libertà. ================== L’ennesimo Monte del Pacco di Natale per gli Italiani ========================== Dallo scoppio della crisi finanziaria ad oggi, la strategia della politica italiana, in... Continua a leggere

Il sistema bancario italiano sull’orlo del baratro

Di Francesco Simoncelli , il - 4 commenti

di James Rickards C’è un vecchio detto: “Chi la fa, l’aspetti.” Il significato è ovvio — se ci si ostina a fare qualcosa agli altri, bisogna essere pronti ad aspettarsi lo stesso trattamento per sé stessi. È quello che sta accadendo oggi in Europa. E proprio ora il segnale più forte non proviene dalla Germania — proviene dall’Italia. Le banche italiane sono in profonda difficoltà finanziaria (come lo erano le banche a Cipro e in Grecia dal 2011 al 2015).... Continua a leggere

Il sistema bancario italiano sull’orlo del baratro

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di James Rickards C’è un vecchio detto: “Chi la fa, l’aspetti.” Il significato è ovvio — se ci si ostina a fare qualcosa agli altri, bisogna essere pronti ad aspettarsi lo stesso trattamento per sé stessi. È quello che sta accadendo oggi in Europa. E proprio ora il segnale più forte non proviene dalla Germania — proviene dall’Italia. Le banche italiane sono in profonda difficoltà finanziaria (come lo erano le banche a Cipro e in Grecia dal 2011 al 2015).... Continua a leggere

Sulla scia di una perdita di fiducia: potenziali inneschi

Di Francesco Simoncelli , il - 4 commenti

di Francesco Simoncelli Come ripeto spesso le corse agli sportelli sono molto più sofisticate delle antiche file davanti le banche. Oggi è tutta una questione di titoli non rinnovati e margin call. L’interventismo delle banche centrali, al fine di stabilizzare le onde d’urto delle crisi economiche, non ha fatto altro che metastatizzare gli errori economici che non sono stati corretti nelle precedenti occasioni. L’ambiente economico, quindi, è diventato una bisca... Continua a leggere

Sulla scia di una perdita di fiducia: potenziali inneschi

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Francesco Simoncelli Come ripeto spesso le corse agli sportelli sono molto più sofisticate delle antiche file davanti le banche. Oggi è tutta una questione di titoli non rinnovati e margin call. L’interventismo delle banche centrali, al fine di stabilizzare le onde d’urto delle crisi economiche, non ha fatto altro che metastatizzare gli errori economici che non sono stati corretti nelle precedenti occasioni. L’ambiente economico, quindi, è diventato una bisca... Continua a leggere

In Italia possono fallire fino a otto banche se Renzi perde il referendum

Di Francesco Simoncelli , il - 22 commenti

Come mostrerò in un articolo venerdì prossimo, i problemi dell’Italia non si fermano al referendum. Qualunque sia l’esito, il sistema bancario commerciale italiano è spacciato, proprio perché è diventato una dolina finanziaria e ne faranno le spese i risparmiatori che, indaffarati a pensare al “Sì” o al “No”, continuano a far rimanere parcheggiati i loro risparmi presso istituti di credito al collasso. Eppure gli avvertimenti sono nell’aria già... Continua a leggere

In Italia possono fallire fino a otto banche se Renzi perde il referendum

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

Come mostrerò in un articolo venerdì prossimo, i problemi dell’Italia non si fermano al referendum. Qualunque sia l’esito, il sistema bancario commerciale italiano è spacciato, proprio perché è diventato una dolina finanziaria e ne faranno le spese i risparmiatori che, indaffarati a pensare al “Sì” o al “No”, continuano a far rimanere parcheggiati i loro risparmi presso istituti di credito al collasso. Eppure gli avvertimenti sono nell’aria già... Continua a leggere

Il Brexit non rappresenta la fine dell’UE

Di Francesco Simoncelli , il - 12 commenti

di James Rickards Non credo che il Brexit rappresenti la fine dell’Unione Europea. O la fine dell’euro come moneta. In passato sono stato molto rialzista nei confronti dell’Europa e dell’euro. Anche se la valuta fluttua, tutte le altre stanno fluttuando, e l’euro è passato ad essere trattato da 140 alla fine del 2013 fino a 105 a gennaio 2015, così la gente ha detto: “Oh, sta raggiungendo la parità.” E io invece ho detto: “No, non raggiungerà... Continua a leggere

Deutsche Bank vicina alla bancarotta

di James Rickards Una delle più grandi banche del mondo è sull’orlo della bancarotta. Mi affido ai segnali provenienti da tutto il mondo per la nostra informazione. Questi segnali sono ciò che l’intelligence definisce “indicazioni e avvertenze,” e li uso per aggiornare le miei ipotesi d’investimento. A volte il segnale è debole, ma a volte lampeggia di un rosso brillante. Questa è una di quelle volte. La banca in questione è Deutsche Bank. È la più grande... Continua a leggere

I deliri mediatici del politically correct non hanno confini: da Fermo a Melania Trump, è un trionfo

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

Non vi sembra che il mondo stia, leggermente, andando fuori di testa? E non mi riferisco agli attentati o ai golpe, a quelli è meglio che ci facciamo il callo ma alla percezione che ci offrono la politica e i grandi media degli eventi che accadono. Vi faccio qualche esempio. Partiamo dalla Turchia, dove Erdogan sta compiendo una vera e propria rappresaglia post-colpo di Stato, con purghe di tipo staliniano verso tutte le categorie sensibili della società. Bene, il refrain più sentito è... Continua a leggere

Ottobre 2016 : Italia, una crisi bancaria e l’uscita dall’ UE e dalla Zona euro ?

Di Ticino Live , il - 5 commenti

dal portale www.blognews24ore.com Un articolo del 7 luglio dell’economista francese Philippe Herlin, dal portale GoldBroker “Il disordine provocato sui mercati dal Brexit, avrebbe obbligato il governo italiano a intervenire d’urgenza per proteggere il suo sistema bancario. Il corso delle banche italiane crolla, certo, ma la caduta è iniziata ben prima del referendum inglese, i mali sono più profondi e antichi. Le banche italiane accumulano 360 miliardi di euro di debiti tossici, il che... Continua a leggere

Prelievo forzoso. Nel silenzio dei media, l’Austria inaugura la direttiva europea del bail-in

Di Ticino Live , il - 7 commenti

A seguito di una decisione delle autorità finanziarie del paese, l’Austria è diventata il primo paese della Zona euro a ricorrere alla direttiva europea BRRD sul restauro delle banche e la risoluzione del loro fallimento. Dallo scorso 1° gennaio, il salvataggio delle banche con i soldi dei contribuenti (bail-out) è – in teoria – abolito. Viene sostituito dal “bail-in”, ossia il mettere a contribuzione dapprima gli azionisti, in seguito i detentori di obbligazioni e infine i... Continua a leggere

Se il rischio maggiore per Draghi è la vendetta di Berlino in difesa di Sparkassen e stabilità sociale

Di Mauro Bottarelli , il - 18 commenti

Mario Draghi ha sfoderato il bazooka e, per tutta risposta, le Borse lo hanno ridimensionato a pistola ad acqua. Anche Milano, piazza migliore d’Europa grazie alle banche dopo la pubblicazione delle decisioni del Consiglio direttivo della Bce, ha ritracciato passando da oltre il 4% a una chiusura in negativo dello 0,50%. A quanto pare, nemmeno le quattro aste di rifinanziamento a 4 anni annunciate dall’Eurotower sono riuscite a mettere pace al travagliato settore, schiacciato da... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi