Archivi per tag: Bolla azionaria

Come la FED ha permesso ai pezzi grossi delle grandi imprese di fare miliardi

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di David Stockman Durante gli ultimi 6,000 giorni di negoziazione (sin dai primi anni ’90), l’indice VIX è rimasto sotto i 10 punti in 26 occasioni; e 16 occasioni di suddette 26 si sono manifestate negli ultimi tre mesi! Eppure questa calma rialzista sta accadendo anche se Wall Street è in preda a orde di speculazioni a leva. Sin dal 2010 le aziende di private equity hanno emesso $91 miliardi in junk bond e prestiti a leva. Inutile dire che la FED, falsificando drasticamente i... Continua a leggere

La bolla che potrebbe fare a pezzi il mondo

di James Rickards La chiave per analizzare una bolla è guardare a che cosa la stia gonfiando. Se si comprende la dinamica nascosta, la vostra capacità di raccogliere enormi profitti o evitare perdite sarà notevolmente migliorata. Sulla base dei dati che risalgono al crollo del 1929, questa bolla sembra poter produrre grandi perdite improvvise per gli investitori. Il mercato adesso è particolarmente suscettibile ad una correzione nitida, o peggio. Prima di parlare del modo migliore per... Continua a leggere

Le azioni statunitensi sono disastrosamente sopravvalutate

di Bill Bonner SALTA, ARGENTINA – Oggi scriveremo sugli utili aziendali. A meno che non vogliate giocare al gioco dello “sciocco più sciocco” – acquistando nella speranza che qualcuno là fuori sia disposto a pagare un prezzo più elevato – l’unico motivo per acquistare un’azione è per i suoi utili. In quanto azionisti, partecipate ai profitti dell’azienda. A parità di condizioni, all’aumentare dei profitti, aumentano anche i prezzi delle... Continua a leggere

L’uragano incombente sulla perfezione eterna del casinò

di David Stockman Non esiste altro modo per dirlo: il mercato è follemente sopravvalutato in questo momento. La cosiddetta ripresa economica è già durata 96 mesi. È la ripresa più lunga della storia. È anche la più debole, ma non lo vedrete mai dal mercato azionario. Adesso l’indice S&P è trattato a circa il 24X dei suoi utili. Questa è quella che chiamerei una sezione della storia davvero folle. E non è assolutamente giustificata dall’economia di base. Quello che il... Continua a leggere

L’apocalisse nella vendita al dettaglio e l’oppio degli utili di Wall Street

di David Stockman Il Dipartimento del Commercio ha riferito che la crescita del PIL per il primo trimestre è stata solo dello 0.7%. Il rapporto ha anche rivelato che la spesa familiare s’è rilevata fra le più lente sin dal 2009. Alcuni economisti la chiamano “velocità di stallo”. Dopo 94 mesi di pseudo-ripresa economica, non c’è altro modo per descriverla. Il PIL reale è cresciuto ad un tasso annuo dell’1.25% rispetto al picco precedente nel quarto trimestre... Continua a leggere

Può la Yellen far andare avanti il boom?

di Brendan Brown La Yellen, come i precedenti capi della FED tra cui Strong, Martin e Greenspan, può ora rivendicare il successo nell’aver prolungato e rafforzato un’inflazione dei prezzi degli asset che altrimenti sarebbe potuta andare fuori controllo. Se la storia è una guida, il risultato di questo successo è da temere. L’inflazione dei prezzi degli asset — sempre caratterizzata da uno squilibrio monetario che alimenta forze irrazionali — passa attraverso una fase... Continua a leggere

Segnali di fumo e segnali di mercato

di Francesco Simoncelli È accaduto di nuovo. Quando accadde l’ultima volta una levata di scudi all’interno delle sale amministrative statali aveva promesso che non sarebbe accaduto, e invece siamo di nuovi qui a commentare la stessa notizia. Dapprima si è parlato incessantemente del crollo delle strade in Sicilia, poi il mese scorso, apparentemente come un fulmine a ciel sereno, crolla nuovamente un viadotto. Viene voglia di usare la formula “normale routine” dato il... Continua a leggere

È tempo di tulipani!

di David Stockman Al culmine della mania olandese dei tulipani, i bulbi venivano venduti a più di 10 volte il reddito annuo di un artigiano ed un esemplare raro di bulbo (Semper Augustus) era scambiato per l’equivalente di 12 acri di terra privilegiata. Ma dopo essere saliti dell’8X in pochi mesi, la resa dei conti arrivò a febbraio 1637. L’indice dei prezzi dei bulbi di tulipani crollò dove tutto era iniziato a novembre dell’anno prima! Ci si potrebbe chiedere se... Continua a leggere

Il crash economico sarà violento

di David Stockman È quasi impossibile esagerare riguardo il livello di mania sgangherata nei mercati azionari, ciononostante i robo-trader proprio non riescono a lasciarla andare. Sembrano dei dodicenni che stanno imparando ad andare in bicicletta e dicono di riuscirci senza mani e ad occhi chiusi! Peggio ancora, questi temerari sono stati spalleggiati dalla FED e da altre banche centrali… come se andare alla cieca sia ormai considerato completamente sicuro. Dopo tutto, possiamo contare... Continua a leggere

Il Grande Sfasciatore colpisce ancora: l’orrore fiscale in agguato a Washington

di David Stockman [Il seguente articolo è la fusione di The Great Disrupter Strikes Again, The Fiscal Horror Show Playing Soon in Washington e The GOP’s Obamacare Lite: Retreat, Retweak, Rename, Renege.] Le ampollosità di Trump stanno causando gravi perplessità e dubbi tra gli alleati degli Stati Uniti in Europa e in Asia orientale. Bene! Forse la prossima volta che Washington inviterà il mondo ad unirsi in una delle sue guerre inette, non risponderà nessuno. Nel contempo, le... Continua a leggere

Trump ha perso la grande occasione di bonificare la palude

di David Stockman Janet Yellen ha affermato che rimarrà in carica fino alla durata naturale del suo mandato (gennaio 2018) e ha sfacciatamente tenuto conferenze al Congresso mettendo in guardia dai pericoli dell’interferenza politica con la banca centrale. Oddio mio! Prima del dicembre scorso — dopo l’elezione presidenziale — la FED ha trascorso l’anno intero a rimanere seduta sui tassi d’interesse quasi a zero per nessuna ragione plausibile. Il motivo principale... Continua a leggere

Allarme rosso nel casinò — Sei licenziato!

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman L’entroterra statunitense sta soffrendo dal punto di vista economico e Trump avrebbe potuto fare due cose per alleviare la sua condizione: ripulire la FED chiedendo le dimissioni della Yellen e del vice-presidente Stanley Fischer, terminando così la guerra distruttiva ai risparmiatori (ZIRP) ed a posti di lavoro e salari (2% d’inflazione); alleggerire il carico fiscale da $1,200 miliardi sugli stipendi dei lavoratori e sulle imprese. Ma non ne ha fatta neanche... Continua a leggere

La gigantesca bolla di Donald Trump è prossima allo scoppio

di David Stockman Ci sono state numerose eruzioni di esuberanza irrazionale da quando Alan Greenspan ha lanciato l’era moderna della pianificazione monetaria centrale in risposta al crollo del mercato azionario nell’ottobre 1987. Ma la presunta reflazione partorita dopo l’elezione di Trump, è quella che le batte tutte. Questo perché Donald Trump è destinato ad essere il Grande Sfasciatore della storia — non il presunto salvatore dell’attuale sistema finanziario e... Continua a leggere

L’eredità disastrosa di Greenspan

di David Stockman È stato quasi 20 anni fa, il giorno in cui Alan Greenspan diede il suo famoso discorso “sull’esuberanza irrazionale”. Non sapeva quali conseguenze nefaste avrebbe scatenato. Ciononostante la sua eredità disastrosa ancora non ha subito la condanna che si merita. All’epoca pensò che la stampa monetaria della FED nel corso dei primi nove anni del suo mandato, avrebbe potuto stimolare gli spiriti animali nel mercato azionario. Il Nasdaq 100 era pari a... Continua a leggere

Wall Street sta chiamando le pecore al macello… di nuovo

Di Francesco Simoncelli , il - 10 commenti

di David Stockman Per la prima volta sin dagli anni ’30 ci sarà un crollo per Wall Street ed una recessione per Main Street, ma la Città Imperiale sarà incapace di porre rimedio ad entrambe le faccende. Ecco perché la storia finanziaria non è circolare; è cumulativa e verranno fatti a pezzi tutti gli artifici fiscali e monetari, gli espedienti e le frodi che sono stati implementati dallo stato per mantenere viva un’illusione di prosperità e prezzi degli asset finanziari... Continua a leggere

Cicli del credito e l’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di Alasdair Macleod Lo shock per l’elezione di Trump ha prodotto reazioni inattese sui mercati, in parte spiegate da investitori che hanno acquistato titoli azionari e dollari e che hanno venduto altre valute e oro. Questo perché il presidente Trump ha dichiarato che realizzerà investimenti in infrastrutture ed alleggerirà le politiche fiscali. Se perseguirà questo piano, ciò significherà deficit di bilancio più grandi e tassi d’interesse più elevati. L’aspetto... Continua a leggere

Il rally nell’azionario guidato da Trump: la più grande occasione di sempre per posizionarsi short

Di Francesco Simoncelli , il - 27 commenti

di David Stockman Il rally nell’azionario guidato da Trump si dimostrerà quello che è sempre stato: una bolla di sapone. Si basa solamente sul passaggio da una politica ad un’altra ed è sgusciato fuori dalle sale di Wall Street nella notte dell’ultima tornata elettorale. Dopo tutto, quale modo migliore per portare gli agnelli al macello se non quello d’invertire il mercato con un aumento di più di 1,000 punti del Dow Jones poche ore dopo la scioccante elezione di... Continua a leggere

Sulla scia di una perdita di fiducia

Di Francesco Simoncelli , il - 24 commenti

di Francesco Simoncelli Come ripetuto spesso su queste pagine, la merce più commerciata al giorno d’oggi è la fiducia. Nel corso del tempo la consistenza del denaro s’è fatta sempre più effimera, andando a ricoprire una forma sempre più virtuale piuttosto che fisica. Si pensi solamente che la maggior parte delle transazioni giornaliere sono effettuate attraverso circuiti digitali. Per non parlare della lotta dello stato contro il denaro contante. Questo ovviamente serve a... Continua a leggere

Sulla scia di una perdita di fiducia

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Francesco Simoncelli Come ripetuto spesso su queste pagine, la merce più commerciata al giorno d’oggi è la fiducia. Nel corso del tempo la consistenza del denaro s’è fatta sempre più effimera, andando a ricoprire una forma sempre più virtuale piuttosto che fisica. Si pensi solamente che la maggior parte delle transazioni giornaliere sono effettuate attraverso circuiti digitali. Per non parlare della lotta dello stato contro il denaro contante. Questo ovviamente serve a... Continua a leggere

SIETE LICENZIATI!

Di Francesco Simoncelli , il - 2 commenti

La pseudo-ripresa sventolata dai media maintream, che negli ultimi 84 mesi avrebbe inglobato l’economia statunitense, ha i suoi giorni contati. Gli errori economici sottostanti mascherati dalla stampante monetaria della FED, si sono acuiti ed esploderanno in faccia ai pianificatori centrali. Debiti pubblici e privati ai massimi, mostri burocratici nel commercio e nella sanità, ed una Federal Reserve fuori controllo che ha gonfiato bolle a destra ed a manca. La recessione è inevitabile,... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi