Archivi per tag: DDR

La storia la scrivono i vincitori ma state tranquilli: posto libero accanto a Mladic ne resta parecchio

Di Mauro Bottarelli , il - 99 commenti

Ieri attendevamo una risposta da Strasburgo, è arrivata invece dall’Aja. Sempre di tribunali si tratta ma fra la decadenza di Silvio Berlusconi e quella dell’Occidente, la differenza esiste. Perché la sentenza che ha condannato all’ergastolo Ratko Mladic per crimini di guerra non è un atto di giustizia, né tantomeno un pilastro attorno al quale riscrivere la storia del mattatoio balcanico: è una vergognosa coperta di Linus che servirà da precedente per, paradossalmente,... Continua a leggere

Fanculo la Catalogna e la sua telenovela, stanno preparando il “Mondo Nuovo” sotto i nostri nasi

Di Mauro Bottarelli , il - 190 commenti

“(ANSA) – ROMA, 9 OTT – Una nave tunisina e una barca a bordo della quale vi erano una settantina di migranti sono entrate in collisione al largo delle coste di Tunisi. Nell’incidente, secondo quanto si apprende, vi sarebbero numerose vittime.(ANSA). QA 09-OTT-17 10:22 NNNN”. E ancora: “Alcuni dispersi. Maggior parte dei migranti tratti in salvo (ANSA) – ROMA, 9 OTT – Nella collisione tra la nave e il barcone, avvenuta in acque Sar maltesi,... Continua a leggere

Martedì prossimo il Senato potrebbe trasformarci nella DDR della Rete. Nel nome dell’anti-razzismo

Di Mauro Bottarelli , il - 136 commenti

Hanno fretta. Una fretta fottuta, perché la campagna elettorale è ormai alle porte. Le schermaglie cui stiamo assistendo in vista del voto regionale siciliano del 5 novembre e degli assetti di coalizione sono acqua fresca, roba da dilettanti: quando la legge elettorale sarà stata varata e le squadre formate, sarà un Vietnam quotidiano. Senza alcuna esclusione di colpi. E degno veramente di George Orwell o Aldous Huxley. Lo dico perché un’anteprima si è vissuta oggi al Senato, dove... Continua a leggere

Minniti temeva per la “tenuta democratica” del Paese. Si prepari al “tutti contro tutti” del 2018

Di Mauro Bottarelli , il - 261 commenti

Chissà quale altro assegno in bianco avrà firmato il governo per vedersi alzate le stime di crescita, da +1% a 1,3%, anche da Moody’s? Al netto dell’aumento dell’IVA, qualcosa a chi di dovere sarà stato promesso, non c’è dubbio. D’altronde, per cercare di non prendere un’imbarcata in Sicilia, si sono inventati il reddito di inclusione, ennesima mancia verso i pezzenti da incolonnare verso le urne: è uno sporco lavoro di compromesso la politica ma... Continua a leggere

Muore Kohl, vola Amazon: cosa ha voluto dirci il fato? Di non credere ai paradisi a portata di mano

Di Mauro Bottarelli , il - 178 commenti

Certo, tra la presunta morte di Al-Baghdadi e quelle reali della Grenfell Tower di Londra, la dipartita di Helmut Kohl non ha forse ricevuto gli onori e gli spazi che meritava. Una cosa, però, è certa: per tutti quanti con lui se ne va, non solo il padre della riunificazione tedesca ma anche uno statista in senso classico, qualcuno che con il suo modo di fare politica finirà dritto nei libri di storia. E fin qui, poco da eccepire. Stonano però i peana in suo onore da parte di chi, sempre... Continua a leggere

Prove tecniche di guerra civile europea. Tra bombe, nostalgia della DDR e no-go areas

Di Mauro Bottarelli , il - 54 commenti

I tg italiani, troppo impegnati a glorificare la presunta vittoria di Hillary Clinton nel primo duello televisivo con Donald Trump, non ne hanno dato notizia ma in Germania la questione è stata presa molto seriamente. Ieri a Dresda due bombe hanno danneggiato una moschea – al cui interno di trovava l’imam con la moglie e i due figli, tutti incolumi – e un centro congressi, facendo alzare l’asticella della tensione in vista delle celebrazioni della riunificazione... Continua a leggere

L’ultimo delirio di Juncker scoperchia il vaso di Pandora. Ma sui migranti potrebbe essere tardi

Di Mauro Bottarelli , il - 34 commenti

Intervenendo stamattina alla plenaria del CESE, Superciuk Juncker, ha rivolto il suo pensiero a Italia, Grecia e Malta e ha lodato il loro “virtuoso lavoro nel contrasto dell’immigrazione clandestina”. Ora, capisco che sarà già stato al quinto bianchino ma fino all’altro giorno non erano migranti da accogliere? Non c’era l’obbligo di dare rifugio a chi scappava dalla guerra e dalla fame? Inoltre, sempre il simpatico etilista ha detto che “se... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi