Archivi per tag: Catalogna

News dalla Catalogna? Il voto del 21? Garrotati? Cronaca di un’altra arma di distrazione di massa

Di Mauro Bottarelli , il - 55 commenti

Partiamo da una premessa chiara e doverosa: non ho nulla di personale né contro la Catalogna, né contro i catalani, né tantomeno contro l’ipotesi di indipendenza. Semplicemente, non me ne frega un cazzo. Vogliono autodeterminarsi? Liberissimi di farlo, sempre che trovino una via che concilii le varie anime del Paese e non si basi su presupposti democraticamente traballanti con il referendum del 1 ottobre scorso. Una cosa, però, mi interessa: l’apparizione e la sparizione di... Continua a leggere

Chi tocca Puigdemont, muore. Di colpo. E mentre la Germania arranca, la Svezia si gode il suo caos

Di Mauro Bottarelli , il - 76 commenti

Ve lo avevo detto già stamattina che la giornata di oggi si presentava gravida di avvenimento. E così è stato. L’ultimo in ordine di tempo appare abbastanza inquietante, dopo che Milano ha perso al sorteggio tramite busta l’assegnazione dell’Agenzia europea del farmaco, finita ad Amsterdam. E’ infatti morto all’improvviso il procuratore generale dello Stato spagnolo, José Manuel Maza, grande accusatore di Carles Puigdemont, degli ex membri del governo catalano,... Continua a leggere

Capisco l’amarezza di FunnyKing ma meglio tesi vergognose che i panopticon dei vari Severgnini

Di Mauro Bottarelli , il - 113 commenti

Ho letto e riletto il post molto risentito e sdegnato pubblicato ieri da FunnyKing riguardo la Catalogna. Non ho intenzione di introdurmi nel dibattito molto acceso che ha generato, sia perché sul tema mi sono già espresso (e non ho cambiato idea), sia perché trovo che sia altra la questione importante che quelle parole, a tratti molto amare, hanno sollevato: l’atmosfera da Guelfi e Ghibellini che questo mondo ormai ci impone. Al dialogo e al confronto sono subentrati lo scontro e... Continua a leggere

L’indipendenza catalana e il suo Badoglio sono già finiti. Ora parliamo di cose serie, per favore?

Di Mauro Bottarelli , il - 132 commenti

Probabilmente verrà ricordata come la secessione interruptus. Sicuramente, come il caso di indipendenza sovrana più rapida del mondo. Roba da Guinness dei primati. La Repubblica catalana, proclamata giovedì scorso, è già finita. E il suo artefice scappato come un Badoglio qualsiasi in Belgio alla ricerca di esilio politico per evitare la galera: Bobby Sands sarebbe davvero fiero di lui e del suo coraggio. Quale esempio di sacrificio davanti all’ideale di un popolo! Oddio, proprio... Continua a leggere

Carina questa novità degli arresti annunciati: fra Catalogna e Russiagate, che gran presa per il culo

Di Mauro Bottarelli , il - 75 commenti

Sarò cinico. Ultra-realista. Disincantato. Dietrologo. Sostanzialmente, rompicoglioni. Ma francamente mi viene da ridere nel pensare che due degli eventi più importanti a livello politico-mediatico, ovvero l’inchiesta sul cosiddetto Russiagate e lo scontro fra Madrid e Barcellona sull’indipendenza catalana, si giochino unicamente su annunci. Di più, siamo arrivati all’annuncio di arresto gentile, ovvero quello che ti fa passare l’ultimo weekend di libertà... Continua a leggere

In Catalogna, gli indipendentisti giocano la carta della corsa ai bancomat. Ma attenzione al Brexit

Di Mauro Bottarelli , il - 50 commenti

Ormai è una guerra fra il gatto e il topo. Sembra davvero una puntata di “Tom e Jerry” la disputa catalana, un qualcosa che con il passare delle ore assume i toni della pantomima ma che sottende una necessità, più ampia e condivisa di quanto sembri: prendere tempo in una clima di controllata e calcolata incertezza. Domani mattina, infatti, scatta la dodicesima “ora x” del braccio di ferro fra Madrid e Barcellona, con il Consiglio dei ministri straordinario convocato... Continua a leggere

Catalogna: out. Rosatellum: out. Ora pensiamo alle cose serie: chi vince il derby domenica sera?

Di Mauro Bottarelli , il - 101 commenti

Quando ci sono momenti come quello che stiamo vivendo, gravidi di pochi appuntamenti ma capaci di catalizzare l’attenzione di media e opinione pubblica, utilizzo il mio termometro sociale personale, ovvero il bar. Se vuoi capire che aria tira, nel mondo anglosassone dicono di chiedere ai taxisti. Io ascolto i discorsi al bancone del bar. E stamattina, vi assicuro, del Rosatellum-bis non fregava un cazzo nemmeno allo spremiagrumi. Il “Corriere della Sera” era gettonato solo... Continua a leggere

La Catalogna ci ha insegnato una cosa precisa: la mitologica “piazza” non conta un cazzo di niente

Di Mauro Bottarelli , il - 69 commenti

Dunque, ragioniamo un attimo a bocce ferme e mente fredda. Ieri il presidente catalano, Carlos Puidgemont, ha chiesto a Madrid trattative senza condizioni sull’indipendenza catalana, proclamata e subito sospesa nel suo discorso di martedì pomeriggio. Per tutta risposta, davanti alle Cortes, Mariano Rajoy gli ha dato i cinque giorni come alle cameriere licenziate: entro lunedì Barcellona deve chiarire se ha o non ha dichiarato l’indipendenza unilaterale, nel qual caso verrà... Continua a leggere

Puigdemont è eversivo quanto De Mita e Rajoy sa che l’UE gli salverà il culo. Telenovela terminata?

Di Mauro Bottarelli , il - 84 commenti

Tanto tuonò che non solo non piovve ma uscì quasi il sole. Come era ovvio, Puigdemont ha dimostrato di non avere i coglioni e si è lanciato in un compromesso che nemmeno durante un congresso della DC di metà anni Ottanta: proclamo l’indipendenza ma la sospendo per trattare. Che cazzo tratti se Madrid ha già detto di no? E qui casca l’asino: il nostro Braveheart dalle palle mosce ha detto chiaro e tondo, nel corso del suo paraculesco discorso, che alcuni tentativi di mediazione... Continua a leggere

La “sindrome catalana” piomba sui referendum di Lombardia e Veneto. Ma attenti al voto austriaco

Di Mauro Bottarelli , il - 190 commenti

Non mi interessa entrare nel merito della questione catalana, oramai tramutatasi in una sorta di telenovela che vede due governi cialtroneschi fronteggiarsi in una situazione sfuggita di mano a entrambi. Stando all’ultima vulgata, martedì il Parlamento di Barcellona si riunirà e potrebbe essere quella l’occasione per la proclamazione unilaterale di indipendenza, atto a cui Madrid si è già detta pronta a rispondere in punta di difesa dello stato di diritto. Nel frattempo, oggi e... Continua a leggere

Oro, Catalogna, Balcani e Siria: tutti i silenziosi messaggi della Russia. Che converrebbe ascoltare

Di Mauro Bottarelli , il - 96 commenti

Scuserete la divagazione iniziale sul tema dell’articolo ma ne vale la pena. Alcuni sviluppi sul caso Las Vegas. Il primo fa riferimento al piccolo dubbio che ho avanzato nel mio articolo di stamattina: Stephen Paddock, l’autore della strage, aveva con sé al Mandalay Bay Hotel qualcosa come 23 tra fucili e pistole contenuti in 10 valige. Nessuno si è accorto di nulla, nemmeno un sospetto. Questo nonostante l’uomo fosse arrivato in albergo giovedì, tre giorni prima della... Continua a leggere

Catalogna for dummies: senza caos in UE, come può la BCE comprare questa merda a fine corsa?

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

E’ inutile che stia a farvi resoconti di quanto accaduto in Catalogna ieri, visto che tg e giornali non parlano d’altro. Sono quattro i numeri che contano: 42, 90, 800 e 40. Ovvero, avrebbe votato il 42% degli aventi diritto, il “Sì” avrebbe prevalso con il 90% circa, oltre 800 sarebbero i feriti negli scontri e una quarantina quelli che sarebbero ricorsi alle cure sanitarie, ovvero ospedalizzati. Insomma, quattro numeri che ci dicono tutto e il contrario di tutto. Nel... Continua a leggere

La stupidità di Rajoy ha trasformato un fallimento annunciato in uno spartiacque. Cui prodest, però?

Di Mauro Bottarelli , il - 158 commenti

Queste righe potrebbero diventare vecchie e inutili nel momento in cui le starete leggendole, sono i rischi di scrivere su argomenti in divenire come il voto catalano di oggi. Al netto della cronaca, sono due le notizie degne di nota: in tutto il Paese, i Mossos d’Esquadra non sono intervenuti per sgomberare i seggi, hanno fatto finta di niente e girato i tacchi tra gli applausi della gente. Secondo, a Girona, nel seggio in ci avrebbe dovuto votare il presidente catalano, Carles... Continua a leggere

O è la solita pantomima all’europea o qualcuno cerca il caos in Catalogna. E rischia di trovarlo

Di Mauro Bottarelli , il - 201 commenti

Prima di tutto, una notizia che so vi farà affrontare con ancora maggior buonumore il fine settimana: domenica sera Enrico Mentana sarà in onda con una maratona dedicata al referendum sull’indipendenza della Catalogna. Ora, al netto del mistero sempre più fitto del perché abbia snobbato con le sue interminabili dirette solo il voto in Germania, con l’approssimarsi del voto di dopodomani, la situazione appare paradossale. Il governo di Madrid, infatti, oggi pomeriggio ha detto... Continua a leggere

Il pentolone catalano sta esplodendo: capito ora a cosa servivano “terrorismo” e paura permanente?

Di Mauro Bottarelli , il - 128 commenti

Era soltanto questione di tempo. Ed è arrivato. Il frutto marcio di mesi e mesi di montanti politiche repressive legate all’allarme terrorismo e alla strategia della paura oggi ha mostrato il sio volto collaterale a Barcellona: e, come era ovvio, senza che la cosiddetta comunità internazionale avesse alcunché da ridire. Frasi blande, auspici che nulla trascenda, intercalari diplomatici al limite del farsesco. E di fronte a cosa? All’irruzione della Guardia Civil, armata fino a... Continua a leggere

Venerdì 24 giugno, il Brexit ha vinto il referendum. Cosa succede in Gran Bretagna? E nell’Unione?

Di Mauro Bottarelli , il - 28 commenti

Ma cosa succederà se davvero il 24 giugno l’Europa si sveglierà con la Gran Bretagna che ha scelto il Brexit? In modo pratico, come si svolgeranno gli eventi, al netto del panico del mercato e delle swap lines della Bce che lo inonderanno di liquidità? Per scelta, l’Ue non ha una road map che affronti questa ipotesi, proprio per non inviare messaggi allarmistici: quindi, nulla di pronto su carta. Anche perché, parlandoci molto chiaro, l’onda d’urto politica e... Continua a leggere

Se la retorica europeista sfrutta il terrore per coprire i suoi fallimenti. E la fine che ci attende

Di Mauro Bottarelli , il - 29 commenti

Non so voi ma mi ha fatto impressione il modo in cui tutti i mezzi di informazione italiani, televisioni in testa, hanno trattato la vicenda delle sette studentesse morte in un incidente stradale in Spagna. Persino Enrico Mentana, uno che dal suo tg ha statutariamente (e giustamente, visto che altri tg sembrano “Chi l’ha visto” o la D’Urso) eliminato la cronaca, ha dedicato i primi 17 minuti (su 30 totali) del telegiornale di lunedì sera al fatto. Di più, Bruno Vespa... Continua a leggere

La Catalogna potrebbe votare per l’indipendenza il prossimo 14 settembre (2014)

Di lafayette70 , il - 3 commenti

Inizia a farsi strada l’ipotesi del 14 settembre 2014 come data possibile per la convocazione del referendum indipendentista catalano. Non più di una indiscrezione al momento, visto che i lavori della commissione “per il diritto di decidere” procedono serrati ed altre opzioni rimangono tuttora sul terreno. A far pendere la bilancia verso il voto settembrino congiura, tuttavia, un argomento fra tutti ovvero il timore per un effetto trascinamento di un possibile esito negativo... Continua a leggere

Spagna: l’indipendenza catalana e i fantasmi del passato

Di lafayette70 , il - 1 commento

Fino a poco tempo fa la reazione spagnola alla ventata indipendentista della Catalogna si era limitata alle allusioni minacciose di alcuni esponenti politici, in primis del Partido Popular, ed alle minacce assai più esplicite di un certo associazionismo legato al mondo militare che non si sottraeva dall’evocare lo spettro di un intervento militare centrale nel caso la crisi istituzionale in atto precipitasse verso l’esito da tanti atteso o deprecato. Ora, da qualche settimana l’aria... Continua a leggere

In Catalogna la marea indipendentista cresce. Con buona pace dei media italiani sperticati tifosi delle peggiori unità nazionali

Di lafayette70 , il - 2 commenti

Alla vigilia del gran giorno previsto per l’approvazione della dichiarazione di sovranità da parte dell’assemblea legislativa catalana giungono a conoscenza del grande pubblico una serie di numeri che hanno strettissima correlazione fra loro. I primi si riferiscono alla sfera economica e sono davvero allarmanti: la Catalogna non sarebbe riuscita a raggiungere gli obiettivi di risanamento del budget fissati per il 2012. A fronte dell’indebitamento previsto dell’1,5% del P.I.L il... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi