Archivi per tag: Califfato

Facci ha diritto ad odiare l’Islam. Vadano lui, Feltri e Sallusti a riprendere Raqqa e Deir el-Zor dall’Isis

Di Mauro Bottarelli , il - 70 commenti

Mi ero ripromesso di non toccare l’argomento della sospensione di due mesi dall’attività giornalistica di Filippo Facci, giornalista di “Libero” finito nel mirino dell’Ordine dei giornalisti per un articolo il cui contenuto lasciava poco all’interpretazione: io odio l’Islam. E lo aveva deciso per due motivi. Filippo Facci mi sta sui coglioni, pesantemente, a pelle. Quindi temevo che il mio giudizio sarebbe stato inficiato da questa mia antipatia... Continua a leggere

Manila è la nuova frontiera: attentato à la carte, scegli tu dinamica e finale. E rivendi(Katz)ione

Di Mauro Bottarelli , il - 39 commenti

Pensavo di averle viste e sentite tutte relativamente a “terrorismo” e sue espressioni ma da ieri abbiamo anche l’attentato à la carte. Un po’ come al ristorante, dove si sceglie ciò che si vuole mangiare dal menù, l’assalto al resort di Manila ci consente di scegliere varie opzioni: motivazione, rivendicazione, dinamica, epilogo, conseguenze e mandanti. Se fate caso alle informazioni che sono state diffuse, c’è di tutto: l’attentatore prima aveva... Continua a leggere

Aleppo è liberata ma a media e politici occidentali sembra che sia morto il gatto. Nostalgia dell’Isis?

Di Mauro Bottarelli , il - 63 commenti

Per i media di regime e per la gran parte dei politici, i jihadisti sono diventati come la Nutella: che mondo è senza di loro? Viene da chiederselo, perché nel tardo pomeriggio di ieri, quando da Mosca veniva annunciata la liberazione totale di Aleppo dal cancro dell’Isis, non si è assistito a scene di giubilo. Anzi. Sembrava quasi che russi, siriani e iraniani avessero liberato la città da una compagnia di teatro che per quattro anni aveva fatto divertire grandi e piccini: nella... Continua a leggere

In Medio Oriente, adesso Renzi gioca con i grandi. Ma è un gioco decisamente pericoloso. Per tutti

Di Mauro Bottarelli , il - 30 commenti

Mi sono sbagliato, mea culpa. Per troppo tempo ho dipinto Renzi come un burattino messo a Palazzo Chigi per svolgere il compitino dettato da altri ma gli ultimi tre giorni ci stanno dicendo altro. Certo, il premier italiano lavora a un’agenda non sua ma lo sta facendo in maniera molto “alta”, ovvero con partner e su livelli di esposizione che non permettono sottovalutazioni. Prendiamo quanto accaduto ieri al Consiglio europeo. A bloccare la formula delle sanzioni contro la... Continua a leggere

Perché Italia, Grecia e Malta hanno chiuso il loro spazio aereo ai velivoli che partono dalla Libia?

Di Mauro Bottarelli , il - 44 commenti

Come la Grecia nel 2015. Stando a una nota della Guardia costiera negli ultimi due giorni sono state soccorse oltre 5600 persone, con l’impiego di mezzi della Marina militare, della Guardia costiera e di alcune unità navali delle Ong e solo poco fa si è saputo di un nuovo naufragio nel canale di Sicilia, dove si teme per un alto numero di dispersi. Solo nella giornata di ieri sono stati salvati tremila migranti, in un totale di 23 diverse operazioni che hanno interessato i porti di... Continua a leggere

Mentre la Polonia invoca la Nato contro Mosca, Budapest emette debito in yuan e cerca Putin

Di Mauro Bottarelli , il - 12 commenti

Era l’11 aprile scorso, quando il Comitato europeo dei diritti sociali, un organismo del Consiglio d’Europa, rendeva nota una nuova pronuncia sull’applicazione della Legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza. Il Comitato ha stabilito che l’Italia “viola il diritto alla salute delle donne” che vogliono abortire, poiché esse incontrano “notevoli difficoltà” nell’accesso ai servizi, anche per l’alto numero di medici... Continua a leggere

La ricetta di Soros per l’Europa: più immigrazione. Ma nell’ombra cresce l’area grigia del radicalismo

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

“In Libia ci sono un milione di potenziali migranti. Aiutando il Paese a ricostruire il tessuto economico, agricolo ed industriale, queste persone non avranno più ragione di muoversi”. Lo ha detto il generale Paolo Serra, consigliere militare dell’inviato speciale Onu in Libia, Martin Kobler, in audizione al Comitato Schengen, evidenziando un aumento delle partenze nel 2016 e come l’estrazione petrolifera in Libia sia scesa da 1,8 milioni a 300mila barili al giorno,... Continua a leggere

Sulla Siria ormai è guerra di propaganda ma gli occhi sono già puntati su Asia Centrale e Caucaso

Di Mauro Bottarelli , il - 23 commenti

Come era ovvio, dopo i bombardamenti e gli sconfinamenti, in Siria è partita la guerra di propaganda in grande stile. Casus belli è stato ieri il bombardamento di 5 ospedali, di cui uno sostenuto da “Medici senza frontiere” nella città di Maarat al Nuaman, nella provincia siriana di Idlib, 2 scuole e un campo profughi. Essendo la zona oggetto di intensi bombardamenti da parte dei russi, la Turchia ha immediatamente accusato Mosca, le forze siriane leali al governo di Assad e i... Continua a leggere

Ormai è guerra mediatica e di propaganda sul terrore. Ma Putin ha capito che contano i fatti

Di Mauro Bottarelli , il - 10 commenti

Non so se ieri avete sentito la conferenza stampa di fine anno di Vladimir Putin (solo 3 ore e 10 minuti, l’anno scorso durò 4 ore e 40 minuti) ma vale la pena sottolinearne i passaggi più interessanti, propedeutici all’argomento di cui voglio parlarvi oggi. “L’abbattimento del jet russo da parte della Turchia non è stato un atto di inimicizia ma un atto ostile. Non c’è alcuna possibilità di appianare le relazioni con la Turchia o trovare un terreno comune con... Continua a leggere

L’ultima crociata contro le armi ci dice molto dell’America di Obama. E dei rischi che corriamo

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Immagino che nessuno di voi sia all’oscuro del fatto che domenica sera Barack Obama abbia tenuto un accorato discorso tv alla nazione dopo la strage di San Bernardino. Se lo foste, eccovi il passaggio in cui il presidente chiede, per l’ennesima volta, un intervento del Congresso sulle armi da fuoco: “Bisogna rendere più difficile per la gente comprare fucili d’assalto come quelli usati nell’assalto di San Bernardino, a partire dall’approvazione di una legge... Continua a leggere

L’Isis ora non serve più, il nuovo fronte è la “proxy war” in Yemen. Con Russia e Iran nel mirino

Di Mauro Bottarelli , il - 15 commenti

Chi c’è dietro la strage di Ankara? Il premier turco, Ahmet Davutoglu, in un primo momento ha indicato come potenziali sospetti Isis e Pkk ma anche le sigle di estrema sinistra Dhkp-c e Mlkp. Insomma, praticamente tutti tranne servizi segreti e altri gruppi filo-statali, ipotesi che gli analisti non scartano a priori e che anche la popolazione turca ritiene probabile, visto che la folla ha immediatamente gridato alla strage di Stato. Una situazione di caos a soli venti giorni dalle... Continua a leggere

La guerra in Siria non è tra Isis e Assad ma una resa dei conti globale. Molto pericolosa

Di Mauro Bottarelli , il - 65 commenti

Attenzione, potrebbe essere questione di giorni e il primo “incidente” nello spazio aereo siriano potrebbe diventare realtà. A farmi propendere per la possibilità di uno scenario simile non sono tanto le accuse incrociate di Nato e Russia – la prima che attacca la violazione dello spazio aereo turco da parte di Mosca, mentre quest’ultima chiede la liberazione dello spazio aereo siriano per poter intensificare i raid contro Isis e gruppi anti-Assad legati ad Al Qaeda... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi