Archivi per tag: banche

Con energia e automobili, la vendetta del mal-investment bussa sulla spalla dell’economia Usa

Di Mauro Bottarelli , il - 1 commento

Come ogni mese, Bank of America-Merrill Lynch ha reso noto il suo sondaggio tra i manager riguardo i tail-risks per l’economia mondiale e la loro percezione. Come ci mostra la tabella, ad aprile il timore maggiore di evento sul mercato è il cosiddetto “quantitative failure”, di fatto il rischio che un’errata politica monetaria da parte di Fed e soci faccia terminare gli unicorni dei multipli di utile per azione e buybacks che stanno tenendo il mercato dov’è. In... Continua a leggere

Si scrive Isis ma si legge business della paura permanente. E sono i numeri a confermarlo

Di Mauro Bottarelli , il - 16 commenti

Formalmente manca un giorno all’entrata in vigore della tregua in Siria nata dall’accordo tra Stati Uniti e Russia. Quindi Washington, quasi a voler festeggiare in maniera benaugurante, ieri ha voluto tendere una mano a Mosca. Come ci mostra questo grafico, infatti, la Russia sta per vendere 3 miliardi di dollari di debito, un’emissione importante per far respirare le casse statali ed ecco che il Dipartimento di Stato Usa spende una buona parola con le banche:... Continua a leggere

Unione Europea e poteri forti stanno preparando una Maidan 2.0 in Polonia? Pare proprio di sì

Di Mauro Bottarelli , il - 19 commenti

Il 10 gennaio scorso in venti città polacche si sono tenute manifestazioni e cortei a favore della libertà di espressione e contro la controversa legge sui media appena promulgata dall’esecutivo di destra di Diritto e giustizia (PiS). Su invito del Comitato della difesa della democrazia (Kod), la cosiddetta espressione della società civile che in dicembre scorso ha difeso l’autonomia della Corte costituzionale e che pare abbia legami con l’Open Society di George Soros, la... Continua a leggere

I cds delle banche italiane dicono #matteostaisereno. Ma l’amico Serra salverà MPS

Di Mauro Bottarelli , il - 13 commenti

Non so – e mi auguro per voi di no – se avete ascoltato il discorso di Matteo Renzi al Senato prima dell’ultimo voto sulla riforma costituzionale. Da Oscar. Ha detto che la storia parlerà di questa giornata, che bisogna contrapporre sorriso ed entusiasmo al catastrofismo, ha rivendicato la sua educazione negli scout, ha citato autori che gli speechwriters gli hanno inserito nel testo ma che lui pensava fossero centromediani metodisti inglesi o tedeschi. Ma, soprattutto, ha... Continua a leggere

Mentre le coppie di fatto occupano i riflettori, “le banche italiane solide” si sfracellano: MPS perde quasi il 15% in una sola seduita. -38% da inizio anno! E Il sole 24 ore sa solo urlare Bad bank subito!

Di Joe Black , il - 8 commenti

            Di Joe Black   Male i bancari, tonfo di Mps – Tornando a Piazza Affari, a soffrire maggiormente è il comparto bancario. In particolare è Mps il titolo più tartassato: chiusura a 0,766 euro a -14,76%. Intensissimi gli scambi, ben 121,3 milioni di azioni sono infatti passate di mano. Dall’ultima seduta del 2015 la perdita dell’istituto senese è pari al 38%, ma la caduta è cominciata due mesi e mezzo fa: da fine ottobre il calo... Continua a leggere

La pantomima è completa: la Fed alza i tassi per poterli abbassare. Mercati e dati macro lo confermano

Di Mauro Bottarelli , il - 9 commenti

Alla fine, l’hanno fatto. La Federal Reserve, con decisione unanime dei membri del comitato monetario (FOMC), ha alzato i tassi di interesse americani per la prima volta in un decennio, una mossa di un quarto di punto che ha portato il costo del denaro in una fascia compresa tra lo 0,25%-0,50% dallo 0-0,25% precedente. E ha riaffermato che la prevista futura stretta sul costo del denaro sarà graduale. “La fine di un’era straordinaria”, come ha detto la stessa Janet Yellen... Continua a leggere

Il debito cinese sta per vivere il suo “Minsky moment”. E attenzione al prezzo del rame…

Di Mauro Bottarelli , il - 8 commenti

Tra l’attesa per la Fed e gli scenari bellici che diventano giorno dopo giorno più inquietanti, nessuno sembra più preoccuparsi della grande malata dell’estate: come sta la Cina? Apparentemente bene, il mercato ha già recuperato quasi il 30% dai minimi di agosto e, dopo che il governo aveva bloccato le nuove quotazioni in Borsa durante il tonfo, adesso ci sono già 28 aziende in lista d’attesa per sbarcare sul listino della Cina continentale. Insomma, nuovi giocatori nel... Continua a leggere

Sul mercato ci sono troppi canarini nella miniera. E dicono che la realtà non è ciò che sembra

Di Mauro Bottarelli , il - Replica

Una delle grandi verità della Borsa è che si possono manipolare gli utili, utilizzando i multipli come unicorni ma come ci mostra il grafico, ci sono sempre metriche pronte a sbugiardarti. Ad esempio questa, in base alla quale l’indice Standard&Poor’s, su basi di cash-flow, oggi è sovra-valutato come al picco della bolla tecnologica. Insomma, non è proprio cheap. Mentre questo altro grafico di Bank of America fa spietatamente notare chi siano oggi i personaggi che stanno... Continua a leggere

Liquidità, debito e bolla azionaria. Se la Cina va fuori controllo, è la valanga perfetta

Di Mauro Bottarelli , il - 12 commenti

Non è vero che i simposi internazionali come il G20 non servono a nulla, che costano un botto di soldi e che si potrebbe organizzare una bella teleconferenza (o anche nulla, tanto decidono sempre i soliti noti, gli altri sono comparse da photo-opportunity). Se non si fossero messe sedute attorno a un tavolo venti delle teste più raffinate dell’economia mondiale, non si sarebbe arrivati a questa dichiarazione da parte del governatore della Banca centrale cinese (PBOC), Zhou Xiaochuan:... Continua a leggere

In Cina il doping di Stato non funziona e si scarica già sul parco buoi. Ma anche Usa ed Europa..

Di Mauro Bottarelli , il - 5 commenti

Dunque, questo grafico ci mostra come nel mese di luglio, il Fund Managers Survey di Bank of America-Merrill Lynch vedesse come principale “tail risk” la rottura dell’eurozona e come secondo il default sul debito cinese. Bene, l’altro giorno è uscito il sondaggio relativo al mese di agosto e questo è il risultato. Il principale “tail risk” è ora la recessione in Cina, seguito dalla crisi nei mercati emergenti. L’Europa, magari grazie... Continua a leggere

Qualche motivo per cui dubitare che la Fed alzi i tassi a settembre

Di Mauro Bottarelli , il - 6 commenti

Da più parti cresce la convinzione che la Fed possa davvero alzare i tassi già a settembre, nonostante i dati macro tutt’altro che incoraggianti e la crisi cinese che comincia a preoccupare davvero. I falchi sono certi, un quarto di punto e magari un altro quarto entro fine anno. Gli unicorni concordano e applaudono. Io ho almeno tre motivi – ma sono molti di più, ovviamente, mi limito ai più recenti – per pensare che se dovesse davvero accadere, qualcuno si farebbe male.... Continua a leggere

Ops, forse il default greco non era proprio già “prezzato”..

Di Mauro Bottarelli , il - 14 commenti

Sicuramente Bce, Commissione Ue e quant’altro sapranno arginare il rischio di un “Black Monday” per domani ma attualmente le premesse sono tutt’altro che rosee, come ci mostra questo screenshot del pre-trade. L’Eurotower ha congelato i fondi ELA per le banche greche, pur mantenendo attiva l’attuale livello di erogazione fino a martedì e ha definito “necessaria” la chiusura degli istituti di credito ellenici per domani e anche sull’apertura... Continua a leggere

In un giorno i greci hanno già bruciato i nuovi fondi ELA. Lunedì cosa si fa?

Di Mauro Bottarelli , il - 8 commenti

Grande entusiasmo sui mercati e nell’agone politico per il Vertice dei capi di Stato e di governo dell’Ue fissato per lunedì per cercare una soluzione al caos greco, dopo che l’Eurogruppo di lunedì si era concluso con un nulla di fatto. Tutti, Alexis Tsipras in testa, sono convinti che alla fine si arriverà a un accordo che sblocchi l’ultima tranche di aiuti da 7,2 miliardi Per Atene, cifra che nell’arco di due Paesi la Grecia si fumerà tra pagamenti interni... Continua a leggere

GIORNI CALDISSIMI PER L’ITALIA : Oggi 24 primo sciopero la risposta alla commiss. Ue sul Def, Sabato 25 primo grande sciopero, Domenica 26 a Borse chiuse il giudizio di Draghi su 13 banche, martedi 28 Napolitano risponderà sulla trattativa Stato Mafia e il 29 sapremo se il Def sarà approvato o no. Che settimana!

Di Joe Black , il - 7 commenti

      Si balla. Che settimana! Oggi il grande prestigiatore dovrà calare le proprie carte a Bruxelles (dopo aver fatto calare pubblicamente quella della commissione Strictly Confidential al pubblico ludibrio facendo incazzare il Presidente della Commissione prossimo alla rottamazione, ma ancora nel pieno dei propri poteri che ha fatto la figura dello sfanculato più di Moratti.(la cosa in sè è riguardevole, ma staremo a vedere se trattasi di improvviso italico coraggio o... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi