Archivi per tag: Bataclan

Un 18enne solo e depresso ha tenuto in scacco la Germania. Credeteci ma occhio alle conseguenze

Di Mauro Bottarelli , il - 85 commenti

Dunque, non c’entra l’Isis, non c’entra l’estrema destra e non c’entra il tema dei profughi. A Monaco non ha agito un commando di tre persone ma un 18enne con doppio passaporto, tedesco e iraniano, di nome David Ali Sonboly, affetto da problemi psichici e con l’ossessione delle sparatorie di massa. Ha ucciso 9 persone e ne ha ferite 27, prima di togliersi esso stesso la vita a un chilometro dal centro commerciale in cui aveva seminato il panico. Non era un... Continua a leggere

Il volo EgyptAir e le sue conseguenze, terrorismo o meno. E se il Brexit si impenna, occhio a Belfast

Di Mauro Bottarelli , il - 9 commenti

Dunque, per la caduta e l’inabissamento del volo EgyptAir pare che la pista del terrorismo non si più l’unica. E neppure la più privilegiata. Due, le novità emerse nelle ultime 24 ore che fanno propendere per l’incidente. Primo, la mancanza di rivendicazione, nonostante proprio ieri l’Isis abbia rilasciato un comunicato in cui invitava i suoi seguaci ad attaccare gli Usa ma senza un minimo cenno all’accaduto tra Parigi e il Cairo. Secondo, le strumentazioni e i... Continua a leggere

Il nemico del mio nemico è mio amico. Una legge che, in Siria come in Yemen, crea soltanto mostri

Di Mauro Bottarelli , il - 3 commenti

“Oggi le comiche” non è niente di fronte alla palese incapacità del potere statunitense di nascondere le proprie operazioni speciali nelle aree più calde del mondo. Non so se sapete che lo scorso settembre di fronte al Congresso si tenne l’audizione del generale Lloyd Austin, capo del Central Command (CENTCOM) e del sottosegretario alla Difesa, Christine Wormuth, riguardo al famigerato programma “Train and equip” per i ribelli siriani e al suo stato di... Continua a leggere

E’ partita l’agenda nascosta contro Mosca. Tra rublo ai minimi, negazione della realtà e spy story

Di Mauro Bottarelli , il - 31 commenti

Mario Draghi ha venduto l’ennesimo rinvio all’ampliamento del piano di QE ai mercati, i quali come bravi cani di Pavlov se lo sono bevuti nella speranza di un bel mini-rally di correzione dai tonfi che permetta loro di scaricare al parco buoi gli assets che rischiano di diventare rapidamente radioattivi. Per Draghi, “i rischi al ribasso per l’area euro sono aumentati nel nuovo anno per l’incertezza nei Paesi emergenti, la volatilità sui mercati finanziari e... Continua a leggere

E’ già guerra mondiale ma asimmetrica. E Yemen, Nigeria e Afghanistan sono gli avamposti nascosti

Di Mauro Bottarelli , il - 17 commenti

Nel mio articolo di ieri parlavo dell’ipotesi che gli Stati Uniti stessero preparandosi a una guerra in grande stile, viste le ultime mosse compiute a livello di spese militari e rafforzamento dell’intelligence e del controllo. Ovviamente tra i commenti ho trovato molti che bollavano l’idea come folle, poiché una guerra totale con armi non convenzionali porterebbe alla fine del mondo come lo conosciamo. Infatti, non intendevo una guerra di quel genere. Niente missili russi... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi