Archivi per tag: CONFINDUSTRIA

Finite le ferie, lo “sconfinamento day” ci dice che l’Italia è nella merda. Ma il governo ha la ricetta

Di Mauro Bottarelli , il - 89 commenti

Che mattinata strana. Come avrete notato dal numero di articoli con cui vi ho tritato i coglioni, non ho fatto le ferie. Semplicemente, non potevo permettermele. Quindi ho passato la mia estate milanese incollato a computer e tv, non perdendomi un singolo tg o talk di approfondimento. Eppure, stamattina mi sono sentito un alieno appena sbarcato sulla Terra da Marte. L’estate era cominciata con il governo fibrillante su due temi: gli sbarchi di massa dei migranti e la manovra economica... Continua a leggere

IL GIGANTE DAI PIEDI D’ARGILLA….

Di JLS , il - 18 commenti

Ripropongo qui, un mio articolo pubblicato su un magazine di un associazione industriale italiana del nord. L’articolo mi era stato richiesto appositamente e fu pubblicato nella primavera del 2010. Rileggendolo anch’io oggi a distanza di quasi 3 anni, trovo conferma dei miei pensieri e di quanto già allora andavo dicendo e scrivendo. Tenete conto durante la lettura quindi della data dell’articolo e dell’utenza di allora (industriali delle PMI e loro familiari, stretti... Continua a leggere

Inciucio o voto, il dilemma del Pd

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Tre giorni sono trascorsi da quando il presidente della Repubblica ha conferito al segretario del Pd l’incarico di verificare preliminarmente «l’esistenza di un sostegno parlamentare certo», tramite consultazioni aperte a tutte le forze politiche rappresentate in Parlamento. E in questi tre giorni Bersani tutto ha fatto fuorché quanto gli è stato chiesto dal presidente, dal momento che né i sindacati, né le associazioni imprenditoriali, né Roberto... Continua a leggere

Il credit crunch minaccia l’economia italiana. L’allarme di Fulvio Conti e Franco Bernabè

Di Ticino Live , il - Replica

La terza economia della Zona euro, l’Italia, è al limite dell’asfissia. Due settimane dopo le elezioni legislative, che hanno fatto piombare il paese nell’incertezza, l’amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti e il presidente esecutivo di Telecom Italia, Franco Bernabè, hanno chiesto un intervento urgente per evitare la minaccia del credit crunch. Credit crunch è il termine che indica il peggioramento o il calo dell’offerta del credito, ad esempio con le... Continua a leggere

Perché la rotta Monti non basta, servono nuove coordinate

Di Federico Punzi , il - Replica

E’ passato quasi inosservato l’aggiornamento del Def – documento di economia e finanza – adottato dal Consiglio dei ministri, ma qualsiasi governo politico non l’avrebbe passata così liscia. Si può perdonare a un governo di tecnici, con un economista presidente del Consiglio e uno al Tesoro, di sbagliare così platealmente le previsioni macroeconomiche del paese, sottovalutando addirittura della metà il calo del Pil nell’anno in corso, e nonostante... Continua a leggere

Monti tra verità e contraddizioni

Di Federico Punzi , il - Replica

Bisogna dare atto al premier Mario Monti di non essersi nascosto dietro un dito: «In parte le nostre decisioni hanno contribuito ad aggravare» la crisi. Quale capo di governo, quale politico, avrebbe avuto l’onestà intellettuale di una simile ammissione? Negare, negare anche l’evidenza, è la parola d’ordine dei politici (e non solo). Monti ha dunque parlato con il linguaggio della verità, e va apprezzato per questo, ma la sua autostima gli ha impedito di evitare di... Continua a leggere

Basta tavoli e appelli. Decisioni e meno tasse

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione L’appello di Monti alle parti socali elude il tema del cuneo fiscale L’economia italiana ha bisogno dell’esatto opposto di una «politica industriale», di aiuti pubblici più o meno camuffati da incentivi, elargiti agli imprenditori amici o in modo dirigistico, pretendendo di intuire i settori strategici. Ha bisogno di meno Stato: meno tasse, meno oneri burocratici, meno sussidi distorsivi. Dubitiamo quindi che lo stanco rito della concertazione, o... Continua a leggere

Spazzate via le stime ultra-ottimistiche di Monti

Di Federico Punzi , il - Replica

«Lo scenario globale è ulteriormente peggiorato. E in Italia la diminuzione del Pil proseguirà» anche nella seconda metà del 2012, seppure con «qualche timido segnale di rallentamento della flessione a partire dall’estate inoltrata». Ma nessuna ripresa entro l’anno. Lapidarie le conclusioni dell’analisi mensile del Centro studi di Confindustria. Quello prospettato è uno scenario coerente con la previsione sul Pil annuo che l’associazione degli industriali ha... Continua a leggere

Con la Grecia in casa ci sentiremo tutti un po’ più "tedeschi"

Di Federico Punzi , il - Replica

Cosa direbbero gli italiani se il governo Monti proponesse una tassa speciale per evitare il default della Sicilia? Con le debite differenze e in scala ridotta, potremmo ritrovarci presto in casa una piccola Grecia. Allora, forse, chi ha troppo facilmente accusato i tedeschi di miopia ed egoismo per aver condizionato gli aiuti ad Atene a tagli recessivi e scrupolosi controlli, comprenderà meglio la loro “ossessione” per il rigore, cosa significa dover garantire il debito... Continua a leggere

Né con Monti né con Squinzi

Di Federico Punzi , il - Replica

La dura polemica dello scorso week end tra Monti e Squinzi è uno specchio della farsa italiana, di cui i due si dimostrano interpreti all’altezza. Da una parte, abbiamo un numero uno di Confindustria che anziché difendere i primi, timidi tagli alla spesa pubblica, parla come il leader della Cgil. Peggio ancora, si contraddice pur di accattivarsi le simpatie di una platea di sindacalisti e della segretaria Camusso. (…) Nei “taglietti” della spending review non... Continua a leggere

La giornata: Monti non ha perso solo i poteri forti e Merkel sfida i federalisti del debito

Di Federico Punzi , il - Replica

«Il mio governo e io abbiamo sicuramente perso in questi ultimi tempi l’appoggio, che gli osservatori ci attribuivano, dei poteri forti. Non incontriamo, infatti, favori in questo momento di un grande quotidiano che è espressione autorevole di poteri forti, e presso Confindustria». Riferimenti chiari quelli del premier Monti. Ma se ora si lamenta di non averne l’appoggio, perché quando veniva accusato di esserne addirittura l’espressione ha negato persino... Continua a leggere

BOOM!!!! CONFINDUSTRIA ed UNIMPRESA appoggiano il PROGRAMMA proposto da RISCHIO CALCOLATO

Di Gpg Imperatrice , il - 34 commenti

Il neo presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, che in assemblea aveva sollecitato il governo a procedure con la Sprending Review, ha dichiarato di aspettarsi molto di più, ieri il centro studi di Unimpresa ha ipotizzato tagli fino a 200 miliardi di euro pari a 12 punti di Pil, da destinarsi 50 miliardi al pareggio di bilancio e 150 per una “feroce” riduzione della pressione fiscale. Duecento miliardi di euro che equivalgono a 12 punti di Pil. È la quantità di spesa pubblica che... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi